logo
attivo dal: 02.01.2006
il diritto oggi
il diritto negli enti locali

------
Seleziona le sentenze che contengono le seguenti parole di testo:
Per visualizzarre le ultime sentenze inserite clicca qui
Inserisci le parole da cercare (nella pagina) e premi il tasto invio per effettuare la ricerca:
 GIURILEX    [34.924]  IL DIRITTO NEGLI STUDI LEGALI    [18.092]  Sanitario    [256] aggiorn.to: 20-04-2017
18/04/2017 Riconoscimento del diritto ad essere inquadrato nel I livello dirigenziale del ruolo medico in soprannumero presso l'ASL documento protetto
Graduatoria della procedura concorsuale indetta con avviso sul Bollettino ufficiale della Regione Campania n 55 del 1999 e riservata ai medici titolari in via esclusiva o preminente di incarico a tempo indeterminato di guardia medica eo di medicina dei servizi

17/02/2017 Domanda di accertamento di responsabilita' contrattuale documento protetto
Dalla cartella clinica risulterebbe che la massa solida da asportare non era totalmente incapsulata pertanto il tumore non fu asportato in misura completa

LEGGI LA SENTENZA

27/01/2017 Ricorrente appartenente al personale universitario non medico ed inquadrato nella ex VIII qualifica funzionale documento protetto
La distinzione operata dal Consiglio di Amministrazione dell'Universita' tra personale laureato e personale non laureato in quanto in contrasto con la voluntas legis di cui all'art 1 della 1 n 2001974 ed all'art 31 del dPR n 7611979 e senza che potesse essere attribuita importanza all'effettivita' delle mansioni svolte che si sosteneva non poteva prescindere dal titolo di studio

LEGGI LA SENTENZA

23/12/2016 Corrispettivo per prestazioni sanitarie specialistiche documento protetto
Procedura di accertamento liquidazione e pagamento dei corrispettivi in favore dei privati erogatori delle prestazioni sanitarie allo scopo di assicurare uniformita' di risposte in ambito provinciale

LEGGI LA SENTENZAPRIMA CIVILE Sent 26959 del 23122016Corrispettivo per prestazioni sanitariespecialistiche

02/12/2016 Pagamento di crediti retributivi documento protetto
Contratto atipico di cointeressenza attraverso il quale i due medici si sarebbero in sostanza ripartiti gli ex assistiti dal SSN un tempo curati dal dott Rispo con il quale in passato aveva collaborato lo stesso dott Pellegrino

Leggi la Sentenza

06/06/2016 Responsabilita' sanitaria Omicidio e lesioni colpose documento protetto
In tema di responsabilita' medica il giudice in applicazione dell'art 2 comma 2 codpen deve procedere d'ufficio all'accertamento del grado di colpa

l'intervenuta parziale abolitio realizzata dall'art 3 legge n 189 del 2012 in relazione alle ipotesi di omicidio e lesioni colpose connotate da colpa lieve comporta che nei procedimenti relativi a tali reati pendenti in sede di merito alla data di entrata in vigore della novella il giudice in applicazione dell'art 2 comma 2 codpen deve procedere d'ufficio all

26/11/2012 Responsabilita' medica documento protetto
Se il medico non risponde penalmente egli e' comunque tenuto all'obbligazione civile del risarcimento

in esecuzione dell'operazione medica finalizzata al miglioramento dell'aspetto il medico non deve arrecare danni all'apparato funzionale del pazienteIl punto e' allora se possa sussistere comunque responsabilita' del chirurgo estetico che pur eseguendo a regola d'arte l'intervento provochi sulla persona del paziente un effetto collaterale fo

07/07/2016 Infezione da emotrasfusione Risarcimento documento protetto
Non e'sostenibile che una struttura ospedaliera allorche' effettui una operazione d'urgenza non operi in stato di necessita' e pertanto non sia esente da ogni obbligo di rispetto delle ordinarie regole di prudenza

Deve escludersi che una struttura sanitariache esegua all'interno di essa un intervento chirurgico di urgenza agisca in stato di necessita' e possa di conseguenza essere ritenuta non responsabile ex art 2045 cc dei danni riportati dai pazienti ove glistessi abbiano subito un danno ingiustoLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE

03/02/2016 Emotrasfusione Risarcimento danni documento protetto
Con DM Salute 4 marzo 2008 e successive modificazioni e' stata istituita una Commissione con il compito di provvedere alla propedeutica attivita' istruttoria per la determinazione dei criteri in base ai quali definire le transazioni da stipulare

nei casi in cui l'amministrazione sia stata condannata al risarcimento per un importo complessivo al lordo di interessi rivalutazione e speselegali superiore agli importi riportati nella tabella allegata il limite massimo inderogabile per la transazione sara' pari all'80 dell'importo stabilito in sentenza nei casi di sentenza non definitiva di primo grado e al 90 nei casi di

18/03/2016 Reperibilita' medico festivita' straordinari e riposi settimanali documento protetto
La cosiddetta reperibilita' passiva si configura come una prestazione strumentale ed accessoria diversa da quella lavorativa in senso proprio che limita ma non esclude il godimento del riposo ed e' adeguatamente compensata da un particolare trattamento economico aggiuntivo

la reperibilita' passiva non puograve essere equiparata alla prestazione di lavoro risolvendosi invece in una obbligazione strumentale ed accessoria qualitativamente diversa da quella lavorativa che pur comportando una limitazione della sfera individuale del lavoratore non impedisce il recupero delle energie psicofisicheLEGGI LA SENTENZA

05/05/2016 Equipe medica Responsabilita' documento protetto
Quando alla cura del paziente concorrono piu' sanitari l'accertamento del nesso causale rispetto all'evento verificatosi deve essere compiuto con riguardo alla condotta e al ruolo di ciascuno non potendosi configurare una responsabilita' di gruppo in base ad un ragionamento aprioristico

a responsabilita' penale di ciascun componente di una e'quipe medica per un evento lesivo occorso al paziente sottoposto ad intervento chirurgiconon puograve essere affermata sulla base dell'accertamento di un errore diagnostico genericamente attribuito alla e'quipe nel suo complesso ma va legata alla valutazione delle concrete mansioni di ciascun componente nel

13/02/2015 Responsabilita' medica Obbligo del consenso informato
Il medico ha il dovere di informare il paziente in ordine alla natura dell'intervento alla portata dei possibili e probabili risultati conseguibili e delle implicazioni verificabili

l'acquisizione da parte del medico del consenso informato costituisce prestazione altra e diversa da quella dell'intervento medico richiestogli assumendo autonoma rilevanza ai fini dell'eventuale responsabilita' risarcitoria in caso di mancata prestazione da parte del pazienteLEGGI LA SENTENZASuprema Corte d

03/03/2016 Abusivo esercizio della professione medica
Nel caso in esame l'imputato avrebbe esercitato abusivamente la professione medica senza la necessaria laurea in medicina e la successiva abilitazione visitando i pazienti sottoponendoli alla biorisonanza magnetica con un apposito macchinario effettuando diagnosi e consigliando loro la cura anche tramite farmaci omeopatici che a volte provvedeva a vendere direttamente

per la sussistenza del reato di abusivo esercizio della professione medica deve aversi riguardo al concreto svolgimento di atti tipici cioe'di atti riservati a detta professione dovendo negarsi che possa avere rilievo per escluderne la configurabilita' la circostanza che l'agente non si presenti come medico ma come esercente un'attivita' alte

27/11/2015 Sangue infetto responsabilita' del Ministero della salute e non della casa di cura documento protetto
La struttura si impegna a fornire al paziente una prestazione articolata definita genericamente di assistenza sanitaria che ingloba al suo interno oltre alla prestazione principale medica anche una serie di obblighi cd di protezione ed accessori tra i quali quelli concernenti la identificabilita' del donatore e del centro trasfusionale di provenienza cd tracciabilita' del sangue Tutto cio' non sussiste quando la struttura non provveda direttamente con un autonomo centro trasfusionale

omesso esercizio del dovere ministeriale di direttiva controllo e vigilanza In materia di impiego di sangue umano per uso terapeutico volto a garantire l'utilizzazione di sangue non infetto e proveniente dadonatori conformi agli standard di esclusione di rischi quali conosciuti al piugrave alto livello scientifico mondiale gia' dal 1978 per via della raggiunta conoscenza della

07/01/2016 Sanitario medico libero professionista trattenute IRAP
Sull''illegittimita' delle trattenute operate dalla ASL a titolo di IRAP nei confronti del medico ospedaliero svolgente attivita' libero professionale intra moenia ALPI

quanto all'art 1362 cc esso in tanto puograve considerarsi violato in quanto il giudice di merito abbia omesso di esaminare il senso letteraledelle espressioni adoperate nel testo negoziale o abbia trascurato il comportamento delle parti anche successivo alla stipulazione aspetti questi nella specie non ricorrenti posto che dalle disposizioni richiamate non si ricava l'onere ed i

20/01/2014 Chirurgia estetica sulla responsabilita' penale del chirurgo documento protetto
Sulla rilevanza penale per colpa grave nell'ambito della professione medica

affermata la rilevanza penale per l'errore del chirurgo o per la inabilita'nell'utilizzare gli strumenti necessari per compiere l'intervento nonche'quello originato dalla mancata prudenza e diligenza indispensabile per chi esercita la professione medicaLEGGI LA SENTENZAsc

20/10/2015 Responsabilita' medica Vaccinazione documento protetto
Sul nesso di causalita' tra la lesione permanente subita dalla paziente e la somministrazione del vaccino

nei giudizi di risarcimento del danno causato da attivita' medica l'attore ha l'onere di allegare e di provare l'esistenza del rapporto dicura il danno ed il nesso causale mentre ha l'onere di allegare ma non anche di provare la colpa del medico quest'ultimo invece ha l'onere di provare che l'eventuale insuccesso dell'intervento rispetto aquanto concordato o ragionev

11/01/2016 Smarrimento documentazione sanitaria Risarcimento documento protetto
In tema di danno da trattamento dei dati personali anche il danno non patrimoniale risarcibile ai sensi dell'art 15 del dlgs 30 giugno 2003 n 196 cosiddetto codice della privacy anche se causato da una violazione del diritto fondamentale alla protezione dei dati personali tutelato dagli artt 2 e 21 Cost e dall'art 8 della CEDU deve essere accertato in base alla gravita' della lesione ed alla serieta' del danno

i requisiti della gravita' della precisione e della concordanza richiesti dalla legge devono essere ricercati in relazione al complessodegli indizi soggetti ad una valutazione globale e non con riferimento singolare a ciascuno di questi pur senza omettere un apprezzamento cosigrave frazionato alfine di vagliare preventivamente la rilevanza dei vari indizi e di individuare

04/08/2015 Responsabilita' medica Scambio cartelle cliniche documento protetto
La giusta causa di licenziamento quale fatto che non consenta la prosecuzione anche provvisoria del rapporto e' una nozione che la legge configura con una disposizione inquadrabile nelle cosiddette clausole generali di contenuto limitato e generico che richiede di essere specificato in sede interpretativa mediante la valorizzazione sia di fattori esterni relativi alla coscienza generale sia di principi che la stessa disposizione tacitamente richiama Tali specificazioni del parametro normativo hanno natura giuridica e la loro disapplicazione e' quindi deducibile in sede di legittimit come violazione di legge

il giudice deve valutare da un lato la gravita' dei fatti addebitati al lavoratore in relazione alla portata oggettiva e soggettiva dei medesimi alle circostanze nelle quali sono stati commessi ed all'intensita' dell'elemento intenzionale dall'altro la proporzionalita' fra tali fatti e la sanzione inflitta stabilendo se la lesione dell'elemento fiduciario

16/11/2015 Responsabilita' del medico Legge Balduzzi documento protetto
Guardia medica diagnostica una patologia gastrica non avvedendosi dei sintomi che avrebbero di li' a poco provocato la morte del paziente per una sindrome coronarica acuta

premesso che in tema di responsabilita' medica l'osservanza delle linee guida accreditate dalla comunita' scientifica esclude la rilevanza della colpa lieve la novella pur trovando terreno d'elezione nell'ambito dell'imperizia puograve tuttavia venire in rilievo anche quando il parametrovalutativo della condotta dell'agente sia quello della diligenzaLEGGI LA SEN

06/12/2012 Danni estetici postoperatori nessun risarcimento documento protetto
Un paziente rivoltosi al chirurgo estetico per migliorare il proprio aspetto si e' ritrovato al termine dell'intervento peggio di prima

gli inestetismi procurati con l'avventuroso trattamento chirurgico non possano qualificarsi malattiaTrattasi di una situazione consolidata di quotanormalita' morfologicaquot che non adduce alcun pregiudizio funzionale e soprattutto non innesca un processo morboso evolutivoLEGG

27/11/2015 Responsabilita' medica Gravidanza indesiderata documento protetto
Medico non diagnostica le malformazioni del feto prescrivendo l'amniocentesi o l'analisi dei villi coriali impedendo percio' l'esercizio del diritto all'interruzione della gravidanza

costituisce onere del medico per evitare la condanna in sede risarcitoria provare che l'insuccesso dell'intervento e' dipeso da fattori indipendenti dalla propria volonta' e tale prova va fornita dimostrando di aver osservato nell'esecuzione della prestazione sanitaria la diligenza normalmente esigibile da un medico in possesso del medesimo grado di specializzazione

27/11/2015 Responsabilita' medica Reperibilita' documento protetto
Risponde del delitto di omissione di atti di ufficio il sanitario ospedaliero in servizio di pronta reperibilita' che chiamato dal medico gia' presente nel nosocomio si rifiuta di recarsi in ospedale

il servizio di pronta disponibilita' previsto dal DPR 25 giugno 1983n 348 e' finalizzato ad assicurare una piugrave efficace assistenza sanitaria nelle strutture ospedaliere ed in tal senso e' integrativo e non sostitutivo del turno cosiddetto di guardiaLEGGI LA SENTENZACorte di Cassazione

19/10/2015 Responsabilita' medica Emergenza mal gestita documento protetto
Sulla condanna al risarcimento dei danni emessa dal Tribunale di Patti nei confronti della ASL in relazione alla morte di un paziente ricoverato a seguito di un gravissimo infortunio sul lavoro

una struttura ospedaliera deve tenere condotteadeguate alle condizioni disperate del paziente ed in rapporto alle precarie o limitate disponibilita' di mezzi o risorse benche' conformi alle dotazioni o alle istruzioni previste dalla normativa vigente adottando di volta in volta le determinazioni piugrave idonee a scongiurare l'impossibilitagr

16/01/2015 Omicidio colposo negligenza o imperizia di un'infermiera professionale documento protetto
Sugli obblighi giuridici connessi alla tutela della salute e della complessiva salvaguardia dell'integrita' dei pazienti affidati alle cure del personale infermieristico

OMISSIS nel somministrare al paziente un anticoagulante in previsione dell'intervento chirurgico poi rimandatodovendo annotare tale circostanza sulla scheda unica di terapia aveva tralasciato di riesaminare con attenzione detta scheda sulla quale era gia' stata riportata la prescrizione del farmaco Amplital antibiotico della famiglia delle penicilline senza rilevarne e cons

04/09/2015 Medico condannato per peculato documento protetto
Medico si appropria delle somme corrisposte dai pazienti per le prestazioni rese in regime di intramoenia anziche' indirizzarli presso gli sportelli di cassa dell'ente pubblico

delitto di peculato sul rilievo che il B al fine di ottenere vantaggi economici aveva eluso le procedure predisposte dall'ASL per la fissazione degli appuntamenti e la percezione del denaro nell'esercizio quotseppure con modalita' illegittime ed anomalequot dell'attivita' professionale intramurariaLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE

18/09/2015 Risarcimento danno da perdita della capacita' lavorativa di una minore documento protetto
La presenza di una protesi non esclude l'incapacita' lavorativa

con riferimento a persona minore si deve in primo luogo considerare ai fini dello stabilire l'effettiva sussistenza di un danno patrimoniale la percentuale di invalidita' permanente medicalmente accertata e si assume che l'accertamento nella specie di una invalidita' rilevante del trenta per cento non poteva giustificare l'esclusione della sua incidenza sulla capacitagr

20/10/2015 Responsabilita' medica Danno da vaccinazione documento protetto
Nessuna responsabilita' puo' essere addebitata al medico se questi ha eseguito in conformita' i protocolli sanitari

Nei giudizi di risarcimento del danno causato da attivita' medica l'attore ha l'onere di allegare e di provare l'esistenza del rapporto di cura il danno ed il nesso causale mentre ha l'onere di allegare ma non anche di provare la colpa del medicoLEGGI LA SENTENZA

28/04/2015 Sanitario mancato affidamento di compiti in sala operatoria
Il tecnico non puo' pretendere dal chirurgo il ruolo in sala operatoria se a causa di un suo inadempimento e' stato sanzionato disciplinarmente

ragioni organizzative e funzionali imponevano una diversa distribuzione dei compiti e tanto in ragione del comportamento della stessa G che aveva determinato una non affidabilita' da parte del medico della sala operatoria ad avvalersi della sua collaborazioneLEGGI LA SENTENZACorte di Cassazione Civile sez LavoroSentenza

24/06/2015 Tributario studio dentistico imponibili non dichiarati
In materia tributaria e' il contribuente a dover provare i presupposti di fatto e di diritto legittimanti l'adozione di qualsiasi regime derogatorio all'imposizione ordinaria

In tema di IVA le pratiche abusive consistenti nell'impiego di una forma giuridica o di un regolamento contrattuale al fine di realizzare quale scopo principale seppur non esclusivo un risparmio di imposta anche se allo stesso si accompagnino secondarie finalita' di contenuto economico consistono in abusi di diritti fondamentali garantiti dall'ordinamento comun

24/09/2015 Sanita' stato di necessita' rifiuto opposto dal paziente documento protetto
Infermiere professionale costringe un paziente a subire l'applicazione di un catetere vescicale pur a fronte del rifiuto opposto da quest'ultimo colpendolo dapprima alle mani con degli schiaffi e costringendolo con la forza E' violenza privata mesi quattro di reclusione

il soggettoabilitato all'espletamento di trattamenti sanitari e' legittimato a sottoporreil paziente affidato alle sue cure al trattamento terapeutico che giudicanecessario alla salvaguardia della salute dello stesso pur in assenza di unesplicito consenso nel caso invece della volonta' del paziente manifestatain

20/08/2015 Responsabilita' medica Comportamento omissivo
Sul cd danno tanatologico configurabile quando durante l'agonia la vittima per la sofferenza provata avverte l'approssimarsi dell'ineluttabile fine della propria vita

Danno risarcibile alla persona in conseguenza dell'omissione della diagnosi di un processo morboso terminale e' stato da questa Corte ravvisato anche in conseguenza della mera perdita per il paziente della chance di vivere per un anche breve periodo di tempo in piugrave rispetto aquello poi effettivamente vissuto ovvero anche solo della chance di conservare durante quel decors

09/06/2015 Carcinoma all'utero non tempestivamente diagnosticato documento protetto
Sul duplice risarcimento danno biologico da un canto e danno morale inteso come sofferenza e sovvertimento delle dinamiche relazionale dall'altro

sulle constatazioni che il danno biologico a seguito di una valutazioneche deve essere nel piugrave alto grado possibile personalizzata e' liquidato in precipua considerazione di quanto il soggetto non potra' piugravefare che il dolore psichico ha spesso ripercussioni sul modus vivendi di chi lo patisce nel senso di attenuarne il desiderio di attivita' che alcuni

09/05/2012 Il medico e' responsabile anche della fase post operatoria documento protetto
Respinto il ricorso di un medico gia' condannato per omicidio colposo a seguito della morte di un neonato operato con un solo giorno di vita per l'esecuzione di ileostomia senza averne disposto il ricovero in una unita' di terapia intensiva

le esigenze di cura ed assistenza del paziente sono con tutta evidenza rapportate alle peculiarita' dell'atto operatorio ed al suo andamentoLEGGI LA SENTENZAscarica il documento

16/01/2015 Imperizia del medico L'infermiere ha l'obbligo di segnalarlo
Nel caso in esame il personale medico avrebbe dovuto provvedere alla verifica e ai necessari controlli sulla correttezza delle prescrizioni terapeutiche disposte nei confronti del paziente

in tema di causalita' non puograve parlarsi di affidamento quando colui che si affida sia in colpa per avere violato determinate norme precauzionalio per avere omesso determinate condotte e ciononostante confidi che altri che gli succede nella stessa posizione di garanzia elimini la violazione o ponga rimedio alla omissione con la conseguenza che qualora anche per l'omissio

19/06/2015 Risarcimento per il figlio nato morto documento protetto
Risarcimento dei danni subiti per il fatto che il loro primo figlio era nato morto assumendo che cio' era dipeso dalla condotta dei sanitari dell'Ospedale che avevano ricoverato la partoriente soltanto quando la gravidanza era giunta quasi al decimo mese di gestazione ed avevano ritardato i necessari interventi

deve ritenersi che anche a voler assimilare come ha fatto la Corte romana la situazione del feto nato morto al decesso di un figlio non puograve tuttavia non considerarsi che per il figlio nato morto e'ipotizzabile soltanto il venir meno di una relazione affettiva potenziale che cioe' avrebbe potuto instaurarsi nella misura massima del rapporto genitorefiglio ma c

29/04/2015 Omosessuale escluso dalle donazioni di sangue documento protetto
L'ampia utilizzazione terapeutica del sangue umano rende necessario garantire la qualita' e la sicurezza del sangue intero e dei suoi componenti per prevenire in particolare la trasmissione di malattie

l'espressione persone il cui comportamento sessuale le espone ad alto rischio di contrarre malattie infettive di cui al punto 21 dell'allegato III della direttiva 200433 non definisce con precisione le persone o le categorie di persone interessate da tale esclusione circostanza che lascia un margine di discrezionalita' in capo agli Stati membri nellrs

04/05/2015 Riconoscimento invalidita' accertamento dei requisito handicap
Il riconoscimento della situazione di grave handicap non e' di competenza dell'Assessorato alla Sanita' della Regione bensi' della AUSL ossia della Commissione medica

esclusiva attribuzione alla Commissione ed alla AUSL 5 di Messina della quale essa e' organo tecnico del potere di decidere sul requisito handicapLEGGI LA SENTENZACassazione civile sez lavoro sentenza n 8879 del 04052015 PresidenteRelatore Macioce Svolgimento del processo PCprop

31/03/2015 Errore diagnostico in caso di malattia genetica di una neonata documento protetto
Difetto di prova del nesso causale tra l'evento e l'errata diagnosiche aveva escluso la presenza di malattie generiche considerando anche il tempo utile entro il quale poteva esercitarsi il diritto di interrompere le gravidanza

l'esito dell'esame del laboratorio venne comunicato solo il 20 giugno 1991 ossia un mese dopo la esecuzione del prelievo allorquando la gestante aveva superato il novantesimo giorno di gravidanza con conseguente lesione in capo della madre del diritto di autodeterminazione in ordine alla decisione di interrompere la aravidanza diritto che attiene anche al cd consenso informato che v

10/06/2014 Responsabilita' medica Omicidio colposo documento protetto
La colpa del terapeuta ed in genere dell'esercente una professione di elevata qualificazione va parametrata alla difficolta' tecnicoscientifica dell'intervento richiestogli ed al contesto in cui esso si e' svolto

Secondo quanto ritenuto dai giudici di merito l'imputato medico in servizio presso un'ambulanza del servizio 118 di fronte a paziente in stato di coma per assunzione di psicofarmaci ed alcool ometteva di effettuare toilette del cavo orale ed intubazione orotracheale e somministrava un farmaco emetizzante cagionando la morte dell'assistitoper asfissia da occlusione della via respira

13/02/2015 Responsabilita' medica documento protetto
I medici non avevano adempiuto all'obbligo di fornire ai genitori una adeguata informazione pure a fronte di espressa richiesta di rilascio di impegnativa per amniocentesi o per ulteriori o differenti esami volti a conoscere l'esistenza di anomalie o malformazioni del feto aveva escluso la necessita' che la gestante vi si sottoponesse in ragione dei connessi rischi abortivi e in assenza di precedenti familiari

la responsabilita' conseguente alla mancata ottemperanza agli obblighi informativi ha carattere contrattuale e non precontrattuale di talche'sbquo afronte dell'allegazione da parte del paziente dell'inadempimento di siffatti obblighi e' il medico gravato dell'onere della prova di avere adempiuto alla relativa obbligazioneLEGGI LA SENTENZA

24/09/2014 Vaccino esavalente riconosciuto vitalizio al bambino autistico documento protetto
Il bambino successivamente e nell'immediata prossimita' rispetto alla iniezione delle tre dosi della vaccinazione esavalente Infanrix Hexa SK nel 2006 RGL avrebbe manifestato sintomi patologici fino alla diagnosi di autismo

Il consulente sulla base dell'attenta analisi esposta e' venuto cosigrave aconcludere che quote' probabile in misura certamente superiore al contrario che il disturbo autistico del piccolo RGL sia stato concausato sulla base di un polimorfismo che lo ha reso suscettibile alla tossicita' di uno o piugrave ingredienti o inquinanti dal vaccino Infanrix He

12/12/2014 Normativa antidiscriminatoria sul transessualismo documento protetto
Distinzione tra caratteri sessuali primari gli organi riproduttivi e secondari le residue molteplici caratteristiche anatomiche utili a ricondurre una persona ad un genere quali ad es il seno la barba il timbro della voce il cd pomo d'Adamo gli zigomi etc

il novero dei caratteri sessuali secondari e' particolarmente indefinitoed ampio a fronte dell'unicita' e chiara individuabilita' nei generi maschili e femminili dei caratteri sessuali primari vi e' da chiedersipertanto la modificazione di quali e di quanti caratteri sessuali secondari e con quale grado di profondita' ed irreversibilita' pos

28/11/2014 Sanita' causalita' omissiva nell'attivita' medicochirurgica
Responsabilita' medica n ordine al reato di omicidio colposo in danno di una paziente giunta al reparto di neurologia affetta da un grave aneurisma cerebrale per non essersi attivata ad eseguire un intervento chirurgico con il quale secondo la difesa la donna si sarebbe potuta salvare

Questa Corteanche a sezioni unite SU Franzese 2002 S U Espenhanh 2014 haripetutamente chiarito che anche nell'ambito della causalita' omissiva vale laregola di giudizio della ragionevole umana certezza e che tale apprezzamentova compiuto tenendo conto da un lato delle informazioni di caratteregeneralizzante afferent

03/12/2014 Responsabilita' medica lesioni gravi colpose nel corso dell'esecuzione di isterectomia documento protetto
In taluni casi la complicanza costituisce una contingenza avversa spesso connessa alle complesse imponderabili ed ingovernabili interazioni che si sviluppano in ambito biomedico che prescinde dalla presenza di condotte rimproverabili del terapeuta In altri casi invece la complicanza e' conseguenza di condotta non appropriata del sanitario

occorre individuare la causa dell'evento il rischio che in esso si e' concretizzato Si richiede altresi' di comprendere se la gestione di quello specifico rischio sia governata da linee guida qualificate se ilprofessionista si sia ad esse attenuto se infine nonostante tale complessivo ossequio ai suggerimenti accreditati vi sia stato alcun errore e nell'affer

17/07/2014 Reo il ginecologo che non informa la paziente della gravidanza in corso
Sussistente la condotta colposa del medico e la lesione del diritto della donna ad essere informata sull'esistenza della gravidanza Inoltre poiche' in base a tale accertamento il sanitario e' stato condannato al risarcimento del danno non patrimoniale la Corte d'appello avrebbe dovuto necessariamente condannare il convenuto anche al risarcimento dei danno patrimoniale rappresentato dagli oneri di mantenimento del figlio

Nel nostro ordinamento non esistono danni in re ipsa risarcibili sol perche' si dimostri l'avvenuta lesione d'un diritto La lesione del diritto e' il presupposto necessario ma non sufficiente per pretendere il risarcimento del danno ad esso dovra' necessariamente conseguire una perdita patrimoniale o di altro tipo L'eventuale lesione del diritto di interrompere l

21/11/2011 Cartella clinica alterata falso in atto pubblico
Il medico successivamente alla data indicata nel diario giornaliero ha indicato dei fatti non contestualmente al loro verificarsi da cio' la condanna ad otto mesi di reclusione per il reato di cui all'art 476 cp che punisce il pubblico ufficiale che nell'esercizio delle sue funzioni forma in tutto od in parte un atto falso o altera un atto vero

Secondo un condivisibile orientamento giurisprudenziale la cartella clinica redatta da un medico di un ospedale pubblico e' caratterizzata dalla produttivita' di effetti incidenti su situazioni giuridiche soggettive di rilevanza pubblicistica nonche' dalla funzione della documentazione di attivita' c

18/09/2014 Sanita' omissione di atti di ufficio documento protetto
Medico subito dopo intervento chirurgico si allontana rendendosi irreperibile pur nella consapevolezza di avere lasciato senza la doverosa e cogente assistenza un piccolo paziente appena operato rifiutando cos un atto del suo ufficio

La Corted'Appello ha poi sottolineato che nel caso in esame il piccolo paziente non erastato trattato con sedativi prima di essere sottoposto all'intervento de quola' dove tutta la letteratura internazionale era concorde sulla opportunita' dipremedicare in questi casi i bambini proprio per determinare una amnesia suquanto

27/04/2012 Sangue infetto documento protetto
Risarcimento danno per paziente che contrae epatite B con sangue infetto

Ha ritenuto la corte partenopea di non potere condividere la valutazionedel primo giudice secondo cui l'adozione di adeguati strumenti precauzionali per la prevenzione della gia' nota epatite tipo B avrebbe impedito anche la trasmissione dell'epatite C dal momento che potendola responsabilita' da omissione sorgere secondo l'ordinario criterio della colpa ogni volta che

27/02/2012 Esercizio abusivo medico concorso di reato documento protetto
Risponde a titolo di concorso del delitto di esercizio abusivo di una professione chiunque consenta o agevoli lo svolgimento da parte di persona non autorizzata di un'attivita' professionale per la quale sia richiesta una speciale abilitazione dello Stato

La sentenza ha correttamente motivato la sua responsabilita' a titolo di concorso nel reato posto in essere dal coimputato Infatti risponde a titolo di concorso del delitto di esercizio abusivo di una professionechiunque consenta o agevoli lo svolgimento da parte di persona non autorizzata di un'attivita' profes

15/07/2014 Dentista abusivo documento protetto
La pratica medica da parte di un soggetto non abilitato lede direttamente tale affidamento e determina danno morale risarcibile

Non puograve essere accolto il primo motivo del ricorso presentato dal V Come si e' appena visto la declaratoria di responsabilita' inerisce esclusivamente alla prestazione effettuata dal DE con il consenso delV in data 2122005 e consistente nella rilevazione dell'impronta dentaria Orbene neanche il ricorrente mette in dubbio che il prelievo dell'impronta dentaria

17/07/2014 Risarcimento danni prognosi errata documento protetto
Non esistono danni in re ipsa risarcibili solo perche' si dimostri l'avvenuta lesione d'un diritto La lesione dei diritto e il presupposto necessario ma non sufficiente per pretendere il risarcimento del danno

La ricorrente lamenta che la sentenza impugnata abbia violato la legge ai sensi dell'art 360 n 3 cpc Questa la tesi della ricorrente poiche' il giudice d'appello ha ritenuto sussistente la condotta colposa del medico e la lesione del diritto della donna ad essere informata sull'esistenza della gravidanza e poiche' in base a tale accertamento hacondannato il sanitar

07/06/2012 Medico responsabile della morte di un paziente documento protetto
Paziente allergico

La Corte territoriale nel censire il motivo di doglianza dedotto dalla difesa con il quale si contestava che la causa scatenante dello shock fosse da rinvenire in termini di certezza nella sensibilita' del paziente ai principi attivi caratterizzanti il gruppo di antibiotici di cui fanno parte I'Unasim ed il Rocefin si e' specificamente soffermata sug

17/04/2014 Nascitura nata in stato di insufficienza respiratoria documento protetto
Responsabilita' del mancato monitoraggio

In particolare nell'esplicitare la critica ai due brani di motivazione si evocando due brani del 'secondo elaborato peritale' che sono relativi esclusivamente al profilo di responsabilita' dei sanitari sotto il profilo causale afferente alla mancata monitorizzazione continua del feto in funzione della scoperta dello stato di sua sofferenza fetale ma ci si dimentica completamente che la

30/05/2014 Risarcimento del danno cosiddetto da nascita indesiderata documento protetto
Espressa manifestazione di volonta' della gestante di interrompere la gravidanza a causa di malformazioni del feto

Osserva il collegio come a tale questione con radicale revirement rispetto al passato questa Corte abbia di recente fornito risposta con la sentenza n 7269 del 22 marzo 2013 che a sua volta richiama un principio gia' affermato con la pronuncia di cui a Cass n 16754 del 2012 per la prima volta predicativa di un diritto al risarcimento iure proprio per il minore nato con una grave malfo

07/04/2014 Danni irreversibili da vaccinazione obbligatoria documento protetto
Rivalutazione della indennita' integrativa speciale quale componente dell'assegno attribuito

Osserva la Corte che il disposto della L n 299 del 2005 art 3 e' chiaro nello stabilire che l'ulteriore indennizzo previsto da detta legge spetta ai soggetti che usufruiscono dei benefici di cui alla L n 210 del 1992 La norma precisa altresigrave che detti soggetti se hanno in corso contenziosi giudiziali ai sensi della medesima legge in qualsiasi stato e grado del giudizio i

09/01/2014 Limiti di deducibilita' delle spese mediche e di assistenza specifica documento protetto
Casi di grave e permanente invalidita' dei soggetti

A fronte del chiaro dettato normativo la motivazione adottata dalla Commissione tributaria regionale piemontese sfrondata dalle argomentazioni non riconducibili a valutazione giuridiche e' limitata all'accertamento dell'avvenuta corresponsione da parte del contribuente delle fatture emesse dalla clinica ove trovavasi ricoverato il padre laddove si afferma che ciograve emerge da

28/04/2014 Deliberata ed informata scelta di sottrarsi al trattamento medico documento protetto
Sottrazione del paziente alla prescrizione degli accertamenti e delle terapie

La Corte di Appello ha ritenuto infondata la prospettazione giudicando che dalle diverse testimonianze acquisite al processo emerge che la M aveva appreso dal C che le proprie condizioni di salute non avevano base organica e quotconfidava nella sostanziale esattezza della valutazione del dr C e riteneva inutile andare da altri specialistiquot Di rifiuto di

11/03/2014 La pubblicita' non e' soggetta a forme di preventiva autorizzazione documento protetto
Codice deontologico Prima visita gratuita diagnosi radiografica e preventivo gratuiti

E' sufficiente ricordare che la Commissione Centrale per gli Esercenti le Professioni Sanitarie avrebbe dovuto quotgiudicare se la pubblicita' posta in essere dalle due societa' delle quali il dott P era direttoresanitario fosse o meno conforme a veridicita' e correttezza sulla base del codice deontologicoquotLEGGI LA S

28/03/2014 Patologieazioni di risarcimento danni ancora pendenti documento protetto
Trasfusioni con sangue infetto

La Sezione e' dell'avvisoper le considerazioni che seguono che nella fattispecie ricorra ildifetto di giurisdizione del giudice amministrativo e quindi lagiurisdizione del giudice ordinario posto che il TAR al di la'della legittimita' dei decreti ministeriali impugnati che pure haaffrontato ha poi valutato specifiche t

24/10/2013 Responsabilita' professionale del medico documento protetto
Gravidanza irreversibilita' di un intervento di sterilizzazione

Se il mancato raggiungimento del risultato non determina l'inadempimentoove non sia consequenziale alla non diligente prestazione o alla colpevole omissione dell'attivita' sanitaria deve tenersi presente che l'inadempimento o l'inesatto adempimento consiste nell'aver tenuto un comportamento non conforme alla diligenza richiesta non solo con riguardo alla corretta esecuzione de

18/02/2014 Danni patrimoniali e non patrimoniali patiti per effetto dell'illegittima risoluzione del rapporto convenzionale
Condotta negligente tenuta nella diagnosi e cura di un detenuto vittima di ustioni accidentali

Secondo la costante giurisprudenza di questa Corte la deduzione conil ricorso per cassazione di un vizio di motivazione non conferisce al giudice di legittimita' il potere di riesaminare il merito della vicenda processuale sottoposta al suo vaglio bensigrave la sola facolta' di controllo sotto il profilo della correttezza giuridica e della coerenzalogico formale delle argome

03/02/2014 Conferimento di un incarico dirigenziale ASL documento protetto
Difetto di giurisdizione del giudice adito sulla controversia e nel merito l'impossibilita' dello scorrimento di una graduatoria in esito ad una procedura non concorsuale

Conl'unico motivo di ricorso premesso che il procedimento per ilconferimento di incarichi di direzione di struttura complessa inambito sanitario non ha natura concorsuale poiche' si articolasecon

18/07/2013 Brevetto invenzione prodotto farmaceutico documento protetto
Diritti di proprieta' intellettuale attinenti al commercio del prodotto farmaceutico come il composto chimico attivo di un medicinale

Una controversia sorta sulla commercializzazione da parte di una societa' europea di un farmaco generico avente per principio attivo una sostanza asseritamente coperta da diritti di brevetto di un'altra rientra nell'ambito della politica commerciale comune in quanto gli attiadottati sulla base delle competenze relative all'ambito del mercato interno e destinati a valere

06/09/2013 Cure mediche discrezionalita' tecnica attribuita alla Pubblica Amministrazione documento protetto
Autorizzazione ad effettuare cure specialistiche presso centri di altissima specializzazione all'estero

La controversia relativa al diniego dell'autorizzazione ad effettuarecure specialistiche presso centri di altissima specializzazione all'estero appartiene alla giurisdizione del giudice ordinario giacche' la domanda e' diretta a tutelare una posizione di diritto soggettivo ildiritto alla salute non suscettibile di affievolimento per effetto della discrezionalita' m

13/12/2013 Azienda farmaceutica medicinali contraffatti documento protetto
Travisamento della prova circa la qualita' del farmaco

La Corte di legittimita' individua nella sentenza in commento il discrimen tra la fattispecie di reato previstadall'art 440 cp e quella positivizzata nel disposto normativo di cuiall'art 443 cp Nel dettaglio le tre ipotesi previste dalla prima norma hanno in comune il requisito oggettivo di pericolosita' per la salute pub

07/01/2014 Organizzazione autonoma ai fini del presupposto impositivo dell'IRAP documento protetto
Disponibilita' dei medici di medicina generale convenzionati con il SSN di uno studio dotato delle attrezzature indicate nell'Accordo collettivo nazionale

Invero il giudice di merito ha ritenuto la sottoposizione ad imposta senza procedere ad una concreta adeguata valutazione degli elementi di fatto tanto piugrave necessaria posto che nella parte espositiva si evidenziano oneri assai modesti per spese strumentali e compensi a terzi presumibilmente il sostituto del resto e' pacifico che un organizzazione quotminimaquot non de

17/10/2013 Responsabilita' penale del medico che effettua l'intervento documento protetto
Lesioni a seguito di un intervento all'utero

In materia di responsabilita' medica nella ricostruzione del nesso eziologico non puograve assolutamente prescindersi dall'individuazione di tutti gli elementi concernenti la causa dell'evento solo conoscendo in tutti i suoi aspetti fattuali e scientifici il momento iniziale e la successiva evoluzione della malattia e' poi possibile analizzare la con

24/10/2013 Neonatamorte intervenuta secondo il consulente nella fase intraperipartum documento protetto
Inesistenza di gravi indizi di colpevolezza dell'omicidio volontario per mancanza di elementi probatori sulla circostanza che la bambina fosse nata viva e non fosse invece deceduta prima del parto

Il giudice cautelare infatti pone a base delle sue valutazioni il dubbio sulla non vita del feto gia' nella fase del travaglio del parto escludendo dunque un evento morte in relazione causale con la condotta degli indagati che secondo l'ipotesi accusatoria si sarebbe articolata in due fasi la prima attiva di accelerazione farmacologicadel parto e la seconda omissiva di non p

05/12/2013 False visite e prescrizioni mediche effettuate dal medico sostituito documento protetto
L'effettivo autore delle visite apponeva una sigla illeggibile su ricette recanti i timbri e le intestazioni di altro medico

Il Giudice dell'udienza preliminare presso il Tribunale di Lucca dichiarava non doversi procedere nei confronti di LF e BAV in ordine al delitto di cui all'art 479 cod pen contestato dal L quale medico libero professionista e dal B quale medico convenzionato con la ASL di Viareggio il primo sostituendo di fatto il secondo in visi

07/10/2013 Reato di omicidio colposo commesso nell'esercizio dell'attivita' medica documento protetto
Negligenza imprudenza e imperizia di 'aver eseguito l'intervento nonostante lo stesso presentasse un elevato rischio anestesiologico a fronte della comorbilita' e delle condizioni cliniche generali della paziente

Conmemoria depositata il 1972013 la difesa dell'imputato ha chiesto ilrigetto del ricorso rappresentando che dopo che all'udienza del13112012 il pm aveva modificato l'originaria imputazione elevatanei confronti del DP al quale

03/12/2013 Incendiodanni ingenti al fabbricato documento protetto
Incendio causato dal nipote sotto effetto di farmaci

La sentenza con la quale il giudice applica all'imputato la pena da lui richiesta e concordata con il PM pur essendo equiparata a una pronuncia di condanna ai sensi e per gli effetti di cui all'art 445 comma primo cpp non e' tuttaviaontologicamente qualificabile come tale traendo essa origine essenzialmente da un accordo del

07/11/2013 Titolo di massofisioterapista conseguito all'esito di un corso biennale non piu' valido per abilitare allo svolgimento dell'attivita' professionale documento protetto
Collegamento fra il possesso di idoneo titolo abilitativo e lo svolgimento della relativa attivita' professionale in relazione ai requisiti professionali richiesti dalla legge per l'erogazione delle prestazioni sanitarie e della prognosi negativa sulla possibilita' di una proficua ripresa della funzionalita' del rapporto di lavoro

Ha infatti rilevato il Consiglio di Stato escludendo l'illegittimita' del DI 27 luglio 2000 il quale annovera fra i titoli equipollenti al diploma universitario di fisioterapista di cui al DM n 741 del 1992 il diploma di massofisioterapista solo se conseguito all'esito di un corso triennale che una corretta interpretazione della legge n 42 del 1999 art 4 commi 1 e 2 di

25/07/2013 Lesioni provocate da dipendente di casa di cure
Assenza di regolare contratto di lavoro del personale medico comunque responsabile civilmente delle lesioni cagionate all'anziano

Un rapporto di occasionalita' necessaria nel senso che l'incombenza disimpegnata abbia determinato una situazione tale da agevolare o rendere possibile il fatto illecito e l'evento dannoso anche se l'agente abbia operato oltre i limiti delle sue incombenze purche' sempre nell'ambito dell'incarico affidatogli cosigrave da non configurare una condotta del tutto estranea a

18/10/2013 Relazioni causali tra l'operato del professionista e le patologie documento protetto
Esclusione nesso di causalita' tra l'installazione della protesi spostamento della mandibola

La Corte di merito al di la' dell'erroneoriferimento in motivazione riguardo all'esistenza di fattori alternativiinterferenti con l'esistenza di una causa univoca e di una serie causale'adeguata' onde l'esigenza della correzione di tale motivazione aisensi dell'art 384 cpc in esito al suo percorso argo

28/01/2010 Annullamento del matrimonio
Richiesta documentazione sanitaria al fine di annullare il matrimonio

Vincolo matrimonialereligioso e connessa valutazione della discrezione di giudizio circai diritti e i doveri del matrimonio e della capacita' di assumere leobbligazioni essenziali del matrimonioLEGGI LA SENTENZA

17/09/2013 Annullamento di donazione per incapacita' naturale della donante documento protetto
Certificato medico rilasciato al fine dell'attribuzione della pensione d'invalidita' eo dell'indennita' di accompagnamento e non gia' per accertare l'incapacita' naturale

La sentenza d'appello ha affermato che la Commissione di prima istanza sulla scorta dell'anamnesi da cui era emerso che la paziente era affetta da arteriosclerosi cerebrale con turbe della memoria e del comportamento e della visita aveva diagnosticato una vasculopatia cerebrale senile e certificato ai sensi di legge che ST era quotinvalida con totale e permanente inabilita' lav

31/07/2013 Difetti del feto non preventivabili ne' diagnosticabili documento protetto
Richiesta risarcimento dei danni subiti dal figlio consistenti in una grave cerebropatia ascrivibili all'operato negligente del personale sanitario che aveva assistito al parto

I Giudici territoriali hanno dato atto della mancata dimostrazione del nesso intercorrente tra fatto del personale sanitario e danno patito dal bambino essendosi ammessa dai consulenti d'ufficio l'esistenza di pregresse cause della patologia in modo da non poter ricollegare la stessa alla condotta dei sogge

12/09/2013 Responsabilita' per omessa assicurazione del consenso informato documento protetto
Nove comportamenti omissivi dei sanitari dell'Ospedale

La Corte territoriale dopo avere ritenuto che l'invocazione di una responsabilita' contrattuale della struttura non integrasse domanda nuova bensigrave soltanto prospettazione di una qualificazione giuridica dell'azione ha disatteso l'appello degli E assumendo che la vicenda concernente il ricovero de

31/07/2013 Obbligo di fornire al paziente tutte le informazioni relative alle cure mediche e all'intervento da effettuare documento protetto
e' appena il caso di sottolineare che sussiste il vizio di motivazione sotto il profilo dell'omissione eo dell'insufficienza dedotto dalle ricorrenti quando nel ragionamento del giudice di merito sia rinvenibile come nella specie traccia evidente del mancato o deficiente esame di punti decisivi della controversia prospettati dalle parti

il professionista sanitario ha l'obbligodi fornire tutte le informazioni possibili al paziente in ordine alle curemediche o all'intervento chirurgico da effettuare tanto e' vero che devesottoporre al paziente perche' lo sottoscriva un modulo non generico dal qualesia pos

26/08/2013 Rivendicazioni dopo il termine del rapporto di lavoro documento protetto
Richiesta di riconoscimento del rapporto di lavoro subordinato

Svolgimento del processoConsentenza del 20 febbraio 2009 la Corte d'appello di Trento inriforma della sentenza del tribunale di Trento del 13 luglio 2007 harigettato la domanda di CS intesa per quanto rileva in questasede ad ottenere il riconoscimento della natura subordinata delrapporto di lavoro intercorso con la Casa di Cura Villa Bian

04/06/2013 Intervento chirurgico diverso da quello per il quale aveva prestato il proprio consenso documento protetto
Dutante l'intervento i medici non avrebbero potuto interrompere per munirsi di un piu' esplicito e dettagliato consenso

Si chiede alla corte suprema se la sentenza n 4361 della corte diappello di Napoli e' contraddittoria nella parte in cui sostiene chee' legittimo il comportamento dei sanitari dell'ospedale Cardarellidi Napoli che dopo aver individuato con una fistolografia lapresenza di una fistola perianale hanno fatto sottoscrivere ad A unconsenso informato per drenaggio ascesso p

05/07/2013 Responsabilita' del dirigente del servizio patrimoni e demanio documento protetto
Al riguardo rilevato che il ricorso proposto non appare manifestamente infondato ne' risulta affetto da profili d'inammissibilita' di altra natura occorre sottolineare in conformita' all'insegnamento ripetutamente impartito da questa Corte come in presenza di una causa estintiva del reato l'obbligo del giudice di pronunciare l'assoluzione dell'imputato per motivi attinenti al merito si riscontri nel solo caso in cui gli elementi rilevatori dell'insussistenza del fatto ovvero della sua non attribuibilita' penale all'imputato emergano in modo incontrovertibile tanto che la relativa valutazione da parte del giudice sia assimilabile piu' al compimento di una constatazione che a un atto di apprezzamento e sia quindi incompatibile con qualsiasi necessita' di accertamento o di approfondimento v Cass n 3549O2OO9 Rv 244274

Al riguardorilevato che il ricorso proposto non appare manifestamente infondato ne'risulta affetto da profili d'inammissibilita' di altra natura occorresottolineare in conformita' all'insegnamento ripetutamente impart

28/06/2013 Violenza sessuale durante il trasporto di una paziente documento protetto
Alla stregua di un principio gia' affermato dalla giurisprudenza di questa Corte Suprema Sez 1 n 6271 del 19011990 Isaia Rv 184195 che va qui ribadito la violenza richiesta perche'possa dirsi integrato il delitto di violenza privata consiste in un'energia fisica che puo' esercitarsi sulle persone ma anche sulle cose v anche Sez 5 n 21559 del 09032010 Loreggian Rv 247757

Secondo ilgiudice di merito non ricorrerebbero gli estremi della fattispecie descrittadalla norma incriminatrice per carenza del requisito di carattere oggettivocostituito dal nocumento per la persona offesa nonche' di quello soggettivocostituito dal fine di

01/03/2013 Licenziamento per assenza ingiustificata documento protetto
Giusta causa di licenziamento per violazione degli obblighi in presenza di una assenza pari a giorni 5 e di altrettante visite fiscali inutilmente tentate nella residenza in precedenza dichiarata

Concludeva quindi la Corte territoriale che l'addebito avuto riguardoal numero dei giorni di malattia privi di comunicazione di valido indirizzo al periodo relativamente lungo durante il quale il datore di lavoro non aveva potuto svolgere alcun controllo sulla giustificatezza della malattia e su eventuali condotte incompatibili con la denunciata malattia nonche' alla circostanza c

12/04/2013 Criteri e modalita' di concessione del marchio ed i casi di sua sospensione decadenza e revoca e le modalita' d'uso
La Regione sostiene che il marchio in questione non incorre nella violazione degli evocati parametri costituzionali e delle correlate norme comunitarie non essendo esso idoneo ad orientare l'interesse generale dei consumatori in direzione preferenziale di prodotti del territorio laziale

La legge della Regione Lazio qui impugnata introducendo un marchio regionale di qualita' destinato a contrassegnare sulla base di disciplinari ed in conformita' a criteri dalla stessa stabiliti determinati prodotti agricoli ed agroalimentari a fini anche dichiaratamente promozionali della agricoltura e cultura gastronomica del Lazio nda

03/06/2013 Calcolo dell'assicurazione dei dipendenti contro gli infortuni sul lavoro documento protetto
L'assenza di sinistri per la singola azienda puo' comportare per quest'ultima il beneficio di una riduzione del tasso

Ai fini della determinazione del premio dovuto dalle aziende industrialiper l'assicurazione dei dipendenti contro gli infortuni e le malattie professionali nel calcolo del tasso specifico aziendale devono essere inclusi gli oneri per i casi di infortunio e di malattia professionale ancora da definire alla data di tale calcolo riserva sinistri anche quando nell'azienda non si siano verif

03/05/2013 Vittime inconsapevoli di violenza sessuale per induzione con assenza di contatto fisico
Le condotte ascritte all'indagato consistono in conversazioni telefoniche nel corso delle quali qualificatosi come medico ginecologico riferiva alle donne chiamate di essere al corrente degli accertamenti medici da queste effettuati o in procinto di effettuare e rappresentate situazioni di urgenza o di opportunita' le sollecitava a compiere su se stesse atti di autoerotismo giustificati da finalita' mediche oppure a fotografare la loro zona genitale e trasmettere l'esito via email

Tale impostazione ermeneutica ha formato oggetto di esame da parte di questa Corte ed e' stata ritenuta non rispondente al dato normativo Egrave sufficiente sul punto rinviare alla chiara motivazione della sentenza di questa Sezione n 119582011 udienza del 22122010 rv 249746 nella quale si chiarisce che l'induzione della vittima a commettere atti sessuali su di se' da parte

16/04/2013 Assorbimento del falso ideologico in altri reati
Le Sezioni Unite di questa Corte con la sentenza n 7537 del 16122010 hanno affermato che integra il delitto di cui all'art 316ter cod pen anche la indebita percezione di erogazioni pubbliche di natura assistenziale tra le quali rientrano quelle concernenti la esenzione del ticket per prestazioni sanitarie ed ospedaliere

La fattispecie di indebitapercezione di erogazioni a danno dello Stato o di altri enti pubblici infattisi configura come fattispecie complessa ex art 84 cod pen che contienetutti gli elementi costitutivi del reato di falso ideologicoLEGGI LA SENTENZACORTE

27/03/2013 Tossicodipendenza concessione dell'affidamento in prova per fini terapeutici documento protetto
La concessione dell'affidamento in prova per fini terapeutici di cui all'art 94 del dPR n 309 del 1990 presuppone l'attualita' dello stato di tossicodipendenza situazione che ben puo' essere accertata anche con una valutazione svolta all'interno di un ambiente protetto

Gli organi di Polizia sottolineano tutte l'elevato spessore criminaledel C resosi autore di numerose rapine a mano armata anche durante lafruizione degli arresti domiciliari e resosi latitante dal 23 marzo 2006 quando era evaso dagli arresti domiciliari sino al 6 aprile 2006 quando e'stato catturato dalla Squadra Mobile di Genova v in particolare la comunicazione della Questura d

04/04/2013 Sanita' l'indennita' di accompagnamento puo' spettare all'invalido civile grave anche durante il ricovero in ospedale documento protetto
Il ricovero presso un ospedale pubblico non costituisce sic et simpliciter l'equivalente del ricovero in istitutoai sensi della L n 18 del 1980 art 1 co 3 e pertanto l'indennita' di accompagnamento puo' spettare all'invalido civile grave anche durante il ricovero in ospedale ove si dimostri che le prestazioni assicurate dall'ospedale medesimo non esauriscono tutte le forme di assistenza di cui il paziente necessita per la vita quotidiana

Nel caso di specie i Giudici del gravame apprezzava la necessita' per il genitore di assicurare quel quid pluris non garantito dall'ospedale pubblico alla congiunta lungodegente in stato di coma profondo da decerebrazione muovendo dalle necessit di assistenza e accudimento costanti a cagione delle quali il genitore si era risoluto ad abbandonare l'attivita' lavorativa per ess

07/02/2013 Fattori per decidere sulla compatibilita' dello stato di salute preoccupante di un detenuto con il suo mantenimento in stato di detenzione carceraria documento protetto
Bisogna tener conto di tre fattori per decidere sulla compatibilita' dello stato di salute preoccupante di un detenuto con il suo mantenimento in stato di detenzione carceraria le condizioni carcerarie la qualita' delle cure dispensate al detenuto e l'opportunita' di mantenere lo stato di detenzione in relazione al suo stato di salute

Bisogna tener conto di tre fattori per decidere sulla compatibilita' dello stato di salute preoccupante di un detenuto con il suo mantenimento in stato di detenzione carceraria le condizioni carcerarie la qualita' delle cure dispensate al detenuto e l'opportunita'di mantenere lo stato di detenzione in relazione al suo stato di salute Di conseguenza mantenere in stato di

15/02/2013 E' legittimo il recupero a tassazione dei ricavi ove la cessione o l'impiego in prestazioni d'opera di beni possa desumersi dall'esistenza di documentazione di acquisto documento protetto
E' legittimo il recupero a tassazione dei ricavi ricostruiti induttivamente ove la cessione o l'impiego in prestazioni d'opera di beni possa desumersi dall'esistenza di documentazione di acquisto Spetta difatti al contribuente fornire la specificazione appropriata per categorie omogenee di beni

A tale principio risponde anche il caso di prestazioni sanitarie avente base nella installazione di protesi dentarie giacche' ai fini della prova per presunzioni semplici non occorre che tra il fatto noto e quello ignoto sussista un legame di assoluta ed esclusiva necessita' causale essendo sufficiente che il fatto da provare sia desumibile dal fatto noto come conseguenza ragion

31/01/2013 Il diritto al consenso informato viene violato anche quando l'intervento e' eseguito correttamente documento protetto
la mancata richiesta del consenso costituiva autonoma fonte di responsabilita' per lesione del suo diritto all'autodeterminazione diritto costituzionalmente garantito e del tutto autonomo rispetto al diritto alla salute

Comequesta Corte ha gia' avuto modo di statuire il mandato apposto in calce o amargine del ricorso per cassazione e' per sua natura speciale senza cheoccorra ai fini della sua validita' alcuno specifico riferimento al giudizioin corso e al

20/06/2012 La dipendenza da alcool e' qualificata in termini di disturbo mentale ed e' necessaria la nomina di un amministratore di sostegno documento protetto
Si vuol dire che per offrire un reale supporto alla persona vulnerabile il suo consenso e' condicio sine qua non nel caso di specie in uno con un supporto sociale da attivare senza indugio Il ricorso insomma va accolto in quanto sussiste un legame diretto e causale tra la patologia della persona beneficiaria e la compromissione temporanea della sua capacita' di essere autonoma nel provvedere ai propri interessi in primis quello fondamentale di lottare contro lo stato di dipendenza in cui versa e dunque sostenere un efficace trattamento terapeutico e disintossicante

Giusta l'art 408 cc il criterio fondamentale che il giudice deve seguire nella scelta dell'amministratore di sostegno e' esclusivamente quello che riguarda la cura e gli interessi della persona beneficiata cosicche' l'elenco delle persone indicate dall'art 408 cit come quelle sulle quali dovrebbe ove possibile ricadere la scelta del giudice deve essere interpretato ne

22/11/2012 E' responsabile il Comune per i danni patiti dai cittadini a causa delle immissioni acustiche eccedenti i limiti stabiliti per legge in occasione di manifestazioni svoltesi in piazza
Come accennato in parte espositiva i giudici del merito hanno ritenuto la responsabilita' del comune odierno ricorrente per i danni patiti dai controricorrenti a causa delle immissioni acustiche eccedenti i limiti stabiliti dalla legge verificatisi in occasione di manifestazioni svoltesi in OMISSIS negli anni 1998 e 1999 sussistendo in capo al comune i doveri di controllo sulla osservanza delle prescrizioni in materia di inquinamento acustico anche tramite gli organi tecnici deputati alle misurazioni e agli accertamenti

La legge 18 giugno 2009 n 69 Gazz Uff n 140 del 19 giugno 2009 so n 95L ricordata sopra mentre all'art 47 ha abrogato l'art 366 bis cod proc civ introdotto con decorrenza dal 2 marzo 2006 dal DLgs 2 febbraio 2006 n 40 art 6 al successivo art 58 comma 5 ha previsto che le disposizioni di cui all'art 47 si applicano alle controversie nelle quali il provvedimento

09/01/2013 Le distanze delle canne fumarie dei camini dalle costruzioni vicine sono regolate dalle norme in materia ambientale documento protetto
La Corte di merito avrebbe dovuto pertanto effettuare una valutazione concreta e media tra i contrastanti diritti dei proprietari dei fondi oggetto di controversia tenendo conto delle condizioni dei luoghi della natura dell'entita' e della causa delle immissioni delle necessita' generali ed assolute quotidiane e civili della umana coesistenza e sussidiariamente anche della priorita' dell'uso

Ne' esaustivesono le affermazioni contenute nella sentenza impugnata secondo cui ilTribunale aveva dichiarato che le immissioni di fumo di cui si dice eranoinevitabili ma anche tollerabili o l'espressione secondo cui orbene l'art844 cc prevede che nella valutazione della normale tollerabilit

07/11/2012 Riparto dell'onere della prova nell'azione di ripetizione di un indebito oggettivo documento protetto
Nell'azione di ripetizione di indebito oggettivo quale e'la presente va richiamato il principio piu' volte affermato da questa Corte per il quale grava sul solvens la prova del pagamento e della mancanza di causa debendi gravando invece sull'accipiens la prova di altra fonte di debito

Si tratta di un apprezzamento in fatto circa il mancato svolgimento eventualmente anche parziale di una prestazione d'opera professionale da retribuire riservato al giudice di merito e per di piugrave nel caso dispecie non contestato dal ricorrente nemmeno sotto il profilo del vizio di motivazione Dato ciograve e' corretta in diritto e conforme al disposto dell'art 2237

10/12/2012 Con riferimento al danno ambientale la possibilita' di chiedere la riduzione in pristino dello stato dei luoghi deve ritenersi compresa nella generica domanda di risarcimento del danno medesimo documento protetto
La praticabilita' della condanna al ripristino dello stato dei luoghi o il risarcimento per equivalente si presta a essere ripensata alla luce dell'assetto tutt'affatto peculiare che la materia ha ricevuto nel nostro ordinamento

scarica il documento

22/10/2012 Sono soggetti a sanzione penale tutti coloro che disperdano nell'ambiente rifiuti speciali o pericolosi documento protetto
Chiunque in modo incontrollato o presso siti non autorizzati abbandona scarica deposita sul suolo o nel sottosuolo o immette nelle acque superficiali o sotterranee rifiuti pericolosi speciali ovvero rifiuti ingombranti domestici e non di volume pari ad almeno 05 mc e con almeno due delle dimensioni di altezza lunghezza o larghezza superiori a cinquanta centimetri con la previsione della reclusione fino a tre anni e sei mesi

Ed a riprova della non limitazione dei diritti della difesa e' bene evidenziare che era stato lo stesso ricorrente in sede di proposizione dell'appello a richiedere in via subordinata la riqualificazione della condotta negli esatti termini in cui la Corte di Appello l'ha poi effettuata con ciograve fornendo per tabulas la dimostrazione di essersi posto nelle condizioni di difende

14/05/2012 Delitto di esercizio abusivo della professione medica documento protetto
Risponde a titolo di concorso del delitto di esercizio abusivo della professione medica chiunque consenta o agevoli lo svolgimento da parte di persona non autorizzata di un'attivita' professionale per la quale sia richiesta una speciale abilitazione dello Stato

nella specie e' evidente che A fosse stato a conoscenza dell'attivita' abusiva svolta dal suo collaboratore come dimostra la vicenda riferitadalla B della prescrizione dell'antibiotico dopo l'intervento eseguito dal MLEGGI LA SENTENZALA CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZIONE SESTA PENALE ha pronu

17/04/2012 Il danno biologico di natura permanente deve essere determinato soltanto alla cessazione di quello temporaneo documento protetto
In tema di danno biologico la cui liquidazione deve tenere conto della lesione dell'integrita' psicofisica del soggetto sotto il duplice aspetto dell'invalidita' temporanea e di quella permanente quest'ultima e' suscettibile di valutazione soltanto dal momento in cui dopo il decorso e la cessazione della malattia l'individuo non abbia riacquistato la sua completa validita' con relativa stabilizzazione dei postumi

Negata per le suddette ragioni l'estensibilita' del giudicato penale all'accertamento della colpa esclusiva dell'imputato non e' censurabile neppure l'accertamento delle concrete modalita' del fatto sulla scorta anche degli atti del procedimento penale nei confronti dell'automobilista posto che per quanto si legge nella sentenza impugnata il Pa era costituit

09/03/2012 La tariffa integrata ambientale e' stata istituita previa soppressione e quindi in sostituzione della tariffa d'igiene ambientale
Talche' in base al successivo comma 10 dello stesso art 238 fino alla completa attuazione della tariffa integrata peraltro solo virtuale essendo codesta a sua volta destinata a cedere il passo con decorrenza 112013 all'istituito tributo comunale rifiuti e servizi cd res di cui al DL 6 dicembre 2011 n 201 art 14 conv in L 22 dicembre 2011 n 214 continuano ad applicarsi le discipline regolamentari prima vigenti e dunque la disciplina regolamentare della tariffa digiene ambientale tia1

Mantenuta nei limiti suoi propri la questione relativa alla affermata dalla ricorrente soggezione della tia1 all'Iva va risolta in coerenzacon la pacifica natura tributaria della medesima con la mancanza di disposizioni legislative che espressamente assoggettano a Iva le prestazioni del servizio di smaltimento dei rifiuti e con l'irrilevanza di diverse prassi amministrative

08/05/2012 Per fronteggiare l'emergenza nel settore dello smaltimento dei rifiuti e' legittimo il sequestro preventivo finalizzato alla confisca di mezzi abusivamente utilizzati per il trasporto dei rifiuti documento protetto
In ordine al sequestro finalizzato alla confisca del mezzo di trasporto dei rifiuti che e' legittimo il sequestro preventivo dei mezzi utilizzati con finalizzazione al provvedimento di confisca degli stessi ma non degli ulteriori strumenti di lavoro

Anche ai sensi del DLgs n 152 del 2006 art 259 comma 2 deve essereobbligatoriamente disposta la confisca del mezzo adoperato per il trasporto dei rifiuti da disporsi con fa sentenza di condanna o con quella emessa ai sensi dell'art 444 cpp con riferimento alla fattispecie del trasporto illecito previsto dall'art 256 del medesimo Testo Unico sull'AmbienteLEGGI LA SENTEN

12/04/2012 L'amministratore o il legale rappresentante di un ente non puo' essere ritenuto automaticamente responsabile di tutte le infrazioni penali verificatesi nella gestione dell'ente documento protetto
In particolare in tema di rifiuti a' stato precisato che anche a seguito dell'entrata in vigore dell'ordinamento degli enti locali DLgs n 267 del 2000 e successive integrazioni che ha conferito ai dirigenti amministrativi autonomi poteri di organizzazione delle risorse permane in capo al sindaco sia il compito di programmazione dell'attivita' di smaltimento dei rifiuti solidi urbani sia il potere di intervento nelle situazioni contingibili e urgenti sia il dovere di controllo sul corretto esercizio delle attivita' autorizzate

Palese e' l'erroneita' di tale assunto nessun rimprovero puograve essere postoa carico del dirigente del Settore Patrimonio se allo stesso non siano stati conferiti i compiti specifici relativi alle procedure in materia di rifiuti posto che il Tribunale ha dato atto che lo stesso nel corsodell'esecuzione dell'ordinanza del Sindaco ebbe a svolgere tale attivita' anch

04/09/2012 Secondo il cd principio di precauzione e' piu' opportuno vietare l'uso di una determinata sostanza forse pericolosa piuttosto che consentirne l'utilizzo in attesa degli accertamenti effettuati dalla comunita' scientifica
In altri termini la consapevole volonta' omissiva in esame puo' derivarsi solo in presenza di idonei sintomi rivelatori esterni oggettivamente riscontrabili e riscontrati dai quali inferire che a fronte di una nota situazione di pericolo ed a fronte della conseguente consapevolezza della necessita' di adottare uno specifico intervento precauzionale vi sia stata la cosciente volonta' di omettere detto intervento

Nel corso della fase finale dell'attivita' istruttoria dibattimentale il PM faceva riferimento a ritenuta comprova della sussistenza del dolo necessario per la configurabilita' della fattispecie in esame ad un fantomatico quotpatto di segretezzaquot a fronte del quale a livello internazionale le ditte produttrici di CVM tra le quali la Sy spasi sarebbero accordate

12/10/2012 Deroghe alla regola del concorso per titoli ed esami per l'assegnazione delle farmacie documento protetto
La stessa giurisprudenza di questa Corte non esclude la facolta' di introdurre deroghe al pubblico concorso anche al fine di consentire il consolidamento di pregresse esperienze lavorative maturate nella pubblica amministrazione seppure con il limite che detta facolta' puo' essere considerata legittimamente utilizzata solo quando le deroghe siano funzionali esse stesse alle esigenze di buon andamento dell'amministrazione e quando ricorrano peculiari e straordinarie esigenze di interesse pubblico idonee a giustificarle da ultimo sentenze n 299 del 2011 e n 30 del 2012

Questa Corte ha ripetutamente affermato che ai fini del riparto delle competenze legislative previsto dall'articolo 117 della Costituzione lamateria della organizzazione del servizio farmaceutico non diversamente cfr sentenza n 61 del 1968 da quanto gia' avveniva sottoil regime anteriore alla legge costituzionale 18 ottobre 2001 n 3 Modifiche al tito

12/04/2012 Elusione di un provvedimento di sospensione di un' attivita' produttiva comportante emissioni gassose e propagazione di rumore documento protetto
E' stato affermato nella giurisprudenza di legittimita' che il provvedimento adottato ai sensi dell'art 700 cpc di inibizione allo svolgimento di attivita' che comportano una rumorosita superiore ad una determinata soglia e' da ritenersi dato sia per la tutela del diritto alla salute della parte istante sia per la tutela del suo diritto quale proprietario o possessore di appartamento contiguo a escludere o limitare le immissioni alla salute provenienti da tale attivita' a norma dell'art 844 cc con la conseguenza che il comportamento diretto ad eluderne l'esecuzione integra il delitto previsto dall'art 3882 cp Cass Sez I 5325398 n 3769 Rv 210125

Nel caso in esame e' evidente l'errore nel quale e' incorso il giudice del gravame il quale non ha tenuto conto che la misura cautelare de quaera stata richiesta in applicazione dell'art 844 cc con riferimento non solo alle emissioni gassose ma anche alle propagazioni di rumore Il richiamo al DM 5594 che il giudice civile hai fatto nell'imporrela reali

05/09/2012 Utilizzazione di medicinali per terapia genica e per terapia cellullare somatica al di fuori di sperimentazioni cliniche documento protetto
La circostanza che si sia dunque in presenza della produzione e somministrazione di un medicinale radica incontestabilmente nell'attuale quadro normativo riassunto dalle difese dell'Avvocatura dello Stato la competenza di AIFA all'esercizio delle sue funzioni di farmacovigilanza

Ulteriori pubblicazioni scientifiche risultano consegnate alla Commissione ministeriale di indagine nel corso dell'ispezione svolta presso gli Spedali Civili il 2324 maggio 2012 la cui Relazione in data 9 maggio 2012 e' stata acquisita agli atti di causa a seguito dell'incombente istruttorio disposto con il decreto monocratico 21 luglio 2012 n 342 reiettivo della doma

13/07/2012 Nel caso in cui l'alcoltest risulti positivo costituisce onere della difesa dell'imputato fornire una prova contraria a detto accertamento documento protetto
Invero se gli esiti dei test alcometrici possono in generale essere valutati positivamente dal decidente cio' non implica la strutturazione di una prova legale al riguardo rimane fermo l'obbligo del giudice di valutare ogni circostanza pertinente e rilevante

E' principio statuito da questa Corte che allorquando l'alcoltest risulti positivo costituisce onere della difesa dell'imputato fornire una prova contraria a detto accertamento quale ad esempio la sussistenza di vizi dello strumento utilizzato oppure l'utilizzo di unaerrata metodologia nell'esecuzione dell'aspirazione non essendo sufficiente che ci si limiti a richiedere il deposit

26/06/2012 Regime sanzionatorio del reato di guida sotto l'influenza dell'alcool
Il dubbio di legittimita' costituzionale prospettato dal giudice a quo poggia e' dichiaratamente su un preciso presupposto interpretativo e cioe' che il comma 3 dell'art 186bis cod strada per la parte in cui richiamando le lettere b e c dell'art 186 comma 2 cod strada commina sanzioni penali nei confronti dei conducentie'a rischio elevato che guidino sotto l'influenza dell'alcool delinei una fattispecie autonoma di reato e non gia' una circostanza aggravante della figura generica di guida sotto l'influenza dell'alcool descritta dal medesimo art 186

La disposizione censurata reca infatti la disciplina dell'accertamentodel tasso alcoolemico Riguardo ad essa l'esigenza di uno specifico richiamo alle disposizioni dell'articolo precedente appare giustificabile con la preoccupazione di non lasciare scoperto su detto versante l'autonomo illecito amministrativo che come gia' ricordato n

27/04/2012 Distanze minime obbligatorie fra gli impianti stradali di distribuzione dei carburanti documento protetto
La disciplina nazionale in materia di installazione degli impianti di carburante e segnatamente quella relativa agli obblighi di distanze minime dlgs n 32 del 1998 e legislazione regionale attuativa cui a' rimessa ai sensi dell'art 1 co 2 del medesimo decreto l'adozione di norme di indirizzo programmatico attraverso le quali sono introdotti gli obblighi di rispetto delle distanze minime deve essere ritenuta del tutto superata alla luce di recente pronuncia della Corte di giustizia UE in relazione alle norme ed ai principi posti a tutela della liberta' di stabilimento cfr Corte giustizia Unione europea 11 marzo 2010 n 38408

La sentenza impugnata ha ritenuto la regola delle distanze minime superata dalla liberalizzazione del settore della distribuzione dei carburanti avvenuta con il D Lgs 3298 precisando anche che in ogni caso qualora tale regola la si dovesse ritenere tuttora vigente essa vale esclusivamente per gli impianti posti sulla stessa direttrice di marciaLEGGI LA SENTENZA

02/10/2012 Responsabilita' del medico per omessa diagnosi di malformazioni del feto e conseguente nascita indesiderata documento protetto
La responsabilita' sanitaria per omessa diagnosi di malformazioni fetali e conseguente nascita indesiderata va estesa oltre che nei confronti della madre nella qualita' di parte contrattuale ovvero di un rapporto da contatto sociale qualificato anche al padre come gia' affermato da Cass n 144882004 e prima ancora da Cass 67352002 nonche' a giudizio del collegio alla stregua dello stesso principio di diritto posto a presidio del riconoscimento di un diritto risarcitorio autonomo in capo al padre stesso ai fratelli e alle sorelle del neonato che rientrano a pieno titolo tra i soggetti protetti dal rapporto intercorrente tra il medico e la gestante nei cui confronti la prestazione e' dovuta

L'indagine sulla platea dei soggetti aventi diritto al risarcimento difatti gia' da tempo operata dalla giurisprudenza di questa Corte con riferimento al padre di recente ancora da Cass n 23542010non puograve non essere estesa per le stesse motivazioni predicative della legittimazione dell'altro genitore anche ai fratelli e alle sorelle delneonato dei quali no

18/05/2012 E' nulla l'ordinanza del Sindaco che vieta l'accesso ai cani provvisti di guinzaglio e museruola in tutte le aree di verde pubblico documento protetto
Il Comune si limita ad affermare che la presenza degli animali potrebbe avere conseguenze dannose per la salubrita' dei cittadini Non essendovi dati o accertamenti medicoveterinari a supportare la decisione del comune di vietare l'accesso dei cani alle aree verdi tale ordinanza appare viziata da eccesso di potere per carenza di adeguata istruttoria

L'esercizio del potere sindacale non puograve prescindere dalla sussistenza di una situazione di effettivo e concreto pericolo per la salute pubblica la quale non sia fronteggiabile con gli ordinari strumenti di amministrazione attiva debitamente motivata a seguito di approfondita istruttoria L'unico obbligo imposto dalla legge nella conduzione dei cani e' quello d

03/09/2012 Il chirurgo deve verificare la preparazione eseguita dall'anestesista e condizioni del paziente documento protetto
la paziente PG ricoverata il giorno omissis alla clinica omissis di a' dopo aver accusato forti dolori addominali su prescrizione dell'imputato CS primario chirurgo della clinica che dopo averla visitata ebbe a diagnosticarle 'uno stato infettivo di natura da determinarsi' era stata sottoposta nel corso del ricovero a diversi esami ematochimici ad esame ecografico dell'addome noncha' a colonscopia per sospetta sub occlusione intestinale

all'esito dell'autopsiala causa mortis veniva individuata in collasso cardiocircolatorio terminale inpaziente con grave insufficienza respiratoria da massiva aspirazione dimateriale gastro enterico polmone da shock insufficienza renale conoligoanuria grave

01/03/2012 Non necessita il consenso dell'interessato per svolgere esami clinici ospedalieri per rilevare il tasso alcolemico nel caso in cui lo stesso abbia provocato grave incidente documento protetto
I risultati del prelievo ematico effettuato durante il ricovero presso una struttura ospedaliera pubblica a seguito di incidente stradale sono utilizzabili nei confronti dell'imputato per l'accertamento del reato di guida in stato di ebbrezza trattandosi di elementi di prova acquisiti attraverso la documentazione medica e restando irrilevante ai fini dell'utilizzabilita' processuale la mancanza del consenso Cass Sez 4 Sentenza n 1827 del 04112009 Ud dep 15012010 Rv 245997 Cass Sez 4 Sentenza n 4118 del 09122008 Ud dep 28012009

L'accertamento medico attestante il tasso alcolemico del P provenientedall'Ospedale di OMISSIS integra un elemento di prova che legittimamente puograve fondare il convincimento del giudice tanto piugrave in sede di giudizio abbreviato e dopo un'opposizione a decreto penale nel corpo della quale nessuna eccezione di invalidita' degli atti e' stata formulataLEG

19/07/2012 Interruzione di gravidanza inammissibile per irrilevanza la questione di legittimita' costituzionale documento protetto
presupposta la rilevanza di tal questione il rimettente ne ha motivato la non manifesta infondatezza con richiamo in premessa alla sentenza della Corte di giustizia dell'Unione europea del 18 ottobre 2011 ' resa nel procedimento C3410 Bra'stle contro Greenpeace e V e recante l'interpretazione dell'articolo 6 numero 2 lettera c della direttiva del Parlamento europeo e del Consiglio 9844CE sulla protezione giuridica delle invenzioni biotecnologiche ' la quale avrebbe a suo avviso attribuito in modo inequivoco assoluto rilievo giuridico all'embrione umano non solo definendolo tale sin dalla fecondazione ma considerandolo anche un soggetto di primario valore assoluto

Considerato che la riferita questione di costituzionalita' e' stata sollevata nel corso come detto di un procedimento di volontaria giurisdizione ex articolo 12 della citata legge n 194 del 1978che a riguardo del provvedimento di autorizzazione a decidere che in tal procedura e' chiesto al giudice tutelare di pronunciare giagr

31/07/2012 Riduzione della capacita' lavorativa documento protetto
Il lucro cessante non pua' automaticamente discendere dall'invalidita' del soggetto

questa Corte e' costante nel ritenere che rientra nel potere discrezionale delgiudice del merito accogliere o rigettare l'istanza di rinnovo della consulenzatecnica d'ufficio senza che l'eventuale provvedimento negativo possa esserecensurato in sede di legittimita' quando risulti che gli elementi diconvincimento per d

22/03/2012 Le prestazioni sanitarie sono considerate di maggiore rilievo rispetto a quelle sociosanitarie Sono pertanto a carico del servizio sanitario nazionale documento protetto
Non pua' sottacersi in primo luogo l'esigenza di un'interpretazione che tenga conto del nucleo irriducibile del diritto alla salute protetto dalla Costituzione come ambito inviolabile della dignita' umana Corte cost nn 455 del 1990 267 del 1998 309 del 1999 509 del 2000 252 del 2001 432 del 2005

Non puograve sottacersi in primo luogo l'esigenza di un'interpretazione chetenga conto del nucleo irriducibile del diritto alla salute protetto dalla Costituzione come ambito inviolabile della dignita' umana Corte cost nn 455 del 1990 267 del 1998 309 del 1999 509 del 2000 252 del 2001 432 del 2005In tale quadro ed alla luce del principio affermato in linea generale

27/04/2012 Infezione da virus Nesso causale
Nel caso di infezioni dai virus HBV HIV ed HCV non sussistono tre eventi lesivi come se si trattasse di tre serie causali autonome ed indipendenti ma di un unico evento lesivo

Conriferimento poi agli ulteriori motivi che la Corte deve esaminare inconsiderazione della pronuncia resa anche nel merito dai giudici di appellonon appare meritevole di accoglimento il secondo motivo

00/00/0000 Il deposito del fasciolo si considera avvenuto quando e' presentato alla cancelleria del giudice documento protetto
in relazione alla eccezione formulata in controricorso dall'Allianz che il mancato deposito di copia delle due consulenze tecniche d'ufficio richiamate dalla sentenza e quindi dal motivo e la mancata indicazione della sede processuale dove le stesse

Le Sezioni Unite di questa Corte Cass SSUU 11 gennaio 2008 n 577hanno precisato che la responsabilita' della struttura ospedaliera fondata sul quotcontatto socialequot ha natura contrattuale Ne consegue chein virtugrave del contratto la struttura deve fornire al paziente una prestazione assai articolata definita genericamente di quotassistenza

00/00/0000 Abuso di diritto prestazioni sanitarie il Consiglio di Stato ribadisce l'applicabilita' del divieto documento protetto
In via generale come gia' affermato dalla Sezione Cons St III 13 aprile 2011 n 2290 il sistema di regressione tariffaria delle prestazioni sanitarie che eccedono il tetto massimo prefissato e' espressione del potere autoritativo di fissazione

LEGGI LA SENTENZASvolgimento del processoL'odierno appellante impugnava innanzi al TAR l'atto di cd regressione tariffaria per l'anno 2004 relativamente alle varie branche nelle quali vi era stato l'accreditamento e di contemporanea emissione di una nota di addebitoIl giudice di prime cure respingeva il ricorso e la sentenza ven

26/04/2012 Non trova accoglimento nel quadro normativo vigente il diritto all'indennizzo per trasfusioni o vaccinazioni obbligatorie documento protetto
Rileva al riguardo il giudice rimettente che la domanda proposta dalla parte ricorrente non pua' trovare accoglimento alla luce del quadro normativo vigente dal momento che pur tenendo conto delle decisioni di illegittimita'

Sulla non manifesta infondatezza della questione il giudice rimettentepuntualizza come la funzione della legge n 210 del 1992 debba essere ricercata essenzialmente nella esigenza di dare attuazione a diritti inviolabili dell'uomo sanciti dalla Carta fondamentale segnatamente dall'art 2 in riferimento al dirittodovere di solidarieta' sociale dall

00/00/0000 Legittima l'interdizione irrogata ad uno studio professionale ex art 13 del dlgs n 2312001
Generica invero a' la doglianza relativa al decorso dei termini delle indagini

Il Tribunale infatti con motivazione consona ed appropriata ha rilevato che la doglianza relativa al termine delle indagini preliminariattiene alla responsabilita' della persona fisica e non a quella dell'Ente oggetto di valutazione e che proprio perche' relativa alla persona fisica che a sua volta aveva impugnato la misura cautelare ogni ulteriore motivo di impugnazione

00/00/0000 Responsabilita' medica spetta al danneggiato produrre la prova documento protetto
A tal riguardo va considerato altresa' che la limitazione di responsabilita' professionale ai soli casi di dolo o colpa grave ai sensi dell'art 2236 cc attiene esclusivamente alla perizia per la soluzione di problem

Non puograve quindi ravvisarsi detta limitazione nelle ipotesi di imprudenza e di negligenza dovendosi cosigrave ritenere che la responsabilita' sussista anche per cola lieve quando per omissione di diligenza ed inadeguata preparazione provochi un danno nell'esecuzione di un intervento operatorio o di una terapia medica Quanto alla ripartizione dell'onere probatorio incombe

00/00/0000 Responsabilita' della struttura sanitaria per mancata informazione sul rischio
Leggendo poi le successive pagine da 9 a 15 che illustrano il quesito si deduce da un lato la responsabilita' della Universita' romana che non aveva informato la gestante della oggettiva inaffidabilita' del

Il fatto controverso attiene alla lesione del diritto della madre di poter decidere liberamente anche attraverso una adeguata informazione sanitaria la scelta dello aborto terapeutico o di rischiare una nascitaa rischio genetico e questa scelta le e' stata preclusa dallo esito incerto dello esame praticato del quale non e' stata data adeguata informazione La responsabilitagra

00/00/0000 Rivalutazione indenita' per danni da emotrasfusioni
la Corte costituzionale nella sentenza n 27 del 1998 ha ritenuto che la mancata previsione del diritto agli interessi e alla rivalutazione sull'assegno una tantum non ne comporti l'iniquita' nel senso di renderlo talmente esiguo da ri

In particolare la difesa erariale nega che dalla finalita' essenzialmente solidaristica e assistenziale dell'indennizzo nel caso di danni determinati da emotrasfusione si possa fare discendere un necessario adeguamento di tutte le sue componenti compresa quella commisurata all'indennita' integrativa speciale pena la violazione del contenuto economico del diritto e la co

00/00/0000 DIRITTO SANITARIO Diritto al consenso informato va sempre rispettato
Con la sentenza n 16543 del 28 luglio 2011 la Sezione III della Corte di Cassazione afferma che a meno che non ricorrano casi di urgenza il sanitario deve sempre attenersi al rispetto del diritto al consenso informato in quanto diritto irretrattabile

La sentenza afferma che le complicazioni operatorie non escludono il consenso informato del paziente Esso e' un diritto irretrattabile della persona e dunque va comunque e sempre rispettato dal sanitario a meno che non ricorrano casi di urgenza rinvenuti a seguito di un intervento concordato e programmato e per il quale sia stato richiesto e sia stato ottenuto il consenso che pongano i

03/04/2017 Mansioni riconducibili gli incarichi previsti dall'art 27 ccnl Dirigenza sanitaria documento protetto
Violazione e falsa applicazione dell'art 170 comma 3 e dell'art 285 cod proc civ in relazione agli artt 326 e 327 cod proc civ ha censurato la decisione per avere ritenuto la notificazione della sentenza di primo grado idonea a determinare l'applicabilita' del termine breve di impugnazione ex art 325 cod proc civ

LEGGI LA SENTENZA

07/02/2017 Misura interdittiva della sospensione dall'esercizio del servizio di dirigente documento protetto
La Gemini infermiera alle dipendenze dell'Ospedale di Viterbo e la Riscaldati dirigente del Centro Trasfusionale della stessa struttura erano indagate per il reato di truffa aggravata in danno dell'amministrazione di appartenenza ciascuna per l'illecita utilizzazione del proprio badge

LEGGI LA SENTENZA

10/01/2017 Risarcimento danni patiti a seguito intervento chirurgico documento protetto
Il ricorso deve essere dichiarato inammissibile e non rigettato che con l'unico mezzo denunciata violazione e falsa applicazione dell'art 360 primo comma n 3 e n 5 cpc in rapporto all'art 1218 cc e in rapporto al richiamo illogico e depistante di giudizi e valutazioni inesistenti nelle relazioni del ctu e tali da dar luogo ad una motivazione negativa e mistificatoria di carattere decisionale

LEGGI LA SENTENZA

23/12/2016 Corrispettivo per prestazioni sanitarie specialistiche documento protetto
Procedura di accertamento liquidazione e pagamentoAcirc dei corrispettivi in favore dei privati erogatori delle prestazioni sanitarie allo scopo di assicurare uniformitampa' di risposte in ambito provinciale

17/07/2016 Responsabilita' medica archiviazione illegittima del gip documento protetto
Non e' consentito al gip in presenza di temi suppletivi d'indagine anche se presumibile di scarsa incidenza obliterare la regola del contraddittorio anticipando valutazioni di merito in ordine alla fondatezza o all'esito delle indagini suppletive indicate in quanto l'opposizione e' preordinata esclusivamente a sostituire il provvedimento de plano con il rito camerale

la possibilit di definire il procedimento in assenza di contraddittorio costituisce un'eccezione giustificata oltre che ovviamente dal convincimento di infondatezza della notizia di reato dall'inammissibilit dell'opposizioneLEGGI LA SENTENZA

11/07/2016 Vaccini risarcimenti nesso causale documento protetto
Sull'insussistenza del nesso di causalita' tra la vaccinazione e la menomazione dell'integrita' psicofisica

NEL CASO IN ESAME la vaccinazione contro il morbillo la rosolia e la parotite era soltanto quotraccomandataquot mentre il nesso di causalita' era stato escluso dagli accertamenti peritali compiuti nel primo grado di giudizioLEGGI LA SENTENZASuprema Corte di Cassazione Sez Lavoro

18/02/2014 Licenziamento medico negligente documento protetto
La deduzione con il ricorso per cassazione di un vizio di motivazione non conferisce al giudice di legittimita' il potere di riesaminare il merito della vicenda processuale sottoposta al suo vaglio bensi' la sola facolta' di controllo sotto il profilo della correttezza giuridica e della coerenza logico formale delle argomentazioni svolte dal giudice di merito essendo del tutto estranea all'ambito del vizio in parola la possibilita' per la Corte di legittimita' di procedere ad una nuova valutazione di merito attraverso l'autonoma disamina delle emergenze probatorie

il medico anziche' procedere sia direttamente sia con l'ausilio dell'infermiere alla immediata medicazione delle ustioni per evitare la contaminazione batterica delle lesioni aveva consegnato al detenuto un tubetto di pomata che il detenuto stesso provvide a spalmare sulle ustioni e si era limitato a dare una volta giunto all'infermeria centrale disposizioni all'infermie

23/06/2016 responsabilita' del medico di famiglia per la morte di un paziente
Sulla sussistenza del nesso causale tra la condotta omissiva attribuita all'imputata e la morte del paziente

nel caso di specie poiche' il nesso causale tra il comportamentoomissivo della M vuoi sussumibile come pure prospetta la partesubordinatamente nella condotta di cui all'art 328 cod pen vuoiriconducibile come ha tentato di fare la stessa parte con i motivi di ricorso gia'esaminati alla violazione di regole cautelari proprie dellrs

06/06/2016 Legge Balduzzi ambito di applicazione
La limitazione di responsabilita' in caso di colpa lieve puo' operare per le condotte professionali conformi alle linee guida ed alle buone pratiche anche in caso di errori che siano connotati da profili di colpa generica diversi dalla imperizia

la parziale abrogazione determinata dalla L 8 novembre 2012 n 189 art 3 delle fattispecie di cui agli artt 589 e 590 cp qualora il soggetto agente sia un esercente la professione sanitaria determina un problema di diritto intertemporale che trova regolamentazione alla lucedella disciplina legale Come meglio si vedra' nel prosieguo la restrizione della portata dell'inc

20/05/2016 Responsabilita' medica Consenso informato
L'adesione al trattamento sanitario proposto dal medico impone che quest'ultimo fornisca al paziente in modo completo ed esaustivo tutte le informazioni scientificamente possibili riguardanti le terapie che intende praticare o l'intervento chirurgico che intende eseguire

L'acquisizione delconsenso informato del paziente da parte del sanitario costituisceprestazione altra e diversa rispetto a quella avente ad oggetto l'interventoterapeutico di talche' l'errata esecuzione di quest'ultimo da' luogo ad un dannosuscettibile di ulteriore e autonomo risarcimento rispetto a quello dovuto perla violazione dell'obbl

23/02/2016 Richiesto indennizzo per patologia contratta a seguito di vaccinazione documento protetto
Chiunque abbia riportato a causa di vaccinazioni obbligatorie per legge o per ordinanza di una autorita' sanitaria italiana lesioni o infermita' dalle quali sia derivata una menomazione permanente della integrita' psicofisica ha diritto ad un indennizzo da parte dello Stato alle condizioni e nei modi stabiliti dalla presente legge

il legittimato passivo in una controversia avente ad oggetto una prestazione di assistenza sociale e' il soggetto che in forza della disciplina sostanziale di tale prestazione e' tenuto a riconoscerla ossia e' il soggetto coinvolto nel lato passivo del rapporto obbligatorioche sorge al verificarsi di certi presupposti di spettanza del beneficioLEGGI LA SENT

22/10/2014 Responsabilita' della struttura sanitaria se un paziente tenta il suicidio documento protetto
Ove un paziente ricoverato per disturbi mentali tenti il suicidio riportando lesioni personali la struttura sanitaria che l'aveva in cura risponde di tali lesioni

Nel caso di culpa in vigilando come del resto in qualsiasi ipotesi di colpa omissiva consistita nel non avere impedito un evento che si era obbligati ad impedire l'avverarsi stesso dell'evento costituisce in tesi prova dell'esistenza del nesso di causa tra la condotta omissiva edil dannoLEGGI LA SENTENZA

08/03/2016 Responsabilita' medica Controlli ecografici sul feto
Sull'obbligo gravante sulla struttura sanitaria e sullo stesso medico che ha concretamente operato la diagnosi di informare la paziente su eventuali mal funzionamenti dell'apparecchiatura diagnostica

In tema di controlliecografici sul feto ai fini della relativa diagnosi morfologica l'obbligogravante sulla struttura sanitaria e sullo stesso medico strutturato che abbiaconcretamente operato la diagnosi di informare la paziente che ad essa si siarivolta ed abbia quindi concluso con la struttura il cd contratto dispedalita' di poter r

03/02/2016 Emotrasfusione infetta Risarcimento
Affetta da thalassemia contrae il virus HIV durante le innumerevoli trasfusioni cui e'stata sottoposta fin da bambinaSul risarcimento danni contro il Ministero della Salute quale responsabile per non avere vigilato sulla sicurezza del sangue destinato alle trasfusioni

proposto ricorso per regolamento preventivo di giurisdizione contro il Ministero della Salute in relazione al giudizio da essa stessa introdotto contro detto ministero dinanzi al Tribunale Amministrativo per il LazioLEGGI L'ORDINANZACORTE SUPREMA DI CASSAZIONE SEZ UNITE CIVILIOrdinanza

22/12/2015 Responsabilita' medica condotta omissiva nascita indesiderata
Una volta accertata l'esistenza di un rapporto di causalita' tra un comportamento colposo anche se anteriore alla nascita ed il danno che ne sia derivato al soggetto che con la nascita abbia acquistato la personalita' giuridica sorge e dev'essere riconosciuto in capo a quest'ultimo il diritto al risarcimento

Nucleo centrale della disamina e' quello della legittimazione ad agire dichi al momento della condotta del medico in ipotesi antigiuridica non era ancora soggetto di diritto alla luce del principio consacrato all'art1 cod civ La capacita' giuridica si acquista dal momento della nascita conforme ad un pensiero giuridico plurisecolare LEGGI

19/09/2014 Responsabilita' medica Consenso informato
Il consenso informato e' configurato come elemento strutturale dei contratti di protezione quali sono quelli che si concludono nel settore sanitario L'inadempimento del debitore della prestazione di garanzia e' idonea a ledere diritti inviolabili della persona cagionando anche pregiudizi non patrimoniali

sulla responsabilita' del chirurgo e della struttura sia in relazione alla produzione del fatto dannoso determinante la morte sia in relazione allaresponsabilita' da inadempimento in relazione alla omessa o incompleta prestazione del consenso informatoLEGGI LA SENTENZASuprema Corte di Cassazione

05/05/2015 Responsabilita' medica Onere della prova documento protetto
In presenza di interventi sanitari cd routinari e' onere del professionista provare l'assenza di colpa in relazione alla condotta tenuta

il medico nonostante il paziente gli avesse espressamente rappresentato l'esistenza di altra corretta diagnosi infezione micotica del glande da candida albicans in luogo della diagnosticata psoriasiaveva addirittura insistito nel proprio convincimento a distanza di

14/05/2012 Esercizio abusivo della professione medica
Nel caso in esame l'imputato di professione odontotecnico avrebbe esercitato abusivamente la professione di odontoiatra nello studio dentistico di omissis regolarmente abilitato all'esercizio odontoiatrico con il quale lavorava

in tema di concorso di personenel reato ove un solo concorrente abbia provveduto all'integrale risarcimento del danno la relativa circostanza attenuante non si estende ai compartecipi a meno che essi non manifestino una concreta e tempestiva volonta' di riparazione del dannoLEGGI LA SENTENZALA CORTE

22/12/2015 Responsabilita' medica per nascita indesiderata
La madre e' onerata dalla prova controfattuale della volonta' abortiva ma pu assolvere lonere mediante presunzioni semplici

il nato con disabilita' non e' legittimato ad agireper il danno da vita ingiusta poiche' l'ordinamento ignora il diritto a non nascere se non sanoLEGGI LA SENTENZACORTE DI CASSAZIONE SEZ UNITESENTENZA

19/10/2015 La responsabilita' di una struttura ospedaliera per l'esito delle cure prestate al paziente e' di natura contrattuale documento protetto
La responsabilita' contrattuale di una struttura ospedaliera deriva dall'obbligo di erogare la propria prestazione con la massima diligenza e prudenza oggetto di obbligazione contrattuale nel contratto cd di spedalita'

nel contiguo campo della responsabilit peraltro extracontrattuale e quindi caratterizzato da maggiori oneri di allegazione e prova proprio in capo al danneggiato che non si ravvisano nella fattispecie per la natura notoriamente contrattuale della responsabilit nel cd contrattodi spedalit della pubblica amministrazione per i sinistri dovuti alla c

11/11/2015 Responsabilita' medica Decesso di un neonato documento protetto
Se la responsabilita' di un evento e' riferibile a piu' soggetti ma solo uno di questi viene citato in giudizio la domanda andra' rigettata

ove accertato che la condotta sia stata idonea in concreto a causare il danno l'autore ne risponde in termini di nesso causale interamente anche se vi sono altre condotte concorrenti di altri soggetti che hanno contribuito a causarloLEGGI LA SENTENZATribunale di Roma Sez XIIISentenza del 11 novembre 2015

19/10/2015 Responsabilita' contrattuale di una struttura ospedaliera documento protetto
Sull'obbligo di erogare la propria prestazione con la massima diligenza e prudenza oggetto di obbligazione contrattuale nel contratto cd di spedalita'

la morte avrebbe potuto essere scongiurata o ritardata se il paziente fosse stato immediatamente sottoposto ad esami di laboratorio estrumentali negli stessi locali del PS se l'ospedale avesse avuto in dotazione le necessarie sacche del sangue omologo se egli non avesse dovuto sopportare i necessari sconvolgimenti connessi al passaggio in due diverse Divisioni

22/10/2014 Responsabilita' medica Obbligo di vigilanza durante il ricovero documento protetto
Qualsiasi struttura sanitaria nel momento stesso in cui accetta il ricovero d'un paziente stipula un contratto dal quale discendono naturalmente ai sensi dell'art 1374 cc due obblighi il primo e' quello di apprestare al paziente le cure richieste dalla sua condizione il secondo quello di assicurare la protezione delle persone di menomata o mancante autotutela per le quali detta protezione costituisce la parte essenziale della cura

ove un paziente ricoverato per disturbi mentali tenti il suicidio riportando lesioni personali la struttura sanitaria che l'aveva in curarisponde di tali lesioni a prescindere dal carattere volontario od obbligatorio del trattamento sanitario praticato in concreto non potendo quest'ultimo condizionare l'obbligo di sorveglianza da parte delmedico e del personale sanita

03/11/2015 Responsabilita' medica e legge Balduzzi documento protetto
Sull'errore del sanitario nell'esecuzione di un'operazione e sulla violazione dell'obbligo di informazione in quanto la paziente sosteneva di non esser stata sufficientemente informata sulla seconda operazione e sui relativi rischi

La norma introdotta dalla cd Legge Balduzzi non disciplina direttamentela fattispecie generatrice del diritto azionato limitandosi ad imporreun determinato parametro speciale di liquidazione dei danni non patrimoniali risarcibili in un ambito che in precedenza risultava disciplinato solamente dalle norme di carattere generale degli artt 2056 1223 e 1226 ccLEGGI LA SENTENZ

19/10/2015 Sulla disponibilita' di mezzi o risorse delle strutture di emergenza negli ospedali documento protetto
Sulla condanna al risarcimento dei danni emessa dal Tribunale di Patti nei confronti della ASL in relazione alla morte di un paziente ricoverato a seguito di un gravissimo infortunio sul lavoro

resta a carico del debitore convenuto una volta riscontrato il nesso causale l'onere didimostrare che nessun rimprovero di scarsa diligenza o di imperizia possa essergli mosso o che pur essendovi stato un suo inesatto adempimento questo non abbia avuto alcuna incidenza causale sulla produzione del dannoLEGGI LA SENTENZA

02/07/2015 Attivita' di trasporto di organi Esenzione IVA documento protetto
L'articolo 13 parte A paragrafo 1 lettere b e c della sesta direttiva non si applica a un'attivita' di trasporto di organi e di prelievi di origine umana a fini di analisi medica o di cure mediche o terapeutiche esercitata da un terzo indipendente le cui prestazioni sono comprese nel rimborso effettuato dal sistema previdenziale a favore di cliniche e laboratori

ale attivita' non puograve fruire di un'esenzione dall'IVA a titolo di operazioni strettamente connesse a prestazioni mediche quali previste alsuddetto articolo 13 parte A paragrafo 1 lettera b in quanto tale terzo indipendente non puograve essere qualificato come organismo di dirittopubblico ne' puograve corrispondere alla qualificazione di

22/01/2015 Eutanasia Attenuanti documento protetto
Applicabile l'attenuante dei motivi di particolare valore morale e sociale

Secondo gli appellanti si verserebbe in un' ipotesi di reato impossibile in quanto la vittima sarebbe deceduta prima che l'imputato eseguisse la condotta dallo stesso confessataLEGGI LA SENTENZAscarica il documento

14/07/2015 Responsabilita' medica Carente prestazione professionale documento protetto
Sulla responsabilita' da inadempimento dell'obbligo informativo e di acquisizione del consenso informato

Atteso che l'inadempimento dedotto era astrattamente idoneo a provocare la lesione del nodo atriale competeva alle parti convenute provare che al contrario vi era stato un esatto adempimento della prestazione sanitaria ossia che nel corso di questa non era stato commesso alcun errore e non era stato provocato alcun danno al nodo atrialeLEGGI LA SENTENZA

09/10/2015 Sulla regolamentazione del consenso alla donazione degli organi documento protetto
Sulle competenze dell'ufficiale dell'anagrafe

obbligo di informare i cittadini maggiorenni al momento del rilascio odel rinnovo del documento d'identita' della possibilita' di effettuare una dichiarazione di volonta' in merito al consenso o al diniego alla donazione di organi e tessuti post mortemLEGGI LA SENTENZACorte costituzionalen 1952015del 9102015Presidente Criscuol

29/09/2015 Responsabilita' medica intervento chirurgico obbligo del consenso documento protetto
L'obbligo del consenso informato costituisce legittimazione e fondamento del trattamento sanitario senza il quale l'intervento del medico e' al di fuori dei casi di trattamento per legge obbligatorio o in cui ricorra uno stato di necessita' sicuramente illecito anche quando e' nell'interesse del paziente

l'acquisizione da parte del medico del consenso informato costituisce prestazione altra e diversa da quella dell'intervento medico richiestogli assumendo autonoma rilevanza ai fini dell'eventuale responsabilita' risarcitoria in caso di relativa mancata prestazione da parte del pazienteLEGGI LA SENTENZACorte di Cassazione

27/07/2015 Assistenza sociosanitaria Handicap
Ai fini della determinazione del contributo a carico dell'assistito al costo delle prestazioni sociali agevolate nella specie rette per il servizio di refezione praticate dal Comune in ambiente residenziale a ciclo diurno si deve avere riguardo alla situazione economica del solo disabile e non dell'intero nucleo familiare

il principio di rilevanza della situazione economica del solo assistito desumibile dalla norma in esame pur non costituendo quotlivelloessenziale delle prestazioniquot ex art 117 Cost comma 2 lett m e potendo quindi essere derogato dalla legislazione regionale non puograve per contro essendo tale disposizione costituzionale diretta a regolare esclusivamente la ripartiz

16/04/2015 Sinistro stradale documento protetto
Pedone investito da un'autovettura veniva portato in ospedale ma la struttura ospedaliera causava lesioni ben piu' gravi dell'incidente stesso Sulla ripartizione di responsabilita' tra l'investitore e l'ospedale

In tema di responsabilita' contrattuale del medico nei confronti del paziente per danni derivanti dall'esercizio di attivita' di caratteresanitario il paziente ha il solo onere di dedurre qualificate inadempienze in tesi idonee a porsi come causa o concausa del danno restando poi a carico del debitore convenuto l'onere di dimostrare o chenessun rimprovero di scarsa d

06/05/2013 Condannato il macellaio che vende salsiccia con additivi nocivi documento protetto
E' preciso obbligo del produttore di sostanze alimentari accertarsi della qualita' delle sostanze impiegate nella preparazione dei cibi

la mancata concessione ex officio da parte del giudice di primo grado diattenuanti o benefici non integra l'ipotesi della violazione di legge sotto il profilo della assenza di motivazione laddove siffatte circostanze o benefici non siano stati richiesti proprio perche' rientranti nell'esercizio del potere discrezionale del giudiceLEGGI LA SENTENZACassa

13/04/2015 Responsabilita' medica nesso causale inadempimento
Nel caso in esame un uomo muore per un collasso cardiocircolatorio dopo che il dott D medico di guardia al Pronto soccorso dell'Ospedale lo aveva visitato a seguito di un malore e dimesso con diagnosi tranquillizzante

il nesso causale fra il comportamento del medico e l'evento dannoso va ritenuto esistente in ogni caso in cui il medico sia incorso nell'inadempimento degli obblighi a suo carico ed il danno verificatosi costituisca conseguenza probabile pur se non certa di quegli inadempimentiLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZI

22/06/2015 Odontoiatra condannato per denti non devitalizzati bene documento protetto
Condannato al risarcimento dei danni conseguenti a sua negligenza professionale nell'esecuzione di una terapia odontoiatrica

non vi era prova dell'esistenza di vizi o difetti nella realizzazione della protesi da parte dell'odontoiatra ciograve nonostante i denti sui quali il dott F era intervenuto risultavano devitalizzati in maniera non corretta con conseguente necessita' di rimuovere la protesi stessa con esborso previsto della somma di euro 426080LEGGI LA SENTENZA

30/05/2014 Negligenza diagnostica Risarcimento documento protetto
L'errore diagnostico anche nel caso in cui non abbia avuto alcuna influenza negativa sull'evoluzione sul trattamento e sulla prognosi di una patologia e' comunque idoneo ad ingenerare nel paziente uno stato d'ansia e quindi un danno non patrimoniale

deve quindi ritenersi provata l'esistenza di un nesso causale tra la negligenza diagnostica ela sindrome depressiva manifestata con disperazione e pianto descritta dal teste escusso in quanto il collocamento temporale di tale stato comprova la sussistenza di un rapporto eziologico causa effetto tra la errata diagnosi ed il pegg

05/06/2015 Vietata la fecondazione assistita per le coppie portatrici di patologie genetiche
Sull'esigenza di tutela del nascituro che sarebbe comunque esposto all'aborto nel caso di coppie fertili affette anche come portatrici sane da gravi patologie genetiche ereditarie suscettibili secondo le evidenze scientifiche di trasmettere rilevanti anomalie o malformazioni

La normativa e' lesiva del diritto alla salute della donna fertile portatrice ella o l'altro soggetto della coppia di grave malattia genetica ereditaria nella parte in cui non consente e dunque esclude che nel quadro di disciplina della legge in esame possano ricorrere alla PMA le coppie affette da patologie siffatte adeguatamente accertate per esigenza di cautela da

09/04/2015 Abusi sessuali
Medico specialista in pneumologia operante presso l'ospedale induceva a subire atti sessuali anche abusando delle condizioni di inferiorita' fisica e psichica al momento del fatto nel quale versavano le persone offese

i reati di violenza sessuale sono procedibili senza necessita' di querelaanche nell'ipotesi di collegamento investigativo rilevante a norma dell'art 371 comma secondo cod proc pen con altra fattispecie procedibile di ufficio sul rilievo che la ragione della perseguibilita' d'ufficio dei delitti contro la liberta' sessuale non risiede nel dis

20/01/2015 Responsabilita' medica Risarcimento del danno da ripetute trasfusioni di sangue e plasma documento protetto
Sull' obbligo dell'ospedale di controllare attraverso esami specifici il contenuto delle sacche di sangue e di plasma somministrate e di verificare attraverso un accurato screening la loro bonta' nonche' la natura l'identita' dei donatori la loro provenienza

ritiene il Collegio che la decisione impugnata e' conforme ai principi predicati dalle Sezioni Unite con le note sentenze del 11 gennaio 2008nn 576 e segg secondo cui in applicazione del principio della quotpercepibilita'quot e quotconoscibilita'quot del danno unitamente a quello della quotrapportabilita' causalequot il termine di

23/02/2015 Danno da nascita indesiderata inadempimento all'obbligo di esatta informazione
Risarcimento dei danni conseguiti alla nascita della figlia affetta da sindrome di Down Il parto era avvenuto senza che fossero stati disposti approfondimenti benche' i risultati degli esami ematochimici effettuati alla sedicesima settimana avessero fornito valori non rassicuranti

quotl'ordinamento positivo tutela il concepito e l'evoluzione della gravidanza esclusivamente verso la nascita non essendo configurabile incapo al medesimo un diritto a non nascere o a non nascere se non sanoquot eche non e' quindi quotconfigurabile il diritto al risarcimento dei danni prospettato dagli attori in qualita' di genitori della minore C quale pregiudizi

13/02/2015 Responsabilita' medica Nascita bambina down
Il rilascio di impegnativa per amniocentesi o per ulteriori o differenti esami idonei a evidenziare l'esistenza di anomalie o malformazioni del feto avrebbe incontrato la resistenza dei medici con la prospettazione dei rischi abortivi connessi a un accertamento particolarmente invasivo che in mancanza di precedenti familiari non appariva necessario e dalla seconda con l'assunto dell'asserito superamento del tempo utile alla sua praticabilita'

sussistenza di elementi presuntivi in ordine all'adempimento dell'obbligo professionale di informare la paziente posto che nella scheda sanitaria da questa prodotta vi era l'annotazione colloquio amniocentesi con l'aggiunta nel rigo successivo che la gestante non l'avrebbe fatta mentre del tutto inconsistenti erano i rilievi in ordine alla non genuinit del doc

17/11/2014 Corruzione pubblico ufficiale documento protetto
Pubblico ufficiale nella specie un primario ospedaliero dietro pagamento vanificava la sua funzione di controllo nell'acquisizione di forniture pubbliche

La giurisprudenza alla luce del mutato quadro normativo determinato dalla legge n 190 del 2012 finisce per costituire applicazione della categoria dogmatica della progressione criminosa che consente di individuare un unico reatoe un'unica pena in fattispecie come quella in esame al confine tra l'applicabilita' del concorso di norme sullo stesso fatto ed il concorso material

28/11/2014 Responsabilita' medica muore paziente affetta da aneurisma non diagnosticato documento protetto
L'imputata ha commesso un grave errore diagnostico non essendosi immediatamente avveduta dell'esistenza di aneurisma cranico nonostante il risultato della TAC che ne dava quantomeno un sospettoinsieme a plurime manifestazioni come perdita di coscienza stato confusionale problemi neurologici vomito Tutto cio' avrebbe dovuto indurre ad ipotizzare come diagnosi differenziale l'origine della emorragia in un aneurisma

Per ci che riguarda il nesso causale si considera che evitare il rischio di risanguinamento era condizione essenziale per limitare al massimo il rischio letale Uno dei pi ampi studi in materia di chirurgia degli aneurismi intracranici ha mostrato che l11 dei pazienti ha risanguinato ed il 70 di essi deceduto L82 non ha rinsanguinato ma il 20

01/12/2014 Reato di concorso in abuso d'ufficio documento protetto
Direttore generale di un ospedale non si avvale di alcuno dei candidati risultati idonei nella procedura per il conferimento dell'incarico di dirigente di secondo livello

'la decisivaincidenza' della condotta del P sulle determinazioni assunte daldirettore generale dell'azienda ospedaliera PaAlMa Veniva evidenziato cheal di la' della certa influenza politica esercitata dal P in questa come inanaloghe vicende non era stato pienamente dimostrato che il Pa si indusse aporre in essere l

23/10/2014 Disabili Intervento assistenziale permanente
l'INPS si sarebbe limitato a riproporre la questione pregiudiziale di carenza di interesse ad agire concludendo per l'inammissibilitA' e nullitA' del ricorso ovvero per il suo rigetto nel merito senza il minimo accenno alla giurisdizione sicche' non essendo stata inpugnata la sentenza di primo grado per difetto di giurisdizione si sarebbe prodotto l'effetto preclusivo di cui all'art 329 cod proc civ che impedisce al giudice del gravame il rilievo d'ufficio del difetto di giurisdizione

Secondo l'ormai consolidato indirizzo di questa Corte manifestato con Cass su 9 dicembre 2008 n 24883 quotallorche' il giudice di primo grado abbia pronunciato nel merito affermando anche implicitamente lapropria giurisdizione la parte che intende contestare tale riconoscimento e' tenuta a proporre appello sul punto eventualmente in via incidentale condizionat

08/08/2014 Errore durante l'inseminazione artificiale I gemelli sono della madre che li partorisce documento protetto
Il tanto discusso caso dei due gemelli partoriti a seguito di inseminazione artificiale da una donna che geneticamente non e' la loro mamma poiche' l'ospedale per errore ha scambiato gli embrioni impiantando quelli di un'altra coppia

La vicenda ha ad oggetto lo scambio di embrioni avvenuto presso l'Ospedale Pertini in Roma al quale le due coppie si erano rivolte per ricorrere alle tecniche di procreazione medicalmente assistita attraverso la creazione di embrioni in vitro con gli ovociti ed il seme delle coppie Per un fatale errore umano gli embrioni formati col patrimonio genetico dei ricorrenti sono stati impiant

11/07/2014 Malasanita' bimbo di tre anni muore Risarcimento danni documento protetto
Il danno catastrofale puo' essere risarcito a condizione che la vittima compatibilmente con la situazione del momento abbia avuto la lucida consapevolezza della fine Tale consapevolezza e' comunque da escludere a partire dal momento in cui la vittima e' entrata in coma perche' il sicuro stato di incoscienza esclude l'esistenza di una sofferenza giuridicamente rilevante

non e' escluso che si debba risarcire un danno ulteriore rispetto a quello morale e a quello biologico ma ha chiarito che ciograve implica la determinazione di un danno che superi la normale sofferenza derivante da un evento come quello di cui si discute nell'odierno giudizi

17/07/2014 Emissione polveri d'amianto
Reato di cui all'articolo 27 comma 1 lettera d dlgs 2771991 per non avere nella qualita' di titolare della ditta programmato e sorvegliato le lavorazioni su manufatti contenenti amianto in modo che non vi fossero emissioni d'amianto nell'aria

il reato contestato deve qualificarsi istantaneo laddove nel caso dispecie e' stato invece inteso come permanente Adduce il ricorrente che qualora il reato consista nella inottemperanza di un ordine legittimamente impartito dall'autorita' come sarebbe quello in esame il reato dovrebbe considerarsi istantaneo qualora il termine contenutonell'ordine abbia caratter

08/08/2014 Scambio di embrioni
Divieto di disconoscimento di paternita' da parte del marito della coppia che ebbe a dare il consenso all'inseminazione eterologa della moglie

Cisi trova di fronte un'eterologa 'da errore' la madre porta in grembo embrionigeneticamente non suoi ne' del marito o del partner o una surroga materna 'daerrore' i genitori genetici producono embrioni che sono impiantati nell'uterodi u

08/08/2014 Fecondazione eterologa
Il padre che ha prestato il proprio consenso alla gravidanza ed all'iscrizione anagrafica del figlio come proprio non sarebbe legittimato a proporre l'azione di disconoscimento di paternita' ed ai sensi dell'art 6 la madre uterina ed il marito devono ritenersi i genitori dei nascituri

Sarebbe infatti in contrasto con i principi fondanti del nostro ordinamento giuridico sia di fonte interna che internazionale l'attribuzione dell'azione al soggetto che avesse posto in essere o concorso a porre in essere la situazione giuridica per la cui modificazione tale azione e' apprestata situazione che potrebbe essere ricondo

01/07/2014 Previdenza errori della consulenza tecnica
Errori della consulenza tecnica sono suscettibili di esame in sede di legittimita' unicamente sotto il profilo del vizio di motivazione della sentenza quando siano riscontrabili carenze diagnostiche o affermazioni scientificamente errate e non quando si prospettino semplici difformita' tra la valutazione del consulente e la valutazione della parte

Questa Corte ha ripetutamente affermato che in materia di prestazioni previdenziali derivanti da patologie relative allo stato di salute dell'assicurato i lamentati errori e lacune della consulenza tecnica sono suscettibili di esame in sede di legittimita' unicamente sotto il profilo del vizio di motivazione della sentenza quando siano riscontrabili carenze o deficienze diagnostiche

25/10/2012 Lupus eritematoso sistemico Paziente asintomatica documento protetto
USL responsabile civile dei danni

La corte territoriale in perfetta sintonia con gli elementi probatori acquisiti ha rilevato seppur con qualche imprecisione con motivazionedel tutto coerente sotto il profilo logico richiamando i giudizi espressi dallo stesso consulente di parte che devono ritenersi giustificati i dubbi circa la rilevanza causale dell'addebito di colpa rivolto al L in relazione al decesso della congiu

22/05/2014 Incidente Danno patrimoniale futuro documento protetto
Menomazioni che incidono sulla carriera di un chirurgo

Si riprende quindi l'argomento della violazione del potere di liquidazione equitativa per avere la Corte di merito asserito che esso non potrebbe supplire alle carenze probatorie la' dove il suo presupposto e' proprio quello della impossibilita' rigorosa di una prova dell'ammontare del danno e quindi si evoca Cass n 1690 del 2008 comerelativa a fattispecie sorprend

31/03/2014 Medico raggiunti limiti di eta' documento protetto
Esclusione del medico dall'albo dei medici convenzionati

Il riconoscimento dell'utilitas puograve avvenire in maniera esplicita con un atto formale oppure anche in modo implicito e cioe' con una concreta emateriale utilizzazione della cosa dell'opera o della prestazione eseguita dal privato e che il suddetto riconoscimento deve perograve concretizzarsi in una valutazione cosciente e consapevole seppure discrezionale della pubbl

14/05/2014 Attivita' medica 'intra moenia' documento protetto
Studio medico privato omissione di ricevuta

In tema di ricostruzione in diritto del ruolo del soggetto che esercita attivita' medica nel regime di 'intra moenia' la sentenza di primo grado richiama giurisprudenza di questa Corte che ha affermato che il medico che eserciti attivita' in questa forma non e' di per se pubblico ufficiale ma lo diviene nel momento in cui provveda alla percezione degli onorari da riversare nel

16/05/2014 Responsabilita' visita psichiatrica documento protetto
Sorveglianza da parte del personale medico e paramedico

I giudici di merito premessa la situazione in fatto come sopra riportata hanno ritenuto sufficiente per escludere la necessita' che la paziente fosse sottoposta alla costante vigilanza del personale sanitario e quindi che la struttura sanitaria potesse essere ritenuta responsabile per i danni autoinfertisi dalla paziente in un momento in cui non era presente nella stanza ove si trovava la

17/01/2014 Violazione delle disposizioni del codice deontologico
Procedimento disciplinare a carico degli esercenti le professioni sanitarie

V'e' insomma un sensibile accostamento tra i due diversi tipi di procedimento disciplinare che trova ragione nella natura sanzionatoria delle pene disciplinari che sono destinate ad incidere sullo stato della persona nell'impiego o nella professione sentenza n 71 del 1995 L'esito del procedimento nell'un caso e nell'altro puograve toccare invero la sfera lavorativa e c

31/03/2014 Omessa consulenza del neurochirurgo in caso di frattura vertebrale documento protetto
Affermazione di responsabilita' penale solo nel caso in cui pervenga alla conclusione

La Corte regolatriceha chiarito che il nesso casuale puograve essere ravvisato quando allastregua del giudizio controfattuale condotto sulla base di unageneralizzata regola di esperienza o di una legge scientifica universale o statistica si accerta che immaginandosi comerealizzata la condotta doverosa l'evento hic et nunc non si

08/04/2014 Istanza di autorizzazione per cure fruite all'estero documento protetto
Valutazione della circostanza su cui si basa la domanda della ricorrente alla ASL relativa alla sussistenza di una ipotesi di urgenza

Nel merito il Collegioosserva che contrariamente a quanto sostenuto dalla sentenza nonspetta all'Amministrazione di dimostrare nella motivazione chemancano i presupposti per la deroga alla disciplina normativa cherichiede la previa autorizzazione per il rimborso di cure all'esteroda parte di cittadini italiani residenti in Italia ma a

27/02/2014 Conseguenti gravissime lesioni riportate dal bambino
Distacco della placenta elevato grado di probabilita' logica

Egravela stessa Corte d'Appello invero a evidenziare peraltro del tuttocorrettamente alla stregua delle emergenze processuali di cui si daconto in motivazione che i fatti accertati consentono di stabilirecon un elevato grado di probabilita' logi

18/02/2014 Medico di base part time
Sanita' pubblica contributi IRAP

La sussistenza di un dipendente part time non costituisce elemento che di per se' provi l'assunto della sussistenza di un'autonoma organizzazione specie in relazione ad un medico di base tenuto nell'interesse della sanita' pubblica all'efficienza e continuita' di servizio

23/09/2013 Richiesta di risarcimento del danno da responsabilita' medicochirurgica documento protetto
Ritardi di tre ore prima di procedere al taglio cesareo

La ricorrente assume che la Corte di appello ha addebitato la responsabilita' ai sanitari sulla base di un giudizio meramente probabilistico traendo argomento dall'incompletezza della cartella clinica e richiama i principi enunciati dalla giurisprudenza penale secondo cui il giudice deve sempre accertare la sussistenza del nesso causale e l'insufficienza delle prove sul punto

03/09/2013 Trasfusioni di sangue infetto documento protetto
Diritto al pagamento dell'indennizzo ulteriore dovuto alle persone danneggiate a seguito di vaccinazioni obbligatorie o trasfusioni

Lo Stato italiano deve fissare entro sei mesi dal momento del passaggio in giudicato della presente sentenza il termine perentorio entro il quale si obbliga a garantire con gli appropriati provvedimenti legislativi e amministrativi la realizzazione effettiva e rapida del diritto al pagamento dell'indennizzo ulteriore dovuto alle persone danneggiate a seguito di vaccinazioni obbligatori

23/01/2014 Emotrasfusioni danni conseguenti ad infezioni da virus HBV HIV e HCV documento protetto
La colpa del Ministero risiede nel non aver rispettato una normativa gia' esistente negli anni 70 che imponeva precise cautele nella raccolta di sangue umano

Comequesta Corte anche a Sezioni Unite ha gia' avuto modo di affermarela responsabilita' del Ministero della salute per i danni conseguentiad infezioni da virus HBV HIV e HCV contratte da soggettiemotrasfusi e' di na

20/01/2014 Responsabilita' medicaconsenso del paziente
Criterio di disciplina della relazione medicomalato libera disponibilita' del bene salute da parte del paziente in possesso delle capacita' intellettive e volitive

Il consenso informato non integra una scriminante dell'attivita' medica poiche' espresso da parte del paziente a seguito diuna informazione completa sugli effetti e le possibili controindicazioni di un intervento chirurgico rappresenta solo un vero eproprio presupposto di liceita' dell'attivita' del medico che somministrail trattamento al

10/12/2013 Mancato riconoscimento della patologia al momento della visita del paziente documento protetto
Richiesta assoluzione del medico inesistenza del nesso causale tra la condotta omissiva e l'evento

Infatti l'assenza di certezza al di la' di ogni ragionevole dubbio dell'esistenza del nesso causale tra la condotta omissiva e l'evento impone l'assoluzione del medico Caso in cui il giudice di merito dopoavere ripercorso la storia clinica del paziente rilevava che dalla perizia svolta e dalla relazione del CT del PM non vi era una prova certa al di la' di ogni

02/12/2013 Paziente dimesso deceduto per infarto alcuni giorni dopo documento protetto
Medico del pronto soccorso responsabile di omicidio colposo

La Corte di Cassazione ha disposto in via definitiva che l'imputato avrebbe dovuto disporre ulteriori accertamenti senza dimettere il paziente Infatti come anche evidenziato in sede di perizia si era in presenza di un tracciato atipico che poteva ritenersi possibile prodromo di diverse patologie cardiache considerato che vi era concomitante sintomatologi

05/12/2013 Responsabilita' della struttura sanitaria
Contratto di prestazione d'opera atipico assistenza sanitaria

La Corte territoriale con motivazione contraddittoria e comunque errata ha negato la responsabilita' del DM sul presupposto della mancanza di prova circa quotla sua partecipazione all'attivita' di assistenza precedente al partoquot Tuttavia tale convinzione sarebbe frutto di una lettura non coerente degli indizi emersi nel corso del giudi

28/10/2013 Lesioni personali amputazione del dito mignolo della mano sinistra documento protetto
Impedendo la normale circolazione arteriosa nelle dita aveva poi omesso di somministrare farmaci antiaggreganti in grado di prevenire i danni derivanti dall'ostruzione del circolo

La giurisprudenza di questa Corte segnala che in tema di colpa professionale nel caso di equipe chirurgica e piugrave in generale in quelloin cui ci si trovi di fronte ad ipotesi di cooperazione multidisciplinare nell'attivita' medicochirurgica sia pure svolta non contestualmente ogni sanitario oltre che al rispetto dei canoni di diligenza e prudenza connessi alle specifiche man

05/12/2013 La Corte di Giustizia interviene in tema di liberta' di stabilimento e parafarmacie documento protetto
Restrizione della liberta' di stabilimento che non consente a un farmacista abilitato e iscritto all'ordine professionale di distribuire al dettaglio farmaci soggetti a prescrizione medica

La Corte osserva che il titolare di una parafarmacia poiche' contrariamente al titolare di una farmacia non puograve commercializzare medicinali soggetti a prescrizione medica e' escluso da determinate quote del mercato dei medicinali in Italia e di conseguenza dai relativi benefici economiciLEGGI LA SENTENZA

13/11/2013 Silenziorifiuto entro la scadenza del termine di trenta giorni dalla richiesta del privato
Il direttore generale dell'ASP di Messina si era rifiutato di rilasciare all'istante gli atti relativi al conferimento dell'incarico di responsabile dell'UOS di Medicina e Chirurgia d'urgenza

Secondola giurisprudenza di questa Corte che il Collegio condivide ai finidella integrazione del delitto di omissione di atti d'ufficio e'irrilevante il formarsi del silenziorifiuto entro la scadenza deltermine di trenta giorni

21/11/2013 Registrazioni delle conversazioni tra i colleghi al fine di supportare la denunzia di mobbing nei confronti del primario documento protetto
Licenziamento del dipendente di una struttura ospedaliera che abbia registrato e diffuso le conversazioni intrattenute dai colleghi in un ambito strettamente lavorativo

La stessa Corte ha altresigrave messo in risalto la reazione dei medici coinvolti quale riportata nella lettera del 2842008 che si concretizzograve in una richiesta alla Direzione Sanitaria di adozione di provvedimenti necessari per la prosecuzione da parte di ciascuno di lorodi un sereno ed efficace rapporto lavorativo la qual cosa ha consentito ai giudici di merito di prendere at

07/10/2013 Accusa di prospettato omicidio colposo documento protetto
Paziente cade dal letto per mancanza di sponde di contenzione

La stessa denunciata omissione relativa alla mancata applicazione al letto del paziente delle sponde di contenzione e' stata congruamente superata sul piano argomentativo dal giudice a quo avendo quest'ultimo logicamente sottolineato come tali sponde avrebbero comunque potuto essere sollevatesolo al termine del posizionamento del catetere e del

16/05/2013 Tre interventi di laparatomia con conseguenze invalidanti documento protetto
Azione di risarcimento danni conseguenti ad intervento chirurgico

Come ha gia' avuto modo di statuire questa Corte poiche' il danno biologico ha natura non patrimoniale e il danno non patrimoniale ha natura unitaria e' corretto l'operato del giudice di merito che liquidi il risarcimento del danno biologico in una somma omnicomprensiva posto che le varie voci di danno non patrimoniale elaborate dalla dottrina e dalla giurisprudenza dan

22/12/2011 Decesso dopo dimissioni dal pronto soccorso documento protetto
Il soccorso adeguato da parte del sanitario avrebbe potuto impedire l'evento dannoso

I giudici di legittimita' hanno sottolineato come in sede di merito nonsi sia seguito un giusto percorso logico occorreva infatti in primo luogo accertare se la TAC fosse effettivamente necessaria e se la relativa omissione costituisse dunque colpa medica in secondo luogo sarebbe stato d'obbligo verificare se il tempestivo esame diagnostico avrebbe evitato con elevato grado

11/09/2013 Falso materiale in atto pubblico in relazione all'inserimento nella cartella clinica di una paziente affetta da sclerosi multipla
L'utilizzo della propria grafia senza alcuno sforzo di alterazione consentivano di escludere l'intenzione di camuffare l'integrazione ma rendevano immediatamente percepibile che si trattava di un'aggiunta successiva ad un testo originario

La giurisprudenza di questa Sezione tradizionalmente facendo applicazione dell'art 49 cp distingue in tema di falso l'inidoneita' della azione che ricorre nel cosiddetto falso quotgrossolanoquot nel falso cioe' che per essere macroscopicamente rilevabile non e' idoneo a trarre in inganno alcuno dall'inesistenza dell'oggetto che

08/02/2013 Le gestioni liquidazione delle soppresse unita' sanitarie locali
Le Usl sono dotate di una soggettivita' giuridica distinta da quella degli enti cessati oltre che di autonomia funzionale contabile onde il riconoscimento in questione non sarebbe stato riferibile al commissario liquidatore

Dallascelta della Usl di avvalersi dello speciale procedimentod'ingiunzione contemplato dal citato RD n 639 del 1910 non puogravedipendere il riparto di giurisdizione essendo peraltro ben noto chela procedura di riscossione coattiva di cui al citato decreto

05/09/2013 Responsabilita' penale anche quando il mancato impedimento concerna l'altrui condotta criminosa
Condanna per non aver impedito la commissione dei reati pur avendone l'obbligo in ragione del ruolo svolto di primario del reparto

La giurisprudenza di legittimita' in tema di concorso mediante omissione nel reato commissivo in presenza dell'obbligo giuridico di impedire l'evento afferma che perche' possa aversi responsabilita' del garante occorre che questi si sia rappresentato l'evento nella sua portata illecita tale rappresentazione puograve consistere anche nella

22/08/2013 Valutazione delle diverse richieste di danno documento protetto
Com'e' noto questa Corte gia' a partire dalle sentenze 31 maggio 2003 n 8827 e n 8828 note come sentenze 'gemelle' aveva riconosciuto che una lettura costituzionalmente orientata dell'art 2059 cod civ lungi dal realizzare un incremento generalizzato delle poste di danno impone una riconduzione verso un sistema bipolare del danno patrimoniale e di quello non patrimoniale quest'ultimo comprensivo del danno biologico in senso stretto del danno morale soggettivo come tradizionalmente inteso e dei pregiudizi diversi ed ulteriori purche' costituenti conseguenza della lesione di un interesse costituzionalmente protetto cosi'la sentenza n 8827

Le Sezioni Unite di questa Corte con la piugrave recente sentenza 11 novembre 2008n 26972 hanno riaffrontato la materia funditus mettendone a fuoco i puntipiugrave delicati e tentando nel contempo di porre un freno al moltiplicarsi didiverse e spesso inconsistenti voci di danno

07/06/2013 Impugnazione dell'ordinanza di custodia cautelare in carcere documento protetto
L'ordinanza cautelare emessa dal Giudice sostituiva la misura degli arresti domiciliari per tutti gli indagati con quella del divieto di dimora nel territorio

In fatto era accaduto che CV GM I CaFr unitamente ad altre persone nelle rispettive qualita' il Ca quale primario e direttore del reparto chirurgia generale II dell'ospedale omissis la G quale direttore sanitario di presidio dell'ospedale sito in viale omissis lo I quale aiuto chirurgo il C quale direttore sanitario dell'ospedale erano stati sottoposti

18/07/2013 Inadempimento causa del danno medico
Il ritardo nel trattamento chirurgico aveva prolungato l'immobilizzazione in gesso a circa tre mesi

Nel giudizio avente ad oggetto il risarcimento del danno da attivit medico chirurgica l'attore deve infatti provare l'esistenza del contratto o il contatto sociale ed allegare l'insorgenza o l'aggravamento della patologia e l'inadempimento qualificato del debitore astrattamente idoneo a provocare quale causa o concausa efficiente il danno lamentato rimanendo a carico d

10/05/2013 L'assicuratore puo' pretendere dal danneggiato la restituzione della somma pagata documento protetto
In tema di assicurazione per la responsabilita'civile l'assicuratore puo' pagare l'indennita' direttamente al danneggiato purche' ne dia preventivo avviso all'assicurato al quale non e' dato impedire il pagamento trattandosi di facolta' che deriva direttamente dalla legge

Non puograve invece ritenersi che se l'assicuratore paghi direttamente al danneggiato senza darne preventivo avviso all'assicurato o senza essernerichiesto dallo stesso l'assicuratore puograve utilmente esperire l'azione di ripetizione di indebito ex art 2033 cc non nei confronti del danneggiato verso il quale il pagamento e' dipeso da una libera scelta dell'assicuratore

20/06/2013 Responsabilita' del medico che compie attivita' sanitaria assieme al direttore del reparto documento protetto
Ferme restando le altrui responsabilita' siccome anticipato il medico che insieme al direttore del reparto compie attivita' sanitaria non puo' pretendere di essere sollevato da responsabilita' ove ometta di differenziare la propria posizione rendendo palesi i motivi che lo inducono a dissentire dalla decisione eventualmente presa dal direttore

Sull'argomentopuograve richiamarsi fra le tante la seguente massima tratta dalla sentenza n15556 del 1222008 di questa Sezione particolarmente chiara nel delineare iconfini del giudizio di legittimita' sulla motivazione Il n

02/07/2013 Mancato rientro a lavoro dopo periodo di malattia
Il lavoratore che al termine dei periodo di aspettativa non riprenda servizio senza giustificato motivo sara' considerato dimissionario

Questa Corte piugrave di recente ha affermato che l'assenza ingiustificata eprotratta oltre un certo termine puograve essere assunta in sede di contrattazione collettiva o individuale del rapporto di lavoro privato quale causa di scioglimento del rapporto di lavoro soltanto considerandola quale sanzione disciplinare cfr Corte cost 29 novembre1982 n 204 e n 427

16/05/2013 Quando l'anestesia locale porta ad uno di uno stato di anossia e successivamente alla morte documento protetto
Il grave effetto pregiudizievole e' probabilmente da ricollegarsi ad un effetto inconsueto della mistura farmacologica e doveva reputarsi dipendere da una combinazione di piu' meccanismi fisiopatologici che avevano portato ad un arresto cardiaco

il giudice resti obbligato a limitare l'indagine sul fatto colposo anche quando questa non comporti uno stravolgimento essenziale dell'ipotesi d'accusa allo stesso tempo non deve essergli posta preclusione difensiva di sorta che ne menomi le possibilita' di difesa Nel caso in esame deve rilevarsi che escluso che il dovere di speciale vigilanza al quale il medic

14/05/2013 Violenza sessuale falso ginecologo
Qualificandosi come ginecologo aveva tratto in inganno donne inducendole a subire atti sessuali e accusa per avere esercitato abusivamente la professione di ginecologo e di farmacista senza averne titolo

Le modalita' con le quali sarebbe stati commessi gli atti sessuali corrispondenti ad una normale visita ginecologica e la scarsa di lesivita' della condotta per come percepita delle parti lese avrebbero dovuto indurre i giudici di merito a ritenere sussistente l'attenuante del fatto di minore gravita' come peraltro gia' ritenuto dal GIP nell'or

09/05/2013 Chiusura ILVA salute e crisi occupazionale documento protetto
Il legislatore ha ritenuto di dover scongiurare una gravissima crisi occupazionale di peso ancor maggiore nell'attuale fase di recessione economica nazionale e internazionale senza tuttavia sottovalutare la grave compromissione della salubrita' dell'ambiente e quindi della salute delle popolazioni presenti nelle zone limitrofe

10/04/2013 Barelliere colpevole di omicidio colposo caduta paziente pavimento sconnesso documento protetto
I giudici di merito ravvisavano la colpa dell'imputato nel non aver prestato adeguata attenzione alla sconnessione dei terreno costituita dalla mancanza di una mattonella pur essendo l'attenzione richiesta in ragione del generale ed evidente cattivo stato manutentivo dell'Ospedale e della zona in cui era avvenuto l'incidente

rileva la Corte che gli argomenti addotti sono privi di decisivita' poiche' prescindendo dalla fondatezza delle argomentazioni motivazionalicensurate la decisione e' adeguatamente sorretta dalla fondamentale argomentazione giustificativa concernente la grave inosservanza atta a integrare di per se' la colpa del dovere di attenzione nell'adempiere alcompito di trasporto della paziente

13/04/2013 Alla Corte Costituzionale le norme che vietano il ricorso alla fecondazione eterologa documento protetto
Nel caso poi di interpretazione rigida della suddetta normativa domandavano che stante la sostenuta incostituzionalita' della normativa medesima fosse ritenuta non manifestamente infondata la questione di legittimita' costituzionale dell'art 4 comma 3 della legge n4004 per violazione degli artt 2 3 31 32 e 117 comma 1 Cost

Pertanto premesso che secondo il costante orientamento della Corte Costituzionaletra le molte sent n348 e n349 del 2007 sent n2362011 la questionedell'eventuale contrasto della norma interna con le norme della CEDU va risoltaalla luce del prin

16/04/2013 Contaggio dell'epatite nel corso della dialisi documento protetto
il Collegio non ignora che il motivo sarebbe fondato sulla base dell'unico precedente che risulta nella giurisprudenza di questa Corte e particolarmente della Sezione Lavoro che successivamente alla proposizione del ricorso ha cosa' statuito L'art 1 della legge n 210 del 1992 che prevede l'erogazione di un indennizzo da parte dello Stato a favore di soggetti danneggiati da vaccinazioni obbligatorie o da trasfusioni di sangue mira a tutelare il rischio che il donatore sia affetto da una infezione che venga trasmessa al donatario attraverso una trasfusione

Ora il Collegio non ignora che il motivo sarebbe fondato sulla base dell'unico precedente che risulta nella giurisprudenza di questa Corte e particolarmente della Sezione Lavoro che successivamente alla proposizione del ricorso ha cosigrave statuito L'art 1 della legge n 210 del 1992 che prevede l'erogazione di un indennizzo da parte dello Stato a favore di soggetti d

11/03/2013 Interruzione del nesso causale documento protetto
Come osservato dalla Corte territoriale nella impugnata sentenza non sono in discussione la ricostruzione storica dell'accaduto e delle condotte materialmente poste in essere da ciascuno dei protagonisti della vicenda ampa'uml quindi incontestato che il kit umidificatore era prodotto dalla FIAB SpA di cui era legale rappresentante la T che lo stesso era commercializzato dal M unitamente all'ossigenatore per il tramite del proprio agente A e che fu la infermiera B nei cui confronti la sentenza di condanna ampa'uml giampa' definitiva non avendo proposto gravame a collegare erroneamente invertendoli i terminali di ingresso e uscita dell'ossigeno

12/03/2013 La responsabilita' del medico o dell'azienda ospedaliera e' quella tipica del professionista documento protetto
il direttore della clinica chirurgica consigliava al medico di base di sottoporre la M appena in condizioni di essere dimessa a visita oncologica specialistica

LaCorte di merito nel contestare le valutazioni della consulenza di parte considerata 'come illustrazione delle ragioni dell'appellante' mostra di ritenere non condivisibile il rilievo per il quale 'anziche'indirizzare la paziente al reparto oncolog

17/09/2012 Distinzioni necessarie e interessi contrapposti tra attivita' mortuarieospedaliere di rilevanza pubblicistica e attivita' imprenditoriale privatistica delle onoranze funebri documento protetto
La necessaria distinzione delle attivita' che riguardano da una parte i servizi correlati ai decessi in ambito ospedaliero di natura pubblicistica e diretta ad adempiere agli obblighi che discendono dalle disposizioni di polizia mortuaria ispirate solo da esigenze di carattere igienico sanitario e dall'altra quella di onoranze funebri di natura economica ed imprenditoriale e sottoposta alle regole del mercato di assicurare lo svolgimento degli adempimenti conseguenti al decesso non consente e tanto meno richiede ai fini della sua effettiva realizzazione di introdurre in una gara avente ad oggetto la prima una clausola escludente dei soggetti operanti sul libero mercato per lo svolgimento della seconda dovendosi piuttosto utilizzare in assenza di uno specifico intervento del legislatore altri diversi strumenti volti a garantire nella pratica quotidiana dell'eventuale esercizio di entrambe le attivita' da parte del medesimo soggetto il corretto e fisiologico esplicarsi della concorrenza

L'attivita' di onoranze funebri esercitabile in forza di autorizzazione ex art 115 del TU 18 giugno 1931 n 773 e di licenza ex art 24 della legge 11 giugno 1971 n 426 Cons St V 30 novembre 2000 n 6362 si sostanzia in quelle prestazioni volte ad apprestare le ultime onoranze alle salme ed e' attivita' di natura squisitamente commerciale offerta ad una u

28/01/2013 Obbligatoria la sussitenza della garanzia assicurativa nell'espianto di organi
l'espianto dopo l'accertamento di tutti gli elementi prodromici alla autorizzazione della sua effettuazione deve anche presentare una soglia di copertura a garanzia dell'indubbio favor donantis presente nella legge

Di vero e venendo al primo motivo sotto il profilo della qualificazionedella domanda va ribadito come da giurisprudenza costante che la stessarientra nel potere di apprezzamento interpretativo del giudice del merito aprescindere dal nomen juris ad essa attribuita dalla parte e quind

16/10/2012 Applicabilita' della causa di giustificazione dello stato di necessita' nel caso di eccesso di velocita' documento protetto
A fronte di un simile quadro di fatto allora la valutazione sulla non punibilita' della condotta di guida tenuta dal D andava effettuata non solo con riguardo alle condizioni della partoriente ma anche e soprattutto con riguardo alla situazione del nascituro

Puograve pertanto affermarsi che il pronto intervento dello specialista nel caso di specie fu giustificato dalla necessita' di fornire il proprio apporto utile ad evitare una situazione non altrimenti evitabile di imminente pericolo di un grave danno alla persona dei due soggetti coinvolti nell'interventoLEGGI LA SENTENZA

09/01/2013 Il reato di commercio di sostanze dopanti attraverso canali diversi da farmacie e dispensari autorizzati puo' concorrere con il reato di ricettazione documento protetto
Preliminarmente occorre richiamare l'arresto delle Sezioni Unite di questa Corte che hanno statuito che il reato di commercio di sostanze dopanti attraverso canali diversi da farmacie e dispensari autorizzati art 9 comma settimo Legge 14 dicembre 2000 n 376 puo' concorrere con il reato di ricettazione art 648 cod pen in considerazione della diversita' strutturale delle due fattispecie essendo il reato previsto dalla legge speciale integrabile anche con condotte acquisitive non ricollegabili ad un delitto e della non omogeneita' del bene giuridico protetto poiche'la ricettazione e' posta a tutela di un interesse di natura patrimoniale mentre il reato di commercio abusivo di sostanze dopanti e' finalizzato alla tutela della salute di coloro che partecipano alle manifestazioni sportive

Egrave fondata invece l'eccezione comune ai tre ricorrenti in ordine allanon integrazione della fattispecie legale del delitto di ricettazione per difetto dell'elemento soggettivo del dolo specifico in testa all'agente vale a dire di aver compiuto l'azione al fine di procurare ase' o ad altri un profittoLEGGI LA SENTENZA

20/12/2012 Designazione preventiva dell'amministratore di sostegno documento protetto
A lume del combinato disposto dell'art 404 cc che prevede che 'la persona che per effetto di un'infermita' ovvero di una menomazione fisica o psichica si trova nella impossibilita' anche parziale o temporanea di provvedere ai propri interessi pua' essere assistita da un amministratore di sostegno nominato dal giudice tutelare del luogo in cui questa ha la residenza o il domicilio' e del successivo art 407 cc comma 1 secondo cui 'il ricorso per l'istituzione dell'amministrazione di sostegno deve indicare le ragioni per cui si richiede la nomina dell'amministratore di sostegno' e comma 2 che stabilisce che 'il giudice tutelare deve sentire personalmente la persona cui il procedimento si riferisce

la procedura implica ilmanifestarsi della condizione d'infermita' o incapacita' della persona el'insorgere coevo dell'esigenza di protezione cui e' ispirata la ratiodell'istituto in discorso La sua introduzione con la L n 6 del 2004 comegia' affermato da questa Corte con sentenza n 135842006 mira inf

09/11/2012 E' punibile chiunque detiene animali in condizioni incompatibili con la loro natura e produttivo di gravi sofferenze
Oggetto della doglianza del ricorrente e' infatti la motivazione dell'ordinanza del Tribunale relativamente alla sussistenza accertata allo stato degli atti di stati patologici degli animali detenuti dall'indagato che siano stati produttivi di gravi sofferenze e siano stati determinati dalle cattive condizioni di detenzione e mantenimento

il Tribunale del riesame per espletare il ruolo di garanzia dei diritticostituzionali che la legge gli demanda non puograve avere riguardo solo alla astratta configurabilita' del reato ma deve prendere in considerazione e valutare in modo puntuale e coerente tutte le risultanze processuali e quindi non solo gli elementi probatori offertidalla pubblica accusa ma anche le confuta

10/12/2012 Richiesta di risarcimento per la realizzazione e mantenimento per lungo tempo di un deposito di rifiuti non autorizzato documento protetto
Chiunque realizzando un fatto illecito o omettendo attivita' o comportamenti doverosi arrechi danno all'ambiente e' obbligato al ripristino della precedente situazione e in mancanza al risarcimento per equivalente patrimoniale nei confronti dello Stato

scarica il documento

22/10/2012 Diritto al risarcimento del danno morale patito in conseguenza di un reato di pericolo per la pubblica incolumita' documento protetto
Si fa infatti riferimento al principio giuridico secondo il quale ai fini del riconoscimento del diritto al risarcimento del danno morale patito in conseguenza di un reato di pericolo per la pubblica incolumita' non e' necessario aver riportato lesioni personali la perdita della vita o altro danno di natura patrimoniale

Il tema dell'interesse tutelato dal reato previsto dall'art 437 cod pen e' estesamente dibattuto stimolato tra l'altro dalla necessita' di trovare risposta al quesito circa la possibilita' che il delitto in parola risulti integrato anche da condotte che si consumino in piccoli contesti imprenditoriali e da quelle che determinino l'esposizione al pericolo di un solo l

21/11/2012 Richiesta per l'espletamento di una prova scientifica volta all'accertamento di una patologia definita disturbo esplosivo intermittente nota anche come sindrome da serial killer documento protetto
Il ricorrente infatti non ha addotto elementi tali da far ritenere che l'accertamento tecnico richiesto alla Corte di appello ossia la sottoposizione di SE ad una risonanza magnetica nucleare dell'encefalo alla ricerca di una alterazione organica quale causa originaria dell'incapacita' di volere al momento del fatto criminoso o al piu' l'esame dibattimentale del medico che quell'accertamento ha compiuto sulla persona del SE abbia riferimento ad una metodica diagnostica non conosciuta durante il giudizio di primo grado e che quindi possa essere qualificato in termini di prova sopravvenuta o scoperta successivamente

Si e' limitato all'affermazione che quell'accertamento non era conosciutodurante il giudizio di primo grado ma non ha giustificato una siffattaasserzione In assenza di una specifica deduzione in tal senso adeguatamente sostenuta dall'illustrazione del carattere di oggettiva novita' della prova rispetto al complesso degli elementi acquisiti nel giudizio di primo grado la ric

26/11/2012 Non puo' piu' farsi rientrare nell'ipotesi dell'uso di sostanze stupefacenti esclusivamente personale il cd uso di gruppo documento protetto
Il legislatore ha inteso reprimere in un modo piu' severo ogni attivita' connessa al traffico di stupefacenti tant'e' che ha equiparato ogni tipo di droga eliminando la distinzione tabellare preesistente

Venendo al caso di specie dalla sentenza impugnata risulta che i Carabinieri al momento del fermo dell'autovettura su cui viaggiavano igiovani imputati in compagnia del maggiorenne GGR avevano rinvenuto nascosto nel vano clacson un panetto di Hashish del peso di 4200 grammi circa e un involucro di cellophane contenente cocaina del peso di g 06 circa Dalle analisi di laboratorio

27/11/2012 Diritto all'infornazione da parte del medico paziente documento protetto
La responsabilita' del sanitario e di riflesso della struttura per cui egli agisce per violazione dell'obbligo del consenso informato discende a dalla condotta omissiva tenuta in relazione all'adempimento dell'obbligo di informazione in ordine alle prevedibili conseguenze del trattamento cui il paziente sia sottoposto b dal verificarsi in conseguenza dell'esecuzione del trattamento stesso e quindi in forza di un nesso di causalita' con essa di un aggravamento delle condizioni di salute del paziente

Secondo la definizione della Corte costituzionale sentenza n 438 del 2008 sub n 4 del Considerato in diritto il consenso informato intesoquale espressione della consapevole adesione al trattamento sanitario proposto dal medico si configura quale vero e proprio diritto della persona e trova fondamento nei principi espressi nell'art 2 Cost che ne tutela

09/03/2012 Le norme in materia di pubblicita' sanitaria prevedono che la stessa non sia soggetta a forme di preventiva autorizzazione e che gli Ordini professionali hanno il potere di verifica della trasparenza e veridicita' del messaggio pubblicitario documento protetto
La questione all'attenzione della Corte e' se la previsione abrogativa generale contenuta nella L n 248 del 2006 art 2 lett b nella quale e' sicuramente compresa l'abrogazione delle norme in materia di pubblicita' sanitaria di cui alla L n 175 del 1992 rilevante nella specie sia o meno riferibile alle societa' di capitali nelle quali i professionisti svolgano la professione anche quali direttori sanitari come nella specie

In questa direzione si e' espressa la giurisprudenza amministrativa Tar Emilia Romagna sez 2 sent 12 gennaio 2010 n 16rispetto all'esclusione dei poteri inibitori in capo agli Ordini professionali Ne' le conclusioni raggiunte sono messe in discussione dauna diversa interpretazione fornita dal Ministero della salute con unanota del 30 aprile 2008 non essendo alla stes

08/10/2012 Il rifiuto di atti professionali sanitari deve essere verificato avuto riguardo alla sua natura di delitto doloso documento protetto
la Corte di Appello di Palermo confermava la decisione in data 3122009 appellata dall'imputata con la quale il GIP in sede a seguito di giudizio abbreviato aveva condannato LPL alla pena sospesa di mesi sei di reclusione siccome ritenuto colpevole del reato di rifiuto di atti di ufficio ex art3281 cp

Lagiurisprudenza di legittimita' ha piugrave volte chiarito che il reato di rifiuto diatti di ufficio e' un reato di pericolo onde la violazione dell'interessetutelato dalla norma incriminatrice al corretto svolgimento della

22/10/2012 Per la configurabilita' dell'elemento soggettivo dell'abuso d'ufficio e' richiesto il dolo intenzionale
Per la configurabilita' dell'elemento soggettivo dell'abuso d'ufficio e' richiesto il dolo intenzionale ossia la rappresentazione e la volizione dell'evento come conseguenza diretta e immediata della condotta dell'agente

Nel caso in esame le sentenze di merito che si possono considerare unitariamente hanno dato conto dell'intenzionalita' del dolo sottolineando la precisa volonta' dell'imputato di colpire il PG nell'attivita' piugrave importante e qualificante del chirurgo sospendendone la crescita professionale e procurandogli danno professionale mancato esercizi

28/05/2012 Non si puo' invocare la legittima difesa qualora il presunto aggredito abbia la possibilita' senza difficolta' di allontanrsi dal luogo dell'aggressione
Sul punto si richiama la costante giurisprudenza della Suprema Corte che esclude la possibilita' di invocare la scriminante della legittima difesa qualora il presunto aggredito abbia avuto la possibilita' senza difficolta' di allontanarsi dal luogo dell'aggressione qualora si siano assunti atteggiamenti di sfida nel caso in cui i due contendenti si siano lanciati contemporaneamente alla reciproca aggressione ovvero quando si agisca nella ragionevole previsione di determinare una reazione aggressiva accettando volontariamente la situazione di pericolo

Con riguardo alle statuizioni civili ritiene il Tribunale per le ragioni gia' ampiamente esposte che sia stata raggiunta la prova del fatto che le condotte illecite poste in essere dagli imputati in danno reciproco abbiano cagionato ad entrambi danni patrimoniali in relazionealle spese sostenute per le visite mediche e per le terapie affrontatenonche' in relazione ai conseguent

16/07/2012 Misure in materia di compartecipazione al costo delle prestazioni sanitarie cd ticket documento protetto
Le misure di compartecipazione sono aggiuntive rispetto a quelle eventualmente gia' disposte dalle Regioni e sono finalizzate ad assicurare nel rispetto del principio di equilibrio finanziario l'appropriatezza l'efficacia e l'economicita' delle prestazioni La predetta quota di compartecipazione non concorre alla determinazione del tetto per l'assistenza farmaceutica territoriale

L'art 1 comma 796 lettera p della legge n 296 del 2006 prevede che a decorrere dal 1deg gennaio 2007 per le prestazioni diassistenza specialistica ambulatoriale gli assistiti non esentati dalta di partecipazione al costo sono tenuti al pagamento di una quota fissa sulla ricetta pari a 10 euro Per le prestazioni erogate in regimedi pronto soccorso

21/03/2012 Valutazione della gravita' delle condizioni di salute del detenuto e conseguente incompatibilita' col regime carcerario
Secondo l'insegnamento di questa Corte la valutazione della gravita' delle condizioni di salute del detenuto e della conseguente incompatibilita' col regime carcerario deve essere effettuata sia in astratto con riferimento ai parametri stabiliti dalla legge sia in concreto con riferimento alla possibilita' di effettiva somministrazione nel circuito penitenziario delle terapie di cui egli necessita

Ne consegue che da un lato la permanenza nel sistema penitenziario puograveessere deliberata se il giudice accerta che esistano istituti in relazione ai quali possa formularsi un giudizio di compatibilita' dall'altro che tale accertamento deve rappresentare un quotpriusquot rispettoalla decisione e non una mera modalita' esecutiva della stessa rimessa all'autoritagra

12/04/2012 E' affidato alle Regioni il compito di adottare determinazioni di natura autoritativa e vincolante in tema di limiti alla spesa sanitaria documento protetto
Il valore autoritativo e vincolante delle determinazioni in tema di limiti delle spese sanitarie di competenza delle regioni ai sensi dell'art 32 comma 8 legge 27 dicembre 1997 n 449 esprime la necessita' che l'attivita' dei vari soggetti operanti nel sistema sanitario si svolga nella cornice di una pianificazione finanziaria

Le Regioni nell'esercitare detta potesta' programmatoria godono quindi di un ampio potere discrezionale chiamato a bilanciare interessi diversi ossia l'interesse pubblico al contenimento della spesa il diritto degli assistiti alla fruizione di prestazioni sanitarie adeguate le legittime aspettative degli operatori privati cheispirano le loro condotte ad una logica imprend

03/10/2012 Il coniuge affetto da HIV che tace la malattia all'altro coniugecommette reato
La corte di appello ha cio' esaminato e valutato parzialmente la illecita condotta dando rilievo esclusivo al comportamento dell'A che pur consapevole di essere affetto da AIDS intrattenendo rapporti sessuali con la donna senza alcuna precauzione e senza informarla dei rischi cui poteva andare incontro ha causato l'eventocontagio

Si deve quindi concludere che A pur essendo in grado di rappresentarsila concreta possibilita' che la sua azione reticente e depistante potesse causare un evento diverso da quello per cui materialmente agiva continuare indisturbato il menage familiare lasciando in clandestinita'il contagio di HIV alla moglie e ostacolando tempestivi interventi terapeutici non ha escluso la p

12/10/2012 In caso di malattia professionale non tabellata la prova della causa di lavorodeve essere valutata in termini di ragionevole certezza
Il giudice deve non solo consentire all'assicurato di esperire i mezzi di prova ammissibili e ritualmente dedotti ma deve altresi' valutare le conclusioni probabilistiche del consulente tecnico in tema di nesso causale

La giurisprudenza di legittimita' ha reiteratamente affermato che nei giudizi in cui sia stata esperita CTU di tipo medicolegale nei caso incui il giudice del merito si basi sulle conclusioni dell'ausiliario giudiziario affinche' i lamentati errori e lacune della consulenza tecnica determinino un vizio di motivazione della sentenza denunciabile in cassazione e' necessar

17/09/2012 Requisiti psico fisici per l'accesso al servizio militare nel Corpo della Guardia di Finanza documento protetto
A' sensi dell'art 15 comma 3 del bando concorsuale predetto il C ha chiesto di essere ammesso a visita medica di revisione avvenuta in data 4 agosto 2011 e conclusasi con il giudizio di persistente ipertransaminasemia ALT 267 ul AST 93ul

Costituisce infatti acquisizione di comune esperienza che le transaminasi sono enzimi ossia sostanze proteiche che si trovano soprattutto nelle cellule del fegato il cui livello nel sangue e' valutabile non solo per l'accertamento del corretto funzionamento del fegato stesso valutazione ALT o GPT ma anche per stabilire il corretto funzionamento del cuore e dell'apparato sche

22/03/2012 Violazione delle norme antinfortunistiche del datore di lavoro nel caso di esposizione del lavoratore fumatore all'amianto documento protetto
Il datore di lavoro predispone un piano di lavoro prima dell'inizio dei lavori di demolizione o di rimozione dell'amianto ovvero dei materiali contenenti amianto dagli edifici strutture apparecchi e impianti nonche' dai mezzi di trasporto

Va ricordato che il nesso causale e' il legame necessario che deve intercorrere tra la condotta umana e l'evento In diritto penale si pretende che il reo abbia contribuito materialmente alla verificarsi delrisultato dannoso E' quindi criterio di quotimputazione oggettivaquot del fatto al soggetto non solo la ascrivibilita' a lui della condotta ma anche che il risultato l

19/09/2012 MEDICI le linee guide rappresentano un importante aiuto professionale documento protetto
Al sanitario a' stato addebitato di avere eseguito una errata manovra anestesiologica di intubazione nasotracheale del paziente provocando in tai modo la lesione del pilastro anteriore del retro faringe e la conseguente inondazione ematica delle vie respiratorie da cui derivava una sindrome di stress respiratorio che determinava la morte del paziente

La SC aSezioni unite v sentenza 15 dicembre 2011 n 12164 Di Ceccanell'affrontare la questione afferente la possibilita' di attribuire alla nominadi un difensore in eccedenza rispetto al numero legale il significato di revoca

29/08/2012 Per i prodotti dimagranti occorre la ricetta medica documento protetto
il medicinale galenico deve essere preparato dal farmacista per la specifica occasione

va osservato che il legislatore ha posto condizioni e limiti precisi alla integrazione della fattispecie derogatoria alla predetta normativarichiedendo a tal fine la estemporaneita' nel senso che il medicinale galenico deve essere preparato dal farmacista per la specifica occasione un limite quantitativo nel senso che la preparazione deve essere fatta per unita' una garanzia

24/07/2012 L'amministratore di sostegno ha l'obbligo di verificare il convincimento di chi deve essere sottoposto a terapia documento protetto
il potere di esprimere il consenso agli atti sanitari in nome e per conto del beneficiario puampa'sup2 tuttavia essere deferito allacircamministratore solo previa ricostruzione della presumibile volontampa' e degli intendimenti del beneficiario in relazione allacircintervento proposto

07/03/2012 Affidamento in house il divieto per le puibbliche amministrazioni di costituire societa' e' insussistente per le ASL documento protetto
La dedotta violazione dell'art 3 comma 27 della legge 24 dicembre 2007 n 244 a tenore del quale per la tutela della concorrenza e del mercato le pubbliche amministrazioni non possono costituire societa' aventi per oggetto attivita' di produzione di beni e di servizi non strettamente necessarie per il perseguimento delle proprie finalita' istituzionali a' nella specie insussistente

La dedotta violazione dell'art 3 comma 27 della legge 24 dicembre 2007 n 244 a tenore del quale per la tutela della concorrenza e del mercato le pubbliche amministrazioni non possono costituire societa' aventi per oggetto attivita' di produzione di beni e di servizi non strettamente necessarie per il perseguimento delle proprie finalita' istituzional

26/06/2012 Il medico che svolge attivita' ospedaliera intramuraria commette reato di peculato se non versa all'azienda sanitaria quanto riscosso dai pazienti
Al M a' stato addebitato di avere in qualita' e nell'esercizio delle sue funzioni di professore associato preso l'UO Urologia dell'ospedale S Chiara di Pisa esercitato attivita' professionale intra m

Integrainfatti il delitto di peculato la condotta del medico il quale svolgendo inregime di convenzione attivita' intramuraria dopo aver riscosso direttamentedai pazienti l'onorario dovuto per le prestazioni ometta poi di versareall'azienda sanitaria quanto di spettanza della medesima in tal modoappropriandosene Cass n

13/04/2012 Infermita' per causa di servizio
a' stato sottolineato che anche il giudizio sui precedenti di servizio a' espressione di discrezionalita' tecnica il cui esercizio a' demandato agli organi dotati della necessaria competenza c

Gli elementi di fatto posti a fondamento di tale giudizio trovano adeguato riscontro nella relazione predisposta dal Servizio Provveditorato della Giunta regionale prot n 225 del 16 maggio 1990 da cui oltre all'effettiva attivita' svolta dall'appellante istruttore direttivo amministrativo assegnato al Servizio Provveditorato quale funzionario de

00/00/0000 L'odontoiatra abusivo non ha diritto ad alcun risarcimento documento protetto
L'ANDI Associazione Nazionale Dentisti Italiani sezione di Firenze propone ricorso per cassazione affidato a due motivi ed illustrato da successiva memoria avverso la sentenza della Corte di Appello di Firenze che in riforma della sentenza di

Vero e' che l'art 2601 cod civ attribuisce anche alle associazioni professionali la legittimazione a promuovere quotl'azione per la repressione della concorrenza slealequot Detta azione volta a reprimere ifatti di concorrenza sleale e' peraltro diversa da quella risarcitoriameramente eventuale prevista dal precedente art 2600 cod civ e d'altro canto appare corre

00/00/0000 La scelta del medico di base deve essere compatibile con l'organizzazione sanitaria a livello territoriale
La questione sostanziale oggetto della controversia si incentra sui limiti della libera scelta del medico di base da parte dell'assistito nell'ambito di una determinata organizzazione territoriale delle AASSLLed a' indubb

Nella fattispecie si rileva che i due Comuni interessati Pescasseroli di operativita' del dr C e Alfedena di residenza dell'assistito appartengono all'ambito territoriale della stessa AUSL eil dr C era il medico di fiducia da anni del signor Scinica proveniente da Napoli Non si ravvisano quindi come sottolineato

00/00/0000 E' il Governo che deve preservare la salute dei cittadini assicurando un'adeguata raccolta dei rifiuti
La gestione dei rifiuti nella Regione Campania

Le 28 de'cembre 2007 le commissaire de'le'gue' arrecircta un plan re'gional pour les de'chets urbains de la Campanie aux fins de l'article 9 du de'cretloi no 6107 Ce plan proposait une strate'gie de sortie de crise notamment gracircce au de'veloppement de la collecte se'lective des d

00/00/0000 Sulle mancata informazione circa le reali condizioni del feto la madre deve essere sempre risarcita eto la mancata informazione sanitaria documento protetto
Il fatto controverso attiene alla lesione del diritto della madre di poter decidere liberamente anche attraverso una adeguata informazione sanitaria

La responsabilita' della Universita' e' di natura contrattuale e per contatto sociale come si evince chiaramente dal punto 43 della sentenza delle SU 11 novembre 2011 n 26973 che e' vincolante per le sezioni semplici e quindi la imputabilita' della condotta di inadempimento non avviene secondo i criteri della causalita' deterministica considerata dall

00/00/0000 Non e' utilizzabile senza il consenso il prelievo ematico del pronto soccorso
attesa la non utilizzabilita' dell'esito delle analisi di laboratorio l'imputato va assolto dal reato ascritto percha' non vi a' prova che il fatto sussista

E' principio che ai fini dell'accertamento del reato di guida in stato di ebbrezza i risultati del prelievo ematico che sia stato effettuato secondo i normali protocolli medici di pronto soccorso durante il ricovero presso una struttura ospedaliera pubblica a seguito dell'incidente stradale sono utilizzabili nei confronti dell'imputato per l'accertamento del reato trattandosi di e

00/00/0000 Non e' responsabile il team che ha diagnosticato sulla scorta di esami che non abbiano dato risultati attendibili
Il contrasto evidenziatosi tra i vari consulenti ha ritenuto che l'accretismo placentare fosse presente soltanto in alcune zone

Tanto premesso rileva la Corte che per quanto attiene in particolare al controllo sulla motivazione cfr Cass Sez4 Sent n 4842 del 2122003 Rv 229369 la Corte di Cassazione non deve stabilire se la decisione di merito proponga la migliore ricostruzione dei fatti ne' deve condividerne la giustificazione ma deve limitarsi a verificare se questa giustificazione sia compatib

00/00/0000 DIRITTO SANITARIO Sanitario responsabile per carenza strumenti
Secondo i giudici la colpa del sanitario e' nell'aver violato l'obbligo informativo che avrebbe consentito al paziente di ricorrere ad un centro di piu' elevato livello di specializzazione

Con la Sentenza n 15386 del 13 luglio 2011 la Sezione III della Cassazione precisa l'importanza dell'informazione al paziente circa la strumentazione a disposizione per effettuare la diagnosi Qualora il sanitario formuli una diagnosi di normalita' morfologica del feto con esami strumentali che non hanno consentito la visualizzazione del feto nella sua interezza ha l'obbligo di in

00/00/0000 Diritto sanitario Sospensione del medico per terapia inadatta
l'impossibilit di proiettare le diapositive era stata determinata secondo quanto emergeva dai lavori dell'organo disciplinare di prima istanza

Terapia finalizzata al recupero del posto in squadra dell'atleta LEGGI LA SENTENZA SUPREMA CORTE DI CASSAZIONESEZIONE III CIVILESentenza 23 agosto 2011 n 17496Svolgimento del processoL'iter del procedimento viene cosig




iscriviti alla newsletter
Sentenze Enti Locali
Normativa

COSTITUZIONE ITALIANA

GAZZETTA UFFICIALE



Avv. Fabrizio Antonello
Foro di: Bergamo
Cerca studio legale Inserisci il tuo studio

GIURILEX | il diritto negli studi legali

Tutti gli argomenti
Amministrativo
Appalti
Arbitrati
Arricchimento senza causa
Assicurativo
Azioni risarcitorie
Circolazione stradale
Civile - Cassazione Civile
Commerciale
Compravendita
Comunicazioni
Comunitario
Condominio (e locazioni)
Costituzionale
Danno biologico, infortuni
Edilizia e Urbanistica
Eredità
Espropri
Europeo e internazionale
Fallimentare
Famiglia
Giurisprudenza
Immigrazione
Lavoro, professioni,previdenza e licenziamenti
Merito civile
Merito penale
Obbligazioni, contratti e concorsi
Pareri, dottrina e contributi
Penale - Cassazione Penale
Privacy
Procedura civile
Pubblica Amministrazione
Rassegna stampa
Reati edilizi
Reati sessuali
Responsabilita' medica
Sanitario
Scolastico (e universitario)
Societario
Stalking
Tributario (e fisco)

GIURILEX | Il diritto negli enti locali

Tutti gli argomenti
Abusi edilizi (e sanatoria edilizia)
Atti amministrativi
Autorita' Vigilanza Contratti Pubblici
Autorizzazioni, ambiente, ecologia, rifiuti e sicurezza
Box, cantine e cantinole
Cartelli stradali
Catasto
Competenze di gestione
Competenze professionali
Concorsi, appalti e opere pubbliche
Condominio (e locazioni)
Consiglio di giustizia amministrativa
Consiglio di Stato
Consiglio e giunta comunale
Corte dei Conti
Corte di giustizia europea
Corte europea dei diritti dell'uomo
D.U.R.C.
Demanio
Edilizia e urbanistica
Energia e impianti
Enti locali
Espropriazione
Giurisprudenza
Immigrazione
Imposte e tasse
Incarichi professionali
Incentivo progettazione
Insidie stradali
Mobbing
Normativa
Oneri di urbanizzazione
Ordini e Collegi
Pareri, dottrina e contributi
Pubblico impiego
Rassegna stampa
Segretari comunali
Sindacati
Strade
T.A.R.
Telefonia mobile
Tribunale UE
Vincoli