logo
attivo dal: 02.01.2006
il diritto oggi
il diritto negli enti locali

------
Seleziona le sentenze che contengono le seguenti parole di testo:
Per visualizzarre le ultime sentenze inserite clicca qui
Inserisci le parole da cercare (nella pagina) e premi il tasto invio per effettuare la ricerca:
 GIURILEX    [34.924]  IL DIRITTO NEGLI STUDI LEGALI    [18.092]  Responsabilita' medica    [256] aggiorn.to: 19-12-2016
07/12/2016 Assegno di invalidita' documento protetto
Violazione di norme di diritto sul rilievo che pure avendo la Corte del merito confermato le ragioni dell' assistito in ordine alla sussistenza dei requisiti utili al riconoscimento del beneficio invocato con la decorrenza riconosciuta in primo grado ha errato nel dichiarare la compensazione delle spese di entrambi i gradi del giudizio

Leggi la Sentenza

17/07/2016 Responsabilita' medica archiviazione illegittima del gip documento protetto
Non e' consentito al gip in presenza di temi suppletivi d'indagine anche se presumibile di scarsa incidenza obliterare la regola del contraddittorio anticipando valutazioni di merito in ordine alla fondatezza o all'esito delle indagini suppletive indicate in quanto l'opposizione e' preordinata esclusivamente a sostituire il provvedimento de plano con il rito camerale

la possibilit di definire il procedimento in assenza di contraddittorio costituisce un'eccezione giustificata oltre che ovviamente dal convincimento di infondatezza della notizia di reato dall'inammissibilit dell'opposizioneLEGGI LA SENTENZA

26/11/2012 Responsabilita' medica documento protetto
Se il medico non risponde penalmente egli e' comunque tenuto all'obbligazione civile del risarcimento

in esecuzione dell'operazione medica finalizzata al miglioramento dell'aspetto il medico non deve arrecare danni all'apparato funzionale del pazienteIl punto e' allora se possa sussistere comunque responsabilita' del chirurgo estetico che pur eseguendo a regola d'arte l'intervento provochi sulla persona del paziente un effetto collaterale fo

18/02/2014 Licenziamento medico negligente documento protetto
La deduzione con il ricorso per cassazione di un vizio di motivazione non conferisce al giudice di legittimita' il potere di riesaminare il merito della vicenda processuale sottoposta al suo vaglio bensi' la sola facolta' di controllo sotto il profilo della correttezza giuridica e della coerenza logico formale delle argomentazioni svolte dal giudice di merito essendo del tutto estranea all'ambito del vizio in parola la possibilita' per la Corte di legittimita' di procedere ad una nuova valutazione di merito attraverso l'autonoma disamina delle emergenze probatorie

il medico anziche' procedere sia direttamente sia con l'ausilio dell'infermiere alla immediata medicazione delle ustioni per evitare la contaminazione batterica delle lesioni aveva consegnato al detenuto un tubetto di pomata che il detenuto stesso provvide a spalmare sulle ustioni e si era limitato a dare una volta giunto all'infermeria centrale disposizioni all'infermie

23/06/2016 responsabilita' del medico di famiglia per la morte di un paziente
Sulla sussistenza del nesso causale tra la condotta omissiva attribuita all'imputata e la morte del paziente

nel caso di specie poiche' il nesso causale tra il comportamentoomissivo della M vuoi sussumibile come pure prospetta la partesubordinatamente nella condotta di cui all'art 328 cod pen vuoiriconducibile come ha tentato di fare la stessa parte con i motivi di ricorso gia'esaminati alla violazione di regole cautelari proprie dellrs

20/05/2016 Responsabilita' medica Consenso informato
L'adesione al trattamento sanitario proposto dal medico impone che quest'ultimo fornisca al paziente in modo completo ed esaustivo tutte le informazioni scientificamente possibili riguardanti le terapie che intende praticare o l'intervento chirurgico che intende eseguire

L'acquisizione delconsenso informato del paziente da parte del sanitario costituisceprestazione altra e diversa rispetto a quella avente ad oggetto l'interventoterapeutico di talche' l'errata esecuzione di quest'ultimo da' luogo ad un dannosuscettibile di ulteriore e autonomo risarcimento rispetto a quello dovuto perla violazione dell'obbl

21/01/2016 Personale medicoinfermieristico Responsabilita' civile documento protetto
Sugli obblighi di garanzia riferibili alla figura del direttore di reparto ospedaliere cd primario nei confronti del personale infermieristico

l'UTIC e' caratterizzata cioe' da personale che fa un training specifico e che non e' mero esecutore ma in qualche modo agisceda medico essendo in grado di agire terapeuticamente in autonomia nell'immediatezza anche senza la presenza del medicoLEGGI LA SENTENZA

09/03/2016 Caso Cucchi la sentenza documento protetto
La presenza di indici rivelatori di stati patologici preesistenti concomitanti con il politraumatismo per il quale il Cucchi era stato ricoverato avrebbe dovuto imporre una maggiore attenzione ed approfondimento secondo i principi tipici della cd diagnosi differenziale alla luce dei quali quando il sanitario si trova di fronte ad una sintomatologia idonea a formulare una diagnosi differenziale la condotta e' colposa quando non si proceda alla stessa e ci si mantenga invece nell'erronea posizione diagnostica iniziale

in tema di colpa professionale una volta che un paziente si presenti presso una struttura medica chiedendo l'erogazione di una prestazione professionale il medico in virtugrave del contatto sociale assume una posizione di garanzia della tutela della sua salute ed anche se

23/02/2016 Richiesto indennizzo per patologia contratta a seguito di vaccinazione documento protetto
Chiunque abbia riportato a causa di vaccinazioni obbligatorie per legge o per ordinanza di una autorita' sanitaria italiana lesioni o infermita' dalle quali sia derivata una menomazione permanente della integrita' psicofisica ha diritto ad un indennizzo da parte dello Stato alle condizioni e nei modi stabiliti dalla presente legge

il legittimato passivo in una controversia avente ad oggetto una prestazione di assistenza sociale e' il soggetto che in forza della disciplina sostanziale di tale prestazione e' tenuto a riconoscerla ossia e' il soggetto coinvolto nel lato passivo del rapporto obbligatorioche sorge al verificarsi di certi presupposti di spettanza del beneficioLEGGI LA SENT

22/10/2014 Responsabilita' della struttura sanitaria se un paziente tenta il suicidio documento protetto
Ove un paziente ricoverato per disturbi mentali tenti il suicidio riportando lesioni personali la struttura sanitaria che l'aveva in cura risponde di tali lesioni

Nel caso di culpa in vigilando come del resto in qualsiasi ipotesi di colpa omissiva consistita nel non avere impedito un evento che si era obbligati ad impedire l'avverarsi stesso dell'evento costituisce in tesi prova dell'esistenza del nesso di causa tra la condotta omissiva edil dannoLEGGI LA SENTENZA

08/03/2016 Responsabilita' medica Controlli ecografici sul feto
Sull'obbligo gravante sulla struttura sanitaria e sullo stesso medico che ha concretamente operato la diagnosi di informare la paziente su eventuali mal funzionamenti dell'apparecchiatura diagnostica

In tema di controlliecografici sul feto ai fini della relativa diagnosi morfologica l'obbligogravante sulla struttura sanitaria e sullo stesso medico strutturato che abbiaconcretamente operato la diagnosi di informare la paziente che ad essa si siarivolta ed abbia quindi concluso con la struttura il cd contratto dispedalita' di poter r

03/02/2016 Emotrasfusione infetta Risarcimento
Affetta da thalassemia contrae il virus HIV durante le innumerevoli trasfusioni cui e'stata sottoposta fin da bambinaSul risarcimento danni contro il Ministero della Salute quale responsabile per non avere vigilato sulla sicurezza del sangue destinato alle trasfusioni

proposto ricorso per regolamento preventivo di giurisdizione contro il Ministero della Salute in relazione al giudizio da essa stessa introdotto contro detto ministero dinanzi al Tribunale Amministrativo per il LazioLEGGI L'ORDINANZACORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZ UNITE CIVILIOrdinanza

20/01/2014 Chirurgia estetica sulla responsabilita' penale del chirurgo documento protetto
Sulla rilevanza penale per colpa grave nell'ambito della professione medica

affermata la rilevanza penale per l'errore del chirurgo o per la inabilita'nell'utilizzare gli strumenti necessari per compiere l'intervento nonche'quello originato dalla mancata prudenza e diligenza indispensabile per chi esercita la professione medicaLEGGI LA SENTENZAsc

20/10/2015 Responsabilita' medica Vaccinazione documento protetto
Sul nesso di causalita' tra la lesione permanente subita dalla paziente e la somministrazione del vaccino

nei giudizi di risarcimento del danno causato da attivita' medica l'attore ha l'onere di allegare e di provare l'esistenza del rapporto dicura il danno ed il nesso causale mentre ha l'onere di allegare ma non anche di provare la colpa del medico quest'ultimo invece ha l'onere di provare che l'eventuale insuccesso dell'intervento rispetto aquanto concordato o ragionev

14/05/2012 Esercizio abusivo della professione medica
Nel caso in esame l'imputato di professione odontotecnico avrebbe esercitato abusivamente la professione di odontoiatra nello studio dentistico di omissis regolarmente abilitato all'esercizio odontoiatrico con il quale lavorava

in tema di concorso di personenel reato ove un solo concorrente abbia provveduto all'integrale risarcimento del danno la relativa circostanza attenuante non si estende ai compartecipi a meno che essi non manifestino una concreta e tempestiva volonta' di riparazione del dannoLEGGI LA SENTENZALA CORTE

07/10/2015 Responsabilita' medica omessa esecuzione di un intervento di sterilizzazione documento protetto
Se dall'inadempimento del sanitario agli obblighi di diligenza a suo carico consegue la lesione del diritto della paziente di decidere liberamente se procreare o meno tale inadempimento genera un danno che deve essere risarcito anche nella sua componente non patrimoniale e cio' malgrado il fatto non costituisca reato trattandosi della lesione di diritti inviolabili della persona riconosciuti dalla Costituzione ed essendosi in presenza di una grave lesione dell'interesse tutelato e di un danno certamente non futile

il danno non patrimoniale anche nel caso di lesione di diritti inviolabili non puograve mai ritenersi in re ipsa ma va debitamente allegato e provato da chi lo invoca anche attraverso il ricorso a presunzioni sempliciLEGGI LA SENTENZATribunaleReggio Emilian 12982015sez II civiledel 7102015Presidente Il Tribunale nella persona

16/11/2015 Responsabilita' del medico Legge Balduzzi documento protetto
Guardia medica diagnostica una patologia gastrica non avvedendosi dei sintomi che avrebbero di li' a poco provocato la morte del paziente per una sindrome coronarica acuta

premesso che in tema di responsabilita' medica l'osservanza delle linee guida accreditate dalla comunita' scientifica esclude la rilevanza della colpa lieve la novella pur trovando terreno d'elezione nell'ambito dell'imperizia puograve tuttavia venire in rilievo anche quando il parametrovalutativo della condotta dell'agente sia quello della diligenzaLEGGI LA SEN

06/12/2012 Danni estetici postoperatori nessun risarcimento documento protetto
Un paziente rivoltosi al chirurgo estetico per migliorare il proprio aspetto si e' ritrovato al termine dell'intervento peggio di prima

gli inestetismi procurati con l'avventuroso trattamento chirurgico non possano qualificarsi malattiaTrattasi di una situazione consolidata di quotanormalita' morfologicaquot che non adduce alcun pregiudizio funzionale e soprattutto non innesca un processo morboso evolutivoLEGG

27/11/2015 Responsabilita' medica Gravidanza indesiderata documento protetto
Medico non diagnostica le malformazioni del feto prescrivendo l'amniocentesi o l'analisi dei villi coriali impedendo percio' l'esercizio del diritto all'interruzione della gravidanza

costituisce onere del medico per evitare la condanna in sede risarcitoria provare che l'insuccesso dell'intervento e' dipeso da fattori indipendenti dalla propria volonta' e tale prova va fornita dimostrando di aver osservato nell'esecuzione della prestazione sanitaria la diligenza normalmente esigibile da un medico in possesso del medesimo grado di specializzazione

19/10/2015 Responsabilita' contrattuale di una struttura ospedaliera documento protetto
Sull'obbligo di erogare la propria prestazione con la massima diligenza e prudenza oggetto di obbligazione contrattuale nel contratto cd di spedalita'

la morte avrebbe potuto essere scongiurata o ritardata se il paziente fosse stato immediatamente sottoposto ad esami di laboratorio estrumentali negli stessi locali del PS se l'ospedale avesse avuto in dotazione le necessarie sacche del sangue omologo se egli non avesse dovuto sopportare i necessari sconvolgimenti connessi al passaggio in due diverse Divisioni

22/10/2014 Responsabilita' medica Obbligo di vigilanza durante il ricovero documento protetto
Qualsiasi struttura sanitaria nel momento stesso in cui accetta il ricovero d'un paziente stipula un contratto dal quale discendono naturalmente ai sensi dell'art 1374 cc due obblighi il primo e' quello di apprestare al paziente le cure richieste dalla sua condizione il secondo quello di assicurare la protezione delle persone di menomata o mancante autotutela per le quali detta protezione costituisce la parte essenziale della cura

ove un paziente ricoverato per disturbi mentali tenti il suicidio riportando lesioni personali la struttura sanitaria che l'aveva in curarisponde di tali lesioni a prescindere dal carattere volontario od obbligatorio del trattamento sanitario praticato in concreto non potendo quest'ultimo condizionare l'obbligo di sorveglianza da parte delmedico e del personale sanita

03/11/2015 Responsabilita' medica e legge Balduzzi documento protetto
Sull'errore del sanitario nell'esecuzione di un'operazione e sulla violazione dell'obbligo di informazione in quanto la paziente sosteneva di non esser stata sufficientemente informata sulla seconda operazione e sui relativi rischi

La norma introdotta dalla cd Legge Balduzzi non disciplina direttamentela fattispecie generatrice del diritto azionato limitandosi ad imporreun determinato parametro speciale di liquidazione dei danni non patrimoniali risarcibili in un ambito che in precedenza risultava disciplinato solamente dalle norme di carattere generale degli artt 2056 1223 e 1226 ccLEGGI LA SENTENZ

19/10/2015 Sulla disponibilita' di mezzi o risorse delle strutture di emergenza negli ospedali documento protetto
Sulla condanna al risarcimento dei danni emessa dal Tribunale di Patti nei confronti della ASL in relazione alla morte di un paziente ricoverato a seguito di un gravissimo infortunio sul lavoro

resta a carico del debitore convenuto una volta riscontrato il nesso causale l'onere didimostrare che nessun rimprovero di scarsa diligenza o di imperizia possa essergli mosso o che pur essendovi stato un suo inesatto adempimento questo non abbia avuto alcuna incidenza causale sulla produzione del dannoLEGGI LA SENTENZA

18/09/2015 Risarcimento danno da perdita della capacita' lavorativa di una minore documento protetto
La presenza di una protesi non esclude l'incapacita' lavorativa

con riferimento a persona minore si deve in primo luogo considerare ai fini dello stabilire l'effettiva sussistenza di un danno patrimoniale la percentuale di invalidita' permanente medicalmente accertata e si assume che l'accertamento nella specie di una invalidita' rilevante del trenta per cento non poteva giustificare l'esclusione della sua incidenza sulla capacitagr

14/07/2015 Responsabilita' medica Carente prestazione professionale documento protetto
Sulla responsabilita' da inadempimento dell'obbligo informativo e di acquisizione del consenso informato

Atteso che l'inadempimento dedotto era astrattamente idoneo a provocare la lesione del nodo atriale competeva alle parti convenute provare che al contrario vi era stato un esatto adempimento della prestazione sanitaria ossia che nel corso di questa non era stato commesso alcun errore e non era stato provocato alcun danno al nodo atrialeLEGGI LA SENTENZA

24/09/2015 Sanita' stato di necessita' rifiuto opposto dal paziente documento protetto
Infermiere professionale costringe un paziente a subire l'applicazione di un catetere vescicale pur a fronte del rifiuto opposto da quest'ultimo colpendolo dapprima alle mani con degli schiaffi e costringendolo con la forza E' violenza privata mesi quattro di reclusione

il soggettoabilitato all'espletamento di trattamenti sanitari e' legittimato a sottoporreil paziente affidato alle sue cure al trattamento terapeutico che giudicanecessario alla salvaguardia della salute dello stesso pur in assenza di unesplicito consenso nel caso invece della volonta' del paziente manifestatain

20/08/2015 Responsabilita' medica Comportamento omissivo
Sul cd danno tanatologico configurabile quando durante l'agonia la vittima per la sofferenza provata avverte l'approssimarsi dell'ineluttabile fine della propria vita

Danno risarcibile alla persona in conseguenza dell'omissione della diagnosi di un processo morboso terminale e' stato da questa Corte ravvisato anche in conseguenza della mera perdita per il paziente della chance di vivere per un anche breve periodo di tempo in piugrave rispetto aquello poi effettivamente vissuto ovvero anche solo della chance di conservare durante quel decors

11/03/2015 Responsabilita' medica Concorso di colpa del paziente documento protetto
Impigliata con l'anello del quarto dito della mano sinistra ad un cancello sostiene che una tempestiva e corretta diagnosi ed una tempestiva e corretta terapia avrebbero verosimilmente evitato l'evento negativo

frutto quanto meno del concorso del fatto colposo delladanneggiata che per propria evidente negligenza distrazione si e' provocata loscuoiamento del ditoLEGGI LA SENTENZAscarica il documento

09/06/2015 Carcinoma all'utero non tempestivamente diagnosticato documento protetto
Sul duplice risarcimento danno biologico da un canto e danno morale inteso come sofferenza e sovvertimento delle dinamiche relazionale dall'altro

sulle constatazioni che il danno biologico a seguito di una valutazioneche deve essere nel piugrave alto grado possibile personalizzata e' liquidato in precipua considerazione di quanto il soggetto non potra' piugravefare che il dolore psichico ha spesso ripercussioni sul modus vivendi di chi lo patisce nel senso di attenuarne il desiderio di attivita' che alcuni

13/04/2015 Responsabilita' medica nesso causale inadempimento
Nel caso in esame un uomo muore per un collasso cardiocircolatorio dopo che il dott D medico di guardia al Pronto soccorso dell'Ospedale lo aveva visitato a seguito di un malore e dimesso con diagnosi tranquillizzante

il nesso causale fra il comportamento del medico e l'evento dannoso va ritenuto esistente in ogni caso in cui il medico sia incorso nell'inadempimento degli obblighi a suo carico ed il danno verificatosi costituisca conseguenza probabile pur se non certa di quegli inadempimentiLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZI

11/03/2015 Responsabilita' medica
Sulla prova del nesso di causalita' tra la condotta del sanitario ed i postumi patiti dalla danneggiata

non appare inverosimile ritenere cheuna tempestiva e corretta diagnosi ed una tempestiva e corretta terapiaavrebbero verosimilmente evitato l'evento negativoLEGGI LA SENTENZAscarica il documento

16/10/2012 Eccesso di velocita' per necessita''
Nel caso in esame la condotta di guida tenuta da OMISSIS seppur effettivamente in contrasto con la norma del codice della strada contestata doveva ritenersi scriminata ai sensi degli artt 54 cp e 51 cp e 4 l 6891981 poiche' era stata dovuta alla necessita' per il medico pediatra responsabile dell'assistenza neonatale presso la Casa di Cura Pederzoli di Peschiera del Garda di raggiungere nel minor tempo possibile la predetta struttura sanitaria al fine di intervenire al parto con taglio cesareo che aveva dovuto essere eseguito quella notte

il pronto intervento dello specialista nel caso di specie fu giustificato dalla necessita' di fornire il proprio apporto utile ad evitare una situazione non altrimenti evitabile di imminente pericolo di un grave danno alla persona dei due soggetti coinvolti nell'interventoLEGGI LA SENTENZA

26/06/2014 Udienza Impedimento documento protetto
Sull' impossibilita' di partecipare ad un'udienza da parte dell'imputato a causa di una visita medica

la necessita' dell'imputato di sottoporsi ad un accertamento medico non costituisce legittimo ed assoluto impedimento a partecipare al processo quando detto accertamento sia certificato come indifferibile a causa delle esigenze organizzative della struttura sanitaria presso cui deve essere eseguito e non in ragione delle specifiche ed impellenti condizioni di salute dellrs

29/04/2015 Omosessuale escluso dalle donazioni di sangue documento protetto
L'ampia utilizzazione terapeutica del sangue umano rende necessario garantire la qualita' e la sicurezza del sangue intero e dei suoi componenti per prevenire in particolare la trasmissione di malattie

l'espressione persone il cui comportamento sessuale le espone ad alto rischio di contrarre malattie infettive di cui al punto 21 dell'allegato III della direttiva 200433 non definisce con precisione le persone o le categorie di persone interessate da tale esclusione circostanza che lascia un margine di discrezionalita' in capo agli Stati membri nellrs

20/05/2015 Contagio virus epatite B Responsabilita' del Ministero per danni da emotrasfusioni
In tema di responsabilita' omissiva per contagio si applica il principio della regolarita' causale della condotta omissiva che presuppone oltre all'accertamento della violazione dell'obbligo di tenere la condotta l'accertamento in riferimento all'epoca di produzione del preparato della conoscenza oggettiva ai piu' alti livelli scientifici della possibile veicolazione di virus attraverso sangue infetto in modo che secondo un giudizio ipotetico possa dirsi che l'azione omessa avrebbe potuto impedire l'evento essendo oggettivamente prevedibile che ne sarebbe potuta derivare come conseguenza la lesione

ai fini della sussistenza della regolarita' causate di cui si e' detto e quindidella imputabilita' della omissione dei controlli al Ministero l'accertamentocon riferimento all'epoca delle trasfusioni dal 1970 al 1974 della conoscenzaoggettiva ai piugrave alti livelli scientifici della possibile veicolazione d

09/04/2015 Violenza sessuale da parte di un medico nei confronti di una ua paziente documento protetto
E' procedibile d'ufficio ai sensi dell'art 609septies comma quarto n 3 cod pen il reato di violenza sessuale commesso all'interno della struttura sanitaria ai danni di una paziente da un medico ospedaliero rimanendo irrilevante che questi per il rapporto di fiducia instauratosi con la paziente abbia fissato le visite senza seguire il normale iter burocratico per l'accettazione in quanto tale circostanza non modifica la natura pubblicistica del rapporto intercorso tra medico e vittima

in materia di delitti di violenza sessuale la procedibilita' d'ufficio determinata dalla ipotesi di connessione prevista dall'art 609 septiescomma quarto n 4 cod pen si verifica non solo quando vi e' connessione in senso processuale art 12 cod proc pen ma anche quando v'e' connessione in senso materiale cioe' ogni qualvolta l'indagine sul reato p

13/03/2015 Responsabilita' medica Nesso di causalita' documento protetto
Morte di un paziente per shock cardiogeno irreversibile secondario ad infarto miocardico acuto complicato da grave aritmia cardiaca Omissione dei necessari accertamenti cardiologici che ove tempestivamente eseguiti avrebbero consentito di diagnosticare la sindrome coronarica acuta

una volta disposto come necessario il monitoraggio del paziente si sarebbe potuto intervenire tempestivamente sulla patologia e scongiurare contenendo i danni dell' infarto ed allungare la vita del pazienteLEGGI LA SENTENZACORTE DI CASSAZIONE PENALE SEZIV

31/03/2015 Errore diagnostico in caso di malattia genetica di una neonata documento protetto
Difetto di prova del nesso causale tra l'evento e l'errata diagnosiche aveva escluso la presenza di malattie generiche considerando anche il tempo utile entro il quale poteva esercitarsi il diritto di interrompere le gravidanza

l'esito dell'esame del laboratorio venne comunicato solo il 20 giugno 1991 ossia un mese dopo la esecuzione del prelievo allorquando la gestante aveva superato il novantesimo giorno di gravidanza con conseguente lesione in capo della madre del diritto di autodeterminazione in ordine alla decisione di interrompere la aravidanza diritto che attiene anche al cd consenso informato che v

10/06/2014 Responsabilita' medica Omicidio colposo documento protetto
La colpa del terapeuta ed in genere dell'esercente una professione di elevata qualificazione va parametrata alla difficolta' tecnicoscientifica dell'intervento richiestogli ed al contesto in cui esso si e' svolto

Secondo quanto ritenuto dai giudici di merito l'imputato medico in servizio presso un'ambulanza del servizio 118 di fronte a paziente in stato di coma per assunzione di psicofarmaci ed alcool ometteva di effettuare toilette del cavo orale ed intubazione orotracheale e somministrava un farmaco emetizzante cagionando la morte dell'assistitoper asfissia da occlusione della via respira

13/02/2015 Sanita' Obbligo di informazione
Il medico ha il dovere di informare il paziente in ordine alla natura dell'intervento alla portata dei possibili e probabili risultati conseguibili e delle implicazioni verificabili

secondo la Corte territoriale l'interesse al riconoscimento formale di altri profili di colpa medica oltre a quello della mancanza del consenso informato sussisterebbe nella specie solo per le eventuali scorrette modalita' di esecuzione dell'atto operatorio oper la inappropriata strumentazione utilizzata o per la inadeguata assistenza predisposta dalla clin

23/02/2015 Danno da nascita indesiderata inadempimento all'obbligo di esatta informazione
Risarcimento dei danni conseguiti alla nascita della figlia affetta da sindrome di Down Il parto era avvenuto senza che fossero stati disposti approfondimenti benche' i risultati degli esami ematochimici effettuati alla sedicesima settimana avessero fornito valori non rassicuranti

quotl'ordinamento positivo tutela il concepito e l'evoluzione della gravidanza esclusivamente verso la nascita non essendo configurabile incapo al medesimo un diritto a non nascere o a non nascere se non sanoquot eche non e' quindi quotconfigurabile il diritto al risarcimento dei danni prospettato dagli attori in qualita' di genitori della minore C quale pregiudizi

13/02/2015 Responsabilita' medica Nascita bambina down
Il rilascio di impegnativa per amniocentesi o per ulteriori o differenti esami idonei a evidenziare l'esistenza di anomalie o malformazioni del feto avrebbe incontrato la resistenza dei medici con la prospettazione dei rischi abortivi connessi a un accertamento particolarmente invasivo che in mancanza di precedenti familiari non appariva necessario e dalla seconda con l'assunto dell'asserito superamento del tempo utile alla sua praticabilita'

sussistenza di elementi presuntivi in ordine all'adempimento dell'obbligo professionale di informare la paziente posto che nella scheda sanitaria da questa prodotta vi era l'annotazione colloquio amniocentesi con l'aggiunta nel rigo successivo che la gestante non l'avrebbe fatta mentre del tutto inconsistenti erano i rilievi in ordine alla non genuinit del doc

17/11/2014 Corruzione pubblico ufficiale documento protetto
Pubblico ufficiale nella specie un primario ospedaliero dietro pagamento vanificava la sua funzione di controllo nell'acquisizione di forniture pubbliche

La giurisprudenza alla luce del mutato quadro normativo determinato dalla legge n 190 del 2012 finisce per costituire applicazione della categoria dogmatica della progressione criminosa che consente di individuare un unico reatoe un'unica pena in fattispecie come quella in esame al confine tra l'applicabilita' del concorso di norme sullo stesso fatto ed il concorso material

28/11/2014 Responsabilita' medica muore paziente affetta da aneurisma non diagnosticato documento protetto
L'imputata ha commesso un grave errore diagnostico non essendosi immediatamente avveduta dell'esistenza di aneurisma cranico nonostante il risultato della TAC che ne dava quantomeno un sospettoinsieme a plurime manifestazioni come perdita di coscienza stato confusionale problemi neurologici vomito Tutto cio' avrebbe dovuto indurre ad ipotizzare come diagnosi differenziale l'origine della emorragia in un aneurisma

Per ci che riguarda il nesso causale si considera che evitare il rischio di risanguinamento era condizione essenziale per limitare al massimo il rischio letale Uno dei pi ampi studi in materia di chirurgia degli aneurismi intracranici ha mostrato che l11 dei pazienti ha risanguinato ed il 70 di essi deceduto L82 non ha rinsanguinato ma il 20

28/11/2014 Omicidio colposo per irresponsabilita' medica documento protetto
L'imputato in qualita' di medico di turno presso il pronto soccorso del Policlinico di Palermo aveva dimesso il paziente con l'errata diagnosi di gastroenterite trascurando i dati clinici indicativi di un diabete mellito in evoluzione

va ribadito che la 'elevata probabilita'logica' in presenza della quale puograve essere affermata la sussistenza delnesso causale tra condotta ed evento esprime la forte corroborazionedell'ipotesi accusatoria sulla base delle concrete acquisizioni probatoriedisponibili che il giudice deve valutare alla stregua delle rego

23/07/2014 Negligenza veterinario causa decesso del cane documento protetto
Errata diagnosi del veterinario che sottopone il cane a terapia per puntura di calabrone invece che per morso di vipera

Il tribunale dopo aver assunto la deposizione del teste Mo ha ravvisato l'effettiva responsabilita' del veterinario la cui negligenza era consistita sulla scorta delle risultanze istruttorie conseguite sent pag 5 nell'aver erroneamente diagnosticato una puntura di calabrone anziche' un morso di vipera e nell'aver conseguentemente trascurato di adottare tutte le

08/08/2014 Errore durante l'inseminazione artificiale I gemelli sono della madre che li partorisce documento protetto
Il tanto discusso caso dei due gemelli partoriti a seguito di inseminazione artificiale da una donna che geneticamente non e' la loro mamma poiche' l'ospedale per errore ha scambiato gli embrioni impiantando quelli di un'altra coppia

La vicenda ha ad oggetto lo scambio di embrioni avvenuto presso l'Ospedale Pertini in Roma al quale le due coppie si erano rivolte per ricorrere alle tecniche di procreazione medicalmente assistita attraverso la creazione di embrioni in vitro con gli ovociti ed il seme delle coppie Per un fatale errore umano gli embrioni formati col patrimonio genetico dei ricorrenti sono stati impiant

11/07/2014 Malasanita' bimbo di tre anni muore Risarcimento danni documento protetto
Il danno catastrofale puo' essere risarcito a condizione che la vittima compatibilmente con la situazione del momento abbia avuto la lucida consapevolezza della fine Tale consapevolezza e' comunque da escludere a partire dal momento in cui la vittima e' entrata in coma perche' il sicuro stato di incoscienza esclude l'esistenza di una sofferenza giuridicamente rilevante

non e' escluso che si debba risarcire un danno ulteriore rispetto a quello morale e a quello biologico ma ha chiarito che ciograve implica la determinazione di un danno che superi la normale sofferenza derivante da un evento come quello di cui si discute nell'odierno giudizi

27/03/2014 Responsailita' medica erroneo trattamento terapeutico documento protetto
In tema di responsabilita' medica da' luogo a danno risarcibile l'errata esecuzione di un intervento chirurgico praticabile per rallentare l'esito certamente infausto di una malattia che abbia comportato la perdita per il paziente della chance di vivere per un periodo di tempo piu' lungo rispetto a quello poi effettivamente vissuto

come gia' rilevato da questa Corte nel citato precedente n 2384608 cui si intende dare seguito nel giudizio di liquidazione del dannoda perdita della chance verranno ad assumere rilievo sia l'aspetto della prossimita' della situazione fattuale al conseguimento del risultato sperato sia il profilo della maggiore o minore idoneita' a garantire questo risultato Sott

18/09/2014 Sanita' omissione di atti di ufficio documento protetto
Medico subito dopo intervento chirurgico si allontana rendendosi irreperibile pur nella consapevolezza di avere lasciato senza la doverosa e cogente assistenza un piccolo paziente appena operato rifiutando cos un atto del suo ufficio

La Corted'Appello ha poi sottolineato che nel caso in esame il piccolo paziente non erastato trattato con sedativi prima di essere sottoposto all'intervento de quola' dove tutta la letteratura internazionale era concorde sulla opportunita' dipremedicare in questi casi i bambini proprio per determinare una amnesia suquanto

19/09/2014 Responsabilita' medica Giusta informazione al paziente documento protetto
L'informazione esatta sulle condizioni e sui rischi prevedibili di un intervento chirurgico o su un trattamento sanitario per accertamenti in prevenzione o in preparazione e' un elemento costitutivo della protezione del paziente con rilievo costituzionale

Orbene applicando i principi di garanzia al caso concreto ed in tema diadempimento o esatto adempimento ad una completa ed adeguata informazione la erronea applicazione della CORTE in tema di principi del consenso informato e' duplice in quanto da un lato presuppone che il consenso informato non debba investire anche i rischi dello intervento sanitario allorche' essi non si

27/02/2012 Esercizio abusivo medico concorso di reato documento protetto
Risponde a titolo di concorso del delitto di esercizio abusivo di una professione chiunque consenta o agevoli lo svolgimento da parte di persona non autorizzata di un'attivita' professionale per la quale sia richiesta una speciale abilitazione dello Stato

La sentenza ha correttamente motivato la sua responsabilita' a titolo di concorso nel reato posto in essere dal coimputato Infatti risponde a titolo di concorso del delitto di esercizio abusivo di una professionechiunque consenta o agevoli lo svolgimento da parte di persona non autorizzata di un'attivita' profes

17/07/2014 Risarcimento danni prognosi errata documento protetto
Non esistono danni in re ipsa risarcibili solo perche' si dimostri l'avvenuta lesione d'un diritto La lesione dei diritto e il presupposto necessario ma non sufficiente per pretendere il risarcimento del danno

La ricorrente lamenta che la sentenza impugnata abbia violato la legge ai sensi dell'art 360 n 3 cpc Questa la tesi della ricorrente poiche' il giudice d'appello ha ritenuto sussistente la condotta colposa del medico e la lesione del diritto della donna ad essere informata sull'esistenza della gravidanza e poiche' in base a tale accertamento hacondannato il sanitar

25/10/2012 Lupus eritematoso sistemico Paziente asintomatica documento protetto
USL responsabile civile dei danni

La corte territoriale in perfetta sintonia con gli elementi probatori acquisiti ha rilevato seppur con qualche imprecisione con motivazionedel tutto coerente sotto il profilo logico richiamando i giudizi espressi dallo stesso consulente di parte che devono ritenersi giustificati i dubbi circa la rilevanza causale dell'addebito di colpa rivolto al L in relazione al decesso della congiu

17/04/2014 Nascitura nata in stato di insufficienza respiratoria documento protetto
Responsabilita' del mancato monitoraggio

In particolare nell'esplicitare la critica ai due brani di motivazione si evocando due brani del 'secondo elaborato peritale' che sono relativi esclusivamente al profilo di responsabilita' dei sanitari sotto il profilo causale afferente alla mancata monitorizzazione continua del feto in funzione della scoperta dello stato di sua sofferenza fetale ma ci si dimentica completamente che la

16/05/2014 Responsabilita' visita psichiatrica documento protetto
Sorveglianza da parte del personale medico e paramedico

I giudici di merito premessa la situazione in fatto come sopra riportata hanno ritenuto sufficiente per escludere la necessita' che la paziente fosse sottoposta alla costante vigilanza del personale sanitario e quindi che la struttura sanitaria potesse essere ritenuta responsabile per i danni autoinfertisi dalla paziente in un momento in cui non era presente nella stanza ove si trovava la

28/04/2014 Deliberata ed informata scelta di sottrarsi al trattamento medico documento protetto
Sottrazione del paziente alla prescrizione degli accertamenti e delle terapie

La Corte di Appello ha ritenuto infondata la prospettazione giudicando che dalle diverse testimonianze acquisite al processo emerge che la M aveva appreso dal C che le proprie condizioni di salute non avevano base organica e quotconfidava nella sostanziale esattezza della valutazione del dr C e riteneva inutile andare da altri specialistiquot Di rifiuto di

31/03/2014 Omessa consulenza del neurochirurgo in caso di frattura vertebrale documento protetto
Affermazione di responsabilita' penale solo nel caso in cui pervenga alla conclusione

La Corte regolatriceha chiarito che il nesso casuale puograve essere ravvisato quando allastregua del giudizio controfattuale condotto sulla base di unageneralizzata regola di esperienza o di una legge scientifica universale o statistica si accerta che immaginandosi comerealizzata la condotta doverosa l'evento hic et nunc non si

28/03/2014 Patologieazioni di risarcimento danni ancora pendenti documento protetto
Trasfusioni con sangue infetto

La Sezione e' dell'avvisoper le considerazioni che seguono che nella fattispecie ricorra ildifetto di giurisdizione del giudice amministrativo e quindi lagiurisdizione del giudice ordinario posto che il TAR al di la'della legittimita' dei decreti ministeriali impugnati che pure haaffrontato ha poi valutato specifiche t

27/02/2014 Conseguenti gravissime lesioni riportate dal bambino
Distacco della placenta elevato grado di probabilita' logica

Egravela stessa Corte d'Appello invero a evidenziare peraltro del tuttocorrettamente alla stregua delle emergenze processuali di cui si daconto in motivazione che i fatti accertati consentono di stabilirecon un elevato grado di probabilita' logi

26/09/2013 Ingenti danni biologici patrimoniali e non patrimoniali legati alla propria sfera sessuale documento protetto
Tutelata all'interno del rapporto coniugale ma anche all'interno di una unione di fatto

Il soggetto che subisce lesioni all'apparato sessuale del tipo di quelle riportate dalla S non perde la propria capacita' sessuale ma ne vede limitato e nei caso piugrave gravi compromesso l'esercizio Poiche' l'attivita' sessuale costituisce al tempo stesso indispensabile complemento e piena manifestazione del legame affettivo che esiste nella no

10/01/2014 Responsabitita' del primario su interruzione della gravidanza documento protetto
Taglio cesareo rinviato responsabilita' per condotta omissiva

La condotta omissiva e' ainfatti individuata nell'omessa esecuzione dell'intervento nella data per la quale lo stesso era stato programmatodisponendo al contrario un rinvio che non impediva la successiva cessazione della vita del feto Tanto esclude che il rinvio dell'operazione oltretutto non accompagnato da un monitoraggio cardiografico della paziente possa essere considerat

03/09/2013 Trasfusioni di sangue infetto documento protetto
Diritto al pagamento dell'indennizzo ulteriore dovuto alle persone danneggiate a seguito di vaccinazioni obbligatorie o trasfusioni

Lo Stato italiano deve fissare entro sei mesi dal momento del passaggio in giudicato della presente sentenza il termine perentorio entro il quale si obbliga a garantire con gli appropriati provvedimenti legislativi e amministrativi la realizzazione effettiva e rapida del diritto al pagamento dell'indennizzo ulteriore dovuto alle persone danneggiate a seguito di vaccinazioni obbligatori

06/09/2013 Cure mediche discrezionalita' tecnica attribuita alla Pubblica Amministrazione documento protetto
Autorizzazione ad effettuare cure specialistiche presso centri di altissima specializzazione all'estero

La controversia relativa al diniego dell'autorizzazione ad effettuarecure specialistiche presso centri di altissima specializzazione all'estero appartiene alla giurisdizione del giudice ordinario giacche' la domanda e' diretta a tutelare una posizione di diritto soggettivo ildiritto alla salute non suscettibile di affievolimento per effetto della discrezionalita' m

10/12/2013 Mancato riconoscimento della patologia al momento della visita del paziente documento protetto
Richiesta assoluzione del medico inesistenza del nesso causale tra la condotta omissiva e l'evento

Infatti l'assenza di certezza al di la' di ogni ragionevole dubbio dell'esistenza del nesso causale tra la condotta omissiva e l'evento impone l'assoluzione del medico Caso in cui il giudice di merito dopoavere ripercorso la storia clinica del paziente rilevava che dalla perizia svolta e dalla relazione del CT del PM non vi era una prova certa al di la' di ogni

17/10/2013 Responsabilita' penale del medico che effettua l'intervento documento protetto
Lesioni a seguito di un intervento all'utero

In materia di responsabilita' medica nella ricostruzione del nesso eziologico non puograve assolutamente prescindersi dall'individuazione di tutti gli elementi concernenti la causa dell'evento solo conoscendo in tutti i suoi aspetti fattuali e scientifici il momento iniziale e la successiva evoluzione della malattia e' poi possibile analizzare la con

24/10/2013 Neonatamorte intervenuta secondo il consulente nella fase intraperipartum documento protetto
Inesistenza di gravi indizi di colpevolezza dell'omicidio volontario per mancanza di elementi probatori sulla circostanza che la bambina fosse nata viva e non fosse invece deceduta prima del parto

Il giudice cautelare infatti pone a base delle sue valutazioni il dubbio sulla non vita del feto gia' nella fase del travaglio del parto escludendo dunque un evento morte in relazione causale con la condotta degli indagati che secondo l'ipotesi accusatoria si sarebbe articolata in due fasi la prima attiva di accelerazione farmacologicadel parto e la seconda omissiva di non p

05/12/2013 False visite e prescrizioni mediche effettuate dal medico sostituito documento protetto
L'effettivo autore delle visite apponeva una sigla illeggibile su ricette recanti i timbri e le intestazioni di altro medico

Il Giudice dell'udienza preliminare presso il Tribunale di Lucca dichiarava non doversi procedere nei confronti di LF e BAV in ordine al delitto di cui all'art 479 cod pen contestato dal L quale medico libero professionista e dal B quale medico convenzionato con la ASL di Viareggio il primo sostituendo di fatto il secondo in visi

07/10/2013 Reato di omicidio colposo commesso nell'esercizio dell'attivita' medica documento protetto
Negligenza imprudenza e imperizia di 'aver eseguito l'intervento nonostante lo stesso presentasse un elevato rischio anestesiologico a fronte della comorbilita' e delle condizioni cliniche generali della paziente

Conmemoria depositata il 1972013 la difesa dell'imputato ha chiesto ilrigetto del ricorso rappresentando che dopo che all'udienza del13112012 il pm aveva modificato l'originaria imputazione elevatanei confronti del DP al quale

05/11/2013 Obblighi del medico dipendente dall'ente ospedaliero nei confronti del paziente documento protetto
Responsabilita' medica con specifico riferimento alle prestazioni professionali caratterizzate da un certo grado di specialita'

La condotta del medico specialista va poi esaminata non gi con minore ma al contrario semmai con maggior rigore ai fini della responsabilit professionale dovendo aversi riguardo alla peculiare specializzazione e alla necessit di adeguare la condotta alla natura edal livello di pericolosit della prestazioneLEGGI LA S

17/04/2013 Condizioni delle separazioni personali dei coniugi documento protetto
Individuazione della competenza territoriale per trasferimento 'schizofrenia paranoide'

In tema di amministrazione di sostegno la competenza territoriale si radica con riferimento alla dimora abituale del beneficiario e non alla sua residenza in considerazione della necessita' che egli interloquisca con il giudice tutelare il quale deve tener conto nella maniera piugrave efficace e diretta dei suoi bisogni e richieste anche successivamente alla nomina dell'amminis

16/05/2013 Tre interventi di laparatomia con conseguenze invalidanti documento protetto
Azione di risarcimento danni conseguenti ad intervento chirurgico

Come ha gia' avuto modo di statuire questa Corte poiche' il danno biologico ha natura non patrimoniale e il danno non patrimoniale ha natura unitaria e' corretto l'operato del giudice di merito che liquidi il risarcimento del danno biologico in una somma omnicomprensiva posto che le varie voci di danno non patrimoniale elaborate dalla dottrina e dalla giurisprudenza dan

22/12/2011 Decesso dopo dimissioni dal pronto soccorso documento protetto
Il soccorso adeguato da parte del sanitario avrebbe potuto impedire l'evento dannoso

I giudici di legittimita' hanno sottolineato come in sede di merito nonsi sia seguito un giusto percorso logico occorreva infatti in primo luogo accertare se la TAC fosse effettivamente necessaria e se la relativa omissione costituisse dunque colpa medica in secondo luogo sarebbe stato d'obbligo verificare se il tempestivo esame diagnostico avrebbe evitato con elevato grado

17/09/2013 Annullamento di donazione per incapacita' naturale della donante documento protetto
Certificato medico rilasciato al fine dell'attribuzione della pensione d'invalidita' eo dell'indennita' di accompagnamento e non gia' per accertare l'incapacita' naturale

La sentenza d'appello ha affermato che la Commissione di prima istanza sulla scorta dell'anamnesi da cui era emerso che la paziente era affetta da arteriosclerosi cerebrale con turbe della memoria e del comportamento e della visita aveva diagnosticato una vasculopatia cerebrale senile e certificato ai sensi di legge che ST era quotinvalida con totale e permanente inabilita' lav

05/09/2013 Responsabilita' penale anche quando il mancato impedimento concerna l'altrui condotta criminosa
Condanna per non aver impedito la commissione dei reati pur avendone l'obbligo in ragione del ruolo svolto di primario del reparto

La giurisprudenza di legittimita' in tema di concorso mediante omissione nel reato commissivo in presenza dell'obbligo giuridico di impedire l'evento afferma che perche' possa aversi responsabilita' del garante occorre che questi si sia rappresentato l'evento nella sua portata illecita tale rappresentazione puograve consistere anche nella

14/06/2011 Responsabilita' medica perdita di chance
L'attrice lamentava che dal grave errore diagnostico compiuto presso l'Istituto omissis era derivata la mancata identificazione della neoplasia e di conseguenza la mancata adozione di provvedimenti specifici terapeutici con miglioramento della qualita' e della durata della vita e rallentamento della malattia

Nella elaborazione dei canoni di redazione del quesito di diritto la giurisprudenza di questa Suprema Corte si e' chiaramente orientata a ritenere che ognuno dei quesiti formulati per ciascun motivo di ricorso deve consentire l'individuazione del principio di diritto che e' alla base del provvedimento impugnato e correlativamente del diverso principio la cui auspicata applicazi

07/06/2013 Impugnazione dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere documento protetto
L'ordinanza cautelare emessa dal Giudice sostituiva la misura degli arresti domiciliari per tutti gli indagati con quella del divieto di dimora nel territorio

In fatto era accaduto che CV GM I CaFr unitamente ad altre persone nelle rispettive qualita' il Ca quale primario e direttore del reparto chirurgia generale II dell'ospedale omissis la G quale direttore sanitario di presidio dell'ospedale sito in viale omissis lo I quale aiuto chirurgo il C quale direttore sanitario dell'ospedale erano stati sottoposti

18/07/2013 Inadempimento causa del danno medico
Il ritardo nel trattamento chirurgico aveva prolungato l'immobilizzazione in gesso a circa tre mesi

Nel giudizio avente ad oggetto il risarcimento del danno da attivit medico chirurgica l'attore deve infatti provare l'esistenza del contratto o il contatto sociale ed allegare l'insorgenza o l'aggravamento della patologia e l'inadempimento qualificato del debitore astrattamente idoneo a provocare quale causa o concausa efficiente il danno lamentato rimanendo a carico d

15/07/2013 Scadenza termini per richiesta risarcimento
Calcolo quota di TFR nella base dell'indennita' di disoccupazione agricola

Le sezioni unite di questa Corte con la sentenza n 12720 del 29 maggio 2009 componendo un contrasto di giurisprudenza insorto nell'ambito della sezione lavoro avevano affermato che quotLa decadenza di cui al DPR 30 aprile 1970 n 639 art 47 come interpretato dal DL 29 marzo 1991 n 103 art 6 convertito con modificazioni nella L 1 giugno 1991 n 166

20/06/2013 Responsabilita' del medico che compie attivita' sanitaria assieme al direttore del reparto documento protetto
Ferme restando le altrui responsabilita' siccome anticipato il medico che insieme al direttore del reparto compie attivita' sanitaria non puo' pretendere di essere sollevato da responsabilita' ove ometta di differenziare la propria posizione rendendo palesi i motivi che lo inducono a dissentire dalla decisione eventualmente presa dal direttore

Sull'argomentopuograve richiamarsi fra le tante la seguente massima tratta dalla sentenza n15556 del 1222008 di questa Sezione particolarmente chiara nel delineare iconfini del giudizio di legittimita' sulla motivazione Il n

09/04/2013 Colpe ammesse dal medico
Come si e' accennato correttamente il motivo nuovo chiama in causa l'innovazione introdotta con la L 8 novembre 2012 n 189 art 3 La nuova normativa prevede che l'esercente una professione sanitaria che nello svolgimento della propria attivita' si attiene a linee guida ed a buone pratiche accreditate dalla comunita' scientifica non risponde penalmente per colpa lieve

Non puograve essere del tutto condiviso il pur argomentato punto di vista del Procuratore generale requirente che ha rimarcato le imperfezioni le incongruenze nonche' l'apparente contraddittorieta' della legge Si e' considerato che non e' facile comprendere come possa configurarsi colpa nel caso in cui vi sia stata l'osservanza delle

13/12/2012 Reato di lesioni personali aggravate dalla violazione di norme volte a prevenire infortuni sul lavoro
Al fine di riparare una breccia del muro esterno dell'edificio posto a circa sette metri dal suolo era montato sopra una scala precaria in alluminio e aveva posto i lavoratore in una condizione di forte instabilita'

Lungi dall'aver fondato acriticamente la propria decisione sulle dichiarazioni del lavoratore infortunato il quale peraltro ha fornitoelementi di piena affidabilita' in quanto corroborati dalle risultanze oggettive di causa accadimento fattuale e lesioni riportate ha evidenziato che l'infortunato a prescindere dalla presenza di altro operaio oltre al figlio del datore di lavo

01/03/2013 Licenziamento per assenza ingiustificata documento protetto
Giusta causa di licenziamento per violazione degli obblighi in presenza di una assenza pari a giorni 5 e di altrettante visite fiscali inutilmente tentate nella residenza in precedenza dichiarata

Concludeva quindi la Corte territoriale che l'addebito avuto riguardoal numero dei giorni di malattia privi di comunicazione di valido indirizzo al periodo relativamente lungo durante il quale il datore di lavoro non aveva potuto svolgere alcun controllo sulla giustificatezza della malattia e su eventuali condotte incompatibili con la denunciata malattia nonche' alla circostanza c

24/04/2013 Omicidio colposo nel caso di annegamento in piscina di un minore a causa della insufficiente manutenzione dell'impianto
Nel caso in cui la piscina non sia in esercizio l' albergo deve inibire materialmente ai clienti l'accesso alla piscina negli orari in cui non e' garantito il servizio di salvataggio

La giurisprudenza conferma che purquando la piscina non sia in esercizio il garante della sicurezzadella struttura fonte di possibili rischi non puograve fare a meno diadottare misure barriere transenne ecc che pur implicando unaqualche misura di affidamento sull'osservanza delle prescrizioniinibiscano l'accesso alla vasca e rendano

12/04/2013 Criteri e modalita' di concessione del marchio ed i casi di sua sospensione decadenza e revoca e le modalita' d'uso
La Regione sostiene che il marchio in questione non incorre nella violazione degli evocati parametri costituzionali e delle correlate norme comunitarie non essendo esso idoneo ad orientare l'interesse generale dei consumatori in direzione preferenziale di prodotti del territorio laziale

La legge della Regione Lazio qui impugnata introducendo un marchio regionale di qualita' destinato a contrassegnare sulla base di disciplinari ed in conformita' a criteri dalla stessa stabiliti determinati prodotti agricoli ed agroalimentari a fini anche dichiaratamente promozionali della agricoltura e cultura gastronomica del Lazio nda

17/06/2013 Indennita' di maternita' INPDAP lavoro subordinato part time documento protetto
La giurisprudenza costituzionale e di legittimita' aveva stabilito che l'indennita' di maternita' ha la finalita' di garantire che la lavoratrice non subisca una sostanziale decurtazione del suo tenore di vita durante questa fase particolare della vita e che nel caso di specie la lavoratrice avrebbe percepito solo una scarsa copertura dal rapporto parttime perdendo il trattamento collegato ai contributi alla Cassa collegati all'effettiva attivita' professionale svolta

07/05/2013 Trattamento dell'obesita' con esito letale documento protetto
Si considera che un recente trattato di chirurgia edito nel 2002 parla del bypass come di un efficace strumento per ottenere il calo ponderale e fa menzione degli oltre 1000 interventi riusciti eseguiti proprio dal dottor P nonche' della corretta esecuzione dei protocolli postoperatori previsti per l'intervento Si conclude che nessun rimprovero per imperizia puo' essere mosso all'imputato nella scelta terapeutica adottata in cui egli era specializzato e riconosciuto come stimato professionista

Non si configurano profili di colpa neppure con riguardo alla fase post operatoria Come sopra esposto il giudice di merito ha posto in luce l'importanza di tale fase postoperatoria nella quale il paziente deve essere attentamente monitorato In modo che all'insorgere delle gia' evocate complicanze si possa provvedere alle terapie appropriate e se del caso alla rimozione del bypas

03/06/2013 Calcolo dell'assicurazione dei dipendenti contro gli infortuni sul lavoro documento protetto
L'assenza di sinistri per la singola azienda puo' comportare per quest'ultima il beneficio di una riduzione del tasso

Ai fini della determinazione del premio dovuto dalle aziende industrialiper l'assicurazione dei dipendenti contro gli infortuni e le malattie professionali nel calcolo del tasso specifico aziendale devono essere inclusi gli oneri per i casi di infortunio e di malattia professionale ancora da definire alla data di tale calcolo riserva sinistri anche quando nell'azienda non si siano verif

29/05/2013 Referti medici come prove di violenza sui propri figli documento protetto
Continue vessazioni fisiche e morali consistite in un atteggiamento di generale incuria nei loro confronti nel sistematico uso di espressioni ingiuriose e minacciose nonche'nel picchiarli ripetutamente provocando loro anche lesioni personali per cui erano costretti a ricorrere alle cure mediche

31/05/2013 Natura giuridica del registro operatorio documento protetto
reato di falso nel completamento del registro ospedaliero mediante trascrizione di dati veri peraltro gia' trasfusi nelle cartelle cliniche in origine mancanti secondo le successive prescrizioni del dirigente del reparto

Il primo profilo di diritto che entrambe le vicende sostanziali ponevano riguardava la natura giuridica del registrooperatorio Correttamente la Corte territoriale ha ravvisato in detto registro la natura di atto pubblico in ciograve confortata da indiscussa lezione giurisprudenziale di questo Giudice di legittimita' che in piugrave occasioni si e'

03/05/2013 Vittime inconsapevoli di violenza sessuale per induzione con assenza di contatto fisico
Le condotte ascritte all'indagato consistono in conversazioni telefoniche nel corso delle quali qualificatosi come medico ginecologico riferiva alle donne chiamate di essere al corrente degli accertamenti medici da queste effettuati o in procinto di effettuare e rappresentate situazioni di urgenza o di opportunita' le sollecitava a compiere su se stesse atti di autoerotismo giustificati da finalita' mediche oppure a fotografare la loro zona genitale e trasmettere l'esito via email

Tale impostazione ermeneutica ha formato oggetto di esame da parte di questa Corte ed e' stata ritenuta non rispondente al dato normativo Egrave sufficiente sul punto rinviare alla chiara motivazione della sentenza di questa Sezione n 119582011 udienza del 22122010 rv 249746 nella quale si chiarisce che l'induzione della vittima a commettere atti sessuali su di se' da parte

11/03/2013 Condotte professionali conformi alle linee guida documento protetto
Si sostiene che il primo dato probatorio oggetto di travisamento e' quello afferente l'apprezzabilita' di un asfissia intrapartum attraverso i tracciati cardiotocografici dei quali era stata fornita una lettura conforme a quella dei consulenti della parte civile discordante da quella dei periti e dei consulenti della difesa

quanto alla colpa i giudici di appello affermavano che essa era da rinvenirsi nel fatto che il sanitario pur avendo indotto il travaglio con prostaglandine aveva affidato la partoriente ad una ostetrica e sebbene richiamato piugrave volte a causa dei fortissimi dolori avvertiti dalla R appena un'ora dopo la somministrazione del farmaco era ritornato in clinica solo verso le ore cinqu

17/05/2013 Concorso in esercizo abusivo della professione di medico
Secondo l'ipotesi accusatoria il C in qualita' di medico responsabile dal 2001 al 71205 dello studio dentistico corrente in omissis consentiva a NW di esercitare abusivamente la professione di medico odontoiatra eseguendo le prestazioni descritte nel capo di imputazione capo A inoltre attraverso tale attivita' concorsuale li' consentiva al N stesso di eseguire un intervento di applicazione di un impianto endosseo in settore premolare inferiore destro del paziente CO applicazione contraddistinta da grave colpa a seguito della quale derivavano al paziente lesioni personali con incapacita' protratta per oltre 40 giorni capo B

Questa Corte sie' invero ripetutamente espressa nel senso che risponde a titolo di concorsocfr sentenza ultima citata 4217412 nel delitto de quo chiunque consenta oagevoli lo svolgimento da parte di persona non autorizzata di attiv

19/04/2013 Responsabilita' medica per interventi d'urgenza effettuati senza ulteriori accertamenti documento protetto
Come e' noto cfr Cass pen Sez V 17102008 n 42033 Rv 242330 e numerosi precedenti tra cui Sez VI n 6221 del 2006 Rv 233083 e Sez Un n 33748 del 1272005 Rv 231769 sulla sentenza di appello di riforma totale del giudizio assolutorio di primo grado grava un onere motivatorio rafforzato dovendo confutare specificamente pena altrimenti il vizio di motivazione le ragioni poste dal primo giudice a sostegno della decisione assolutoria dimostrando puntualmente l'insostenibilita' sul piano logico e giuridico degli argomenti piu' rilevanti della sentenza di primo grado anche avuto riguardo ai contributi eventualmente offerti dalla difesa nel giudizio di appello e deve quindi corredarsi di una motivazione che sovrapponendosi pienamente a quella della decisione riformata dia ragione delle scelte operate e della maggiore considerazione accordata ad elementi di prova diversi o diversamente valutati

Osserva il ricorrente che la fattispecie configurava una ipotesi patologica assolutamente complessa ed estremamente rara ma che questa fu circostanza accertata ex post mentre nell'imminenza dell'intervento tutti gli accertamenti diagnostici

22/03/2013 E' diritto dei genitori di essere informati circa le eventuali malformazioni del feto documento protetto
E' diritto dei genitori di essere informati circa le eventuali malformazioni del feto a prescindere dalla volonta' o meno della donna di abortire al fine di poter essere preparati dal punto di vista psicologico e materiale ad accogliere un bambino malato Spetta pertanto alla madre che chiede di essere risarcita e non al medico provare che l'omessa informazione avrebbe provocato un processo patologico tale da determinare un grave pericolo per la sua salute e in stretta connessione che nella situazione ipotetica data ella avrebbe effettivamente optato per l'interruzione della gravidanza

Corollario di tale assunto e'che il rischio della mancanza o della insufficienza del quadro probatorio acquisito andr invece a suo carico E' comunque legittima la richiesta di risarcimento del danno biologico e economico avanzata dai genitori che non hanno ricevuto il suddetto tipo di informazione in quanto il primo bersaglio dell'inadempimento del medico e' il diritto dei geni

04/04/2013 Nesso di causalita' nella responsabilita' medica
la causa sopravvenuta capace di interrompere il nesso di causalita' e' quella idonea a cagionare l'evento anche in assenza della condotta dell'agente ed a questa non e' legata da un rapporto di dipendenza

Osserva laCorte la causa sopravvenuta capace di interrompere il nesso di causalita' e'quella idonea a cagionare l'evento anche in assenza della condotta dell'agenteed a questa non e' legata da un rapporto di dipendenza Le cause sopravvenutesufficienti da sole a cagionare l'evento sono solo quelle de

15/03/2013 Il medico in servizio di reperibilita' esterna ha l'obbligo di soccorrere il paziente infermo documento protetto
E' orientamento di legittimita' consolidato quello secondo il quale il servizio di pronta disponibilita' previsto dal dPR 25 giugno 1983 n 348 e' finalizzato ad assicurare una piu' efficace assistenza sanitaria nelle strutture ospedaliere

Egraveorientamento di legittimita' consolidato quello secondo il quale il servizio dipronta disponibilita' previsto dal dPR 25 giugno 1983 n 348 e' finalizzato adassicurare una piugrave efficace assistenza sanitaria nelle strutture ospedaliere edin tal senso e' integrativo e non sostitutivo del turno cosid

06/03/2013 Responsabilita' medica ricorso per cassazione proposto dal responsabile civile documento protetto
E' inammissibile il ricorso per cassazione proposto dal responsabile civile avverso la sentenza d'appello quando questi non abbia impugnato in precedenza la decisione sfavorevole di primo grado

Unico obbligo che incombe al giudice e' di dare conto con motivazione approfondita ed accurata delle ragioni della scelta operata Obbligo alquale ambedue i giudici del merito hanno compiutamente atteso attraverso un'attenta e meticolosa ricostruzione della storia clinica del paziente degli avvenimenti succedutisi durante il ricovero degli interventi e delle terapie praticate eseguita

19/02/2013 Decreto Balduzzi la prova della colpa lieve dell medico tra responsabilita' civile e penale documento protetto
La prova della colpa lieve non esime il medico dalla responsabilita'civile che considera la colpa in una dimensione lata inclusiva del dolo e della diligenza professionale e incombe alla parte che assume l'obbligo di garanzia della salute la prova esimente della complicanza non prevedibile o non prevenibile a fronte dell'attestazione da parte del paziente e dei consulenti di ufficio e di parte di un aggravamento delle condizioni di salute non altrimenti spiegabile se non per una difettosa conduzione della prestazione sanitaria nella sua continuita'

LA PROVA della colpa lieve non esime dalla responsabilita' civile che considera la colpa in una dimensione lata inclusiva del dolo e della diligenza professionale e nel caso di specie i medici e la struttura non hanno dato la prova esimente della complicanza non prevedibile o nonprevenibile prova che incombe alla parte che assume l'obbligo di garanzia della salute e che non e' stata d

02/04/2013 Cure mediche e obiezione di coscienza documento protetto
Secondo la sentenza impugnata l'aborto farmacologico era stato eseguito da altro medico non obiettore e l'imputata si sarebbe rifiutata di assistere la paziente nel secondamento cioampa'uml durante la fase espulsiva giampa' iniziata che preoccupava l'ostetrica per possibili rischi di emorragia

13/03/2013 Risarcimento minimo a seguito di licenziamento per inidoneita' di un autista FFSS documento protetto
La dichiarazione di invalidita' del licenziamento a norma dell'art 18 della L n 300 del 1970 non comporta automaticamente la condanna del datore di lavoro al risarcimento del danno nella misura stabilita dal quarto comma con esclusione di ogni rilevanza dei profili del dolo o della colpa nel comportamento del recedente e cioe' per una forma di responsabilita'oggettiva

La dichiarazione di invalidita' del licenziamento a norma dell'art 18della L n 300 del 1970 non comporta automaticamente la condanna del datore di lavoro al risarcimento del danno nella misura stabilita dal quarto comma con esclusione di ogni rilevanza dei profili del dolo o della colpa nel comportamento del recedente e cioe' per una forma di responsabilita' oggett

12/03/2013 La responsabilita' del medico o dell'azienda ospedaliera e' quella tipica del professionista documento protetto
il direttore della clinica chirurgica consigliava al medico di base di sottoporre la M appena in condizioni di essere dimessa a visita oncologica specialistica

LaCorte di merito nel contestare le valutazioni della consulenza di parte considerata 'come illustrazione delle ragioni dell'appellante' mostra di ritenere non condivisibile il rilievo per il quale 'anziche'indirizzare la paziente al reparto oncolog

00/00/0000 Nesso eziologico tra responsabilita' colposa del medico e probabilita logicostatistica dell'aggravio delle condizioni del paziente documento protetto
La Corte d'Appello ha ritenuto di poter ravvisare connotazioni di colpa nella condotta del Dott C sotto il duplice profilo della imperizia e della negligenza laddove lo stesso continuo' il trattamento fibrinolitico pur in presenza di una sintomatologia tale da poter far ipotizzare un processo emorragico in atto omettendo di effettuare esami diagnostici di semplice esecuzione ed in particolare una TAC che avrebbe potuto dissipare qualsiasi dubbio in proposito

La Corte d'Appello ha ritenuto di poter ravvisare connotazioni di colpa nella condotta del Dott C sotto il duplice profilo della imperizia e della negligenza laddove lo stesso continuograve il trattamento fibrinolitico pur in presenza di una sintomatologia tale da poter far ipotizzare un processo emorragico in atto omettendo di effettuare esamidiagnostici di semplice esecuzione ed in

28/01/2013 Obbligatoria la sussitenza della garanzia assicurativa nell'espianto di organi
l'espianto dopo l'accertamento di tutti gli elementi prodromici alla autorizzazione della sua effettuazione deve anche presentare una soglia di copertura a garanzia dell'indubbio favor donantis presente nella legge

Di vero e venendo al primo motivo sotto il profilo della qualificazionedella domanda va ribadito come da giurisprudenza costante che la stessarientra nel potere di apprezzamento interpretativo del giudice del merito aprescindere dal nomen juris ad essa attribuita dalla parte e quind

16/10/2012 Applicabilita' della causa di giustificazione dello stato di necessita' nel caso di eccesso di velocita' documento protetto
A fronte di un simile quadro di fatto allora la valutazione sulla non punibilita' della condotta di guida tenuta dal D andava effettuata non solo con riguardo alle condizioni della partoriente ma anche e soprattutto con riguardo alla situazione del nascituro

Puograve pertanto affermarsi che il pronto intervento dello specialista nel caso di specie fu giustificato dalla necessita' di fornire il proprio apporto utile ad evitare una situazione non altrimenti evitabile di imminente pericolo di un grave danno alla persona dei due soggetti coinvolti nell'interventoLEGGI LA SENTENZA

13/12/2012 Responsabilita' medica documento protetto
NG sottopostasi a visita ginecologica presso lo studio privato dell'imputato B a distanza di una quindicina di giorni secondo le indicazioni che lo specialista le aveva dato si reca' presso la casa di cura OMISSIS presso la quale il B avrebbe dovuto eseguire in laparoscopia l'asportazione dell'ovaio destro affetto da una cisti

Come puntualmente evidenziato dalla Corte d'appello di Palermo nessun principio di affidamento puograve invocare a propria discolpa il B il quale in spregio alla regola minima di prudenza e diligenza aveva proceduto all'asportazione chirurgica sulla base di una mera annotazione cartacea pur proveniente dal medico addetto all'accettazione senza far luogo in sede p

14/05/2012 Delitto di esercizio abusivo della professione medica documento protetto
Risponde a titolo di concorso del delitto di esercizio abusivo della professione medica chiunque consenta o agevoli lo svolgimento da parte di persona non autorizzata di un'attivita' professionale per la quale sia richiesta una speciale abilitazione dello Stato

nella specie e' evidente che A fosse stato a conoscenza dell'attivita' abusiva svolta dal suo collaboratore come dimostra la vicenda riferitadalla B della prescrizione dell'antibiotico dopo l'intervento eseguito dal MLEGGI LA SENTENZALA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE SESTA PENALE ha pronu

24/10/2012 Reato di falsificazione della cartella clinica documento protetto
Nel caso concreto la falsificazione della cartella clinica costituiva fatto potenzialmente lesivo degli interessi delle parti civili costituite in quanto idoneo ad ostacolare l'individuazione dei soggetti che avevano operato sulla partoriente

Infondata e' anche la doglianza relativa alla mancata specificazione del danno Invero unica condizione essenziale dell'esercizio dell'azione civile in sede penale e' la richiesta di risarcimento la cui entita' puograve essere precisata in altra sede dalla stessa parte o rimessa alla prudente valutazione del giudice per cui l'omessa determinazione nell'appello o ne

09/05/2012 La posizione di garanzia del capo dell'equipe chirurgica non e' limitata all'ambito strettamente operatorio ma si estende al contesto postoperatorio
Tale enunciazione trova razionale giustificazione nel fatto che il momento immediatamente successivo all'atto chirurgico non e' per nulla avulso dall'intervento operatorio non foss'altro che per il fatto che le esigenze di cura ed assistenza del paziente sono con tutta evidenza rapportate alle peculiarita' dell'atto operatorio ed al suo andamento in concreto contingenze note al capo equipe piu' che ad ogni altro sanitario

Conclusivamente il caso rendeva altamente prevedibile il sopravvenire di complicanze che avrebbero richiesto in ogni caso un attento monitoraggio Tale monitoraggio non venne disposto anche per trascuratezza del sanitario e non consentigrave la tempestiva diagnosi dellecomplicanze e l'esecuzione delle terapie che avrebbero potuto salvare il pazienteLEGGI LA SENTENZAB

29/10/2012 Esercizio abusivo della professione documento protetto
corresponsabilita' nell'abusivo esercizio della professione materialmente posto in essere dall'odontotecnico desumendolo dal complesso compendio probatorio considerato dal quale risultava che l'odontotecnico M legale rappresentante del centro dentistico aveva prestato cure odontoiatriche a due pazienti dello stesso C responsabile sanitario dello stesso centro

La Corteterritoriale ha ricostruito i fatti ed attribuito all'imputato lacorresponsabilita' nell'abusivo esercizio della professione materialmente postoin essere dall'odontotecnico desumendolo dal complesso compendio probatorioconsiderato dal quale risultava che l'odontotecnico M legale rappresentantedel centro dentistico

03/10/2012 Falsa relazione dello psichiatra documento protetto
se a' indubbiamente vero che in linea generale tale falsificazione non pua' riguardare l'essenza del giudizio diagnostico eminentemente intellettivo valutativa cia' non pua' valere nell'ipotesi ricorrente nel caso di specie in cui la conclusione diagnostica sia solo in apparenza frutto di un processo valutativo ma costituisca in realta' una concordata e deliberata alterazione dell'oggettivita' clinica diretta a rappresentare la falsa esistenza degli estremi di una condizione personale utile a ottenere indebiti benefici dall'Autorita' giudiziaria

Col motivo diricorso di cui sopra sub 2a invero il ricorrente deduce censuresostanzialmente valutative e riferite in larga parte a segmenti circoscrittidel narrato dei collaboranti che perdono rilievo a fronte della generale ricostruzionedella vicenda operata dai giudici di merito che senza incorrere in vizirilevanti in questa se

05/09/2012 Utilizzazione di medicinali per terapia genica e per terapia cellullare somatica al di fuori di sperimentazioni cliniche documento protetto
La circostanza che si sia dunque in presenza della produzione e somministrazione di un medicinale radica incontestabilmente nell'attuale quadro normativo riassunto dalle difese dell'Avvocatura dello Stato la competenza di AIFA all'esercizio delle sue funzioni di farmacovigilanza

Ulteriori pubblicazioni scientifiche risultano consegnate alla Commissione ministeriale di indagine nel corso dell'ispezione svolta presso gli Spedali Civili il 2324 maggio 2012 la cui Relazione in data 9 maggio 2012 e' stata acquisita agli atti di causa a seguito dell'incombente istruttorio disposto con il decreto monocratico 21 luglio 2012 n 342 reiettivo della doma

00/00/0000 Responsabilita' medica conoscenza e applicazione delle cognizioni tecniche documento protetto
Il medico a' in particolare tenuto ad una prestazione improntata alla diligenza professionale qualificata dalla specifica attivita' esercitata ex artt 1176 2 co cc e 2236 cc nel cui ambito va distinta una diligenza professionale generica e una diligenza variamente qualificata giaccha' chi assume un'obbligazione nella qualita' di specialista o un'obbligazione che presuppone una tale qualita' a' tenuto alla perizia che a' normale della categoria v Cass 1342007 n 8826

La condotta del medico specialista a fortiori se tra i migliori del settore va esaminata non gia' con minore ma al contrario semmai con maggior rigore ai fini della responsabilita' professionale dovendo aversi riguardo alla peculiare specializzazione e alla necessita' di adeguare la condotta alla natura e al livello di pericolosita' dell

03/09/2012 Il chirurgo deve verificare la preparazione eseguita dall'anestesista e condizioni del paziente documento protetto
la paziente PG ricoverata il giorno omissis alla clinica omissis di a' dopo aver accusato forti dolori addominali su prescrizione dell'imputato CS primario chirurgo della clinica che dopo averla visitata ebbe a diagnosticarle 'uno stato infettivo di natura da determinarsi' era stata sottoposta nel corso del ricovero a diversi esami ematochimici ad esame ecografico dell'addome noncha' a colonscopia per sospetta sub occlusione intestinale

all'esito dell'autopsiala causa mortis veniva individuata in collasso cardiocircolatorio terminale inpaziente con grave insufficienza respiratoria da massiva aspirazione dimateriale gastro enterico polmone da shock insufficienza renale conoligoanuria grave

31/07/2012 Riduzione della capacita' lavorativa documento protetto
Il lucro cessante non pua' automaticamente discendere dall'invalidita' del soggetto

questa Corte e' costante nel ritenere che rientra nel potere discrezionale delgiudice del merito accogliere o rigettare l'istanza di rinnovo della consulenzatecnica d'ufficio senza che l'eventuale provvedimento negativo possa esserecensurato in sede di legittimita' quando risulti che gli elementi diconvincimento per d

22/12/2011 DENTISTA dissimulazione e mancanza della qualifica professionale
Gli interventi sulla P sono stati compiuti in assenza del consenso informato e con violazione della leges artis L'esito infausto che ne a' sortito esclude l'applicabilita' della scriminante riconosciuta agl

Non integra il reato di lesione personale ne' quello di violenza privata la condotta del medico che sottoponga il paziente ad un trattamento chirurgico diverso da quello in relazione al quale era statoprestato il consenso informato nel caso in cui l'intervento eseguito nel rispetto dei protocolli e delle leges artis si sia concluso con esito fausto essendo da esso deri

01/02/2012 Responsabilita' medica il medico deve tenere una condotta responsabile sotto ogni profilo per non incorrere in casi di responsabilita' penale documento protetto
L'analisi della giurisprudenza mostra che l'orientamento indulgente ha finito col coprire anche casi di grave leggerezza

L'analisi della giurisprudenza mostra che l'orientamento indulgente ha finito col coprire anche casi di grave leggerezza ed ha determinato unasituazione di privilegio per la categoria che e' parsa a molti anche incontrasto col principio costituzionale d'uguaglianza Si e' pure condivisibilmente ritenuto che tanta comprensio

00/00/0000 Il medico nella sua vesta di capo dell'equipe risponde anche del decesso avvenuto in fase postoperatoria documento protetto
Si lamenta che il giudice di merito ha affermato la responsabilita' sulla base di un generico ruolo di garanzia trascurando l'autonomia professionale dei medici di reparto destinatari per turno del paziente ricoverato e quindi titolari

Svolgimento del processo Motivi della decisione1 Il Tribunale diMessina a seguito di giudizio abbreviato ha affermato la penale responsabilita' di AF in ordine al reato di omicidio colposo in danno del piccolo RGLa pronunzia e' stata parzialmente riformata dalla Corte d'appello che ha ridotto la penaAll'imputato nella veste di capo dell'equipe chi

00/00/0000 Commette reato di falso ideologico il medico che rilascia il certificato medico senza avere visitato il paziente documento protetto
Quanto poi alla asserita natura colposa della condotta ci si chiede come il medico potesse non essere consapevole del fatto che egli stava certificando una patologia medica senza averla previamente verificata nell'immediatezza attraverso l'esame de

Si deve prima di tutto precisare che la falsa attestazione attribuita almedico non attiene tanto alle condizioni di salute della paziente quanto piuttosto al fatto che egli ha emesso il certificato senza effettuare una previa visita e senza alcuna verifica oggettiva delle suecondizioni di salute non essendo consentito al sanitario effettuare valutazioni o prescrizion

15/05/2012 Non c'e' responsabilita' della guardia medica se il paziente non ha osservato le prescrizioni sanitarie documento protetto
Con la integrazione sistematica la posizione dei sanitari della guardia medica sulla base della organizzazione del servizio di continuita' assistenziale all'epoca dei fatti vigente gennaio 2000 appare connotata dalla esistenza di un

Il primo motivo di ricorso risulta inammissibile ai sensi dello art360 bis n 1 del codice di rito nel testo vigente ratione temporis in quanto la Corte di appello nella qualificazione della natura contrattuale dello illecito quanto alla responsabilita' professionale dei medici e della struttura ha deciso le questioni di diritto in modo conforme ai dieta de

00/00/0000 Per la risarcibilita' del danno patrimoniale e' possibile far riferimento alle presunzioni documento protetto
Il quesito di diritto deve essere in particolare specifico e riferibile alla fattispecie v Cass Sez Un 512007 n 36 risolutivo del punto della controversia tale non essendo la richiesta di declaratoria di un'astratta affermazione di princip

Orbene nel non osservare i requisiti richiesti dallo schema delineato in giurisprudenza di legittimita' cfr in particolare Cass Sez Un 522008 n 2658 Cass Sez Un 512007 n 36i quesiti recati dal ricorso risultano formulati in termini difformi dal suindicato schema non recando la riassuntiva indicazione degli aspetti di fatto rilevanti del modo in cui i giudici del m

00/00/0000 La rilevanza dell'ignorantia legis scusabile implica che il giudizio di rimproverabilita' del soggetto agente deve necessariamente estendersi alla valutazione del processo formativo della sua volonta' documento protetto
L'individuazione dei parametri di valutazione del principio della scusabilita' dell'ignorantia legis inevitabile in difetto di una specifica indicazione del richiamato art 5 cod pen non pua' che essere rimessa all'i

Egrave certamente dato oggettivo incontestabile il difettoso raccordo che si determina tra una persona di etnia africana che migrata in Italia none' risultata essere ancora integrata nel relativo tessuto sociale e l'ordinamento giuridico del nostro Paese non puograve tale situazione risolversi semplicisticamente a danno della prima che in quanto portatrice di un bagaglio cul

00/00/0000 Responsabilita' medica spetta al danneggiato produrre la prova documento protetto
A tal riguardo va considerato altresa' che la limitazione di responsabilita' professionale ai soli casi di dolo o colpa grave ai sensi dell'art 2236 cc attiene esclusivamente alla perizia per la soluzione di problem

Non puograve quindi ravvisarsi detta limitazione nelle ipotesi di imprudenza e di negligenza dovendosi cosigrave ritenere che la responsabilita' sussista anche per cola lieve quando per omissione di diligenza ed inadeguata preparazione provochi un danno nell'esecuzione di un intervento operatorio o di una terapia medica Quanto alla ripartizione dell'onere probatorio incombe

00/00/0000 La cartella clinica anche se incompleta non rileva l'ipotesi di falso materiale in atto pubblico documento protetto
Il dr A ha solo posticipato la redazione della relazione riportata nella cartella clinica che era rimasta nel reparto e ha un'importanza decisiva il fatto che questa non era stata ancora trasmessa e presa in carico dalla direzione sanitaria dell'ospeda

In ogni caso non ricorre l'ipotesi di falso materiale in atto pubblico solo perche' nella scheda termometrica non compariva la dicitura quot visita condizioni generali migliorate continua la terapiaquot perche' in essa sono contenute valutazioni implicite posto che l'effettuazione della visita e' conseguenza del fatto che il omissis l'A era il solo medi

00/00/0000 E' responsabile il medico in caso di imperizia e negligenza
B P medico in servizio presso il pronto soccorso dell'ospedale di Rimini a' stato tratto a giudizio per rispondere del delitto di omicidio colposo in pregiudizio del paziente G A Secondo l'accusa il B avendo trascurato di valuta

Incoerente poi si presenta la indicazione dei quotplurimi segnaliquot che hanno fatto insorgere negli stessi giudici quei dubbi e che sono stati indicati nell'esito negativo che avevano dato la manovra di Blumberg eseguita alle ore 2240 da altro sanitario dell'ospedale l'ecografigravea eseguita alle ore 324 che non aveva evidenziato segni di versamento libero in cavo periton

00/00/0000 Diagnosi differenziale condotta colposa del medico
Negligenza imprudenza imperizia e violazione delle norme che presidiano l'ars medica percha' in presenza dei sintomi manifestati dalla R e pur risultando dall'anamnesi che la paziente non aveva mai sofferto di pregresse

E' altresigrave pacifico alla luce del consolidato indirizzo affermatosi in materia nella giurisprudenza di questa Corte che versa in colpa il medico che di fronte ad una sintomatologia idonea a porre una diagnosi differenziale mantenga ferma l'erronea posizione diagnostica iniziale quotin tema di responsabil

00/00/0000 Rivalutazione indenita' per danni da emotrasfusioni
la Corte costituzionale nella sentenza n 27 del 1998 ha ritenuto che la mancata previsione del diritto agli interessi e alla rivalutazione sull'assegno una tantum non ne comporti l'iniquita' nel senso di renderlo talmente esiguo da ri

In particolare la difesa erariale nega che dalla finalita' essenzialmente solidaristica e assistenziale dell'indennizzo nel caso di danni determinati da emotrasfusione si possa fare discendere un necessario adeguamento di tutte le sue componenti compresa quella commisurata all'indennita' integrativa speciale pena la violazione del contenuto economico del diritto e la co

00/00/0000 Diritto sanitario Sospensione del medico per terapia inadatta
l'impossibilit di proiettare le diapositive era stata determinata secondo quanto emergeva dai lavori dell'organo disciplinare di prima istanza

Terapia finalizzata al recupero del posto in squadra dell'atleta LEGGI LA SENTENZA SUPREMA CORTE DI CASSAZIONESEZIONE III CIVILESentenza 23 agosto 2011 n 17496Svolgimento del processoL'iter del procedimento viene cosig

01/12/2016 Recesso intimato all'esito della procedura di licenziamento collettivo documento protetto
La cd prova di resistenza principio funzionale a conservare la validita' di una fattispecie negoziale in presenza di un vizio relativo ad una sola posizione del rapporto plurilaterale non poteva estendersi alla disciplina della collocazione in mobilita' dei lavoratori in ragione della sua natura pubblicistica e della azionabilita' anche da parte delle sigle sindacali interessate

Leggi la Sentenza

06/06/2016 Responsabilita' sanitaria Omicidio e lesioni colpose documento protetto
In tema di responsabilita' medica il giudice in applicazione dell'art 2 comma 2 codpen deve procedere d'ufficio all'accertamento del grado di colpa

l'intervenuta parziale abolitio realizzata dall'art 3 legge n 189 del 2012 in relazione alle ipotesi di omicidio e lesioni colpose connotate da colpa lieve comporta che nei procedimenti relativi a tali reati pendenti in sede di merito alla data di entrata in vigore della novella il giudice in applicazione dell'art 2 comma 2 codpen deve procedere d'ufficio all

23/06/2016 Nullita' contrattuale Cure odontoiatriche documento protetto
Odontotecnico citato in giudizio al fine di ottenere il risarcimento dei danni subiti per le cure dentistiche dallo stesso praticate l'azione proposta viene fatta rientrare nell'alveo della responsabilita' contrattuale come azione risarcitoria conseguente all'inadempimento di un contratto di prestazione d'opera professionale

Il rilievo officioso della nullita' contrattuale non attiene soltantoalle azioni di impugnativa negoziale adempimento risoluzione per qualsiasi motivo annullamento rescissione ma investe anche la domanda di risarcimento danni per inadempimento contrattuale che sia stata proposta in via autonoma da quella di impugnazione del presuppostocontr

07/07/2016 Infezione da emotrasfusione Risarcimento documento protetto
Non e'sostenibile che una struttura ospedaliera allorche' effettui una operazione d'urgenza non operi in stato di necessita' e pertanto non sia esente da ogni obbligo di rispetto delle ordinarie regole di prudenza

Deve escludersi che una struttura sanitariache esegua all'interno di essa un intervento chirurgico di urgenza agisca in stato di necessita' e possa di conseguenza essere ritenuta non responsabile ex art 2045 cc dei danni riportati dai pazienti ove glistessi abbiano subito un danno ingiustoLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE

03/02/2016 Emotrasfusione Risarcimento danni documento protetto
Con DM Salute 4 marzo 2008 e successive modificazioni e' stata istituita una Commissione con il compito di provvedere alla propedeutica attivita' istruttoria per la determinazione dei criteri in base ai quali definire le transazioni da stipulare

nei casi in cui l'amministrazione sia stata condannata al risarcimento per un importo complessivo al lordo di interessi rivalutazione e speselegali superiore agli importi riportati nella tabella allegata il limite massimo inderogabile per la transazione sara' pari all'80 dell'importo stabilito in sentenza nei casi di sentenza non definitiva di primo grado e al 90 nei casi di

05/05/2016 Equipe medica Responsabilita' documento protetto
Quando alla cura del paziente concorrono piu' sanitari l'accertamento del nesso causale rispetto all'evento verificatosi deve essere compiuto con riguardo alla condotta e al ruolo di ciascuno non potendosi configurare una responsabilita' di gruppo in base ad un ragionamento aprioristico

a responsabilita' penale di ciascun componente di una e'quipe medica per un evento lesivo occorso al paziente sottoposto ad intervento chirurgiconon puograve essere affermata sulla base dell'accertamento di un errore diagnostico genericamente attribuito alla e'quipe nel suo complesso ma va legata alla valutazione delle concrete mansioni di ciascun componente nel

09/05/2016 Responsabilita' medica e lesioni colpose documento protetto
In tema di lesioni personali determinate da colpa medica il concetto di notizia assuma un contenuto piu' complesso riferendosi non gia' al momento in cui la persona offesa ha avuto consapevolezza della patologia contratta bensi' a quello concomitante o eventualmente successivo in cui la stessa e' venuta a conoscenza della possibilita' che sulla menzionata patologia abbiano influito errori diagnostici o terapeutici dei sanitari che l'hanno curata

ai sensi dell'art 128 cp il termine per proporre formale querela decorre dal giorno della notizia del fatto che costituisce reatoLEGGI LA SENTENZAscarica il documento

08/03/2016 Controlli sul feto Responsabilita' medica documento protetto
Sul risarcimento di tutti i danni patiti in conseguenza della negligente ed imperita assistenza medica prestata all'attrice durante la sua gravidanza omessa informazione sull'esistenza di gravissime malformazioni fetali in capo al nascituro colpevolmente non rilevate neppure nel corso degli accertamenti ecografici

in tema di responsabilita' medica il sanitario che formuli una diagnosi di normalita' morfologica del feto anche sulla base di esami strumentali che non ne hanno consentito senza sua colpa la visualizzazione nella sua interezza ha l'obbligo d'informare la paziente della possibilita' diricorrere ad un centro di piugrave elevato livello di specializzazione in vista

13/02/2015 Responsabilita' medica Obbligo del consenso informato
Il medico ha il dovere di informare il paziente in ordine alla natura dell'intervento alla portata dei possibili e probabili risultati conseguibili e delle implicazioni verificabili

l'acquisizione da parte del medico del consenso informato costituisce prestazione altra e diversa da quella dell'intervento medico richiestogli assumendo autonoma rilevanza ai fini dell'eventuale responsabilita' risarcitoria in caso di mancata prestazione da parte del pazienteLEGGI LA SENTENZASuprema Corte d

03/03/2016 Abusivo esercizio della professione medica
Nel caso in esame l'imputato avrebbe esercitato abusivamente la professione medica senza la necessaria laurea in medicina e la successiva abilitazione visitando i pazienti sottoponendoli alla biorisonanza magnetica con un apposito macchinario effettuando diagnosi e consigliando loro la cura anche tramite farmaci omeopatici che a volte provvedeva a vendere direttamente

per la sussistenza del reato di abusivo esercizio della professione medica deve aversi riguardo al concreto svolgimento di atti tipici cioe'di atti riservati a detta professione dovendo negarsi che possa avere rilievo per escluderne la configurabilita' la circostanza che l'agente non si presenti come medico ma come esercente un'attivita' alte

27/11/2015 Sangue infetto responsabilita' del Ministero della salute e non della casa di cura documento protetto
La struttura si impegna a fornire al paziente una prestazione articolata definita genericamente di assistenza sanitaria che ingloba al suo interno oltre alla prestazione principale medica anche una serie di obblighi cd di protezione ed accessori tra i quali quelli concernenti la identificabilita' del donatore e del centro trasfusionale di provenienza cd tracciabilita' del sangue Tutto cio' non sussiste quando la struttura non provveda direttamente con un autonomo centro trasfusionale

omesso esercizio del dovere ministeriale di direttiva controllo e vigilanza In materia di impiego di sangue umano per uso terapeutico volto a garantire l'utilizzazione di sangue non infetto e proveniente dadonatori conformi agli standard di esclusione di rischi quali conosciuti al piugrave alto livello scientifico mondiale gia' dal 1978 per via della raggiunta conoscenza della

22/12/2015 Responsabilita' medica condotta omissiva nascita indesiderata
Una volta accertata l'esistenza di un rapporto di causalita' tra un comportamento colposo anche se anteriore alla nascita ed il danno che ne sia derivato al soggetto che con la nascita abbia acquistato la personalita' giuridica sorge e dev'essere riconosciuto in capo a quest'ultimo il diritto al risarcimento

Nucleo centrale della disamina e' quello della legittimazione ad agire dichi al momento della condotta del medico in ipotesi antigiuridica non era ancora soggetto di diritto alla luce del principio consacrato all'art1 cod civ La capacita' giuridica si acquista dal momento della nascita conforme ad un pensiero giuridico plurisecolare LEGGI

19/09/2014 Responsabilita' medica Consenso informato
Il consenso informato e' configurato come elemento strutturale dei contratti di protezione quali sono quelli che si concludono nel settore sanitario L'inadempimento del debitore della prestazione di garanzia e' idonea a ledere diritti inviolabili della persona cagionando anche pregiudizi non patrimoniali

sulla responsabilita' del chirurgo e della struttura sia in relazione alla produzione del fatto dannoso determinante la morte sia in relazione allaresponsabilita' da inadempimento in relazione alla omessa o incompleta prestazione del consenso informatoLEGGI LA SENTENZASuprema Corte di Cassazione

05/05/2015 Responsabilita' medica Onere della prova documento protetto
In presenza di interventi sanitari cd routinari e' onere del professionista provare l'assenza di colpa in relazione alla condotta tenuta

il medico nonostante il paziente gli avesse espressamente rappresentato l'esistenza di altra corretta diagnosi infezione micotica del glande da candida albicans in luogo della diagnosticata psoriasiaveva addirittura insistito nel proprio convincimento a distanza di

04/08/2015 Responsabilita' medica Scambio cartelle cliniche documento protetto
La giusta causa di licenziamento quale fatto che non consenta la prosecuzione anche provvisoria del rapporto e' una nozione che la legge configura con una disposizione inquadrabile nelle cosiddette clausole generali di contenuto limitato e generico che richiede di essere specificato in sede interpretativa mediante la valorizzazione sia di fattori esterni relativi alla coscienza generale sia di principi che la stessa disposizione tacitamente richiama Tali specificazioni del parametro normativo hanno natura giuridica e la loro disapplicazione e' quindi deducibile in sede di legittimit come violazione di legge

il giudice deve valutare da un lato la gravita' dei fatti addebitati al lavoratore in relazione alla portata oggettiva e soggettiva dei medesimi alle circostanze nelle quali sono stati commessi ed all'intensita' dell'elemento intenzionale dall'altro la proporzionalita' fra tali fatti e la sanzione inflitta stabilendo se la lesione dell'elemento fiduciario

22/12/2015 Responsabilita' medica per nascita indesiderata
La madre e' onerata dalla prova controfattuale della volonta' abortiva ma pu assolvere lonere mediante presunzioni semplici

il nato con disabilita' non e' legittimato ad agireper il danno da vita ingiusta poiche' l'ordinamento ignora il diritto a non nascere se non sanoLEGGI LA SENTENZACORTE DI CASSAZIONE SEZ UNITESENTENZA

19/10/2015 La responsabilita' di una struttura ospedaliera per l'esito delle cure prestate al paziente e' di natura contrattuale documento protetto
La responsabilita' contrattuale di una struttura ospedaliera deriva dall'obbligo di erogare la propria prestazione con la massima diligenza e prudenza oggetto di obbligazione contrattuale nel contratto cd di spedalita'

nel contiguo campo della responsabilit peraltro extracontrattuale e quindi caratterizzato da maggiori oneri di allegazione e prova proprio in capo al danneggiato che non si ravvisano nella fattispecie per la natura notoriamente contrattuale della responsabilit nel cd contrattodi spedalit della pubblica amministrazione per i sinistri dovuti alla c

11/11/2015 Responsabilita' medica Decesso di un neonato documento protetto
Se la responsabilita' di un evento e' riferibile a piu' soggetti ma solo uno di questi viene citato in giudizio la domanda andra' rigettata

ove accertato che la condotta sia stata idonea in concreto a causare il danno l'autore ne risponde in termini di nesso causale interamente anche se vi sono altre condotte concorrenti di altri soggetti che hanno contribuito a causarloLEGGI LA SENTENZATribunale di Roma Sez XIIISentenza del 11 novembre 2015

27/10/2015 Sul criterio da adottare nella liquidazione del danno non patrimoniale documento protetto
In tema di responsabilita' civile derivante da attivita' medicochirurgica in base alla regola di cui all'art 1218 cc il pazientecreditore ha il mero onere di provare il contratto e allegare il relativo inadempimento o inesatto adempimento e cioe' la difformita' della prestazione ricevuta rispetto al modello normalmente realizzato da una condotta improntata alla dovuta diligenza non essendo invece tenuto a provare la colpa del medico eo della struttura sanitaria e la relativa gravita'

In ambito contrattuale come del pari ai fini della responsabilita' extracontrattuale la colpa in realta' si sostanzia oltre che nell'inosservanza di leggi regolamenti regole e discipline nell'obiettiva violazione degli aspetti della diligenza della prudenza edella perizia colpa obiettiva al cui rispetto il debitore nonche' il soggetto nei comuni rapporti del

27/11/2015 Responsabilita' medica Reperibilita' documento protetto
Risponde del delitto di omissione di atti di ufficio il sanitario ospedaliero in servizio di pronta reperibilita' che chiamato dal medico gia' presente nel nosocomio si rifiuta di recarsi in ospedale

il servizio di pronta disponibilita' previsto dal DPR 25 giugno 1983n 348 e' finalizzato ad assicurare una piugrave efficace assistenza sanitaria nelle strutture ospedaliere ed in tal senso e' integrativo e non sostitutivo del turno cosiddetto di guardiaLEGGI LA SENTENZACorte di Cassazione

19/10/2015 Responsabilita' medica Emergenza mal gestita documento protetto
Sulla condanna al risarcimento dei danni emessa dal Tribunale di Patti nei confronti della ASL in relazione alla morte di un paziente ricoverato a seguito di un gravissimo infortunio sul lavoro

una struttura ospedaliera deve tenere condotteadeguate alle condizioni disperate del paziente ed in rapporto alle precarie o limitate disponibilita' di mezzi o risorse benche' conformi alle dotazioni o alle istruzioni previste dalla normativa vigente adottando di volta in volta le determinazioni piugrave idonee a scongiurare l'impossibilitagr

16/01/2015 Omicidio colposo negligenza o imperizia di un'infermiera professionale documento protetto
Sugli obblighi giuridici connessi alla tutela della salute e della complessiva salvaguardia dell'integrita' dei pazienti affidati alle cure del personale infermieristico

OMISSIS nel somministrare al paziente un anticoagulante in previsione dell'intervento chirurgico poi rimandatodovendo annotare tale circostanza sulla scheda unica di terapia aveva tralasciato di riesaminare con attenzione detta scheda sulla quale era gia' stata riportata la prescrizione del farmaco Amplital antibiotico della famiglia delle penicilline senza rilevarne e cons

04/09/2015 Medico condannato per peculato documento protetto
Medico si appropria delle somme corrisposte dai pazienti per le prestazioni rese in regime di intramoenia anziche' indirizzarli presso gli sportelli di cassa dell'ente pubblico

delitto di peculato sul rilievo che il B al fine di ottenere vantaggi economici aveva eluso le procedure predisposte dall'ASL per la fissazione degli appuntamenti e la percezione del denaro nell'esercizio quotseppure con modalita' illegittime ed anomalequot dell'attivita' professionale intramurariaLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE

20/10/2015 Responsabilita' medica Danno da vaccinazione documento protetto
Nessuna responsabilita' puo' essere addebitata al medico se questi ha eseguito in conformita' i protocolli sanitari

Nei giudizi di risarcimento del danno causato da attivita' medica l'attore ha l'onere di allegare e di provare l'esistenza del rapporto di cura il danno ed il nesso causale mentre ha l'onere di allegare ma non anche di provare la colpa del medicoLEGGI LA SENTENZA

29/09/2015 Responsabilita' medica intervento chirurgico obbligo del consenso documento protetto
L'obbligo del consenso informato costituisce legittimazione e fondamento del trattamento sanitario senza il quale l'intervento del medico e' al di fuori dei casi di trattamento per legge obbligatorio o in cui ricorra uno stato di necessita' sicuramente illecito anche quando e' nell'interesse del paziente

l'acquisizione da parte del medico del consenso informato costituisce prestazione altra e diversa da quella dell'intervento medico richiestogli assumendo autonoma rilevanza ai fini dell'eventuale responsabilita' risarcitoria in caso di relativa mancata prestazione da parte del pazienteLEGGI LA SENTENZACorte di Cassazione

18/09/2015 Accertamento invalidita' minore documento protetto
Con riferimento a persona minore si deve in primo luogo considerare ai fini dello stabilire l'effettiva sussistenza di un danno patrimoniale la percentuale di invalidita' permanente medicalmente accertata e si assume che l'accertamento nella specie di una invalidita' rilevante del trenta per cento non poteva giustificare l'esclusione della sua incidenza sulla capacita' lavorativa tenuto conto che gli esiti invalidanti si ripercuoteranno sulle comuni attivita' esistenziali

L'accertamento in un minore in eta' infantile che lo stato di invalidita'permanente alla persona nella specie sordita' causata da non tempestivadiagnosi di meningite stimata come determinativa di invalidita' nella misuradel 30 derivante da cofosi bilaterale cagionato da responsabilita' medicasia rimediabile e sia stato in c

16/04/2015 Sinistro stradale documento protetto
Pedone investito da un'autovettura veniva portato in ospedale ma la struttura ospedaliera causava lesioni ben piu' gravi dell'incidente stesso Sulla ripartizione di responsabilita' tra l'investitore e l'ospedale

In tema di responsabilita' contrattuale del medico nei confronti del paziente per danni derivanti dall'esercizio di attivita' di caratteresanitario il paziente ha il solo onere di dedurre qualificate inadempienze in tesi idonee a porsi come causa o concausa del danno restando poi a carico del debitore convenuto l'onere di dimostrare o chenessun rimprovero di scarsa d

06/08/2015 Responsabilita' medica Decesso neonato documento protetto
Quando la condotta del medico deve considerarsi concausa dell'evento

secondo la Corte nel caso di specie sussisteva la prevedibilita' dell'evento in tal senso intesa ossia come quotsignificativa situazione didannoquot ancorche' non come specifica rappresentazione ex ante dell'evento dannoso atteso che il D per la sua esperienza professionale medica avrebbe dovuto prefigurarsi il grave danno che la somministrazione di olio di ricino

09/05/2012 Il medico e' responsabile anche della fase post operatoria documento protetto
Respinto il ricorso di un medico gia' condannato per omicidio colposo a seguito della morte di un neonato operato con un solo giorno di vita per l'esecuzione di ileostomia senza averne disposto il ricovero in una unita' di terapia intensiva

le esigenze di cura ed assistenza del paziente sono con tutta evidenza rapportate alle peculiarita' dell'atto operatorio ed al suo andamentoLEGGI LA SENTENZAscarica il documento

16/01/2015 Imperizia del medico L'infermiere ha l'obbligo di segnalarlo
Nel caso in esame il personale medico avrebbe dovuto provvedere alla verifica e ai necessari controlli sulla correttezza delle prescrizioni terapeutiche disposte nei confronti del paziente

in tema di causalita' non puograve parlarsi di affidamento quando colui che si affida sia in colpa per avere violato determinate norme precauzionalio per avere omesso determinate condotte e ciononostante confidi che altri che gli succede nella stessa posizione di garanzia elimini la violazione o ponga rimedio alla omissione con la conseguenza che qualora anche per l'omissio

22/06/2015 Odontoiatra condannato per denti non devitalizzati bene documento protetto
Condannato al risarcimento dei danni conseguenti a sua negligenza professionale nell'esecuzione di una terapia odontoiatrica

non vi era prova dell'esistenza di vizi o difetti nella realizzazione della protesi da parte dell'odontoiatra ciograve nonostante i denti sui quali il dott F era intervenuto risultavano devitalizzati in maniera non corretta con conseguente necessita' di rimuovere la protesi stessa con esborso previsto della somma di euro 426080LEGGI LA SENTENZA

19/06/2015 Risarcimento per il figlio nato morto documento protetto
Risarcimento dei danni subiti per il fatto che il loro primo figlio era nato morto assumendo che cio' era dipeso dalla condotta dei sanitari dell'Ospedale che avevano ricoverato la partoriente soltanto quando la gravidanza era giunta quasi al decimo mese di gestazione ed avevano ritardato i necessari interventi

deve ritenersi che anche a voler assimilare come ha fatto la Corte romana la situazione del feto nato morto al decesso di un figlio non puograve tuttavia non considerarsi che per il figlio nato morto e'ipotizzabile soltanto il venir meno di una relazione affettiva potenziale che cioe' avrebbe potuto instaurarsi nella misura massima del rapporto genitorefiglio ma c

30/05/2014 Negligenza diagnostica Risarcimento documento protetto
L'errore diagnostico anche nel caso in cui non abbia avuto alcuna influenza negativa sull'evoluzione sul trattamento e sulla prognosi di una patologia e' comunque idoneo ad ingenerare nel paziente uno stato d'ansia e quindi un danno non patrimoniale

deve quindi ritenersi provata l'esistenza di un nesso causale tra la negligenza diagnostica ela sindrome depressiva manifestata con disperazione e pianto descritta dal teste escusso in quanto il collocamento temporale di tale stato comprova la sussistenza di un rapporto eziologico causa effetto tra la errata diagnosi ed il pegg

16/10/2012 CdS annullamento verbale
La condotta di guida tenuta dal ricorrente seppur effettivamente in contrasto con la norma del codice della strada era stata dovuta alla necessita' per il D medico pediatra di raggiungere nel minor tempo possibile la struttura sanitaria ove prestava servizio al fine di intervenire al parto con taglio cesareo che aveva dovuto essere eseguito quella notte

al fine di effettuare quell'intervento era stata allertata l'equipe chesolitamente opera in questi casi e che e' costituita da diverse figure professionali quali un'ostetrica un ginecologo un anestesista ed un neonatologo i primi due di turno presso la casa di cura e gli altri duereperibili Entrambi i testi che sono stati sentiti hanno poi dichiarato che la pr

09/04/2015 Reati sessuali Abuso di autorita' di un medico ospedaliero documento protetto
E' procedibile d'ufficio il reato di violenza sessuale commesso all'interno della struttura sanitaria ai danni di una paziente da un medico ospedaliero rimanendo irrilevante che questi per il rapporto di fiducia instauratosi con la paziente abbia fissato le visite senza seguire il normale iter burocratico per l'accettazione in quanto tale circostanza non modifica la natura pubblicistica del rapporto intercorso tra medico e

in materia di delitti di violenza sessuale la procedibilita' d'ufficio determinata dalla ipotesi di connessione prevista dall'art 609 septiescomma quarto n 4 cod pen si verifica non solo quando vi e' connessione in senso processuale art 12 cod proc pen ma anche quando v'e' connessione in senso materiale cioe' ogni qualvolta l'i

21/01/2015 Lesioni personali Rottura di un incisivo
Integra la fattispecie criminosa di cui all'art 583 comma primo n 2 cod pen anche l'avulsione di un solo dente incisivo in quanto occorre far riferimento alla naturale funzionalita' dell'organo indipendentemente dalla possibile applicazione di una protesi dentaria

in tema di lesioni personali deve ritenersi immune da censure la sentenza di merito che ha ravvisato l'aggravante dell'indebolimento permanente di un senso o di un organo in ipotesi di sublussazione e successiva devitalizzazione di un dente in conseguenza della condotta lesiva posta in essere dall'imputatoLEGGI LA SENTENZACassazione penale sez V sentenza

09/04/2015 Abusi sessuali
Medico specialista in pneumologia operante presso l'ospedale induceva a subire atti sessuali anche abusando delle condizioni di inferiorita' fisica e psichica al momento del fatto nel quale versavano le persone offese

i reati di violenza sessuale sono procedibili senza necessita' di querelaanche nell'ipotesi di collegamento investigativo rilevante a norma dell'art 371 comma secondo cod proc pen con altra fattispecie procedibile di ufficio sul rilievo che la ragione della perseguibilita' d'ufficio dei delitti contro la liberta' sessuale non risiede nel dis

20/01/2015 Responsabilita' medica Risarcimento del danno da ripetute trasfusioni di sangue e plasma documento protetto
Sull' obbligo dell'ospedale di controllare attraverso esami specifici il contenuto delle sacche di sangue e di plasma somministrate e di verificare attraverso un accurato screening la loro bonta' nonche' la natura l'identita' dei donatori la loro provenienza

ritiene il Collegio che la decisione impugnata e' conforme ai principi predicati dalle Sezioni Unite con le note sentenze del 11 gennaio 2008nn 576 e segg secondo cui in applicazione del principio della quotpercepibilita'quot e quotconoscibilita'quot del danno unitamente a quello della quotrapportabilita' causalequot il termine di

22/03/2013 Medico scambia per tracheite una malformazione cardiaca documento protetto
Errore diagnostico nel quale era colposamente incorso il dottOMISSIS per aver espresso una diagnosi senza aver atteso l'esito degli accertamenti clinici che pure erano stati disposti

in tema di colpa professionale medica l'errore diagnostico si configura non solo quando in presenza di uno o piugrave sintomi di una malattia non si riesca ad inquadrare il caso clinico in una patologia nota alla scienza o si addivenga ad un inquadramento erroneo ma anche quando si ometta di eseguire o disporre controlli ed accertamenti doverosi ai fini di una corretta formulazione

27/08/2014 Responsabilita' medica Responsabilita' extracontrattuale
Embolia polmonare a seguito di un errato trattamento anticellulitico a base di ossigenoozono con arresto cardiorespiratorio fibrillazione ventricolare ischemia cardiaca e un'embolizzazione cerebrale

La struttura sanitaria e' infatti direttamente responsabile allorquando l'evento dannoso risulti come nella specie da ascriversi alla condotta colposa posta in essere quand'anche a sua insaputa cfr Cass 1752001 n 6756 dal medico nel caso la P della cui attivita' essa si e' comunque avvalsa per l'adempimento della propria obbligazione contrattuale ed

13/02/2015 Responsabilita' medica documento protetto
I medici non avevano adempiuto all'obbligo di fornire ai genitori una adeguata informazione pure a fronte di espressa richiesta di rilascio di impegnativa per amniocentesi o per ulteriori o differenti esami volti a conoscere l'esistenza di anomalie o malformazioni del feto aveva escluso la necessita' che la gestante vi si sottoponesse in ragione dei connessi rischi abortivi e in assenza di precedenti familiari

la responsabilita' conseguente alla mancata ottemperanza agli obblighi informativi ha carattere contrattuale e non precontrattuale di talche'sbquo afronte dell'allegazione da parte del paziente dell'inadempimento di siffatti obblighi e' il medico gravato dell'onere della prova di avere adempiuto alla relativa obbligazioneLEGGI LA SENTENZA

24/09/2014 Vaccino esavalente riconosciuto vitalizio al bambino autistico documento protetto
Il bambino successivamente e nell'immediata prossimita' rispetto alla iniezione delle tre dosi della vaccinazione esavalente Infanrix Hexa SK nel 2006 RGL avrebbe manifestato sintomi patologici fino alla diagnosi di autismo

Il consulente sulla base dell'attenta analisi esposta e' venuto cosigrave aconcludere che quote' probabile in misura certamente superiore al contrario che il disturbo autistico del piccolo RGL sia stato concausato sulla base di un polimorfismo che lo ha reso suscettibile alla tossicita' di uno o piugrave ingredienti o inquinanti dal vaccino Infanrix He

17/12/2014 Responsabilita' medica Reati omissivi documento protetto
In tema di colpa professionale medica l'errore diagnostico si configura non solo quando in presenza di uno o piu' sintomi di una malattia non si riesce a inquadrare il caso clinico in una patologia nota alla scienza o si addivenga a un inquadramento erroneo ma anche quando si omette di eseguire o disporre controlli e accertamenti doverosi ai fini di una corretta formulazione della diagnosi

ove il sanitario si trovi di fronte ad una sintomatologia idonea a porreuna diagnosi differenziale profilo su cui si concentrano le critiche difensive segnalando il significato polivalente ovvero non univoco attribuito dagli stessi consulenti tecnici del pubblico ministero ai segni di sospetto registrati dagli accertamenti strumentali la condotta e' colposa quando non vi si pro

28/11/2014 Sanita' causalita' omissiva nell'attivita' medicochirurgica
Responsabilita' medica n ordine al reato di omicidio colposo in danno di una paziente giunta al reparto di neurologia affetta da un grave aneurisma cerebrale per non essersi attivata ad eseguire un intervento chirurgico con il quale secondo la difesa la donna si sarebbe potuta salvare

Questa Corteanche a sezioni unite SU Franzese 2002 S U Espenhanh 2014 haripetutamente chiarito che anche nell'ambito della causalita' omissiva vale laregola di giudizio della ragionevole umana certezza e che tale apprezzamentova compiuto tenendo conto da un lato delle informazioni di caratteregeneralizzante afferent

03/12/2014 Responsabilita' medica lesioni gravi colpose nel corso dell'esecuzione di isterectomia documento protetto
In taluni casi la complicanza costituisce una contingenza avversa spesso connessa alle complesse imponderabili ed ingovernabili interazioni che si sviluppano in ambito biomedico che prescinde dalla presenza di condotte rimproverabili del terapeuta In altri casi invece la complicanza e' conseguenza di condotta non appropriata del sanitario

occorre individuare la causa dell'evento il rischio che in esso si e' concretizzato Si richiede altresi' di comprendere se la gestione di quello specifico rischio sia governata da linee guida qualificate se ilprofessionista si sia ad esse attenuto se infine nonostante tale complessivo ossequio ai suggerimenti accreditati vi sia stato alcun errore e nell'affer

17/07/2014 Reo il ginecologo che non informa la paziente della gravidanza in corso
Sussistente la condotta colposa del medico e la lesione del diritto della donna ad essere informata sull'esistenza della gravidanza Inoltre poiche' in base a tale accertamento il sanitario e' stato condannato al risarcimento del danno non patrimoniale la Corte d'appello avrebbe dovuto necessariamente condannare il convenuto anche al risarcimento dei danno patrimoniale rappresentato dagli oneri di mantenimento del figlio

Nel nostro ordinamento non esistono danni in re ipsa risarcibili sol perche' si dimostri l'avvenuta lesione d'un diritto La lesione del diritto e' il presupposto necessario ma non sufficiente per pretendere il risarcimento del danno ad esso dovra' necessariamente conseguire una perdita patrimoniale o di altro tipo L'eventuale lesione del diritto di interrompere l

21/11/2011 Cartella clinica alterata falso in atto pubblico
Il medico successivamente alla data indicata nel diario giornaliero ha indicato dei fatti non contestualmente al loro verificarsi da cio' la condanna ad otto mesi di reclusione per il reato di cui all'art 476 cp che punisce il pubblico ufficiale che nell'esercizio delle sue funzioni forma in tutto od in parte un atto falso o altera un atto vero

Secondo un condivisibile orientamento giurisprudenziale la cartella clinica redatta da un medico di un ospedale pubblico e' caratterizzata dalla produttivita' di effetti incidenti su situazioni giuridiche soggettive di rilevanza pubblicistica nonche' dalla funzione della documentazione di attivita' c

17/07/2014 Responsabilita' civile della struttura sanitaria Legge Balduzzi documento protetto
La responsabilita' risarcitoria della struttura sanitaria per l'inadempimento eo per l'inesatto adempimento delle prestazioni dovute in base al contratto di spedalita' va inquadrata nella responsabilita' da inadempimento ex art 1218 cc e nessun rilievo a tal fine assume il fatto che la struttura sia essa un ente pubblico o un soggetto di diritto privato per adempiere le sue prestazioni si avvalga dell'opera di suoi dipendenti o di suoi collaboratori esterni esercenti professioni sanitarie e personale ausiliario e che la condotta dannosa sia materialmente tenuta da uno di questi soggetti Infatti a norma dell'art 1228 cc il debitore che per adempiere si avvale dell'opera di terzi risponde anche dei fatti dolosi o colposi di costoro

In merito alla responsabilita' del medico dipendente eo collaboratore della struttura sanitaria autore della condotta attiva o omissiva produttiva del danno subito dal paziente col quale tuttavia non ha concluso un contratto diverso ed ulteriore rispetto a quello che obbliga la struttura n

03/09/2014 Risarcimento dei danni conseguenti ad un intervento chirurgico documento protetto
Il medico ha eseguito senza il consenso dei genitori un intervento di rimodellamento delle ossa del cranio con finalita' meramente estetiche che aveva poi condotto alla cecita'

l'odierno ricorso pone all'esame di questa Corte il delicato problema della configurabilita' a carico del medico che esegua un intervento chirurgico per il quale non vi e' consenso da parte del paziente del reato di lesioni volontarie La tesi centrale del ricorrente e' infattiche il prof P eseguigrave in suo danno quando egli aveva circa un anno di eta'

24/09/2014 Medico richiede danaro per espiantare pacemaker dal cadavere documento protetto
Presentava ai parenti difficolta' operative legate al fatto che l'intervento sarebbe stato effettuato in un luogo non consono e senza la strumentazione necessaria ponendole davanti alla prospettiva che altrimenti non avrebbe operato

le persone offese venivano indotte a pagare la somma di denaro dietro lafalsa rappresentazione della doverosita' del versamento segnatamente dietro la prospettazione di difficolta' operative e dunque di un maggioreimpegno dell'intervento di espianto tale da giustificare la remunerazione dunque dietro la rappresentazione di una situazione non rispondente al vero tesa ad indu

15/07/2014 Omessa sottoposizione dei dipendenti alla visita medica preventiva
La condotta imposta dall'art 41 cit e' sanzionata dall'art 178 in relazione all'art 176 I lavoratori sono sottoposti alla sorveglianza sanitaria di cui all'art 41 con particolare riferimento a ai rischi per la vista e per gli occhi b ai rischi per l'apparato scheletrico solo per i lavoratori dotati di attrezzature munite di videoterminali

Il DLgs n 9 aprile 2008 n 81 art 18 comma 1 lett g fa obbligo al datore di lavoro di quotinviare i lavoratori alla visita medica entro le scadenze previste dal programma di sorveglianza sanitaria e richiedere al medico competente l'osservanza degli obblighiprevisti a suo carico nel presente decretoquot Non tiene contoperograve il Tribunale che la sorvegli

01/07/2014 Previdenza errori della consulenza tecnica
Errori della consulenza tecnica sono suscettibili di esame in sede di legittimita' unicamente sotto il profilo del vizio di motivazione della sentenza quando siano riscontrabili carenze diagnostiche o affermazioni scientificamente errate e non quando si prospettino semplici difformita' tra la valutazione del consulente e la valutazione della parte

Questa Corte ha ripetutamente affermato che in materia di prestazioni previdenziali derivanti da patologie relative allo stato di salute dell'assicurato i lamentati errori e lacune della consulenza tecnica sono suscettibili di esame in sede di legittimita' unicamente sotto il profilo del vizio di motivazione della sentenza quando siano riscontrabili carenze o deficienze diagnostiche

23/05/2012 Atteggiamento ingiurioso tra colleghi diritto di critica
Dissenso per diverso parere in un contesto tale da far ritenere che fosse stato reso con travalicamento dei compiti istituzionali da parte della stessa persona offesa ed indebita ingerenza nel proprio ambito lavorativo

La vicenda sostanziale in esame la cui puntualizzazione si rende necessaria per apprezzare le doglianze di parte ricorrente si colloca nell'ambito di un rapporto conflittuale tra due dottoresse la G odierna ricorrente assegnata al reparto pediatria dell'Azienda Ospedaliera Universitaria OMISSIS e la UMLG collega anziana collocata nel settore della didattica e della ricerca

07/06/2012 Medico responsabile della morte di un paziente documento protetto
Paziente allergico

La Corte territoriale nel censire il motivo di doglianza dedotto dalla difesa con il quale si contestava che la causa scatenante dello shock fosse da rinvenire in termini di certezza nella sensibilita' del paziente ai principi attivi caratterizzanti il gruppo di antibiotici di cui fanno parte I'Unasim ed il Rocefin si e' specificamente soffermata sug

14/05/2014 Attivita' medica 'intra moenia' documento protetto
Studio medico privato omissione di ricevuta

In tema di ricostruzione in diritto del ruolo del soggetto che esercita attivita' medica nel regime di 'intra moenia' la sentenza di primo grado richiama giurisprudenza di questa Corte che ha affermato che il medico che eserciti attivita' in questa forma non e' di per se pubblico ufficiale ma lo diviene nel momento in cui provveda alla percezione degli onorari da riversare nel

17/01/2014 Violazione delle disposizioni del codice deontologico
Procedimento disciplinare a carico degli esercenti le professioni sanitarie

V'e' insomma un sensibile accostamento tra i due diversi tipi di procedimento disciplinare che trova ragione nella natura sanzionatoria delle pene disciplinari che sono destinate ad incidere sullo stato della persona nell'impiego o nella professione sentenza n 71 del 1995 L'esito del procedimento nell'un caso e nell'altro puograve toccare invero la sfera lavorativa e c

06/04/2014 Esercizio abusivo della professione di medico odontoiatra
Mancanza di correlazione fra accusa e sentenza

Il concetto di esercizioprofessionale contiene in se' un tendenziale tratto di abitualita'da cui e' corretto prescindere a fronte di atti che l'ordinamentoriservi come tali nell'interesse generale a chi sia in possesso diuna speciale abilitazione

08/04/2014 Istanza di autorizzazione per cure fruite all'estero documento protetto
Valutazione della circostanza su cui si basa la domanda della ricorrente alla ASL relativa alla sussistenza di una ipotesi di urgenza

Nel merito il Collegioosserva che contrariamente a quanto sostenuto dalla sentenza nonspetta all'Amministrazione di dimostrare nella motivazione chemancano i presupposti per la deroga alla disciplina normativa cherichiede la previa autorizzazione per il rimborso di cure all'esteroda parte di cittadini italiani residenti in Italia ma a

11/03/2014 Responsabilita' medica aborto del feto documento protetto
Morte sopravvenuta per insufficienza placentare acuta e conseguente anossia intrauterina

La corte di appello di Roma confermava la pronuncia di primo grado con la quale una ginecologa era stata riconosciuta colpevole del reato di cui all'articolo 17 legge 1941978 in quanto per colpa consistita in imprudenza negligenza e imperizia aveva cagionato l'aborto del feto di una sua paziente non avendo fatto un parto cesareo nono

24/10/2013 Responsabilita' professionale del medico documento protetto
Gravidanza irreversibilita' di un intervento di sterilizzazione

Se il mancato raggiungimento del risultato non determina l'inadempimentoove non sia consequenziale alla non diligente prestazione o alla colpevole omissione dell'attivita' sanitaria deve tenersi presente che l'inadempimento o l'inesatto adempimento consiste nell'aver tenuto un comportamento non conforme alla diligenza richiesta non solo con riguardo alla corretta esecuzione de

18/02/2014 Danni patrimoniali e non patrimoniali patiti per effetto dell'illegittima risoluzione del rapporto convenzionale
Condotta negligente tenuta nella diagnosi e cura di un detenuto vittima di ustioni accidentali

Secondo la costante giurisprudenza di questa Corte la deduzione conil ricorso per cassazione di un vizio di motivazione non conferisce al giudice di legittimita' il potere di riesaminare il merito della vicenda processuale sottoposta al suo vaglio bensigrave la sola facolta' di controllo sotto il profilo della correttezza giuridica e della coerenzalogico formale delle argome

23/09/2013 Richiesta di risarcimento del danno da responsabilita' medicochirurgica documento protetto
Ritardi di tre ore prima di procedere al taglio cesareo

La ricorrente assume che la Corte di appello ha addebitato la responsabilita' ai sanitari sulla base di un giudizio meramente probabilistico traendo argomento dall'incompletezza della cartella clinica e richiama i principi enunciati dalla giurisprudenza penale secondo cui il giudice deve sempre accertare la sussistenza del nesso causale e l'insufficienza delle prove sul punto

23/01/2014 Emotrasfusioni danni conseguenti ad infezioni da virus HBV HIV e HCV documento protetto
La colpa del Ministero risiede nel non aver rispettato una normativa gia' esistente negli anni 70 che imponeva precise cautele nella raccolta di sangue umano

Comequesta Corte anche a Sezioni Unite ha gia' avuto modo di affermarela responsabilita' del Ministero della salute per i danni conseguentiad infezioni da virus HBV HIV e HCV contratte da soggettiemotrasfusi e' di na

20/01/2014 Responsabilita' medicaconsenso del paziente
Criterio di disciplina della relazione medicomalato libera disponibilita' del bene salute da parte del paziente in possesso delle capacita' intellettive e volitive

Il consenso informato non integra una scriminante dell'attivita' medica poiche' espresso da parte del paziente a seguito diuna informazione completa sugli effetti e le possibili controindicazioni di un intervento chirurgico rappresenta solo un vero eproprio presupposto di liceita' dell'attivita' del medico che somministrail trattamento al

02/12/2013 Paziente dimesso deceduto per infarto alcuni giorni dopo documento protetto
Medico del pronto soccorso responsabile di omicidio colposo

La Corte di Cassazione ha disposto in via definitiva che l'imputato avrebbe dovuto disporre ulteriori accertamenti senza dimettere il paziente Infatti come anche evidenziato in sede di perizia si era in presenza di un tracciato atipico che poteva ritenersi possibile prodromo di diverse patologie cardiache considerato che vi era concomitante sintomatologi

05/12/2013 Responsabilita' della struttura sanitaria
Contratto di prestazione d'opera atipico assistenza sanitaria

La Corte territoriale con motivazione contraddittoria e comunque errata ha negato la responsabilita' del DM sul presupposto della mancanza di prova circa quotla sua partecipazione all'attivita' di assistenza precedente al partoquot Tuttavia tale convinzione sarebbe frutto di una lettura non coerente degli indizi emersi nel corso del giudi

28/10/2013 Lesioni personali amputazione del dito mignolo della mano sinistra documento protetto
Impedendo la normale circolazione arteriosa nelle dita aveva poi omesso di somministrare farmaci antiaggreganti in grado di prevenire i danni derivanti dall'ostruzione del circolo

La giurisprudenza di questa Corte segnala che in tema di colpa professionale nel caso di equipe chirurgica e piugrave in generale in quelloin cui ci si trovi di fronte ad ipotesi di cooperazione multidisciplinare nell'attivita' medicochirurgica sia pure svolta non contestualmente ogni sanitario oltre che al rispetto dei canoni di diligenza e prudenza connessi alle specifiche man

18/11/2013 Ginecologo violenza' sessuale e danno arrecato anche sotto il profilo psichico documento protetto
L'attenuante puo' essere applicata allorquando vi sia una minima compressione della liberta' sessuale della vittima

Ciograveposto si osserva come nel caso in esame la Corte territorialeabbia avuto modo di ril

18/10/2013 Figlio infradiciottenne omessa erogazione di mezzi di sussistenza
Lo stato di bisogno e' vanificato o neutralizzato quando al mantenimento del minore provveda in via sussidiaria solo la madre affidataria ovvero istituzioni di beneficenza e assistenza sanitaria pubbliche

Il Tribunale di Cosenza ha riconosciuto GP colpevole del reato di omessa erogazione dei mezzi di sussistenza fino a tutto il gennaio 2007 in favore del figlio minore JT da lui riconosciuto nato da relazione sentimentale con LT allaquale ometteva di versare la somma mensile di euro 35000 stabilita dalTribunale civile di Cosenza Giu

10/06/2013 Garanzia del diritto fondamentale alla salute del cittadino straniero
Il questore di Padova ha negato il rinnovo del permesso di soggiorno ritenendo che le cure potessero essere proseguite nel Paese d'origine

In tema di espulsione dello straniero la garanzia del diritto fondamentale alla salute del cittadino straniero nella specie cittadinotunisino affetto da HIV epatite cronica conseguente ad epatite di tipoC ed epilessia che comunque si trovi nel territorio nazionale impedisce l'espulsione nei confronti di colui che dall'immediata esecuzione del provvedimento potrebbe subire un irreparabi

07/10/2013 Accusa di prospettato omicidio colposo documento protetto
Paziente cade dal letto per mancanza di sponde di contenzione

La stessa denunciata omissione relativa alla mancata applicazione al letto del paziente delle sponde di contenzione e' stata congruamente superata sul piano argomentativo dal giudice a quo avendo quest'ultimo logicamente sottolineato come tali sponde avrebbero comunque potuto essere sollevatesolo al termine del posizionamento del catetere e del

18/10/2013 Relazioni causali tra l'operato del professionista e le patologie documento protetto
Esclusione nesso di causalita' tra l'installazione della protesi spostamento della mandibola

La Corte di merito al di la' dell'erroneoriferimento in motivazione riguardo all'esistenza di fattori alternativiinterferenti con l'esistenza di una causa univoca e di una serie causale'adeguata' onde l'esigenza della correzione di tale motivazione aisensi dell'art 384 cpc in esito al suo percorso argo

11/09/2013 Falso materiale in atto pubblico in relazione all'inserimento nella cartella clinica di una paziente affetta da sclerosi multipla
L'utilizzo della propria grafia senza alcuno sforzo di alterazione consentivano di escludere l'intenzione di camuffare l'integrazione ma rendevano immediatamente percepibile che si trattava di un'aggiunta successiva ad un testo originario

La giurisprudenza di questa Sezione tradizionalmente facendo applicazione dell'art 49 cp distingue in tema di falso l'inidoneita' della azione che ricorre nel cosiddetto falso quotgrossolanoquot nel falso cioe' che per essere macroscopicamente rilevabile non e' idoneo a trarre in inganno alcuno dall'inesistenza dell'oggetto che

31/07/2013 Difetti del feto non preventivabili ne' diagnosticabili documento protetto
Richiesta risarcimento dei danni subiti dal figlio consistenti in una grave cerebropatia ascrivibili all'operato negligente del personale sanitario che aveva assistito al parto

I Giudici territoriali hanno dato atto della mancata dimostrazione del nesso intercorrente tra fatto del personale sanitario e danno patito dal bambino essendosi ammessa dai consulenti d'ufficio l'esistenza di pregresse cause della patologia in modo da non poter ricollegare la stessa alla condotta dei sogge

12/09/2013 Responsabilita' per omessa assicurazione del consenso informato documento protetto
Nove comportamenti omissivi dei sanitari dell'Ospedale

La Corte territoriale dopo avere ritenuto che l'invocazione di una responsabilita' contrattuale della struttura non integrasse domanda nuova bensigrave soltanto prospettazione di una qualificazione giuridica dell'azione ha disatteso l'appello degli E assumendo che la vicenda concernente il ricovero de

30/08/2013 Colpa medica e nesso causale documento protetto
La vittima si reco' una prima volta in ospedale in preda ad un acuto dolore addominale e ritenzione urinaria verso le ore 630 del OMISSIS ivi la dottssa C fece applicare catetere che procuro' abbondante minzione e somministro'antidolorifico

Dall'incontestaterisultanze istruttorie emerge nitidamente che il povero D al momento della suaultima dimissione trovavasi in condizioni irreversibilmente indirizzate versol'assai prossimo decesso gia' il primo intervento chirurgic

07/02/2013 condotta lesiva di accensione delle micce dei fuochi di uno spettacolo pirotecnico
Vertendosi in tema di esercizio d'attivita'pericolosa accensione di fuochi pirotecnici incombeva sull'autore dimostrare di aver adottato tutte le misure idonee ad evitare il danno essendosi limitati ad allegare il concorso di colpa della piccola vittima per essersi avvicinato all'area dei fuochi nonostante il divieto postogli dalle forze dell'ordine presenti

INFATTO E IN DIRITTO

04/06/2013 Intervento chirurgico diverso da quello per il quale aveva prestato il proprio consenso documento protetto
Dutante l'intervento i medici non avrebbero potuto interrompere per munirsi di un piu' esplicito e dettagliato consenso

Si chiede alla corte suprema se la sentenza n 4361 della corte diappello di Napoli e' contraddittoria nella parte in cui sostiene chee' legittimo il comportamento dei sanitari dell'ospedale Cardarellidi Napoli che dopo aver individuato con una fistolografia lapresenza di una fistola perianale hanno fatto sottoscrivere ad A unconsenso informato per drenaggio ascesso p

11/07/2013 Responsabilita' medica sussistenza del nesso eziologico tra omissione ed evento documento protetto
All'imputato in particolare si addebitava dopo aver dimenticato per imprudenza e per negligenza una garza di grosse dimensioni nel corso dell'intervento chirurgico dallo stesso effettuato il OMISSIS rectius il OMISSIS all'interno della lesione chirurgica praticata alla paziente in sede paraspinale destra condotta non punibile per intervenuta prescrizione di aver omesso di formulare versando egualmente in colpa generica nel corso delle numerose visite cui fu sottoposta la paziente

L'incipitdell'iter argomentativo della Corte distrettuale prende correttamente avviodalla preliminare ed ineludibile indagine in tema di nesso di causa Fermal'irrilevanza per la sopravvenuta prescrizione della individuazione delsanitario che si rese responsabile di aver dimenticato per negligenza in sitola garza zaffo nel co

28/06/2013 Stato depressivo del lavoratoreduplicazione di risarcimento
Riconoscimento di un danno biologico permanente nella misura del 35

In aderenza alla suddetta regola di diritto rileva questa Corte che il giudice del merito ha fatto corretta applicazione della legge e della logica ed ha compiutamente esposto le ragioni per cui sulla base delle deposizioni testimoniali rese da CF da AV e FT era da confermarela ricostruzione operata dal Tribunale secondo la quale il L al momento del suo trasferimento presso la bas

20/05/2013 Gli infortuni posti dalla legge a carico del datore di lavoro gravano indistintamente su tutti i componenti del consiglio di amministrazione documento protetto
La figura del responsabile del servizio di prevenzione e protezione non corrisponde a quella meramente eventuale di delegato per la sicurezza poiche'quest'ultimo destinatario di poteri e responsabilita' originariamente ed istituzionalmente gravanti sul datore di lavoro deve essere formalmente individuato ed investito del suo ruolo con modalita' rigorose

Nei termini suindicati si e' espressa questa Corte affermando quotIn tema di prevenzione degli infortuni sul lavoro la figura del responsabile del servizio di prevenzione e protezione non corrisponde a quella meramente eventuale di delegato per la sicurezza poiche' quest'ultimo destinatario di poteri e responsabilita' originariamente ed istituzionalmente gravanti sul

02/07/2013 Mancato rientro a lavoro dopo periodo di malattia
Il lavoratore che al termine dei periodo di aspettativa non riprenda servizio senza giustificato motivo sara' considerato dimissionario

Questa Corte piugrave di recente ha affermato che l'assenza ingiustificata eprotratta oltre un certo termine puograve essere assunta in sede di contrattazione collettiva o individuale del rapporto di lavoro privato quale causa di scioglimento del rapporto di lavoro soltanto considerandola quale sanzione disciplinare cfr Corte cost 29 novembre1982 n 204 e n 427

25/06/2013 Responsabilita' medica rapporto di casualita' del reato omissivo improprio documento protetto
Osserva la Corte che i difensori dei ricorrenti hanno osservato per quanto attiene al primo profilo di colpa consistito nella omessa esecuzione di un preventivo rispetto all'intervento cardochirurgico esame ecodoppler artero venoso agli arti inferiori per valutarne la circolazione periferica che il giudice di primo grado aveva evidenziato che l'effettuazione di questo tipo di esame in un momento precedente all'intervento chirurgico di bypass coronarico non risultava prevista da nessun protocollo ufficiale e che comunque come era stato evidenziato dal consulente del pubblico ministero Dott Leoncini quand'anche questo esame fosse stato effettuato e fosse stato rilevato il precario stato circolatorio degli arti inferiori l'intervento principale e cioe' quello cardochirurgico di applicazione dei bypass avrebbe dovuto comunque essere effettuato mediante l'asportazione della vena safena

Nei reati omissivi impropri quindi la causalita' proprio per essere giustificata in base ad una ricostruzione logica e non in base ad una concatenazione di fatti materiali esistenti nella realta' ed empiricamente verificabili costituisce una causalita' costruita su ipotesi e non gia' su certezze Si tratta quindi di una causalita'

16/05/2013 Quando l'anestesia locale porta ad uno di uno stato di anossia e successivamente alla morte documento protetto
Il grave effetto pregiudizievole e' probabilmente da ricollegarsi ad un effetto inconsueto della mistura farmacologica e doveva reputarsi dipendere da una combinazione di piu' meccanismi fisiopatologici che avevano portato ad un arresto cardiaco

il giudice resti obbligato a limitare l'indagine sul fatto colposo anche quando questa non comporti uno stravolgimento essenziale dell'ipotesi d'accusa allo stesso tempo non deve essergli posta preclusione difensiva di sorta che ne menomi le possibilita' di difesa Nel caso in esame deve rilevarsi che escluso che il dovere di speciale vigilanza al quale il medic

14/05/2013 Violenza sessuale falso ginecologo
Qualificandosi come ginecologo aveva tratto in inganno donne inducendole a subire atti sessuali e accusa per avere esercitato abusivamente la professione di ginecologo e di farmacista senza averne titolo

Le modalita' con le quali sarebbe stati commessi gli atti sessuali corrispondenti ad una normale visita ginecologica e la scarsa di lesivita' della condotta per come percepita delle parti lese avrebbero dovuto indurre i giudici di merito a ritenere sussistente l'attenuante del fatto di minore gravita' come peraltro gia' ritenuto dal GIP nell'or

23/05/2013 Richiesta di risarcimento per mobbing lavorativo documento protetto
1 una giusta remunerazione per i maggiori incarichi svolti con mansioni superiori rispetto a quelle dell'assunzione 2 l'indennita'incentivo comunque dovutagli per gli eccellenti risultati conseguiti dall'azienda in costanza di rapporto di lavoro 3 l'indennita' di trasferimento di proprieta' dell'azienda e l'indennita' sostitutiva di preavviso rispettivamente previste dagli artt 13 e 16 CCNL di categoria dirigenti 4 i danni patiti a causa del demansionamento eo del mobbing 5 il danno biologico riconducibile all'attivita' lavorativa svolta 6 i danni per invalidita' da attivita'lavorativa specifica

30/05/2013 Mancata ingiustificata presentazione dell'assicurato alla visita medica
La Corte territoriale si e' attenuta a tale principio accertando con valutazione di fatto non censurabile in questa sede che la mancata presentazione a visita dell'assicurato non fosse giustificata

09/05/2013 Chiusura ILVA salute e crisi occupazionale documento protetto
Il legislatore ha ritenuto di dover scongiurare una gravissima crisi occupazionale di peso ancor maggiore nell'attuale fase di recessione economica nazionale e internazionale senza tuttavia sottovalutare la grave compromissione della salubrita' dell'ambiente e quindi della salute delle popolazioni presenti nelle zone limitrofe

27/05/2013 Responsabilita' medica per omessi accertamenti prima e dopo l'operazione documento protetto
Va precisato in proposito che la mancanza di qualsivoglia referto relativo alla trombosi presso l'ospedale di ove la parte offesa fu ricoverata in conseguenza dell'ictus non esplica alcuna rilevanza al fine di escludere il nesso di causalita' in quanto cio' non sta ad indicare un accertamento negativo di detta patologia ma solo che nessun esame strumentale specifico volto ad accertarla fu effettuato nell'immediatezza dell'ictus

Il V era stato rinviato a giudizio per reato di cui all'art 590 co 1 e2 in relazione all'art 583 co 2 n 1 cp perche' in qualita' di medico chirurgo presso la clinica chirurgica del policlinico universitario di Catania dopo aver eseguito sulla B ricoverata presso detta struttura dal omissis intervento chirurgico per la rimozione di va

04/06/2013 Risarcimento per errata diagnosi documento protetto
La sentenza impugnata ha ben motivato la sua decisione quanto alla sussistenza del danno morale e quanto al diritto del G di ottenerne il ristoro in misura maggiore di quella liquidata in primo grado soffermandosi sui vari aspetti in cui il danno non patrimoniale si a' nella specie concretizzato ed illustrando le ragioni per cui ha ritenuto di dover aumentare la somma spettante in risarcimento La Corte di appello non ha pero' fornito alcun criterio da cui si possa desumere quale debba essere la misura di un tale incremento neppure per quel tanto che potrebbe consentire di procedere alla correzione della sentenza

LaCorte di appello ha dato atto che a seguito dell'intervento chirurgicosuperfluamente distruttivo e dell'errata notizia di essere affetto da unamalattia mortale con breve aspettativa di sopravvivenza notizia smentita congrave ritardo rispetto a quanto sare

29/11/2012 Decorrenza del termine della prescrizioneindennizzo agli eredi
Orientamento di questa Corte secondo cuiperche' sussista una rinunzia tacita alla prescrizione occorre una incompatibilita' assoluta tra il comportamento del debitore e la volonta' del medesimo di avvalersi della causa estintiva del diritto altrui

Ciograve posto come questa Corte ha gia' avuto modo di statuire con orientamento assolutamente consolidato si deve sottolineare che nel giudizio di cassazione i motivi del ricorso devono investire a pena d'inammissibilita' le sole questioni gia' comprese nel tema decisionale del giudizio d'appello non essendo prospettabili per la prima volta in sede di legitti

09/04/2013 Responsabilita' medica rispetto delle linee guida standard documento protetto
Dall'esame della sentenza del Tribunale infatti emerge che con apprezzabile chiarezza il dispositivo reca l'affermazione di responsabilita' esclusivamente con riguardo alla condotta commissiva che ha determinato la rottura dei vasi e la conseguente emorragia Non solo Nella parte motiva si argomenta che il profilo di colpa afferente all'inadeguatezza della struttura prescelta per l'esecuzione dell'intervento non e' stato esplicitato nel capo d'imputazione Esso e' emerso nel corso del giudizio ma il PM non ha ritenuto di elevare contestazione al riguardo

Come si e' accennato correttamente il motivo nuovo chiama in causa l'innovazione introdotta con la L 8 novembre 2012 n 189 art 3 La nuova normativa prevede che l'esercente una professione sanitaria che nello svolgimento della propria attivita' si attiene a linee guida ed a buone pratiche accreditate dalla comunita' scientifica non risponde penalmente per colpa lieve

13/04/2013 Illegittimita' del rifiuto del medico a praticare la fecondazione eterologa assistita documento protetto
La coppia in questione chiedeva al medico di assistere loro nel particolare e travagliato iter della fecondazione assistita Ma il dottore al quale si era rivolta la coppia si era rifiutato

I ricorrenti C P nata il 1431974 e R G nato il 1321971 coniugati dal 2005 con ricorso ex art 700 cpc deducevano di essere coppia infertile ai sensi della legge n40 del 2004 essendosi accertata per il partner femminile una sterilita' assoluta causata da menopausa precoceche dopo essersi rivolti a vari specialisti contattavano il Centro UMR specializzato in medicina de

03/04/2013 La colpa grava sulla casa di cura datrice di lavoro del medico documento protetto
in tema di responsabilita' contrattuale alla responsabilita' medica porta a ritenere che il paziente deve provare l'esistenza del contratto e l'aggravamento della situazione patologica restando a carico dell'ente ospedaliero la prova che la prestazione professionale e' stata eseguita in modo diligente

Secondo la giurisprudenza da anni consolidata il rapporto che si instaura tra paziente e casa di cura ha natura contrattuale e la responsabilita' contrattuale della casa di cura nei confronti del paziente puo' conseguire ai sensi dell'art 1218 cc all'inadempimentodelle obbligazioni direttamente a suo carico nonche' in virtu' dell'art 1228 cc all'inadempimento della prestazione

22/03/2013 Responsabilita' medica per errata diagnosi documento protetto
la sentenza di primo grado impone la dimostrazione dell'incompletezza o della non correttezza ovvero dell'incoerenza delle relative argomentazioni con rigorosa e penetrante analisi critica seguita da completa e convincente dimostrazione

Giova inprimo luogo rilevare che la giurisprudenza di legittimita' ha ripetutamenteaffermato che la decisione del giudice di appello che comporti totale riformadella sentenza di primo grado impone la dimostrazione dell'incompletezza odella non correttezza ovvero dell'incoerenza delle relative argomentazioni conrigorosa e penet

12/03/2013 Il medico che chiede denaro per operare il paziente commette reato di concussione documento protetto
La conclusione dei giudici di merito e' stata quindi nel senso che molti pazienti per sottrarsi al pericolo di essere affidati a mani inesperte avevano ceduto alle richieste di denaro specie se queste erano precedute da considerazioni molto preoccupanti in ordine alla salute dei pazienti da operare

Nella specie si sostiene a la mancanza di una piugrave approfondita verifica per accertare se quella offerta alle parti offese fosse per legge dovuta perche' compresa nel quotdebito ospedaliere delle 19 ore settimanaliquot oppure fosse oltre tali tempi stabiliti dall'ordinamento e con essa l'omissione della sussistenza della soggettivita' ric

16/04/2013 Contaggio dell'epatite nel corso della dialisi documento protetto
il Collegio non ignora che il motivo sarebbe fondato sulla base dell'unico precedente che risulta nella giurisprudenza di questa Corte e particolarmente della Sezione Lavoro che successivamente alla proposizione del ricorso ha cosa' statuito L'art 1 della legge n 210 del 1992 che prevede l'erogazione di un indennizzo da parte dello Stato a favore di soggetti danneggiati da vaccinazioni obbligatorie o da trasfusioni di sangue mira a tutelare il rischio che il donatore sia affetto da una infezione che venga trasmessa al donatario attraverso una trasfusione

Ora il Collegio non ignora che il motivo sarebbe fondato sulla base dell'unico precedente che risulta nella giurisprudenza di questa Corte e particolarmente della Sezione Lavoro che successivamente alla proposizione del ricorso ha cosigrave statuito L'art 1 della legge n 210 del 1992 che prevede l'erogazione di un indennizzo da parte dello Stato a favore di soggetti d

05/04/2013 Rivalutazione dell'indennita' integrativa specialedanno causata da vaccinazioni obbligatorie documento protetto
La menomazione della salute conseguente a trattamenti sanitari puo' determinare oltre al risarcimento del danno in base alla previsione dell'art 2043 cc il diritto ad un equo indennizzo in forza dell'art 32 in collegamento con l'art 2 Cost qualora il danno non derivante da fatto illecito sia conseguenza dell'adempimento di un obbligo legale come la sottoposizione a vaccinazioni obbligatorie

La menomazione della salute conseguente a trattamenti sanitari puo' determinare oltre al risarcimento del danno in base alla previsione dell'art 2043 cc il diritto ad un equo indennizzo in forza dell'art 32 in collegamento con l'art 2 Cost qualora il danno non derivante da fatto illecito sia conseguenza dell'adempimento di un obbligo legale come la sottoposizione a vacci

14/03/2013 Comportamento e costrinzione nel reato di concussione documento protetto
La dilatazione della figura della concussione che ingloba situazioni di mera pressione ambientale senza alcun riferimento a condotte individuali si risolve in una applicazione analogica in malam partem dell'art 317 cp

la giurisprudenza ha qualificato come concussione ambientalee che la sentenza n 25694 del 2011 Rv 250467 di questa Corte ha adeguatamentee condivisibilmente inquadrato nei termini che seguono 'La concussioneambientale non rientrante nell'espressa previsione dell'art 317 cod pen e'figura elaborata dalla giurisprudenza e d

18/07/2012 Responsabilita' medica nesso di causalita' tra la sua negligenza lesioni volontarie e decesso del paziente documento protetto
In tema di lesioni personali volontarie seguite dal decesso della vittima l'eventuale negligenza o imperizia dei medici ancorche'di elevata gravita' non elide di per se' il nesso causale tra la condotta lesiva dell'agente e l'evento morte

In tema di lesioni personali volontarie seguite dal decesso della vittima l'eventuale negligenza o imperizia dei medici ancorche' di elevata gravita' non elide di per se' il nesso causale tra la condotta lesiva dell'agente e l'evento morte in quanto l'intervento dei sanitari reso necessario dal primo costituisce rispetto al soggetto leso un fatto tipico e preve

27/02/2013 Responsabilita' medica documento protetto
la Corte stessa ha escluso con ragionamento logico supportato da elementi tecnici e pertanto non censurabile che i trombi si fossero formati nel periodo di degenza ospedaliera successivo all'intervento

Con riferimento specificamente alla genesi della tromboembolia la Corte territoriale ha precisato fondando il rilievo sul riscontro autoptico oltre che sulle conclusioni dei periti di ufficio che l'accertato massivo interessamento di entrambi i rami polmonari oltre alla mancata constatazione di un rialzo febbrile e di altri sintomi normalmente riscontra

26/02/2013 Responsabilita' medica nesso causale tra omissione ed evento documento protetto
Ad avviso del giudice di secondo grado agli imputati deve ascriversi di non aver adottato ogni opportuna cautela per evitare ulteriori cadute dopo la prima trattandosi di un soggetto che poteva prevedersi afflitto da crisi convulsive

I rilievidifensivi in ordine alla motivazione espressiva del giudizio di sussistenza diuna condotta colposa ascrivibile agli imputati non appaiono fondati Inverotanto la decisione assolutoria che quella del giudice di secondo gradoconcordano sulla imprevedibilita' del comportamento del paziente che esponeva lostesso al pericolo

14/01/2013 Responsabilita' per errata diagnosi documento protetto
in mancanza di specifiche contestazioni in ordine alla valenza scientifica dei dati che il primo giudice aveva desunto dalle relazioni dei periti e dei consulenti del PM non poteva accedersi alla richiesta di rinnovazione della indagine medicolegale palesandosi evidentemente ingiustificata la doglianza relativa alla insufficiente preparazione tecnica dei periti nominati per non poter vantare una specializzazione in neurologia

CA veniva tratto agiudizio per rispondere del reato di lesioni personali colpose in danno diBCA secondo la seguente contestazione perche' nella qualita' di medicocurante di BCA presso la 'Sezione Emodinamica' 'EMOSRL' operante all'interno della Casa di Cura omissis e di medicochirurgo del medesimo pres

06/12/2012 Lesioni da interventi estetici documento protetto
la copiosa perdita di sangue registrata dalla paziente costituente malattia era riconducibile alla condotta colposa dell'imputato

Con l'articolata ed analitica imputazione si contestograve al medico avuto riguardo al delitto di lesioni personali il solo che oggi qui rileva a quanto al trattamento dell'addome di aver praticato invece della concordata addominoplastica una panniculectomiacosigrave procurando anche a causa dell'imperizia esecutiva un antiestetico eccesso di tessuti e

20/12/2012 Designazione preventiva dell'amministratore di sostegno documento protetto
A lume del combinato disposto dell'art 404 cc che prevede che 'la persona che per effetto di un'infermita' ovvero di una menomazione fisica o psichica si trova nella impossibilita' anche parziale o temporanea di provvedere ai propri interessi pua' essere assistita da un amministratore di sostegno nominato dal giudice tutelare del luogo in cui questa ha la residenza o il domicilio' e del successivo art 407 cc comma 1 secondo cui 'il ricorso per l'istituzione dell'amministrazione di sostegno deve indicare le ragioni per cui si richiede la nomina dell'amministratore di sostegno' e comma 2 che stabilisce che 'il giudice tutelare deve sentire personalmente la persona cui il procedimento si riferisce

la procedura implica ilmanifestarsi della condizione d'infermita' o incapacita' della persona el'insorgere coevo dell'esigenza di protezione cui e' ispirata la ratiodell'istituto in discorso La sua introduzione con la L n 6 del 2004 comegia' affermato da questa Corte con sentenza n 135842006 mira inf

29/11/2012 Distinzione fra la domanda per perdita di chances e la domanda di risarcimento del danno da mancato raggiungimento del risultato sperato documento protetto
Questa Corte precisato che la domanda per perdita di chances e' ontologicamente diversa dalla domanda di risarcimento del danno da mancato raggiungimento del risultato sperato perche' in questo secondo caso l'accertamento e' incentrato sul nesso causale mentre nel primo oggetto dell'indagine e' un particolare tipo di danno e segnatamente una distinta ed autonoma ipotesi di danno emergente incidente su di un diverso bene giuridico quale la mera possibilita' del risultato finale ha affermato che nella fattispecie gli attori avevano domandato esclusivamente il risarcimento del danno per la morte del loro congiunto conseguente ad assunto errore diagnostico ed omesso intervento chirurgico di talche' il giudice di merito avrebbe dovuto valutare se esisteva siffatto errore ovvero un'omissione del comportamento dovuto sulla base dei normali protocolli di cura e in caso positivo se in assenza di tanto il B aveva ragionevoli probabilita' di salvezza

E invero il rilievo degli impugnanti volto a far valere chenell'atto introduttivo del giudizio essi avevano chiesto il risarcimento ditutti i danni derivati dalla morte del loro congiunto e dunque anche il dannoda perdita di chance e' all'evidenza basato sull'equivoco di fondo che laliquidazione di ques

15/11/2012 Per la morte del paziente dopo l'intervento chirurgico e' responsabile il capo equipe ma si configura anche la responsabilita' dell'anestesista documento protetto
la vittima era affetta da obesita' diabete e patologie cardiache ed era soggetto a gravi apnee notturne In conseguenza venne programmato ed eseguito presso l'Ospedale di omissis intervento chirurgico di by pass biliointestinale Tuttavia difetta' la predisposizione ed attuazione di misure atte a fronteggiare il pericolo di crisi respiratoria tipico di tale genere di intervento

La pronunzia ritiene che la drammatica trascuratezza manifestatasi nella gestione del caso sia addebitatole a tutti sanitari Si era infatti in presenza di un rischio grave e macroscopico di cui si sarebbe dovuto adeguatamente tenere conto nella programmazione dell'attochirurgico Nell'eventualita' che si fosse voluto eseguire l'intervento pur in assenz

27/11/2012 Responsabilita' medicail nesso di causalita' quale oggetto di prova da parte del danneggiato documento protetto
La giurisprudenza di questa Corte a' ferma nel ritenere che la parte appellante non possa limitarsi ad indicare la questione costituente l'oggetto del riesame ma abbia l'onere di formulare specifiche e concrete ragioni di censura siccha' incorre nel vizio di ultrapetizione il giudice di appello che estenda il proprio esame a parti della pronuncia di primo grado che non sono state specificamente censurate e tale vizio a' rilevabile d'ufficio

L'interpretazionedell'atto di appello e' compito del giudice di secondo grado ora anche volendoprescindere dal rilievo formale per cui la sentenza impugnata alla p 19osserva che il dott Ri aveva escluso che potesse nella specie ravvisarsil'esis

08/11/2012 Negligenza imprudenza e imperizia nell'attivita' medicochirurgica documento protetto
Nel caso in esame non sussistono le condizioni per una pronuncia assolutoria ai sensi del secondo comma dell'art 129 cpp atteso che nelle argomentazioni svolte dalla Corte territoriale nella sentenza impugnata gia' innanzi ricordate nella parte narrativa e da intendersi qui integralmente richiamate non sono riscontrabili elementi di giudizio idonei ad integrare la prova evidente dell'innocenza degli imputati

Alla fine dell'anno 2000 la Suprema Corte in due occasioni Sez 4 28 settembre 2000 Musto e Sez 4 29 novembre 2000Baltrocchi ha poi sostanzialmente rivisto quotex novoquot la tematica in questione procedendo ad ulteriori puntualizzazioni In tali occasioni e' stato invero rilevato che quotil problema del significato da attribuire alla espressione

08/10/2012 Il rifiuto di atti professionali sanitari deve essere verificato avuto riguardo alla sua natura di delitto doloso documento protetto
la Corte di Appello di Palermo confermava la decisione in data 3122009 appellata dall'imputata con la quale il GIP in sede a seguito di giudizio abbreviato aveva condannato LPL alla pena sospesa di mesi sei di reclusione siccome ritenuto colpevole del reato di rifiuto di atti di ufficio ex art3281 cp

Lagiurisprudenza di legittimita' ha piugrave volte chiarito che il reato di rifiuto diatti di ufficio e' un reato di pericolo onde la violazione dell'interessetutelato dalla norma incriminatrice al corretto svolgimento della

17/10/2012 Integra il reato di abuso d'ufficio il chirurgo che invita il paziente presso il proprio studio professionale per visita documento protetto
In particolare si lamenta che non si sia precisato quale fosse l'interesse del Presidio ospedaliero e quello contrapposto del medico ed inoltre in cosa consistesse il conflitto medesimo all'atto dell'invito del chirurgo al paziente di recarsi a pagamento nel suo studio privato per l'esecuzione della visita postoperatoria successivamente eseguita con esborso della somma di Euro 200

Secondol'orientamento della Corte di cassazione civile il contratto di prestazioned'opera professionale concluso tra paziente e medico e per esso tra pazientee struttura sanitaria rientra nell'ambito di applicazione delle norme didisciplina dei contratti del

05/03/2012 Responsabilita' penale in ordine ad errore diagnostico dovute a colpa del medico documento protetto
L'imputato e'incorso in un indiscutibile omissione diagnostica non avendo fatto tutto quello che richiedeva il protocollo per accertare l'esistenza della frattura lussazione

Ne' puograve ritenersi che costituisca una giustificazione dell'errore diagnostico il fatto che la suddetta frattura rappresentava una rarita' nel campo delle lussazioni dell'omero Anzi detta circostanza avrebbe dovuto indurre il C ad una maggiore attenzione non solo nella lettura della prima radiografia del 3152004 ma dopo qualche mese nella valutazione della sintomat

02/10/2012 Colpa medica per nascita indesiderata
Oggetto del rapporto professionale medicopaziente doveva pertanto ritenersi nella specie non un accertamento 'qual che esso fosse' compiuto all'esito di una incondizionata e incomunicata discrezionalita' da parte del sanitario bensa' un accertamento doppiamente funzionale alla diagnosi di malformazioni fetali e condizionatamente al suo risultato positivo all'esercizio del diritto di aborto

A prescindere dalla considerazione per la quale tale affermazione sipone in contrasto con un principio gia' affermato in passato anche di recentesia pur con le precisazioni operate da Cass 228372010 come rileva al folio23 del controricorso la resistente Generali da questa corte regolatrice pertutte Cass 67352002 Pres Carbone Rel Vittoria risulta

20/03/2012 Responsabilita' medica effetti collaterali nesso di causalita' documento protetto
B aveva sottoposto la L affetta da un cordoma al clivus ovvero da una deformazione intracranica all'esito del quale il sanitario nonostante che i neuropatologi avessero redatto un referto istologico di cordoma si era limitato erroneamente a dimettere la paziente con una diagnosi generica di lesione espansiva del clivus

In realta' l'impugnazione pur argomentata si risolve In una censura dimerito sull'apprezzamento del compendio probatorio sviluppato in modo esauriente e convincente dai giudici di merito in un processo del restoconclusosi con due conformi sentenze di condannaEgrave noto allora che in tema di ricorso per cassazione quando ci si trova dinanzi ad una quotdoppia

20/12/2011 Lo svolgimento dell'attivita' medica in equipe comporta l'assunzione di responsabilita' del singolo medico documento protetto
Diversa era la questione per quanto riguarda la responsabilita' penale al cui riguardo la corte riteneva fondato l'appello nella parte in cui aveva dedotto l'assoluta impossibilita' di verificare a quale dei due operator

E' noto che si definisce attivita' medicochirurgica in equipe quellacontraddistinta dalla partecipazione e collaborazione tra loro di piugrave medici e sanitari che interagiscono per il raggiungimento di un obiettivo comune La collaborazione puograve essere contestuale come solitamente accade e come nel presente caso negli interventi chirurgici di gruppo o d'equipe l

26/06/2012 Il medico che svolge attivita' ospedaliera intramuraria commette reato di peculato se non versa all'azienda sanitaria quanto riscosso dai pazienti
Al M a' stato addebitato di avere in qualita' e nell'esercizio delle sue funzioni di professore associato preso l'UO Urologia dell'ospedale S Chiara di Pisa esercitato attivita' professionale intra m

Integrainfatti il delitto di peculato la condotta del medico il quale svolgendo inregime di convenzione attivita' intramuraria dopo aver riscosso direttamentedai pazienti l'onorario dovuto per le prestazioni ometta poi di versareall'azienda sanitaria quanto di spettanza della medesima in tal modoappropriandosene Cass n

09/03/2012 Il medico non puo' certificare le patologie del paziente senza averle riscontrate
Se il codice deontologico richiede scrupolo e diligenza nella redazione di certificati medici in senso proprio non possono non essere vietati gli attestati che come nella specie hanno la parvenza di certificati anche se non certificano nulla

II fatto e cioe' l'attestazione su modulario ufficiale che secondo quanto riferito dal paziente lo stesso si era assentato dal lavoro permalattia per indisposizione e' stato ragionevolmente sussunto nellanorma prevista dal codice deontologico prima in sede amministrativa poi dal giudice speciale previsto dall'O

00/00/0000 Medici dentisti e' necessaria l'abilitazione per effettuare l'intervento documento protetto
i giudici hanno sottolineato che la teste ha riconosciuto nell'imputato l'autore delle estrazioni dentarie e hanno ritenuto irrilevanti le censure difensive dirette ad evidenziare alcune incongruenze nelle sue dichiarazioni inidonee ad intaccare il con

Questo Collegio ritiene sulla base di una recente decisione delle Sezioni unite che in tema di concorso di persone nel reato ove un soloconcorrente abbia provveduto all'integrale risarcimento del danno la relativa circostanza attenuante non si estende ai compartecipi a meno che essi non manifestino una concreta e tempestiva volonta' di riparazione del danno

14/03/2012 La perdita del feto non fa acquisire situazioni giuridiche risarcitorie che possono trasferirsi agli eredi documento protetto
il nato morto non pua' considerarsi persona poicha' il feto pur essendo senz'altro un soggetto titolare di interessi meritevoli di protezione v Cass civ sez III 11 maggio 2009 n 10741 non a'

A parte ogni altra considerazione e' sufficiente osservare che secondo il condivisibile indirizzo delle Sezioni Unite Corte di Cassazione sez Unite Civili sentenza n 176811depositata il 26 gennaio 2011 n 1768 la disposizione di cui all'art 652 cpp cosigrave come quelle di cui agli artt 651 653 e 654 del codice di rito penale costituisce u

12/09/2011 Il medico e' responsabile per il decesso del paziente a causa di esami endoscopici documento protetto
il paziente a' stato operato in anestesia generale dal F con la tecnica della microchirurgia endoscopia articolata in due fasi la prima in sede lombosacrale la seconda in sede cervicale

La tecnica operatoria per via endoscopica pur meno invasiva dell'ordinaria tecnica chirurgica presenta in ogni caso carattere di invasivita' posto che sia pure attraverso piccole ferite l'operatore deve attraversare i tessuti molli irrorati da vasi sanguigni per cui ilrischio di lesioni vascolari suscettibili di provocare emorragie e' sempre latent

00/00/0000 E' risarcibile il danno subi'to per imperizia e negligenza del medico di turno del pronto soccorso documento protetto
la condotta doverosa ed esigibile nelle suesposte condizioni ed invece dall'imputato colposamente omessa avrebbe evitato l'evolversi della patologia nell'irreversibile necrosi del testicolo a sua volta cagionata dalla protratta torsione del funic

La sentenza emessa in grado d'appello e' del tutto immune dai denunziati vizi motivazionali avendo fatto la Corte d'appello di Catania esatta e corretta applicazione dei principi consolidati elaborati in tema di reati colposi commissivi mediante omissione dalla giurisprudenza di legittimita' a partire dalla sentenza delle SU 11 settembre 2002 Franzese Senza incorrere in te

00/00/0000 Sulle mancata informazione circa le reali condizioni del feto la madre deve essere sempre risarcita eto la mancata informazione sanitaria documento protetto
Il fatto controverso attiene alla lesione del diritto della madre di poter decidere liberamente anche attraverso una adeguata informazione sanitaria

La responsabilita' della Universita' e' di natura contrattuale e per contatto sociale come si evince chiaramente dal punto 43 della sentenza delle SU 11 novembre 2011 n 26973 che e' vincolante per le sezioni semplici e quindi la imputabilita' della condotta di inadempimento non avviene secondo i criteri della causalita' deterministica considerata dall

00/00/0000 L''onere della prova incombe al paziente
il rilievo di omessa segnalazione da parte dell'ausiliario del giudice del rifiuto dell'Ospedale di consegnargli la documentazione clinica in originale noncha' l'omesso esame della documentazione trasmessagli dagli appellanti su sua

l'incapacita' del CTU di fornire spiegazioni all'evento di danno attesa l'assoluta normalita' del parto se non ipotizzando uno quotstato infettivoquotmaturato durante la gravidanza al contrario mai rilevato non comportava ipso facto necessariamente e univocamente la responsabilita' dei convenuti da individuarsi in concreto nel caso specifico e n

00/00/0000 Responsabilita' medica per operazioni chirurgiche non necessarie
Era stato contestato il delitto di omicidio preterintenzionale in danno di CeMA in quanto il fatto di lesioni volontarie dipendente dall'intervento realizzato nelle condizioni sopra indicate avrebbe determinato la morte del paziente a causa di infar

In sostanza l'attivita' operatoria del G sarebbe stata condizionata dalla necessita' di superare un certo numero di interventi annui per potersi garantire un rilevante incremento del compenso pattuito con l'IstitutoIn vista di quell'obiettivo il primario avrebbe considerato preminentesu ogni altra valutazione di necessita' terapeutica e di generale oppo

00/00/0000 Non e' responsabile il team che ha diagnosticato sulla scorta di esami che non abbiano dato risultati attendibili
Il contrasto evidenziatosi tra i vari consulenti ha ritenuto che l'accretismo placentare fosse presente soltanto in alcune zone

Tanto premesso rileva la Corte che per quanto attiene in particolare al controllo sulla motivazione cfr Cass Sez4 Sent n 4842 del 2122003 Rv 229369 la Corte di Cassazione non deve stabilire se la decisione di merito proponga la migliore ricostruzione dei fatti ne' deve condividerne la giustificazione ma deve limitarsi a verificare se questa giustificazione sia compatib

00/00/0000 Il dentista e' sempre responsabile per lesioni anche se ha impiegato tecniche innovative
il giudice d'appello ha segnatamente posto in luce come tutti gli esperti anche quelli officiati in prime cure avevano riscontrato errori di progettazione e di esecuzione dell'impianto

A giudizio del collegio l'apparato motivazionale qui sinteticamente riportato al di la' del vuoto richiamo alla distinzione tra obbligazionidi mezzi e obbligazioni di risultato il cui rilievo e' a ben vedere piugrave descrittivo che decisivo applica correttamente i principi elaboratidalla giurisprudenza di legittimita' in punto di colpa professionale Questa Corte i

00/00/0000 RESPONSABILITA' MEDICA Mancata informazione ai genitori su malformazione grave del feto sanitario non responsabile
La Corte di Cassazione Sez Terza Civile con la Sentenza n 18643 del 12092011 sancisce la non responsabilita' del ginecologo La bambina nasce affetta da una grave malformazione il ginecologo non e' responsabile

Cosi' stabilisce la Corte diCassazione Sez Terza Civile rigettando il ricorso con la Sentenzan 18643 del 12092011 non puograve essere affermata la responsabilita'del ginecologo per la mancata informazione ai genitori sulle gravimalformazioni del feto Nel caso di specie i genitori non avevanodimostrato che la madre informata avrebbe detto

00/00/0000 Responsabilita' medica Colpa professionale di equipe
L'imposizione dell'obbligo cautelare trova il suo fondamento nell'esigenza di garantire gli interessi del paziente che ai medici affida la propria salute imponendo ai sanitari oneri particolari di cautela e di controllo sulle modalita'

Le conclusioni sono fondate sulla posizione di garanzia assunta in concreto nei confronti della paziente dal medico che anche nel caso incui avesse delegato come afferma la tesi difensiva la rimozione delloquotzaffoquot all'ostetrica aveva l'obbligo di controllare la corretta esecuzione dell'operazione e prima ancora che fosse posta in essere prima della dimissione della pazient




iscriviti alla newsletter
Sentenze Enti Locali
Normativa

COSTITUZIONE ITALIANA

GAZZETTA UFFICIALE



Avv. Alessandra Zabotto
Foro di: Milano
Cerca studio legale Inserisci il tuo studio

GIURILEX | il diritto negli studi legali

Tutti gli argomenti
Amministrativo
Appalti
Arbitrati
Arricchimento senza causa
Assicurativo
Azioni risarcitorie
Circolazione stradale
Civile - Cassazione Civile
Commerciale
Compravendita
Comunicazioni
Comunitario
Condominio (e locazioni)
Costituzionale
Danno biologico, infortuni
Edilizia e Urbanistica
Eredità
Espropri
Europeo e internazionale
Fallimentare
Famiglia
Giurisprudenza
Immigrazione
Lavoro, professioni,previdenza e licenziamenti
Merito civile
Merito penale
Obbligazioni, contratti e concorsi
Pareri, dottrina e contributi
Penale - Cassazione Penale
Privacy
Procedura civile
Pubblica Amministrazione
Rassegna stampa
Reati edilizi
Reati sessuali
Responsabilita' medica
Sanitario
Scolastico (e universitario)
Societario
Stalking
Tributario (e fisco)

GIURILEX | Il diritto negli enti locali

Tutti gli argomenti
Abusi edilizi (e sanatoria edilizia)
Atti amministrativi
Autorita' Vigilanza Contratti Pubblici
Autorizzazioni, ambiente, ecologia, rifiuti e sicurezza
Box, cantine e cantinole
Cartelli stradali
Catasto
Competenze di gestione
Competenze professionali
Concorsi, appalti e opere pubbliche
Condominio (e locazioni)
Consiglio di giustizia amministrativa
Consiglio di Stato
Consiglio e giunta comunale
Corte dei Conti
Corte di giustizia europea
Corte europea dei diritti dell'uomo
D.U.R.C.
Demanio
Edilizia e urbanistica
Energia e impianti
Enti locali
Espropriazione
Giurisprudenza
Immigrazione
Imposte e tasse
Incarichi professionali
Incentivo progettazione
Insidie stradali
Mobbing
Normativa
Oneri di urbanizzazione
Ordini e Collegi
Pareri, dottrina e contributi
Pubblico impiego
Rassegna stampa
Segretari comunali
Sindacati
Strade
T.A.R.
Telefonia mobile
Tribunale UE
Vincoli