logo
attivo dal: 02.01.2006
il diritto oggi
il diritto negli enti locali

------
Seleziona le sentenze che contengono le seguenti parole di testo:
Per visualizzarre le ultime sentenze inserite clicca qui
Inserisci le parole da cercare (nella pagina) e premi il tasto invio per effettuare la ricerca:
 GIURILEX    [34.924]  IL DIRITTO NEGLI STUDI LEGALI    [18.092]  Procedura civile    [244] aggiorn.to: --
25/05/2017 Rinuncia al ricorso documento protetto
Il Presidente Letta la rinuncia al ricorso proposto da Ministero Istruzione Universita' e Ricerca ritenuto che la rinuncia ha i requisiti richiesti dagli articoli 390 e 391 cpc ritenuto che l'estinzione puo' essere dichiarata con decreto ai sensi dell'art 391 comma 1 cpc come modificato con l'art I bis comma 1 letti del dl n 168 del 2016 convertito con modificazioni dalla legge n197 del 2016 ritenuto che le spese debbano essere compensate PQM dichiara estinto il giudizio con compensazione delle spese

LEGGI LA SENTENZA

28/04/2017 Annotazione di litispendenza in ragione della mancata produzione della prova dell'avvenuto perfezionamento della notifica dell'atto introduttivo del giudizio documento protetto
Avverso il provvedimento di diniego di intavolazione emesso dal tribunale in sede di reclamo deve ritenersi inammissibile il ricorso straordinario per cassazione ex art 111 Cost che e' esperibile solo in quanto sia reso a conclusione di un procedimento avente natura contenziosa Per contro il provvedimento suddetto viene emesso a conclusione di un procedimento che non comporta esplicazione di un'attivita' giurisdizionale in sede contenziosa essendo in esso unica parte l'istante e non avendo ad oggetto la risoluzione di un conflitto di interessi ma il regolamento secondo legge dell'interesse pubblico alla pubblicita' immobiliare non suscettibile di passare in giudicato potendo le parti agire in via contenziosa per ottenere una pronuncia sull'esistenza del loro diritto all'intavolazione

LEGGI LA SENTENZA

07/04/2017 Annullamento decreto ingiuntivo documento protetto
A giudizio del ricorrente la Corte palermitana avrebbe errato perche' non avrebbe tenuto conto dell'intero insieme normativo che nel sistema attuale viene a regolare il requisito della forma scritta dei contratti bancari Piu' in particolare la stessa avrebbe trascurato che la vigente norma dell'art 117 comma 2 del testo unico bancario cosi' come in precedenza faceva pure quella dell'art 3 comma 3 della legge sulla trasparenza abilita la Banca d'Italia su conforme delibera del CICR a stabilire che a'particolari contrattia' possano in ragione di a'motivate ragioni tecnichea' essere stipulati in forma diversa da quella scritta e inoltre che le dette Autorit' amministrative a tanto hanno provveduto in specie stabilendo la non necessita' della forma scritta per le operazioni e servizi effettuati in esecuzione di previsioni contenute in contratti redatti per iscritto Tale sarebbe il caso cosi' procede il ricorrente del contratto di apertura di credito che assume di avere

LEGGI LA SENTENZA

04/04/2017 Incompetenza territoriale documento protetto
Procedimento di opposizione ad ordinanze ingiunzione emesse dalla Direzione provinciale del lavoro di Parma nei confronti di Societa' Cooperativa Logman pa e del suo legale rappresentante Renato Ferrari applicando il principio affermato da Cass 7397 del 2014 ord secondo il quale quando sussista una pluralit di luoghi di commissione dell'infrazione la competenza territoriale stabilita dal luogo di accertamento dell'illecito rappresentato nel caso dalla sede dello stabilimento della spa Prosciuttificio Il Conte in Neviano degli Arduini PR presso il quale in virtu' di appalto concluso con la cooperativa ricorrente i dipendenti della societa'ingiunta lavoravano

LEGGI LA SENTENZA

21/03/2017 Omesso esame di un fatto decisivo e discusso dalle parti ai sensi dell'art 360 n 5 cpc documento protetto
I motivi da esaminare congiuntamente percha' entrambi volti ad affermare l'esistenza di un onere di comunicazione del decreto monocratico da parte della cancelleria sono fondati Sebbene l'art 5 comma 2 legge n 8901 preveda che il decreto diventi inefficace qualora la notificazione non sia eseguita nel termine di trenta giorni dal deposito in cancelleria del provvedimento deve ritenersi che tale termine decorra dalla comunicazione del decreto stesso alla parte ricorrente

LEGGI LA SENTENZA

10/03/2017 Richiesta di condanna del Ministero dell'economia e delle finanze al pagamento dei danni non patrimoniali derivati dalla irragionevole durata di un giudizio documento protetto
La domanda di equa riparazione non e' proponibile se nel giudizio dinanzi al giudice amministrativo in cui si assume essersi verificata la violazione dell'art 2 comma 1 della legge 24 marzo 2001 n 89 non e' stata presentata un'istanza ai sensi del secondo comma dell'articolo 51 del regio decreto 17 agosto 1907 n 642

LEGGI LA SENTENZA

02/03/2017 Pagamento dei danni non patrimoniali derivati dalla irragionevole durata di un giudizio civile documento protetto
Con l'unico motivo di ricorso la ricorrente deduce violazione e falsa applicazione dell'artt 2 della legge n 89 del 2001 e dell'art 6 della CEDU dolendosi della esiguitampa' della liquidazione

07/03/2017 Opposizione all'esecuzione ai sensi dell'art 615 comma 1 cpc avverso l'atto di precetto di pagamento dell'importo di C 2209219 loro intimato dalla banca Monte dei Paschi di Siena SpA documento protetto
La questione aveva gia' costituito specifico motivo di gravame che la corte di appello ha ritenuto non ammissibile ravvisandone la novita' ed espressamente affermando che in primo grado gli opponenti non avevano contestato l'attendibilita' degli estratti conto prodotti dalla banca ma si erano limitati a chiedere la revisione del saldo del rapporto esclusivamente con riguardo agli interessi di fatto applicati dalla banca per illegittimo anatocismo e conteggio di tassi superiori alle soglie antiusura

LEGGI LA SENTENZA

02/03/2017 Danni non patrimoniali derivati dalla irragionevole durata di un giudizio civile documento protetto
Considerato che il Collegio ha deliberato l'adozione della motivazione semplificata nella redazione della sentenza che con l'unico motivo di ricorso la ricorrente deduce violazione e falsa applicazione dell'artt 2 della legge n 89 del 2001 e dell'art 6 della CEDU dolendosi della esiguita' della liquidazione che in considerazione dell'oggetto della controversia avrebbe dovuto essere ragguagliata all'importo normalmente riconosciuto dalla Corte EDU e compreso tra 100000 e 150000 euro per anno

LEGGI LA SENTENZA

28/02/2017 Intimazione pagamento e compensazione spese di lite documento protetto
Sentenza del Tribunale di Roma che aveva rigettato l'appello nei confronti della sentenza del Giudice di pace di Roma ancorche' abbia accolto l'opposizione per l'annullamento e intimazione di pagamento

LEGGI LA SENTENZA

23/02/2017 Error in procedendo e la violazione dell'art 115 cpc documento protetto
Spiega che la convenuta Groupama aveva infatti contestato la sua pretesa in modo generico mentre l'altra convenuta UCI s coop a rl si era difesa limitandosi a richiamare le deduzioni svolte dalla Groupama

LEGGI LA SENTENZA

27/01/2017 Scioglimento di riserva in esito alla fase sommaria dell'opposizione documento protetto
Rinvio al medesimo ufficio giudiziario ma in persona di diverso giudicante ed alla sua sede centrale anche per le spese del udienza 301116 rg 0371915 3 est Cons F De Stefano presente giudizio di legittimita' ne' puo'poi trovare applicazione gia' solo per non essere stato il ricorso rigettato ne' dichiarato inammissibile o improcedibile l'art 13 co 1quater del dPR 30 maggio 2002 n 115 inserito dall'art 1 co 17 della I 24 dicembre 2012 n 228 in tema di contributo unificato per i gradi o i giudizi di impugnazione

LEGGI LA SENTENZA

11/01/2017 Equa riparazione per la irragionevole durata di un processo civile documento protetto
Equa riparazione per la irragionevole durata di un processo civile introdotto dinanzi al Pretore di Termini Imerese il 22 marzo 1989 conclusosi con la pronuncia della Corte di cassazione n 15631 del 1892012 Con decreto del 3102014 il Consigliere delegato della Corte d'Appello di Roma dichiarava il ricorso inammissibile in quanto tardivo e la statuizione era confermata dalla Corte in composizione collegiale all'esito dell'opposizione proposta dall'Orobello

LEGGI LA SENTENZA

09/01/2017 Irragionevole durata di un procedimento documento protetto
la Corte d'appello di Firenze in composizione collegiale accoglieva l'opposizione respingendo la domanda della ricorrente nella parte relativa al giudizio di cognizione sulla base del rilievo che il termine di sei mesi per la proposizione della domanda di equa riparazione decorresse dalla data di deposito della sentenza della Corte di cassazione

LEGGI LA SENTENZA

29/12/2016 Procurato danno erariale documento protetto
Giurisdizione del giudice amministrativo

LEGGI LA SENTENZA

02/12/2016 Risarcimento danni conseguenti alla consegna di merce non funzionante documento protetto
Risarcimento danni conseguenti alla consegna di merce non funzionante

LEGGI LA SENTENZA

03/11/2015 Sul procedimento di correzione di errori materiali Ordinanza di correzione
Il procedimento di correzione da luogo ad un mero incidente del giudizio in cui il provvedimento da correggere e' stato pronunciato che non realizza una statuizione sostitutiva di quella corretta in quanto e' diretta esclusivamente ad emendare un difetto di formulazione esteriore dell'atto scritto rispetto al suo contenuto nel caso in cui questo sia palese sulla base della sua sola lettura

nel procedimento di correzione degli errori materiali di cui all'art 287 cod proc civ non e' ammessa alcuna pronuncia sulle spese processuali in quanto trattandosi di procedimento in camera di consiglio art 742 bis cod proc civ in materia di giurisdizione volontaria mancano i presupposti richiesti dall'art 91 cod proc civper una siffatta pronuncia ossia

22/01/2016 Condominio richiesta ripristino impianto riscaldamento centralizzato documento protetto
Nel caso in esame il diritto al ripristino dell'impianto di riscaldamento rispondeva all'utilita' della condomina di potere usufruire di un servizio comune che era stato illegittimamente disattivato dall'assemblea dei condomini che proprio in attuazione di tale illegittima delibera si erano poi dotati di impianto autonomo

e' legittima e non configura abuso del diritto la pretesa del condomino al ripristino dell'impianto di riscaldamento centralizzato soppresso dall'assemblea dei condomini con delibera dichiarata illegittima essendo irrilevanti sia la onerosita' per gli altri condomini nel frattempo dotatisi di impianti autonomi unifamiliari delle opere necessarie a t

16/01/2015 Notificazione tardiva perche' non in lingua madre
I ricorrenti sostengono che non sarebbe stato rispettato il termine di 150 giorni per la notifica del verbale in quanto la notifica non si era perfezionata con la spedizione del verbale in lingua italiana ma in applicazione delle norme di tutela della minoranza linguistica slovena il verbale poteva ritenersi ritualmente notificato solo se tradotto e la relativa traduzione era intervenuta oltre il termine di legge

Fermo restando il carattere ufficiale della lingua italiana alla minoranza slovena presente nel territorio di cui all'articolo 1 e' riconosciuto il diritto all'uso della lingua slovena nei rapporti con leautorita' amministrative e giudiziarie locali nonche' con i concessionari di servizi di pubblico interesse aventi sede nel territorio di cui allrsqu

08/07/2014 Processo civile litisconsorzio facoltativo
L'aggravamento dell'esercizio della servitu' operata sul fondo dominante va verificato accertando se l'innovazione abbia alterato l'originario rapporto con quello servente e se il sacrificio con la stessa imposto sia maggiore rispetto a quello originario

Invero il proprietario del fondo dominante che effettui innalzamenti dellivello del proprio fondo e determini una piugrave facile intensa e continua inspectio e prospectio sul fondo servente attraverso un muro che pur se fosse rimasto invariato nell'altezza rispetto al cancello ed alla rete originari ma sostanzialmente modificato i luoghi per aver assunto una diversa configurazione

20/06/2014 Appello incidentale risarcimento dei danni conseguiti all'inesatto adempimento del contratto documento protetto
La parte rimasta totalmente vittoriosa in primo grado non ha l'onere di proporre appello incidentale per chiedere il riesame delle domande e delle eccezioni respinte ritenute assorbite o comunque non esaminate con la sentenza impugnata dalla parte soccombente essendo sufficiente la riproposizione di tali domande od eccezioni in una delle difese del giudizio di secondo grado

la Corte ha invece affermato che 'lamancata assunzione da parte dell'ente committente delle iniziative necessarieaffinche' le prestazioni dovute dal testimonial risultassero dotate direquisiti minimi di specificita' e determinatezza pone prima ancora che unproblema di valutazione della imputabilita' della

10/06/2014 Requisito della specificita' dell'atto di accertamento documento protetto
Il requisito della specificita' dell'atto di accertamento deve dirsi osservato per il tramite dell'indicazione del giorno e dell'ora della natura della violazione del tipo e della targa del veicolo nonche' della localita' del verificarsi del fatto senza necessita' di ulteriori indicazioni non indispensabili ad assicurare il diritto di difesa dell'incolpato

appare al relatore potersi dare continuita' a quell'indirizzo interpretativo di legittimita' che assume che il requisito della specificita' dell'atto di accertamento devedirsi osservato per il tramite dell'indicazione del giorno e dell'ora della natura della violazione del tipo e della targa del veicolo nonche' dell

04/09/2012 Contrasto tra motivazione e dispositivo che da luogo alla nullita' della sentenza documento protetto
Nel caso in esame detto contrasto e' chiaramente riconducibile a semplice errore materiale

Secondo quanto affermato da questa Corte Sent n 12622 del 24052010sent 952007 n 10637 n 17392 del 30082004 sussiste un contrastotra motivazione e dispositivo che da luogo alla nullita' della sentenza solo se ed in quanto esso incida sulla idoneita' del provvedimentoLEGGI LA SENTENZA

10/03/2010 Opposizione al precetto difforme alla sentenza
Non valido il precetto con somme superiori a quella del titolo

Il prcetto non e' valido se difforme alla sentenzaLEGGI L'ORDINANZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZIONE III CIVILE Ordinanza 28 gennaio 10 marzo 2010 n 5797 Presidente Preden Relatore Finocchiaro

12/07/2013 Decorrenza del termine lungo per l'impugnazione delle sentenze documento protetto
questa corte con specifico riferimento a situazioni del tipo di quella qui dedotta ha affermato che al fine di stabilire se nel processo tributario sia ammissibile ai sensi dell'art 38 del dlgs n 546 del 1992 l'impugnazione tardivamente proposta sul presupposto che l'impugnante non abbia avuto conoscenza del processo a causa di un vizio della notificazione dell'atto introduttivo occorre distinguere l'ipotesi specifica di notificazione inesistente rispetto all'ipotesi di mera nullita' della notificazione

Come detto risulta eccepita a presidio del ricorso la mancata conoscenza del giudizio d'appello introdotto dall' ufficioConsegue che non rileva perche' invece attinente a casi di sostenuta mancata conoscenza del processo di primo grado l'insegnamento giurisprudenziale asseritamente ostativo richiamato dall'amministrazione

25/09/2013 Proposta conciliativa e transattiva del giudice
Si ritiene che in relazione all'istruttoria fin qui espletata ed ai provvedimenti gia' emessi dal Giudice le parti ben potrebbero pervenire ad un accordo conciliativoInfatti considerati i gravosi ruoli dei giudici ed i tempi computati in anni per le decisioni delle cause una tale soluzione che va assunta in un ottica non di preconcetto antagonismo giudiziario ma di reciproca rispettosa considerazione e valutazione dei reali interessi di ciascuna delle parti non potrebbe che essere vantaggiosa per entrambe

Invero la controversia non ha fatto emergere questioni di diritto complesse e dubbi tali da richiedere approfondite analisi e difficili interpretazioni dei testi normativiu2028Lo si dice in quanto la condizione postulata dall'art185 bis come introdotto dall'art77 del dl2162013 n69 convnella l982013 n98 della esistenza di questioni di facile e pronta soluzione di d

31/05/2012 Leggittimo annullamento del vincolo coniugale documento protetto
Vizio psichicoesigenza di rimuovere il vincolo coniugale inficiato da incapacita'

Il Giudice a quo diversamente da quanto afferma la ricorrente fornisceuna motivazione adeguata e non illogica sulla incapacita' psichica del C come emergente dalla sentenza ecclesiastica un disturbo della personalita' caratterizzato tra l'altro rigidezza intolleranza difficolta' di espressione degli affetti a nulla rilevando l'elevato livello culturale e

28/01/2010 Annullamento del matrimonio
Richiesta documentazione sanitaria al fine di annullare il matrimonio

Vincolo matrimonialereligioso e connessa valutazione della discrezione di giudizio circai diritti e i doveri del matrimonio e della capacita' di assumere leobbligazioni essenziali del matrimonioLEGGI LA SENTENZA

13/09/2013 La societa' estinta a seguito di cancellazione dal registro delle imprese mantiene la capacita' di stare in giudizio tanto nel procedimento per la dichiarazione di fallimento e nelle eventuali successive fasi impugnatorie
La sopravvivenza della societa' per un periodo indeterminabile legato alla durata del procedimento prefallimentare e dell'eventuale successivo giudizio di impugnazione della dichiarazione di fallimento comporterebbe inammissibilmente sia il potere dei soci di sostituire il liquidatore sia l'obbligo della societa' di pagarne il compenso

La questione sia pure incidentalmente e'stata affrontata e risolta dalle Sezioni unite di questa Corte con la sentenza12 marzo 2013 n 6070 secondo cui la possibilita' espressamente contemplatadall'art 10 l fall che una societa' sia dichiarata fallita entro l'a

12/09/2013 Responsabilita' per omessa assicurazione del consenso informato documento protetto
Nove comportamenti omissivi dei sanitari dell'Ospedale

La Corte territoriale dopo avere ritenuto che l'invocazione di una responsabilita' contrattuale della struttura non integrasse domanda nuova bensigrave soltanto prospettazione di una qualificazione giuridica dell'azione ha disatteso l'appello degli E assumendo che la vicenda concernente il ricovero de

16/05/2013 Incompatibilita' tra impiego pubblico parttime ed esercizio della professione forense documento protetto
L'attuazione della Direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio prevede espressamente che tutte le norme nazionali sulle incompatibilita' si applichino anche all'avvocato stabilito o integrato

La Corte Costituzionale ha poi escluso una lesione da parte della disciplina in esame dell'affidamento in riferimento all'art 3 Cost per quanto riguardava i dipendenti pubblici part time i quali sulla base delle regole quotpermissivequot del 1996 avevano affiancato al rapporto di lavoro pubblico l'impegno professionale forense invero in base alla giurisprudenza della stessa Cor

02/09/2013 Possibilita' di sanare atti inerenti a procedure processuali documento protetto
Da tempo la giurisprudenza ha ritenuto che qualora il giudizio venga promosso da amministratore di societa' a responsabilita' limitata privo di poteri rappresentativi il vizio che ne consegue non concerne ne' la legittimazione ad agire ne' lo 'jus postulandi' ma esclusivamente la capacita' processuale in quanto relativo ad un difetto di legittimazione processuale

Le SU hanno dato continuita' all'indirizzo secondo il quale il vizio dirappresentanza assistenza o di autorizzazione puograve essere sanato in ogni statoe grado del giudizio con efficacia retroattiva non riguardando l'esclusionedell'effetto sanante stabilito per le decadenze verificatesi dall'art 182cod proc civ ne

04/07/2013 Cinque verbali di infrazioni al codice della strada
Il proprietario dichiera l' uso abusivo del mezzo da parte di terzi

ltp stylequotwidows 1quot alignquotLEFTquotgtFatto e dirittoltbr gtIl Consiglieredesignato ha ritenuto damp'avviare la trattazione in Camera diconsiglio redigendo la seguente relazione ex art 380 bis cpc ltbr gtamp1amp MB impugnampograve innanzi al Giudice di Pace di Valenza cinqueverbali di infrazioni al codice della strada elevatigli

01/08/2013 La rinuncia alla prescrizione integra un atto negoziale documento protetto
Giova sottolineare al riguardo che mentre il riconoscimento dell'altrui diritto che valga ad interrompere la prescrizione art 2944 cc costituisce una dichiarazione di scienza la rinuncia alla prescrizione invece integra un atto negoziale caratterizzato dalla manifestazione della volonta' di dismettere definitivamente il proprio diritto alla liberazione di un obbligo v Cass n 5982 del 15032007

Osservail Collegio alla luce di tali premesse che non puograve desumersi da questecircostanze un'inequivoca rinuncia della DG al diritto da lei acquisito dimaturata prescrizione della servitugrave in parola

01/07/2013 Mancato versamento di imposta dichiarata dallo stesso contribuente
Pena pecuniaria pari al cento per cento dell'importo non versato

SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZIONE VI T CIVILE Ordinanza 1 luglio 2013 n 16442 REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE SESTA CIVILE SOTTOSEZIONE T Compos

23/07/2013 Quanto la quietanza di pagamento sia assimilabile a natura giuridica ed efficacia probatoria documento protetto
la decisione impugnata si fonda sulla ritenuta simulazione relativa della dichiarazione unilaterale contenente quietanza e sull'accertamento del mancato versamento del prezzo pattuito basati sulle risultanze della prova testimoniale teste C nonche' su elementi presuntivi quali le prassi commerciali

Occorrerilevare che il primo mezzo logicamente pregiudiziale ed assorbente rispettoall'esame nel merito del ricorso pone la annosa questione dell'ambito diapplicazione del divieto stabilito dal combinato disposto degli artt 2722 e2726 cc in particolare s

22/07/2013 Mediazione civile e commerciale documento protetto
La corte di merito sembra confondere il diritto indisponibile alla durata ragionevole del processo con quello patrimoniale e disponibile all'equa riparazione della violazione del diritto fondamentale che precede che e' unico oggetto dell'azione di merito della ricorrente

Dall'attestatodel 22 dicembre 2010 rilasciato dall'organismo di conciliazione forense diMilano risulta che in data 28 ottobre 2010 vi era stato il deposito delladomanda di mediazione comunicata via fax al Ministero della Giustizia ai sensidell'art 16 del

15/07/2013 Scadenza termini per richiesta risarcimento
Calcolo quota di TFR nella base dell'indennita' di disoccupazione agricola

Le sezioni unite di questa Corte con la sentenza n 12720 del 29 maggio 2009 componendo un contrasto di giurisprudenza insorto nell'ambito della sezione lavoro avevano affermato che quotLa decadenza di cui al DPR 30 aprile 1970 n 639 art 47 come interpretato dal DL 29 marzo 1991 n 103 art 6 convertito con modificazioni nella L 1 giugno 1991 n 166

16/07/2013 Dipendente licenziato ha percepito un altro reddito per effetto di una nuova occupazione
Sanzione per lavoratore che si assenta per seconda occupazione simulando la malattia e con sotterfugi si sottrae agli obblighi di lavoro

Secondo questa Corte in tema di risarcimento del danno dovuto al lavoratore l'eccezione con la quale il datore di lavoro deduca che il dipendente licenziato ha percepito un altro reddito per effetto di una nuova occupazione ovvero deduca la colpevole astensione da comportamentiidonei ad evitare l'aggravamento del danno non e' oggetto di una specifica disp

16/07/2013 Inadeguato livello professionale causa di illegittimita' di licenziamento per negligenza e mancato raggiungimento degli obiettivi documento protetto
Insufficiente prova da parte del datore di lavoro oneratorie della inadeguatezza della prestazione lavorativa in relazione ai canoni del minimo esigibile e della persistenza del comportamento inadempiente limitato ad una valutazione negativa espressa con riguardo ai sei incarichi primari assegnati

l rendimento lavorativo inferiore al minimo contrattuale non integra quotexsequot l'inesatto adempimento che a norma dell'art 1218 cc si presume fino a prova contraria imputabile a colpa del debitore dato che nonostante la previsione di minimi quantitativi il lavoratore e' obbligato ad un quotfacerequot e non ad un risultato e l'inadeguatezza della

10/07/2013 Al giudice di pace le controvwersie riguardanti contratti di trasporto documento protetto
Il Tribunale premesso che il Giudice di pace pur dichiarando di decidere secondo equita' aveva deciso secondo diritto ha da un lato escluso che ricorresse la fattispecie di cui all'art 1342 cod civ non potendo ritenersi che il contratto sia di massa soltanto perche' il ruolo economico imprenditoriale della compagnia aeroportuale e' usualmente prevalente rispetto a quella del trasportato e non essendo stato chiarito per quale motivo l'acquisto del titolo di viaggio on line abbia posto l'appellante in condizione di soggezione e dall'altro ha ritenuto inammissibile l'appello in quanto la pronuncia era stata resa secondo equita' e non era concernente profili sottratti a tale tipo di giudizio

Va premesso che il criterio indicatodalle Sezioni Unite sentenza 16 giugno 2006 n 13917 per l'individuazionedel mezzo di impugnazione avverso le sentenze del Giudice di pace in funzionedella domanda con riguardo cioe' al suo valore ai sensi degli artt 10 esegg cod proc civ e all'even

11/07/2013 Liquidatore sociale cancellazione estinzione della societa' documento protetto
Una societa' dichiarata fallita entro l'anno dalla sua cancellazione dal registro che tanto il procedimento per dichiarazione di fallimento quanto le eventuali successive fasi impugnatorie continuino a svolgersi nei confronti della societa' nonostante la sua cancellazione dal registro

la causa deve essere rinviata allacorte d'appello la quale nel decidere sul reclamo anche ai fini delregolamento delle spese del giudizio di legittimita' si atterra' alprincipio di diritto che segue in tema di procedimento per ladichiarazione di fallimento di una societa' di capitali cancellatadal registro delle i

19/04/2013 Eredita' successione necessaria documento protetto
I beni lasciati al coniuge erano liberi e disponibili mentre ad essi figli erano stati lasciati immobili di valore inferiore non liberi e oggetto di dispute giudiziarie

In tema di successione necessaria i diritti di abitazione sulla casa adibita a residenza familiare e di uso sui mobili che la corredano riservati al coniuge ai sensi dell'art 540 secondo comma cod civ si sommano alla quota spettante a questo in proprieta' e gravano in primo luogo sulla porzione disponibile determinata a norma dell'art 556 cod civ considerando il valore

19/09/2012 Riunione manutenzione condominio arbitrio della maggioranza
Sono valide le deliberazioni approvate con un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti e almeno la meta' del valore dell'edificio

Il consulente dellufficio ha osservato cheil balcone di propriet del Sig B protetto da una soletta la cui larghezza pari a 146 cm rimasta invariata Tuttavia in assenza di vento il precedente sporto poteva proteggere la soletta di copertura del balcone per 10 cm in pirispetto alla situazione attuale In

26/06/2013 Incentivi alle imprese
Quando le norme concedono incentivi ai datori di lavoro sotto forma di sgravi contributivi

In tale occasione la giurisprudenza ha altresigrave valorizzato l'intento legislativo desumibile sia dal cc sia da altre disposizioni normative di differenziare le due figure al punto che proprio riguardo alla professione di avvocato il regime delle incompatibilita' di cui all'art 3 co 1 rdl n 15781933 comprende fra l'altro il divieto dell'esercizi

17/04/2013 Compenso avvocato ordinanza di liquidazione
La parcella presentata dal professionista era stata redatta in modo erroneo perche'nella determinazione dei diritti ed onorari si era applicato lo scaglione massimo mentre il valore economico della causa era assai modesto e poteva al massimo rientrare nello scaglione tra i 50 e i 100 milioni di lire

Dica la Suprema Corte conclude il ricorrente se costituisce violazionedi legge dell'art 92 secondo comma cpc La decisione secondo la quale il giudice del merito con apposita clausoletta di stile sussistono giusti motivi dichiara la compensazione integrale delle spese del procedimento pur riconoscendo in parte fondata la domanda originariamente proposta e senza la qu

16/04/2013 Accettazione dell'eredita' con il beneficio d'inventario documento protetto
L' accettazione va eccepita nel giudizio cognitorio al creditore del de cuius che faccia valere illimitatamente la propria pretesa valendo detta eccezione a contenere nei limiti da essa imposti l'estensione e gli effetti della pronuncia giudiziale la quale in mancanza di tale accertamento non e' piu' contestabile in sede esecutiva non essendo ivi validamente deducibile per la prima volta la qualita' di erede con beneficio d'inventario

Egrave evidente allora che la mancata rituale proposizione di una tale difesanella sede cognitiva loro propria ed esclusiva come nella specie ove l'eccezione e' stata dichiarata inammissibile dalla Corte di Cassazione perche' dispiegata per la prima volta nel giudizio di legittimita' nella controversia in cui si stava accertando il credito poi azionato lungi dall'ab

15/04/2013 Notifiche presso cancelleria
Le notificazioni durante il procedimento dinanzi al giudice di pace possono essere validamente eseguite presso la cancelleria dello stesso ove sia omessa la dichiarazione di residenza o l'elezione di domicilio

Alla luce di tali principi va interpretata anche la disposizione dell'art 22 sesto comma della legge 24 novembre 1981 n 689 che per l'ipotesi in cui l'opponente avverso provvedimento in materia di sanzioni amministrative abbia nominato un procuratore per le notificazioni e comunicazioni in corso di procedimento rinvia alle modalita' stabilite dal codice di pr

28/06/2013 Imposte su beni
I principi relativi alla determinazione del valore di un bene che viene trasferito sono diversi a seconda dell'imposta che si deve applicare sicche'quando si discute di imposta di registro si ha riguardo al valore di mercato del bene mentre quando si discute di una plusvalenza realizzata nell'ambito di un'impresa occorre verificare la differenza realizzata tra il prezzo di acquisto e il prezzo di cessione

La Commissione Tributaria Regionale pur dando atto della deduzione di tale circostanze da parte della contribuente nel penultimo capoverso dello SVOLGIMENTO DEL PROCESSO non svolge sulle stesse alcuna argomentazione motivazionale nemmeno per contestarne la attendibilita' ola concludenza cosigrave incorrendo nel denunciato vizio di motivazione Sipropone quindi l'accoglimento

06/06/2013 Rettifica del sesso e variazione anagrafica per cessazione degli effetti civili di matrimonio documento protetto
Modifica del sesso nel vincolo matrimoniale tra coniugi divenuti dello stesso sessoSenza proscioglimento dello stesso

All'attenzione di questa Corte viene posta per la prima volta la questione pure non sfuggita all'attenzione della dottrina fin dall'entrata in vigore della L n 164 del 1982 degli effetti della pronuncia di rettificazione di sesso su un matrimonio preesistente regolarmente contratto dal soggetto che ha inteso esercitare il diritto acambiare identita' di genere in corso di vincolo

08/04/2013 Impugnazione cartella esattoriale
Il G contestava gli addebiti assumendo di avere regolarmente adempiuto l'incarico e che l'accertamento tributario non dipendeva da errori del professionista ma dall'accertamento sintetico dei redditi in applicazione dei coefficienti di capacita' reddituale

Il Tribunale di Alba sezione distaccata di Bra con sentenza del 2212002 riteneva che il G avesse accettato l'incarico di curare gli interessi fiscali del Go e che fosse venuto meno all'obbligazione cosigrave assunta non esaminando la documentazione consegnatagli dal Go non indirizzandolo verso un professionista abilitato all'assistenza davanti alle commissioni tr

21/06/2013 Vendita magazzinorisparmio d'imposta con la detrazione dell'Iva
Nelle alienazioni adottate in regime di concordato preventivo con cessione dei beni non si riscontra ne' la determinazione giudiziale del prezzo dell'immobile data la natura negoziale del concordato e degli atti di cessione ne'la finalita' di realizzare il maggior prezzo possibile

Intema di imposta di registro il trasferimento di immobili disposto inesecuzione di concordato preventivo con cessione dei beni non puograveessere compreso ne' mediante interpretazione estensiva ne' in viadi applicazione analogica tra le ipotesi per le qualil'art 44 deldPR 26 aprile 1986 n 131 predet

03/04/2013 Modifiche verbali su contratto di lavoro
Un contratto verbale autonomo ed ulteriore rispetto a quello stipulato per iscritto vale a dire un accordo del tutto analogo a quello contenuto nel documento contrattuale

La Corte d'Appello non ha affatto sostenuto che con un patto aggiunto e contrario al contenuto del documento contrattuale le parti abbiano attribuito quotreviviscenzaquot ad un accordo contrattuale oramai privo di efficacia Piuttosto ha affermato che alla stregua degli elementi di prova in atti si sarebbe potuta presumere ai sensi dell'art 2729 cc la successiva stipulazione di

12/04/2013 Pignoramento di titoli di Stato
Vizio motivazionale sul rigetto della domanda risarcitoria denunziando la sommarieta'della esclusione di una colpa della procedente e l'incongruita' dell'argomento dell'avvenuta indicazione da parte della stessa esecutata dei beni da sottoporre a pignoramento

Quanto al profilo della violazione di legge il quesito di diritto a suocorredo risulta privo dei requisiti di cui al precedente punto 43 in quanto apodittico e generico non facendosi carico della peculiarita' della fattispecie consistente negli specifici passaggi di calcolo contenuti nell'ampia motivazione ricostruttiva di una complessa vicenda di tesoreria che si vorrebbero inte

29/05/2013 Pensioni aggiuntive rispetto al trattamento previdenziale obbligatorio documento protetto
La prestazione pensionistica integrativa era reversibile a favore del coniuge convivente e dei figli a carico alla data della risoluzione del rapporto di lavoro secondo i criteri e le proporzioni previste dal regolamento INPDAI giungendo alla conclusione che all'epoca della risoluzione del rapporto il ricorrente era gia' separato giudizialmente da tempo dalla moglie per cui non gli competeva la quota di reversibilita' invocata in sede monitoria

14/02/2013 Diritto di passaggio di terzi in proprieta' privata
Tutela del proprio diritto di comproprieta' con terzi del cortile estendendo in tal modo espressamente la richiesta di accertamento anche al proprio diritto dominicale sull'area in cui la controparte esercitava il passaggio

03/04/2013 Emissione di assegno provvisorio a titolo di alimenti
L'accertamento del diritto alla prestazione alimentare puo' realizzarsi solo nell'ambito di un procedimento a cognizione ordinaria gia'instaurato

27/03/2013 Dazi doganali e rimborsi Chevrolet documento protetto
L'Amministrazione puo' in ogni caso procedere sia in pregiudizio che a favore del contribuente operando in tal caso come una sorta di autotutela purche' essa avvenga in base ad elementi posti a suo tempo a fondamento dell'accertamento doganale ed erroneamente valutati e non sulla scorta di elementi successivi posti in essere ad accertamento definito in forza di scelte negoziali delle parti private dell'operazione

11/06/2013 Una societa' estinta non puo' essere convenuta in giudizio
La cancellazione volontaria dal registro delle imprese di una societa' a partire dal momento in cui si verifica l'estinzione della societa' medesima impedisce che essa possa ammissibilmente agire o essere convenuta in giudizio

'Lacancellazione volontaria dal registro delle imprese di una societa' a partiredal momento in cui si verifica l'estinzione della societa' medesima impedisceche essa possa ammissibilmente agire o essere convenuta in giudizio Sel'estinzione della societa' cancellata dal registro intervenga in pendenza di ungiudizi

26/03/2013 Intercettazioni telefoniche abusi di potere di abuso di ufficio e conversazioni che coinvolgono personaggi di rilievo pubblico e politico documento protetto
La sentenza impugnata motiva diffusamente in ordine alla nozione di informazione tempestiva chiedendosi se tale sia solo quella preventiva oppure sia quella immediata o ancora quella fatta in tempi ragionevoli e perviene al convincimento sorretto da motivazione in questa parte sufficiente e non contraddittoria che nella specie fosse mancata l'informazione tempestiva Il Dott R omette di mettere a parte il proprio Procuratore in tempi si badi non da considerarsi ragionevoli in astratto giacche' potrebbe ben essere ragionevole appunto in astratto senza considerare la natura degli atti e delle persone coinvolte informare il Procuratore tre o quattro giorni dopo il compimento di un atto ma da commisurare ragionevolmente all'importanza degli adempimenti svolti anche nella prudente considerazione delle possibili conseguenze esterne in termini di esposizione mediatica sia della propria persona ma soprattutto dell'ufficio di Procura considerato nel suo complesso Nella specie l'informazione avrebbe dovuto essere ben piu' tempestiva cio e' ben piu' a ridosso del compimento dei vari atti in esame

Egrave vero che la mancanza di unatestuale specifica ed espressa valutazione di gravita dellacondotta che rileva sotto il profilo del vizio di motivazione exart 360 primo comma n 5 cpc potrebbe non essere decisiva diper se' sola laddove siffatta valutazione emergesse indirettamentedalla stessa ricostruzione della condotta come operata dalla

29/11/2012 Prescrizione civile prescizione atti interruttivi documento protetto
La Sai aveva rifiutato il pagamento dell'indennita'grave in virtu' di una clausola contrattuale che recava l'esclusione della trasmissibilita' dell'indennizzo agli eredi

il momento della decorrenza del termine della prescrizione con riguardo alla data di stabilizzazione dei postumi quotcome manifestazione dell'invalidita' permanentequot in mancanza di specifica doglianza da partedella F la Corte di secondo grado non era affatto tenuta a compiere alcun accertamento fattuale poiche' la questione della data di stabilizzazione dei postumi non

12/03/2013 Compenso professionale e' competente il foro del debitore
Secondo la giurisprudenza di questa Corte infatti il compenso per prestazioni professionali che non sia convenzionalmente stabilito a' un debito pecuniario illiquido da determinare secondo la tariffa professionale ne consegue che il foro facoltativo del luogo ove deve eseguirsi l'obbligazione art 20 cod proc civ seconda ipotesi va individuato ai sensi dell'ultimo comma dell'art 1182 cod civ nel domicilio del debitore in quel medesimo tempo Cass 12 ottobre 2011 n 21000

Sostiene parte ricorrente che a norma dell'art 1182 comma 4 cc la competenza territoriale ad emettere il di opposto e' quella del Giudicedi Pace di Catania ove l'opponente aveva la residenza al tempo sia della liquidazione dei compensi da parte del consiglio dell'ordine sia dell'emissione e notifica del diLEGGI LA SENTENZA

29/07/2009 CARTELLA ESATTORIALE validita' della notifica presso sede effettiva della societa' documento protetto
E'valida la notifica della cartella esattoriale effettuata presso la sede effettiva anziche' presso la sede legale di una societa' avente personalita' giuridica

Infatti deve considerarsi valida la notificazione effettuata presso lasede effettiva anziche' presso la sede legale di una societa' avente personalit'giuridica operando anche ai fini della disciplina delle notificazioni contenuta nell'art 145 cpc la disposizione di cui all'art 46 secondo comma cod civ secondo la quale quando la sede legale della societa' sia dive

14/05/2013 INVESTIGAZIONE PRIVATA le risultanze anagrafiche hanno un valore meramente presuntivo circa il luogo dell' effettiva abituale dimora documento protetto
le risultanze anagrafiche hanno un valore meramente presuntivo circa il luogo dell'effettiva abituale dimora la quale invece e' accertabile con ogni mezzo di prova anche contro le stesse risultanze anagrafiche assumendo rilevanza esclusiva il luogo ove il destinatario della notifica dimori di fatto in via abituale

Nel caso di specie in particolare la societa' ricorrente aveva prodottouna relazione di un'agenzia informativain cui era riferito che il controricorrente pur avendo la residenza anagrafica in un luogo al momento abitava di fatto a da un'altra parte ove poi l'atto fu ricevuto dal custode dell'immobileLEGGI LA SENTENZASU

29/03/2013 E' necessaria la procura alle liti da parte della PA
Qualche giorno fa esattamente il 29 marzo 2013 a' stata depositata l'interessante sentenza della Cassazione Sez II Civile n 7961 riguardante gli incarichi conferiti a professionisti avvocati da parte della Pubblica Amministrazione La Suprema Corte ha confermato in conformita' ad altre meno recenti sentenze Cass Sez II n 139632006 Cass Sez II n85002004 che in tema di forma scritta ad substantiam dei contratti della PA detto requisito e' soddisfatto nel contratto di patrocinio con il rilascio al difensore della procura ai sensi dell'art 83 cpc atteso che l'esercizio della rappresentanza giudiziale per il tramite della redazione e della sottoscrizione dell'atto difensivo perfeziona l'accordo negoziale in forma scritta mediante l'incontro di volonta' fra le parti nell'ipotesi ricorrente nella fattispecie in cui parte conferente sia l'organo rappresentativo di un ente pubblico il sindaco a cio' determinatosi in conformita' di una deliberazione dell'organo collegiale giunta municipale preposto allo scopo rendendo cosi' possibile l'identificazione del contenuto negoziale e i controlli dell'Autorita' tutoria cosi' Cass Sez VI3 n 22662012 Mancando ovviamente la procura ai sensi dell'art 83 cpc in ossequio alla consolidata giurisprudenza riguardante la sottoscrizione di contratti tra il privato professionista e la PA deve ritenersi nullo l'incarico affidato e quindi come non prodotti gli eventuali scritti difensivi a sostegno delle ragioni della PA

La Corte di Cassazione con recente ordinanzaex art 380 bis cpc pronunziata tra le medesime parti ed avente analogooggetto ha stabilito

15/05/2013 Prescrizione civile e prescrizione penale documento protetto
venendo in rilievo nel caso di specie il termine di prescrizione del reato di diffamazione fissato in base al regime previgente alla legge n 251 del 2005 e quindi piu' breve di quello stabilito per il diritto al risarcimento il giudice di appello ha fatto corretta applicazione del principio enunciato tra le altre da Cass 18 aprile 2001 n 5693 e recentemente ribadito da Cass 9 ottobre 2012 n 17142

e'giuridicamente corretto anzitutto il riferimento da parte della Corteterritoriale al termine di prescrizione del reato di diffamazione di annicinque siccome risultante dal combinato disposto di cui agli artt 595 e delprevigente 157 primo comma

21/03/2013 Capacita' negoziale dello straniero documento protetto
La tesi da cui muove la complessiva censura ampa'uml che l'art 16 preleggi attenendo al regime della capacitampa' giuridica generale determini un'ipotesi di incapacitampa' giuridica nell'ambito dell'ordinamento italiano per soggetti di ordinamenti che escludano i cittadini italiani dalla titolaritampa' del diritto di cui si discute

04/03/2013 E' indeterminabile il valore della domanda di accertamento delle inadempienze della Regione documento protetto
L'errore ascritto ai giudici fallimentari risiederebbe nel non aver considerato che laddove avesse disposto l'accoglimento dell'impugnazione proposta dalla Regione Basilicata per nullita' della nomina dell'arbitro effettuata dal Presidente del Tribunale e violazione del principio del contraddittorio pronunciando la nullita' del lodo

Indeterminabile e' invero nella specie la domanda di accertamento delle inadempienze della Regione Basilicata e della conseguente pronuncia di risoluzione dei contratti dedotti in lite avente in senso risultato incontroverso autonoma rispetto a quella di risarcimento che a questa si e' cumulata a mente degli art 10 comma 2 e 14 cpc richiamati dall'art 6 comma 2 della tariffa forens

06/05/2013 Decreto ingiuntivo e giudizio di cognizione sulla domanda documento protetto
la corte distrettuale ha comunque preso in considerazione ed esaminato le eccezioni di insussistenza delle condizioni per l'emissione del provvedimento monitorio formulate dal C cfr pagine 10 e 11 della sentenza e le ha espressamente rigettate deducendo che la prova scritta del credito legittimante la concessione del decreto andava riconosciuta a qualsiasi documento reputato idoneo dal giudice dovendo il giudizio di opposizione ritenersi a cognizione piena essendo risultata fondata nel merito la domanda

Vaosservato che l'ingiungente opposta nel giudizio di opposizione non ebbe aprodurre alcun ulteriore 'documento' integrativo della prova sicche'essa resta affidata al 'titolo ingiuntivo' dedotto nel ricorsomonitorio ossia la scrittura privata de

27/02/2013 Riscontri esterni sulle dichiarazioni accusatorie sulla correita' e la convergenza del molteplice documento protetto
In tema di valutazione della prova i riscontri esterni alle chiamate in correita' possono essere costituiti anche da ulteriori dichiarazioni accusatorie le quali devono tuttavia caratterizzarsi a per la loro convergenza b per la loro indipendenza per la loro specificita' nel senso che la cd convergenza del molteplice deve essere sufficientemente individualizzante

In tema di valutazione della prova i riscontri esterni alle chiamate incorreita' possono essere costituiti anche da ulteriori dichiarazioni accusatorie le quali devono tuttavia caratterizzarsi a per la loro convergenza in ordine al fatto materiale oggetto della narrazione b per la loro indipendenza intesa come mancanza di pregresse intese fraudolenteda suggestioni o condizionament

19/03/2013 SENTENZA PENALE le disposizioni di condanna alle spese processuali in favore della parte civile sono sottratte al sindacato di legittimita' documento protetto
Le disposizioni di condanna alle spese processuali in favore della parte civile sono sottratte al sindacato di legittimita' in relazione alla quantificazione entro i parametri di commisurazione sempre che venga in proposito offerta congrua a logica motivazione

Nella specie era del tutto assente la motivazione in relazione alla determinazione delle spese processuali liquidate in misura notevolmenteinferiore rispetto a quanto richiesto dall'interessato senza alcuna considerazione giustificativa che fosse possibile valorizzare all'uopoLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE

00/00/0000 La chiamata in causa dell'assicuratore determina l'interruzione del processo documento protetto
Intervenuta intanto la sentenza delle SU 5 luglio 2007 n 15142 orientata ad escludere in linea di principio il fenomeno della propagazione dell'effetto interruttivo

La Corte osserva che il giudice di primo grado nel pronunciare l'estinzionedell'intero processo e' mosso da una premessa che non e' stata in seguito messain discussione da alcuna delle parti in appello ne' dalla sentenza del giudicedi secondo grado ne' infine

21/02/2013 Equa riparazione per irragionevole durata del processo diritto all'indennizzo contumace documento protetto
In tema di equa riparazione per irragionevole durata del processo ha diritto all'indennizzo solo la parte che avendo attivamente partecipato al processo in quanto costituita puo' aver subito quel patema d'animo o quella sofferenza psichica causata dal superamento del limite ragionevole di durata non anche il contumace il quale ha consapevolmente scelto di non costituirsi in giudizio e quindi sostanzialmente di disinteressarsi dello stesso

Del resto su un piano generale e' risaputo che ancorche' sia incontestabile che il contumace assume la qualita' di parte e a relativoprocedimento contumaciale il codice di rito civile dedica un apposito capo ricompreso tra l'art 290 e l'art 294 la cui disciplina si estende in quanto compatibile anche al giudizio di appello ai sensi dell'art 359 cpc la partecipazione atti

25/02/2013 Condanna alle spese in fase istruttoria convenuti non richiedenti documento protetto
Se la fase istruttoria si e' limitata al deposito delle memorie di cui al co VI dell'art 183 cpc il giudice liquida le spese applicando le percentuali in aumento rispetto ai valori medi di compenso per tutte le fasi ad eccezione di quella istruttoria dove la percentuale va invece ribassata

Quando il Giudice su istanza di solo una parte convenuta condanna l'attrice ai sensi dell'art 96 cpc detta condanna si estende anche nei confronti delle parti convenute che non hanno formulato analoga domanda l'art 96 cpc al co III infatti statuisce che il giudicepossa anche di sua iniziativa condannare il soccombente al pagamento di una somma equitativamente determinata

17/04/2013 Chiamata del terzo in causa documento protetto
La chiamata in causa del terzo nel giudizio davanti al giudice di pace non e' disciplinata dalle norme dettate dagli artt 167 terzo comma e 269 secondo comma codproc civ per cui il convenuto che intende chiamare un terzo in causa non e' tenuto a farne dichiarazione a pena di decadenza nella comparsa di risposta ma puo' richiederla nella prima udienza di comparizione

Risponde a piugrave attenta lettura del sistema processuale vigente affermare comee' stato fatto che 'Nel procedimento avanti al giudice di pace l'art319 cod proc civ consente alle parti di costituirsi in cancelleria o inudienza garantendo loro liberta' di forme

29/03/2013 Appalto responsabilita' del committente risarcimento del danno per equivalente documento protetto
In tema di danni rientra nei poteri discrezionali del giudice del merito attribuire al danneggiato il risarcimento per equivalente anziche'in forma specifica come domandato dall'attore

In tema di danni rientra nei poteri discrezionali del giudice del merito il cui mancato esercizio non e' sindacabile in sede di legittimita' attribuire al danneggiato il risarcimento per equivalente anziche' in forma specifica come domandato dall'attore la valutazione dicui all'art 2058 cc co 2 del pari essendo insindacabile in sede di legittimit risolvendosi in un giud

22/03/2013 Potere di rappresentanza dell'amministratore del condominio documento protetto
i ricorrenti lamentano l'erronea e contraddittoria motivazione su un punto decisivo della controversia Sostengono che la Corte di Appello pur avendo ritenuto la legittimazione attiva del Condominio sul rilievo che l'azione proposta era di reintegra non ha proceduto all'accertamento dell'esercizio di fatto del possesso del sottotetto da parte dei condomini e dell'esecuzione da parte dei convenuti di opere impeditive dell'uso comune

si richiama il principio affermato dalla giurisprudenza secondo cui nel caso in cui venga impugnata con ricorsoper cassazione una sentenza o un capo di questa che si fondi su piugrave ragioni tutte autonomamente idonee a sorreggerla e' necessario per giungere alla cassazione della pronuncia non solo che ciascuna di esse abbia formato oggetto di specifica censura ma anche

12/12/2012 L'eccesso di potere giurisdizionale per invasione della sfera di attribuzioni riservata al legislatore quando e' configurabile documento protetto
In tema di sindacato della Corte di cassazione sulle decisioni giurisdizionali del Consiglio di Stato l'eccesso di potere giurisdizionale per invasione della sfera di attribuzioni riservata al legislatore e' configurabile solo qualora il giudice speciale abbia applicato non la norma esistente ma una norma da lui creata esercitando un'attivita'di produzione normativa che non gli compete

In tema di sindacato della Corte di cassazione sulle decisioni giurisdizionali del Consiglio di Stato l'eccesso di potere giurisdizionale per invasione della sfera di attribuzioni riservata al legislatore e' configurabile solo qualora il giudice speciale abbia applicato non la norma esistente ma una norma da lui creata esercitando un'attivita' di produzione normativa che non gli co

31/01/2013 Motivi di impugnazione incompatibili tra di loro documento protetto
In tema di contenuto della sentenza la concisa esposizione dello svolgimento del processo e dei motivi in fatto della decisione richiesta dall'art 132 cpc comma 2 n 4 nella versione anteriore alla modifica da parte della L 18 giugno 2009 n 69 art 45 comma 17 non rappresenta un elemento meramente formale ma un requisito da apprezzarsi esclusivamente in funzione della intelligibilita' della decisione e della comprensione delle ragioni poste a suo fondamento la cui mancanza costituisce motivo di nullita' della sentenza solo quando non sia possibile individuare gli elementi di fatto considerati o presupposti nella decisione

In tema di contenuto della sentenza laconcisa esposizione dello svolgimento del processo e dei motivi in fatto delladecisione richiesta dall'art 132 cpc comma 2 n 4 nella versioneanteriore alla modifica da parte della L 18 giugno 2009 n 69 art 45 comma17 non rapp

20/03/2013 Obbligo del PM a partecipare al processo
tardiva partecipazione al giudizio del PM che sarebbe intervenuto dopo l'esaurimento dell'attivita' istruttoria a seguito di rimessione della causa sul ruolo

Inparticolare sui singoli motivi si rileva quanto segue la prima censura e'incentrata sulla tardiva partecipazione al giudizio del PM che sarebbeintervenuto dopo l'esaurimento dell'attivita' istruttoria a seguito dirimessione della causa sul

15/02/2013 Forma dell'atto d'impugnazione delle delibere condominiali documento protetto
La Corte territoriale ha ritenuto il gravame inammissibile perche' proposto con atto di citazione che nel termine di trenta giorni di cui all'art 1137 cod civ e' stato solo notificato alla controparte e non anche depositato presso la cancelleria del giudice di appello

In proposito sono di recenteintervenute le Sezioni Unite che con sentenza n 8491 del 2011 hannoaffermato il principio secondo cui 'in tema di condominio negli edificile impugnazioni delle delibere dell'assemblea in applicazione della regolagenerale dettata dall'art 163 c

15/03/2013 Notifica con il servizio postale documento protetto
Ai sensi del secondo comma dell'art 8 l 8901982 l'agente postale che non possa recapitare il piego per temporanea assenza del destinatario o di altro soggetto abilitato a ricevere la consegna deve depositare il piego nello stesso giorno presso l'ufficio postale preposto alla consegna e del tentativo di notifica e del successivo deposito presso l'ufficio postale deve essere data notizia al destinatario

Nonspiega alcun effetto a riguardo il riferimento delle ricorrenti allacircostanza di avere provveduto ad iscrivere la causa a ruolo non appena avutala disponibilita' dell'originale secondo la giurisprudenza anteriore allapronuncia Corte cost 282004 atteso che detta pronuncia e' stata precedutadalla sentenza 47720

20/02/2013 La prova testimoniale non dedotta in primo grado non e' ammessa neanche in appello documento protetto
Nella sentenza impugnata l'inammissibilit e' stata ritenuta non gia' perche' il documento e' stato prodotto per la prima volta in appello bensi' perche la produzione e' avvenuta solo nel corso del giudizio di secondo grado anziche' in sede di costituzione come prescritto dal codice di rito a pena di decadenza

L'art345 cpc nella formulazione vigente ratione temporis e anteriore allariforma di cui alla L n 692009 in ordine alle nuove prove in appellocomprese le prove documentali v Cass SU 2042005 n 8203 fissapresupposti perche' tali documenti al pari degli altri mezzi di prova possanotrovare ingresso in sede di gra

11/01/2013 Le motivazioni della sentenza di appello debbono essere caratterizzate da un obbligo peculiare documento protetto
Adita dall'appello della sola parte civile la Corte distrettuale con sentenza del 10112011912012 affermava la responsabilitampa' ai fini civili del C per il solo illecito di abuso d'ufficio e lo condannava al risarcimento del danno ed alla rifusione parziale delle spese di difesa in favore della parte civile che contestualmente determinava e liquidava

28/01/2013 Strage di Ustica danno catastrofale
le Amministrazioni ricorrenti si dolgono del rigetto dell'eccezione di prescrizione quinquennale delle domande risarcitorie in quanto la Corte di Appello avrebbe ravvisato nel fatto la sussistenza del reato di disastro aviatorio colposo

L'affermazione della Corte di Appello secondocui l'attivita' volta a garantire la sicurezza della navigazione aerea civile e'pericolosa quando detta navigazione risulti esercitata in condizioni dianormalita' o di pericolo e' conforme all'insegnamento di questa Corte Cass 19luglio 2002 n 105

13/12/2012 Avvocato stabilito e avvocato affiancante Requisiti documento protetto
invalidita' della procura alle liti conferita dall'attrice ai due avvocati stabiliti sopra citati e la conseguente nullita' dell'atto di citazione in base al rilievo che la dichiarazione di intesa sulla quale essi fondano lo ius postulandi non rispetta i requisiti di cui all'art 8 comma 1 d lgs 962001

la convenuta ha eccepito in via preliminare la invalidita' della procura alle liti conferita dall'attrice ai due avvocati stabiliti sopra citatie la conseguente nullita' dell'atto di citazione in base al rilievo chela dichiarazione di intesa sulla quale essi fondano lo ius postulandi non rispetta i requisiti di cui all'art 8 comma 1 d lgs 962001

21/01/2013 Inammissibile in appello l'allegazione di fatti nuovi documento protetto
Nel motivo i ricorrenti esaminano l'atto di vendita da V a S e rilevano che in tale atro il V si era riservato i due terzi della superficie del piano terra di una costruzione che l'acquirente avrebbe dovuto realizzare sul terreno

Il motivo e' infondato quanto alla violazione dell'art 948 cc azione dirivendicazione perche' il giudice di appello avendo accertato l'acquisto dellaproprieta' per usucapione maturatasi gia' a favore del comune dante causa SGche aveva concesso in godimen

18/01/2013 Durata ragionevole dei processi documento protetto
Questa Corte ha avuto modo di pronunciarsi piu' volte in ordine alla applicabilita' del procedimento disciplinato dalla legge n 89 del 2001 ai procedimenti introdotti sulla base della legge stessa per i quali deve ritenersi predicabile l'operativit del termine ragionevole di durata e del conseguente regime indennitario in caso di sua violazione

Come affermato di recente Cass 16 ottobre 2012n 17686 Cass 13 aprile 2012 n 5924 e altre conformi il giudizio di equa riparazione che si svolge presso le Corti d'appello ed eventualmente in sede di impugnazione davanti a questa Corte e' un ordinario processo di cognizione soggetto in quanto tale alla esigenza di una definizione in tempi ragione

17/01/2013 Prova da riproduzioni meccaniche documento protetto
L'efficacia probatoria delle riproduzioni meccaniche di cui all'indicata norma e' subordinata poiche' formate fuori del processo all'esclusiva volonta' della parte contro la quale sono prodotte

Leproduzioni documentali consistevano in riproduzioni fotografiche anche sedisconosciute ai sensi dell'art 2712 cc L'efficacia probatoria delleriproduzioni meccaniche di cui all'indicata norma e' subordinata poiche' formatefuori del processo all'esclusiva volonta' della parte contro la quale sonoprodotte

04/01/2013 Nella soccombenza reciproca il giudice puo' compensare parzialmente o per intero le spese tra le parti documento protetto
Rispetto al primo profilo rileva l'art 92 secondo comma cod proc civ secondo il quale nella formulazione originaria e in quella successiva alla novella con la legge 28 dicembre 2005 n 263 e con legge 18 giugno 2009 n 69 quando sussiste Soccombenza reciproca il giudice pua' compensare parzialmente o per intero le spese tra le parti

Quantopoi al richiamo di Cass 7 giugno 2011 n 12408 il motivo e' inammissibileproprio alla luce della stessa sentenzaTaledecisione

17/12/2012 L'interpretazione del contratto documento protetto
l'ultimo comma dell'art 3 delle condizioni generali di contratto recita testualmente 'L'Istituto potra' pero' sempre ed a suo esclusivo giudizio anticipare o differire la stipulazione dell'atto di erogazione e quietanza o in relazione alle circostanze di cui al comma 1 nonche' in mancanza della approvazione di cui al DL 13 agosto 1975 n 376 art 11 convertito nella L 16 ottobre 1975 non darvi luogo'

E'invece fondato il secondo profilo del primo motivo Invero come deduce ilricorrente l'ultimo comma dell'art 3 delle condizioni generali di contrattorecita testualmente 'L'Istituto potra' perograve sempre ed a suo esclusivogiudizio anticipare

13/12/2012 L'azione di ripetizione del pagato documento protetto
Il terzo chiamato in garanzia impropria come a' legittimato a svolgere le sue difese per contrastare non solo la domanda di manleva ma anche quella proposta dall'attore principale cosa' pua' autonomamente impugnare le statuizioni della sentenza di primo grado relative al rapporto principale sia pure al solo fine di sottrarsi agli effetti riflessi che la decisione spiega sul rapporto di garanzia Cass n 39692012

Ilterzo chiamato in garanzia impropria come e' legittimato a svolgere le suedifese per contrastare non solo la domanda di manleva ma anche quella propostadall'attore principale cosigrave puograve autonomamente impugnare le statuizioni dellasentenza di primo grado relative al rapporto principale sia pure al solo finedi sot

19/10/2012 Improcedibilita' dell'appello mancata comparizione dell'appellante
L'art 59 disp att cod proc civ secondo cui la dichiarazione di contumacia della parte non costituita nell'udienza di cui all'art 171 cod proc civ e' fatta 'quando e1 decorsa almeno un'ora dall'apertura dell'udienza' esprime un principio di portata generale nel senso che la durata di ogni udienza intesa come collocazione temporale dell'esplicazione dell'attivita' processuale non puo' essere inferiore ad un'ora conseguentemente tutte le attivita' poste in essere dal giudice e dalle parti in tale arco di tempo devono considerarsi temporalmente e funzionalmente riferibili all'udienza medesima'

29/11/2012 Principi generali in materia di interpretazione del contratto documento protetto
per potersi configurare la violazione delle regole di interpretazione del contratto non e' sufficiente che il ricorrente faccia richiamo agli artt 1362 ss cc

per potersi configurare la violazione delle regole di interpretazione delcontratto non e' sufficiente che il ricorrente faccia richiamo agli artt 1362ss cc in quanto e' necessario che vengano specificati i canoni in concretonon osservati ed il modo in cui il giudice del

03/12/2012 La rinotificazione di un atto di citazione non puo' ritenersi idonea interrompere il termine prescrittivo documento protetto
' impugnata la sentenza in data 972009 con la quale la Corte di appello di Milano ha rigettato percha' prescritta l'azione revocatoria di pagamenti proposta dalla spa Ca Paride in amministrazione straordinaria nei confronti della srl C i cinque anni dalla data 951996 del decreto di apertura della procedura erano decorsi il 952001 mentre la notificazione a mezzo posta dell'atto di citazione si era perfezionata il 1052001 dieci giorni dopo il deposito presso l'ufficio postale

nel procedimento concorsuale di amministrazione straordinaria l'azionerevocatoria e' esperibile dalla data del decreto che dispone l'apertura dellaprocedura e la nomina del commissario essendo quest'ultimo l'unico soggettolegittimato all'esercizio della suddetta azione con la conseguenza che iltermine di prescrizione della

20/11/2012 l'iscrizione di un'ipoteca con sentenza di primo grado e confermata in appello non incide sulla sentenza della Cassazione con rinvio documento protetto
La Corte territoriale sarebbe incorsa in errore percha' avrebbe trascurato di considerare che per effetto della cassazione della prima sentenza d'appello la pronuncia di primo grado era stata privata del suo fondamento giuridico e che non poteva ritenersi che tale fondamento potesse essere ripristinato ex post dalla nuova pronuncia di rinvio

Vapremesso che la controversia a seguito della quale venne pronunciata lasentenza n 212 del 1994 del Tribunale di Pistoia che costituigrave il titolo perl'iscrizione ipotecaria essendo stata pronunciata il 20 aprile 1994 siccomehanno allegato i resistenti

23/10/2012 Il ricorso generico rende impossibile la valutazione della decisione
Con l'unico motivo del ricorso principale si deduce violazione e falsa applicazione dell'art 23 e dell'art 20 della legge n 392 del 1978 erronea interpretazione delle risultanze processuali contraddittorieta' e insufficienza di motivazione

La Corte non e'posta in grado di valutare la decisivita' della censura avanzata rispetto allaricostruzione della fattispecie compiuta dal giudice di secondo grado che haritenuto i lavori effettuai in costanza di rapporto per essere stati gli stessicompletati durante lo stesso Infatti nel ricorso restano del tutto g

12/04/2011 La Corte Costituzioanle ha gia' anticipato con un comunicato stampa che la mediazione non e' piu' obbligatoria
Non e' manifestamente infondata la questione di legittimita' costituzionale

Egrave principio giurisprudenziale pacifico che un'associazione professionale se e in quanto ne sia comprovato un apprezzabile grado dirappresentativita' puograve essere legittimata ad impugnare provvedimenti lesivi oltre che di interessi propri di interessi collettivi della categoria non anche di singole posizioni giuridiche degli associati CStato V 22 ottobre 2007 n 54

05/07/2012 Notifica ATTI Omessa e intempestiva variazione del domiclio comunicata all'ordine professionale documento protetto
Con l'unico motivo l'impugnante denuncia violazione degli artt 164 184 bis e 291 cpc artt 3 e 24 Cost Sostiene che la sentenza impugnata avrebbe fatto malgoverno dell'affermazione giurisprudenziale ribadita anche in tempi recenti delle sezioni unite della cassazione confr Cass civ 18 febbraio 2009 n 3818 secondo cui la tempestiva consegna dell'atto all'ufficiale giudiziario a' condotta processuale idonea ad evitare in ogni caso alla parte la decadenza correlata all'inosservanza del termine entro il quale la notifica deve essere eseguita

Le sezioni unite di questa Corte chiamate a verificare al fine di risolvere un contrasto se in caso di notifica dell'impugnazione pressoil procuratore l'indicazione nella relativa richiesta del domicilio effettivo del notificando attenga al momento perfezionativo del procedimento per il notificante ovvero per il destinatario hanno affermato all'esito di un completo esame del q

12/07/2012 Sono producibili in appello gli atti intervenuti successivamente al primo grado documento protetto
Al contrario sono invece acquisibili ai sensi della seconda parte del medesimo comma 2 dell'art 104 cod proc amm gli atti del procedimento penale trattandosi di documenti venuti ad esistenza dopo la sentenza di primo grado e dei quali pertanto a' pacifica l'impossibilita' di una produzione dinanzi al TAR

In particolare con il primo mezzo di gravame l'odierno appellante censura la sentenza impugnata nella parte in cui ha ritenuto quale mezzoidoneo a provare il preteso rialzamento il mero raffronto tra la documentazione fotografica allegata alla pratica edilizia del 2000 e le fotografie scattate in sede di sopralluogo nel 2006 mentre con il secondo motivo esso contesta l'idoneit

28/06/2012 Incostituzionali le norme del codice di procedura civile sul calendario del processo documento protetto
In concreto la differenza effettiva a' nel caso di specie evidente Se questo giudice non dovesse apporre il calendario tenuto conto anche del fatto che i difensori non ne hanno chiesto l'opposizione verrebbe fissata udienza per l'escussione di tutti i testi e gli interrogatori formali

In concreto la differenza effettiva e' nel caso di specie evidente Sequesto giudice non dovesse apporre il calendario tenuto conto anche del fatto che i difensori non ne hanno chiesto l'apposizione verrebbe fissata udienza per l'escussione di tutti i testi e gli interrogatori formali in data 24 ottobre 2012 All'esito della prova ove non necessaria la CTU su c

07/06/2012 E 'legittima la notifica di un atto a persona di famiglia documento protetto
l'art 139 cpc consentendo la consegna della copia dell'atto da notificare a persona di famiglia del destinatario per l'ipotesi in cui non sia stata possibile la consegna nelle mani di quest'ultimo non impone all'ufficiale giudiziario procedent

quotConsentenza n 23609 la CTR della Campania accoglieva l'appello proposto daDPG avverso la sentenza di prime cure con la quale era stato rigettato ilricorso proposto dal contribuente nei confronti della cartella di p

19/06/2012 Sospensione del giudizio fino a quando un altro da cui dipende non sia definito con decisione passata in giudicato documento protetto
in relazione all'art 360 n 3 del codice e sotto diverso aspetto Qui la motivazione dell'ordinanza impugnata ampa'uml posta a raffronto con l'orientamento giurisprudenziale che dice non riconducibile all'ambito di applicazione dell'art

30/03/2012 Il giudice di appello a fronte di una qualsiasi doglianza ritualmente formulata ha il dovere di riesaminare la questione sulla base della doglianza precedente documento protetto
il vizio di motivazione sotto il profilo della omissione insufficienza contraddittoriet della medesima pu legittimamente dirsi sussistente solo quando nel ragionamento del giudice di merito sia rinvenibile traccia

Invero e' statoda tempo chiarito dalla giurisprudenza C 18112000 n 14953 che in sede dilegittimita' il controllo della motivazione in fatto si compendia nel verificareche il discorso giustificativo svolto dal giudice del merito circa la propriastatuizione esibisca i requisiti

03/04/2012 Impedimento del giudice dopo la lettura del dispositivo in udienza documento protetto
Il principio secondo cui la sentenza emessa da un magistrato diverso da quello che a seguito della precisazione delle conclusioni ha trattenuto la causa in decisione deve ritenersi nulla percha' deliberata da un soggetto che a'

Il principio secondo cui la sentenza emessa da un magistratodiverso da quello che a seguito della precisazione delle conclusioni hatrattenuto la causa in decisione deve ritenersi nulla perche' deliberata da unsoggetto che e' rimasto estraneo alla trattazione della causa con laco

15/03/2012 Non e' ammissibile la richiesta di riesame a mezzo telegramma documento protetto
A proposito di quanto sopra questa Suprema Corte ha pia' volte affermato che la dichiarazione d'impugnazione a' un atto a forma vincolata e pertanto le modalita' di presentazione e ricezione della stessa c

A proposito di quanto sopra questa Suprema Corte ha piugrave volte affermatoche la dichiarazione d'impugnazione e' un atto a forma vincolata e pertanto le modalita' di presentazione e ricezione della stessa costituiscono requisiti di forma che non ammettono equipollenti dovendoassicurarsi la certezza circa la sottoscrizione di essa e dei motivi dapart

17/05/2012 Opposizione decreto ingiuntivo assegnazione di un termine inferiore a quello previsto dall'art 163 primo comma cosice civile documento protetto
La Prima Sezione ha dichiarato manifestamente infondata la questione di legittimita' costituzionale dell'art 2 della legge n 218 del 2011 il quale per i procedimenti in corso alla data della sua entrata in vigore esclude che la dimid

La Prima Sezione ha dichiarato manifestamente infondata la questione di legittimita' costituzionale dell'art 2 della legge n 218 del 2011 il quale per i procedimenti in corso alla data della sua entrata in vigore esclude che la dimidiazione del termine di costituzione dell'opponente sia automatica e ragionevolmente la correla all'eventualescelta acceleratoria compiuta dall'oppo

00/00/0000 Contributo unificato la dichiarazione del difensore non fa fede per la determinazione del valore della causa documento protetto
Assumeva che il valore della controversia era stato rapportato a quello dell'asse ereditario oggetto di detti giudizi stimato in Euro 5000000 a fronte di un valore effettivo di Euro 10000000

LEGGI LA SENTENZASvolgimento del processoCon ricorso L n 794 del 1942 ex artt 28e 29 l'Avv C F esponeva che GSTE aveva omesso il pagamento della parcella da lui inviata in data 18609 in relazione a prestazioni professionali svolte innanzi al Tribunale di Milano nelle cause riunite RG nn 5837406 e 6042806 aventi ad ogg

10/05/2012 Si ha modifica della causa petendi se l'indicazione della realta' fattuale e' diversa da qualle prospettata documento protetto
si ha modifica della causa petendi solo con l'indicazione di una realta' fattuale diversa da quella inizialmente prospettata tramite l'introduzione nel tema controverso di nuovi elementi di fatto cfr ex pluribus Cass

L'individuazione del nomen iuris delle fattispecie azionate e la loroesatta qualificazione invece spetta pacificamente al Giudice come suopoteredovere in base al principio iura novit curia con la conseguenzache il Giudice puograve applicare una norma di legge diversa da quella invocata senza incorrere nel vizio di ultrapetizione ove rimangano inalterati pe

27/04/2012 Se le parti convengono di adire altra giurisdizione il giudice deve disporre la cancellazione della causa documento protetto
nel giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo secondo cui l'ordinanza con la quale il giudice dell'opposizione a decreto ingiuntivo prendendo atto dell'adesione dell'opposto all'ec

condividendo tale tesi l'adesione dell'opposto all'avversa eccezione diincompetenza territoriale del giudice che ha emesso il decreto ingiuntivo comporta a norma dell'art 38 cpc che viene escluso ognipotere dell'adito giudice dell'opposizione di decidere sulla competenzae conseguentemente di pronunciare sulle spese processua

30/01/2012 Distrazione delle spese nel caso il giudice abbia omesso di pronunciarsi o rigettato l'istanza si configurano i presupposti per il ricorso alla correzione degli errori materiali documento protetto
Il rimedio esperibile avverso la sentenza nella specie di appello che ha rigettato la richiesta al giudice avanzata dal difensore della parte di distrarre in suo favore gli onorari non riscossi e le spese che dichiara di aver anticipato a'

Le Sezioni Unite della Corte risolvendo un contrasto di giurisprudenzahanno di recente affermato il seguente principio di diritto quotIn caso di omessa pronuncia sull'istanza di distrazione delle spese proposta daldifensore il rimedio esperibile in assenza di un'espressa indicazionelegislativa e' costituito dal procedimento di correzione degli errori ma

11/04/2012 legittima la notificazioine dell'atto a persona di famiglia documento protetto
L'acquiescenza alla sentenza preclusiva dell'impugnazione ai sensi dell'art 329 cpc consiste nell'accettazione della sentenza ovverosia nella manifestazione da parte del soccombente della volonta' di non impugnare la qua

questa Corte osserva che la CTR pur dando atto nello quotsvolgimento del processoquot che il DM quotevidenziava la violazione dell'art 329 cpc relativamente alla improponibilita' dell'appello per aver operato l'Ufficio lo sgravio dell'iscrizione a ruoloquot non ha adottato alcuna determinazione a riguardo Alla luce dei principi di economia

00/00/0000 Giudizio di appello soltanto la parte vittoriosa non ha l'incombenza di proporre appello incidentale documento protetto
Secondo parte ricorrente nel caso in cui i danneggiati abbiano azionato una domanda risarcitoria nei confronti di due soggetti ed abbiano avuto una pronuncia di condanna solo nei confronti di uno di questi per ottenerla anche a carico dell'altro

Soltanto la parte vittoriosa in primo grado non ha l'onere di proporre appello incidentale per far valere le domande e le eccezioni non accoltee per sottrarsi alla presunzione di rinuncia ex art 346 codprocciv puograve limitarsi a riproporle mentre la parte rimasta parzialmente soccombente in relazione ad una domanda od eccezione di cui intende ottenere l'accoglimento h

00/00/0000 Inosservanza della composizione collegialenon rientratra le tassative ipotesi di rimessione della causa al primo giudice documento protetto
Anche nel merito l'impugnata sentenza non appare comunque condivisibile In maniera del tutto generica e quindi immotivata il primo Giudice ha infatti escluso ogni valore probatorio alle testimonianze rese dai testi Bi Be e Ma che hanno dich

il giudice d'appello deve comunque decidere nel merito Cass 8071997rilevato che anche nel giudizio di appello e' mancata la partecipazione del PM ritenuto che il mancato intervento obbligatoriodel PM determinerebbe la nullita' del giudizio d'appello e della sentenza Cass 210972007 PQM rimette la causa davanti al Consigliere istruttore perche' provved

00/00/0000 Riforma del processo civile Schema del ddl sul sovraindebitamento
Schema di decreto legge recante Disposizioni urgenti in materia di composizione delle crisi da sovraindebitamento e disciplina del processo civile

Schema di decreto legge recante Disposizioni urgenti in materia dicomposizione delle crisi da sovraindebitamento e disciplina del processo civileIL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICAVisti gli articoli 77 e 87 della CostituzioneRitenuta la straordinaria necessita' ed urgenza di emanare disposizioni in materia

00/00/0000 CIVILE Conservazione degli atti mediante raggiungimento dello scopo
Per procedimento introdotto erroneamente con ricorso anzicha' con citazione il meccanismo di conservazione degli atti mediante raggiungimento dello scopo avviene in modo progressivo

Qualora un procedimento sia introdotto erroneamente con ricorsoanziche' con citazione il meccanismo di conservazione degli attimediante raggiungimento dello scopo avviene in modo progressivo Ilgiudice deve infatti comunque fissare con decreto udienza dicomparizione delle parti assegnando termine al ricorrente per lanotifica Ove detta notifica avvenga nel termine eventualmentefi

00/00/0000 CIVILE Irragionevole durata del processo
Da 750 a 1000 Euro di risarcimento per ogni anno di ritardo

Si legge nella sentenza numero 20689 del 07 ottobre 2011 emessa dalla Sezione I della Corte di Cassazione che per indennizzare la parte del danno non patrimoniale subito nel giudizio la quantificazione deve essere di regola non inferiore a Euro 75000 per ogni anno di ritardo entro i primi tre anni eccedenti la durata ragionevole mentre dal quarto anno in poi la quantificazione non dev

00/00/0000 DIRITTO CIVILE Mancata notifica della sentenza alla parte divenuta nel frattempo maggiorenne
Un anno di tempo per impugnare la sentenza per la parte divenuta maggiorenne nel corso del procedimento a seguito di mancata notifica della sentenza stessa

Cassazione civile sez III sentenza del 20092011 numero 19122 Dall'esame dell'art 328 cod proc civ si desume la volonta' dellegislatore di adeguare il processo di impugnazione alle variazioniintervenute nelle posizioni delle parti sia ai fini della notificadella sentenza che dell'impugnazione con piena parificazione a talieffetti tra l'evento verificatosi dopo la s

00/00/0000 Validita' della notifica e irreperibilita' del destinatario
In caso di irreperibilitdel destinatario bisogna provare di avere compiuto tutte le formalit previste dall'art 140 del cpc

La disposizione contenuta nel terzo comma dell'art 201 del Codice della Strada a norma del quale quotcomunque le notificazioni si intendono validamente eseguite quando siano fatte alla residenza domicilio o sededel soggetto risultante dalla carta di circolazionequot non e' innovativa rispetto alla disposizione dell'art 141 dell'abrogato codicedella strada dovendosi a

00/00/0000 Cancellazione espressioni offensive negli atti difensivi
La Corte di Cassazione ha ritenuto sconvenienti ma non offensive alcune frasi contenute negli atti difensuivi

le espressioni quotstrategia per frodare operazione diretta e procurarsi il pagamento della somma di L 20000000 e' tale l'ignoranzaquotsono da ritenersi sconvenienti ma non offensive E' questa la decisione della Suprema Corte di Cassazione che con la sentenza che segue ha cosigrave statuitoLA SENTENZA SUPREM

00/00/0000 ATTI AMMINISTRATIVI Disposizioni complementari al codice di procedura civile
Disposizioni complementari al codice di procedura civile in materia di riduzione e semplificazione dei procedimenti civili di cognizione ai sensi dell'articolo 54 della legge 18062009 n 69

GU 21092011 n 220 quotDisposizioni complementari al codice di procedura civile in materia di riduzione e semplificazione dei procedimenti civili di cognizione ai sensi dell'articolo 54 della legge 18062009 n69

28/04/2017 Opposizione decreto ingiuntivo documento protetto
L'opposizione e' stata rigettata dal Tribunale di Lecce La Corte di Appello di Lecce in riforma della decisione di primo grado la ha invece accolta condannando l'intimante alla restituzione degli importi frattanto eventualmente incassati

LEGGI LA SENTENZA

07/04/2017 Inammissibilita' dell'impugnazione documento protetto
La Corte di appello ha dato atto come si e' evidenziato della produzione da parte della banca di una seconda copia del modulo gia' versato in atti da Irma Galboni il documento in questione a differenza del primo presentava oltre alla sottoscrizione apparente della controricorrente la sigla del funzionario dell'istituto di credito Il giudice distrettuale ha tuttavia escluso che pd la detta produzione potesse integrare un valido contratto dal momento che l'attrice aveva proposto una domanda di nullita' contrattuale oltre che di annullamento e di risoluzione manifestando con cio' una volonta' opposta rispetto a quella espressa al fine di dar vita al vincolo contrattuale

LEGGI LA SENTENZA

06/04/2017 Compensazione delle spese documento protetto
la Corte veneziana riteneva che nella specie vi fosse incapacita' naturale ex art 428 cc di ZANON Roberto all'atto delle dimissioni da costui rassegnate di modo che la Banca non poteva pretendere nulla nei suoi confronti al riguardo Per contro riteneva ugualmente operante e valida l'obbligazione di garanzia a suo tempo prestata dalla ZANON in relazione al rapporto di suo fratello con la MEDIOLANUM sicche' a nulla rilevava nella specie l'asserita accessorieta' rispetto all'obbligazione principale poiche' ZANON Maria si era obbligata al pagamento a prima richiesta senza poter opporre eccezioni

LEGGI LA SENTENZA

29/03/2017 Estinzione del processo documento protetto
Sentenza Autoporto di Ventinniglia spa ha rinunciato al ricorso proposto contro Autostrada dei Fiori spa e nei confronti del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti per la cassazione della sentenza del CdS n 2421 del 2015 Autostrada dei Fiori spa ha aderito alla rinuncia sottoscrivendola

LEGGI LA SENTENZA

16/03/2017 Validita' dell'atto che senza alcun dubbio e' diretto alla difesa erariale documento protetto
L'esito del giudizio comporta inevitabilmente la condanna dei ricorrenti in solido tra loro al pagamento delle spese Risultando dagli atti che il procedimento in esame e' considerato esente dal pagamento del contributo unificato

LEGGI LA SENTENZA

09/03/2017 Errore nel quale e' incorsa la Corte d'appello nel calcolare la durata del giudizio presupposto assumendo come dies a quo la data di presentazione della istanza di prosecuzione documento protetto
La Corte d'appello ha ritenuto sussistente una violazione del termine di ragionevole durata del giudizio pari a nove anni considerando utile il segmento compreso tra il 1993 e il 2014 con la conseguenza che dovendosi detrarre il periodo di oltre un anno Ric 2015 n 03288 sez M2 ud 22092016 3 di stasi processuale la durata complessiva del giudizio presupposto cui la Corte d'appello ha avuto riguardo e' quella di quattordici anni

LEGGI LA SENTENZA

02/03/2017 Pagamento dei danni non patrimoniali derivati dalla irragionevole durata di un giudizio civile documento protetto
Con l'unico motivo di ricorso la ricorrente deduce violazione e falsa applicazione dell'artt 2 della legge n 89 del 2001 e dell'art 6 della CEDU dolendosi della esiguita' della liquidazione

LEGGI LA SENTENZASESTACIVILE sent 5363 del 232017Pagamento dei danni non patrimonialiderivati dalla irragionev

02/03/2017 Previsione della formulazione del quesito di diritto norma che i controricorrenti invocano documento protetto
Violazione e falsa applicazione degli artt 112 cpc e 1138 cc con riferimento alla parte della sentenza impugnata che pronunciando sull'appello incidentale pur avendo ravvisato la sussistenza di un obbligo contrattuale

LEGGI LA SENTENZA

02/03/2017 Irragionevole durata di un giudizio documento protetto
Risulta preliminare l'esame del ricorso incidentale Il primo motivo del ricorso incidentale del Ministero dell'Economia e delle Finanza censura la violazione ex art 360 comma 1 n 3 cpc dell'art 54 comma 2 dl n 1122008 deducendo che i ricorrenti non avessero presentato istanza di prelievo Il motivo a' inammissibile in quanto il vizio della violazione e falsa applicazione della legge di cui all'art 360 comma 1 n 3 cpc giusta il disposto di cui all'art 366 comma 1 n 4 cpc deve essere a pena d'inammissibilita' dedotto non solo con l'indicazione delle norme di diritto asseritamente violate ma anche mediante la specifica indicazione delle affermazioni in diritto contenute nella sentenza impugnata

LEGGI LA SENTENZA

27/02/2017 Diniego di definizione di lite pendente documento protetto
I procedimenti vanno preliminarmente riuniti ai sensi dell'art 274 cpc stante l'evidente connessione soggettiva ed oggettiva essendo l'impugnativa del diniego di condono oggetto del pia' recente procedimento correlata alla lite fiscale oggetto del primo giudizio

LEGGI LA SENTENZA

17/02/2017 Riforma sentenza primo grado documento protetto
La Corte d'Appello di Catania ha parzialmente riformato la sentenza resa in primo grado fra le parti dal Tribunale di Milano che aveva provveduto su un'opposizione da essa ricorrente proposta contro un decreto ingiuntivo

LEGGI LA SENTENZA

27/01/2017 Ricorrenza omessa insufficiente o contraddittoria motivazione documento protetto
Questa Corte si e' gia' pronunciata in tema di ammissibilita' del ricorso in ordine al vizio richiamato di omessa insufficiente e contraddittoria motivazione evidenziando che La motivazione omessa o insufficiente e' configurabile soltanto qualora dal ragionamento del giudice di merito

30/12/2016 Rinuncia al diritto di usufrutto documento protetto
La Commissione Tributaria di secondo grado respingendo l'appello dell'Ufficio del Registro confermava ritenendo che l'annullamento dell'avviso di liquidazione dell'imposta riposasse sulla corretta affermazione del primo giudice

LEGGI LA SENTENZA

09/01/2017 Cancellazione della societa' e 'improponibilita' del giudizio di appello e di revocazione documento protetto
Si sono costituite in giudizio le parti intimate ad eccezione della societ Led e Business sr1 eccependo preliminarmente l'intervenuta cancellazione della societ a far data dall'112004 e l'improponibilit del giudizio di appello e di revocazione nei confronti della societ cancellata dal registro delle imprese Il ricorso per revocazione proposto unicamente nei confronti della societ dall'Agenzia delle entrate doveva essere dichiarato inammissibile

LEGGI LA SENTENZA

20/12/2016 Inottemperanza al giudicato documento protetto
Il ricorso deve essere dichiarato inammissibile Il rigetto della domanda proposta per ottenere l'ottemperanza di un giudicato amministrativo ove sia fondato sulla valutazione dell'inesistenza di un contrasto tra la decisione di cui si chiede l'osservanza e il successivo provvedimento dell'amministrazione reiterativo della misura non incide sui limiti esterni della giurisdizione trattandosi di un possibile esito naturale del giudizio Sez U n 20565 del 2013

LEGGI LA SENTENZA

11/11/2016 Inammissibilita' memoria di replica documento protetto
nel caso in esame la domanda di rendiconto non a' stata accolta con la conseguenza che Cibin e Coghi non sono rimasti in proposito soccombenti e conseguentemente non possono impugnare al fine di conseguire lo stesso risultato giuridico con una motivazione diversa

21/10/2015 Gratuito patrocinio Tariffe e onorari documento protetto
Gli onorari dovuti al difensore della parte ammessa al gratuito patrocinio non possono essere superiori ai valori medi delle tariffe vigenti

in tema di patrocinio a spese dello Stato i criteri cui l'autorita' giudiziaria ha l'obbligo di attenersi nella liquidazione degli onorari edelle spese spettanti al difensore ai sensi del DPR 30 maggio 2002n 115 art 82 devono ritenersi esaustivi sicche' il giudice nell'applicare la tariffa professionale non puograve invece fare riferimentoanche

05/02/2016 Appalto sospeso per ritrovamento reperti archeologici documento protetto
Il rinvenimento di reperti archeologici cd sorpresa archeologica nei corso dell'esecuzione di un appalto pubblico costituisce causa di forza maggiore ai sensi dell'art 30 comma 1 del dPR n 1063 dei 1962 che impedisce la prosecuzione dei lavori in adempimento di doveri imposti dalla legge e senza alcuna discrezionalita' da parte del committente

consegue che la sospensione in tal caso disposta dalla stazione appaltante non costituendo sospensione discrezionale per ragioni di interesse pubblico non consente all'appaltatore di richiedere ai sensidell'art 30 secondo comma del capitolato generale del Ministero dei Lavori pubblici approvato con dPR 16 luglio 1962 n 1063 lo scioglimento del contratto ove la sospe

15/07/2014 Processo telematico verbale di udienza documento protetto
L'art 45 Decreto Legge 24 giugno 2014 n 90 ha rimosso dagli artt 126 e 207 cpc l'obbligo delle parti intervenute nel processo di 'sottoscrivere' le loro dichiarazioni raccolte nel verbale di udienza anche se acquisite in sede di escussione testimoniale

L'esonero della sottoscrizione tuttavia non opera la' dove si tratti diraccogliere un accordo delle parti che abbia natura transattivaLEGGI IL DECRETOTribunale di Milano Sezione IX Civile Decret

26/08/2014 Esecuzioni Minimo vitale documento protetto
L'esecuzione sui beni del fondo e sui frutti di essi non puo' aver luogo per debiti che il creditore conosceva essere stati contratti per scopi estranei ai bisogni della famiglia

Cio' che rileva infatti a fondare l'ordinaria assoggettabilita' del bene oggetto di fondo patr

05/09/2014 Procedura civile regolamento di competenza d'ufficio documento protetto
Ai sensi dell'art 45 cpc l'esperimento del regolamento di competenza d'ufficio postula che emessa dal giudice adito per un determinato processo una pronuncia dichiarativa della incompetenza per materia o per territorio inderogabile e riassunta la causa davanti al giudice ritenuto competente quest'ultimo si ritenga a sua volta incompetente sotto gli stessi profili e sostenga quindi che la competenza per ragioni di materia o di territorio inderogabile spetta al primo ovvero ad un terzo giudice con la conseguenza che deve essere dichiarato inammissibile il conflitto di competenza qualora il secondo giudice indicato come competente per materia dal primo giudice e davanti al quale la causa e' stata riassunta nell'escludere di essere munito di competenza per materia sostenga che la competenza spetti ad altro giudice per ragioni di valore dovendo ritenersi ogni questione relativa a questo ultimo profilo preclusa

In proposito il principio di diritto che viene in rilievo e' il seguentequotLa controversia che il conducente di un veicolo circolante su una strada pubblica adducendo di avere sofferto danno alla persona a causa di un sinistro occorsogli a causa delle condizioni della strada introduce contro il Comune proprietario della strada per ottenere il risarcimento del danno esu

03/09/2014 Divorzio Sovranita' della Chiesa documento protetto
La convinzione religiosa in ordine all'indissolubilita' del matrimonio non riguarda la cessazione degli effetti civili del medesimo in quanto con essa il vincolo religioso non e' messo in discussione venendo a cessare solo gli effetti della trascrizione del matrimonio contratto in forma concordataria nei registri dello stato civile

Ne consegue la manifesta infondatezza dell'eccezione d'illegittimita' costituzionale sollevata dall'appellante dal momento che la legge statale non interferisce con il diritto della persona ad appartenere ad una formazione sociale ne' lede la sovranita' della chiesa che ha competenza esclusiva solo in tema di matrimonio religiosoLEGGI L'ORDINANZA

02/05/2014 Durata irragionevole del processo documento protetto
In caso di mancata notifica del ricorso il Giudice puo' concedere al ricorrente un nuovo termine entro il quale rinnovare la notifica

Tale orientamento risulta sostanzialmente ribadito in relazione al medesimo tema da Cass sez 2 27 dicembre 2012 n 28923secondo cui nel caso di mancata comparizione dell'opponente il giudicenon puograve dichiarare l'improcedibilita' del ricorso ma deve disporre ai sensi degli artt 181 e 309 cpc giacche' trattandosi di procedimentocamerale disciplinato in ba

27/01/2014 Riforma del mercato del lavoro in una prospettiva di crescita documento protetto
Indebito uso da parte della dipendente del diritto al rimborso spese

l giudice adito respingeva l'impugnativa con ordinanza del 27 giugno 2013 depositata in Cancelleria nella medesima data ritenendo la legittimita' del recesso datoriale sul presupposto della fondatezza della contestazione disciplinare sollevata indebito uso da parte della dipendente del diritto al rimborso spese Il giudice riteneva altresigrave proporzionale la sanzione disc

01/09/2013 Validita' probatoria della relata di notifica
'dica la Corte se la notificazione dell'impugnazione alla parte presso il procuratore costituito nel domicilio eletto qualora sia viziata dalla erronea indicazione del nome di battesimo del soggetto destinatario dell'atto nonche'carente dell'indicazione del numero civico della strada ove la parte stessa ha eletto domicilio deve ritenersi inesistente qualora detti errori abbiano in concreto determinato l'incertezza assoluta ed oggettiva sulla persona cui la notificazione era diretta rendendo impossibile all'agente postale la sua materiale esecuzione'

Occorre innanzitutto chiarire che secondo la consolidata giurisprudenza di questa Corte cfr ad es Cass n 4275 del 2003 e Cass n 9928 del 2005 l'errore sulle generalita' del convenuto o dell'appellato contenuto nella citazione nel giudizio di primo o secondo grado e nelle rispettive relate di notificazione della medesimanon comporta la nullita' di nessuno dei du

05/05/2011 Non e' necessaria la procura ad litem negli arbitrati
In prima approssimazione al tema che dia risposta a tale problematica possono essere addotti quali sicuri elementi desumibili dalla giurisprudenza di questa Corte nel primo senso la univoca conclusione nel senso che l'arbitrato rinviene il suo fondamento nel potere delle parti di disporre dei diritti soggettivi che costituisce espressione di autonomia negoziale irrilevante essendo la distinzione tra arbitrato rituale e irrituale dovendosi quindi escludere che l'arbitrato pur se rituale sia riconducibile alla giurisdizione in tal senso da ultimo Cass n 24866 del 2008 n 14972 del 2007 n 6985 del 2007

Con il richiamato primo motivo la ricorrente principale ha lamentato violazione o falsa applicazione degli artt 83 125 810 829 primo comma n 4 cpc nonche' insufficiente motivazione su un punto decisivo della controversia con riferimento alla esclusione della dedotta nullita' dell'atto introduttivo del giudizio arbitrale per carenza di procura

29/03/2013 Procura ad llitem
E' necessaria l'autentica del professionista della procura alle liti

21/05/2013 Nullita' della notificazione dell'atto di appello presso avvocato domiciliatario documento protetto
La Corte distrettuale ha ritenuto l'inesistenza del credito ceduto avendo Sogef dimostrato sia con le produzioni documentali sia attraverso la prova orale che l'impresa Bonaita dopo avere ricevuto da srl Segrate 83 l'incarico di realizzare le opere edili non aveva in realta' eseguito nessuna opera nel cantiere cedendo di fatto alla srl Erreduemme Costruzioni in violazione del contratto ed all'insaputa della committente detto incarico

nullita' della sentenza d'appello il ricorrente deduce che la notifica dell'atto di appello da parte della spa Sogef e' avvenuta in data 28 luglio 2005 al patrono di primo grado l'Avv NT allorche' questi era ormai privo di ius postulandi per essere stato cancellato a partire dal 19 maggio 2005 dall'albo professionale a causa di sanzione disciplinare i

12/09/2013 Termini su assicurazione obbligatoria della responsabilita' civile derivante da circolazione di veicoli e di natantideve intendersi non solo la vittima diretta dell'incidente ma anche i suoi tredici figli documento protetto
I giudici di merito hanno ritenuto il limite di 150 milioni riferito a ciascun erede e non a tutti unitariamente considerati

La Corte di appello ha affermato che dalla polizza in atti si rileva chei massimali afferenti la responsabilita' civile dell'ente verso terzi sono fissati in 500 milioni per ogni sinistro con il limite di 150 milioni per ogni persona lesaNe deriva che tali limiti di contratto non sono stati superati atteso che il danno liquidato dal primo giudice e' di lire 30 m

03/05/2013 Intervista avvocato violazioni della deontologia professionale documento protetto
In tema di responsabilita' disciplinare degli avvocati la pubblicita' informativa finalizzata all'acquisizione della clientela costituisce illecito

La sentenza impugnata sottolinea che il quottipo di pubblicazionequot il quottitolo dell'articoloquot del quale e' posto in evidenza proprio la partequotl'impresa in primo pianoquot che in contraddizione con il reale contenuto dell'intervista rivela una attitudine quotdeviantequot e la quotforma dell'intervistaquot costituivano in una considerazione uni

05/09/2013 Appello non puo' essere dichiarato improcedibile per il mancato rispetto delle forme di costituzione
Secondo l'indirizzo giurisprudenziale al quale ha aderito il Tribunale reggino la sanzione della improcedibilita' starebbe ad esprimere una valutazione legale in ordine alla necessita' di un adempimento la costituzione in giudizio entro il termine che il giudice e' chiamato ad accertare d'ufficio al fine poter dare seguito e sviluppo al procedimento

la perentorieta' del terminedi costituzione in appello e la sua rilevabilita' d'ufficio in caso diinosservanza comporterebbero l'impossibilita' di sanare ovvero di consideraremere irregolarita' suscettibili in quanto tali di successiva regolarizzazioneimperfezioni e mancanze della costituzione in giudizio dell

16/04/2013 Difficile comunicazione tra madre e figlio
In caso di elevata conflittualita' familiare e difficolta' dei figli minori a rapportarsi con la madre da soli o nelle strutture protette alla presenza del personale dei Servizi Sociali se la distanza della madre residente all'estero costituisce un ulteriore grave problema non resta che il ricorso alla tecnologia telematica per consentire il rapido riavvicinamento del genitore con i figli

Tribunale di Milano Sezione IX Civile Ordinanza 16 aprile 2013 Pres est Olindo Canali Negliatti introduttivi alla procedura di divorzio cui i coniugi pervengonodopo una lunga confli

23/08/2013 Sentenza emessa nei confronti della societa' e nei confronti della persona giuridica documento protetto
Responsabilita' della persona giuridica

SVOLGIMENTO DEL PROCESSOLa Corted'appello di Roma con decreto reso pubblico mediante deposito incancelleria in data 11 aprile 2006 ha dichiarato inammissibilel'opposizione promossa da TEJ consigliere di amministrazione diCapitalia e della Banca di Roma dal 18 maggio 2000 al 1 luglio 2001avverso il provvedimento emesso dal Ministero dell

31/07/2013 Interruzione del processo per la morte di una delle parti documento protetto
L'art 299 cod proc civ e' applicabile anche nel giudizio di appello e verificandosi la morte della parte dopo la notificazione dell'atto introduttivo del giudizio ma prima della scadenza del termine per la costituzione comporta l'automatica interruzione del processo

Conunico motivo di ricorso corredato da quesito ex art 366 bis cpc ilricorrente chiede che sia dichiarata la nullita' della sentenza impugnataperche' resa proseguendo il giudizio sebbene fosse sopravvenuta la morte dellaappellata avvenuta do

18/03/2013 La data di fissazione dell'udienza non ritualmente notificata documento protetto
La ricorrente aveva indicato l'indirizzo di posta elettronica certificata

Presidente Goldoni Relatore ProtoConsiderato

24/07/2013 Deve sussistere l'intento specifico e particolare delle parti per procedere al collegamento negoziale documento protetto
La Corte di merito ha evidentemente ritenuto dirimente ai fini della prova della gravita' dell'inadempimento del locatore in relazione alla caldaia di riscaldamento il sopralluogo dell'aprile 2000 dei Vigili del Fuoco organo normativamente preposto alla verifica della conformita' degli impianti alle disposizioni della legge 5 marzo 1990 n 46 e della normativa vigente art 14 che non hanno constatato nessuna contrarieta' ad essa cosi' superando gli accertamenti della ditta Pavanello innanzi richiamati

Innanzitutto i conduttori hanno chiesto in riconvenzionale la risoluzione dellalocazione per grave inadempimento e non per collegamento funzionale tra ilcontratto di comodato e quello di locazione e perciograve non possono per la primavolta in questa sede sollevare le censure innanzi riassunte volte asostenere che dalla connessione

12/04/2013 Gli imprenditori individuali e collettivi possono essere dichiarati falliti entro il termine di un anno dalla cancellazione dal registro delle imprese documento protetto
La semplice presentazione dell'istanza di fallimento non sarebbe infatti conoscibile da parte dei terzi che se ad essa fosse riconosciuto un effetto prenotativo resterebbero esposti per tutta la durata del procedimento al rischio di contatti con un soggetto fallibile

Se la funzione dell'art 10 e' quella descritta il dies ad quem del termine annuale ivi previsto e' necessariamente quello della pubblicazione della sentenza di fallimento e l'istanza di fallimento tempestivamente presentata dal creditore non puograve produrre effetti prenotativi come avviene invece nel processo civile in applicazione del noto postulato a t

18/07/2013 Diniego del trasferimento assistenza al genitore handicappato documento protetto
False accuse per lavoratrice licenziata che non aveva dimostrato la condizione della continuita' dell'assistenza al genitore e non aveva neppure dedotto di essere l'unica familiare in grado di assistere il padre

La Corte territoriale ha infatti ritenuto infondata la domanda in quantoha valutato che il comportamento della societa' di diniego del trasferimento fosse stato corretto e non vessatorio e discriminatorio eha ritenuto inesistente il diritto della lavoratrice al trasferimento in ragione del fatto che questa non aveva dimostrato la condizione dellacontinuita' del

16/07/2013 Mancato pagamento malattia trattenute su busta paga
Illegittima trattenuta sulla retribuzione di lavoratrice e condanna la societa' a restituire tale importo senza neppure rilevare che esso era stato gia' restituito

La Corte territoriale ha omesso ogni considerazione e ogni pronuncia inordine alle deduzioni anche probatorie della societa' argomentando unicamente in ordine all'interpretazione dell'art 5 comma 14 della legge n 638 del 1983 concludendo per la illegittimita' della trattenutadi Euro 141609 operata sulla retribuzione dovuta alla lavoratrice nel mese di dice

19/07/2013 Risarcimento per lite temeraria documento protetto
Non e' superfluo in proposito ricordare che la domanda di risarcimento danni per responsabilita' aggravata che rientra nella competenza funzionale del giudice che e' competente a conoscere della domanda principale confr Cass civ 26 gennaio 2004 n 1322 Cass civ 15 novembre 2007 n 23726 attiene esclusivamente al profilo del regolamento delle spese processuali di talche' il suo valore non incide su quello della controversia Cass sez un 15 novembre 2007 n 23726 non potendo essere cumulato ex art 10 cod proc civ con il valore di quella principale con conseguente sua inidoneita' a determinare uno spostamento di competenza ai sensi e per gli effetti degli artt 34 e 36 cod proc civ Cass civ 16 giugno 1997 n 5391

Vapremesso che alla fattispecie dedotta in giudizio si applica l'art 339 terzocomma cod proc civ nella formulazione antecedente alla entrata in vigoredell'art 1 del dlgs 2 febbraio 2006 n 40 E invero la disposizionenovellata che ha entro certi limiti reintrodotto il rimedio dell'appelloavverso le sentenze del Giudice

18/04/2013 Atto di citazione in appello documento protetto
La ricorrente deduce che la citazione introduttiva del grado di appello redatta dalla Tradex Colori non conteneva anche l'avvertimento a lei rivolto che la costituzione oltre il termine di giorni 20 prima dell'udienza fissata comportava le decadenze di cui agli artt 167 e 343 cpc ma recava solo l'invito a costituirsi in giudizio nei modi e nei termini di legge con l'avvertimento che in caso di mancata comparizione si sarebbe proceduto in sua contumacia

La questione interpretativa che pone il ricorso all'esame di questa Corteriguarda la portata del richiamo che l'art 342 cpc fa alle'indicazioni prescritte nell'art 163' e si focalizza nel quesito sel'atto di appello debba contenere o no anche 'l'avvertimento che lacostituzione oltre i suddetti termini implica le decadenze

05/07/2013 Rimborso Iva per acquisto di un fabbricato ad uso abitativo
L'acquisto di un fabbricato ad uso abitativo al fine di portare l'imposta in detrazione con la riduzione percentuale stabilita dalle norme in esame di modo che una societa' che ha compiuto una sola operazione attiva esente puo' chiedere il rimborso dell'Iva assolta sull'acquisto di un fabbricato destinato ad uso abitativo nei limiti di applicazione della riduzione

Questa Corte sul punto ha in piugrave occasioni chiarito che il diritto alla detrazione dell'iva puograve essere legittimamente esercitato qualora sia comprovata l'inerenza del bene acquisito all'esercizio dell'impresaqualora cioe' emerga un quid pluris rispetto alla qualita' di imprenditore dell'acquirente dato dall'inerenza o strumentalita' del bene comprat

17/04/2013 Notaio divieto di assistenza studio secondario documento protetto
Parametri di valutazione della congruita' del compenso stesso sul versante del rapporto tra il notaio e la categoria di appartenenza ai fini della tutela del decoro e del prestigio della professione notarile

La Corte di appello ha ricordato che secondo l'art 6 quotPer il miglior soddisfacimento delle richieste di prestazione notarile il notaio e' tenuto ad assistere personalmente allo studio anche in giorni e per ore diversi da quelli fissati dal Presidente della Corte di Appello secondole disposizioni impartite dai Consigli Notarili sulla base della situazione locale

18/04/2013 Variazione tabellare in via d'urgenza
Illecito disciplinare dirigente ufficio giudiziario

Resta infine assorbito il terzo motivo di ricorso in relazione al qualenon sembra tuttavia inutile evidenziare la correttezza del rilievo del ricorrente per il quale il giudizio di rilevanza della condotta censurata non puograve essere desunto unicamente dal giudizio negativo espresso al riguardo dal Consiglio giudiziario

20/12/2012 Compenso per attivita' di assistenza legale stragiudiziale in relazione alla vendita di immobili costituiti in un trust
Questa Corte ha piu' volte deciso che anche in materia stragiudiziale la determinazione degli onorari di avvocato costituisce esercizio di un potere discrezionale del giudice che se contenuto tra il minimo ed il massimo della tariffa non richiede motivazione specifica e non puo' formare oggetto di sindacato in sede di legittimita'

Il Collegio all'esito dell'esame del ricorso ha condiviso la soluzionee gli argomenti prospettati dal relatore che le argomentazioni difensive contenute nella memoria non consentono di disattendereIl ricorrente assume che la controparte non avrebbe mai contestato l'entita'della somma da lui richiesta a compenso della sua attivita' ma solo il suo dirit

28/02/2013 Cessione contratto locazionemancato pagamento canone
Il conduttore puo'sublocare l'immobile o cedere il contratto di locazione anche senza il consenso del locatore purche' venga insieme ceduta o locata l'azienda dandone comunicazione al locatore mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento

Ne' possono esservi dubbi che il cessionario sia terzo nel caso della cessione del contratto di locazione stante l'inequivoca espressione dell'art 1406 cod civ quotciascuna parte puograve sostituire a se' un terzoquot e la conseguente esclusione stabilita dall'art 1409 cc dell'opponibilita' di eccezioni tra ceduto e cessionario non derivanti dal contra

16/04/2013 Clausola contratto del canone di locazione
Nullita' della clausola di cui al contratto di locazione da lui stipulato come conduttore di un immobile ad uso abitativo con il C perche'era stato pattuito un aumento annuo del canone pari al 5 e conseguente restituzione delle somme indebitamente percepite da esso locatore

Il ricorrente assume che vista la tipologia contrattuale prescelta dalle parti il giudice non poteva ricorrere alla sanzione di nullita' prevista dall'art79 legge n39278 e ciograve anche perche' il contratto di locazionedi cui e' causa era stato sottoscritto con l'assistenza delle associazioni di categoria attuandosi in tal modo un vero e proprio controllo di legitt

15/04/2013 Avvocato concorrenza sleale documento protetto
Diritti onorari e acconti percepiti a saldo

La Corte torinese dell'ulterioreprincipio secondo il quale l'esistenza di un credito piugrave ampio diquello fatto valere in sede monitoria nei confronti del clientefarebbe escludere la rilevanza solutoria dell'eventualecorresponsione da parte del debitore di una somma eccedenterispetto a quella azionata in via monitoria impedendo che ildebitore possa eccepire in co

19/06/2013 Costi di borsa di studio per figlia tirocinante nella cartella di pagamento IRAP
Spese quali costo per personale dipendente erroneamente qualificato come costo per collaboratori esterni

Alla luce di detti principi non si apprezza la quotdecisivita'quot come sopraillustrata dei fatti rassegnati dalla ricorrente quali l'imputazionedel costo di lire 60000000 malgrado dalla stessa contribuente indicato in dichiarazione dei redditi come costo personale dipendente all'assegnazione di una borsa di studio alla figlia tirocinante presso lo studio e l'imputazione

11/01/2013 Contraffazione del brevetto precedentemente registrato documento protetto
La Corte di merito non si sarebbe avveduta di aver applicato la normativa in questione relativamente a prodotti non concorrenti tra loro sul mercato giacche' riguardanti settori merceologici diversi e dunque interessanti clientele diverse

L'esistenza del presupposto della concorrenza sleale ovverodell'esistenza di un rapporto di concorrenza fra gli imprenditori inquestione Giacche' come la Corte di Cassazione ha da tempostabilito in tema di illecito concorrenziale da imitazione cdservile ai sensi dell'art 2598 cod civ n 1 il caratterecontraffattorio va accertato riguardo al mercato di ri

31/05/2013 Compensi su gestione del proprio studio di commercialista effettuando prestazioni anche in favore di terzi
Non si ha rapporto subordinato nel caso di regolamento negoziale dei rapporti tra le parti dal quale emerga la volonta'di istaurare un rapporto di collaborazione autonoma continuativa e coordinata con un soggetto che sia anche titolare di un omonimo studio di commercialista ove vengano sempre rispettate le pattuizioni originarie quanto alle modalita' di erogazione del compenso e il collaboratore continui anche nel corso della collaborazione a gestire il proprio studio di commercialista effettuando prestazioni anche in favore di terzi

I giudici non si sono peraltro sottratti alla ulteriore indagine inordine alla possibile deviazione nel corso del rapporto di lavorodalle previsioni contrattuali quanto alle modalita' dellaprestazione in ipotesi connotanti la subordinazione secondo laprospettazione dell'appellante sul quale hanno correttamente post

09/04/2013 Nesso causale tra infedelta' e crisi coniugale
L'inosservanza dell'obbligo di fedelta' coniugale rappresenta una violazione particolarmente grave la quale determinando normalmente l'intollerabilita' della prosecuzione della convivenza deve ritenersi di regola circostanza sufficiente a giustificare l'addebito della separazione al coniuge responsabile

La corte territoriale nell'ambito di una valutazione di merito insindacabile in questa sede nella misura in cui risulta come nella specie sorretta da congrua motivazione ha posto in evidenza a un lato l'intrinseca insufficienza degli elementi probatori relativi alla anteriorita' dell'adulterio rispetto all' epoca dell'instaurazione del giudizio di separazione giudiziale prof

21/03/2013 Stalking nei confronti di una collega documento protetto
Sezione disciplinare ha ritenuto provato attraverso le deposizioni dei testi che il Dott M avrebbe mentito in ordine alle modalita' delle sue visite alla collega che erano invece frequenti e duravano a lungo e determinavano una situazione di insofferenza e di turbamento nella collega stessa

La qualificazione dello stato soggettivo della persona offesa dal reatosulla base delle richiamate indicazioni in termini di forma ansiosa se da un lato risulta adeguatamente motivata dall'altro appare altresigrave rispondente alle indicazioni che sul punto sono state fornite dalle sezioni penali di questa Corte Premesso infatti che il delittodi atti persecutori cosiddetto

21/06/2013 E' possibile costituirsi in appello a mezzo velina documento protetto
Questo condivisibile orientamento ricorda la Corte e' infatti saldamente basato sull'indiscusso principio di tassativita' delle cause di improcedibilita' tra le quali per l'appunto non e' previsto all'atto dell'iscrizione a ruolo della causa da parte dell'appellante il deposito dell'originale dell'atto di appello notificato sulla esclusivita' del richiamo in detta norma ai soli termini di costituzione dell'appellante da intendersi riferiti a quelli contemplati dall'art 165 cpc per il giudizio di primo grado in virta' del rimando trasparente nel primo comma dell'art 347 cpc e non anche alle forme sulla non configurabilita' di un pregiudizio del diritto di difesa e dell'instaurazione del contraddittorio per effetto dell'avvenuta notificazione

la possibilita' di provvedere alla costituzione ingiudizio da parte dell'attore e corrispondentemente da parte dell'appellante in secondo grado e alla contestuale iscrizione a ruolo della causa prima del perfezionamento della notificazione mediante il deposito della cd quotvelinaquot e' un dato che deve ritenersi acquisito alla luce della let

29/05/2013 Violazione dalla normativa prevenzione incendi documento protetto
Reato di superamento dei limiti di presenze nella sala da ballo

29/03/2013 Cambio di residenza di minore affidato alla madre
Il regolamento di competenza proposto era l'unico rimedio esperibile contro l'impugnato provvedimento che pronunciava solo sulla competenza non rilevando che la corte di appello erroneamente investita con reclamo abbia giudicato il merito della questione di competenza anziche'dichiararlo inammissibile anche perche' questo sarebbe un errore in procedendo che avrebbe dovuto essere censurato dalla parte interessata

29/05/2013 Demansionamento di lavoratore
Cambio di numerosi assegni per consistenti importi relativi a rapporti accesi da poco tempo da societa' e persone fuori zona che venivano artatamente trasformati in versamenti in contante cosi' eludendo le segnalazioni di rischio sbf assunto

23/05/2013 Limiti di eta' per la nomina di magistrati
la nomina di magistrati onorari con la conseguenza che tale facolta' evidentemente comprende anche quella di stabilire con norme di carattere organizzatorio a quali condizioni e in presenza di quali presupposti detti magistrati debbano in concreto esercitare le funzioni loro affidate

05/06/2013 Non vi e' litisconsorziio nella procedura di amministrazione di sostegno documento protetto
Deve anzitutto rilevarsi che l'art 135 codprocciv non richiede a pena di nullita' la indicazione nella intestazione del decreto di tutte le parti del giudizio Del resto secondo il consolidato orientamento giurisprudenziale anche nelle sentenze detta indicazione ha una funzione puramente indicativa mentre gli errori e le omissioni sono emendabili con la procedura di correzione di cui all'art 287 codprocciv sempre che si accerti la regolare instaurazione del contraddittorio e che non sussistano incertezze circa i soggetti ai quali la decisione si riferisce v ex multis Cass sentt n 10853 del 2010 n 7959 del 2009 n 4796 del 2006

Deve anzitutto rilevarsi che l'art 135 codprocciv non richiede a penadi nullita' la indicazione nella intestazione del decreto di tutte le parti delgiudizio Del resto secondo il consolidato orientamento giurisprudenzialeanche nelle sentenze detta indicazione ha una funzione puramente indicativamentre gli errori e le omis

28/03/2013 La notifica effettuata dall'ufficiale giudiziario nelle mani del portiere deve contenere i motivi di assenza del destinatario
in caso di notifica nelle mani del portiere l'ufficiale giudiziario deve dare atto oltre che dell'inutile tentativo di consegna a mani proprie per l'assenza del destinatario delle vane ricerche delle altre persone preferenzialmente abilitate a ricevere l'atto onde nel riferire al riguardo deve attestare chiaramente ancorche' senza uso di formule sacramentali l'assenza del destinatario

Vanno condivise e ribadite le argomentazioni e le conclusioni di cui alla relazione ex art 380 bis cpc che di seguito si riporta quotRitiene il relatore che sussistono le condizioni per il rigetto del ricorso per manifesta infondatezza Con la prima censura il ricorrente lamenta che i giudici di merito abbiano ritenuto regolari le notifiche dei verbali di

25/03/2013 Appello Costituzionecopia conforme all'originale
Solo in caso di difformita' dall'originale oppure in caso di mancato deposito della copia notificata senza alcuna richiesta o allegazione di ragioni giustificative di una richiesta di rinvio per produrla emerge che la costituzione mediante il deposito della copia e' priva di rispondenza con la vocatio in ius siccome espressa nella citazione notificata e risulta quindi che riguardo a quest'ultima nessuna costituzione tempestiva vi e' stata

L'improcedibilita' e' stata dichiarata dal Tribunale in accoglimento dell'eccezione dell'appellata ed a motivo che la societa' appellante aveva iscritto a ruolo l'appello depositando il proprio fascicolo il 9 dicembre 2008 con una copia della citazione non corredata dalla relata di notifica Quest'ultima si era perfezionata il successivo 16 dicembre quotmediante depos

22/05/2013 Notifica e identificazione certa dell'autore del rifiuto della ricezione del plico documento protetto
Presupposto indispensabile per la valutazione della ritualita' della notifica e' l'identificazione certa dell'autore del rifiuto della recezione del plico con il destinatario dell'atto processuale non essendo ammissibile l'equiparazione legale del rifiuto del plico alla notificazione in mani proprie art138 secondo comma cod proc civ non solo com'e' ovvio nell'ipotesi che il comportamento negativo sia ascrivibile a soggetto del tutto estraneo ma anche ove l'accipiens sia un suo congiunto o addetto alla casa e a fortiori un vicino o il portiere pur abilitati da norme diverse in ordine prioritario gradato alla recezione dell'atto

Presuppostoindispensabile per la valutazione della ritualita' della notifica e'l'identificazione certa dell'autore del rifiuto della recezione del plico conil destinatario dell'atto processuale non essendo ammissibile l'equiparazionelegale del r

14/05/2013 Differenze tra violazione di legge e vizio di motivazione documento protetto
In tema di ricorso per cassazione il vizio di violazione di legge consiste nella deduzione di un'erronea ricognizione da parte del provvedimento impugnato della fattispecie astratta recata da una norma di legge e quindi implica necessariamente un problema interpretativo della stessa

l'allegazione di un'erronea ricognizione della fattispecie concreta a mezzo delle risultanze di causa e' esterna all'esatta interpretazione della norma di legge e inerisce alla tipica valutazione del giudice di merito la cui censura e' possibile in sede di legittimita' sotto l'aspetto del vizio di motivazione Il discrimine tra l'una e l'altra ipotesi violazione di legge in

12/03/2013 RISARCIMENTO DANNI l'onere della prova spetta all'attore documento protetto
Va affermato che l'attore il quale abbia proposto una domanda di condanna al risarcimento dei danni da accertare e liquidare nel medesimo giudizio ha l'onere di fornire la prova certa e concreta del danno cosi da consentirne la liquidazione oltre che la prova del nesso causale tra il danno ed i comportamenti addebitati alla controparte

Puo' invero farsi ricorso alla liquidazione in via equitativa allorche' sussistano i presupposti di cui all'art 1226 cc solo a condizione che l'esistenza del danno sia comunque dimostrata sulla scorta di elementi idonei a fornire parametri plausibili di quantificazioneEdinoltre il danno in re ipsa subito dal proprietario sul presupposto della utilita' normalmente c

27/03/2013 Termine per la riassunzione del processo in caso di interruzione automatica dopo la pubblicazione della sentenza di fallimento documento protetto
con la pubblicazione della sentenza di fallimento si ha una nuova ipotesi di interruzione automatica del processo al pari di quella che si ha quando l'evento interruttivo colpisca la parte contumace o il procuratore costituito

Nel caso in esame anche se l'interruzione veniva dichiarata all'udienzadel 21042010 il momento in cui operava sul piano giuridico coincideva con il deposito della sentenza che dichiarava il fallimento ossia in data 22072009 con la conseguenza che il ricorso del 1512010 doveva considerarsi tardivo ed estinto quindi il processoLa ratio del rigore imposto dalla

14/05/2013 Azione di simulazione relativa documento protetto
La domanda relativa all'inadempimento del pactum fiduciae costituisce infatti il presupposto logico e giuridico di quella di simulazione

Ilricorrente sottolinea la palese erroneita' della pronuncia di secondo grado inordine all'inesistenza della notifica dell'atto d'appello nei confronti diRS ed il conseguente rigetto della richiesta di rinnovazionedell'incombente Quanto all'inesis

11/03/2013 Competenza per valore del giudice adito documento protetto
sollecitazione rivolta al giudice a determinare il dovuto 'in quella somma maggiore o minore che verra' ritenuta di giustizia

Laformula in questione manifesta cioe' la ragionevole incertezza della partesull'ammontare del danno effettivamente da liquidarsi e ha lo scopo diconsentire al giudice di provvedere alla giusta liquidazione senza esserevincolato all'ammontare della somma determinata che venga indicata nelleconclusioni specifiche ne discende che

07/05/2013 Chiamata del terzo in causa quando e' possibile per il terzo sollevare eccezioni sulla chiamata in causa documento protetto
Si sostiene quindi che il Tribunale prima con ordinanza resa in detta udienza e quindi nella sentenza bene aveva disatteso l'eccezione di decadenza dalla chiamata formulata dalla terza chiamata nel suo atto di costituzione e si critica la motivazione enunciata dal Tribunale adducendosi che ad evitare la decadenza dalla chiamata non fosse necessaria alcuna formulazione rituale bensi' soltanto l'inequivoca manifestazione di voler chiamare il terzo

Va considerato che l'esegesi del combinato disposto delle norme degli art 167 terzo comma cpc e 269 secondo comma cpc nel testo applicabile alla controversia introdotto dalla riforma di cui alla l n 353 del 1990 e tuttora vigente non avendo i due commi subito modifiche dalle riforme successive non lascia dubbi sull'entita' degli oneri cui

12/03/2013 SOCIETA' cancellazione volontaria dal registro delle imprese estinzione e legittimita' ad agire in giudizio documento protetto
La cancellazione volontaria dal registro delle imprese a partire dal momento in cui si verifiva l'estinzione della societa'di capitali medesima impedisce che essa possa ammissibilmente agire o essere convenuta in giudizio

Se l'estinzione della societa' cancellata dal registro intervenga in pendenza del giudizio del quale la societa' e' parte si determina un evento interruttivo del processo con possibile eventuale e successiva prosecuzione e riassunzione del medesimo giudizio da parte o nei confronti dei soci

18/03/2013 Se l'azione civile e' innestata nel processo penale se quest'ultimo si interrompe anche il primo ne segue gli effetti documento protetto
Una volta che la azione civile e' innestata nel processo penale la stessa soggiace anche in punto di prescrizione alle regole della prescrizione penale e quindi anche alla sospensione ed alla interruzione dei termini In tema di prescrizione del diritto al risarcimento del danno il termine ordinario civile di cinque anni qualora il fatto sia considerato come reato e' dunque sostituito da quello corrispondente previsto per l'illecito penale

Non appare infatti consentita una interpretazione dell'art 2947 cc co 3 per cui il riferimento alla piu' lunga prescrizione penale debba avvenire soltanto con riguardo al termine base e non anche a tutti gli istituti della prescrizione penale poiche' cio' comporterebbe il rischio inaccettabile di fare prescrivere l'azione civile nel caso di scelta di innestarla nel processo penale

28/02/2013 NOTIFICAZIONE spetta al notificante provare che la notifica sia arrivata in orario d'ufficio documento protetto
Qualora l'Ufficiale Giudiziario attesti per iscritto di aver ricevuto l'atto ad una certa ora oltre l'orario d'ufficio grava sulla parte notificante fornire rigorosa prova che detta attestazione e' relativa solo al superamento dell'orario per il ricevimento delle notifiche urgenti e non gia' per il ricevimento degli atti non urgenti

Ne consegue che al fine di una tempestiva notifica dell'opposizione e' sufficiente che il soggetto notificante si attivi consegnando l'atto all'Ufficiale giudiziario entro il 40esimo giorno dalla notifica a lui del ricorso e del pedissequo decreto ingiuntivo non essendo invece a lui addebitabile la circostanza secondo la quale l'atto venga poi recapitato al destinatario in un momento

18/04/2013 La domanda nuova in appello costituisce 'emendatio libelli se la modifica riguarda la quantificazione del danno documento protetto
Come questa Corte ha gia' avuto piu' volte modo di affermare la diversa quantificazione o specificazione della pretesa fermi i suoi fatti costitutivi non comporta prospettazione di una nuova causa petendi in aggiunta a quella dedotta in primo grado e pertanto non da luogo ad una domanda nuova come tale inammissibile in appello ai sensi degli artt 345 e 437 cpc v Cass 2862006 n 14961 Cass 30112005 n 26079

Come questa Corte ha gia' avuto piugrave volte modo di affermare la diversa quantificazione o specificazione della pretesa fermi i suoi fatti costitutivi non comporta prospettazione di una nuova causa petendi in aggiunta a quella dedotta in primo grado e pertanto non da luogo ad una domanda nuova come tale inammissibile in appello ai sensi degli ar

07/02/2013 Esecuzione forzata ed effetti della sentenza esecutiva tra appello e Cassazione documento protetto
L'appello costituisce un mezzo di impugnazione che attuando il principio del doppio grado di giudizio si conclude con una sentenza destinata a sostituirsi a quella di primo grado

Nel caso di specie il titolo esecutivo e' una sentenza di primo grado per legge provvisoriamente esecutiva sulla base della quale e' stato intimato il precetto prima che si fosse pronunciato il giudice d'appello la sentenza e' stata confermata in secondo grado ma tale sentenza di conferma e' stata cassata con rinvio dalla Corte di Cassazione il giudice di rinvio ha ribadito la c

25/02/2013 Tribunale Verona condanna ai convenuti non richiedenti fase istruttoria documento protetto
Quando il Giudice su istanza di solo una parte convenuta condanna l' attrice ai sensi dell'art 96 cpc detta condanna si estende anche nei confronti delle parti convenute che non hanno formulato analoga domanda l'art 96 cpc al co 3

In particolare se la fase istruttoria si e' limitata al deposito delle memorie di cui al co VI dell'art 183 cpc il giudice liquida le spese applicando le percentuali in aumento rispetto ai valori medi di compenso per tutte le fasi ad eccezione di quella istruttoria dove la percentuale va invece ribassata In favore dei convenuti che non hanno depositato la nota spese va riconosciuta

08/04/2013 La notifica dell'atto di impugnazione e' nullo se notificato ad indirizzo diverso del difensore documento protetto
il procuratore dei ricorrenti aveva effettivamente trasferito il proprio studio all'indirizzo ove la notifica e'stata eseguita

Presumibilmentel'errore fu determinato dalla errata intestazione sul punto della sentenza diprimo grado ma al riguardo la causa dell'errore appare irrilevante ai finidella valutazione della validita' della notifica dovendo il relativo giudizioessere condotto sulla base della effettiva realta' processuale con criteriogge

10/03/2010 Precetto limiti e precisazioni in merito all' opposizione all'esecuzione documento protetto
E'consentito in sede di opposizione all'esecuzione ex art 615 cpc lamentare il solo ammontare del credito per cui si procede dedurre cioe' che la somma precettata e'superiore a quella indicata nel titolo esecutivo

Deve ribadirsi infatti in conformita' a quanto ripetutamente enunciato da questa Corte regolatrice che in caso di opposizione a precetto configura opposizione all'esecuzione non solo quella con la quale si neghi in radice il diritto a procedere a esecuzione forzata per inesistenza originaria o sopravvenuta del titolo o del credito ma anche quella con la quale si assuma che

28/03/2013 Notifiche al portiere documento protetto
costituisce giurisprudenza consolidata di questa corte che in caso di notifica nelle mani del portiere l'ufficiale giudiziario deve dare atto oltre che dell'inutile tentativo di consegna a mani proprie per l'assenza del destinatario delle vane ricerche delle altre persone preferenzialmente abilitate a ricevere l'atto

costituisce giurisprudenza consolidata di questa corte che in caso dinotifica nelle mani del portiere l'ufficiale giudiziario deve dare atto oltreche dell'inutile tentativo di consegna a mani proprie per l'assenza deldestinatario delle vane ricerche delle altre persone preferenzialmenteabilitate a ricevere l'atto onde nel rifer

26/02/2008 La collocazione della procura anche se rilasciata su foglio separato e' idonea a conferire la certezza circa la provenienza dalla parte del potere di rappresentanza documento protetto
Ai fini della validita' della procura rilasciata su foglio separato e' irrilevante la mancanza di una espressa menzione del procedimento per il quale essa sia stata rilasciata qualora essa sia stata notificata unitamente all'atto cui accede in quanto la collocazione della procura anche se rilasciata su foglio separatoe'idonea a conferire la certezza circa la provenienza dalla parte del potere di rappresentanza e a dar luogo alla presunzione di riferibilita' della procura al giudizio cui l'atto stesso fa riferimento

Ai fini della validita' della procura rilasciata su foglio separato e' irrilevante la mancanza di una espressa menzione del procedimento per ilquale essa sia stata rilasciata qualora essa sia stata notificata unitamente all'atto cui accede in quanto la collocazione della procuraanche se rilasciata su foglio separato e' idonea a conferire la certezza circa la provenienza dalla parte de

00/00/0000 La consulenza tecnica e' un mezzo di prova con cui il giudice viene a conoscenza di maggiori informazioni documento protetto
Il ricorrente premette che la prova della regolarita' sotto il profilo contabile della gestione amministrativa S D S non poteva che essere fornita attraverso una consulenza tecnica e di cio' prendeva atto lo stesso DS' nonche' la stessa sentenza impugnata la quale pero' non avrebbe tenuto conto del 'preventivo generalizzato consenso di entrambe le parti in causa all'esame contabile nonche' conseguentemente all'analisi in sede di consulenza della documentazione amministrativocontabile del Condominio non prodotta in giudizio ma facilmente rintracciabile e data per pacifica da entrambe le parti'

In siffatta ottica pertanto rinvieneancor piu' forza l'affermata esclusione della ricorrenza nella specie diun'ipotesi di ctucd 'percipiente' che siarmonizza al

20/02/2013 Condominiolegittimazione ad agire documento protetto
il titolo esecutivo costituito dalla sentenza di condanna individua come unici soggetti legittimati attivamente e passivamente riguardo al pagamento della somma liquidata in sentenza a titolo di risarcimento danni SG e S C con posizione qui irrilevante da un lato ed il Condominio dall'altro

la sentenza del Tribunale diRoma n 1347806 posta a fondamento dell'azione esecutiva da parte di SGcontiene una condanna a favore soltanto di quest'ultimo ed a carico soltantodel Condominio pur essendo stato NF parte del giudizio concluso con la dettasentenza e' incontestato che le domande

19/03/2013 Pendenze giudiziarie dinanzi al medesimo giudice documento protetto
il giudice di appello in relazione alla domanda riconvenzionale della societa' Plaza per la restituzione di somme non dovute ha affermato che la documentazione prodotta dalla suddetta societa' era del tutto irrilevante ai fini del decidere

LaCorte territoriale ha ritenuto non raggiunta la prova che tra il B ed il C daun lato e la societa' Angeli dall'altro esistesse un ulteriore rapportoobbligatorio rispetto a quello nascente dall'appalto in base al quale i primidue sarebbero stati tenuti nei confronti dell'attuale ricorrente incidentale apagare il corrispettiv

06/03/2012 Pregiudizio ex art 295 cod proc civsospensione del processo non configura l'ipotesi di processi pendenti tra soggetti diversi documento protetto
Come costantemente ribadito dalla giurisprudenza di questa Corte il rapporto di pregiudizialita' che ai sensi dell'art 295 cod proc civ impone al giudice la sospensione del processo non puo' configurarsi nella ipotesi di processi pendenti tra soggetti diversi perche' la pronuncia in un giudizio non puo'fare stato nei confronti delle diverse parti di un altro giudizio e quindi costituire il necessario antecedente logico giuridico della relativa decisione Cass ord 15 luglio 2005 n 15017 Cass 19 febbraio 2000 n 1907

Valga innanzitutto considerare da un lato che nel quadro della disciplina di cuiall'art 42 cod proc civ come novellato dalla legge 26 novembre 1990 n353 non vi e' piu' spazio per una discrezionale e non sindacabile facolt disospensione del processo cfr Sez Unite ord 1 ottobre 2003 n 14670 edall'

07/02/2013 Il ricorrente ha l'onere di allegare al ricorso l'originale della sentenza documento protetto
Vi si lamenta che la sentenza impugnata che e' stata notificata il 26 marzo 2007 lo sarebbe stata in copia con la mancanza di due pagine e che cio' da un lato sarebbe reso inesistente o quantomeno nulla la notificazione e dall'altra perplesso e contraddittorio il provvedimento impugnato perche' non sarebbe stato possibile intendere integralmente la motivazione data dal giudice alla propria decisione e cio'avrebbe impedito al ricorrente di esperire una congrua e logica impugnazione della decisione e quindi ostacolato gravemente l'esercizio del diritto di difesa

e' effettivamente vero che la copia della sentenza impugnata notificatadal resistente agli effetti del decorso del termine di cui all'art 325 cpce quindi depositata dal ricorrente agli effetti dell'ari 369 secondo comman 2 cpc risulta mancante di due pagine ma no

10/01/2013 la notifica a mezzo posta si considera conclusa con la consegna del plico al destinatario documento protetto
Costituisce consolidato principio di questa SC dal quale non v'e' ragione di discostarsi che la produzione dell'avviso di ricevimento del piego raccomandato contenente la copia del ricorso per cassazione spedita per la notificazione a mezzo del servizio postale ai sensi dell'art 149 cod proc civ o della raccomandata con la quale l'ufficiale giudiziario da' notizia al destinatario dell'avvenuto compimento delle formalita' di cui all'art 140 cod proc civ e' richiesta dalla legge esclusivamente in funzione della prova dell'avvenuto perfezionamento del procedimento notificatorio e dunque dell'avvenuta instaurazione del contraddittorio

Costituisce consolidato principio di questa SC dal quale non v'e' ragione di discostarsi che quotla produzione dell'avviso di ricevimento del piego raccomandato contenente la copia del ricorso per cassazione spedita per la notificazione a mezzo del servizio postale ai sensi dell'art 149 cod proc civ o della raccomandata con la quale l'ufficiale giudiziario da' notiz

07/06/2012 L'opponente al decreto ingiuntivo non puo' chiamare direttamente in causa il terzo Occore l'autorizzazione del giudice documento protetto
del tutto inconducente a' il rilievo per il quale la Finstab non avrebbe avvertito il cofidejussore B prima di procedere al pagamento a favore del creditore Banca Popolare

Sul punto basti evidenziare che l'articolo 1954 cc non prevede ai fini del regresso contro gli altri cofidejussori che gli stessi debbanoessere avvertiti prima del pagamento al creditore e ciograve tanto piugrave nel caso di specie laddove si trattava di fideiussione con garanzia a primarichiesta ed obbligo di pagamento in tempi particolarmente stringentiLEGGI LA SENTEN

21/01/2013 Il fallimento decorre dalla data di cancellazione dal registro delle imprese documento protetto
occorre innanzitutto rilevare che non giova ai fini indicati l'annotazione di cancelleria in data 5705 sulla sentenza della Corte di Appello che aveva revocato il fallimento che recita 'in giudicato il 18505' dopo la precisazione dell'intervenuta effettuazione delle diverse notifiche dell'estratto della detta sentenza ai diversi interessati debitamente elencati

Osservapreliminarmente il Collegio che e' infondata l'eccezione di inammissibilita' delricorso per tardivita'Alriguardo oc

21/01/2013 Bene non commerciabile e privo delle caratteristiche funzionali documento protetto
Questa Corte sia pure in relazione al giudizio di appello ha ritenuto che l'atto di integrazione del contraddittorio dopo l'anno dalla pubblicazione della sentenza debba essere effettuato alla parte e non nel domicilio eletto e che tale nullita' e' sanata dalla costituzione o dalla rinnovazione degli atti disposta dal giudice a norma dell'art 291 cpc SU 15111997 n 1018 e che sia valida la notifica al procuratore di primo grado ancorche' decorso l'anno Cass 2672002 n 11076

QuestaCorte sia pure in relazione al giudizio di appello ha ritenuto che l'atto diintegrazione del contraddittorio dopo l'anno dalla pubblicazione della sentenzadebba essere effettuato alla parte e non nel domicilio eletto e che talenullita' e' s

16/01/2013 Non sussiste l'ipotesi di litisconsorzio necessario in regime di comunione legale documento protetto
nella particolare ipotesi del regime della comunione dei beni tra i coniugi l'agire o il resistere disgiuntamente dei coniugi per gli atti che non eccedono l'ordinaria amministrazione comprende anche l'azione giudiziale del tipo di quella da risarcimento del danno

Il primo motivo del ricorso principale e' manifestamente fondato e va accoltonon sussistendo un'ipotesi di litisconsorzio necessario dovendosi ribadire checiascun comproprietario in quanto titolare di un diritto che sia pure neilimiti segnati dalla concorrenza dei diritti degli

27/12/2012 Nullita' rilevabile d'ufficio in caso di domanda di annullamento del contratto documento protetto
Le Sezioni Unite si sono quindi pronunciate chiaramente sulla rilevabilita' d'ufficio della nullita' del contratto qualora come nel caso sottoposto al loro esame sia stata proposta domanda di risoluzione ed hanno osservato che la funzione oppositiva del potere dovere di cui all'art 1421 cc opera innegabilmente

Si osserva che effettivamente nella giurisprudenza di legittimita' le ipotesiin cui in relazione a quanto qui rileva siano state proposte domande dirisoluzione annullamento o rescissione vengono di solito tra loroacriticamente e indistintamente accomunate riferendosi peraltro i precedentigiurisprudenziali in gran parte ad ipo

19/12/2012 Caso di impugnazione differita documento protetto
la Corte palermitana ha errato nel ritenere che la sentenza del Tribunale di Palermo del 1993 fosse non definitiva atteso che essa aveva pronunciato su domande autonome della parte sia sul piano sostanziale che processuale con l'effetto che la riserva di appello fatta dalla parte era inefficace e che l'appello contro di essa proposto avrebbe dovuto essere dichiarato inammissibile in quanto avanzato oltre il termine lungo di impugnazione

Nelrespingere la relativa eccezione il giudice di merito ha fatto corretta applicazionedel principio giurisprudenziale secondo cui la sentenza che pronuncia su alcunedelle domande proposte e rinvia al prosieguo dell'istruttoria per la decisionesulle rimanenti domande delle parti senza disporre la separazione tra le causee senza pronun

14/12/2012 La condizione potestativa documento protetto
la condizione in questione va correttamente qualificata come condizione potestativa mista il cui avveramento dipende in parte dal caso o dal terzo e in parte dalla volonta' di uno dei contraenti inoltre questa Corte ha pia' volte affermato che il contratto sottoposto a condizione potestativa mista a' soggetto alla disciplina di cui all'art 1358 cod civ che impone alle parti l'obbligo giuridico di comportarsi secondo buona fede durante lo stato di pendenza della condizione Cass sez un 19 settembre 2005 n 18450 Cass 28 luglio 2004 n 14198

Comegia' osservato dalle Sezioni Unite con la sentenza sopra richiamata'l'art 1358 cc dispone che 'colui che si e' obbligato o che haalienato un diritto sotto condizione sospensiva ovvero lo ha acquistato sottocondizione risolutiva deve in pendenza della condizione comportarsi secondobuona fede per conservare inte

13/11/2012 Le cause sopravvenute escludono il nesso di casualita' documento protetto
La causa sopravvenuta va intesa pertanto come un processo non completamente estraneo a quello antecedente come una concausa 'sufficiente' a determinare l'evento ma non avulsa dal precedente percorso causale perche' altrimenti saremmo in presenza di una sequenza causale del tutto autonoma ex se gia' non riconducibile all'agente In virtu' del disposto dell'art 41 comma 1 codpen

La causasopravvenuta va intesa pertanto come un processo non completamente estraneo aquello antecedente come una concausa 'sufficiente' a determinarel'evento ma non avulsa dal precedente percorso causale perche' altrimentisaremmo in presenza di una sequenza causale del tutto autonoma ex se gia' nonriconducibile all'

05/11/2012 La forma dell'appello avverso la sentenza di estinzione del processo documento protetto
Secondo la tesi della ricorrente la norma citata disciplina l'appello contro la sentenza di estinzione del processo pronunciata ex art 308 cod proc civ ma non contro la sentenza di rigetto del reclamo La distinzione tra i due tipi di sentenza emergerebbe dalla stessa formulazione del richiamato art 130 disp att cod proc civ nella parte in cui si precisa che con riguardo alla sentenza di rigetto del reclamo la norma trova applicazione nel caso previsto dall'art 630 cod proc civ e dunque nell'ambito del giudizio di esecuzione ma non nella diversa ipotesi dell'art 308 cod proc civ che invece si riferisce al processo di cognizione

le argomentazioni contenute nel ricorso con riferimento sia ad una diversalettura dello stesso art 130 disp att cod proc civ sia alla esigenza diuna precisazione in ordine alla natura di tale norma suggeriscono unariflessione sul tema avuto anche riguardo ad alcune posizioni dot

04/12/2012 Riproponibilita' di un'impugnazione documento protetto
dalla giurisprudenza risulta inequivocabile la necessit che il secondo atto non sia integrativo ma sostitutivo del primo Come e' indubbiamente il secondo atto di appello nel caso di specie dove identico atto e' stato rinotificato perche' il primo non era stato iscritto a ruolo

dalla giurisprudenza risulta inequivocabile la necessita' che il secondoatto non sia integrativo ma sostitutivo del primo Come e' indubbiamente ilsecondo atto di appello nel caso di specie dove identico atto e' statorinotificato perche' il primo non era stato

28/11/2012 Produzione di nuovi documenti in appello documento protetto
Le Sezioni Unite di questa Corte nel comporre il contrasto sulla questione della producibilita' o meno di documento per la prima volta in appello hanno interpretato l'art 345 cpc comma 3 nel senso che esso fissa sul piano generale il principio dell'inammissibilita' di mezzi di prova 'nuovi' la cui ammissione non sia stata richiesta in precedenza

Le Sezioni Unite di questa Corte nel comporre il contrasto sulla questionedella producibilita' o meno di documento per la prima volta in appello hannointerpretato l'art 345 cpc comma 3 nel senso che esso fissa sul pianogenerale il principio dell'inammissibilita' di mezzi di prova'nuovi' la cui ammissione non si

08/11/2012 La mancata produzione dell'avviso di ricevimento del piego raccomandato rende inammissibile il ricorso in cassazione documento protetto
La produzione dell'avviso di ricevimento del piego raccomandato contenente la copia del ricorso per cassazione spedita per la notificazione a mezzo del servizio postale ai sensi dell'art 149 cod proc civ o della raccomandata con la quale l'ufficiale giudiziario da notizia al destinatario dell'avvenuto compimento delle formalita' di cui all'art 140 cod proc civ e' richiesta dalla legge esclusivamente in funzione della prova dell'avvenuto perfezionamento del procedimento notificatorio e dunque dell'avvenuta instaurazione del contraddittorio

Il ricorso per regolamento di competenza risulta essere stato notificato dal procuratore della ricorrente ai sensi della legge n 53 del 1994 e dell'autorizzazione n 153 del 14 dicembre 2011 del Consigliodell'Ordine degli Avvocati di Pescara mediante invio di copia conformea mezzo del servizio postale con raccomandata spedita dall'Ufficio Postale di Pescara CentroLEGGI LA SENTEN

24/10/2012 Le eccezioni che hanno fondatezza per il rispetto del diritto possono essere rilevate d'ufficio documento protetto
Secondo il consolidato orientamento di questa Corte sono eccezioni in senso stretto sottratte al rilievo officioso 'quelle per le quali la legge richiede espressamente che sia soltanto la parte a rilevare i fatti impeditivi estintivi o modificativi oltre quelle che corrispondono alla titolarita' di un'azione costitutiva

Secondo ilconsolidato orientamento di questa Cortesono eccezioni in senso stretto sottratte al rilievo officioso 'quelleper le quali la legge richiede espressamente che sia soltanto la parte arilevare i fatti impeditivi estintivi o modificativi oltre quelle checorrispondono alla titolarita' di un'azione costitutiva Tutte le altre ragioniinvece che

14/06/2012 Obbligo di ricorso alla mediazione
Con il dlgs 282010 il legislatore ha recentemente introdotto lacircistituto della mediazione finalizzata alla conciliazione delle controversie civili prevedendo lacircesperimento di un tentativo obbligatorio di conciliazione che nella prospettiva della deflazione del contenzioso civile ampa'uml previsto come condizione di procedibilitampa' della domanda per le materie indicate nellacircart 5 comma 1 Lacircart 5 comma 3

04/09/2012 Preclusioni la novita' della domanda risulta sottratta alla disponibilita' delle parti documento protetto
il giudice di primo grado aveva liquidato ai genitori in moneta attuale a' 310000 per spese di cura all'estero ed altro affermando che la richiesta era bensa' stata fatta in sede di precisazione delle conclusioni a modifica delle precedenti ma che non v'era stata opposizione delle controparti

Costituisce dato pacifico che in sede di precisazione delle conclusioni igenitori hanno chiesto il risarcimento del danno emergente patito in proprioGli stessi controricorrenti pur sostenendo il carattere solo specificativodella richiesta in presenza di una domanda tendente comunque al risarcimento ditutti i danni non contestano di

11/04/2012 E' del tutto superflua la riproduzione dell'intero contenuto degli atti processuali documento protetto
Queste sezioni unite hanno gia' affermato che nel ricorso per cassazione una tecnica espositiva dei fatti di causa realizzata mediante la pedissequa riproduzione degli atti processuali non soddisfa il requisito di cui all'art 366 cpc n 3 che prescrive l'esposizione sommaria dei fatti della causa a pena di inammissibilita'

Queste sezioni unite hanno gia' affermato che nel ricorso per cassazione una tecnica espositiva dei fatti di causa realizzata mediante la pedissequa riproduzione degli atti processuali non soddisfa il requisito di cui all'art 366 cpc n 3 che prescrive quotl'esposizione sommaria dei fatti della causaquot a pena di inammissibilita' Con sentenza n 166282009 eg

31/05/2012 Lite temeraria E' inammissibile la questione di legittimita' costituzionale dell'art96 del cpc documento protetto
non si fa seguire la concentrazione del giudizio di responsabilita' per cosiddetta lite temeraria in capo alla sola parte resistente

Consideratocheal di la' di talune incoerenze dell'ordinanza di rimessione e segnatamente

11/06/2012 Ammissibilita' del ricorso per le sentenze pronuniciate dal giudice di pace secondo equita' documento protetto
quando la controversia abbia ad oggetto somma di denaro non determinata ma orientativamente indicata in quella maggiore o minore conforme a giustizia essendo indeterminata la domanda si presume ai sensi dell'art 14 cpc uc pari al

quotAi finidella ammissibilita' dell'appello a rime obbligate previsto per le sentenzepronunciate dal giudice di pace secondo equita' art 113 cpc comma 2 neilimiti di cui all'art 339 cpc comma 3 come novellato dal DLgs2 febbraio 2006 n 40 applicabi

20/06/2012 Obbligo del difensore di indicare negli atti di parte l'indirizzo di posta elettronica certificata
Il disposto dell'art 82 cit comporta quindi per l'avvocato che difende in un giudizio innanzi ad un'autorita' giudiziaria con sede in una circoscrizione diversa da quella del tribunale presso il quale a' l'albo dove e

Il dispostodell'art 82 cit comporta quindi per l'avvocato che difende in un giudizioinnanzi ad un'autorita' giudiziaria con sede in una circoscrizione diversa daquella del tribunale presso il quale e' l'albo dove egli e' iscritto un onere dielezione di domicilio al fine

20/01/2012 Non e' il rito procedimentale a determinare l'obbligo della mediazione ma la natura della controversia documento protetto
se l'attrice ha proposto l'azione reale di rivendicazione la domanda doveva essere preceduta dalla mediazione

Non vi e' necessita' di evocare in giudizio la societa' che ha venduto l'automobile Secondo la difesa del resistente la moglie avrebbe davvero ed effettivamente acquistato formalmente l'auto ma con il pattodi farla usare al marito nella comune intenzione di beneficiare di agevolazioni fiscali Ebbene in una ipotesi del genere si sconfi

08/02/2012 Conflitto di giudicati la sospensione necessaria ex art 295 cpc si applica anche al processo tributario documento protetto
La questione posta con i due mezzi del ricorso va esaminata tenendo conto dell'ormai pacifico principio secondo cui la sospensione necessaria del processo ex art 295 cod proc civ si applica anche al processo tributario

La questione posta con i due mezzi del ricorso va esaminata tenendo conto dell'ormai pacifico principio secondo cui la sospensione necessaria del processo ex art 295 cod proc civ si applica anche al processo tributario e ricorre qualora risultino pendenti davanti a giudici diversi procedimenti legati tra loro da un rapporto di pregiudizialita' tale che la d

22/05/2012 L'indeterminatezza della domanda comporta la nullita' documento protetto
in caso di denuncia di errores in procedendo del giudice di merito la Corte di cassazione a' anche giudice del fatto inteso qui ovviamente come fatto processuale ed a' percia' investita del potere di proc

Il principioassolutamente consolidato secondo il quale in caso di denuncia di errores inprocedendo del giudice di merito la Corte di cassazione e' anche giudice delfatto inteso qui ovviamente come fatto processuale ed e' perciograve investitadel potere di procedere direttam

26/04/2012 Non comporta nullita' lo smarrimento o la sottrazione del fascicolo di parte documento protetto
Al riguardo il giudice di appello con adeguata motivazione ha ritenuto che il mancato rituale rideposito dei fascicoli fosse frutto di una implicita rinuncia di parte appellante ad avvalersi di detta documentazione tenuto conto che in calce all'atto

gli artt 165166 e 184 cpc artt 74 77 e 87 disp att cpc disciplinanti laproduzione dei documenti dispongono infatti che essi devono essere inseritinei fascicoli di parte che possono essere ritira

00/00/0000 Il deposito del fasciolo si considera avvenuto quando e' presentato alla cancelleria del giudice documento protetto
in relazione alla eccezione formulata in controricorso dall'Allianz che il mancato deposito di copia delle due consulenze tecniche d'ufficio richiamate dalla sentenza e quindi dal motivo e la mancata indicazione della sede processuale dove le stesse

Le Sezioni Unite di questa Corte Cass SSUU 11 gennaio 2008 n 577hanno precisato che la responsabilita' della struttura ospedaliera fondata sul quotcontatto socialequot ha natura contrattuale Ne consegue chein virtugrave del contratto la struttura deve fornire al paziente una prestazione assai articolata definita genericamente di quotassistenza

17/12/2011 La mera esecuzione del provvedimento non esclude l'impugnazione documento protetto
Costituisce dato acquisito nell'interpretazione dottrinale e giurisprudenziale che la mera esecuzione di un provvedimento ancorcha' non sollecitata dalla parte vittoriosa costituisce una condotta equivoca e non concludente non i

L'art 49 penultimo comma lett d del regolamento di servizio idrico nella parte in cui si stabilisce quale eccezione alla regola generale della sospendibilita' del servizio idrico in caso di morosita' dell'utente che la fornitura non e' sospesa in presenza di controversierelative alla ricostruzione dei consumi non pu

00/00/0000 Anche se nel corso di un procedimento venga solleveta la questione relativa alla sospensione il procedimentio deve andare aventi ex art 702 ter comma 3 cpc documento protetto
se il giudice disponga la sospensione del processo ai sensi di tale ultima norma il relativo provvedimento a' di per sa' illegittimo a prescindere da qualsiasi accertamento di merito circa la sussistenza del rapporto di pre

l'illegittimita' risiede nel fatto che in ogni caso nel procedimento sommario di cui all'art 702 bis cpc non sembra che il giudice investito possa esercitare il potere di sospensione ai sensi dell'art 295 cpc e nemmeno quello di cui all'art 337 cpc comma 2 perche' quando si verifica una delle situazione supposte da dette norme e quindi

00/00/0000 Per il ricorso in Cassazione la procura alle liti deve essere rilasciata in data successiva alla sentenza da impugnare documento protetto
Rileva la Corte che conformemente a quanto dedotto dalla Fondazione in controricorso il ricorso a' inammissibile per mancanza di procura speciale

Alla luce di tali principi non puograve ritenersi la sussistenza di procura speciale in quanto nel ricorso si dichiara che l'A sarebbe quotrappresentato e difesoquot da due avvocati quotper delega a margine della comparsa di costituzione di nuovo difensore del 1952005 nonche' in forza dei poteri conferiti con la suddetta delegaquot da altro avvocat

16/02/2012 Per le sanzioni amministrative vanno osservate le norme ordinarie
Va rilevato che la disciplina della forma e dei requisiti dell'atto di appello avverso la sentenza emessa all'esito del medesimo giudizio di primo grado deve essere quella generale prevista con riferimento al rito ordinario in forza del rinvio operat

Con un ragionamento convincente e condivisibile infatti le Sezioni unite hanno osservato che nel caso delle sentenze che definiscono i ricorsi in opposizione alle sanzioni amministrative il legislatore si e'limitato a prevederne l'appellabilita' senza altro disporre in relazione al rito avendo abrogato mediante il dlgs n 40 del 2006 l'ultimo comm

00/00/0000 Se la notifica e' giuridicamente inesistente il decreto ingiuntivo e' inefficace documento protetto
secondo la tesi prevalente in giurisprudenza infatti la notificazione inesistente ossia non effettuata o giuridicamente inesistente come nel caso della notificazione effettuata in luogo ed a persona in alcun modo riferibili al debitore ingiunto comp

in particolare la Cassazione ha recentemente affermato che di fronte alla minaccia dell'esecuzione forzata in base a un decreto d'ingiunzione dichiarato esecutivo per mancata opposizione l'ingiunto che sostenga l'inesistenza della notificazione del decreto stesso cioe' deduca che nei suoi riguardi non e' mai stata eseguita un'operazione

00/00/0000 Il ricorso per cassazione deve essere proposto a pena di inammissibilita' con unico atto documento protetto
non a' idoneo ad integrare i requisiti richiesti un nuovo atto successivamente notificato a modifica o integrazione dell'originario ricorso

Il ricorso e' inammissibile in applicazione del principio affermato dalla Corte anche con specifico riferimento ad atto integrativo contenente i soli quesiti di diritto secondo cui Il ricorso per cassazione deve essere proposto a pena di inammissibilita' con unico attoavente i requisiti di forma e contenuto indicati dalla pertinente normativa di rito ivi compresi que

00/00/0000 CIVILE Termini di prescrizione
Il giudice deve accertare dagli atti la data da cui inizia a decorrere il termine di prescrizione

Con la sentenza numero 19051 del 19 settembre 2011 la suprema Corte di Cassazione sezione I Civile affronta il tema della decorrenza del termine di prescrizione dell'azione di responsabilita' degli amministratori verso i creditori sociali Il giudice non e' vincolato a quanto abbia dedotto chi ha proposto l'eccezione ma puograve e deve accertare la data in questione in base

00/00/0000 CIVILE Sanzione disciplinare per ritardo del Giudice nel deposito della sentenza
Condotta giudicata dalla sentenza 186962011 lesiva del diritto al giusto processo del cittadino

I ritardi necessari ad integrare l'illecito disciplinare devono evidenziare negligenza costante e duratura da parte del magistrato Il significato della parola quotingiustificatoquot come carattere del ritardo indica la mancanza di un fatto o di una circostanza che renda assolutamente e concretamente inesigibile il tempestivo deposito delle sentenze costituendo una condizione d'inesigibili

00/00/0000 CIVILE Impugnare in Cassazione sentenze del Giudice di Pace
Le sentenze pronunciate dal giudice di pace secondo equita' non sono impugnabili in cassazione per vizi di motivazione

Afferma la Corte di Cassazione sezione Seconda con la sentenza numero 17897 del 31 agosto 2011 che le sentenze pronunciate dal giudice di pace secondo equita' non sono impugnabili in cassazione per vizi di motivazione salva l'ipotesi di motivazione del tutto mancante o puramente apparente e quindi inesistente ovvero fondata su argomentazioni inidonee ad evidenziarne la quotratio decid

00/00/0000 CIVILE notificazione sentenza per dedorrenza termini impugnazione
La notificazione della sentenza alla parte presso il procuratore costituito deve considerarsi equivalente alla notificazione al procuratore stesso

Afferma la Sentenza 170292011 che la notificazione della sentenza alla parte presso il procuratore costituito deve considerarsi equivalente alla notificazione al procuratore stesso ai fini della decorrenza del termine breve per l'impugnazione poiche' entrambe le forme di notificazione assicurano che la sentenza sia portata a conoscenza della parte per il tramite del rappresentante proces

00/00/0000 Lite temeraria risarcimento danni
La richiesta di risarcimento danni per lite temeraria non pua' non essere accolta per l'invocata e omessa deduzione e dimostrazione del danno subito

La richiesta di risarcimento danni per lite temeraria non puograve non essere accolta per l'invocata e omessa deduzione e dimostrazione del danno subito La Cassazione Civile infatti ha cosi statuito quot Sostiene parte ricorrente che il fondamento della fattispecie consiste nell'abuso del diritto o abuso del processo Egrave infatti espressione di unatteggiamento di grav

00/00/0000 PROCURA ALLE LITI
Procura alle liti valisa se rilasciata in data successiva alla sentenza impugnata

la procura alle liti deve specificamente riguardare il giudizio di legittimita' ed e' valida solo se rilasciata in data successiva alla sentenza impugnataLA SENTENZA SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZIONE III CIVILE Sentenza 18 luglio 2011 n 15710




iscriviti alla newsletter
Sentenze Enti Locali
Normativa

COSTITUZIONE ITALIANA

GAZZETTA UFFICIALE



Avv. Rosanna Arlia
Foro di: Palermo
Cerca studio legale Inserisci il tuo studio

GIURILEX | il diritto negli studi legali

Tutti gli argomenti
Amministrativo
Appalti
Arbitrati
Arricchimento senza causa
Assicurativo
Azioni risarcitorie
Circolazione stradale
Civile - Cassazione Civile
Commerciale
Compravendita
Comunicazioni
Comunitario
Condominio (e locazioni)
Costituzionale
Danno biologico, infortuni
Edilizia e Urbanistica
Eredità
Espropri
Europeo e internazionale
Fallimentare
Famiglia
Giurisprudenza
Immigrazione
Lavoro, professioni,previdenza e licenziamenti
Merito civile
Merito penale
Obbligazioni, contratti e concorsi
Pareri, dottrina e contributi
Penale - Cassazione Penale
Privacy
Procedura civile
Pubblica Amministrazione
Rassegna stampa
Reati edilizi
Reati sessuali
Responsabilita' medica
Sanitario
Scolastico (e universitario)
Societario
Stalking
Tributario (e fisco)

GIURILEX | Il diritto negli enti locali

Tutti gli argomenti
Abusi edilizi (e sanatoria edilizia)
Atti amministrativi
Autorita' Vigilanza Contratti Pubblici
Autorizzazioni, ambiente, ecologia, rifiuti e sicurezza
Box, cantine e cantinole
Cartelli stradali
Catasto
Competenze di gestione
Competenze professionali
Concorsi, appalti e opere pubbliche
Condominio (e locazioni)
Consiglio di giustizia amministrativa
Consiglio di Stato
Consiglio e giunta comunale
Corte dei Conti
Corte di giustizia europea
Corte europea dei diritti dell'uomo
D.U.R.C.
Demanio
Edilizia e urbanistica
Energia e impianti
Enti locali
Espropriazione
Giurisprudenza
Immigrazione
Imposte e tasse
Incarichi professionali
Incentivo progettazione
Insidie stradali
Mobbing
Normativa
Oneri di urbanizzazione
Ordini e Collegi
Pareri, dottrina e contributi
Pubblico impiego
Rassegna stampa
Segretari comunali
Sindacati
Strade
T.A.R.
Telefonia mobile
Tribunale UE
Vincoli