logo
attivo dal: 02.01.2006
il diritto oggi
il diritto negli enti locali

------
Seleziona le sentenze che contengono le seguenti parole di testo:
Per visualizzarre le ultime sentenze inserite clicca qui
Inserisci le parole da cercare (nella pagina) e premi il tasto invio per effettuare la ricerca:
 GIURILEX    [34.924]  IL DIRITTO NEGLI STUDI LEGALI    [18.092]  Privacy    [123] aggiorn.to: 20-07-2016
24/06/2016 Illecito trattamentoi dati personali sul diritto all'oblio documento protetto
Direttore ed editore di una testata giornalistica telematica condannati al risarcimento danni per violazione del diritto all'oblio a causa della permanenza di un articolo su una vicenda giudiziaria di natura penale non ancora conclusasi

la facile accessibilita' e consultabilita' dell'articolo giornalistico superiore a quelle dei quotidiani cartacei tenuto conto dell'ampia diffusione locale del giornale on line consentiva di ritenere che dalladata di pubblicazione fino a quella della diffida stragiudiziale fosse trascorso sufficiente tempo perche' le notizie divulgate potessero avere soddisfatto gli

27/08/2015 Sul diritto di cronaca documento protetto
La pubblicazione dell'immagine altrui e' abusiva non soltanto quando avvenga senza il consenso della persona ma anche quando l'esposizione o la pubblicazione sia tale da arrecare pregiudizio all'onore alla reputazione o al decoro della persona medesima

le ipotesi previste dalla L 22 aprile 1941 n 633 art 97 comma 2 ricorrendo le quali l'immagine puograve essere riprodotta senza il consenso della persona ritratta sono giustificate dall'interesse pubblico all'informazione determinando una pretesa risarcitoria solo se da tale evento derivi pregiudizio all'onore o al decoro della medesimaLEGGI LA SENTENZA

28/01/2016 Privacy accesso tabulati telefonici documento protetto
L'art 132 cod privacy commi 1 e 3 prevede un termine di ventiquattro mesi per la conservazione dei dati relativi al traffico telefonico per finalita' di accertamento e repressione dei reati entro il quale il difensore dell'imputato o della persona indagata poteva chiedere direttamente al fornitore i dati relativi al proprio assistito

tra il diritto inviolabile dei singoli alla liberta' e segretezza delle comunicazioni e l'interesse primario alla repressione dei reati al quale e' ancillare il diritto di difesa delle persone coinvolteLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE CIVILE SEZ ISentenza del 28 gennaio 2

27/04/2016 Privacy semafori e telecamere documento protetto
Anche i conducenti dei veicoli e le persone che accedono o transitano in area dove sono attivi sistemi elettronici di rilevazione automatizzata delle violazioni debbano essere previamente informati in ordine al trattamento dei dati personali

Il provvedimento generale del Garante dell'8aprile 2010 prescrive che un'idonea informativa in materia possa essereanzitutto assicurata mediante l'utilizzo di strumenti appropriati che rendanoagevolmente conoscibile la presenza nelle aree interessate degli strumenti di rilevamentodi immagini a tale riguardo prevede che possano svolgere un ruolo efficace inpr

08/01/2015 Trattamento illecito di dati personali Foto postate su FB documento protetto
Sul reato di cui all'art 167 DLgs n 196 del 2003 la norma di cui all'art 167 prevede due distinte condotte tipiche l'una punita con la reclusione da sei a diciotto mesi relativa al trattamento illecito di dati personali da cui derivi nocumento al titolare dei dati stessi e l'altra punita con la reclusione da sei a ventiquattro mesi consistente nella comunicazione o diffusione dei dati illecitamente trattati indipendentemente dal potenziale nocumento che ne derivi a terzi

il provider mette a disposizione dell'utilizzatore uno spazio web allocato presso un server che puograve trovarsi ovunque peraltro l'inserimento dei dati in questo spazio non comporta alcuna ulteriore attivita' da parte del fornitore di servizi internet ne' di altro soggetto Una volta inserite o immesse le informazioni o le immagini offerte ad incertam personam stan

28/01/2016 Diritto alla riservatezza Traffico telefonico documento protetto
Trascorso il primo termine di ventiquattro mesi e' precluso sia l'utilizzo dei dati del traffico telefonico che l'accesso agli stessi da parte di privati

ai sensi dell'art 132 commi 2 e 3 del dlgs n 196 del 2003 trascorso il primo termine di ventiquattro mesi e' precluso l'utilizzo dei dati del traffico telefonico nonche' l'accesso agli stessi da parte dei privati per finalita' di repressione dei reati diversi da quelli di cui all'art 407 comma 2 lett a cppLEGGI LA SENTENZA

06/10/2015 Privacy Diffusione on line di foto
Noto fotografo al fine di trame profitto e di recare danno alla persona offesa aveva proceduto senza il loro consenso al trattamento dei dati personali di OMISSIS trasmettendo ai due siti internet fotografie che li ritraevano in attivita' professionali con i relativi commenti scritti

L'art 167 comma 1 dlgs 30 giugno 2003 n 196 intitolato Trattamento illecito di dati punisce con la reclusione da uno a tre anni la condotta di chi al fine di trame profitto per se' o per altri o di recare ad altri un danno procede al trattamento di dati personali inviolazione di quanto disposto dagli articoli 18 19 23 123 126 e 130 ovvero in applic

00/00/0000 Divulgazione dati personali Limiti documento protetto
Sulla tutela della riservatezza delle comunicazioni elettroniche e sulla compatibilita' con la tutela del diritto

in materia di commercio elettronicoscaricare musica da internet non implica l'obbligo di comunicare datipersonali per garantire l'effettiva tutela del diritto d'autore nel contesto di un procedimento civileLEGGI LA SENTENZACorte di Giustizia Europea Sezi

19/03/2008 Si' a foto dell'imputato ma senza manette in vista documento protetto
Sulla possibilita' di pubblicare la foto di un arrestato con le manette ai polsi per denunciare abusi

e' vietata la pubblicazione dell'immagine di personaprivata della liberta' personale ripresa mentre la stessa si trova sottopostaall'uso di manette ovvero ad altro mezzo di coercizione fisica salvo che lapersona vi consentaLEGGI LA SENTENZAPres Morelli est Ragonesi

02/07/2015 Violenza privata Telecamere nascoste Pedopornografia documento protetto
Istruttore di nuoto con l'uso di un sistema di videoripresa posizionato in un cestino della spazzatura si e' indebitamente procurato immagini raccolte in circa 1005 filmati di soggetti adulti di sesso femminile e bambini di entrambi i sessi mentre erano intenti a spogliarsi rivestirsi o a fare la doccia nello spogliatoio posto a servizio della suddetta piscina

si e' ritenuto in particolare che integri il reato di violenza privata art 610 cod pen escluso quello di cui all'art 615 bis cod pen per la natura non domiciliare del contesto la condotta di colui che introduca una telecamera sotto la porta di una toilette pubblishyca in modo da captare immagini di un minore che si trovi all'interno di essaLEGGI LA SENTE

13/05/2015 illegittima divulgazione di dati attinenti al mutamento dell'identita' sessuale documento protetto
Lamentava la ricorrente che l'ufficio elettorale del Comune convenuto aveva trasmesso a quello di destinazione tutto il fascicolo personale contenente i dati anagrafici e la annotazione della sentenza di rettificazione di attribuzione di sesso con la specificazione che il soggetto aveva mutato sesso Determinava cosi' un'indebita diffusione di dati super sensibili dei quali nel comune ricevente erano venuti a conoscenza terzi che avevano variamente attentato alla riservatezza della ricorrente stessa

In caso di trattamento illegittimo gia' la legge n 675 prevede art 18 il diritto al risarcimento dei danni per l'interessato richiamandosi l'articolo 2050 cc l'attivita' di trattamento e' dunque equiparata all'attivita' pericolosa e il titolare dovra' provare di avere adottato tutte le misure per evitare il danno e' risarcibile anche il da

23/03/2015 Pubblica foto intime della fidanzata arresti domiciliari
I comportamenti dell'indagato susseguitisi per mesi e mesi determinavano nella vittima un grave stato d'ansia e una incontrollabile paura che l'avevano costretta a modificare le proprie abitudini ed a rivolgersi ad uno psicologo

misura coercitiva degli arresti domiciliare per il reato di cui all'art612 bis cod pen in danno di LA con la quale aveva avuto una relazione sentimentale durata circa tre anni nel febbraio 2014 la donnaaveva deciso di interrompere tale relazione ed era tornata a vivere presso l'abitazione della famiglia d'origineLEGGI LA SENTENZA

16/02/2015 Privacy Diffamazione via internet
Diffusione della foto dell'ex mediante il caricamento sulla rete pubblica telematica

E' ius receptum che la diffamazione tramite internet costituisca un'ipotesi di diffamazioneaggravata ai sensi dell'art 595 cp comma 3 in quanto commessa con altro rispetto alla stampa mezzo di pubblicita' idoneo a determinare quella maggior diffusivita' dell'offesa che giustific

19/11/2014 Pubblicazione di atti processuali violazione delle norme a tutela dei minori documento protetto
Sull'articolo di un un giornalista del settimanale Panorama viola delle norme a tutela dei minori per averne pubblicato le generalita' durante il processo per i noti fatti relativi all'asilo di Rignano Flaminio e alle molestie sessuali di cui sarebbero stati oggetto

la pubblicazione integrale di atti delle indagini preliminari in un procedimento all'epoca pendente proprio in detta fase ledeva gravementela serenita' e l'indipendenza di giudizio del giudiceLEGGI LA SENTENZACorte di Cassazione sez III Penale sentenza 19 novembre 2014 20 gennaio 2015 n 2447Presidente Mannino Relatore Savino

07/10/2014 Illegittima la sanzione per il dipendente che inserisce annunci di prestazioni sessuali a pagamento
In materia di tutela della privacy costituisce trattamento di dati personali qualsiasi operazione o complesso di operazioni concernenti la raccolta la registrazione l'organizzazione la conservazione la consultazione e l'utilizzo di informazioni

Il trattamento di dati personali da parte dei soggetti pubblici e' disciplinato dall'art 18 del dlgs n 196 del 2003 cd codice in materia di protezione dei dati personali il quale stabilisce al commasecondo il principio generale secondo cui tale trattamento e' consentito soltanto per lo svolgimento delle funzioni istituzionali dell'ente precisando al comma terzo ch

24/11/2014 Avere accesso alle registrazioni delle conversazioni intercettate e' diritto 'incondizionato' documento protetto
Inutilizzabilita' delle intercettazioni telefoniche ed ambientali richiamate a sostegno del titolo coercitivo per avere il pubblico ministero omesso di fornire copia dei file audio delle registrazioni delle intercettazioni prima della celebrazione della udienza di riesame seppure la copia fosse stata tempestivamente richiesta dalla difesa

l'ingiustificato diniego del pubblico ministero a che il difensore dell'indagato abbia accesso alle registrazioni delle comunicazioni o conversazioni intercettate i cui risultati siano stati utilizzati per l'emissione di un provvedimento cautelare determina un vizio del procedimento di acquisizione della prova nel giudizio cautelare con la conseguente impossibilitagra

10/07/2014 Privacy trattamento dati personali documento protetto
Chiunque cagioni un danno ad altri per effetto del trattamento di dati personali e' tenuto al risarcimento

I provvedimenti che possono essere adottati dal Garante su ricorso proposto ex art 141 lettera c dlgs n 196 del 2003 si articolano in misure di natura provvisoria e definitiva Tra i primi vi sono il blocco in tutto od in parte dei dati ola sospensione del trattamento In ordine ai provvedimenti definitivi il Garante puograve disporre la cessazione de

12/09/2014 Molestie sul luogo di lavoro tramite Facebook documento protetto
La riconducibilita' delle condotte alla fattispecie di cui all'art 660 cod pen non dipenderebbe tanto dall'assimilabilita' della comunicazione telematica alla comunicazione telefonica quanto dalla natura stessa di luogo virtuale aperto all'accesso di chiunque utilizzi la rete di un social network o community quale Facebook

Con riferimento alle molestie

23/07/2014 Registrazione intercettazione corpo del reato documento protetto
La comunicazione intercettata costituisce essa stessa condotta delittuosa che imprimendosi contestualmente alla commissione del fatto sul supporto magnetico registrante lo rende corpo del reato in quanto tale utilizzabile quale fonte di prova nel giudizio

quando le registrazioni non rappresentano una conversazione su circostanze relative al fattoreato per il quale siano state disposte ma una comunicazione che integra essa stessa condotta criminosa la loroacquisizione e' soggetta alle disposizioni stabilite dall'art 270 cod proc pen e non va inquadrata nelle norme che regolano l'uso processuale del corpo di reatoLEGGI

24/06/2014 Violazione della privacy documento protetto
Fax indesiderati finalizzate alla commercializzazione di corsi formativi

Il Tribunale ha accertato con congruo e logico apprezzamento che qui non puograve essere rimesso in discussione che i fax inviati dalla Alfa Consulting alla signora M avevano chiare finalita' di promozione e di lucro trattandosi di comunicazioni finalizzate alla commercial

19/05/2014 Violazione legge sulla Privacy Risarcimento danni documento protetto
illegittimo trattamento dei dati della Regione e della Banca che secondo le indicazione dell'art 22 avrebbero dovuto rispettivamente diffondere e conservare i dati stessi utilizzando cifrature o numeri di codice non identificabili

il diritto alla riservatezza o all'intimita' della sfera privata dell'individuo appare ben piugrave di altri aspetti di tutela della personalita' strettamente collegato alle profonde trasformazioni operatedalla societa' industriale e postindustriale accresciuto contatto e adun tempo maggiore estraneita' tra gli individui piugrave ampio dinamismo e circola

13/05/2014 Internet responsabilita' dati personali documento protetto
Tutela dei diritti e delle liberta' fondamentali delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali nonche' l'eliminazione degli ostacoli alla libera circolazione di tali dati

Nella misura in cui l'attivita' di un motore di ricerca puograve incidere inmodo significativo e in aggiunta all'attivita' degli editori di siti web sui diritti fondamentali alla vita privata e alla protezione dei dati personali il gestore di tale motore di ricerca quale soggetto che determina le finalita' e gli strumenti di questa attivita' deve assic

19/03/2014 Intollerabilita' della prosecuzione della convivenza matrimoniale documento protetto
Fallimento dell'unione coniugale Relazione intrapresa della moglie con la vicina di casa

Reputa per tanto il Collegio di dover respingere la domanda di addebito formulata dal signor AA nei confronti della moglie BB nella considerazione che il logoramento affettivoempatica della loro unione in uno con la lsquo scoperta' della propria omosessualita' da parte moglie siano circostanze non ascrivibili alla violazione dei doveri nascen

19/05/2014 Condotte di ripetuta molestia con pedinamenti veri e propri documento protetto
Stalking forte stato di timore

Il tema della volontampa' dell'imputato di rimanere comunque vicino ad un contesto che lo aveva emotivamente segnato senza finalitampa' persecutorie risulta giampa' ampiamente trattato e logicamente smentito nella sentenza oggetto di ricorso laddove si legge ampltampltnampe' appare giustificabile la permanenza del C vicino all'abitazione della S in ragion

29/04/2014 Reato di diffamazione documento protetto
Atti diffamatori e notizie presenti nel fascicolo processuale

Ciograve premesso e' infondata la notizia di reato di diffamazione relativa a degli articoli apparsi su vari siti internetche pur essendo lesivi della reputazione della parte offesa si limitino a propalare una notizia apparsa su un comunicato ufficiale dell'Autorita' in particolare del Nucleo Tutela Patrimonio dei Carabinieri e ove il termine quottombaroloq

01/04/2014 Violenza sessuale nei confronti dei minori documento protetto
Il minore ha percepito con chiarezza toccamenti invasivi della propria sfera privata

In relazione ad ambedue i motivi di ricorso non coglie nel segno la censura difensiva che mira a rilevare un error iuris ed un error in iudicando nella motivazione con cui la Corte d'appello avrebbe da un lato proceduto ad effettuare il giudizio di bilanciamento tra aggravanti ed attenuanti in particolare per aver considerato l'attenuante di cui al comma 3 dell'art 609 bis cp come fattis

09/04/2014 Domanda di interdizione proposta dagli imputati nei confronti della figlia documento protetto
Dissenso con la decisione di convivere con altra persona e dei sentimenti di possessivita' e di prevaricazione manifestati dal padre

Tali atteggiamenti avevano interferito negativamente sulla sua sfera privata e sulla sua vita e non erano stati determinati da affetto e sollecitudine genitoriale dal momento che il rapporto personale tra di essi si era da tempo deteriorato come confermato dal giudizio civileLEGGI LA SENTENZA Corte di CassazionePenalen 158462014sez Idel 942014

16/04/2014 Frase lesiva dell'altrui reputazione su facebook documento protetto
Individuazione in modo univoco del destinatario delle espressioni diffamatorie

I giudici di secondo grado hanno altresigrave affermato la sussistenza dell'aggravante dell'utilizzo del mezzo di pubblicita' tenuto conto che la pubblicazione della frase indicata nell'imputazione sul profilo del social network facebook rende la stessa accessibile ad una moltitudine indeterminata di soggetti con la sola registrazione al social network edanche per

06/03/2014 Conversazioni intercettate a seguito di legittima autorizzazione documento protetto
Intercettazioni indispensabili per l'accertamento di delitti per i quali e' previsto l'arresto obbligatorio in flagranza

Tale conclusione necessaria anche a fini di coerenza del sistema e'confermata dalla giurisprudenza in materia di utilizzabilita' delle intercettazionianche nei confronti di soggetti non ancora iscritti quali indagati e perfino seautorizzate

13/03/2014 Giornalista limiti della liberta' di espressione
Tutela costituzionale del dirittodovere d'informazione

ltpgtPertanto l'irrogazione della pena detentiva in luogo di quella pecuniaria pur a seguito del riconoscimento di attenuanti generiche equivalenti alle aggravanti non risponde allaltemgt ratioltemgt della previsione normativa che nel prevedere l'alternativitampa' delle due sanzioni palesemente riserva quella piampugrave afflittiva alle ipotesi di diffamazione co

04/03/2014 Sanzione disciplinare utilizzo di agenzia investigativa
Principi in materia di proporzionalita' del licenziamento

Nel caso considerato il controllo finalizzato all'accertamento dell'utilizzo improprio dei permessi ex art 33 L 10492 suscettibile di rilevanza anche penale non ha riguardato l'adempimento della prestazione lavorativa essendo stato effettuato al di fuori dell'orariodi lavoro ed in fase di sospensione dell'obbligazione principale di rendere la prestazione lavorativa Deve pertanto

09/01/2014 Sottrazione e soppressione di corrispondenza del coniuge
Separazione produzione in giudizio della documentazione bancaria del coniuge

Integra il reato di violazione sottrazione e soppressione di corrispondenza art 616 cp la condotta di colui che sottragga la corrispondenza bancaria inviata al coniuge per produrla nel giudizio civile di separazione ne' in tal caso sussiste la giusta causa di cui all'art 616 co 2 cp la quale presuppone che la produzione in giudizio della documentazione bancaria sia

03/02/2014 Internet rimozione video raffigurante un soggetto affetto da sindrome di Down documento protetto
Violazione del trattamento dei dati personali in quanto era stato pubblicato sulla piattaforma 'Google video' un filmato raffigurante alcuni ragazzi che offendevano un loro coetaneo affetto dalla sindrome di Down

La posizione di Google Italia Srl e dei suoi responsabili e' infatti quella di mero Internet host provider soggetto che si limita a fornire una piattaforma sulla quale gli utenti possono liberamente caricare i loro video video del cui contenuto restano gli esclusivi responsabili Ne consegue che gli imputati non sono titolari di alcun trattamento e che gli

24/10/2013 Ripreso tra la folla anonima del gay pride documento protetto
Esposizione o pubblicazione di immagini altrui

La Corte rilevava che ammesso e non concesso che il ricorrente fosse stato colto dalla ripresa televisiva poi mandata in onda era stato ripreso per brevissimo tempo in mezzo ad una folla anonima di passeggeri la quale faceva solo da generico sfondo del contestato servizio televisivo sul gay pride Era rimasto del tutto indimostrato in altri termini che la ripresa televisiva

13/06/2013 Divorzio prove prelevate dal social network Facebook documento protetto
I dati e le fotografie pubblicate sul proprio profilo infatti non sono assistite dalla segretezza che caratterizza invece i contenuti scambiati utilizzando il servizio di messaggistica o di chat che ricevono la massima tutela perche' assimilate a forme di corrispondenza privata

I dati e le fotografie pubblicate sul proprio profilo infatti non sono assistite dalla segretezza che caratterizza invece i contenuti scambiati utilizzando il servizio di messaggistica o di chat che ricevono la massima tutela perche' assimilate a forme di corrispondenza privata Nel momento in cui questi dati vengono pubblicati sulla pagina dedicata al proprio profilo perso

03/07/2013 Violazione della privacy all'interno del condominio documento protetto
Videoregistrazioni effettuate da privati cittadini nell'ambito di spazi domiciliari

Le videoregistrazioni effettuate con strumenti posti in opera da privati cittadini nell'ambito di spazi domiciliari costituiscono una prova documentale la cui acquisizione e' consentita ai sensi dell'art 234 cpp essendo inoltre irrilevante che siano state rispettate o meno le istruzioni del Garante per la protezione dei dati personali poiche' la relativa disciplina no

21/05/2013 Stalking nei confronti di un collega
Mancata comunicazione di avvio del procedimento

Il Questorie di Cosenza espressamente ritiene che i fatti in questione impongano l'adozione dell'ammonimento in via d'urgenza al fine di impedire il reiterarsi di ulteriori simili comportamenti da parte della ricorrente e che pertanto ci consente di non procedere alla previa comunicazione di avvio del procedimentoLEGGI LA SENTENZAFatto

07/06/2013 Utilizzo di videoregistrazioni come prova documentale documento protetto
Le riprese video di comportamenti non comunicativi non possono essere eseguite all'interno del domicilio in quanto lesive

Deve in primo luogo rilevarsi l'inconferenza del richiamo effettuato dal Giudice di pace al citato arresto a sezioni unite riferito a captazioni effettuatecon strumenti posti in opera dall'autorita' giudiziaria e non da privaticittadini nell'ambito di spazi domiciliari In tale ultimo caso e in secon

01/08/2013 Violazione della privacy del datore di lavoro
Per cio' che concerne il merito va rilevato che la societa' per dimostrare un comportamento illecito nel quadro del rapporto di lavoro ha esperito dettagliati accertamenti in assenza di una previa informativa all'interessato relativa al trattamento dei dati personali

Dalladocumentazione in atti si evince che la raccolta da parte del datore di lavorodei dati relativi alle navigazioni in Internet e' avvenuta mediante accesso alterminale in uso all'interessato con copia della cartella relativa a tutte leoperazioni

01/08/2013 Dati sensibili tendenza sessuale documento protetto
Accesso navigazione in internet e siti pornografici

scarica il documento

23/05/2013 Molestie disturbo tranquillita' pubblica
Coscienza e volonta' del ricorrente di arrecare molestie e disturbo all'ex moglie

Con la disposizione prevista dall'art 660 cp il legislatore attraverso la previsione di un fatto recante molestia alla quiete di un privato ha inteso tutelare la tranquillita' pubblica per l'incidenza cheil suo turbamento ha sull'ordine pubblico data l'astratta possibilita' di reazione Pertanto l'interesse privato individuale riceve una protezione solt

13/05/2013 Tentata violenza sessuale e zone non erogene documento protetto
Il discrimine tra la violenza sessuale tentata e quella consumata sta nella individuazione della zona corporea presa di mira dall'agente laddove l'atto posto in essere dall'agente indirizzato verso una zona erogena raggiunga una zona non erogena vuoi per la reazione della vittima vuoi per effetto di altre circostanze indipendenti dalla volonta' dell'agente dovra' configurarsi la fattispecie tentata e non quella consumata la quale si verifichera' invece laddove toccamenti palpeggiamenti o altri gesti equivalenti anche se di breve durata e non connotati da violenza attingano le zone corporee sensibili non essendo necessario ai fini della consumazione del reato il raggiungimento della soddisfazione erotica

26/03/2013 Intercettazioni telefoniche abusi di potere di abuso di ufficio e conversazioni che coinvolgono personaggi di rilievo pubblico e politico documento protetto
La sentenza impugnata motiva diffusamente in ordine alla nozione di informazione tempestiva chiedendosi se tale sia solo quella preventiva oppure sia quella immediata o ancora quella fatta in tempi ragionevoli e perviene al convincimento sorretto da motivazione in questa parte sufficiente e non contraddittoria che nella specie fosse mancata l'informazione tempestiva Il Dott R omette di mettere a parte il proprio Procuratore in tempi si badi non da considerarsi ragionevoli in astratto giacche' potrebbe ben essere ragionevole appunto in astratto senza considerare la natura degli atti e delle persone coinvolte informare il Procuratore tre o quattro giorni dopo il compimento di un atto ma da commisurare ragionevolmente all'importanza degli adempimenti svolti anche nella prudente considerazione delle possibili conseguenze esterne in termini di esposizione mediatica sia della propria persona ma soprattutto dell'ufficio di Procura considerato nel suo complesso Nella specie l'informazione avrebbe dovuto essere ben piu' tempestiva cio e' ben piu' a ridosso del compimento dei vari atti in esame

Egrave vero che la mancanza di unatestuale specifica ed espressa valutazione di gravita dellacondotta che rileva sotto il profilo del vizio di motivazione exart 360 primo comma n 5 cpc potrebbe non essere decisiva diper se' sola laddove siffatta valutazione emergesse indirettamentedalla stessa ricostruzione della condotta come operata dalla

03/05/2013 Minacce dirette ad offendere l'onore ed il decoro della persona con ingiurie e linguaggio inproprio
Rilevato dalla Suprema Corte in un arresto in tema di diffamazione condiviso da questo Collegio l'utilizzo di un linguaggio piu'disinvolto piu'aggressivo meno corretto di quello in uso in precedenza caratterizza oggigiorno anche il settore dei rapporti tra i cittadini derivandone un mutamento della sensibilita' e della coscienza sociale siffatto modo di esprimersi e di rapportarsi all'altro infatti se certamente censurabile sul piano del costume ormai accettato se non sopportato dalla maggioranza dei cittadini

Con sentenza pronunciata il 24112011 il tribunale di Lecce in composizione monocratica in qualita' di giudice di appello in riforma della sentenza con cui il giudice di pace di Casarano in data 23112010 aveva condannato FW imputato dei reati di cui agli artt 81 cpv 594 co 1 e 4 612 cp per aver offeso alla presenza di piu' persone l'onore ed il decoro

20/02/2013 DANNO MORALE Il continuo invio di materiale commerciale a mezzo fax senza il consenso dell'interessato costituisce un illecito trattamento dei dati personali documento protetto
Il continuo invio di materiale commerciale a mezzo fax senza il consenso dell'interessato costituisce un illecito trattamento dei dati personali con conseguente violazione del diritto alla privacy dello stesso interessato e da'luogo al risarcimento anche dei danni morali ai sensi dell'art 15 del DLgs n 196 del 2003 e dell'art 1226 cc

La convenuta si costituiva eccependo l'incompetenza territoriale delgiudice adito essendo invece competente il Tribunale di Roma sia ai sensi dell'articolo 19 cpc quale foro generale delle persone giuridiche sia ai sensi dell'articolo 20 cpc per l'essere il fatto stato commesso in Roma

11/03/2013 Esclusione del reato di illecito dei dati personali da parte dell'insegnante nei confronti dei suoi alunni documento protetto
ll reato di trattamento illecito di dati personali ex art 35 L 31 dicembre 1996 n 675 oggi art 167 del DLgs 30 giugno 2003 n 196 non e' integrato se il trattamento dei dati avviene per fini esclusivamente personali senza una loro diffusione o destinazione ad una comunicazione sistematica

Va anzitutto rilevato che come piu' volte affermato da questa Corte il reato di trattamento illecito di dati personali art 35 L 31 dicembre 1996 n 675 oggi art 167 del DLgs 30 giugno 2003 n 196 non e' integrato se il trattamento dei dati avvenga per fini esclusivamente personali senza una loro diffusione o destinazione ad una comunicazionesistematica Sez 5 Sentenza n 4645

22/02/2013 Mancata intercettazione preventiva e casualita' dell'intercettazione indiretta parlamentare documento protetto
La disciplina delle intercettazioni casuali esula dall'ambito della garanzia prevista dall'art 68 co 3 della Costituzione in quanto per il carattere imprevisto dell'interlocuzione del parlamentare sarebbe impossibile chiedere l'autorizzazione preventiva

Al fine dunque di affermare o escludere la casualita' dell'intercettazione coinvolgente il parlamentare occorre aver riguardoa molteplici parametri significativi quali la natura dei rapporti intercorrenti tra il parlamentare e il terzo sottoposto a intercettazione il tipo di attivita' criminosa oggetto di indagine il numero delle conversazioni intercorse tra il t

20/02/2013 Violazione della privacy il controllo fatto ai contribuenti attraverso il redditometro dell'Agenzia delle entrate documento protetto
viola i principi di eguaglianza ragionevolezza e proporzionalita' in quanto a ben vedere non e' strumento idoneo a raggiungere in modo adeguato i prefissi obiettivi di repressione dell'evasione fiscale pur sacrificando del tutto come visto il diritto alla dignita' alla autodeterminazione e alla privatezza della propria vita individuale associativa culturale e relazionale non solo del singolo contribuente ma di tutto il suo nucleo familiare

Il DM 24 dicembre 2012 n 65648 deve considerarsi radicalmente nullo ai sensi dell'art 21 septies L n 2411990 per carenza di potere e difetto assoluto di attribuzione e quindi sotto il profilo dell'efficacia giuridicamente tam quam non esset mancando del presupposto previsto dall'art 38 dPR n 6001973 perche' l'Agenzia delle entrate possa eseguire gli

31/12/2012 Si considera reato di diffamazione l' uso di espressioni denigratorie e lesive della reputazione del profilo professionale dell'ex datore di lavoro pubblicate sulla bacheca del proprio profilo Facebook documento protetto
L'uso di espressioni di valenza denigratoria e lesiva della reputazione del profilo professionale dell'ex datore di lavoro pubblicate sulla bacheca del proprio profilo Facebook integra sicuramente gli estremi della diffamazione alla luce del carattere pubblico del contesto in cui quelle espressioni sono manifestate della sua conoscenza da parte di piu' persone e della possibile sua incontrollata diffusione tra i partecipanti alla rete del social network

Piu' esattamente tale comportamento va qualificato come delitto di diffamazione aggravato dall'avere arrecato l'offesa con un mezzo di pubblicita' fattispecie considerata al terzo comma dell'art 595 cp e equiparata sotto il profilo sanzionatorio alla diffamazione commessa con il mezzo stampa poiche' la particolare diffusivita' del mezzo usato per propagare

15/01/2013 Le intercettazioni delle conversazioni telefoniche del Presidente della Repubblica sono inutilizzabili e vanno distrutte documento protetto
Le intercettazioni delle conversazioni del Presidente della Repubblica ancorche'effettuate in modo occasionale ricadono nell'ampia previsione delle intercettazioni eseguite fuori dei casi consentiti dalla legge e dunque devono essere distrutte in ogni caso sotto il controllo del giudice non essendo ammissibile che alla distruzione proceda unilateralmente il pubblico ministero

Per queste ragioni le intercettazioni delle conversazioni del Presidente della Repubblica ancorche' effettuate in modo occasionale ricadono nell'ampia previsione delle intercettazioni eseguite fuori deicasi consentiti dalla legge e dunque devono essere distrutte in ogni caso sotto il controllo del giudice non essendo ammissibile che alla distruzione proceda unilater

00/00/0000 Non e' favoreggiamento il coniuge che in collaborazione con la moglie gestisce utenze telefonichedi natura hard documento protetto
Non e'illecita e dunque non configura il reato di favoreggiamento della prostituzione l'attivita' posta in essere dal coniuge che d'intesa e in collaborazione con la moglie cura l'attivazione di utenze telefoniche su cui confluiscono gli accrediti dei clienti sotto forma di ricariche telefoniche o contribuisce alla ricerca di clienti spingendoli a chattare con la moglie ovvero ancora monetizza i crediti sulle utenze ricevendo gli assegni circolari a suo nome e depositando i corrispettivi sul libretto postale cointestato ai due coniugi

L'attivita' e' risultata di comune accordo come riferisce la stessa ordinanza del Tribunale per il Riesame ove si dice che dagli atti del PM risulta che quotciascuno dei coniugi dopo aver attivato un quotnicknamequot videohot videolina sulla chat amp comunita' on line quotTim cafe'quot della Telecom inviava messaggi con cui faceva intendere di

08/01/2013 Espressioni diffamatori nei blog documento protetto
La qualifica di ex picchiatore fascista e' stata ritenuta congiuntamente dai giudici di merito una sintesi critica delle frasi rievocative fatte dal M del proprio passato politico nel corso dell'intervista sintesi che e' andata al di la' della verita' e al di la' della formale continenza di una legittima critica

La sentenza purdando atto che l'espressione ex picchiatore fascista era da inquadrarenell'esercizio di critica politica essendo stata usata nell'ambito dellarecensione al libro di T su temi politici ha osservato che con quelleparole era stato il superato del limite di liceita' in quanto da alcuneleme

20/07/2012 Pignoramento dello stipendio di un pubblico dipendente documento protetto
Il testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali DLgs 18 agosto 2000 n 267 prevede all'art 39 comma 4 che sia assicurata una adeguata e preventiva informazione ai gruppi consiliari ed ai singoli consiglieri sulle questioni sottoposte al consiglio Un regime di pubblicita' e' previsto per l'elenco degli oggetti da trattarsi in ciascuna sessione consiliare ordinaria o straordinaria da pubblicarsi mediante affissione nell'albo pretorio RD 4 febbraio 1915 n 148 art 125 norma che ai sensi del citato DLgs n 267 del 2000 art 273 si applica fino all'adozione delle modifiche statutarie e regolamentari previste dal testo unico e per le deliberazioni comunali che devono essere anch'esse pubblicate mediante affissione all'albo pretorio salvo specifiche disposizioni di legge citato DLgs 18 agosto 2000 n 267 art 124

Con precedenteprovvedimento relativo alla pubblicazione delle deliberazioni cfr Provv del26 ottobre 1998 in Bollettino n 6 p 133 riferito alle previgentidisposizioni della L n 142 del 1990 di analogo contenuto il Garante avevagia' precisato che tali necessarie forme di pubblicita' dovevano indu

03/09/2012 L'aula scolastica e' considerata come luogo pubblico documento protetto
Trattandosi infatti di un luogo dove puo'entrare un numero indeterminato di persone alunni professori preposti alla sorveglianza e ella direzione dell'istituto familiari degli alunni essa va qualificata come questa Corte ha avuto modo di stabilire Cass Sez III 851969 n 994 CED Cass n 112623 in tema di atti osceni in luogo pubblico come luogo aperto al pubblico

A quest'ultima qualificazione non e' d'ostacolo la ravvisabilita' in capo all'insegnante di uno ius excludendi che certamente gli compete mache e' preordinato non alla tutela della sua riservatezza o comunque di prerogative personali del docente ma all'ordinato svolgimento dell'attivita' didattica che certamente potrebbe venire turbato

30/08/2012 l'abusiva introduzione presso i locali della guardia medica e' considerata violazione di domiclio documento protetto
in particolare dopo aver citofonato ripetutamente al presidio di guardia medica locale usando violenza nei confronti di GG medico di guardia notturno e dunque pubblico ufficiale in servizio presso la Guardia Medica locale consistita dapprima nello strattonare con un gesto repentino la predetta che si era affacciata per rispondere spingendola con forza all'interno dell'ufficio medico mentre le intimava di non gridare altrimenti l'avrebbe uccisa ed una volta chiusa alle sue spalle la porta dell'ufficio usandole ancora violenza consistita nel bloccarla con il viso contro il muro dell'ingresso mentre le ripeteva 'non urlare ti voglio solo scopare altrimenti ti ammazzo ho un coltello lungo 4 cm' costringeva la predetta a subire un atto sessuale consistente nel bacio sulle labbra

PR nato ilomissis era imputatoA del delittodi cui agli artt 81 cpv 61 n 2 614 commi I e IV cp perche'

11/05/2012 Non costituisce reato se vengono compiute video riprese all'esterno di un'abitazione documento protetto
essendo la tutela del domicilio limitata a cia' che si compie in luoghi di privata dimora in condizioni tali da renderlo tendenzialmente non visibile ad estranei se l'azione pur svolgendosi in luoghi di privata dimora pua' essere liberamente osservata senza ricorrere a particolari accorgimenti il titolare del domicilio non pua' vantare alcuna pretesa al rispetto della riservatezza

Contrariamente all'assunto del ricorrente che deduce erronea applicazione dell'art 515 bis cod pen e si duole dell'assenza di argomentazioni logicogiuridiche a sostegno della decisione di secondo grado l'iter argomentativo della sentenza impugnata risponde al principio di indubbia esattezza ripetutamente affermato da questa corte secondo cui essendo la tutela d

15/05/2012 Applicazione della normativa in materia di accesso agli atti del procedimento amministrativo di rilascio del permesso di costruire
Qualora l'accesso si riferisca a documenti che sono oggetto di pubblicazione come il permesso di costruire di cui all'art 24 della LR 192009 non potranno essere considerati controinteressati coloro che sono indicati in tali documenti in quanto a

Estremi nota parere Protocollo17117 Data15052012Applicazione

00/00/0000 Il controllo della posta elettronica del lavoratore risulta estraneo allo statuto dei lavoratori
La giurisprudenza di questa Corte ritiene che detto art 4 fa parte di quella complessa normativa diretta a contenere in vario modo le manifestazioni del potere organizzativo e direttivo del datore di lavoro

La giurisprudenza di questa Corte ritiene che detto art 4 quotfa parte di quella complessa normativa diretta a contenere in vario modo le manifestazioni del potere organizzativo e direttivo del datore di lavoroche per le modalita' di attuazione incidenti nella sfera della personasi ritengono lesive della dignita' e della riservatezza del lavoratore sul presupposto e

00/00/0000 Per l'acquisizione di dati sensibili nei processi non costituisce violazione della privacy
Tale principio non costituisce una novita' essendo gia' emersa da altre decisioni dello stesso segno come ad es con la sentenza della Cass Civ Sez 3 n 3358 del 11022009 Rv 606935

quotLa produzione in giudizio di documenti contenenti dati personali e' sempre consentita ove necessaria per esercitare il proprio diritto di difesa anche in assenza del consenso del titolare e quali che siano le modalita' con cui e' stata acquisita la loro conoscenza La facolta' di difendersi in giudizio utilizzando gli altrui dati personali va tuttaviaesercitata

00/00/0000 Molestie recate con il mezzo della posta elettronica
Contrariamente alla molestia nata con il telefono alla quale il destinatario non pua' sottrarsi se non disattivando l'apparecchio telefonico nel caso di molestia tramite posta elettronica una tale forzata intrusione nella libert

La Corte richiama il precedente giurisprudenziale in senso contrario di questa stessa Sezione Sez I 173062010 D' Alessandro Rv 247558 che esclude l'ipotizzabilita' del reato de quo nel caso di molestie recate con il mezzo della posta elettronica perche' in tal casonessuna immediata interazione tra il mittente ed il destinatario si verificherebbe ne veruna intr

00/00/0000 La Corte di Cassazione ha statuito che la ripresa fotografica da parte di terzi lede la riservatezza della vita privata
l'attivita' di costruzione di un muro di confine costituisca davvero fatto afferente all'imperscrutabile vita privata altrui la realizzazione del manufatto in prossimita' di un confine prediale postula il rispetto dell

Se l'azione pur svolgendosi in luoghi di privata dimora puograve essere liberamente osservata senza ricorrere a particolari accorgimenti il titolare del domicilio non puograve vantare alcuna pretesa al rispetto della riservatezza Fattispecie relativa ad una ripresa fotografica dalla strada pubblica di due persone che uscivano di casa e si trovavano in uncortile visibile dall'estern

27/01/2015 Diffamazione a mezzo stampa Diritto di critica documento protetto
Sul risarcimento dei danni conseguenti alla pubblicazione su un importante quotidiano di un articolo nel quale l'attore era stato identificato come una spia al soldo dell'Unione sovietica

il diritto di cronaca e quello di critica sono tra loro non coincidentiin quanto il diritto di critica non si concreta come quello di cronaca nella narrazione veritiera di fatti ma si esprime in un giudizio che come tale non puograve che essere soggettivo rispetto ai fattistessi fermo restando che il fatto presupposto ed oggetto della critica deve corrispondere a verita' si

24/05/2016 Chiamate automatizzate Consenso
In caso di chiamate automatizzate la possibilita' di veicolare messaggi pubblicitari suppone sempre il consenso specifico dell'interessato in analogia di quel che accade per le comunicazione mediante fax nelle quali parimenti manca la possibilita' di interazione del destinatario col mittente

la sentenza ha valutato gli elementi che erano stati evidenziati dalla stessa societa' a mezzo di lettera di risposta ai rilievi del Garante costituiti dalla presenzadel nominativo del destinatario in una propria banca dati quale fatto da cui doversi desumere la non necessita' di altro consenso

12/05/2016 Datore di lavoro dipendente e detective privato documento protetto
Sui limiti del potere del datore di lavoro di compiere indagini volte a verificare il comportamento del dipendente fuori dal luogo di lavoro

in materia di licenziamento disciplinare il principio di necessaria pubblicita' del codice disciplinare mediante affissione in luogo accessibile a tutti non si applica nei casi in cui il licenziamento sia irrogato per sanzionare condotte del lavoratore che concretizzano violazione di norme penali o che contrastano con il cosiddetto quotminimo eticoquotLEGGI LA SENTENZA

00/00/0000 Video hot on line se c'e' consenso documento protetto
La Corte d'appello di Milano nell'escludere la contestata induzione della minore alla realizzazione del video con immagini pornografiche e riconducendo il fatto alla ipotesi di cui all'art 600 ter comma 3 cod pen ha evidenziato la consapevole partecipazione della minore alla vicenda

10/02/2016 Privacy risarcimento danni da illecito trattamento dei dati personali
Il caso in esame tratta di un illecito trattamento dei propri dati inerenti al mancato pagamento di alcune rate del contratto di finanziamento omettendo di procedere alle cancellazioni prescritte dall'art 8 bis dl n 702011

in tema di competenza territoriale quando latutela contro il trattamento dei dati personali nei confronti del titolare deltrattamento venga invocata nell'ambito di un rapporto di consumo come talesoggetto all'art 33 lettera u dlgs n 206 del 2005 il foro previsto datale norma prevale su quello individuato dall'art 152 dlgs n 196 del 2003in qu

02/09/2015 Videosorveglianza Trattamento dati personali documento protetto
L'immagine di una persona pur possedendo capacita' identificativa del soggetto quando viene trattata non integra automaticamente la nozione di dato personale agli effetti del DLgs 30 giugno 2003 n 196 ma lo diviene qualora chi esegue il trattamento la correli espressamente ad una persona mediante didascalia od altra modalita'

la rilevazione delle immagini puograve avvenire senza consenso qualora con le modalita' stabilite in questo stesso provvedimento sia effettuata nell'intento di perseguire un legittimo interesse del titolare o di un terzo attraverso mezzi di prova o perseguendo fini di tutela di persone e beni rispetto a possibili aggressioni furti rapine danneggiamenti atti di vandali

08/10/2015 You tube trattamento illecito di dati personali violenza privata documento protetto
Nel caso in esame la violenza privata consistente nell'aver costretto la parte offesa ad avere contatti informatici con lui sotto continue minacce di pubblicazione in rete di un video che la ritraeva in pose oscene risultava dimostrata dal contenuto minaccioso delle mail inviate alla ragazza

il reato di trattamento illecito dei dati personali risultava provato dalla avvenuta pubblicazione del video su You Tube con conseguente lesione del diritto alla riservatezza dell'immagineLEGGI LA SENTENZACorte di CassazionePenale sez IIISentenza n 40356 del 08102015Presidente FialeRitenuto in fatt

30/04/2015 Condominio e telecamere documento protetto
Sussiste il pericolo di pregiudizio della sfera privata se nel condominio vengono piazzate telecamere con visuale sulle parti comuni dell'edificio

l'angolo visuale delle riprese deve essere comunque limitato ai soli spazi di propria esclusiva pertinenzaLEGGI L'ORDINANZATribunale di Salerno Sez I civileOrdinanza del 30 aprile 2015

28/05/2012 Sul trattamento di dati personali documento protetto
Chiunque cagiona danno ad altri per effetto del trattamento di dati personali e' tenuto al risarcimento ai sensi dell'articolo 2050 del codice civile

nel caso in esame in realta' la mancata stipulazione della donazionedell'appartamento da parte della madre del ricorrente in favore di questi nonrisultava provato che fosse dovuta alla comunicazione da parte della bancadella situazione debitoria del figlio bensigrave fosse attribuibile alla mancanza diconvinzione della genit

13/05/2011 Non e' illecito registrare una conversazione documento protetto
Non e' illecito registrare una conversazione perche' chi conversa accetta il rischio che la conversazione sia documentata mediante registrazione ma e' violata la privacy se si diffonde la conversazione per scopi diversi dalla tutela di un diritto proprio o altrui

quando si tratta di persona fisica che effettua il trattamento per fini esclusivamente personali il soggetto e' tenuto a rispettare le disposizioni del TU ivi comprese quelle in tema di obbligo di consenso espresso dell'interessato per il trattamento solo quando i dati raccolti e trattati sono destinati alla comunicazione sistematica e alladiffusioneLEGGI LA SENTENZA

16/04/2015 Privacy illecito trattamento dati personali documento protetto
Il codice privacy attribuisce al Garante per la Protezione dei dati personali il potere non solo di ordinare la cessazione del comportamento illegittimo e di prescrivere le misure necessarie a tutela dei diritti dell'interessato al fine di rendere il trattamento conforme alle disposizioni vigenti ma anche di adottare ogni altro provvedimento necessario quando vi sia comunque un concreto rischio del verificarsi di un pregiudizio rilevante per uno o piu' interessati

il diritto del giornalista che deriva dall'art 21 commi 1 e 2 Costdi divulgare dati sensibili senza il consenso del titolare ne' l'autorizzazione del Garante e' condizionato all'essenzialita' della divulgazione a tutela del valore primario della dignita' della persona coinvoltaLEGGI LA SENTENZACorte di Cassazione sez I Civil

07/05/2014 Sul diritto alla riservatezza ed all'immagine documento protetto
Noto settimanale pubblica foto compromettenti causando la rottura del matrimonio di un famoso cantante italiano

e' necessaria l'emersione di uno stretto rapporto di causalita' logicodimostrativa fra la circostanza la cui prova si assume trascuratae la soluzione giuridica data alla controversia rapporto quottale da far ritenere che quella circostanza se fosse stata considerata avrebbe portato ad una diversa soluzione della vertenza con un giudizio di certezza e non di mera probabi

10/10/2014 Pubblicazione intercettazioni telefoniche documento protetto
Richiesta risarcimento dei danni sofferti per il carattere asseritamente diffamatorio eo comunque lesivo della persona della dignita' dell'onore e della reputazione personale e professionale ravvisabile nel contenuto dell'intercettazione di una conversazione telefonica

La Corte territoriale avrebbe considerato priva di carattere diffamatoriol'intervista osservando in condivisione con il primo giudice che in essa vi erano solo quotespressioni di rammarico per avere la stessa perdutola conduzione di un programma televisivo che godeva di ottimi ascoltiquotLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSA

05/09/2014 Trattamento illecito dei dati personali documento protetto
Il danneggiato si deve limitare a provare l'evento di danno e il nesso di causalita' tra l'attivita' ed esso spetta invece all'esercente dimostrare di avere adottato tutte le misure idonee ad evitare il danno

deve ritenersi che il danno che ha ritenuto esistente sia un danno non patrimoniale ex art 2059 cc cioe' quotun danno determinato la lesione diinteressi inerenti la persona non connotate da rilevanza economicaquot Cass Sez Un n 26972 del 2008dato che l'art 15 secondo comma del dlgs prevede espressamente la risarcibilita' del danno di cui a detta norma con sp

07/10/2014 Privacy Trattamento dei dati personali documento protetto
L'amministrazione tramite web indaga sull'attivita' di escort della dipendente poi destituita

costituisce trattamento di dati personali qualsiasi operazione o complesso di operazioni concernenti la raccolta la registrazione l'organizzazione la conservazione la consultazione e l'utilizzo di informazioniLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZIO

03/07/2014 Lesione del diritto alla riservatezza documento protetto
Per ottenere risarcimento l'esistenza del relativo danno deve essere provata dal danneggiato

Questa Corte con la sentenza 25 marzo 2003 n 4366 pronunciata nella materia diversa ma tuttavia simile della lesione del diritto alla riservatezza ha stabilito che tale lesione determina un illecito ai sensi dell'art 2043 cc al quale tuttavia non consegue un'automatica risarcibilita' dovendo il pregiudizio morale o patrimoniale essere comunque provato secondo le regol

15/07/2014 Risarcimento danno non patrimoniale e' risarcibile anche il patema d'animo del danneggiato documento protetto
Danno non patrimoniale risarcibile in base all'art 15 del dlgs n 196 del 2003 come 'effetto del trattamento di dati personali divulgati via web

Sicche' in una lettura costituzionalmente orientata l'art 2059 cod civ nell'affermare la risarcibilita' del danno non

16/04/2014 Reato di diffamazione Facebook documento protetto
Ai fini della integrazione del reato di diffamazione e' sufficiente che il soggetto la cui reputazione e' lesa sia individuabile da parte di un numero limitato di persone indipendentemente dalla indicazione nominativa

Ed invero il reato di diffamazione non richiede il dolo specifico essendo sufficiente ai fini della sussistenza dell'elemento soggettivo della fattispecie la consapevolezza di pronunciare una frase lesiva dell'altrui reputazione e la volonta' che la frase venga a conoscenza di piugrave persone anche soltanto due Ed ai fini di detta valutazione non puogravenon tene

08/03/2010 Privacy Intercettazioni
La registrazione ad opera della polizia giudiziaria dei colloqui con le persone informate sui fatti non costituisce attivita' d'intercettazione in senso tecnico

Questa Corte ritiene utilizzabile anche senza che vi sia stato un provvedimento dell'autorita' giudiziaria il contenuto di colloqui privati registrati da uno degli interlocutori a nulla rilevando ne' che la registrazione sia stata da lui effettuata su richiesta della polizia giudiziaria ne' che egli stesso agisc

06/06/2014 Tutela dell'immagine
La pubblicazione su un quotidiano della foto di una persona in coincidenza cronologica con il suo arresto deve rispettare anche le particolari cautele imposte a tutela della dignita' della persona ritratta dall'art 8 primo comma del codice deontologico dei giornalisti che costituisce fonte normativa integrativa

La pubblicazione della notizia della conclusione di una inchiesta con proscioglimento dell'indagato o di revoca della misura cautelare se deve essere inserita nel quotidiano che ha dato la notizia dell'incriminazione o della misura a tutela dell'onore della persona gia' da esso citata in quanto il dirit

18/06/2014 Intercettazioni
La ratio del divieto di intercettazioni di conversazioni di cui all'art 103 cpp va rinvenuta nella tutela dell'esercizio della funzione difensiva e quindi di un diritto costituzionalmente protetto da qui il divieto di utilizzabilita'

nell'ipotesi in cui venga intercettato un colloquio fra l'indagato ed unavvocato legati da uno stretto rapporto di amicizia e familiarita' il giudice al fine di stabilire se quel colloquio sia o no utilizzabile all'esito di un esame globale ed unitario dell'intera conversazione deve valutare a se quanto detto dall'indagato sia finalizzato ad ottenere consigli difensivi o no

16/06/2014 Creazione falso profilo su un social network documento protetto
Delitto di sostituzione di persona

La Corte territoriale ha poi confermato la valutazione del Tribunale in ordine all'attendibilita' delle dichiarazioni della persona offesa definendole 'coerenti costanti nel tempo immuni da contraddizioni e scevre da malanimo o risentimento' e idonee a fondare un giudizio di responsabilita' dell'imputato evidenziando che comunque tale giudizio si fonda su molti altri elementi d

07/05/2014 Interpretazioni alternative da parte del giudice compente documento protetto
Inidoneita' delle fonti di prova per identificare chi avesse elaborato gli scritti poi diffusi tramite Facebook sulla rete

Il giudice avrebbe dovuto considerare che l'imputato solo quattro mesi dopo essere venuto a conoscenza dei fatti addebitati ha manifestato l'intenzione di presentare denunzia per furto della password del proprio account di Facebook con ciograve consentendo a terzi di utilizzare liberamente il suo account pur nella consapevolezza di essere stato indagato per un reato commesso proprio attrave

30/04/2014 Reato di molestia o disturbo alle persone documento protetto
Il pedinamento non e' sufficiente ad integrare la fattispecie anche se interferisce nell'altrui sfera di liberta'

Ad avviso del giudice non apparendo credibile la tesi difensiva dell'incontro occasionale in tangenziale il pedinamento prima e il successivo marcamento posti in essere dall'imputato con particolare insistenza avevano arrecato turbamento alla donna ancorche' non vi fossestata una effettiva coazione della sua liberta' di movimento con conseguente insussistenza d

22/04/2014 Reato di molestie e disturbo alle persone documento protetto
Molestie consistenti nel fare baccano e nel transitare rumorosamente con l' autovettura

Elemento essenziale del reato di cui all'art 659 cod pen che tutela il bene della quiete e della tranquillita' pubblica e' l'idoneita' della condotta dell'agente ad arrecare disturbo a un numero indeterminato di persone sicche' i rumori devono avere una diffusivita' tale che l'evento di disturbo sia potenzialmente idoneo a essere risentito da una platea

17/04/2014 Impianto di videosorveglianza senza autorizzazione documento protetto
Controllo a distanza della attivita' dei lavoratori

Gli impianti e le apparecchiature di controllo la cui installazione sia dovuta ad esigenze organizzative e produttive ovvero alla sicurezza del lavoro ma dai quali derivi anche la possibilita' di controllo a distanza della attivita' dei lavoratori possono essere montati e posizionati soltanto previo accord

10/03/2014 Richiesta di cancellazione dei nomi dal sito Internet del Garante documento protetto
Utilizzo di dati personali per comunicare offerte

Il Garante quindi non ha contraddittoriamente ordinatodi non trattare dei dati a chi quei dati non detiene come lasciato intenderedalla ricorrente avendo invece ritenuto che nell'ampia nozione di trattamentodi cui all'

24/03/2014 Offese alla condotta di militari dell'esercito documento protetto
Diffamazione pluriaggravata pubblicazione nel profilo personale facebook

Si trattava di affermazioni relative alla percezione di straordinari ed alla vittoria della B in un concorso di cui era commissario il C suo convivente Ritenevano dunque entrambi i giudici del merito cosigrave respingendo le tesi difensive da un lato che fosse certo essere l'imputato l'autore degli scritti in questione esclusa l'ipotesi di illecite intrusioni nel suo sito inform

14/03/2014 Denudamento del detenuto per lo svolgimento della perquisizione personale documento protetto
Perquisizioni legittime se motivate da effettive specifiche e prevalenti esigenze di sicurezza interna della comunita'

Qesta Corte ha affermato che la misura del denudamento del detenuto per lo svolgimento della perquisizione personale prima dei colloquio dello stesso con il difensore e' legittimamente imposta dall'amministrazione penitenziaria soltanto ove sussistano specifiche e prevalenti esigenze di sicurezza interna in riferimento a particolari situazioni di fatto che non consentano l'accertamen

27/02/2014 Cautela limitativa della liberta' personale
Espropriazione e confisca del passaporto

Con requisitoria scritta il PG sul rilievo che nella specie sarebbe stato soltanto apoditticamente affermata l'esistenza del nesso pertinenziale tra il reato ed il passaporto dei prevenuti ha chiesto l'annullamento della sentenza limitatamente alla disposta confisca dei passaportiLEGGI LA SENTENZASUPREMA

18/02/2014 Attivita' giornalistica diffusione di notizie o dati concernenti minori documento protetto
Sproporzionalita' delle notizie diffuse sul conto del minore deceduto in occasione di un sinistro stradale

Tanto premesso chiarisce la Corte che l'esercizio dell'attivita' giornalistica laddove si tratti della diffusione di notizie o dati concernenti minori deve sempre avvenire nel rispetto di determinati limiti e segnatamente in quello della essenzialita' della informazionela cui valutazione e' affidata all'apprezzamento del giudice di merito

05/02/2014 Condotta di diffusione di materiale pedopornografico documento protetto
Divulgazione di notizie ed informazioni finalizzate all'adescamento e allo sfruttamento sessuale di minori

La condotta di diffusione di materiale pedopornografico di cui all'art 600 ter comma 3 cp che si differenzia da quella del comma 4 per il fatto che la stessa sia destinata a raggiungere anziche' singoli destinatari una serie indeterminata di persone con cui l'agente come nella specie abbia stabilito un rapporto di comunicazione attraverso un mezzo d

30/01/2014 Telecamere in ufficio per controllare i lavoratori documento protetto
Condotta criminosa rappresentata dalla installazione di impianti audiovisivi idonei a ledere la riservatezza dei lavoratori

L'idoneita' degli impianti a ledere il bene giuridico protetto cioe' il diritto alla riservatezza dei lavoratori e' necessaria affinche' il reato sussista peraltro essa e' sufficiente anche se l'impianto non e' messo in funzione poiche' configurandosi come un reato di pericolo la norma sanziona a priori l'installazione prescinden

26/09/2013 Reato di atti persecutori documento protetto
Lancio di rifiuti di ogni genere nella proprieta' del fratello

La Corte di Appello di Brescia confermando quella del Tribunale di Brescia riconosceva MF responsabile del reato di atti persecutori commesso fino alla quotdata odiernaquot in danno del fratello MS realizzato insozzando quasi quotidianamente l'abitazione ed il cortile di proprieta' di quest'ultimo gettandovi rifiuti di ogn

21/11/2013 Registrazioni delle conversazioni tra i colleghi al fine di supportare la denunzia di mobbing nei confronti del primario documento protetto
Licenziamento del dipendente di una struttura ospedaliera che abbia registrato e diffuso le conversazioni intrattenute dai colleghi in un ambito strettamente lavorativo

La stessa Corte ha altresigrave messo in risalto la reazione dei medici coinvolti quale riportata nella lettera del 2842008 che si concretizzograve in una richiesta alla Direzione Sanitaria di adozione di provvedimenti necessari per la prosecuzione da parte di ciascuno di lorodi un sereno ed efficace rapporto lavorativo la qual cosa ha consentito ai giudici di merito di prendere at

28/01/2010 Annullamento del matrimonio
Richiesta documentazione sanitaria al fine di annullare il matrimonio

Vincolo matrimonialereligioso e connessa valutazione della discrezione di giudizio circai diritti e i doveri del matrimonio e della capacita' di assumere leobbligazioni essenziali del matrimonioLEGGI LA SENTENZA

12/09/2013 Tutela della privacy documento protetto
Il ricorrente lamenta la carenza di motivazione con riguardo alla valutazione degli elementi utilizzati per affermare la sua responsabilita' in particolare con riferimento alle dichiarazioni della persona offesa che non sarebbero state puntualmente sottoposte ad un adeguato vaglio critico ai sensi dell'art 192 cpp

Le valutazioni di merito sono insindacabili nel giudizio di legittimita'quando il metodo di valutazione delle prove sia conforme ai principi giurisprudenziali e l'argomentare scevro da vizi logici come nel caso di specie Cass pen sez un 24 novembre 1999 Spina 214794 Corretto in tal senso appare il riferimento all'inquadramento dell'episodio nel reato di tentata rapina ag

26/06/2013 Liberta' di comunicazione e diritto alla riservatezza
Il comandante della Polizia Municipale aveva proceduto all'apertura di buste indirizzate a membri della polizia municipale e aveva appreso il contenuto delle missive

Tali diritti non vengono meno per il fatto che il titolare sia membro di una PA ne' l'inserimento in un ufficio amministrativo comporta l'affievolimento della tutela per le necessita' di quotregistrazionequot degli atti giacche' tale operazione puograve senz'altro attuarsi nel rispetto delle

06/06/2013 La cancellazione delle immagini pedopornografiche non fa venir meno il reato gia' consumato documento protetto
L'avvenuta cancellazione delle immagini pedopornografiche dai dischi rigidi del computer dell'imputato non influisce sulla permanente disponibilita' delle stesse

SUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZIONE III PENALE Sentenza 13 febbraio 6 giugno 2013 n 24808Presidente Teresi Relatore Franco Svolgimento del processo Con

28/05/2013 Il pubblico ufficiale ha il dovere di non divulgare notizie coperti da segreto d'ufficio documento protetto
Fruizione da parte dell'agente di polizia imputato di prestazioni sessuali gratuite da parte delle singole prostitute informate di volta in volta in ordine alle operazioni di controllo ed identificazione programmate dal locale Commissariato

Questa Corte ai fini della integrazione della fattispecie il contenuto dell'obbligo gravante sul dipendente pubblico va desunto dal nuovo testodel DPR 10 gennaio 1957 n 3 art 15 come sostituito dalla L 8 giugno 1990 n 241 art 28 recante nuove norme in tema di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi ne consegue che il d

21/05/2013 Violenza sessuale di minore commessa dal fidanzato documento protetto
reato di violenza sessuale e violenza sessuale di gruppo in danno della minore

Nel confermare il giudizio di responsabilita' dell'imputato al quale per i reati ascritti unificati col vincolo della continuazione era stata inflitta la pena di anni quattro e mesi sei di reclusione con le attenuanti generiche la Corte milanese ha considerato superflua la rinnovazione dell'istruttoria dibattimentale richiesta dalla difesa al fine di escutere il fidanzato della

03/04/2013 Reato di violenza sessuale successivo ad un primo consenso documento protetto
Le molestie che si erano concretizzate sia nel controllo diretto della ragazza sia mediante minacce di divulgazione di immagini o video o attraverso inviti a non uscire con le amiche aveva costituito per i giudici di merito elemento confermativo della responsabilita'

I

03/05/2013 Vittime inconsapevoli di violenza sessuale per induzione con assenza di contatto fisico
Le condotte ascritte all'indagato consistono in conversazioni telefoniche nel corso delle quali qualificatosi come medico ginecologico riferiva alle donne chiamate di essere al corrente degli accertamenti medici da queste effettuati o in procinto di effettuare e rappresentate situazioni di urgenza o di opportunita' le sollecitava a compiere su se stesse atti di autoerotismo giustificati da finalita' mediche oppure a fotografare la loro zona genitale e trasmettere l'esito via email

Tale impostazione ermeneutica ha formato oggetto di esame da parte di questa Corte ed e' stata ritenuta non rispondente al dato normativo Egrave sufficiente sul punto rinviare alla chiara motivazione della sentenza di questa Sezione n 119582011 udienza del 22122010 rv 249746 nella quale si chiarisce che l'induzione della vittima a commettere atti sessuali su di se' da parte

29/04/2013 False generalita' divulgazione del numero privato e chat erotica documento protetto
Il tribunale aveva condiviso l'ipotesi accusatoria secondo cui l'imputata aveva divulgato sulla chat telematica Incontri by Supereva il numero di utenza cellulare di MM sua ex datrice di lavoro con la quale aveva in corso una pendenza giudiziaria di natura civilistica che di conseguenza aveva ricevuto anche in ore notturne molteplici chiamate e messaggi sms provenienti da vari utenti della chat interessati ad incontri ovvero a conversazioni di tipo erotico

Soprattutto in un caso la cui somiglianza a quello in esame appare evidente si e' ritenuto che integra il reato di sostituzione di personala condotta di colui che crei ed utilizzi un account di posta elettronica attribuendosi falsamente le generalita' di un diverso soggetto inducendo in errore gli utenti della rete internet nei confronti dei quali le false generalita' siano declinate

15/01/2013 No alle intercettazioni per il Presidente della Repubblica
il Presidente della Repubblica non a' responsabile degli atti compiuti nell'esercizio delle sue funzioni tranne che per alto tradimento o per attentato alla Costituzione

L'art 90 Cost stabilisce infatti che il Presidente della Repubblica non e' responsabile degli atti compiuti nell'esercizio delle sue funzioni tranne che per alto tradimento o per attentato alla Costituzione aggiungendo che in tali casi e' messo in stato di accusa dal Parlamento in seduta comune a maggioranza assoluta dei propr

27/02/2013 Non puo' essere considerato punibile chi raccolga utilizzi o diffonda dati che in buona fede debba o possa considerare come lecitamente raccolti da altri documento protetto
Pertanto non puo' essere considerato punibile chi raccolga utilizzi o diffonda dati che in buona fede debba o possa considerare come lecitamente raccolti da altri in quanto e' impossibile pretendere che un'Isp possa verificare che in tutte le migliaia di video che vengono caricati in ogni momento siano stati rispettati gli obblighi concernenti la privacy di tutti i soggetti negli stessi riprodotti

Trattare un video non puo' significare trattare il singolo dato contenuto conferendo ad esso finalita' autonome e concorrenti con quelleperseguite da chi quel video realizzava Sara' dunque il titolare del trattamento ad avere l'obbligo di acquisire il consenso al trattamento dei dati personali cioe' la persona che crea invia o carica i dati on line e non il provider che fornisce

20/02/2013 Costituisce diffamazione la diffusione di notizie circa relazione extraconiugale di una persona documento protetto
Ne consegue che anche in ipotesi la notizia di una relazione extraconiugale sia corrispondente al vero non per questo puo' essere divulgata

In tema di diffamazione integra la lesione della reputazione altrui non solo l'attribuzione di un fatto illecito perche' posto in essere contro il divieto imposto da norme giuridiche assistite o meno da sanzione ma anche la divulgazione di comportamenti che alla luce dei canoni etici condivisi dalla generalita' dei consociati siano suscettibili di incontrare la riprovaz

21/11/2012 E' ingiuria l'offesa rivolta al collega anche se si manifesta a porte chiuse sul luogo di lavoro e l' interessato comunque la ascolti documento protetto
Costituisce reato di ingiuria pronunciare un'espressione offensiva all'indirizzo di un collega di lavoro anche se all'interno di una stanza chiusa nel luogo di lavoro quando la parte offesa la ascolti

Costituisce reato di ingiuria pronunciare un'espressione offensiva all'indirizzo di un collega di lavoro anche se all'interno di una stanza chiusa nel luogo di lavoro quando la parte offesa la ascolti e percepisca casualmente passando nel corridoio avendo diritto quest'ultima al risarcimento dei danni

19/02/2013 Messaggi di posta elettronica diffamanti documento protetto
Il B era stato accusato di aver redatto un messaggio di posta elettronica inviato ad una casella formalmente intestata alla diocesi di Acqui Terme ma in uso anche alla redazione del settimanale l'Ancora per offendere la reputazione di BG che all'epoca era candidato alle elezioni per il Consiglio provinciale di Asti

Ed invero ilprincipio che la giurisprudenza in materia ha enunciato in maniera condivisa e'quello secondo cui in tema di diffamazione commessa mediante scritti sussisteil requisito della comunicazione con piugrave persone necess

31/08/2012 Il criterio della garanzia della semplicita' d''uso del sistema di ordinamento automatico dei canali e' stato previsto per definire la numerazione dei canali televisivi documento protetto
Il metodo prescelto dall'AGCOM per attribuire le numerazioni alle TV locali e' inidoneo ad accertare le abitudini e le preferenze degli utenti essendo stato utilizzato un criterio basato sulle graduatorie redatte dai Corecom Comitati regionali per le comunicazioni che nei fatti ha impedito alle emittenti locali di commisurarsi in regime di par condicio con le altre emittenti al fine dell'accertamento delle abitudini e preferenze degli utenti quindi non rispondente al criterio direttivo dell'art 32 co 2 DLgs n 1772005

Tali graduatorie infatti sono state compilate per finalita' diverse da quelle per le quali veniva predisposto il piano AGCOM essendo il fruttocombinato di due fattori di assegnazione del punteggio e cioe' del fatturato e del numero dei dipendenti solo in parte rispondevano ad un criterio di qualita' e potevano ritenersi idonee a denunziare le preferenze degli utenti e il r

28/11/2012 L'invio di email da parte del dipendente non costituisce motivo di licenziamento per giusta causa documento protetto
In applicazione del punto 7 della Politica Aziendale sul conflitto di interessi cfr doc 12 fascicolo TNT il quale prevede che Tutti i dipendenti sono tenuti ad informare per iscritto i propri dirigenti relativamente a qualsiasi potenziale conflitto d'interesse non appena se ne verifichi la circostanza

Nel suo dispiegarsi cronologico la vicenda trae origine come emerso dalla prove documentali e testimoniali da un esposto anonimo ricevuto nel maggio 2010 dalla Direzione Sicurezza e Risorse Umane della TNT GLOBAL express in cui veniva segnalata 1 l'esistenza di un presunto legame tra lo S ed una societa' cooperativa operante nell'ambito delle attivita' di facchinaggio e

23/01/2013 La privacy nella gestione condominiale documento protetto
Si dolgono che il giudice abbia erroneamente ritenuto che l'amministratore I vada esente da critiche perche' avrebbe agito disciplinatamente e essendovi obbligato dal proprio ufficio mentre il Signor Pe si sarebbe limitato a porre dei dubbi laddove sul dovere dell'amministratore di condominio di non eseguire delibere nulle o contrarie alla legge si sono formate intere biblioteche giuridiche

I motivi che possono congiuntamente esaminarsi in quanto connessi sono in parte inammissibili e in parte infondatiVa anzitutto osservato che come questa Corte ha gia' avuto piugrave volte modo di affermare i motivi posti a fondamento dell'invocata cassazione della decisione impugnata debbono avere i caratteri della specificita' della

03/04/2012 Creazione di un account di posta elettronica apparentemente intestato ad altra persona e sua utilizzazione per intessere rapporti con altri utenti traendoli in errore sulla propria identita' personale
Integra il reato di sostituzione di persona art 494 cp la condotta di colui che crei ed utilizzi un account di posta elettronica attribuendosi falsamente le generalita' di un diverso soggetto inducendo in errore gli utenti della rete internet nei confronti dei quali le false generalita' siano declinate e con il fine di arrecare danno al soggetto le cui generalita' siano state abusivamente spese

A tali considerazioni deve peraltro aggiungersi quanto correttamente rilevato dalla Corte d'appello circa l'evidente irrisorieta' dell'importo versato che sembra coprire appena le spese sostenute dalla persona offesa per partecipare al procedimento di primo gradoLEGGI LA SENTENZA LA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIO

10/07/2012 Tutela della riservatezza delle indagini penali documento protetto
L'autorizzazione dell'autorita' giudiziaria richiesta dall'art 63 primo comma del dPR 26 ottobre 1972 n 633 per la trasmissione agli uffici delle imposte dei documenti dati e notizie acquisiti dalla Guardia di finanza nell'ambito di un procedimento penale e' posta a tutela della riservatezza delle indagini penali

Con terzo motivo la ricorrente assume la insufficiente motivazione laddove la CTR ha affermato la illegittimita' dell'avviso per la mancata notifica alla societa' del pvc del 2912001 senza accertare cosigrave come richiesto dall'agenzia appellante che l'avviso di accertamento ne riproduceva integralmente il contenuto La censura e' fondata non ravvisandosi nella se

00/00/0000 Diffusione di dati personali nelle delibere adottate dal Consiglio Comunale documento protetto
La pubblicazione e la divulgazione di atti e documenti determinano una diffusione di dati personali comportando la conoscenza di dati da parte di un numero indeterminato di cittadini e l'interferenza nella sfera personale degli interessati che ne consegue e' legittima solo se la diffusione e' prevista da una norma di legge o di regolamento L n 675 del 1996 art art 1 comma 2 lett h e art 27 comma 1 In ogni caso la diffusione deve essere rispettosa dei criteri dettati dalla L n 675 del 1996 art 9 in forza del quale i dati personali devono essere a trattati in modo lecito e secondo correttezza e in ogni caso con modalita' pertinenti completi e non eccedenti rispetto alle finalita' per le quali sono raccolti o successivamente trattati

Cosigrave come harilevato il provvedimento impugnato e prima ancora il provvedimento delGarante se la menzione di dati personali relativi alla ricorrente nelledeliberazioni adottate risultava lecita anche alla luce del DLgs n 267 del2000 art 183 il quale prevede per l'adozione degli impegni di spesa che

15/06/2012 Trattamento dati personali non e' lecito a seguito risoluzione del contratto continuare ad utilizzare dati personali documento protetto
L'errore in cui a' incorsa secondo i ricorrenti la Corte d'appello va ravvisato nel fatto di avere considerato la condotta e non revento Nella sentenza di secondo grado si sostiene infatti che il reato contestat

Alla luce di quanto precede si deve innanzitutto fare un cenno alle caratteristiche differenziali del reato di cui all'art 640 ter cp rispetto alla generale figura della truffa ricordando che e' pacifico che il primo ha la medesima struttura e quindi i medesimi elementi costitutivi del reato previsto dall'art 640 cp truffa dal quale si differenzia solamente perche

00/00/0000 Non e' lecito esporre i motivi di salute del dipendente
Osserva anzitutto il collegio prima di affrontare la questione avanzata dalla difesa resistente la quale nega che i messi notificatori in questione abbiano la qualita' di pubblico ufficiale e pertanto che i loro atti possano essere assis

la dichiarazione dei due messi notificatori citati quali testi si badi dalla stessa difesa dell'odierna ricorrente come nota puntualmente la difesa resistente contiene in realta' la valutazione fornita dai medesimi circa 1' impossibilita' da parte del pubblico di leggere le motivazioni E rispetto a siffatto giudizio ovvero rispetto ad una affer

00/00/0000 Le regole sulla privacy art 5 Dlgs n 1962003 si applicano anche alle persone fisiche documento protetto
La nuova normativa configura il reato in questione non pia' come reato di pericolo ma come reato di danno

Invero la violazione del principio di correlazione tra l'accusa e l'accertamento contenuto in sentenza si verifica solo quando il fatto accertato si trovi rispetto a quello contestato in rapporto di eterogeneita' o di incompatibilita' sostanziale ASN 200600818RV 233257Infattile previsioni di cui agli artt 521 e 522 cpp hanno lo scopo di garantire il con

00/00/0000 Videosorveglianza doc Sistemi autorizzati dal Garante privacy I comuni sorvegliati speciali
I sistemi pubblici di videosorveglianza intelligente devono essere preventivamente autorizzati dal garante

I sistemi pubblici di videosorveglianza intelligente devono essere preventivamente autorizzati dal garante Lo ha chiarito l'Autorita' per la protezione dei dati personali con la nota 13092011 n 18197 Il comune di Grugliasco ha richiesto chiarimenti circa l'implement

00/00/0000 PRIVACY Divulgazione dati personali non sempre violazione normativa di tutela
L'amministratore di condominio che trasmetta a tutti i condomini le richieste scritte di alcuni di essi riguardanti le parti comuni non viola la privacy

Il comportamento dell'amministratore di condominio che spedigrave a tutti i condomini copia della documentazione riservata ricevuta da alcuni di essi nella specie una lettera privata per avvertirlo dell'iniziativa privata di costruzione di un ascensore e' stato ritenuto dalla Sentenza n 18421 dello scorso 8 settembre emessa dalla Sezione II Civile della Corte di Cassazione rient




iscriviti alla newsletter
Sentenze Enti Locali
Normativa

COSTITUZIONE ITALIANA

GAZZETTA UFFICIALE



Avv. Fabrizio Antonello
Foro di: Bergamo
Cerca studio legale Inserisci il tuo studio

GIURILEX | il diritto negli studi legali

Tutti gli argomenti
Amministrativo
Appalti
Arbitrati
Arricchimento senza causa
Assicurativo
Azioni risarcitorie
Circolazione stradale
Civile - Cassazione Civile
Commerciale
Compravendita
Comunicazioni
Comunitario
Condominio (e locazioni)
Costituzionale
Danno biologico, infortuni
Edilizia e Urbanistica
Eredità
Espropri
Europeo e internazionale
Fallimentare
Famiglia
Giurisprudenza
Immigrazione
Lavoro, professioni,previdenza e licenziamenti
Merito civile
Merito penale
Obbligazioni, contratti e concorsi
Pareri, dottrina e contributi
Penale - Cassazione Penale
Privacy
Procedura civile
Pubblica Amministrazione
Rassegna stampa
Reati edilizi
Reati sessuali
Responsabilita' medica
Sanitario
Scolastico (e universitario)
Societario
Stalking
Tributario (e fisco)

GIURILEX | Il diritto negli enti locali

Tutti gli argomenti
Abusi edilizi (e sanatoria edilizia)
Atti amministrativi
Autorita' Vigilanza Contratti Pubblici
Autorizzazioni, ambiente, ecologia, rifiuti e sicurezza
Box, cantine e cantinole
Cartelli stradali
Catasto
Competenze di gestione
Competenze professionali
Concorsi, appalti e opere pubbliche
Condominio (e locazioni)
Consiglio di giustizia amministrativa
Consiglio di Stato
Consiglio e giunta comunale
Corte dei Conti
Corte di giustizia europea
Corte europea dei diritti dell'uomo
D.U.R.C.
Demanio
Edilizia e urbanistica
Energia e impianti
Enti locali
Espropriazione
Giurisprudenza
Immigrazione
Imposte e tasse
Incarichi professionali
Incentivo progettazione
Insidie stradali
Mobbing
Normativa
Oneri di urbanizzazione
Ordini e Collegi
Pareri, dottrina e contributi
Pubblico impiego
Rassegna stampa
Segretari comunali
Sindacati
Strade
T.A.R.
Telefonia mobile
Tribunale UE
Vincoli