logo
attivo dal: 02.01.2006
il diritto oggi
il diritto negli enti locali

------
Seleziona le sentenze che contengono le seguenti parole di testo:
Per visualizzarre le ultime sentenze inserite clicca qui
Inserisci le parole da cercare (nella pagina) e premi il tasto invio per effettuare la ricerca:
 GIURILEX    [34.924]  IL DIRITTO NEGLI STUDI LEGALI    [18.092]  Lavoro, professioni,previdenza e licenziamenti    [2.693] aggiorn.to: 05-06-2017
31/05/2017 Pagamento a titolo risarcitorio iure hereditatis documento protetto
La censura e' pure inammissibile a fronte della generica doglianza formulata in sede di merito come rilevato al primo capoverso di pg 17 della sentenza anche in riferimento alla richiesta liquidazione in misura di C 100000 al giorno senza deduzione di specifiche circostanze idonee a giustificare importi cosi'elevati cosi' dal terzo al settimo alinea di pg 18 della sentenza in quanto soltanto in sede di legittimita' e'a' stata prospettata l'applicazione delle tabelle milanesi che mai risulta posta ne'cio' e'stato specificamente allegato in sede di merito Cass 7 giugno 2011 n 12408 neppure infine le suddette tabelle sono state prodotte in violazione del principio di autosufficienza del ricorso Cass 15 giugno 2016 n 12288

LEGGI LA SENTENZA

31/05/2017 Pagamento all'INPS somme per sanzioni ex art 18 comma 10 St lav documento protetto
In relazione alla mancata reintegrazione nel posto di lavoro di Licinio Grandi dirigente sindacale aziendale il cui licenziamento era stato dichiarato illegittimo con sentenza passata in giudicato La Corte in particolare riteneva che la sanzione fosse dovuta anche nel caso in cui come nella specie l'azienda avesse provveduto alla ricostituzione de iure del rapporto lavorativo giaccha' la dispensa dal servizio pur temperata dal permesso di accedere alla mensa e di svolgere l'attivita' sindacale nelle modalita' previste dallo Statuto non equivaleva a far venir meno il presupposto cui l'art 18 cit ricollega la sanzione da versarsi al Fondo pensioni lavoratori dipendenti sotto altro profilo la Corte riteneva che non potesse in alcun modo dubitarsi della qualita' di dirigente sindacale aziendale del lavoratore licenziato e infine che nessuna censura di carattere formale potesse muoversi alla cartella impugnata disattendendo altresa' le doglianze sollevate dall'azienda contro le modalita' di determinazione dell'aggio esattoriale Contro tali statuizioni ricorre Italcementi spa

LEGGI LA SENTENZA

24/05/2017 Differenze contributiva Domande riconvenzionali declaratoria di nullita' della clausola di non concorrenza contenuta nel contratto e del contratto
ORDINANZA sul ricorso 182342016 proposto da i LAZZARONI ELENA elettivamente domiciliata in ROMA VIA TIBULLO 13 presso lo studio dell'avvocato CLAUDIO LARUSSA che la rappresenta e difende unitamente all'avvocato MICHELE TONIAI II ricorrente contro J FRIISBERG

LEGGI LA SENTENZA

04/05/2017 Diritto al riconoscimento nei provvedimenti di inquadramento nella 9 qualifica funzionale documento protetto
La Corte di appello ha affermato in sintesi la necessita' di richiamare i principi espressi dalla Corte costituzionale che con la sentenza n375 del 2000 aveva dichiarato l'illegittimita' costituzionale dell'art 41 comma 5 terzo periodo della legge n 449 del 1997 nella parte in cui faceva divieto di corrispondere le relative somme al personale non rientrante nelle disposizioni di cui al comma 4 al quale a seguito di sentenza passata in giudicato fosse stato attribuito il trattamento economico di cui all'art 4 bis della L n 436 del 1987 ma con la stessa decisione aveva pure chiarito che restava applicabile la regola del riassorbimento del trattamento cosi' conseguito nei successivi incrementi retributivi previsti contrattualmente

LEGGI LA SENTENZA

08/05/2017 Diritto al congedo biennale ai sensi dell'art4 comma 2 della 1532000 documento protetto
A fondamento della domanda la Corte territoriale affermava che il diritto al congedo biennale ai sensi dell'art4 comma 2 della 1532000 potesse essere attribuito piu' volte in capo allo stesso lavoratore nell'ipotesi in cui vi fossero piu' soggetti in relazione ai quali il beneficio potesse essere richiesto essendo il diritto attribuito a ciascuno dei figli minori affetto da handicap grave mentre l'espressione riferita alla durata complessiva di due anni consente di sommare i periodi di congedo goduti alternativamente da entrambi i genitori ma non i congedi relativi ad altri figli in situazione di handicap

LEGGI LA SENTENZA

24/04/2017 Rimborso del 90 dei premi versati nel triennio 19951997 documento protetto
La Corte territoriale per quanto qui rileva ha ritenuto che l'art 3quater dl n 3002006 conv con I n 172007 nel prorogare al 3172007 il termine di presentazione delle domande di cui all'art 4 comma 90 I n 3502003 che a sua volta aveva esteso ai soggetti colpiti dagli eventi alluvionali del novembre 1994 e destinatari di provvedimenti agevolativi in materia di versamento di somme dovute a titolo di tributi contributi e premi i benefici di cui all'art 9 comma 17 I n 2892002 avesse fugato ogni dubbio in ordine all'applicabilita' delle disposizioni recate dalla norma ult cit anche ai premi assicurativi e sotto altro ma connesso profilo considerava che non potevano distinguersi ai fini dell'accesso ai benefici in questione la posizione di coloro che a tale data non avessero ancora provveduto al pagamento dei premi e quella di coloro che come l'azienda in epigrafe vi avessero gia' provveduto dovendo in tale caso riconoscersi il loro diritto a ripetere quanto versato in eccesso rispetto al dovuto Per la cassazione di tale pronuncia ricorre l'INAIL affidandosi a due motivi di censura

LEGGI LA SENTENZA

24/04/2017 Indennita' sostitutiva della reintegrazione e di risarcimento danni in relazione al licenziamento intimato documento protetto
Il Collegio ha autorizzato come da decreto del Primo Presidente in data 14 settembre 2016 la redazione della motivazione in forma semplificata Ragioni della decisione 1 In data 27 gennaio 2017 e' stato depositato in cancelleria atto di rinuncia al ricorso del procuratore della Gruppo Samir Global Service Sri ai sensi dell'art390 cpc espressamente accettata dalla controparte

LEGGI LA SENTENZA

18/04/2017 Riconoscimento del diritto ad essere inquadrato nel I livello dirigenziale del ruolo medico in soprannumero presso l'ASL documento protetto
Graduatoria della procedura concorsuale indetta con avviso sul Bollettino ufficiale della Regione Campania n 55 del 1999 e riservata ai medici titolari in via esclusiva o preminente di incarico a tempo indeterminato di guardia medica eo di medicina dei servizi

18/04/2017 Attivita' compiuta quale agente di commercio monomandatario per conto della FASE documento protetto
A fondamento della decisione i giudici di seconde cure hanno precisato che a relativamente all'asserito accantonamento presso il Fondo Indennita' di risoluzione del rapporto FIRR gestito dall'ENASARCO da parte della societa' di somme inferiori a quelle dovute non erano stati dimostrati anzi erano stati contestati i presupposti su cui si fondava la differenza richiesta b con riguardo alla indennita' suppletiva di clientela non erano state allegate le condizioni cui l'art 1751 cc subordinava il riconoscimento di detta indennita' se la richiesta invece fosse stata basata sull'art 12 AEC nella originaria domanda della ricorrente non era stato dedotto che il contratto si era svolto ad iniziativa della casa mandante per fatto non imputabile all'agente come invece era stato ex novo allegato in appello c circa la mancata erogazione di un indennizzo per il patto di non concorrenza anche in questo caso la nullita' della clausola di cui all'art 12 del contratto individuale era stata proposta solo in appello e pertanto il suo esame era precluso 3 Per la cassazione ricorre Milena Picchia affidandosi a tre motivi 4 Resiste con controricorso la FASE

LEGGI LA SENTENZA

14/04/2017 Domanda proposta dal lavoratore diretta ad ottenere l'immediata reintegrazione nel posto di lavoro occupato in precedenza documento protetto
la Corte non avrebbe voluto approfondire nel merito le complessive rivendicazioni anche patrimoniali con la conseguenza di impedire al Deola di potere rettamente beneficiare di un equo e legittimo contraddittorio con la Aler Osserva inoltre che la Corte d'Appello si sarebbe limitata unicamente a prendere atto della circostanza che in data 29122008 la Aler aveva contestato all'odierno ricorrente la circostanza che egli redigendo e sottoscrivendo nella sua qualita' di direttore dei lavori stati avanzamento lavori non rispondenti al vero perche' attestanti opereattivita' non eseguite o solo parzialmente eseguite avrebbe indimostratamente consentito alle imprese aggiudicatrici di percepire ingentissimi importi non dovuti con rilevante danno per l'azienda

LEGGI LA SENTENZA

13/04/2017 Reintegrazione nel posto di lavoro e di risarcimento del danno documento protetto
A fondamento della decisione i giudici di seconde cure hanno affermato che a la societ convenuta sin dal primo giudizio aveva dimostrato che l'unit produttiva di Noia localita' Boscofangone era l'unico suo stabilimento b con del 2772007 la societa' aveva avviato la procedura di licenziamento collettivo per undici dipendenti su un organico di ventotto dello stabilimento citato c non era stato dimostrato che la societ avesse altri siti produttivi d la Boffa Arredamenti srl nella nota di avvio della procedura di mobilita' a sostegno della necessita' di dare corso alla riduzione del personale aveva richiamato perdite di bilancio nel 2004 nel 2005 e nel 2006 nonche' l'impossibilita' di ricorrere a misure alternative la crisi dei mercati i tagli operati nelle Amministrazioni Pubbliche e Locali i mancati notori pagamenti da parte dei clienti pubblici la impossibilita' di effettuare nuovi investimenti la necessita' di ridimensionare l'organico e in azienda vi erano solo tre operai di livello II e che il Capiraso era addetto alla manutenzione delle macchine solo per piccoli interventi in quanto le riparazioni erano affidate a ditte esterne e non era operaio specializzato f gli altri due operai di pari livello non erano fungibili in quanto collocati in altri reparti ed aventi i RG 82582014 carichi di famiglia superiori e in un caso anche anzianita' di servizio superiore g il Capiraso titolare di legge n 10492 non era stato avviato al lavoro mediante il collocamento obbligatorio per cui non rientrava tra le categorie protette h la natura delle questioni trattate induceva alla compensazione delle spese di primo grado cos come di quelle di secondo 4 Per la cassazione propone ricorso Felice Capiraso affidato a due motivi illustrati con memoria ex art 378 cpc 5 Resiste Con controricorso la Boffa Arredamenti srlRestano intimate la ODesign srl e la Boffa Contract srl Ragioni della decisione

LEGGI LA SENTENZA

13/04/2017 Simulazione di malattia o sotterfugi diretti a sottrarsi all'obbligo di servizio documento protetto
Previsione tipizzata del codice disciplinare di simulazione di malattia tra l'altro accertata da certificato medico incontestato semplicemente aggravata da elementi accessori aggravanti tuttavia non integranti fatti diversi autonomamente sussumibili nella clausola elastica della giusta causa

LEGGI LA SENTENZALAVOROCIVILE sent 9598 del 1342017Simulazione di malattia o sotterfugidire

06/04/2017 Condanna al risarcimento dei danni nella misura di tre mensilita' dall'ultima retribuzione percepita documento protetto
La Corte d'Appello ha confermato la sentenza di primo grado nella parte in cui condannava il MIUR al pagamento ai lavoratori delle differenze tra la retribuzione percepita e quella spettante secondo l'anzianita' di servizio maturata

LEGGI LA SENTENZA

06/04/2017 Inquadramento nell'area operativa B1 come operatore specializzato documento protetto
La caratteristica della non continuita' sarebbe quindi intrinseca al contenuto ed alla natura delle mansioni in esame sicche' qualsiasi valutazione di merito in ordine alla prevalenza dell'attivit' svolta non avrebbe ragione di essere perche' anche l'eventuale attivita' di cantoniere ud 02112016 1483811 rr e' riconducibile sempre alle mansioni di operatore specializzato cosi' come previsto dal contratto collettivo

LEGGI LA SENTENZA

04/04/2017 Illegittimita' del licenziamento intimato al direttore amministrativo documento protetto
La Corte territoriale ha premesso che i fatti oggetto di causa risultavano pacifici e comunque documentalmente provati In particolare a in data 10 febbraio 2011 l'azienda aveva chiesto al Grossele di chiarire quale fosse la sua posizione rispetto alla snc Sapori Ritrovati di Roberto Grossele b il dirigente aveva riscontrato la missiva con lettere del 23 e 25 febbraio 2011 con le quali aveva comunicato di non svolgere alcuna attivitampa' di carattere commerciale in quanto l'azienda di ristorazione era stata data in gestione a terzi

03/04/2017 Accertamento dell'insussistenza dell'obbligo di iscrizione alla Gestione IVS Commercianti documento protetto
Il giudice di appello ha ritenuto che dagli elementi acquisiti risultava che l'attivita' svolta dal Breveglieri nell'ambito della societa' non era limitata ai compiti inerenti alla carica di amministratore ma eccedeva il mero profilo gestionale concretandosi anche in compiti meramente esecutivi e cia' sia in riferimento ai rapporti commerciali con i clienti carrozzerie in particolare sia alle attivita' di magazzino che tale attivita' aveva carattere abituale e prevalente trattandosi dell'unica attivita'di lavoro svolta dal Breveglieri

LEGGI LA SENTENZA

31/03/2017 Riallineamento contributivo documento protetto
La Corte d'appello di Lecce confermava la pronuncia di primo grado che aveva accolto l'opposizione proposta da Giuseppe D'Attis avverso la cartella esattoriale con cui gli era stato ingiunto di pagare all'INPS somme per sgravi ex I n 4481998 indebitamente fruiti

30/03/2017 Fondo integrativo del personale alle dipendenze dell'Inps documento protetto
La Corte territoriale ha ritenuto contrariamente alle tesi sostenute dall'Inps che ne' la disciplina transitoria del calcolo della pensione dei dipendenti iscritti all'assicurazione generale obbligatoria introdotta dall'art 13 del dlgs n 5031992 ed interpretata dalla circolare dell'Inps n 151 del 1993 ne' le novita' derivanti dall'art 15 della legge n 7241994 come applicate dalla delibera del Consiglio di amministrazione dell'Istituto n 593 del 1996 potessero comportare l'inoperativita' del disposto del i RG 73022011 citato comma tre dell'art 21 del suddetto Regolamento interno e che la parte di pensione erogata dall'ago derivante da contribuzione relativa a rapporti di lavoro diversi da quello intercorso con l'Inps non poteva essere assorbita dal trattamento integrativo e doveva ritenersi quota esclusiva del trattamento ago

LEGGI LA SENTENZA

24/03/2017 Risoluzione contratto di lavoro a progetto Risarcimento danni documento protetto
Risoluzione anticipata del contratto di lavoro a progetto stipulato il 3204 con Ercole Tosi condannava la societa' a pagare al Tosi la somma di euro 26500000 pari al 75 del valore residuo tra quanto di fatto erogatogli e il compenso complessivamente pattuito oltre al risarcimento del danno biologico liquidato in euro 5367500 per inabilita' temporanea e in euro 1199250 per invalidita' permanente

LEGGI LA SENTENZA

24/03/2017 Nullita' del procedimento disciplinare e della sanzione espulsiva documento protetto
La mancata individuazione dell'ufficio per i procedimenti disciplinari non puo' essere causa di nullita' del licenziamento perche' il potere disciplinare appartiene al datore di lavoro che nella specie lo aveva esercitato attraverso il legale rappresentante ossia il Direttore Generale

LEGGI LA SENTENZA

22/03/2017 Lavoratore dipendente del Ministero della giustizia inquadrato in area C posizione economica C3 documento protetto
Il Tribunale rigettava la domanda in ragione della diversita' delle funzioni proprie della IX qualifica funzionale rispetto a quelle del ruolo ad esaurimento 4 La sentenza del Tribunale veniva confermata dal giudice di secondo grado che tuttavia precisava che il diverso trattamento economico fatto al personale proveniente dal ruolo ad esaurimento e conservato anche dopo la soppressione del suddetto ruolo non si fondava sulla peculiarita' delle mansioni svolte da tale personale ma sulla peculiarita' delle vicende attinenti alla relativa progressione in carriera

LEGGI LA SENTENZA

00/00/0000 Accertamento della sussistenza del fatto Procedimento disciplinare a carico del dipendente documento protetto
Illiceita' penale e all'affermazione che lo ha commesso e che la sospensione dal servizio concluso il procedimento disciplinare in senso sfavorevole al dipendente si salda con il licenziamento che opera con effetto ex tunc

LEGGI LA SENTENZA

15/03/2017 Reintegrazione della lavoratrice nel posto di lavoro gia' occupato documento protetto
Nei gradi di merito l'indagine del Giudice non avrebbe mai potuto limitarsi all'esame delle mansioni prestate dalla lavoratrice interessata ma avrebbe dovuto ampliarsi nella complessiva disamina di tutti gli elementi espressamente sottoposti alla sua attenzione

15/03/2017 Copertura del posto ed i sopravvenuti divieti di assunzione alla quale era assimilabile la riammissione documento protetto
La Corte di Genova ha inteso preliminarmente chiarire che esatta e non impugnata la ratio centrale della prima sentenza quella per la quale non era configurabile alcun quotdiritto soggettivo alla riammissionequot la questione devoluta era soltanto quella di scrutinare la correttezza dell'esercizio con esito negativo della discrezionalitampa' al fine di valutare la residua domanda risarcitoria della Colucelli

13/03/2017 Illegittimita' del termine apposto al contratto di lavoro documento protetto
A fondamento della decisione la Corte riteneva che i contratti stipulati con l'azienda appellante istituita con legge della Regione Sardegna n 16 del 1974 che all'epoca dei fatti era ente pubblico economico preposto ai trasporti regionali non fossero suscettibili di essere convertiti in rapporti a tempo indeterminato ostandovi da un lato il combinato disposto dell'art 5 dl n 7021978 conv con I n 31979 e dall'altro la previsione dell'art 23 I r Sardegna n 161974 e dell'art 8 I n 1531980 e sul presupposto che l'apposizione del termine fosse viziata da nullita' condannava l'azienda a risarcire i danni al lavoratore appellato in applicazione dell'art 32 I n 1832010

LEGGI LA SENTENZALAVOROCIVILE sent 6413 del 1332017Illegittimita' del termine apposto alcontratto

10/03/2017 Retribuzione da corrispondere in misura pari ad 178 della retribuzione mensile iniziale di livello documento protetto
Con l'unico articolato motivo di ricorso e' denunciata la violazione eo falsa applicazione dell'art 70 commi 1 e 3 ccnl comparto scuola del 481995

LEGGI LA SENTENZALAVOROCIVILE sent 6309 del 1032017Retribuzione da corrispondere in misurapari ad 178 della r

08/03/2017 INPS Restituzione somma versata in eccedenza a quanto dovuto documento protetto
Restituzione della somma di acircnot 3904830 corrispondente a quanto versato in eccedenza all'esito dell'operazione di conguaglio tra quanto dovuto a titolo di contributi per l'iscrizione disposta d'ufficio dall'INPS alla Gestione esercenti attivitampa' commerciali e quanto versato presso la iscrizione alla gestione separata in qualitampa' di amministratrice della societampa' Coffee Break srl

03/03/2017 Equa riparazione per l'ulteriore frazione di irragionevole durata di un giudizio in materia di lavoro documento protetto
In particolare nel postulare la non indennizzabilita' a titolo di equa riparazione della frazione di anno non superiore a sei mesi che pur abbia travalicato il termine ragionevole di durata del processo ha cosi' recepito il principio de minimis non curai' praetor elaborato dalla Corte europea dei diritti dell'uomo principio che induce a ritenere non significativa la violazione che non raggiunga una soglia minima di gravita'in maniera da stabilire un criterio oggettivo per l'apprezzamento giudiziale della relativa violazione e delle sue conseguenze cfr Cass Sez 2 Sentenza n 633 del 14012014 Cass Sez 6 2 Sentenza n 14777 del 12062013

LEGGI LA SENTENZA

03/03/2017 Conversione del rapporto a tempo indeterminato e riconosciuto il risarcimento del danno documento protetto
A fondamento della decisione la Corte riteneva che i contratti stipulati con l'azienda appellante istituita con legge della Regione Sardegna n 16 del 1974 che all'epoca dei fatti era ente pubblico economico preposto ai trasporti regionali non fossero suscettibili di essere convertiti in rapporti a tempo indeterminato ostandovi da un lato il combinato disposto dell'art 5 dl n 7021978 conv con I n 31979 e dall'altro la previsione dell'art 23 I r Sardegna n 161974 e dell'art 8 I n 1531980 e sul presupposto che l'apposizione del termine fosse viziata da nullita' condannava l'azienda a risarcire i danni al lavoratore appellato

LEGGI LA SENTENZA

01/03/2017 Tutti professori universitari ordinari di diritto amministrativo sono responsabili a vario titolo documento protetto
Il ricorso in relazione alla domanda di annullamento degli atti inerenti la procedura di abilitazione scientifica nazionale per difetto di interesse dei ricorrenti e improcedibile quella di annullamento e di nullita' degli originali provvedimenti di classificazione per essere medio tempore intervenuta una nuova classificazione adottata in esecuzione della favorevole ordinanza di sospensiva adottata dal primo Giudice

LEGGI LA SENTENZA

01/03/2017 Riserva nelle graduatorie ad esaurimento del MIUR per il conferimento delle supplenze documento protetto
Con la recente sentenza di questa Corte a Sezioni Unite n 14916 del 2016 si e'statuito che l'inesistenza della notificazione e' configurabile oltre che in caso di totale mancanza materiale dell'atto nelle sole ipotesi in cui venga posta in essere un'attivita'priva degli elementi costitutivi essenziali idonei a rendere riconoscibile quell'atto L'inesistenza non e' dunque in senso stretto un vizio dell'atto piu' grave della nullita' poiche' la dicotomia nullita'inesistenza va alla fine ricondotta alla bipartizione tra l'atto e il non atto

LEGGI LA SENTENZA

28/02/2017 Benefici previdenziali previsti dall'art 13 comma 8a' I n 2571992 documento protetto
Omessa insufficiente e contraddittoria motivazione sul punto decisivo e controverso dell'esposizione qualificata all'amianto del ricorrente 2 Il motivo nella sua complessa articolazione e' fondato La Corte territoriale ha infatti escluso il diritto vantato dal ricorrente in base ad una doppia considerazione la mancanza della certificazione Inail con la conseguente irrilevanza dell'atto di indirizzo del Ministero e l'assenza di misurazioni specifiche circa i livelli di amianto riscontrabili nell'ambiente di lavoro

LEGGI LA SENTENZA

22/02/2017 Conversione in rapporto di lavoro a tempo indeterminato del contratto a termine stipulato con ARST oggi ARST spa documento protetto
La Corte in particolare riteneva che i contratti stipulati con l'azienda appellante che all'epoca dei fatti era ente pubblico economico preposto ai trasporti regionali della Sardegna non fossero suscettibili di essere convertiti in rapporti a tempo indeterminato ostandovi da un lato il combinato disposto dell'art 5 dl n 7021978 conv con I n 31979 e dall'altro la previsione dell'art 23 I r Sardegna n 161974 e dell'art 8 I n 1531980 e sul presupposto che l'apposizione del termine fosse viziata di nullita' condannava l'azienda a risarcire i danni al lavoratore appellato in applicazione dell'art 32 I n 1832010

LEGGI LA SENTENZA

20/02/2017 Estensione ai soggetti colpiti dagli eventi alluvionali occorsi in Piemonte documento protetto
Provvedimenti agevolativi in materia di versamento di somme dovute a titolo di tributi contributi e premi

LEGGI LA SENTENZA

20/02/2017 Riconoscimento presso il nuovo soggetto datore della qualifica di lavoratore addetto ad attivita' specialistiche di commutazione analogica di tecniche numeriche e di apparati documento protetto
Inconferente il profilo della corretta applicazione delle tabelle di equiparazione in relazione alle quali era stato operato il re inquadramento presso la Societa' del personale trasferito provato l'espletamento delle mansioni corrispondenti all'inquadramento rivendicato

LEGGI LA SENTENZA

17/02/2017 l'INPS condannato a corrispondere a Maria Rosaria De Marco i ratei della pensione di inabilita' documento protetto
Il Collegio condivide la valutazione di manifesta fondatezza del motivo valutazione non inficiata dalla deduzioni difensive svolte in memoria dalla parte privata ma ritiene che ad essa debba conseguire il rinvio al giudice di secondo grado

LEGGI LA SENTENZA

17/02/2017 Declaratoria di illegittimita' del licenziamento per giusta causa intimato al primo per motivi disciplinari documento protetto
il ricorrente nel denunciare un vizio di motivazione lamenta l'incongruita' logica della valutazione operata dalla Corte territoriale in ordine alla ricorrenza nella specie dell'invocata giusta causa di recesso non avendo la Corte stessa dato rilievo alla diversita' della condotta tenuta dal ricorrente rispetto all'ipotesi avuta presente in sede valutativa della vendita non autorizzata di marche da bollo

LEGGI LA SENTENZA

13/02/2017 Sospensione cautelare facoltativa dal servizio documento protetto
La sentenza attualmente impugnata depositata il 19 aprile 2010 respinge l'appello di Guglielmo Di Febo avverso la sentenza del Tribunale di Pescara n 5772009 di rigetto dei ricorsi riuniti proposti dal Di Febo nei confronti del Ministero dell'Istruzione dell'Universit e della Ricerca scientifica d'ora in poi MIUR e dell'Ufficio scolastico regionale per l'Abruzzo Ufficio I L'aquila rispettivamente avverso il provvedimento di sospensione cautelare facoltativa dal servizio e il provvedimento disciplinare di sospensione dal servizio

LEGGI LA SENTENZA

13/02/2017 Presupposto della natura sociale del rapporto intercorso documento protetto
Riforma della pronuncia di primo grado qualificava come societario il rapporto svoltosi tra Fabio Emili e Giannantonio Baleani e dichiarava il diritto del primo di conseguire dal secondo il pagamento del 50 degli utili arretrati prodotti dalla societa' e dell'eventuale liquidazione del rapporto di agenzia BaleaniLloyd Adriatico nonche' la liquidazione della quota sociale e il risarcimento del danno per l'anticipata risoluzione del contratto provocata dal Baleani

LEGGI LA SENTENZA

09/02/2017 Illegittimita' del licenziamento disciplinare intimato al dipendente dalla datrice di lavoro documento protetto
La sentenza della Corte d'Appello di Torino n6422013 che aveva respinto l'appello della societa' diretto a far riformare la sentenza di primo grado che accogliendo le domande del Capozzi aveva dichiarato l'illegittimita' del licenziamento

LEGGI LA SENTENZA

07/02/2017 Misura interdittiva della sospensione dall'esercizio del servizio di dirigente documento protetto
La Gemini infermiera alle dipendenze dell'Ospedale di Viterbo e la Riscaldati dirigente del Centro Trasfusionale della stessa struttura erano indagate per il reato di truffa aggravata in danno dell'amministrazione di appartenenza ciascuna per l'illecita utilizzazione del proprio badge

LEGGI LA SENTENZA

06/02/2017 Accertamento della natura ritorsiva del licenziamento subito documento protetto
Disconoscimento della sottoscrizione da chi ne appare l'autore va fatta nel giudizio civile compiendo determinate formalita' mentre e' ininfluente un disconoscimento effettuato in una denunciaquerela proposta in sede penale come quella che viene qui richiamata

LEGGI LA SENTENZA

06/02/2017 Riconoscimento del diritto a rendita per i postumi derivati da un infortunio sul lavoro documento protetto
Per la cassazione di tale decisione ricorre N1urica Giuseppe affidando l'impugnazione ad un motivo con il quale denunciando vizio motivazionale si duole che la Corte territoriale abbia Ric 2013 n 01146 sez ML ud 15122016 2 erroneamente interpretato il provvedimento di riconoscimento dell'inabilita' giornaliera temporanea per l'infortunio occorso nel febbraio 2003 escludendone la valenza di riconoscimento dell'evento come infortunio sul lavoro

LEGGI LA SENTENZASESTACIVILE Ord 3018 del 322017Riconoscimento del diritto a rendita per ipostumi derivati da

01/02/2017 Valorizzazione della professionalita' potenziale di tutti i lavoratori documento protetto
La Corte osservava che il giudice dell'impugnazione esaminando la questione del demansionamento non aveva tenuto conto della riconducibilita' delle mansioni precedenti e successive ascritte alla contro ricorrente a quelle dell'area di inquadramento Area operativa e non aveva accertato se la soppressione del posto cui in precedenza era stata adibita fosse stata o meno sintomatica di una oggettiva esigenza organizzativa aziendale cosi' violando il principio enunziato

LEGGI LA SENTENZA

01/02/2017 Declaratoria di illegittimita' del licenziamento per giusta causa documento protetto
Mancata affissione del codice disciplinare dalla violazione del principio di immediatezza della contestazione dalla genericita' della contestazione per carenza di documentazione a comprova provati gli addebiti mossi e congruo anche in considerazione della rilevanza penale degli stessi il giudizio di proporzionalita' espresso dal giudice di prime cure

LEGGI LA SENTENZA

30/01/2017 Impugnazione proposta da Manuela Capo nei confronti dell' Azienda sanitaria locale della Provincia di Milano documento protetto
Il Tribunale aveva rigettato le domande di accertamento della responsabilita' contrattuale ed extracontrattuale della Azienda sanitaria locale della Provincia di Milano 2 in concorso ed in solido con Edoardo Bai e Maurizio Montanelli per i fatti vessatori descritti in atti e di condanna degli stessi al risarcimento del danno da demansionamento per euro 10992690 del danno biologico e morale per euro 100000 del danno esistenziale per euro 80000 e del danno patrimoniale e da perdita di chances e reddito per euro 19269190

LEGGI LA SENTENZA

27/01/2017 Ricorrente appartenente al personale universitario non medico ed inquadrato nella ex VIII qualifica funzionale documento protetto
La distinzione operata dal Consiglio di Amministrazione dell'Universita' tra personale laureato e personale non laureato in quanto in contrasto con la voluntas legis di cui all'art 1 della 1 n 2001974 ed all'art 31 del dPR n 7611979 e senza che potesse essere attribuita importanza all'effettivita' delle mansioni svolte che si sosteneva non poteva prescindere dal titolo di studio

LEGGI LA SENTENZA

26/01/2017 Risarcimento danni inquadramento in posizione D3 documento protetto
il Comune di Salzano aveva proceduto ad una riorganizzazione interna delle aree creando un autonomo settore alla cui direzione aveva posto il geom Carniello ha osservato che non vi era stata ne' riduzione dello stipendio ne' variazione del carattere apicale della posizione ricoperta dal funzionario mentre nessun rilievo potevano avere le circostanze addotte dall'appellante a sostegno del prospettato demansionamento

LEGGI LA SENTENZA

25/01/2017 Mansioni di dirigente quale responsabile dell'Ufficio Informatico Regionale documento protetto
La Corte territoriale ha ritenuto a Infondata la difesa dell'Istituto incentrata sulla allegazione che 4 a seguito della delibera di riorganizzazione dell'Ente n 2012001 le sedi regionali avessero subito una riduzione delle competenze informatiche con conseguente declassamento della posizione del responsabile dell'Ufficio Informatico Regionale non pia' qualificabile di natura dirigenziale

LEGGI LA SENTENZA

23/01/2017 Finanziamenti qualificati come ingiustificati documento protetto
L'azione di responsabilita' degli amministratori della societa' fallita per pagamenti preferenziali di crediti

LEGGI LA SENTENZA

23/01/2017 Sentenza di accoglimento della domanda risarcitoria documento protetto
Accoglimento della domanda risarcitoria proposta da Pisanello Pompeo nel settembre 2006 a seguito di un giudizio cautelare che lo aveva visto vittorioso

LEGGI LA SENTENZAugrave

29/12/2016 Nuova disciplina dell'ordinamento della professione forense documento protetto
La professione di avvocato e' incompatibile con qualsiasi altra attivita'di lavoro autonomo svolta continuativamente o professionalmente escluse quelle di carattere scientifico letterario artistico e culturale e con l'esercizio dell'attivita' di notaio

LEGGI LA SENTENZA

11/01/2017 Condanna al pagamento delle differenze retributive documento protetto
Illegittimita' costituzionale dell'art 58 LrSicilia n 33 del 1996 dell'art 16 comma 2 Lr Sicilia n 8 del 2000 delart 127 comma 2 LrSicilia n 2 del 2002 concernenti l'inquadramento e la retribuzione dei componenti degli uffici stampa degli enti locali

LEGGI LA SENTENZA

11/01/2017 Riforma della sentenza di primo grado del Tribunale di Palermo documento protetto
La Corte osservava come la societa' avesse adeguatamente dimostrato che la decisione di restringere l'applicazione dei criteri di scelta dei lavoratori da collocare in mobilita' a quelli soltanto in servizio presso la sede di Palermo rispetto al piu' ampio complesso aziendale che comprendeva anche le sedi di Messina e di Cosenza

LEGGI LA SENTENZA

04/01/2017 Svolgimento di mansioni superiori documento protetto
La revisione del sistema di classificazione del personale aveva fissato le corrispondenze con il precedente regime

LEGGI LA SENTENZA

04/01/2017 Violazione del contratto integrativo INPS documento protetto
L'Istituto ricorrente censura la sentenza per violazione degli artt 13 16 ed Allegato A del CCNL Comparto enti pubblici non economici 19982001 sottoscritto il 1621999 art 360 n 3 cpc violazione del contratto integrativo INPS 19982001 del 22 luglio 1999 ed attuativo del CCNL per il personale enti pubblici non economici del 1621999 art 360 n 3 cpc violazione degli artt 1362 e segg cc con riferimento all'art 18 CCNI INPS per l'anno 2003 sottoscritto il 5 novembre 2003 art 360 n 3 cpc vizio di motivazione su un punto controverso e decisivo per il giudizio art 360 n 5 cpc 11

LEGGI LA SENTENZALavoro Civile sent 64 del 412017Violazione del contratto integrativo INPS

03/01/2017 Acquisizione dei canoni di locazione documento protetto
In opposizione a cartella esattoriale e dichiarato che lo stesso non fosse tenuto all'iscrizione alla Gestione esercenti attivita' commerciali La Corte in particolare riteneva che come accertato in una precedente causa tra le stesse parti non fosse presente il presupposto per l'iscrizione dell'appellato nella gestione commercianti dal momento che l'unica attivita' svolta da FUTURA sas di Vittore Oreste

LEGGI LA SENTENZA

30/12/2016 Illegittimo il licenziamento documento protetto
La Corte d'appello nel confermare la pronuncia di primo grado ha ritenuto che non vi fosse proporzionalita' tra la sanzione adottata e la mancanza commessa considerato che la societa' ben conosceva il lavoratore in forza dei rapporti di lavoro con lui intercorsi

LEGGI LA SENTENZASENTENZA sulricorso 163212014 proposto da AUTOSTRADE PER L'ITALIA SPA CF03970540963

27/12/2016 Progettazione e direzione di lavori documento protetto
Pagamento dell'importo di u20AC 59277971 oltre accessori a titolo di onorari spettanti per l'attivit professionale svolta in relazione all'incarico di progettazione e direzione di lavori conferito al ricorrente dall'ente territoriale con atto pubblico dell'821999

LEGGI LA SENTENZA

23/12/2016 Provvedimento dell'Agenzia del Territorio dopo lavvenuto frazionamento documento protetto
Attivitampa' provvedimentale dell'Agenzia del Territorio che dopo aver frazionato d'ufficio la particella n 95 nelle particelle numeri 95 e 1356 sub 1 e sub 2 comunicava il cambio di intestazione catastale da privato a demanio pubblico della Stato Ramo Marina Mercantile dell'unitampa' immobiliare corrispondente alla particella n 1356 sub 2

20/12/2016 Risarcimento del danno documento protetto
la Corte d'appello di Roma ha rigettato il gravame dell'Agenzia delle Dogane e Monopoli di Stato Secondo i giudici di merito versandosi in tema di domanda di risarcimento del danno per perdita del superiore trattamento retributivo determinato dall'essere stata riconosciuta la VIII qualifica funzionale solo a partire dal 6 febbraio 2004 epoca di inserimento della Clementi nella graduatoria anzicha' dal 2 settembre 1996 la giurisdizione spetta al giudice ordinario avuto riguardo al momento in cui a' cessata la permanenza dell'illecito contrattuale

LEGGI LA SENTENZABANMNERXSez Unite Civili Sent N 26276 del 20122016Risarcimento del dannolaCorte d'appello di Rom

07/12/2016 Maggior reddito imponibile a carico della contribuente sul presupposto che l'associazione svolgesse una vera e propria attivita' d'impresa documento protetto
La CTR in particolare rilevava che l'Ufficio non aveva dimostrato i requisiti dell'attivita' d'impresa e che le sponsorizzazioni e pubblicita' effettuate dalla G

Leggi la Sentenza

02/12/2016 Rogito notarile tariffe non conformi ai minimi documento protetto
la maggior parte degli atti fuori sede di questi atti alcuni anche in giorni in cui avrebbe dovuto assicurare la presenza obbligatoria in sede La Commissione Regionale di Disciplina 'a' COREDI 'a' della Puglia l'ha dichiarata responsabile della violazione degli artt 26 e 147 della legge notarile e dell'art 6 del Codice Deontologico e dell'art 147 lett C della legge notarile

Leggi la Sentenza

03/12/2016 Provvedimento sanzionatorio inflitto dal Direttorio della Banca d'Italia documento protetto
superamento dei limiti dimensionali richiesti dalla normativa applicabile ratione temporis DM del 1996 che anche l'acquisto di crediti era una attivit

Leggi la Sentenza

02/12/2016 Pagamento di crediti retributivi documento protetto
Contratto atipico di cointeressenza attraverso il quale i due medici si sarebbero in sostanza ripartiti gli ex assistiti dal SSN un tempo curati dal dott Rispo con il quale in passato aveva collaborato lo stesso dott Pellegrino

Leggi la Sentenza

01/12/2016 Illegittimita' del contratto Collettivo Nazionale Integrativo documento protetto
il discrimine temporale in contestazione doveva considerarsi posto dal CCNI ragionevolmente e legittimamente onde non poteva esserne valutato in sede giurisdizionale il merito tanto pia' che non si comprendeva quali fossero i diversi criteri temporali che secondo gli appellanti avrebbero dovuto essere applicati

Leggi la Sentenza

23/11/2016 Professionista ingegnere Compensi erogati a terzi documento protetto
dato il giusto rilievo ai compensi erogati a terzi per prestazioni afferenti l'attivit professionale svolta dal contribuente ingegnere indici del presupposto impositivo dell'autonoma organizzazione e per non aver applicato il principio per cui grava sul contribuente l'onere della prova dell'assenza del requisito medesimo 2 11 controricorrente eccepisce preliminarmente l'inammissibilit del ricorso per tardivit ex art 325 cpc

LEGGI LA SENTENZA

22/11/2016 Licenziamento senza preavviso documento protetto
la convenuta eccepiva l'intervenuta decadenza dall'impugnazione del provvedimento espulsivo ex art6 160466 per essere stato depositato il ricorso giudiziale il 1611 ma notificato il 31011 oltre il termine di 60 giorni dal licenziamento previsto dalla richiamata disposizione

20/09/2016 Avvocati sanzioni disciplinari documento protetto
La L 31 dicembre 2012 n 247 articolo 65 comma 5 nel prevedere con riferimento alla nuova disciplina dell'ordinamento della professione forense che le norme contenute nel nuovo codice deontologico si applicano anche ai procedimenti disciplinari in corso al momento della sua entrata in vigore se piu' favorevoli per l'incolpato riguarda esclusivamente la successione nel tempo delle norme del previgente e del nuovo codice deontologico

ilnuovo e piu' mite regime della prescrizione di cui alla L n 247 del 2012 non si applica ai procedimenti in corso giacche' il principio di retroattivita' della lex mitior non riguarda il termine di prescrizionema solo la fattispecie incriminatrice e la pena LEGGI LA SENTENZA

20/09/2016 Lavoro Legittima aspettativa documento protetto
Sul reato di lesioni colpose aggravato dalla violazione della normativa antinfortunistica in danno del lavoratore che durante i lavori di muratura e posa di una trave di legno all'interno di un edificio privo di copertura precipitava per circa 6 metri riportando gravo lesioni

il datore di lavoro quotin colpaquot non puograve invocare la quotlegittima aspettativaquot riposta nella doverosa diligenza del lavoratore giacche' questa non rileva allorche' chi la invoca versi in re illecita per non avere per negligenza impedito l'evento lesivo che e' conseguito dall'avere l'infortunato operato sul luogo di lavoro in condizioni di pe

06/09/2016 Pubblico impiego furbetti badge e truffe
La falsa attestazione del dipendente che circa la presenza in ufficio integra il reato di truffa aggravata ove il pubblico dipendente si allontani senza far risultare mediante timbratura del cartellino o della scheda magnetica i periodi di assenza sempre che siano da considerare economicamente apprezzabili

in tema di licenziamento per giusta causa o per giustificato motivoe salve ulteriori ipotesi previste dal contratto collettivo si applica comunque la sanzione disciplinar del licenziamento nei seguenti casia falsa attestazione dellapresenza in servizio b

30/11/2011 Licenziamento e gravidanza documento protetto
La lavoratrice in stato di gravidanza non puo' essere licenziata e se il provvedimento espulsivo cio' malgrado le viene intimato e' nullo

era certa la conoscenza da parte del datore di lavoro dello stato di gravidanza della dipendente circostanza per la quale il licenziamento intimato inperiodo di gestazione e senza giusta causa deve ritenersi nulloLEGGI LA SENTENZACorte di Cassazione sez LavorOSentenza del 26 gennaio 2012 n 1089Presidente Vidiri

12/09/2016 icenziamento per mancato superamento del periodo di prova documento protetto
La causa del patto di prova e' quella di tutelare l'interesse di entrambe le parti del rapporto a sperimentarne la convenienza sicche' detta causa risulta insussistente ove la verifica sia gia' intervenuta con esito positivo per le medesime mansioni in virtu' di prestazione resa dal lavoratore per un congruo lasso di tempo a favore dello stesso datore di lavoro

l'allegazione di una errata ricostruzione della fattispecie concreta a mezzo delle risultanze di causa e' esterna all'esatta interpretazione della norma ed inerisce alla tipica valutazione del giudice di merito la cui censura e' possibile in sede di legittimita' sotto l'aspetto del vizio di motivazione nel rispetto della disciplina applicabile ration

16/08/2016 Avvocato condannato per truffa ai danni del proprio assistito documento protetto
Niente applicazione dell'articolo 131bis per chi lucra sulla parcella All'avvocato che fa pagare al cliente una parcella per un'attivita' mai svolta non puo' essere applicata la particolare tenuita' del fatto neppure se la somma lucrata e' minima e il legale e' incensurato A rendere impossibile l'applicazione dell'articolo 131bis del Codice penale e' la lesione al vincolo di fiducia che lega l'assistito al proprio difensore

Il legale aveva chiesto e ottenuto una somma per una denuncia che affermava di aver depositato in Procura per poi ritirarla in un secondo momento Circostanza che in realta' non si era verificata la denuncia non era mai stata fatta e ovviamente mai ritirataIl ricorrente ha tentato di giocarsi la

20/01/2014 Festivita' civili Retribuzione documento protetto
Nel caso in esame l'inapplicabilita' dell'art 5 L n 2601949 ai rapporti di lavoro pubblico comportava inevitabilmente il rigetto delle domande dei lavoratori ritenendo infondata la pretesa di ottenere il compenso relativo a festivita' coincise con la domenica

La Corte costituzionale ha affermato che nel caso in cui si profili un contrasto tra una norma interna e una norma della CEDU che deve essere applicata nel significato attribuito dalla Corte EDU cfr citate sentenze n 113 e n 1 del 2011 il giudice nazionale comune deve preventivamente verificare la praticabilita' di un'interpretazione della prima conforme alla norma conve

23/08/2016 Tentato omicidio dovere di integrita' morale del pubblico dipendente documento protetto
Il delitto passionale determina l'inidoneita' del lavoratore alla prosecuzione del rapporto di lavoro

il reato commesso aveva fatto emergere la violazione di tali valori oltre che l'incapacita' del soggetto di frenare i propri impulsi e di controllarsi elemento anch'esso atto a giustificare il venir meno dei vincolo fiduciarioLEGGI LA SENTENZASuprema Corte di Cassazione sez lavoroSentenza del

23/08/2016 Pubblico impiego licenziamento assenteismo documento protetto
Legittimo il licenziamento del dipendente scolastico che altera il registro online delle presenze facendo figurare di aver lavorato un giorno in cui l'istituto era chiuso

Secondo i giudici invece l'alterazione del registro presenze ha raggiunto lo scopo di ottenere la retribuzione di una giornata di lavoro non prestato e indipendentemente dalla motivazione tale comportamento non e' giustificabile non potendo il lavoratore farsi rag

14/07/2016 Disabili Buoni pasto documento protetto
Sul diritto per i lavoratori disabili a beneficiare dei buoni pasto un'agevolazione di carattere assistenziale che nell'ambito dell'organizzazione dell'ambiente di lavoro e' diretta a conciliare le esigenze di servizio con le esigenze quotidiane del dipendente al fine di garantire allo stesso il benessere fisico necessario per proseguire l'attivita' lavorativa

Il ricorrente infatti ha sempre precisato di essere stato costretto a restituire i buoni pasto ricevuti perche' non venivano accettati ne' dallamensa interna ne' da alcun esercizio commerciale sito nelle immediate vicinanze dell'Ufficio o comunque raggiungibile da parte dell'interessato che essendo una persona non vedente svolgente mansioni di centr

11/05/2016 Avvocati Funzioni pubblicistiche extra documento protetto
Qualora un avvocato esplichi funzioni pubblicistiche quale quella di componente della commissione giudicatrice di appalti avra' diritto a un compenso per il quale non saranno applicabili le tariffe professionali forensi

il compenso all'avvocato per la sua attivita' di componente della commissione giudicatrice dell'appalto concorso deve essere liquidato non gia' applicando le tariffe professionali forensi bensigrave secondo la misura stabilita dall'assessore regionale per i lavori pubblici al quale spetta pr

19/05/2016 Reato di abuso di ufficio documento protetto
Commette abuso d'ufficio il direttore generale di un Comune che esprime una valutazione negativa della professionalita' di un proprio sottoposto al fine di bloccargli la progressione economica

La prova del dolo intenzionale del delitto di abuso d'ufficio deve essere ricavata da elementi ulteriori rispetto al comportamento non iure osservato dall'agente che evidenzino la effettiva ratio ispiratrice del comportamento dell'agente senza che al riguardo possa rilevare la compresenza di una finalita' pubblicistica sal

02/08/2016 Il parere di congruita' sulla parcella del professionista documento protetto
Il cliente del professionista non puo' chiedere all'Ordine i danni a suo avviso provocati con il parere sulla congruita' delle parcelle applicate se questo non ha alcun nesso con il decreto ingiuntivo emesso nei suoi confronti

respinto il ricorso di una societa' contro l'Ordine degli ingegneri territoriale accusato di non essersi dotato di un regolamento interno per mettere nero su bianco dei criteri in base ai quali valutare la correttezza o meno delle parcelle professionali applicate dagli iscritt

31/07/2012 Requisiti per l'esercizio della professione di guida turistica DIA documento protetto
Nel caso in esame con l'ordinanzaingiunzione impugnata dal ricorrente e' stato contestato al medesimo di avere esercitato l'attivita' di guida turistica senza avere effettuato la denuncia di inizio attivita' non e' controverso che il ricorrente cittadino tedesco espletava l'attivita' di guida turistica nel mentre accompagnava in Firenze in Piazza della Signoria dei turisti tedeschi in visita nell'ambito di un viaggio organizzato in Italia da una agenzia tedesca

la norma della Regione Toscana e' evidentemente diretta a disciplinare l'attivita' che sia esercitata dalle guide turistiche nel territorio della Regione in modo stabile richiedendo fra l'altro per i soggetti non residenti la elezione di domicilio in un Comune della Toscana LEGGI LA SENTENZA

04/05/2010 Avvocati procedimenti disciplinari documento protetto
Nei procedimenti disciplinari relativi agli avvocati si devono seguire quanto alla procedura le norme particolari che per ogni singolo istituto sono dettate dalla legge professionale e in mancanza quelle del codice di procedura civile mentre le norme del codice di procedura penale si applicano soltanto nelle ipotesi in cui la legge professionale faccia espresso rinvio ad esse ovvero allorche' sorga la necessita' di applicare istituti che hanno il loro regolamento esclusivamente nel codice di procedura penale

nel caso dell'azione disciplinare a carico di un avvocato esercitata per fatti costituenti reato per i quali sia iniziata l'azione penale laprescrizione decorre dal passaggio in giudicato della sentenza penale che nella specie si e' verificato in data successiva all'inizio del procedimento disciplinareLEGGI LA SENTENZA

03/06/2014 Lavoro ritenute previdenziali crediti documento protetto
La liquidazione del credito spettante al lavoratore per differenze retributive deve essere effettuato al lordo sia delle ritenute fiscali sia di quella parte delle ritenute gravanti sul lavoratore

l'accertamento e la liquidazione del credito spettante al lavoratore per differenze retributive devono essere effettuati al lordo sia delle ritenute fiscali sia di quella parte delle ritenute gravanti sul lavoratore Ed infatti quanto a queste ultime al datore di lavoro e' consentito procedere alle ritenute previdenziali a carico del lavoratoresolo nel caso di tempestivo pagamen

11/05/2016 Licenziamento per giusta causa Insubordinazione documento protetto
La critica rivolta ai superiori con modalita' esorbitanti dall'obbligo di correttezza formale dei toni e dei contenuti oltre a contravvenire alle esigenze di tutela della persona umana di cui all'art 2 Cost puo' essere di per se' suscettibile di arrecare pregiudizio all'organizzazione aziendale dal momento che l'efficienza di quest'ultima riposa in ultima analisi sull'autorevolezza di cui godono i suoi dirigenti e quadri intermedi e tale autorevolezza non puo' non risentire un pregiudizio allorche' il lavoratore con toni ingiuriosi attribuisca loro qualita' manifestamente disonorevoli

ipotesi di giusta causa di recesso soltanto condotte non solo verbalmente ma anche fisicamente aggressive la quotgiusta causaquot di licenziamento e' nozione legale e il giudice non puograve ritenersi vincolato dalle previsioni dettate al riguardo dal contratto collettivo potendo edovendo ritenere la sussistenza della giusta causa per un grave inadempimento o per un gr

00/00/0000 Lavoro sulla nozione di infortunio in occasione di lavoro documento protetto
Sull'indennizzabilita' del risarcimento del danno subito dal lavoratore in dipendenza di infortunio verificatosi in occasione di lavoro

ai fini dell'indennizzabilita' dell'infortunio subito dall'assicurato per quotoccasione di lavoroquot devono intendersi tutte le condizioni comprese quelle ambientali e socio economiche in cui l'attivita' lavorativa si svolge e nelle quali e' insito un rischio di danno per il lavoratore indipendentemente dal fatto che tale danno provenga dall'apparato produ

20/07/2016 Lavoro nero Maxi sanzioni documento protetto
Sanzioni amministrative non vige il principio di retroattivita' della legge successiva piu' favorevole

alla luce della giurisprudenza della Corte europea anche la maxisanzione per il lavoro nero deve qualificarsi come penale Infatti la disposizione che la prevede oltre ad essere rivolta alla generalit dei consociati perseguirebbe uno scopo non meramente risarcitorio ma repressivo e preventivo rispetto al fenomeno del lavoronero in chiave di protezione de

16/01/2014 Consulente tecnico di ufficio Indennita' di posizione
Sul diritto al risarcimento del danno commisurato all'indennita' in parola avendo il dipendente fornito la prova dell'illegittimo comportamento datoriale e della consequenziale perdita della indennita' di posizione collegata alla titolarita' dell'incarico rivendicato

il principio per cui in sede di giudizio di legittimita' non possono essere prospettati temi nuovi di dibattito non tempestivamente affrontati nelle precedenti fasi trova applicazione anche in riferimento alle contestazioni mosse alle conclusioni del consulente tecnico di ufficio e per esse alla sentenza che le abbia recepite nella motivazione che sono ammissibili in sede d

09/06/2016 Pubblico impiego applicato l'art 18 documento protetto
Il licenziamento dei dipendenti della Pubblica amministrazione non e' disciplinato dalla legge Fornero ma dalle norme contenute nell'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori

nel rendere applicabili le disposizioni dello Statuto e quindi l'art 18 a tutte le amministrazioni pubbliche a prescindere dal numero dei dipendenti ha voluto escludere in ogni caso pur in un contesto di tendenziale armonizzazione fra impiego pubblico e privato una tutela diversa da quella reale nell'ipotesi di licenziamento illegittimo ancheper quelle amministrazioni pur numer

06/04/2016 Attivita' commerciale abusiva Scommesse documento protetto
Costituisce ius receptum che l'attivita' legata alle scommesse lecite e' soggetta a concessione rilasciata dalla Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato AAMS e una volta ottenuta tale autorizzazione deve essere rilasciata la licenza di pubblica Sicurezza di cui all'art 88 del TULPS con la conseguenza che il reato di cui alla L 13 dicembre 1989 n 401 art 4 comma 4 bis svolgimento di attivita' organizzata per la accettazione e raccolta anche per via telefonica e telematica di scommesse o per favorire tali condotte risulta integrato da qualsiasi attivita' comunque organizzata attraverso la quale si eserciti in assenza di concessione autorizzazione o licenza ai sensi del RD 18 giugno 1931 n 773 art 88 una funzione intermediatrice in favore di un gestore di scommesse a nulla rilevando l'esistenza di abilitazione in capo al gestore stesso

non integra il reato di cui alla L n 401 del 1989 art 4 la raccoltadi scommesse in assenza di licenza di pubblica sicurezza da parte di soggetto che operi in Italia per conto di operatore straniero cui la licenza sia stata negata per illegittima esclusione dai bandi di gara eo mancata partecipazione a causa della non conformita' nell'interpretazione della Corte di giustizia C

03/03/2016 Mobbing responsabilita' risarcitoria del datore documento protetto
Nell'ipotesi in cui il lavoratore chieda il risarcimento del danno patito alla propria integrita' psicofisica in conseguenza di una pluralita' di comportamenti del datore di lavoro e dei colleghi di lavoro di natura asseritamente vessatoria il giudice del merito e' tenuto a valutare se i comportamenti denunciati possano essere considerati vessatori e mortificanti per il lavoratore e come tali siano ascrivibili a responsabilita' del datore di lavoro che possa essere chiamato a risponderne nei limiti dei danni a lui imputabili

in quanto la responsabilita' del datore di lavoro va inquadrata nell'ambito applicativo dell'art 2087 cc e ricollegata alla violazione degli obblighi di comportamento imposti da norme di legge o suggeriti dalle conoscenze sperimentali o tecniche del momentoLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZ LAVORO

08/04/2016 Pubblico impiego documento protetto
Le controversie relative a questioni attinenti al periodo del rapporto di lavoro anteriore al 30 giugno 1998 restano attribuite alla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo solo qualora siano state proposte a pena di decadenza entro il 15 settembre 2000

non e' in contraddizione con il carattere di imprescrittibilita' della pensione il fatto che vicende volte a determinare i presupposti di consistenza quantitativa si svolgano entro limiti temporali come pure il principio secondo cui ogni diritto anche costituzionalmente garantito puograve essere dalla legge regolato e sottoposto a limitazioni mentre il termine di decaden

10/05/2016 Lavoro accertamento subordinazione emendatio libelli documento protetto
I rapporti di collaborazione coordinata e continuativa prevalentemente personale e senza vincolo di subordinazione di cui all'art 409 cpc n 3 devono essere riconducibili a uno o piu' progetti specifici o programmi di lavoro o fasi di esso determinati dal committente e gestiti autonomamente dal collaboratore in funzione del risultato nel rispetto del coordinamento con la organizzazione del committente e indipendentemente dal tempo impiegato per l'esecuzione della attivita' lavorativa

l'apparato sanzionatorio previsto dal DLgs n 276 del 2003 art 69 ai commi 12 disciplina due distinte ipotesi la prima ricorre allorche' un rapporto di collaborazione coordinata e continuativavenga instaurato senza l'individuazione di uno specifico progetto programma di lavoro o fase di esso la seconda si verifica qualora vengaaccertato dal giudice che il rapporto instaura

09/05/2016 Pensione supplementare Requisiti anagrafici documento protetto
Respinta la domanda per ottenere la pensione supplementare nella gestione separata per il mancato compimento dei 65 anni di eta' richiesti dalla L n 247 del 2007 che aveva innalzato a 65 anni il requisito anagrafico per il conseguimento della pensione di vecchiaia

Rispetto al trattamento pensionistico principale la pensione supplementare costituisce un beneficio autonomo sia quanto a decorrenza che a modalita' di computo anche con riferimento agli aumenti per i familiariLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZ LAVOROSentenza 9 maggio 2016 n 9293

03/05/2016 Pensioni ricongiunzione dei periodi assicurativi documento protetto
Affinche' la ricongiunzione possa operare e' necessario che il lavoratore sia titolare di contribuzione in almeno due gestioni pensionistiche differenti non potendo diversamente immaginarsi in relazione a cosa opererebbe la ricongiunzione

la disposizione contenuta nella L n 29 del 1979 art 2 attribuisce al lavoratore la facolta' di richiedere in qualsiasi momento la ricongiunzione presso la gestione in cui risulti iscritto all'atto della domanda ovvero presso una gestione nella quale possa far valere almeno otto anni di contribuzione versata in costanza di effettiva attivita' lavorativa

23/06/2016 Commercialista responsabilita' professionale violazione del dovere di diligenza documento protetto
Il caso in esame verte sull'obbligo del commercialista di informare il cliente dell'esistenza del rimedio del ricorso per cassazione nonche' dei termini e delle modalita' per la sua proposizione inclusa l'informazione della necessita' di rivolgersi ad un avvocato abilitato a difendere dinanzi alle giurisdizioni superiori trattandosi di circostanze ne' di pubblico dominio ne' nella conoscenza del cliente medesimo considerato che svolgeva l'attivita' lavorativa di orologiaio

La responsabilita' del dottore commercialista presuppone la violazione del dovere di diligenza media esigibile ai sensi dell'art 1176 cc comma 2 e art 2236 cc tenuto conto della natura e della portata dell'incarico conferitoLEGGI LA SENTENZASUPREMA

13/06/2016 Licenziamento collettivo Mancanza di comunicazione documento protetto
Qualora il licenziamento sia intimato senza l'osservanza della forma scritta si applica il regime sanzionatorio di cui alla L 20 maggio 1970 n 300 art 18 comma 1 e successive modificazioni In caso di violazione delle procedure richiamate all'art 4 comma 12 si applica il regime di cui al terzo periodo del predetto art 18 comma 7 In caso di violazione dei criteri di scelta previsti dal comma 1 si applica il regime di cui al medesimo art 18 comma 4 Ai fini dell'impugnazione del licenziamento si applicano le disposizioni di cui alla L 15 luglio 1966 n 604 art 6 e successive modificazioni

l'incompletezza della comunicazione di cui al comma 9 costituisce quotviolazione delle procedurequot previste dalla L n 223 del 1991 art 4 dando luogo al quotregime di cui al terzo periodo del settimo comma del predetto art 18quot e quindi alla tutela indennitaria tra 12 e 24 mensilita'LEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE

26/08/2015 Impiegati pubblici Illeciti disciplinari documento protetto
Per gli illeciti disciplinari di maggiore gravita imputabili al pubblico impiegato come quelli che comportano il licenziamento l'art 55 bis contiene due previsioni con la prima comma 3 e' imposto al dirigente C3 della struttura amministrativa in cui presta servizio l'impiegato la trasmissione degli atti all'ufficio disciplinare entro cinque giorni dalla notizia del fatto con la seconda comma 4 si prescrive all'ufficio disciplinare la contestazione dell'addebito al dipendente con l'applicazione di un termine pari al doppio di quello stabilito nel comma 2 ossia quaranta giorni

Il termine di cinque giorni ha scopo sollecitatorio onde la sanzione disciplinare e' illegittima se la trasmissione degli atti al dirigente venga ritardata in misura tale da rendere troppo difficile l'esercizio del diritto di difesa spettante all'incolpato ossia da rendere tardiva la contestazione dell'illecitoLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI C

27/04/2016 Soppressione di enti pubblici documento protetto
Tutti i rapporti giuridici che facevano capo all'ente soppresso passano al subentrante

in tema di soppressione di enti pubblici al quale va dato continuita' il fenomeno successorio si attua In maniera diversa a seconda che la legge o l'atto amministrativo che hanno disposto la soppressione abbiano considerato il permanere delle finalita' dell'ente soppresso ed il loro trasferimento ad altro ente unitamente al passaggio sia pure parziale delle strutture e d

26/04/2016 Lavoro handicap licenziamento illegittimo documento protetto
Nel caso in esame il licenziamento e' stato intimato al lavoratore sulla base della contestazione di avere appreso l'ente datore in ritardo rispetto all'accertamento il riconoscimento al proprio dipendente dello status di invalido civile in quanto non vedente

il ricorrente deduce violazione e falsa applicazione dell'art 2697 cc L n 300 del 1970 art 15 L n 108 del 1990 art 3 e vizio di motivazione in relazione all'art 360 cpc comma 1 nn 3 e 5 per il mancato riconoscimento della natura discriminatoria del licenziamentoin difetto di prova della non proficuita' della prestazione lavorativa di cui ravvisata la condizi

19/02/2016 Avvocati offese in atti processuali documento protetto
Sul risarcimento per danni da espressioni offensive contenute negli atti di un processo

il difensore della parte e' passivamente legittimato a titolo personale nell'azione per danni da espressioni offensive contenute negli atti di un processo proposta davanti ad un giudice diverso da quello che ha definito quest'ultimo ove sia prospettata una specifica responsabilita' del difensore stesso o non sia piugrave possibile agire ai sensi dell'art 89 cp

29/01/2016 Sui diritti e le indennita' spettanti agli avvocati per le prestazioni giudiziali documento protetto
Anche in caso di variazione dei parametri retributivi una prestazione unitaria deve essere remunerata secondo un unico criterio e laddove devono liquidarsi onorari maturati all'esito di cause durante le quali si siano succedute diverse tariffe professionali cio' che rileva e' la tariffa vigente al momento in cui la prestazione professionale si e' esaurita

La retribuzione proporzionata al lavoro prestato dal difensore dovrebbe identificarsi mediante le tariffe professionali vigenti al momento dellaprestazione e d'altra parte ed ancora l'applicazione retroattiva della riduzione di un terzo implicherebbe disuguaglianze non giustificate di trattamento riguardo a situazioni in tutto analogheLEGGI LA SENTENZA

20/04/2016 Artigiani e Previdenza omesso versamento INPS documento protetto
Nel caso in esame non aveva dimostrato di aver pagato i contributi dovuti in qualita' di lavoratore autonomo talche' l'assenza di copertura assicurativa era addebitabile al suo inadempimento

non e' consentito invocare l'esercizio dei poteri coercitivi da parte dell'Inpsal solo fine di pretendere ex post il godimento degli effetti di una contribuzione che non risulta essere stata versataLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZ

08/06/2016 Abuso di relazioni di prestazioni d'opera Aggravante documento protetto
La circostanza aggravante in parola comprende le ipotesi di prestazione d'opera intesa in senso lato ovvero le situazioni caratterizzate da un obbligo di facere implicante relazione fiduciaria tra il soggettivo attivo e il soggetto passivo

cio' che rileva ai fini della sussistenza della circostanza in parola e' l'abuso della relazione fiduciaria da parte dell'autore il quale approfitta di una situazione di minore attenzione della vittima determinata proprio dall'affidamento che questa ripone nell'obbligo dell'altro per commettere un reato a suo dannoLEGGI LA SENTENZA

21/03/2013 Infortunio sul lavoro risarcibilita' danno non patrimoniale per la convivente documento protetto
La relazione con OMISSIS era gia' all'epoca del sinistro connotata da stabilita' e mutua assistenza morale e materiale e l'evento non aveva fatto che rafforzare tale rapporto tanto che successivamente i ricorrenti si erano decisi a contrarre matrimonio Sostiene che la natura della relazione era stata correttamente definita dagli odierni ricorrenti tanto e' vero che il risarcimento era stato chiesto dalla OMISSIS in proprio per i danni patiti in via diretta per effetto dello sconvolgimento subito nella sua vita a seguito dell'incidente e che anzi il successivo matrimonio avrebbe comprovato la continuita' e la stabilita' di detta relazione

ai prossimi congiunti di persona che abbia subito lesioni personali seriamente invalidanti a causa del fatto illecito altrui spetta anche il risarcimento del danno morale concretamente accertato in relazione aduna particolare situazione affettiva con la vittima non essendo ostativo il disposto dell'art 1223 cod civ in quanto anche tale danno trova causa immediata e diretta nel fatt

12/04/2016 Previdenza Sgravio contributivo documento protetto
Il beneficio della riduzione degli oneri contributivi previsto dalla L n 183 del 1976 art 14 per i lavoratori nuovi assunti spetta anche per i lavoratori assunti con contratto di formazione e lavoro in aggiunta alla riduzione prevista dalla legge per tali contratti atteso che da un lato le norme che prevedono per i suddetti lavoratori il pagamento di aliquote contributive ridotte non prevedono parimenti alcuna esclusione del beneficio degli sgravi e dall'altro non puo' configurarsi alcuna incompatibilita' fra le due normative essendo finalizzata la normativa sugli sgravi all'incremento occupazionale mediante il sostegno economico delle imprese mentre quella sui contratti di formazione e lavoro ha lo scopo di favorire l'occupazione dei giovani e di migliorare la qualificazione professionale dei lavoratori

il beneficio dello sgravio contributivo di cui alla L n 183 del 1976 art 14 e successivamente al DPR n 218 del 1978 art 59 comma 9spetta anche per i lavoratori assunti con contratti di formazione e lavoro stipulati prima della data ivi fissata e convertiti in rapporto di lavoro a tempo indeterminato successivamente a tale data cosigrave come previsto in materia di sgravi

11/04/2016 Contributi previdenziali dovuti all'Istituto nazionale di previdenza dei giornalisti italiani documento protetto
Pur dovendosi ammettere che il giornalista ha l'obbligo di contribuire alla gestione separata dell'Istituto nazionale di previdenza dei giornalisti italiani INPGI se e' iscritto nell'elenco dei pubblicisti e svolge attivita' giornalistica libero professionale anche se questa abbia carattere occasionale e non abituale non risulta contraddittoria la sentenza impugnata laddove ha ritenuto in sintonia con quanto affermato dal Tribunale che il versamento teoricamente non dovuto da parte della societa' editrice della contribuzione dovuta all'INPGI per il giornalista autonomo non trasformi per cio' solo la natura dell'attivita' svolta in attivita' giornalistica

assume rilievo decisivo l'accertamento della natura non giornalistica dell'attivita' svolta natura che non puograve mutare per il solo erroneo versamento da parte del datore di lavoro di contribuzione alla gestione separata INPGILEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZ LAVOROSentenza

11/05/2016 Avvocati compensi funzione pubblicistiche documento protetto
Qualora un avvocato esplichi funzioni pubblicistiche quale quella di componente della commissione giudicatrice di appalti avra' diritto a un compenso per il quale non saranno applicabili le tariffe professionali forensi

le tariffe professionali degli avvocati sono applicabili solo per quelle attivita' tecniche o comunque collegate con prestazioni di carattere tecnico che siano considerate nella tariffa oggettivamente proprie della professione legale in quanto specificamente riferite alla consulenza o assiste

16/05/2016 Avvocati e onorari documento protetto
Nel caso in cui ci fosse cumulo tra una domanda di valore determinato e un'altra di valore indeterminabile verra' applicato lo scaglione tariffario piu' favorevole all'avvocato

quella dell'avvocato in questo caso e' una prestazione d'ordine intellettuale che non va confusa con l'attivita' meramente materiale con la quale i documenti sono messi a disposizione del professionista Tale attivita' si inserisce tra l'attivita' di studio della controversia e quella

06/11/2014 Imprese familiari e societa' Incompatibilita' documento protetto
Irriducibile ad una qualsiasi tipologia societaria e' la disciplina patrimoniale concernente la partecipazione del familiare agli utili ed ai beni acquistati con essi nonche' agli incrementi dell'azienda anche in ordine all'avviamento in proporzione alla quantita' e qualita' del lavoro prestato anche al di fuori dell'impresa e non quindi in proporzione alla quota di partecipazione

l'istituto dell'impresa familiare introdotto con la riforma del dirittodi famiglia L 19 maggio 1975 n 151 art 89 in chiusura di regolamentazione del regime patrimoniale della famiglia abbia natura residuale rispetto ad ogni altro rapporto negoziale eventualmente configurabile come si evince dallo stesso incipit dell'art 230 bis cod civ a norma quotsalvo che sia configur

05/04/2016 Lavoro licenziamento discriminatorio documento protetto
Discriminatorio il licenziamento comunicato alla lavoratrice prima dell'impianto nell'utero degli ovuli fecondati in vitro ove sia dimostrato che detto licenziamento e' stato essenzialmente determinato dalla peculiare condizione in cui ella versava o dalla sua futura maternita'

il licenziamento di una lavoratrice a causa essenzialmente del fatto cheessa si sottoponga a questa fase importante di un trattamento di fecondazione in vitro costituisce una discriminazione diretta fondata sul sessoLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE CIVILE

09/06/2016 Licenziamento impiegati statali documento protetto
No alla Legge Fornero si' allo Statuto dei lavoratori ai rapporti di lavoro disciplinati dal dlgs 3032001 n165 art 2 non si applicano le modifiche apportate dalla legge 2862012 n92 all'art18 della legge 2051970 n300

sino al successivo intervento normativo di armonizzazione non si estendono ai dipendenti delle pubbliche amministrazioni e modifiche apportate all'art 18 dello Statuto con la conseguenza che la tutela dariconoscere a detti dipendenti in caso di licenziamento illegittimo resta quella assicurata dalla previgente formulazione della norma Corte di Cassazione Civ

19/04/2016 Lavoro contratto collettivo sanzione disciplinare
La richiesta del lavoratore di costituzione del collegio di conciliazione ed arbitrato in relazione alle sanzioni irrogate per quelle mancanze non preclude al giudice di tener conto in sede di verifica della legittimita' del recesso del datore di lavoro delle sanzioni predette

il giudice di secondo grado ha ritenuto correttamente la gravita' dei comportamenti del lavoratore giudicandoli tali da giustificare la sanzione massima del licenziamento contraddittoriamente escludendo la sussistenza della giusta causa sulla scorta della sola mancanza di reazione immediata da parte datorialeLEGGI LA SENTENZA

27/04/2016 Lavoro autonomo o subordinato Qualificazione documento protetto
Ai fini della qualificazione di un rapporto di lavoro come autonomo o subordinato occorre far riferimento ai dati fattuali emergenti dal concreto svolgimento della prestazione piuttosto che alla volonta' espressa dalle parti al momento della stipula del contratto di lavoro

e pure che la formale qualificazione operata dalle parti in sede di conclusione del contratto individuale sebbene rilevante non sia determinante posto che le parti pur volendo attuare un rapporto di lavoro subordinato potrebbero aver simulatamente dichiarato di volere un rapporto autonomo al fine di eludere la disciplina legale in materiaLEGGI LA SENTENZA

24/05/2016 Inadempienza degli avvocati Va provata documento protetto
La responsabilita' dell'avvocato non puo' affermarsi per il solo fatto del suo non corretto adempimento dell'attivita' professionale occorrendo verificare se l'evento produttivo del pregiudizio lamentato dal cliente sia riconducibile alla condotta del legale e se un danno vi sia stato effettivamente

se ove questi avesse tenuto il comportamento dovuto il suo assistito alla stregua di criteri probabilistici avrebbe conseguito il riconoscimento delle proprie ragioni difettando altrimenti la prova del necessario nesso eziologico tra la condotta del legale commissiva od omissiva anche per violazione del dovere di informazione

09/06/2016 Licenziamenti nel pubblico impiego inapplicabilita' legge Fornero documento protetto
Ai rapporti di lavoro disciplinati dal dlgs 30032001 n 165 art 2 non si applicano le modifiche apportate dalla legge Fornero all'art 18 dello Statuto dei lavoratori per cui la tutela del dipendente pubblico in caso di licenziamento illegittimo intimato in data successiva alla entrata in vigore della richiamata legge Fornero resta quella prevista dall'art 18 dello Statuto dei lavoratori nel testo antecedente alla riforma

la Cassazione nel caso in esame non ignora che sulla questione si sono formati nella giurisprudenza di merito anche sulla base delle indicazioni provenienti dalla dottrina orientamenti contrastanti che per giungere ad affermare o a negare la applicabilita' ai rapporti di pubblico impiego contrattuali

29/04/2016 Avvocati opposizione avverso il decreto di liquidazione
Sulla controversia atta ad ottenere la condanna al pagamento delle proprie competenze professionali

con l'opposizione avverso il decreto di liquidazione del compenso all'ausiliario del magistrato non possono essere dedotte censure riguardanti la necessita' delle attivita' remunerateLEGGI L'ORDINANZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE CIVILE

11/04/2016 Licenziamento disciplinare sull'obbligo di immediata contestazione documento protetto
In tema di licenziamento disciplinare la rilevanza penale dei fatti non fa venir meno l'obbligo di immediata contestazione in considerazione della rilevanza che esso assume rispetto alla tutela dell'affidamento e del diritto di difesa dell'incolpato sempre che i fatti riscontrati facciano emergere in termini di ragionevole certezza significativi elementi di responsabilita' a suo carico

in caso di accertata illegittimita' del licenziamento in regime di tutelareale spettino al lavoratore licenziato tutte le retribuzioni comprese tra la data del recesso e quella della reintegrazione salvo che il datore ai lavoro non eccepisca e provi la sussistenza di fatti o circostanze idonee a determinare una riduzione del presuntivo ammontare del danno mentre nella specie la S

10/11/2015 Mobbing e rapporti parafamiliari documento protetto
Il delitto di maltrattamenti previsto dall'art 572 cp puo' trovare applicazione nei rapporti di tipo lavorativo solo a condizione che sussista il presupposto della parafamiliarita' intesa come sottoposizione di una persona all'autorita' di altra in un contesto di prossimita' permanente di abitudini di vita proprie e comuni alle comunita' familiari nonche' di affidamento fiducia e soggezione del sottoposto rispetto all'azione di chi ha la posizione di supremazia

Le pratiche persecutorie realizzate ai danni del lavoratore dipendente efinalizzate alla sua emarginazione cosiddetto mobbing possono pertanto integrare il delitto di maltrattamenti in famiglia esattamentealle predette condizioni quando cioe' il rapporto tra il datore di lavoro e il dipendente assuma natura parafamiliare in quanto caratterizzato da relazioni intense ed abituali

30/03/2016 Pensioni perequazione dell'assegno di pensione integrativa documento protetto
A decorrere dal 1 gennaio 1998 per l'adeguamento delle prestazioni pensionistiche a carico delle forme pensionistiche di cui ai commi 1 2 e 3 trova applicazione esclusivamente il DLgs 30 dicembre 1992 n 503 art 11 con esclusione di diverse forme ove ancora previste di adeguamento anche collegate all'evoluzione delle retribuzioni di personale in servizio

Con effetto sui trattamenti liquidati a decorrere dal 1 gennaio 1998 alle medesime forme pensionistiche si applicano le disposizioni in materia di cumulo tra prestazioni pensionistiche e redditi da lavoro dipendente o autonomo previste dalla disciplina dell'assicurazione generale obbligatoriaquotLEGGI LA SENTENZA

31/05/2016 Esercizio abusivo della professione Concorso nel reato documento protetto
E' concorso nel reato di abuso di esercizio della professione per il professionista abilitato che permetta lo svolgimento dell'attivita' professionale a chi risulti privo del titolo imposto per legge

e' configurabile il reato di esercizio abusivo della professione nella condotta dell'odontotecnico che provvede alla cura delle carie atteso quanto dispone il secondo periodo del RD 31 maggio 1928 n 1334 art11 secondo cui quotE' in ogni caso vietato agli odontotecnici di esercitare anche alla presenza ed in concorso del medico o dell'abilitato all'odontoiatria alcuna

12/05/2016 Datore di lavoro dipendente e detective privato documento protetto
Sui limiti del potere del datore di lavoro di compiere indagini volte a verificare il comportamento del dipendente fuori dal luogo di lavoro

in materia di licenziamento disciplinare il principio di necessaria pubblicita' del codice disciplinare mediante affissione in luogo accessibile a tutti non si applica nei casi in cui il licenziamento sia irrogato per sanzionare condotte del lavoratore che concretizzano violazione di norme penali o che contrastano con il cosiddetto quotminimo eticoquotLEGGI LA SENTENZA

30/05/2016 Uffici e uso del fax per fini personali Abuso d'ufficio documento protetto
Nel caso in esame un agente della Polizia di Stato addetto al posto fisso presso l'ospedale per diverso tempo aveva utilizzato il fax dell'ufficio per ricevere e trasmettere documenti ed atti consegnatigli dai clienti proprio all'interno dell'ufficio alla societa' con la quale collaborava per curare pratiche infortunistiche destinando l'ufficio a succursale della stessa

in caso di utilizzo del telefonod'ufficio non sono oggetto di appropriazione definitiva ne' il bene materiale ne'l'energia elettrica necessaria ad attivare le onde elettromagnetiche cheviene in rilievo quale entita' di consumo inscindibilmente legata alfunzionamento dell'apparecchio e pertanto non puograve costituire

21/03/2016 Dipendenti postali compiti cumulo e indennita' documento protetto
Nel caso in esame parte ricorrente contesta la compensazione disposta dal Tribunale in ordine alle spese e alle competenze del secondo grado di giudizio il giudice di seconde cure non avrebbe considerato che il pagamento effettuato dalla compagnia assicuratrice nel corso del giudizio di primo grado non teneva conto delle spese e delle competenze del medesimo giudizio costringendo pertanto l'attore a proseguire la controversia dinanzi al Giudice di Pace

In tema di liquidazione delle spese processuali il giudice in presenzadi una nota specifica prodotta dalla parte vittoriosa non puograve limitarsi ad una globale determinazione dei diritti di procuratore e degli onorari di avvocato in misura inferiore a quelli esposti ma ha l'onere di dare adeguata motivazione dell'eliminazione e della riduzionedi voci da lui operataLEGGI LA

22/03/2016 Avvocato praticante nullita' sostituzione documento protetto
Carenza di abilitazione alla difesa da parte di praticante avvocato costituito in giudizio Nullita' dell'intero processo

ai sensi degli artt 156 e 157 cpc ove si ravvisi un vizio per il solo fatto della sostituzione del dominus da parte di praticante in controversia per la quale quest'ultimo non era abilitato si verserebbe in ogni caso in una ipotesi di nullita' relativa ai sensi dell'art 157 cpc comma 2 nella specie sanata perche' non rilevata quotnella prima istanza o difesa s

18/03/2016 Reperibilita' medico festivita' straordinari e riposi settimanali documento protetto
La cosiddetta reperibilita' passiva si configura come una prestazione strumentale ed accessoria diversa da quella lavorativa in senso proprio che limita ma non esclude il godimento del riposo ed e' adeguatamente compensata da un particolare trattamento economico aggiuntivo

la reperibilita' passiva non puograve essere equiparata alla prestazione di lavoro risolvendosi invece in una obbligazione strumentale ed accessoria qualitativamente diversa da quella lavorativa che pur comportando una limitazione della sfera individuale del lavoratore non impedisce il recupero delle energie psicofisicheLEGGI LA SENTENZA

19/04/2016 Avvocati obbligo informativo e di diligenza documento protetto
L'obbligo di diligenza impone all'avvocato di assolvere sia all'atto del conferimento del mandato sia nel corso dello svolgimento del rapporto anche ai doveri di sollecitazione dissuasione ed informazione del cliente essendo il professionista tenuto a rappresentare a quest'ultimo tutte le questioni di fatto e di diritto comunque insorgenti ostative al raggiungimento del risultato o comunque produttive del rischio di effetti dannosi

l'attivita' di persuasione del cliente al compimento o non di un atto ulteriore rispetto all'assolvimento dell'obbligo informativo e' concretamente inesigibile oltre che contrastante con il principio secondo cui l'obbligazione informativa dell'avvocato e' un'obbligazione di mezzi e non di risultatoLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE

15/03/2016 Lavoro licenziamento reintegrazione documento protetto
Sull'inefficace licenziamento in cui il datore di lavoro aveva allegato in giudizio l'intimazione scritta in carenza di prova del rispetto della detta forma non risultando dimostrato che l'atto prodotto in causa fosse stato predisposto per il recesso in parola

Nell'ipotesi di controversia in ordine al quotquo modoquot della risoluzione del rapporto licenziamento orale o dimissioni si impone una indagine accurata da parte del giudice di merito che tenga adeguato conto del complesso delle risultanze istruttorie in relazione anche all'esigenza di rispettare non solo l'art 2697 cod civ comma 1 relativo alla prova dei fatti costitutiv

14/03/2016 Lavoro sul cd minimale retributivo documento protetto
La retribuzione da assumere come base per il calcolo dei contributi di previdenza ed assistenza sociale non puo' essere inferiore all'importo delle retribuzioni stabilito da leggi regolamenti contratti collettivi stipulati dalle organizzazioni sindacali piu' rappresentative su base nazionale ovvero da accordi collettivi o contratti individuali qualora ne derivi una retribuzione di importo superiore a quello previsto dal contratto collettivo

Il criterio del minimale retributivo ai fini contributivi secondo il quale occorre versare all'Inps somme che non trovano diretta corrispondenza ne' con la retribuzione dovuta ne' con il futuro trattamento pensionistico va applicato a decorrere dal 1 gennaio 1989per effetto della L n 389 del 1989 art 1LEGGI LA SENTENZA

08/03/2016 Destinazione all'estero di docenti dipendenti documento protetto
La destinazione all'estero di docenti dipendenti e' subordinata al nulla osta regionale per poter valutare l'incidenza della destinazione estera in relazione alle ripercussioni sui ruoli organici quanto e alle conseguenze economiche che essa determina

non puo' riconoscersi in capo agli insegnanti della Valle d'Aosta un diritto soggettivo ad ottenere il nulla osta occorrente per l'assunzione dell'incarico all'estero attenendo invece la loro possibilita' di controllo alla legittimita' della valutazione compiuta per la concessioneo meno del nullaosta valutazione che non e' stata fatta oggetto di specifica censura

25/01/2016 PA trasferimento dirigente sindacale sindacato documento protetto
Sull'antisindacalita' del comportamento di un ente locale che aveva spostato una dipendente dirigente sindacale incurante di effettuare la richiesta del nulla osta alla propria organizzazione sindacale di appartenenza

Il trasferimento in ununit operativa ubicata in sede diversa da quelladi assegnazione dei dirigenti sindacali indicati nellart 10 pu essere predisposto solo previo nulla osta delle rispettive organizzazioni sindacali di appartenenza e della RSU ove il dirigente nesia componenteLEGGI LA SENTENZATRIBUNALE ORDINARIO DI BUSTO A

04/05/2016 Sinistro stradale danno da riduzione della capacita' di guadagno soglia di risarcimento documento protetto
Sull'inapplicabilita' del criterio del triplo della pensione sociale per liquidare il danno da incapacita' lavorativa patito da un soggetto percettore di reddito

L'art 137 cod ass non contiene alcuna regola secondo la quale se il reddito della vittima e' modesto il danno si liquida col triplo della pensione sociale Anche un reddito modesto infatti puograve essere stabile epermanente e costituire effettivamente il massimo frutto possibile delle potenzialita' produttive del danneggiatoLEGGI LA SENTENZA

04/03/2016 Sub agenti e assicurazioni obbligo di iscrizione enasarco documento protetto
Non garantire anche ai subagenti assicurativi una forma di previdenza integrativa darebbe luogo ad una sostanziale disparita' di trattamento sia tra agenti e subagenti di assicurazione sia tra questi ultimi e gli agenti che operano negli altri settori

la natura di contratto derivato o subcontratto di subagenzia comporta che in linea generale i subagenti siano assoggettati alla stessa disciplina degli agenti in quanto compatibile E ciograve e' confermato anchedall'art 109 del Codice delle Assicurazioni secondo cui anche i subagenti assicurativi non possono svolgere la loro attivita' se non sonoiscritti nel RUI sia

30/03/2016 Avvocati e parcelle documento protetto
Nel caso in esame la domanda dei compensi pretesi in relazione ad attivita' professionali ulteriori e diversi non era giustificata dalla posizione processuale della controparte la quale si era limitata a formulare mere difese volte a contrastare la pretesa azionata con il ricorso per decreto avendo sostenuto che il credito oggetto della ricognizione di debito non era riferibile al solo compenso dovuto per il rapporto dedotto in giudizio ma al complesso della attivita' svolte dal legale nel suo interesse

non avrebbe potuto configurare un riconoscimento del debito la frase quot sta bene provvedera'quot apposta in calce alla proposta di parcella in questione e che comunque dall'istruttoria sarebbe emersa l'inesistenza del rapporto fondamentaleLEGGI LA SENTENZA

07/04/2016 Lavoro obblighi datoriali categorie e qualifiche documento protetto
Gli obblighi generali che incombono su ogni gestore di dati personali di a gestire e trattare tali dati secondo i canoni della liceita' correttezza pertinenza e non eccedenza rispetto alle finalita' del loro utilizzo ai sensi della L n 675 cit art 9 b di adottare misure idonee a garantire l'effettivo integrale e tempestivo esercizio del diritto degli interessati di accedere ai propri dati anche al fine di ottenere senza ritardo l'aggiornamento la rettificazione ovvero qualora i richiedenti vi abbiano interesse l'integrazione dei dati stessi si cumulano con l'obbligo del datore di lavoro di formulare le valutazioni su rendimento e capacita' professionale dei lavoratori espresse con le note di qualifica nel rispetto dei parametri oggettivi previsti dal contratto collettivo e degli obblighi contrattuali di correttezza e buona fede di cui agli artt 1175 e 1375 cc oltre che della inerente necessaria trasparenza

Il corrispondente diritto riconosciuto ai lavoratori dipendenti puograve essere fatto valere anche in sede giudiziaria pure a prescindere da unimmediato effetto negativo subito venendo in considerazione la tutela della dignita' del lavoratore onde ottenere il controllo d parte del giudice della conformita' del procedimento seguito per la formulazione delle suindicate val

05/04/2016 Ricorso errore di diritto vizio di ragionamento documento protetto
La parte che voglia denunciare un errore di diritto od un vizio di ragionamento nell'interpretazione di un atto negoziale non puo' limitarsi a richiamare genericamente le regole di cui all'art 1362 cc e segg ad essa incombendo invece l'onere di specificare i canoni che in concreto assuma violati ed il punto ed il modo in cui il giudice del merito si sia dagli stessi discostato non potendo le censure risolversi in contrasto con la qualificazione loro attribuita nella sentenza oggetto di interpretazione nella mera contrapposizione di un'interpretazione diversa e piu' favorevole di quella criticata

l'ammontare delle prestazioni del fondo di solidarieta' e l'importo del trattamento pensionistico non costituivano oggetto dell'accordo sicche' anche eventuali modifiche legislative che fossero successivamente intervenute sotto tali aspetti erano estranee allo stessoLEGGI LA SENTENZA

29/03/2016 Sull'obbligo risarcitorio derivante dall'illegittimita' del licenziamento documento protetto
Le somme erogate in favore del lavoratore ai sensi dell'art 18 St lav sono giustificate dall'obbligo risarcitorio derivante dall'illegittimita' del licenziamento non gia' dall'inosservanza del datore di lavoro all'ordine giudiziale di reintegra e debbono considerarsi ripetibili in ogni caso in cui il provvedimento giudiziale che ha accertato l'illegittimita' del licenziamento sia stato successivamente riformato

ivi compreso il caso di un provvedimento d'urgenza ante causam successivamente revocato dalla sentenza di merito che accerti la legittimitampa' del recesso senza che assuma rilievo al riguardo l'offerta da parte del lavoratore della propria prestazioneLEGGI LA SENTENZA

24/03/2016 Cassazione civile ricorso vizi deducibili documento protetto
I vizi argomentativi deducibili con il ricorso per cassazione ai sensi del previgente testo dell'art 360 cpc comma 1 n 5 non possono consistere in apprezzamenti di fatto difformi da quelli propugnati da una delle parti perche' a norma dell'art 116 cpc rientra nel potere discrezionale come tale insindacabile del giudice di merito individuare le fonti del proprio convincimento apprezzare all'uopo le prove controllarne l'attendibilita' l'affidabilita' e la concludenza e scegliere tra le varie risultanze istruttorie quelle ritenute idonee e rilevanti con l'unico limite di supportare con congrua e logica motivazione l'accertamento eseguito

Le massime di esperienza sono definizioni o giudizi ipotetici di contenuto generale indipendenti dal caso concreto sul quale il giudice e'chiamato a decidere acquisiti con l'esperienza ma autonomi rispetto ai singoli casi dalla cui osservazione sono dedotti ed oltre i quali devono valereLEGGI LA SENTENZA

11/03/2016 Avvocato impossibilita' di comparire in udienza documento protetto
Le condizioni meteorologiche che impediscono ad un avvocato di recarsi presso le aule di giustizia integrano un'ipotesi di legittimo impedimento

il disposto dell'art 486 comma 5 oggi art 420ter cod proc pena norma del quale il giudice provvede alla sospensione o al rinvio in caso di legittimo impedimento del difensore non si applica ai procedimenti in camera di consiglio che si svolgono con le forme previste dall'art 127 cod proc penLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CA

00/00/0000 Albo avvocati stabiliti dispensa dalla prova attitudinale documento protetto
Iscritto alla Sezione Speciale prevista dal DLgs n 96 del 2001 dell'Albo degli Avvocati di Roma in quanto abilitato in Spagna all'esercizio della professione forense chiedeva la dispensa dalla prova attitudinale ed il passaggio dell'iscrizione all'Albo ordinario

Occorre che l'avvocato stabilito abbia per almeno tre anni a decorrere dalla data di iscrizione nella sezione speciale dell'albo degli avvocati esercitato in Italia quotin modo effettivo e regolarequot la professione quotcon il titolo professionale di originequot perche' possa ottenere la dispensa dalla prova attitudinale di cui al DLgs n 115 del 1992 art 8LE

21/03/2016 Processo civile sull'idoneita' dell'impugnazione documento protetto
Rigettata la domanda del lavoratore avente ad oggetto una richiesta di risarcimento dei danni non patrimoniali consistenti nell'usura psicofisica eo da stress lavorativo per la mancata fruizione di soste durante la conduzione di automezzi adibiti al trasporto pubblico di persone su tratte urbane ed extraurbane

qualora la sentenza impugnata sia basata su una motivazione strutturata in una pluralita' di ordini di ragioni convergenti o alternativi autonomi l'uno dall'altro e ciascuno di per se' solo idoneo a supportare il relativo decisum la resistenza di una di queste rationes agli appunti mossi con l'impugnazione comporta che la decisione deve essere tenuta ferma sulla base d

16/03/2016 Lavori socialmente utili e lavoro subordinato incompatibilita'
Sulla cumulabilita' del compenso per lsu con un rapporto di lavoro part time nella specie inferiore a 20 ore settimanali a tempo indeterminato

non vi e' incompatibilita' tra il sussidio per lo svolgimento di lavori socialmente utili ed il compenso ricavato da diversa attivita' di lavoro subordinato svolta a tempo parziale con orario e modalita' che non interferiscono con il lavoro socialmente utile che limitando la possibilita' di cumulare l'assegno per lavori socialmente utili con altriredditi

03/03/2016 Commercialista compensi non soggetti ad IRAP documento protetto
Il libero professionista che opera come amministratore di societa' o presidente del consiglio di amministrazione non va soggetto all'IRAP per la parte di ricavo netto che risulta da quelle attivita' soltanto se adempie alla funzione senza ricorrere ad un'autonoma struttura organizzativa

l'esercizio delle attivita' di lavoro autonomo di cui al DPR n 917 del 1986 art 49 comma 1 e' escluso dall'applicazione dell'IRAP solo qualora si tratti di attivita' non autonomamente organizzata ed il requisito della autonoma organizzazione il cui accertamento spetta al giudice di merito ed e' insindacabile in sede di legittimita' solo se congru

15/03/2016 Lavoro illecito ricorso al contratto a tempo determinato documento protetto
In caso di abuso nella reiterazione dei contratti a termine occorre anche una disciplina concretamente dissuasiva che abbia per il dipendente la valenza di una disciplina agevolativa e di favore la quale pero' non puo' essere ricercata nell'ambito della fattispecie del licenziamento illegittimo perche' questa implica la illegittima perdita di un posto di lavoro a tempo indeterminato mentre la fattispecie in esame all'opposto esclude in radice che ci sia il mancato conseguimento di un posto di lavoro a tempo indeterminato stante la preclusione nascente dall'obbligo del concorso pubblico per l'accesso al pubblico impiego

ne consegue che in caso di violazione di norme poste a tutela dei diritti del lavoratore in capo a quest'ultimo essendo preclusa la conversione del rapporto sussiste solo il diritto al risarcimento dei darmi subitiLEGGI LA SENTENZACORTE SUPREMA DI CASSAZIONE CIVILI SEZ UNITESentenza

29/02/2016 Avvocati patrocinio e praticanti documento protetto
Il patrocinio legale e' consentito previo superamento dell'esame di stato ed iscrizione all'albo degli avvocati Le norme che consentono l'esercizio del patrocinio a chi come il praticante avvocato non ha superato l'esame di stato e non e' iscritto nel detto albo professionale introducono un'eccezione ad un principio generale e come tali sono di stretta interpretazione

nel silenzio della legge relativamente alla possibilita' del praticante avvocato di esercitare il patrocinio in grado di appello e in considerazione del fatto che le norme che riconoscono lo ius postulandi al praticante avvocato sono di stretta interpretazione va esclusa la possibilita' di riconoscere al praticante avvocato l'esercizio dello ius postulandi in grado di appello

03/03/2016 Notaio Sospensione esercizio della professione
L'omissione da parte del notaio del versamento delle imposte dovute implica l'illecito disciplinare previsto dall'art 147 lett a della legge notarile con conseguente sospensione dall'esercizio della professione per la durata di nove mesi

in tema di illeciti disciplinari previsti a carico di chi esercita la professione notarile l'art 147 lett a della legge notarile prevede una fattispecie disciplinare a condotta libera all'interno della quale e' punibile ogni comportamento posto in essere sia nella vita pubblica che nella vita privata idoneo a compromettere l'interessetutelato il che si verifica ogni vol

08/03/2016 Lavoro contratto a tempo parziale requisiti documento protetto
Il contratto di lavoro a tempo parziale deve stipularsi per iscritto In esso devono essere indicate le mansioni e la distribuzione dell'orario con riferimento al giorno alla settimana al mese e all'anno Copia del contratto deve essere inviata entro trenta giorni al competente ispettorato provinciale del lavoro

in assenza di rapporto quotpart timequot nascente da atto scritto esso si presume a tempo pieno ed e' onere del datore di lavoro che alleghi invece la durata limitata dell'orario di lavoro ordinario fornire la prova della consensuale riduzione della prestazione lavorativaLEGGI LA SENTENZA

08/03/2016 Licenziamento per giustificato motivo Demansionamento documento protetto
Ai sensi dell'art 2103 cc la modifica in peius delle mansioni del lavoratore e' illegittima salvo che sia stata disposta con il consenso del dipendente e per evitare il licenziamento o la messa in cassa integrazione de lavoratore stesso la cui diversa utilizzazione non contrasta in tal caso con l'esigenza di dignita' e liberta' della persona configurando una soluzione piu' favorevole di quella ispirata al mero rispetto formale della norma

il recesso del datore di lavoro dal contratto di lavoro subordinato deveritenersi legittimo non solo se risulta ineseguibile l'attivita' svolta in concreto dal prestatore ma anche se alla stregua di un'interpretazione del contratto secondo buona fede e' esclusa la possibilita' dello svolgimento di altra attivita' riconducibile alle mansioni assegnate o ad altre

02/03/2016 Pensione avvocato Iscrizione alla Cassa di Previdenza Forense documento protetto
La pensione e' corrisposta a coloro i quali abbiano compiuto almeno trentacinque anni di effettiva iscrizione e contribuzione alla cassa nazionale di previdenza ed assistenza forense

l'iscrizione predetta in tanto puograve ritenersi effettiva in quanto sia accompagnata all'esercizio dell'attivita' professionale e di conseguenza all'iscrizione all'albo professionale che di tale esercizio costituisce il presupposto con la conseguenza che tale effettivita' dell'iscrizione condiziona l'efficacia stessa della correlativa contribuzione il versame

21/12/2015 Ente e rappresentante legale Incompatibilita' documento protetto
L'ente partecipa al procedimento penale con il proprio rappresentante legale salvo che questi sia imputato del reato da cui dipende l'illecito amministrativo l'ente che intende partecipare al procedimento si costituisce depositando nella cancelleria dell'autorita' giudiziaria procedente una dichiarazione contenente a pena di inammissibilita'

incompatibilita' del legale rappresentante dell'ente a rappresentarlo nelprocedimento a suo carico qualora egli sia contestualmente anche imputato per il reato presupposto della responsabilita' addebitata alla persona giuridicaLEGGI LA SENTENZASUPREMA CO

05/02/2016 Omesso versamento di contribuzioni cd minori documento protetto
Le societa' a capitale misto in particolare le societa' per azioni a prevalente capitale pubblico aventi ad oggetto l'esercizio di attivita' industriali sono tenute al pagamento dei contributi previdenziali previsti per la cassa integrazione guadagni e la mobilita' non potendo trovare applicazione l'esenzione stabilita per le imprese industriali degli enti pubblici trattandosi di societa' di natura essenzialmente privata finalizzate all'erogazione di servizi al pubblico in regime di concorrenza nelle quali l'amministrazione pubblica esercita il controllo esclusivamente attraverso gli strumenti di diritto privato restando irrilevante in mancanza di una disciplina derogatoria rispetto a quella propria dello schema societario la mera partecipazione pur maggioritaria ma non totalitaria da parte dell'ente pubblico

anche in relazione ai dipendenti delle aziende esercenti pubblici servizi l'esenzione dall'assicurazione obbligatoria per la disoccupazione involontaria opera soltanto ove ai medesimi sia garantitala stabilita' d'impiegoLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CAS

18/02/2016 Rapporto d'opera professionale Estinzione debiti documento protetto
Quando il convenuto per il pagamento di un debito dimostri di avere corrisposto una somma di denaro idonea all'estinzione del medesimo spetta al creditoreattore il quale sostenga che il pagamento sia da imputare all'estinzione di un debito diverso provare l'esistenza di quest'ultimo e le condizioni necessarie per la dedotta diversa imputazione

non trova applicazione nel caso in cui il debitore eccepisca l'estinzione del debito per effetto dell'emissione di un assegno bancario negoziato in favore del creditore prenditore in una data significativamente anteriore a quella in cui il credito fatto valere in giudizio sia divenuto esigibile giacche' proprio la diversita' di data facendo venir meno la verosimiglianza del collegamento t

05/01/2016 Lavoro omicidio colposo per esposizione all'amianto documento protetto
La terminologia adoperata negli artt 589 e 590 cp Norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro e' riferibile non solo alle norme inserite nelle leggi specificamente antinfortunistiche ma anche a tutte quelle che direttamente o indirettamente perseguono il fine di evitare incidenti sul lavoro o malattie professionali e che in genere tendono a garantire la sicurezza del lavoro in relazione all'ambiente in cui esso deve svolgersi

se l'evento morte e' previsto dall'aggravante di cui all'art 589 cp comma 2 non puograve ritenersi ragionevole non equiparare gli infortuni sul lavoro della piugrave disparata eziologia idonei a cagionare il decesso dellavoratore alla malattia professionale che sebbene analogamente originata dalla prestazione di lavoro conduce ugualmente alla morte bench

01/03/2016 Lavoro Frazionamento credito
Sull'infrazionabilita' della domanda relativa a plurimi crediti che trovano titolo nella cessazione del rapporto di lavoro

indebito frazionamento di pretese dovute in forza di un unico rapporto obbligatorio circostanza che sussiste anche nel caso di un rapporto di lavoro subordinato come tale produttivo sia di crediti di natura contrattuale che di natura legale collegabili unitariamente alladecisione originaria delle parti di stipulare un contratto di natura subordinata ex art 2094 cc

01/03/2016 Lavoro selezione esterna demansionamento documento protetto
Nel caso in esame dipendente delle Poste Italiane lamenta la mancata assegnazione della qualifica dirigenziale all'esito della graduatoria formata da una societa' esterna specializzata nella selezione dei quadri direttivi

in assenza di bandi o atti equiparati non sussistenti nel caso di specie la decisione organizzativa di avvalersi dell'opera di una societa' tecnicamente specializzata in materia di selezione di personale resti relegata al piano puramente interno di ausilio agli organi competenti per le nomine con la conseguente esclusione di qualunque impegno negoziale neppure assunto con comp

19/02/2016 Lavoro subordinato Assoggettamento del lavoratore documento protetto
L'elemento che contraddistingue il rapporto di lavoro subordinato rispetto al rapporto di lavoro autonomo assumendo la funzione di parametro normativo di individuazione della natura subordinata del rapporto stesso e' l'assoggettamento del lavoratore al potere direttivo e disciplinare del datore di lavoro con conseguente limitazione della sua autonomia ed inserimento nell'organizzazione aziendale

nelle controversie in tema di qualificazione di un rapporto di lavoro se autonomo o subordinato e' sindacabile in sede di legittimita' soltantola individuazione dei criteri generali ed astratti da applicare al casoconcreto mentre costituisce accertamento di fatto incensurabile nellamedesima sede se sorretto da motivazione adeguata ed immune da vizi logici e giuridici la v

17/02/2016 Lavoro permessi e congedi straordinari documento protetto
Licenziamento illegittimo societa' condannata a reintegrare la lavoratrice nel posto di lavoro e a pagarle un'indennita' commisurata all'ultima retribuzione dal recesso alla reintegra e comunque in misura non superiore alle 12 mensilita'

l'odierna controricorrente aveva chiesto e ottenuto il riconoscimento dello stato di handicap grave da cui deriva il diritto ai permessi L n104 del 1992 ex art 33 aveva presentato istanza per la loro fruizione e questi erano stati accordati proprio il 18413 Tali permessi erano stati chiesti fin dal 29313 alla societa' ricorrenteLEGGI LA SENTENZA

16/02/2016 Copertura assicurativa responsabilita' del datore di lavoro danni morali e biologici documento protetto
L'interpretazione delle disposizioni di un contratto individuale costituisce accertamento di fatto ed e' riservata al giudice di merito puo' essere sindacata in sede di legittimita' soltanto per violazione dei canoni legali di ermeneutica contrattuale oppure per vizio di motivazione

nella interpretazione della clausola di un contratto di assicurazione con il quale l'assicuratore si obbliga a tenere indenne il datore di lavoro per quanto questi sia tenuto a pagare a norma del DPR 30 giugno 1965 n 1124 artt 10 e 11 il giudice del merito deve individuare la volonta' delle parti secondo i criteri di cui all'art 1362 cod civ e segg tenendo presente i

21/01/2016 Sull'obbligo di protezione
L'obbligo di protezione afferente alla collaborazione tecnicascientifica ed operativa puo' essere adempiuto con l'adozione di cautele diverse da quelle specifiche quando si adottino interventi evoluti dal punto di vista tecnico scientifico ed efficienti almento quanto quelli prescritti dalla regolamentazione ufficiale della materia

la figura dotata della funzione di supporto informativo valutativo e programmatico in cooperazione con diversi soggetti con distinti ruoli ecompetenze e' comunque destinataria di obbligo giuridico afferente al diligente svolgimento delle indicate funzioniLEGGI LA SENTENZAscarica il document

12/02/2016 Rito del lavoro Differenze retributive e trattamento di fine rapporto documento protetto
Nel caso in esame dalle buste paga risultava che la lavoratrice aveva ricevuto somme superiori rispetto a quelle allegate in ricorso e poste in detrazione da quanto rivendicato mentre non era stato dimostrato che per la durata del rapporto di collaborazione coordinata e continuativa intercorso tra le parti ella avesse svolto una quantita' di lavoro maggiore rispetto a quello retribuito con le relative buste paga

nel rito del lavoro e non diversamente a norma dell'art 167 cod proc civ nella nuova formulazione nel rito ordinario il convenutodeve nella memoria di costituzione in primo grado quotprendere posizione in maniera precisa e non limitata a una generica contestazione circa i fatti affermati dall'attore a fondamento della domanda proponendo tuttele sue difese in fatto e in d

11/02/2016 Cessione d'azienda Subentro documento protetto
Sul rigetto della domanda con la quale il lavoratore licenziato dalla societa' OMISSIS la cui azienda era stata ceduta a terzi aveva impugnato il recesso e chiesto l'accertamento del suo diritto a transitare presso la cessionaria

la continuita' del rapporto di lavoro con l'acquirente ex art 2112 cc postula la sussistenza di un rapporto di lavoro valido ed efficace al momento del trapasso aziendaleLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZ LAVORO

10/02/2016 Contributi previdenziali Opposizione a cartella esattoriale documento protetto
L'opposizione prima dell'inizio dell'esecuzione deve proporsi entro cinque giorni dalla notifica della cartella

in tema di opposizione a cartella esattoriale relativa a contributi previdenziali iscritti a ruolo ove sia dedotta l'irregolarita' formale della cartella che essendo un estratto del ruolo costituisce titolo esecutivo ai sensi del DPR n 602 del 1973 art 49 l'opposizione deve essere qualificata come opposizione agli atti esecutivi per la quale e' applicabile il DLgs

04/12/2015 Anziana muore in un cantiere violazione delle norme a tutela della sicurezza documento protetto
Sul nesso eziologico tra l'evento e la condotta inosservante

nel valutare la possibile dipendenza causale tra le contestate omissionidi norme cautelari e l'eventomorte occorso a carico della G e in relazione alla presenza di una RSA nel comprensorio dell'ospedale sarebbe stato ed e' necessario approfondire secondo la giurisprudenzadi questa Corte richiamata nella stessa sentenza impugnata se il fatto fosse ricollegabile all'inoss

05/02/2016 Licenziamento Contestualita' documento protetto
In ordine al requisito della contestualita' fra l'atto di recesso indirizzato ai lavoratori e la ulteriore comunicazione di cui sono destinatari gli uffici del lavoro e le associazioni di categoria si e' gia' chiarito nella giurisprudenza di questa Corte che nessuna comunicazione dei motivi viene prescritta con riguardo al singolo lavoratore essendo sufficiente che il recesso venga operato tramite atto scritto sicche' solo attraverso le comunicazioni alle organizzazioni sindacali e agli altri soggetti istituzionali e' reso possibile ai lavoratori interessati di conoscere in via indiretta le ragioni della loro collocazione in mobilita'

il riferimento alla quotcontestualita'quot delle comunicazioni intercetta quale sua ratto l'esigenza di rendere visibile e quindi controllabiledalle associazioni di categoria oltre che dagli uffici pubblici competenti la corretta applicazione della procedura con riferimento ai criteri di scelta seguiti ai fini della collocazione in mobilita' e che tale possibilitagra

04/02/2016 Risarcimento danni sul danno esistenziale documento protetto
Rigettata la domanda di una lavoratrice volta ad ottenere la condanna dell'INPS al risarcimento del danno esistenziale da lei patito per effetto della ritardata corresponsione del trattamento economico di maternita'

l'impugnata sentenza ha negato che la tardiva corresponsione del trattamento economico di maternita' da parte dell'INPS o del datore di lavoro sia suscettibile di arrecare un danno esistenziale risarcibile per la lesione dei diritti inviolabili della persona desunti dalle summenzionate norme costituzionaliLEGGI LA SENTENZA

04/02/2016 Lavoro infortuni responsabilita' civile documento protetto
La responsabilita' del datore di lavoro di cui all'art 2087 cc e' di natura contrattuale Ne consegue che ai fini del relativo accertamento incombe sul lavoratore che lamenti di aver subito a causa dell'attivita' lavorativa svolta un danno alla salute l'onere di provare l'esistenza di tale danno come pure la nocivita' dell'ambiente di lavoro nonche' il nesso tra l'uno e l'altro elemento mentre grava sul datore di lavoro l'onere di provare di aver fatto tutto il possibile per evitare il danno ovvero di aver adottato tutte le cautele necessarie per impedire il verificarsi del danno medesimo

il datore di lavoro e' responsabile dell'infortunio occorso al lavoratore sia quando ometta di adottare le idonee misure protettive sia quando non accerti e vigili che di queste misure venga fatto effettivamente uso da parte dei dipendentiLEGGI LA SENTENZASU

03/02/2016 Mobbing ferie e straordinario documento protetto
Nel caso in esame il ricorrente impiegato delle Poste Italiane era stato vittima di comportamenti mobbizzanti da parte del direttore dell'ufficio che ne aveva leso l'integrita' psicofisica

subito un atteggiamento persecutorio nel posto di lavoro ove il direttore dell'Ufficio postale di OMISSIS lo aveva sottoposto a continue richieste ingiustificate come prestazioni di lavoro straordinario non dovuto rifiuto di ferie etc e lo aveva anche piugrave volte igravensultatoLEGGI LA SENTENZA

02/02/2016 Lavoro sul dovere di diligenza del lavoratore documento protetto
La valutazione della sussistenza della giusta causa intesa come grave negazione degli elementi del rapporto di lavoro e in particolare dell'elemento della fiducia deve essere operata anche con riferimento agli aspetti concreti del singolo rapporto di lavoro e di conseguenza senza tralasciare la posizione del dipendente nell'impresa e il grado di affidamento specificamente richiesto dalle mansioni che gli sono state affidate non potendosi ritenere sufficiente ai fini in esame una generica correlazione tra il fatto e la qualita' di prestatore di lavoro o come nel caso in esame tra un fatto extralavorativo e la idoneita' professionale del prestatore alla prosecuzione del rapporto

Non integra violazione del dovere di diligenza di cui all'art 2104 cc l'omissione da parte del lavoratore di una condotta che non siaprevista tra quelle contrattualmente dovute ne' comunque risulti ai fini della esecuzione piugrave utile della prestazione di lavoro ad esse complementare o accessoriaLEGGI LA SENTENZA

29/01/2016 Diritto alle ferie annuali documento protetto
Sul diritto a godere delle ferie annuali entro l'anno di lavoro e non successivamente il datore di lavoro non puo' stabilire il periodo nel quale lo stesso deve goderle

inadempimento dell'azienda radiotelevisiva che non aveva assicurato attraverso una corretta programmazione del lavoro ed un efficace dimensionamento degli organici la fruizione dell'irrinunciabile dirittoalle ferieLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE

00/00/0000 La responsabilita' dell'avvocato e la complessiota' della causa a documento protetto
Va premesso che la giurisprudenza piampa'sup1 recente di questa Corte ritiene che la rappresentanza processuale del Comune spetta istituzionalmente al Sindaco

12/01/2016 Trasformazione del suo rapporto a tempo parziale in rapporto a tempo pieno documento protetto
In caso di assunzione di personale a tempo pieno il datore di lavoro e' tenuto a riconoscere un diritto di precedenza in favore dei lavoratori assunti a tempo parziale in attivita' presso unita' produttive site entro 100 Km dall'unita' produttiva interessata dalla programmata assunzione

ai fini della composizione della graduatoria per la trasformazione del rapporto la resistente OMISSIS ha preso in considerazione il numero di familiari a carico di ciascun lavoratore e non gli importi delle relative detrazioni fiscaliLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI

13/01/2016 Medici ASL IRAP e trattenute illegittime documento protetto
Sull'illegittimita' delle trattenute operate dalla ASL a titolo di IRAP nei confronti di alcuni medici ospedalieri svolgenti attivita' di libera professione intra moenia

l'onere dell'IRAP era a carico esclusivo dell'azienda che poteva solo trasferire sui pazienti il relativo onere previo adeguamento delle tariffe essendo per converso escluso che la disciplina del contratto aziendale potesse configurare oneri a carico dei medici in tema di adeguamento delle tariffe con aumento del valore corrispondente all'aliquota IRAP dovuta dall'aziendaLEGG

11/01/2016 Scuola sul diritto al trattamento economico dei docenti a tempo indeterminato documento protetto
L'insegnamento della religione cattolica e' assicurato mediante conferimento di incarichi annuali previa intesa con l'ordinario diocesano e gli insegnanti appartenengono al corpo docente con parita' di diritti e di doveri

E' significativo osservare al riguardo che proprio la annualita' dell'incarico e l'automatica rinnovazione dello stesso in caso di permanenza dei requisiti prescritti per l'insegnamento sono state valorizzate dalla Corte Costituzionale per escludere qualsiasi profilo di illegittimita' della normativa dettata in tema di stato giuridico degli insegnanti di religione sul rili

04/01/2016 Lavoro Intermediazione di manodopera documento protetto
In caso di attivita' prestata dal socio di una cooperativa presso un'altra impresa in forza di un rapporto di appalto intercorrente tra le due imprese la verifica sulla sussistenza di una intermediazione illecita di manodopera ai sensi della L 23 ottobre 1969 n 1369 art 1 deve svolgersi considerando non gia' il tipo di rapporto che lega il prestatore alla cooperativa ma la natura delle prestazioni appaltate

nel caso in cui esse siano riconducibili a mere prestazioni di lavoro si ha l'inserimento del prestatore nella struttura organizzativa dell'azienda appaltante ipotesi prevista dall'art 1 della citata legge nel caso invece in cui le prestazioni appaltate riguardino anche altri fattori produttivi capitali macchine ed attrezzature permane l'inserimento del prestatore nella strut

00/00/0000 Patto di demansionamento valido se evita il licenziamento
Il patto di demansionamento e' valido anche allorquando l'iniziativa sia stata presa dal datore di lavoro purche' vi sia il consenso del lavoratore e sussistano le condizioni che avrebbero legittimato il licenziamento in mancanza dell'accordo

e' vero che un patto di demansionamento puo' essere legittimo se costituisce l'unica alternativa al licenziamento in caso di impossibilita' di allocare diversamente la professionalita' del lavoratore ma il relativo onere probatorio incombe sul datore di lavoro e non sul lavoratore mentre la sentenza impugnata ha affermato che i ricorrenti non avrebbero dedotto alcunche' in ordine

15/03/2016 Revoca della pensione d'anzianita' Requisito dell'inoccupazione documento protetto
Il conseguimento della pensione d'anzianita' e' subordinato alla risoluzione del rapporto di lavoro ovvero alla cessazione dal lavoro autonomo quale risulta dalla cancellazione dagli elenchi di categoria

Il fatto che lalegge abbia poi consentito il cumulo tra pensione di anzianita' e redditi dalavoro dipendente non toglie che la prestazione non poteva essere erogata senon dopo la cessazione del rapporto di lavoro che e' un requisitoindefettibile prescritto dalla norma che ha introdotto la pensione dianzianita'LEGGI LA SENTENZA

12/10/2012 Malattie professionali Risarcimento INAIL documento protetto
Sentenza storica della CassazioneRendita per malattia professionale prevista per l'invalidita' all'80 per il lavoratore che in conseguenza dell'uso protratto per dodici anni e per 56 ore al giorno di telefoni cordless e cellulari all'orecchio sinistro aveva contratto una grave patologia tumorale

nel caso di malattia professionale non tabellata come anche in quello di malattia ad eziologia multifattoriale la prova della causa di lavoro che grava sul lavoratore deve essere valutata in termini di ragionevole certezza nel senso che esclusa la rilevanza della mera possibilita' dell'origine professionale questa puograve essere invece ravvisata in presenza di un rile

10/12/2015 Trasferimento lavoratore Mancato riconoscimento integrale dell'anzianita' maturata presso l'ente cedente documento protetto
Nel caso in esame il peggioramento retributivo consisteva nel diniego di inquadramento tenendo conto dell'intera anzianita' maturata nella istituzione di provenienza

principio di diritto al quale doveva attenersi il giudice di rinvio specificando che per verificare la sussistenza o no di un peggioramento la comparazione andava posta tra le condizioni immediatamente antecedenti al trasferimento dello stesso dipendente trasferito e quelle riconosciutegli a seguito del trasferimento e non gia' tra queste ultime e quelle dei dipendenti che all'a

18/02/2016 Corruzione bustarelle alla commissione medica documento protetto
Presidente della Commissione medica presso il Ministero dell'Economia e delle Finanze atto a verificare l'inabilita' al lavoro per ragioni di salute istruiva dietro compenso pratiche che andavano a buon fine anche per chi non era in possesso dei requisiti necessari per poter fruire dei relativi benefici pensionistici

ai fini della sussistenza del reato in questione e non di quello di corruzione impropria l'elemento decisivo e' costituito dalla quotvenditaquot della discrezionalita' accordata dalla legge poiche' la fattispecie incriminatrice de qua e' chiamata a sanzionare anche l'uso distorto delladiscrezionalita' amministrativa cioe' il procedimento condizio

09/12/2015 Contribuzione previdenziale Evasione del versamento dei contributi ordinari documento protetto
Limitatamente al periodo contributivo dal 1 settembre 1985 al 1 giugno 1991 e in deroga al generale regime prescrizionale della contribuzione previdenziale i datori di lavoro che non abbiano versato i contributi di previdenza e assistenza sociale sulle somme in questione sono tenuti al pagamento anche rateale dei contributi previdenziali sulle medesime somme nella misura del 15 da devolversi alle gestioni pensionistiche di iscrizione del lavoratore

Dal combinato disposto delle due norme quindi l'esonero dalla contribuzione ordinaria riguarderebbe solo il caso dei datori di lavoro inadempienti cioe' che risultano aver evaso o omesso la contribuzione ordinaria prevista dalla disciplina previgente Nel caso di specie espone il ricorrente le somme relative ai contributi ordinari erano gia' state quantificate essendo state

04/02/2016 Tardivo pagamento assegno di maternita' Risarcimento danno esistenziale documento protetto
Rigettato il ricorso presentato da una lavoratrice nei confronti dell'Inps finalizzato ad ottenere il risarcimento del danno esistenziale asseritamente causato dalla tardiva corresponsione dell'assegno di maternita'

Le difficolta' economiche allegate dalla ricorrente quale effetto del ritardo nel percepire il trattamento previdenziale possono astrattamentedeterminare negative ricadute di ordine patrimoniale ma non e' di questo che qui si discute eo incidere sulla qualita' della vita ma nonassurgere ad intollerabile lesione della dignita' umana come suggerito dalla ricorren

02/12/2015 Pubblico impiego Sanzioni disciplinari documento protetto
Sul principio affermato dal DLgs n 165 del 2001 art 55 comma 5 che prevede l'obbligo di immediata contestazione per gli addebiti disciplinari

Il termine di venti giorni per la contestazione dell'addebito previsto dall'art 24 comma 2 del contratto collettivo del comparto Ministeri del 16 maggio 1995 non e' perentorio sicche' la sua inosservanza non comporta un vizio della sanzione finale atteso che in un assetto disciplinare contrattualizzato gli effetti decadenziali non possono verificarsi in mancanza di una

04/03/2016 Avvocati stabiliti Requisiti documento protetto
Sul possesso dei requisiti di cui all'art 6 comma 2 del dlgs n 96 del 2001

L'iscrizione degli avvocati stabiliti alla sezione speciale e' subordinata esclusivamente al possesso dei requisiti di cui all'art 6 comma 2 del dlgs n 96 del 2001 Sul requisito della quotcondotta specchiatissimaquotLEGGI LA SENTENZA

16/07/2013 Lavoro assenza ingiustificata licenziamento documento protetto
Nel caso in esame la sanzione del licenziamento non poteva ritenersi proporzionata alla mancanza contestata considerato che le stesse parti collettive avevano previsto una sanzione conservativa in ordine alla piu' grave ipotesi del lavoratore che si assenta simulando la malattia o con sotterfugi si sottragga agli obblighi di lavoro

la previsione di ipotesi di giusta causa di licenziamento contenuta in un contratto collettivo non vincola il giudice dato che questi deve sempre verificare stante la inderogabilita' della disciplina dei licenziamenti se quella previsione sia conforme alla nozione di giusta causa di cui all'art 2119 cc e se in ossequio al principio generale di ragionevolezza e di proporz

04/12/2015 Pubblico impiego procedimenti disciplinari dalla Giunta camerale documento protetto
Sull'incompetenza per materia dell'organo che ha pronunciato il licenziamento in violazione del principio generale di cui al DLgs n 165 del 2001

le Camere di commercio rientrano tra le Amministrazioni pubbliche essendo state qualificate come enti pubblici dotati di autonomia funzionale per effetto della legge di riordino n 580 del 1993 ed essendo state comprese tra le Amministrazioni pubbliche dal DLgs n 29del 1993LEGGI LA SENTENZA

10/12/2015 Ammissione alla cassa integrazione Revoca documento protetto
Nel caso in esame a fronte dell'accertamento e della contestazione da parte dell'Istituto previdenziale dello svolgimento di lavoro straordinario in periodi di fruizione di ammortizzatoli sociali era onere del datore di lavoro dimostrare che quegli straordinari non contestati circa la loro sussistenza erano giustificati e in particolare che vi era l'impossibilita' di adibire i lavoratori posti in cassa integrazione a quelle lavorazioni per cui si effettuavano orari supplementari

il provvedimento di ammissione alla cassa integrazione guadagni e' configurato dalla giurisprudenza e dalla dottrina come un provvedimento discrezionale di natura costitutiva Cass 29 dicembre 1998 n 12867e la sua revoca rientra nei poteri discrezionali dell'amministrazione nell'ambito della tutela dell'interesse pubblico ad essa affidatoLEGGI LA SENTENZA

04/01/2016 Licenziamento per giusta causa oe per giusto motivo soggettivo documento protetto
La giusta causa e il giustificato motivo soggettivo di licenziamento costituiscono mere qualificazioni giuridiche di comportamenti ugualmente idonei a legittimare la cessazione del rapporto di lavoro l'uno con effetto immediato e l'altro con preavviso

il giudice anche d'impugnazione che ometta di pronunciarsi anche d'ufficio sulla possibilita' che un licenziamento intimato per giusta causa possa essere qualificato in termini di licenziamento per giustificato motivo soggettivo incorre nella censura di omessa pronuncia ex art 112 cpcLEGGI LA SENTENZA

30/10/2015 Lavoro contratto di solidarieta' integrazione salariale documento protetto
Impugnazione licenziamento collettivo nel caso in esame veniva adottato lo strumento del contratto di solidarieta' difensivo previsto dal DL n 148 del 1993 che prevedeva un piano di riduzione dell'orario di lavoro e d'individuazione di mansioni compatibili con i posti disponibili a seguito della riorganizzazione la cui applicazione veniva esplicitamente limitata ai lavoratori consenzienti

anche qualificando il licenziamento intimato ai ricorrenti come collettivo la non licenziabilita' poteva riguardare soltanto i dipendenti che avevano accettato la riduzione d'orario prevista nell'accordo mentre i ricorrenti per libera scelta si erano posti fuori del campo di applicazione dell'accordo stessoLEGGI LA SENTENZA

23/11/2015 Mobbing Risarcimento danno professionale eo esistenziale
Nel caso in esame e' stato correttamente ritenuto il danno da perdita di chance prospettato secondo ragionamenti probabilistici sulla scorta di specifici elementi poiche' ancorato al possesso in capo al lavoratore dei requisiti previsti per l'affidamento di mansioni di natura dirigenziale e alla conseguente perdita della possibilita' di partecipare con successo a tale procedimento volto all'acquisizione di dette rilevanti ed assai meglio remunerate mansioni

il D non aveva avuto accesso ad alcun corso di qualificazione istituitoper i dipendenti nonostante avesse conseguito la laurea in giurisprudenza cosigrave restando emarginato dal contesto della ristrutturazione ed ammodernamento del servizio postale e connessi servizi para bancariLEGGI LA SENTENZA

23/11/2015 Pensione avvocati sul potere di verifica e revisione da parte della cassa forense documento protetto
Sulla sussistenza del requisito della continuita' nell'esercizio della professione

in relazione alla domanda di pensione di vecchiaia presentata da avvocato iscritto all'albo la sussistenza del requisito della continuita' nell'esercizio della professione non puograve essere contestata dalla Cassa Nazionale di Previdenza e Assistenza Forense per i periodi anteriori al quinquennio precedente la suddetta domanda quando non sia stata esercitata la facolta'

00/00/0000 Professione avvocato contestazione degli addebiti documento protetto
Nel procedimento disciplinare a carico degli esercenti la professione forense la contestazione degli addebiti non esige una minuta completa e particolareggiata esposizione dei fatti che integrano l'illecito essendo invece sufficiente che l'incolpato con la lettura dell'imputazione sia posto in grado di approntare la propria difesa in modo efficace senza rischi di essere condannato per fatti diversi da quelli ascrittigli

in tema di procedimento disciplinare a carico di avvocati il Consigliodell'ordine ha il potere di valutare la convenienza di procedere all'esame di tutti o di parte dei testimoni ammessi e quindi la facolta' di revocare l'ordinanza ammissiva dei testi stessi e di dichiarare chiusa la prova quando essendo in possesso degli elementi sufficienti a determinare l'accertamento co

27/01/2016 Lavoro infortuni e prevenzione nuove tecnologie
E' obbligo dell'imprenditore avvalersi nell'impresa di tutti i piu' moderni strumenti che offre la tecnologia per garantire la sicurezza dei propri lavoratori

Il concetto dimassima sicurezza tecnologica andrebbe inteso nella pratica in massimasicurezza tecnologicamente fattibile in virtugrave del principio della reasonablepracticability e dei principi di tassativita' e determinatezza della leggepenale Altrimenti l'obbligo a carico del datore di lavoro nellapredisposizione de

11/11/2015 Lavoro liquidazione fine rapporto documento protetto
Atteso che il diritto alla liquidazione del trattamento di fine rapporto del lavoratore ancora in servizio e' un diritto futuro la rinuncia effettuata dal lavoratore e' radicalmente nulla ai sensi dell'art 1418 cc comma 2 e art 1325 cc per mancanza dell'oggetto non essendo ancora il diritto entrato nel patrimonio del lavoratore e non essendo sufficiente l'accantonamento delle somme gia' effettuato

La rinuncia del lavoratore subordinato a diritti futuri ed eventuali none' infatti annullabile previa impugnazione da proporsi nei termine di cui all'art 2113 cc riferendosi tale ultima norma ad atti dispositivi di diritti gia' acquisiti e non ad una rinuncia preventiva come tale incidente sul momento genetico dei suddetti dirittiLEGGI LA SENTENZA

23/09/2015 Sulla prescrizione del diritto dell'avvocato al pagamento dell' onorario
La prescrizione del diritto dell'avvocato al pagamento dell'onorario decorre dal momento in cui per qualsiasi causa cessi il rapporto col cliente ivi compresa la morte di quest'ultimo anche se in applicazione della regola dell'ultrattivita' del mandato l'omessa dichiarazione o notificazione del relativo evento ad opera del difensore costituito in giudizio comporta che questi continui a rappresentare la parte come se l'evento stesso non si fosse verificato

l'impossibilita'di far valere il diritto alla quale l'art 2935 cod civ attribuiscerilevanza di fatto impeditivo della decorrenza della prescrizione e' soloquella che deriva da cause giuridiche che ne ostacolino l'esercizio e noncomprende anche gli impedimenti soggettivi o gli ostacoli di mero fatto per iquali il successivo art 2941

18/01/2016 Lavoro indennita' sostitutiva della reintegrazione documento protetto
Sull'estinzione del rapporto di lavoro nel momento in cui il lavoratore opta per l'indennita' sostitutiva e la misura eccessiva di un risarcimento del danno pari alle retribuzioni perdute nel caso di ritardo nella corresponsione dell'indennita'

in caso di licenziamento illegittimo ove il lavoratore nel regime della cosiddetta tutela reale nella specie quello dell'art 18 cit opti per l'indennita' sostitutiva della reintegrazione avvalendosi dellafacolta' prevista nel cit art 18 comma 5 il rapporto di lavoro con comunicazione al datore di tale scelta si estingue anche se non e' intervenuto il pag

17/06/2013 Impianti difettosi Responsabilita' documento protetto
Sull'obbligo dell'appaltatore di controllare nei limiti delle sue cognizioni la bonta' del progetto o delle istruzioni impartite dal committente ove queste sono palesemente errate

l'inidoneita' degli interventi dell'appaltatore volti a emendare difetti dell'opera costituisce presupposto sufficiente per risolvere il contratto d'appalto ex art 1668 comma 2 ccLEGGI LA SENTENZASuprema Corte di Cassazione

04/02/2016 Tardiva corresponsione dell'assegno di maternita' Risarcimento documento protetto
Risarcimento per danno esistenziale Non nel caso in esame perche' la tardiva corresponsione del trattamento economico di maternita' non ha leso in questo caso la dignita' umana della ricorrente non potendo infatti questa dimostrare che cio' abbia in concreto impedito il soddisfacimento di interessi primari

Le difficolta' economiche allegate dalla ricorrente quale effetto del ritardo nel percepire il trattamento previdenziale possono astrattamentedeterminare negative ricadute di ordine patrimoniale ma non e' di questo che qui si discute eo incidere sulla qualita' della vita ma nonassurgere ad intollerabile lesione della dignita' umana come suggerito dalla ricorren

29/01/2016 Lavoro ferie non godute risarcimento documento protetto
Il diritto alle ferie nel nostro ordinamento gode di una tutela rigorosa di rilievo costituzionale visto che l'art 36 Cost comma 3 prevede testualmente che il lavoratore ha diritto al riposto settimanale e a ferie annuali retribuite e non puo' rinunziarvi

spetta esclusivamente al datore di lavoro l'esatta determinazione del periodo feriale rientrandonel potere organizzativo e direttivo dell'impresa mentre il lavoratoreha soltanto la facolta' di indicare il periodo entro il quale intende fruire del riposo annualeLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE S

22/07/2014 Avvocato ingiustificato allungamento dei tempi del giudizio per negligenza responsabilita' documento protetto
Sulla responsabilita' professionale di un avvocato cui e' stata contestata la negligente scelta del rito giudiziario per il recupero del credito del proprio cliente

l'accoglimento della domanda risarcitoria nei confronti dell'avvocato presuppone come e' ovvio la positiva dimostrazione del nesso di causalita' fra il danno lamentato dal cliente e la condotta negligente del professionistaLEGGI LA SENTENZACassazione Civil sez IISentenza n 16690

05/09/2014 Avvocati pagamento IRAP collaboratori
L'esercizio per professione abituale di attivita' di lavoro autonomo diversa dall'impresa commerciale costituisce presupposto dell'imposta soltanto qualora si tratti di attivita' autonomamente organizzata

Il requisito dell'autonoma organizzazione il cui accertamento spetta algiudice di merito ed e' insindacabile in sede di legittimita' se congruamente motivato ricorre quando il contribuente che eserciti attivita' di lavoro autonomo a sia sotto qualsiasi forma il responsabile dell'organizzazione e non sia quindi inserito in struttureorganizzative riferibi

03/02/2016 Lavoro sul delitto di indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato documento protetto
Integra il delitto di indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato datore di lavoro che mediante la fittizia esposizione di somme corrisposte al lavoratore a titolo di indennit

integra il delitto di truffa e non il meno gravereato di omissione o falsit in registrazione o denuncia obbligatoria L 24novembre 1981 n 689 art 37 la condotta del datore di lavoro che permezzo dell'artificio costituito dalla fittizia esposizione di somme corrisposteal lavoratore induce in errore l'istituto previ

11/12/2015 La Corte Costituzionale e i rapporti di lavoro a natura privatistica documento protetto
L'articolo 3 comma 6 primo periodo del DL 30 aprile 2010 n 64 convertito con modificazioni dalla L 29 giugno 2010 n 100 si interpreta nel senso che alle fondazioni fin dalla loro trasformazione in soggetti di diritto privato non si applicano le disposizioni di legge che prevedono la stabilizzazione del rapporto di lavoro come conseguenza della violazione delle norme in materia di stipulazione di contratti di lavoro subordinato a termine di proroga o di rinnovo dei medesimi contratti

L' art 3 della L 22 luglio 1977 n 426 Provvedimenti straordinari a sostegno delle attivita' musicali cui si fa riferimento nel DL n 64 del 2010 vietava quoti rinnovi dei rapporti di lavoro che in base a disposizioni legislative o contrattuali comporterebbero la trasformazione dei contratti a termine in contratti a tempo indeterminatoquot terzo comma e sanciva la

26/01/2016 Professionista e attivita' seminariali Obbligo contributi inarcassa
In tema di previdenza di ingegneri e architetti l'imponibile contributivo dovra' essere determinato alla stregua dell'oggettiva riconducibilita' alla professione dell'attivita' concretamente svolta anche se questa non e' riservata alla professione medesima per cui le cognizioni tecniche di cui dispone il professionista influiscono sull'esercizio dell'attivita'

La limitazione dell'imponibile contributivo ai soli redditi da attivita' professionali tipichenon trova dunque fondamento nell'art 7 della legge n 1395 del 1923 e negli artt 51 52 e 53 del rd n 2537 del 1925 che riguardano soltanto la ripartizione di competenze tra ingegneri e architetti mentre l'art 21 della legge n 6 del 1981 stabilisce unicamente che l'iscr

17/10/2014 Sul nesso di causalita' tra l'infortunio sul lavoro e la condotta del datore documento protetto
Colpevole il datore di lavoro che non ha preventivamente controllato le condizioni dell'attrezzo di lavoro nel caso in esame una scala anche se lasciato da terzi usato dal dipendente e ne ha consentito il suo impiego in azienda

la scala in ferro le cui difformita' dalle prescrizioni dettate dalla normativa antinfortunistica erano risultate incontestabili fu trovata dall'operaio infortunatosi appoggiata su di uno scaffale pur non facendo parte della dotazione originaria dell'azienda Molto verosimilmente l'attrezzo di lavoro fu lasciato nel magazzino ove la societa' si era di recente trasferit

19/11/2015 Lavoro Licenziamento illegittimo documento protetto
Sul diritto all'indennita' di preavviso

in caso di licenziamento illegittimo mentre in relazione alla tutela reale in forza dell'efficacia ripristinatoria del contratto attribuitaalla legge l'indennita' sostitutiva del preavviso e' incompatibile con la reintegra perche' non si ha interruzione del rapporto viceversa stante il carattere meramente risarcitorio proprio della tutela obbligatoria il diritt

04/11/2015 Mobbing Rapporti di parafamiliarita' documento protetto
Il delitto di maltrattamenti previsto dall'art 572 cp puo' trovare applicazione nei rapporti di tipo lavorativo all'indefettibile condizione che sussista il presupposto della parafamiliarita' intesa come sottoposizione di una persona alla autorita' di altra in un contesto di prossimita' permanente di abitudini di vita proprie e comuni alle comunita' familiari nonche' di affidamento fiducia e soggezione del sottoposto rispetto all'azione di chi ha la posizione di supremazia

Le pratiche persecutorie realizzate ai danni del lavoratore dipendente efinalizzate alla sua emarginazione cosiddetto mobbing possono pertanto integrare il delitto di maltrattamenti in famiglia esattamentealle stesse condizioni quando cioe' il rapporto tra il datore di lavoroe il dipendente assuma natura parafamiliare in quanto caratterizzato da relazioni intense ed abituali d

15/09/2015 COA illeciti disciplinari termine quinquennale di prescrizione documento protetto
La pretesa punitiva esercitata dal COA in relazione ad illeciti disciplinari commessi da propri iscritti ha natura di diritto soggettivo potestativo che in quanto tale sebbene di natura pubblicistica resta soggetto a prescrizione dovendo escludersi che il termine di cui all'art 51 rdl n15781933 possa essere inteso come un termine di decadenza insuscettibile di interruzione o sospensione

termine quinquennale di prescrizione mentre delimita nel tempo l'iniziodell'azione disciplinare vale anche ad assicurare il rispetto dell'esigenza che il tempo dell'irrogabilita' della sanzione non venga protratto in modo indefinito perche' al procedimento amministrativo di inflizione della sanzione e' da ritenere applicabile non gia' la regola dell'effetto

07/08/2012 Lavoro esposizione all'amianto risarcimento documento protetto
Nel caso in esame sulla base delle deposizioni testimoniali e delle risultanze della consulenza tecnica d'ufficio espletata in primo grado era stato provato il nesso di causalita' tra la patologia tumorale contratta dal lavoratore e l'attivita' lavorativa dallo stesso svolta presso lo stabilimento della societa' ed era stata parimenti dimostrata la responsabilita' del datore di lavoro nella causazione dell'evento dannoso

fermo il principio della necessaria commisurazione dell'entita' del risarcimento alla effettiva durata della vita il giudice del merito avrebbe dovuto procedere alla liquidazione del danno sotto forma di rendita vitalizia ex art 2057 cc anziche' pervenire ad una determinazione del risarcimento sostanzialmente coincidente con quella che si sarebbe raggiunta attraverso una

05/01/2016 Infortuni sul lavoro Responsabilita' del committente documento protetto
In materia di infortuni sul lavoro la designazione del coordinatore per l'esecuzione dei lavori non esonera il committente dalle responsabilita' connesse alla verifica dell'adempimento degli obblighi posti in capo al primo

il compito del coordinatore per l'esecuzione e' quello di verificare che le misure previste nel piano di sicurezza e di coordinamento siano adottate dalle ditte esecutriciLEGGI LA SENTENZACORTE DI CASSAZIONE PENALE SEZ IV SENTENZA n16 del 5 gennaio 20

04/08/2015 PA pubblico impiego privatizzato danno comunitario documento protetto
Nel caso di scioglimento del rapporto di lavoro per iniziativa del datore fondata sull'esistenza di una clausola risolutiva nulla per contrarieta' a norme imperative la domanda di risarcimento del danno erroneamente basata sull'art 18 comma quinto della legge n 300 del 1970 puo' essere considerata come azione di risarcimento da illecito contrattuale di diritto comune venendo in considerazione la qualificazione giuridica della domanda e non un mutamento dei fatti costitutivi e dovendosi ritenere che la notifica del ricorso introduttivo comportando la richiesta di reintegra l'offerta da parte del lavoratore delle proprie energie lavorative assuma valore di messa in mora

la violazione di disposizioni imperative riguardanti l'assunzione o l'impiego di lavoratori da parte delle pubbliche amministrazioni non puograve comportare la costituzione di rapporti di lavoro a tempo indeterminato con le medesime pubbliche amministrazioni ferma restando ogni responsabilita' e sanzione Il lavoratore interessatoha diritto al risarcimento del danno derivan

05/01/2016 Lavoro Infortuni documento protetto
La delega al coordinatore per la sicurezza non esonera il committente da responsabilita' per la morte del lavoratore

Il compito delcoordinatore per l'esecuzione e' quello di verificare che le misure previste nelpiano di sicurezza di coordinamento siano adottate dalle ditte esecutrici Nelcaso di specie si trattava di porre in essere le misure che gia' nel predettopiano erano state ritenute necessarie a proteggere dal rischio di cadute i

17/06/2015 Infortunio sul lavoro e assoluzione di un coordinatore per la sicurezza e del responsabile ai lavori documento protetto
Lavoratore precipita da una rampa di scale di emergenza priva di parapetto ed ingombra di materiali assolti il coordinatore per la sicurezza e il responsabile dei lavori

a causa dell' assenza di un normale parapetto posto a protezione dell apertura nel vuoto del vano scale nonche' del fatto che la rampa di scale che collegava i due piani era completamente buia ed ingombra di materiali perdeva l'equilibrio riportando un gravissimo ''traumatismo policontusivo produttivo di lesioni cranio meningo encefaliche e toracicheLEGGI LA SENT

31/07/2015 Impiegata di Banca licenziata per debiti documento protetto
Illegittimo il licenziamento di una dipendente bancaria con una situazione di pesante esposizione debitoria che tuttavia non aveva influito negativamente sui suoi compiti lavorativi ne' aveva effettuato richieste di finanziamento in violazione di circolare aziendale di cui in ogni caso non risultava che la lavoratrice avesse conoscenza

fermo restando che le condotte extralavorative possono integrare giusta causa di licenziamento ove siano tali da ledere irrimediabilmente il vincolo fiduciario tra le parti del rapporto lavorativo l'apprezzamentodella potenzialita' o dell'attualita' di tale lesione e' riservato al giudice di merito ed e' quindi insindacabile in sede di legittimita' se cor

24/07/2015 Pensione di invalidita' ai ciechi assoluti Cessazione dell'erogazione al superamento del limite di reddito documento protetto
La pensione non reversibile avente natura assistenziale per i ciechi civili assoluti di cui all'art 7 legge 10 febbraio 1962 n 66 e' erogata a condizione della permanenza in capo al beneficiario dello stato di bisogno economico trattandosi di prestazione assistenziale rientrante nell'ambito di cui all'art 38 primo comma Cost con conseguente cessazione dell'erogazione al superamento del limite di reddito previsto per la pensione di inabilita'

non vi e' nella vigente legislazione una puntuale disposizione di legge in base alla quale possa escludersi per i ciechi assoluti la applicazione della norma sui requisiti reddituali ai fini del diritto altrattamento pensionisticoLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORT

22/06/2012 Offendere il capo non legittima il licenziamento documento protetto
La Cassazione dichiara illegittimo il licenziamento del dipendente che offenda una tantum il superiore gerarchico la condotta e' inidonea di per se' ad essere qualificata insubordinazione

Palazzo Cavour pur ritenendo la condotta del dipendente spiacevole e inopportuna la qualifica inidonea ad integrare una tale gravita' da poter compromettere il rapporto fiduciario tra le partiFonte LeggiOggiitLEGGI LA SENTENZAscarica

16/12/2015 Frode mediante fatture false documento protetto
Ricorso avverso condanna per il reato di cui al DLgs n 74 del 2000 art 2 per avere in concorso con altri in gran numero promotori finanziari per i quali teneva la contabilita' consentito loro di evadere le imposte avvalendosi di fatture per operazioni inesistenti fungendo da tramite

il reato di dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti di cui al DLgs n 74 del 2000 art 2 consiste come espressamente previsto dalla norma rimastaimmodificata anche a seguito del recente DLgs n 158 del 2015 alla data della presente pronuncia in attesa di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale nel fatto di colui che al

13/11/2015 Esplosione in una fabbrica di giochi pirotecnici Responsabilita' del legale della ditta documento protetto
Negligenza imperizia imprudenza e violazione della normativa antinfortunistica provocano una devastante esplosione in una fabbrica di giochi pirotecnici causando un incendio di vaste proporzioni che interessa anche l'adiacente bosco

il datore di lavoro proprio in forza delle disposizioni specifiche previste dalla normativa antinfortunistica e di quella generale di cui all'art 2087 cc ampe' il ampquotgaranteampquot dell'incolumitampa' fisica e della salvaguardia della personalitampa' morale dei lavoratore con la giampa' rilevata conseguenza che ove egli non ottemperi agli o

17/12/2015 Infortuni sul lavoro Responsabilita' in regime di subappalto documento protetto
Il subappaltante e' esonerato dagli obblighi di protezione solo nel caso in cui i lavori subappaltati rivestano una completa autonomia sicche' non possa verificarsi alcuna sua ingerenza rispetto ai compiti del subappaltatore

e' configurabile una esclusione di responsabilita' dell'appaltatore solo nel caso in cui al subappaltatore sia affidato lo svolgimento di lavori ancorche' determinati e circoscritti che perograve svolga in pienaed assoluta autonomia organizzativa e dirigenziale rispetto all'appaltatore non nel caso in cui la stessa interdipendenza dei lavori svolti dai due s

17/09/2015 Il Giudice non puo' ridurre l'onorario dell'avvocato senza motivazione documento protetto
In presenza di una nota specifica prodotta dalla parte vittoriosa il giudice non puo' limitarsi ad una globale determinazione dei diritti di procuratore e degli onorari di avvocato in misura inferiore a quelli esposti ha l'onere di dare adeguata motivazione dell'eliminazione e della riduzione di voci da lui operata

Il giudice e' pertanto tenuto ad indicare dettagliashytamente le singole voci che riduce perche'chieste in misura eccessiva o che elimina perche' non dovute in mododa consentire l'accertamento della conformita' della liquidazione a quanto risulta dagli atti ed alle tariffe in relazione all'in

08/06/2015 Mobbing enti pubblici e divieto di fumo documento protetto
Nel caso in esame il datore di lavoro non aveva adottato alcuna cautela per evitare l'esposizione del lavoratore all'azione del fumo passivo provocato sia degli utenti sia di altri colleghi ed in particolare del suo stesso capo reparto e cio' nonostante la stessa azienda sanitaria avesse ricordato l'obbligo del datore di lavoro di tutelare i dipendenti dei rischi di fumo passivo

i ricorrenti denunciano vizio di motivazione per non avere la Corte motivato in ordine alla ragione per cui ha ritenuto la responsabilita' solidale di entrambi i soggetti senza specifiche ragioni ed ignorando che all'Agenzia del territorio avrebbero potuto essere attribuite condotte mobbizzanti solo successive all'112001 data di istituzione dell'Agenzia e che il suo comportame

20/11/2015 Risarcimento al postino per la borsa troppo pesante documento protetto
E' sufficiente la sussistenza di una malattia professionale a determinare la responsabilita' del datore di lavoro in quanto l'art 2087 non configura un'ipotesi di responsabilita' oggettiva e pertanto e' onere del lavoratore provare l'inadempimento colposo del datore di lavoro nonche' il nesso di causalita' tra l'uno e l'altro

le lesioni periartrite cronica scapolo omerale bilaterale di cui la lavoratrice era affetta erano ascrivibili a responsabilita' esclusiva dei datore di lavoro Poste Italiane spa e aveva condannato la predetta societa' al risarcimento del danno biologico morale e patrimoniale sofferto dalla lavoratrice nella misura di euro 3600000 oltre rivalutazione e interess

29/04/2015 Poteri discrezionali del giudice di appello Ammissione di nuove prove documento protetto
Nel rito del lavoro l'acquisizione di nuovi documenti o l'ammissione di nuove prove da parte del giudice di appello rientra tra i poteri discrezionali allo stesso riconosciuti dagli artt 421 e 437 cpc e tale esercizio e' insindacabile in sede di legittimita' anche quando manchi un'espressa motivazione in ordine alla indispensabilita' o necessita' del mezzo istruttorio ammesso dovendosi la motivazione ritenere implicita nel provvedimento adottato

Insorta tuttavia controversia giudiziaria ed essendo chiamato il giudice a decidere quale sia l'equo canone i computi in questione vannoeseguiti salvo che venga data la prova di una volonta' contraria dellaparte della cui richiesta si tratta considerando non il comportamentoche le parti hanno in concreto tenuto in base al canone effettivamentepagato ma quello che avrebb

17/07/2015 Lavoro trasferimento familiare di portatore di handicap documento protetto
Sul diritto di chi assiste una persona con handicap a non essere trasferito senza il suo consenso ad altra sede

In materia di assistenza alle persone handicappate alla luce di una interpretazione dell'art 33 comma 5 della legge 5 febbraio 1992 n 104 orientata alla complessiva considerazione dei principi e dei valori costituzionali coinvolti come delineati in particolare dalla Corte cost con le sentenze n 406 del 1992 e n 325 del 1996 il diritto del genitore o del familiare lavo

16/12/2015 Lavoro licenziamento per giustificato motivo oggettivo determinato da ragioni tecniche documento protetto
Compete al giudice il controllo in ordine all'effettiva sussistenza del motivo addotto dal datore di lavoro in ordine al quale questi ha l'onere di provare anche mediante elementi presuntivi ed indiziari l'impossibilita' di una differente utilizzazione del lavoratore in mansioni diverse da quelle precedentemente svolte

nel caso in esame contrariamente a quanto affermato dalla societa' datrice di lavoro nella lettera di licenziamento la ricorrente non era addetta alla cucina ma era assistente sociosanitaria in quanto tale utilizzata neiturni di servizio di tale qualificaLEGGI LA SENTENZA

14/07/2015 Contratti collettivi nazionali di lavoro Spettacoli televisivi documento protetto
I contratti collettivi possono introdurre limiti quantitativi alle assunzioni a termine per programmi radiofonici eo televisivi e per spettacoli

Nei casi di conversione del contratto a tempo determinato il giudice condanna il datore di lavoro al risarcimento del lavoratore stabilendo un indennita' onnicomprensiva nella misura compresa tra uni minimo di 25ed un massimo di 12 mensilita' dell'ultima retribuzione globale di fatto avuto riguardo ai criteri indicati nella L 15 luglio 1966 n 604 art 8LEGGI LA

19/11/2015 Licenziamento Impiegato banca documento protetto
Legittimo il licenziamento per l'impiegato di banca che concede ai familiari un fido in deroga alle regole

nell'ipotesi di dipendenti di istituti di credito l'idoneita' del comportamento contestato a ledere il rapporto fiduciario rapporto che e'piugrave intenso nel settore bancario deve essere valutata con particolarerigore ed a prescindere dalla sussistenza di un danno effettivo per il datore di lavoroLEGGI LA SENTENZACorte di Cassazionecivile

24/09/2013 Avvocato Sospensione documento protetto
Sulla sospensione dall'esercizio dell'attivita' professionale per la durata di mesi sei per avere compiuto atti contrari all'interesse del proprio assistito

Poiche' il RDL n 1578 del 1933 art 56 comma 3 prevede contro le sentenze del CNF il ricorso alle Sezioni Unite della Corte di Cassazione per incompetenza eccesso di potere e violazione di legge ne discende che anche contro le sentenze del CNF e' ora ammesso il ricorso per vizio di motivazioneLEGGI LA SENTENZA

22/09/2015 Lavoro Mutamento di mansioni Jobs act documento protetto
Il demansionamento del lavoratore costituisce una sorta di illecito permanente nel senso che esso si attua e si rinnova ogni giorno in cui il dipendente viene mantenuto a svolgere mansioni inferiori rispetto a quelle che egli secondo legge e contratto avrebbe diritto di svolgere

se e' vero che l'art2013 cc e' norma di garanzia individuale a tuteladella professionalita' di ogni singolo lavoratore anche rispetto alla classificazione collettiva secondo il meccanismo dell'inderogabilita' inpeius E' anche vero che le regole sull'inquadramento professionale sono scritte dalle parti collettive sono loro c

13/07/2015 ASL prolungamento dell'orario lavorativo buoni pasto documento protetto
Sull'insussistenza dei presupposti per la pretesa da parte dell'azienda nei confronti dei lavoratori del recupero giornaliero di 15 minuti di orario lavorativo come contropartita per la fruizione dei buoni pasto ai medesimi corrisposti in sostituzione del soppresso servizio di mensa aziendale

la difesa della ASL non aveva negato la mancata predisposizione di turnima aveva dedotto che comunque i dipendenti avevano speso i quottickets restaurantquot loro assegnati mensilmente e che non poteva sussistere un rapporto di corrispettivita' contrattuale tra la concessione di buoni pasto fruibili solo fuori dell'orario di lavoro senza alcuna incidenza sulla continuitagrav

05/06/2015 Docenti e pensioni Provvedimento di collocamento a riposo documento protetto
Sul diritto alla prosecuzione del rapporto di lavoro ed al reinserimento in servizio fino al raggiungimento del 7oesimo anno di eta' ovvero del requisito minimo di contribuzione ai fini previdenziali

pur innalzando l'anzianita'contributiva da quindici a vent'anni per accedere alla pensione ha invero fatto salva la previgente disciplina di accesso a pensione con quindici anni di contributi versati a favore di una pluralita' di categorie puntualmente indicate tra cui i lavoratori dipendenti che al 31 dicembre 1992 avevano maturato un period

19/11/2012 Avvocati Dichiarazione annuale dei redditi documento protetto
Tutti gli iscritti agli albi degli avvocati e dei procuratori nonche' i praticanti procuratori iscritti alla Cassa devono comunicare alla Cassa entro trenta giorni dalla data prescritta per la presentazione della dichiarazione annuale dei redditi l'ammontare del reddito professionale

Chi non ottempera all'obbligo di comunicazione di cui ai precedenti commi o effettua una comunicazione non conforme al vero e' tenuto a versare alla Cassa per questo solo fatto una penalita' pari a meta' del contributo soggettivo minimo previsto per l'anno solare in cui la comunicazione doveva essere inviata Tale penalita' si riduce di meta' se

14/10/2015 Film porno sul lavoro si' ma solo in pausa pranzo documento protetto
Nel caso in esame i fatti contestati al lavoratore allontanamento e mancato svolgimento della prestazione lavorativa al fine di visionare con apparecchiature aziendali filmati di natura pornografica in proprio possesso nei luoghi di lavoro comportavano la violazione degli obblighi legali e contrattuali connessi al rapporto di lavoro

in tema di procedimento civile sono riservate al giudice del merito l'interpretazione e la valutazione del materiale probatorio nonche' la scelta delle prove ritenute idonee alla formazione del proprio convincimento con la conseguenza che e' insindacabile in sede di legittimita' il quotpeso probatorioquot di alcune testimonianze rispetto ad altre in base al qua

11/06/2015 Lavoro infortuni e malattie professionali documento protetto
Su una domanda di condanna dell'INAIL al pagamento dell'indennita' per il periodo di inabilita' temporanea in ragione di un infortunio

nella materia degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali trova diretta applicazione la regola contenuta nell'art 41 cp per cui il rapporto causale tra evento e danno e' governato dal principio dell'equivalenza delle condizioni secondo il quale va riconosciuta l'efficienza causale ad ogni antecedente che abbia contribuito anche inmaniera indiretta e remota alla

02/03/2015 Avvocato Ricorso avverso il decreto di archiviazione
Inammissibile il ricorso per cassazione sottoscritto personalmente dalla persona offesa avverso il decreto di archiviazione nel processo penale lo jus postulandi non puo' essere esercitato da chi riveste la qualita' di litigante

la parte civile e' legittimata a proporre personalmente ricorso per cassazione avverso la sentenza impugnata purche' si tratti di avvocato iscritto nell'albo speciale per il patrocinio davanti alle magistrature superioriLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE PENALE SEZ VI

14/10/2015 Recupero compenso avvocato documento protetto
La pretesa creditoria che rimanga contenuta nei limiti di 50000 euro richiede quale condizione di procedibilita' della domanda giudiziale il preventivo tentativo di negoziazione assistita salvo si tratti di controversia riconducibile alla categoria di quelle per le quali le parti possono stare in giudizio personalmente In questa categoria ricade la domanda introdotta dall'avvocato per recuperare un suo credito la' dove questi si avvalga della procedura speciale di cui all'art14 d lgs1502011 ove al comma III e' espressamente previsto che nel giudizio di merito le parti possono stare in giudizio personalmente

alla luce di una piugrave accentuata valorizzazione del principio di buona fede anche nella fase della tutela giudiziale del credito e dell'affermazione del canone del giusto processo non e' consentita al creditore la parcellizzazione in plurime e distinte domande dell'azione giudiziaria per l'adempimento di una obbligazione pecuniariaLEGGI L'ORDINANZA

28/10/2015 Fisco libero professionista e rapporti parentaliamicali documento protetto
Sulla gratuita' dell'opera svolta dal professionista in considerazione dei rapporti di parentela e di amicizia con gli stessi clienti

il 10 di tali soggetti risultano soci di societa' di persone la cui contabilita' e' affidata alle cure del contribuente per cui ogni eventuale compenso rientra in quello gia' corrisposto dalla societa' di appartenenzaLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE CIVILE SEZ V

01/10/2015 Interrogatorio libero e convincimenti dei giudici
Il convincimento del giudice del merito puo' essere fondato anche solo sulle dichiarazioni rese dal lavoratore in sede d'interrogatorio libero ove le medesime non siano contraddette da elementi probatori contrari

Nel caso in esame il giudice del merito ha ritenuto che le dichiarazioni rese dalla parte siano sufficienti a chiarire i fatti di causa considerando conseguentemente superfluo ogni ulteriore atto istruttorioLEGGI LA SENTENZASuprema Corte di Cassazione Sez LavoroS

21/01/2014 Risarcimento del danno per mancata riassunzione documento protetto
Nel caso in esame il datore aveva riassunto tutti i dipendenti in servizio nella precedente stagione salvo la ricorrente la quale pure aveva diritto al reimpiego entro il termine annuale previsto dall'art 15 della L 290449 n 264

il datore di lavoro che assuma lavoratori diversi in luogo di quelli licenziati entro il suddetto termine annuale riferito alla stipulazione di relativi contratti puograve sottrarsi alla responsabilita' per inadempimento ex art 1218 cc ed al conseguente obbligo di risarcimento del danno solo ove fornisca la prova della assoluta inevitabilita' della scelta sotto il

02/07/2015 Assegno invalidita' Requisiti documento protetto
Sugli elementi costitutivi del diritto all'assegno di invalidita' civile

Il requisito della incollocazione al lavoro e attualmente il requisito del mancato svolgimento di attivita' lavorativa previsto dallaart 35 comma 1 della legge 24 dicembre 2007 n 247 che ha sostituito il testo dell'art13 della legge 30 marzo 1971 n 118 rappresenta al pari del requisito della ridotta capacita' lavorativa e del requisito reddituale un el

26/01/2015 Sul reato di occultamento di contabilita'
Sulla misura interdittiva dall'esercizio della professione di ragionierecommercialista emessa in relazione all'accusa rivolta al ricorrente di avere violato il DLgs n 74 del 2000 artt 2 8 e 10

la fattispecie di cui al DLgs n 74 del 2000 art 2 comma 3 non e' un'autonoma fattispecie di reato ma una circostanza attenuante del reato di cui al comma 1 dello stesso articolo perche' non prevede una diversa condotta ma si limita a prevedere una pena piugrave lieve per il caso di violazioni di minore entita' economicaLEGGI LA SENTENZA

14/07/2014 Compensatio lucri cum damno documento protetto
Dal risarcimento del danno patrimoniale patito dal familiare di persona deceduta per colpa altrui deve essere detratto il valore capitale della pensione di reversibilita' percepita dal superstite in conseguenza della morte del congiunto

Azione di risarcimento dei danni invocato dalla moglie della vittima deceduta a seguito di una brusca frenata di autobus adibito al pubblico trasporto di persone nei confronti dell'ente proprietario dell'autobusdel conducente di questo e della compagnia assicuratrice della responsabilita' civile obbligatoriaLEGGI LA SENTENZA

03/02/2011 Avvocati sulle condizioni per l'esercizio dell'attivita' in uno stato membro documento protetto
L'avvocato che eserciti con il proprio titolo professionale di origine in uno Stato membro ospitante pua' in qualsiasi momento chiedere il riconoscimento del proprio diploma a norma della Direttiva 8948 allo scopo di accedere alla professione di avvocato in detto Stato membro e di esercitarla con il titolo professionale corrispondente a tale professione nello Stato membro medesimo

L'autorita' competente dello Stato membro ospitante che subordina l'accesso ad una professione regolamentata alla presentazione di prove relative all'onorabilita' alla moralita' o all'assenza di dichiarazione di fallimento o che sospende o vieta l'esercizio di una siffatta professione in caso di gravi mancanze professionali o di condanne per delitti penali accetta

18/09/2015 Risarcimento danno da perdita della capacita' lavorativa di una minore documento protetto
La presenza di una protesi non esclude l'incapacita' lavorativa

con riferimento a persona minore si deve in primo luogo considerare ai fini dello stabilire l'effettiva sussistenza di un danno patrimoniale la percentuale di invalidita' permanente medicalmente accertata e si assume che l'accertamento nella specie di una invalidita' rilevante del trenta per cento non poteva giustificare l'esclusione della sua incidenza sulla capacitagr

22/10/2015 Lavoro adozioni indennizzo di maternita'
L'indennita' di maternita' spetta alla madre libera professionista solo se il bambino non ha superato i sei anni di eta'

Solo la madre liberaprofessionista che decida di adottare un bambino di nazionalit italiana erivendichi lindennit di maternit assoggettata al limite dei sei anni diet del bambinoLEGGI LA SENTENZACORTE COSTITUZIONALE SENTENZA

12/10/2015 Lavoro licenziamento disciplinare Furto in azienda documento protetto
Legittimo il licenziamento del dipendente sorpreso a rubare anche se il relativo procedimento penale e' stato archiviato

il giudice e' tenuto ad accertare in concreto se la specifica mancanza commessa dal dipendente risulti idonea a ledere in modo grave la fiducia che il datore di lavororipropone nel proprio dipendenteLEGGI L'ORDINANZAscarica il documento

15/04/2015 Societario contratto per adesione unilaterale documento protetto
Nel caso in esame la convenzione di arbitrato contenuta in un contratto di mandato da una societa' ad un consorzio non richiede una specifica approvazione per iscritto ai sensi degli artt 1341 e 1342 cc ove il mandato commerciale sia destinato ai soggetti consorziati e sia stato da loro elaborato ed approvato sia pure muovendo da un modello predisposto dalla societa'

un contratto e' qualificabile quotper adesionequot solo quando sia destinato a regolare una serie indefinita di rapporti e sia stato predisposto unilateralmente da un contraente Ne consegue che tale ipotesi non ricorre quando risulta che il negozio e' stato concluso mediante trattative intercorse tra le partiLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORT

03/09/2015 Contratti ad esecuzioni su moduli o formulari Termine di durata documento protetto
Sul contratto di noleggio di apparecchiature da gioco in cui il noleggiante si impegnava a mantenerle installate nel proprio locale per la durata di cinque anni

Le condizioni generali di contratto predisposte mediante moduli o formulali che in relazione a rapporti ad esecuzione continuata o periodica predispongano anche il termine di durata del rapporto non rientrano di per se' sole fra le clausole particolarmente oneroseLEGGI LA SENTENZASuprema Corte di C

12/10/2015 Licenziamento per troppe pause caffe'intese come illeciti disciplinari
Gli artt 2 3 4 l cit impongono modi d'impiego da parte del datore di lavoro delle guardie giurate del personale di vigilanza e di impianti ed attrezzature per il controllo a distanza I relativi divieti riguardano il controllo sui modi di adempimento dell'obbligazione lavorativa ma non anche comportamenti del lavoratore lesivi del patrimonio e dell'immagine aziendale Non sono percio' vietati i cosiddetti controlli difensivi intesi a rilevare mancanze specifiche e comportamenti estranei alla normale attivita' lavorativa nonche' illeciti Controlli eseguibili anche mediante agenzie investigative private

dalla relazione investigativa e da molteplici testimonianze erano risultati gli abbandoni del lavoro fuori orario senza adeguata giustificazione anche al di fuori dei territori di competenzaLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZ LAVOROSentenza n 20440

08/10/2015 Badante Risarcimento del danno da omessa contribuzione
Il nipote che aveva rinuncia all'eredita' non dovra' pagare nulla alla badante della zia

difetto di legittimazione passiva del GDM per aver egli rinunciato all'eredita' della Sigra R dall'altro l'insussistenza di obblighi a suo diretto carico anche aldila' dell'incertezza della sua vocatio in ius in proprio e non solo per la sua qualita' di erede a motivo del mancato assolvimento da parte della M dell'onere della prova circa la diretta titolari

16/06/2015 Personale dello spettacolo Requisiti della specificita' documento protetto
Non puo' considerarsi sufficiente ad integrare l'ipotesi di legittimo ricorso al contratto a tempo determinato la mera qualifica tecnica od artistica del personale correlata alla produzione di spettacoli o programmi radiofonici o televisivi occorrendo che l'apporto del peculiare contributo professionale tecnico o artistico del soggetto esterno sia necessario per il buon funzionamento dello spettacolo in quanto non sostituibile con le prestazioni del personale di ruolo dell'azienda

il ricorso ai contratti a termine era avvenuto per evitare di assumere lavoratori in pianta stabile e non per far fronte a temporanee e mutevoli esigenze di forzalavoro e quindi in frode alla legge mentre in effetti era emerso che l'utilizzazione del C era stata del tutto occasionale e priva di continuita' laddove nel contempo la natura stessa dell'attivita' televisiva

12/06/2015 Societa' di servizi Rimborso IRAP
Non e' assoggettabile ad IRAP l'attivita' di lavoro autonomo svolta in assenza di autonoma organizzazione senza personale dipendente e con modesti beni strumentali che nella fattispecie il contribuente ha documentato attraverso la dichiarazione dei redditi ed il registro dei beni anuvortizzabili l'assenza di dipendenti o collaboratori con vincolo di rapporto di lavoro continuativo e la presenza di beni di non rilevante entita' indispensabili per l'esercizio della propria attivita' con conseguente inesistenza di un'organizzazione autonoma e diversa dalla propria prestazione professionale

in tema di IRAP l'impiego non occasionale di lavoro altrui sussiste se il professionista eroga elevati compensi a terzi per prestazioni afferenti l'esercizio della propria attivita' restando indifferente il mezzo giuridico utilizzato e cioe' il ricorso a lavoratori dipendenti a una societa' di servizi o un'associazione professionaleLEGGI LA SENTENZ

21/07/2015 Lavoro Sanzione affissione
Nel caso in esame la condotta contestata al lavoratore appare violatrice non di generali obblighi di legge ma di puntuali regole comportamentali negozialmente previste e funzionali al miglior svolgimento del rapporto di lavoro

in tema di procedimentodisciplinare nei confronti di dipendenti pubblici la disposizione di cui all'art 25 n10 del ccnl del 6 luglio 1995 per il personale degli enti locali prevede che al codice disciplinare deve essere data la massima pubblicita' mediante affissione in luogo access

12/06/2015 Lavoro sul cd patto da demansionamento documento protetto
L'assegnazione a mansioni inferiori pacificamente rappresenta fatto potenzialmente idoneo a produrre una pluralita' di conseguenze dannose sia di natura patrimoniale che di natura non patrimoniale

risarcibile il danno non patrimoniale da inadempimento contrattuale che determini oltre alla violazione degli1 obblighi di rilevanza economica assunti con il contratto anche la lesione di un diritto inviolabile della persona ha considerato che l'esigenza di accertare se in concreto il contratto tenda alla realizzazione anche di interessi non patrimoniali eventualmente presidiati da

11/06/2015 Lavoro dimissioni presentate durante la gravidanza
La richiesta di dimissioni presentata dalla lavoratrice durante il periodo di gravidanza e dalla lavoratrice o dal lavoratore durante il primo anno di vita del bambino o nel primo anno di accoglienza del minore adottato o in affidamento deve essere convalidata dal servizio ispettivo del Ministero del lavoro competente per territorio A detta convalida e' condizionata la risoluzione del rapporto di lavoro

Posto che sia il datore di lavoro a voler ottenere la cessazione del rapporto di lavoro con una lavoratrice in gravidanza sarebbe facile evitare il controllo dei servizi ispettivi ministeriali formalizzando una risoluzione consensuale in luogo di un mero atto di dimissioniLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZ LAVORO

08/10/2015 Contratti Aassociazione in partecipazione documento protetto
La gestione dell'impresa o dell'affare spetta all'associante e non all'associata che ai sensi dei successivi commi puo' vantare soltanto diritto di controllo o di rendicontazione

sebbene l'attivita' affidata all'associato possa concretizzarsi in una vera e propria preposizione istruttoria nondimeno essa rimane cosa molto diversa dall'addossare al solo associato l'intero rischio di impresaLEGGI LA SENTENZACorte di Cassazione sez Lavoro Sentenza n 20189 del 8

20/01/2014 Prevenzione infortuni sul lavoro
Il responsabile di attrezzature sportive o ricreative e' titolare di una posizione di garanzia a tutela dell'incolumita' di coloro che le utilizzano anche a titolo gratuito sia in forza del principio del neminem laedere sia nella sua qualita' di custode delle stesse attrezzature sia infine quando l'uso delle attrezzature dia luogo a un'attivita' da qualificarsi pericolosa ai sensi dell'art 2050 cod civ rispetto alle quali egli e' obbligato ad adottare tutte le misure idonee ad evitare l'evento dannoso

la normativa antinfortunistica era inconferente dato che il sinistro si era verificato al di fuori di un rapporto di lavoro subordinato richiamando al riguardo un consolidato orientamento di questa Corte di legittimita' secondo il quale anche i terzi quando si trovano esposti ai rischi di un'attivita' lavorativa come era quella di gestione dei gokart da altri svolta devo

25/02/2015 Rinnovazione della procura al difensore documento protetto
Sulla possibilita' di estendere la previsione del novellato art 182 cpc anche all'ipotesi di inesistenza o di mancata produzione in giudizio del negozio rappresentativo

l'art 182 cpc comma 2 dev'essere interpretato anche alla lucedella modifica apportata dalla L n 69 del 2009 art 46 comma 2 nelsenso che il giudice deve promuovere la sanatoria in qualsiasi fase e grado del giudizio e indipendentemente dalle cause del predetto difettoassegnando un termine alla parte che non vi abbia gia' provveduto di suainiziativa con eff

26/04/2012 Responsabilita' precontrattuale Rottura ingiustificata delle trattative documento protetto
Se e' pur vero che nella fase antecedente alla conclusione di un contratto le parti hanno piena facolta' di verificare la propria convenienza alla stipulazione e di richiedere tutto quanto ritengano opportuno in relazione al contenuto delle reciproche future obbligazioni con conseguente liberta' per ciascuna di esse di recedere dalle trattative indipendentemente dalla esistenza di un giustificato motivo e' altrettanto vero che l'operativita' di tale principio e' assoggettato al limite del rispetto del principio di buona fede e correttezza

non si puograve disconoscere che il bene tutelato dal citato art 1337 cc non e' propriamente quello che la parte invocante la responsabilita' precontrattuale si propone di conseguire con il contratto ma e' la legittima aspettativa che le trattative si svolgano lealmente e correttamente su un piano di parita' senza che la controparte per riserva mentale

10/02/2011 Lavoro fumo passivo malattia professionale documento protetto
Sull'accertamento della sussistenza di una malattia professionale non tabellata e del relativo nesso di causalita'

la tutela antinfortunistica del lavoratore si estende alle ipotesi di c d rischio specifico improprio definito come quello che pur non insito nell'atto materiale della prestazione lavorativa riguarda situazioni ed attivita' strettamente connesse con la prestazionestessaLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI

17/09/2015 Il magistrato non puo' ridurre gli onorari agli avvocati
Il giudice e' tenuto ad indicare dettagliatamente le singole voci che riduce perche' chieste in misura eccessiva o che elimina perche' non dovute in modo da consentire l'accertamento della conformita' della liquidazione a quanto risulta dagli atti ed alle tariffe in relazione all'inderogabilita' dei minimi

la determinazione degli onorari di avvocato e degli onorari e diritti di procuratore costituisce esercizio di un potere discrezionale del giudice che qualora sia contenuto tra il minimo ed il massimo della tariffa non richiede una specifica motivazione e non puograve formare oggetto di sindacato in sede di legittimita' se non quando sia stato l'interessato stesso a speci

30/04/2012 Nullita' del contratto Conversione
L'accertamento ex art 1424 cc ai fini della conversione del negozio nullo dell'ipotetica volonta' delle parti nel caso che avessero conosciuto l'invalidita' del contratto da esse stipulato implica un'indagine di fatto riservata al giudice di merito che non puo' essere compiuta nella presente sede e che non essendo stata in alcun modo sollecitata dall'una o dall'altra parte in quella di merito non avrebbe potuto essere compiuta di ufficio dal giudice come gia' precisato dalla giurisprudenza di legittimita' a questo collegio condivisa

La Corte d'Appello si basata su una serie di indici ritenuti a ragione inequivocabili sia di ordine testuale qualificazione delle parti qualivenditrice e acquirente coniugazione del verbo vende al presenteindicativo e non al futuro sia sostanziali tra i quali in particolare l'immediata consegna previa co

29/04/2015 Lavoro Licenziamento illegittimo documento protetto
In tema di adempimento dell'onere di cui all'art 4 co 9 legge n 22391 il requisito della contestualita' fra comunicazione del recesso al lavoratore e comunicazione alle organizzazioni sindacali e ai competenti uffici del lavoro dell'elenco dei dipendenti licenziati e delle modalita' di applicazione dei criteri di scelta contestualita' richiesta a pena d'inefficacia del licenziamento deve essere valutato nel senso di una indispensabile contemporaneita' delle due comunicazioni la cui mancanza puo' non determinare l'inefficacia del recesso solo se sostenuta da giustificati motivi di natura oggettiva della cui prova e' onerato il datore di lavoro

il licenziamento in quanto negozio unilaterale recettizio si perfeziona nel momento in cui la manifestazione di volonta' del datore dilavoro giunge a conoscenza del dipendente sicche' il termine di decadenza previsto dall'art 6 legge n 60466 decorre dalla comunicazione del licenziamento e non dal momento eventualmente successivo di cessazione del rapporto di lavoro

04/05/2015 Lavoro anticipazione assegni familiari Conguaglio documento protetto
Il diritto al conguaglio quale fatto parzialmente estintivo del debito contributivo deve essere dimostrato dal datore di lavoro

ai sensi dell'art 37 primo comma del dPR n 797 del 1955 gli assegnifamiliari sono corrisposti agli aventi diritto a cura del datore di lavoro alla fine di ogni periodo di pagamento della retribuzioneLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZ LAVOROSentenza n 8873 del 4 maggio 2015

07/09/2015 Infortunio sul lavoro documento protetto
Sul nesso eziologico tra attivita' lavorativa ed infortunio subito

Non e' indennizzabile l'infortunio quando la causa violenta non sia connessa all'attivita' lavorativa o almeno occasionata dal suo esercizioLEGGI LA SENTENZASuprema Corte di Cassazione Sez Unite CiviliSentenza n 17685 del 7 settembre 2015 Presidente Rovelli Relatore Nobile

00/00/0000 Procedura ad avidenza pubblica
Sulla procedura negoziata non preceduta dalla pubblicazione di un bando di gara

Sull'Aiuto al Programma Operativo Integrato Obiettivo 1 2000u20112006 relativo alla regione dell'Andalusia SpagnaLEGGI LA SENTENZATribunale Europeo Sez IIISentenza n Tu20115411 del 15 gennaio 2013 FESR

27/08/2015 Liquidazione delle spese processuali documento protetto
Possono essere denunciate in sede di legittimita' unicamente le violazioni del criterio della soccombenza o liquidazioni che non rispettino le tariffe professionali con obbligo di indicare le singoli voci contestate in modo tale da permette il controllo di legittimita' senza bisogno di effettuare altre indagini

la liquidazione delle spese processuali rientra nei poteri discrezionali del giudice del merito potendo essere denunziate in sede di legittimita' solo violazioni del criterio della soccombenza o liquidazioni che non rispettino le tariffe professionali con obbligo in tal caso di indicare le singole voci contestate in modo da consentire il controllo di legittimita' senza

21/04/2015 IVA Esenzioni a favore di alcune attivita' di interesse pubblico
Sulle regole comuni per lo sviluppo del mercato interno dei servizi postali comunitari e il miglioramento della qualita' del servizio

il Regno di Svezia ritiene che esentare la Posten AB dall'IVA equivarrebbe a darle rispetto ai suoi concorrenti un vantaggio di competitivita'u2011prezzo artificioso che puograve elevarsi sino all'aliquota dell'IVA applicabile vale a dire il 20 circostanza che ridurrebbe la pressione concorrenziale sul mercato postale a scapito del consumatore finale Inoltr

03/06/2015 Lavoro licenziamento per attivita' occulte documento protetto
Sproporzionato il licenziamento disciplinare intimato al controricorrente per aver svolto attivita' lavorativa presso il bar della figlia nonostante che in tali giornate fosse assente dal lavoro prima per infortunio e poi per malattia

condotte analoghe a quella di cui sopra possono integraregiusta causa perche' violano i doveri di correttezza e buona fede da parte del lavoratore e ne dimostrano la scarsa attenzione al proprio stato di salute e l'inidoneita' della malattia ad impedire l'espletamentodell'attivita' di lavoroLEGGI LA SENTENZAPresidente Stile

04/06/2015 Licenziamento per motivo oggettivo documento protetto
Sui criteri di gestione d'impresa che rimettono al datore di lavoro la facolta' di poter licenziare per motivi oggettivi

Il licenziamento per giustificato motivo oggettivo e' dettato da ragioni inerenti all'attivita' produttiva all'organizzazione del lavoro e al regolare funzionamento di essa art 3 seconda parte L n 604 del 1966LEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZ LAVOROSe

28/05/2015 Lavoro indennita' di disoccupazione documento protetto
Sul diritto all' indennita' ordinaria di disoccupazione nell'ipotesi in cui le dimissioni siano rassegnate ai sensi dell'articolo 2119 cc

La cessazione del rapporto di lavoro per dimissioni intervenuta con decorrenza successiva al 31 dicembre 1998 non da' titolo alla concessionedell' indennita' di disoccupazione ordinaria agricola e non agricola con requisiti normali di cui al regio decretolegge 4 ottobre 1935 n 1827 convertito con modificazioni dalla legge 6 aprile 1936 n 1155 e successive modificaz

29/05/2015 Licenziamento dirigente documento protetto
Accertamenti sull'esistenza della crisi aziendale a causa della quale era stata soppressa la funzione dirigenziale

il vizio di omessa o insufficiente motivazione deducibile in sede di legittimita' ex art 360 cpc n 5 sussiste solo se nel ragionamento del giudice di merito quale risulta dalla sentenza sia riscontrabile il mancato o deficiente esame di punti decisivi della controversia e non puograve invece consistere in un apprezzamento dei fatti e delle prove in senso difforme da

26/05/2015 Pubblico impiego Principio di esclusivita'
Sul ricorso proposto da alcuni infermieri professionali dipendenti dell'Azienda Ospedaliera Bolognini di Seriate con il quale gli stessi chiedono accertarsi che l'Azienda medesima non ha il diritto di pretendere in base alla disposizione oggetto di censura il versamento delle somme da essi percepite per prestazioni infermieristiche svolte presso terzi al di fuori dell'orario di lavoro ma senza premurarsi di ottenere la previa autorizzazione dell'amministrazione di appartenenza

il Tribunale reputa incontestabile l'obbligo per i pubblici dipendenti di osservare il principio di esclusivita' del rapporto di pubblico impiego che trova fondamento nell'art 98 primo comma Cost e considera altrettanto ovvio che la trasgressione del dovere di chiedere l'autorizzazione integri secondo la stessa norma denunciata un comportamento

27/02/2015 Licenziamento illegittimo
In tema di recesso dal rapporto di lavoro dirigenziale nel settore pubblico privatizzato l'amministrazione contesta per iscritto l'addebito convocando l'interessato per una data non anteriore al quinto giorno dal ricevimento della contestazione

per il computo del cd termine a difesa che precede l'audizione dell'interessato occorre avere riguardo al momento in cui il lavoratoreha avuto conoscenza degli addebiti a lui mossi e dunque alla data di ricevimento della contestazione in riferimento alla quale lo stesso lavoratore e' posto in condizione di poter predisporre una difesa circostanziata in relazione ai fatti ogget

15/05/2015 Mobbing documento protetto
Sul risarcimento del danno alla salute e professionale in favore di una dipendente quale conseguenza di un comportamento mobbizzante

la Corte del merito non prende in considerazione il demansionamento quale elemento autonomo su cui fonda la ritenuta sussistenza del mobbing ma lo iscrive nel piugrave ampio contesto della vicenda fattuale che nella specie ha caratterizzato il complessivo comportamento vessatorio a danno della DMLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE

13/05/2015 Licenziamento dirigente per esigenze aziendali documento protetto
Il licenziamento d'un dirigente non puo' essere giustificato da generali ragioni di riduzione di personale ma deve essere motivato da ragioni specificamente attinenti alla posizione del singolo il che non e' avvenuto nel caso in esame

La possibilita' che il licenziamento d'un dirigente possa considerarsi giustificato anche se derivante da esigenze di riorganizzazione aziendale non esime il giudice dal controllare che esse siano effettivamente sussistenti e siano tali da coinvolgere la posizione del dirigente licenziato e non meramente enunciate nel corso di una procedura di riduzione di personale ex lege n 2

26/05/2015 Lavoro licenziamento illegittimo aliunde perceptum
Dichiarata illegittimita' del licenziamento con conseguente ordine di reintegrazione e condanna della societa' al pagamento dell'indennita' risarcitoria

L'aliunde perceptumdetraibile dall'indennita' risarcitoria spettante ex art 18 l n 300 del 1070 al lavoratore illegittimamente licenziato in regime di tutela reale ed il cui rapporto di lavoro sia stato ricostituito senza soluzione di continuita' consiste in quelle utilita' patrimonialmente valutabili che derivano al lavoratore

19/12/2013 Mobbing
Impugnativa licenziamento e risarcimento danni da mobbing

Con mobbing si intende una situazione lavorativa di conflittualita' sistematica persistente ed in costante pregresso in cui una o piugrave persone vengono fatte oggetto di azioni ad alto contenuto persecutorio da parte di uno o piugrave aggressori in posizione superiore inferiore o diparita' con lo scopo di causare alla vittima danni di vario tipo e gravita' I

03/03/2015 Risarcimento danni per vessazioni e molestie
Nel caso in esame la ricorrente subiva sul luogo del lavoro molestie anche di natura sessuale su iniziativa di entrambi i manager suoi colleghi che erano soliti fare ricorso a battute sgradevoli e a porre in essere comportamenti allusivi molesti e vessatori nei suoi confronti tali da provocarle anche conseguenze fisiche

considerate come discriminazioni le molestie sessuali ovvero quei comportamenti indesiderati a connotazione sessuale espressi in forma fisica verbale o non verbale aventi lo scopo o l'effetto di violare la dignita' di una lavoratrice o di un lavoratore e di creare un clima intimidatorio ostile degradante umiliante o offensivo 2bis Sono altresigrave considerati com

16/10/2014 Morte di un dipendente Responsabilita' contrattuale
Ai fini dell'accertamento della natura giuridica dell'azione di responsabilita' in concreto proposta dal lavoratore verso il datore deve ritenersi proposta l'azione di responsabilita' extracontrattuale tutte le volte che non emerga una precisa scelta del danneggiato in favore di quella contrattuale

in tema di infortuni sul lavoro e di malattie professionali che rientrino nell'ambito della tutela previdenziale di cui al dPR n 1124 del 1965 il dettato dei primi tre commi dell'art 10 della legge stessa comporta che allorquando il dipendente che abbia ricevuto o cheabbia diritto a ricevere dall'INAIL le prestazioni previdenziali previste per l'infortunio subito agisca

21/05/2015 Licenziamento per motivi disciplinari documento protetto
Nel caso in esame il ricorrente nello svolgimento della sua funzione di liquidatore dei sinistri aveva posto in essere reiterate irregolarita' e violazioni delle ordinarie disposizioni in tema di istruzione e gestione delle pratiche nonche' di liquidazione dei sinistri

anche se l'identificazione del licenziamento come sanzione disciplinare comporta l'applicabilita' delle garanzie della difesa e del contraddicono l'esplicazione delle stesse da parte del lavoratore incolpato disciplinarmente non puograve che avvenire nell'ambito della normativa legale vigente onde non e' pertinente la deduzione della negazione dell'accesso agli atti po

25/05/2015 Licenziamento illegittimo Tutela reale
La scelta dell'indennita' sostitutiva da parte del lavoratore sia irrevocabile e che il rapporto di lavoro non possa percio' essere ricostituito

il lavoratore dopo avere scelto l'indennita' sostitutivapretendeva il ripristino del rapporto fino al sessantacinquesimo anno di eta'LEGGI L'ORDINANZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZ VI L CIVILEOrdinanza n 10692 del 9 april

21/04/2015 Reversibilita' pensione ex coniuge documento protetto
Conflitto in cui si puo' prescindere dal mero criterio della durata del matrimonio legale

Concorono pertanto nella detenninarieine delte quote da attribuirsi rispettivamente al coniuge divorziato ed al coniuge superstitq quali conettivi dell'elemento msramente temporaleo una serie di altri parametriLEGGI LA SENTENZAscarica il documento

26/04/2012 Avvocato Compensi professionali documento protetto
Sul risarcimento dei danni morali provocati ad un avvocato a seguito della condotta diffamatoria per massimi tariffari che sarebbero stati violati

L''accordo tra il professionista ed il suo cliente poteva qualificarsi piuttosto quale quotpatto di quota litequot anziche' quale palmario evidenziando al riguardo le risultanze di una sola testimonianza assunta in primo grado nella persona di PG secondo la quale l'accordo intervenuto tra le due parti era nel senso che ove l'avv M fosse riuscito a recuperare una so

17/09/2013 Licenziamento legittimo per il ritardatario impenitente documento protetto
Licenziamento di un lavoratore per i troppi e ripetuti ritardi al lavoro

il lavoratore era venuto meno ai doveri di correttezza nell'esecuzione del rapporto ricorrendo a timbrature false dell'orario di entrata allontanandosi ingiustificatamente dal luogo di lavoro per recarsi ad un circolo sportivo a giocare a tennis o a praticare il canottaggioLEGGI LA SENTENZAscarica il

23/06/2015 Ricorso per ricusazione documento protetto
Il fatto che nel procedimento di ricusazione debba essere garantito il contraddittorio dovendo le parti essere messe in condizione di intervenire e adeguatamente interloquire non comporta che sia configurabile un diritto delle parti a termini predeterminati non previsti dalla disciplina vigente e non compatibili con le caratteristiche e la natura del procedimento

il procedimento di ricusazione non si configura come un procedimento a carico del giudice ricusato in cui lo stesso sia parte e pertanto non puo' ritenersi fondato un generale sospetto di parzialita' dei giudice della ricusazione in conseguenza del generico rapporto di colleganzaLEGGI LA SENTENZA

15/06/2015 Lavoro tentativo di riconciliazione sospensione sanzione disciplinare documento protetto
La presentazione della richiesta del tentativo di conciliazione previsto ex art 410 cpc nel termine di 10 giorni dall'invito dell'ufficio del lavoro basta a conservare l'efficacia della pur sospesa sanzione disciplinare

Poiche' la facolta' prevista dall'art 7 settimo comma della Legge 20 maggio 1970 n 300 del datore di adire l'autorita' giudiziaria e' esercitata con la presentazione nei dieci giorni dall'invito rivoltoglidall'ufficio del lavoro della richiesta prevista dal art 410 cpe comma 1 e art 410 bis cod proc ci v e diretta a promuovere il tentativo di con

25/05/2015 Reintegrazione del lavoratore per illegittimita' del licenziamento
La pronuncia di illegittimita' del licenziamento ha effetti retroattivi che comportano la non interruzione del rapporto di lavoro assicurativo e previdenziale con la conseguenza che il datore di lavoro ha pertanto l'obbligo di versare all'ente previdenziale i contributi assicurativi per tutta la durata del periodo e l'eventuale ritardo che dipendendo da un atto illegittimo dello stesso datore di lavoro non puo' reputarsi giustificato comporta l'applicazione delle sanzioni civili previste dall'ottavo e dal nono comma dell'art 116 della legge 2000 n 388

per il periodo successivo all'ordine di reintegra sussiste l'obbligo diversare i contributi periodici oltre al montante degli arretrati sicche' riprende vigore la disciplina ordinaria dell'omissione e dell'evasione contributivaLEGGI LA SENTENZAPresidente Stile Relatore BalestrieriSvolgiment

08/01/2015 Lavoro Criteri di licenziamento documento protetto
Il riassetto organizzativo attuato per conseguire una gestione piu' economica della impresa rientra nel motivo oggettivo di licenziamento determinato da ragioni inerenti alla attivita' produttiva la cui valutazione e' riservata la datore di lavoro in quanto espressione della libera iniziativa economica tutelata dall'art 41 della Costituzione insindacabile dal giudice al quale e' rimesso solo il controllo della reale sussistenza del motivo addotto

grava sul datore di lavoro l'onere di dimostrare l'impossibilita' di adibire il lavoratore allo svolgimento di altre mansioni analoghe a quelle svolte in precedenza da assolversi mediante la prova positiva che mansioni equivalenti al tempo del licenziamento fossero stabilmente occupate da altri lavoratori ovvero che per un congruo periodo di temponon sia stata effettuata alcuna n

05/07/2012 Inadempimento contratto di opera professionale documento protetto
La caratteristica peculiare del contratto di opera professionale volto a garantire al cliente non gia' il raggiungimento di un risultato bensi' l'espletamento della dovuta diligenza per conseguirlo non puo' produrre l'effetto come espressamente invece statuito dalla Corte territoriale di cristallizzare ogni giudizio delibativo in merito alla violazione dell'onere di diligenza al momento in cui esso si sia concretizzato influendo invece sulla valutazione dell'idoneita' della prestazione a soddisfare l'interesse del cliente ad un diligente svolgimento dell'incarico professionale

laritenuta applicabilita' dell'art 1460 cod civ alla carenza di diligenza nell'espletamento dell'incarico professionale comporta anche la verifica che il rifiuto della parte adempiente non sia contrario a buona fede e quindi inidoneo a mente del secondo comma dell'indicata disposizione a legittimare l'esercizio dei po

21/05/2015 Lavoro omissione commessa dal datore di lavoro nel predisporre le misure di sicurezza documento protetto
Infortuni sul lavoro la responsabilitA' del datore di lavoro va collegata alla violazione degli obblighi di comportamento imposti da norme di legge o suggeriti dalle conoscenze sperimentali o tecniche del momento

nel caso in esame il ricorrente in violazione del principio di autosufficienza che governa il ricorso per cassazione sia venuto meno all'onere di riportare analiticamente il tenore del ricorso introduttivoonde consentire a questa Corte di verificare ex actis la formulazionedel petitum e della causa petendiLEGGI LA SENTENZAREPUBBLICA ITALIANA

10/07/2015 Risarcimento da sinistro invalidita' permanente menomazione della capacita' lavorativa specifica
Il diritto al risarcimento del danno patrimoniale da incapacita' lavorativa specifica non discende in modo automatico dall'accertamento dell'invalidita' permanente spettando al giudice di valutare sulla base delle prove offerte dal danneggiato e anche tramite presunzioni se le lesioni oltre ad incidere sulla salute abbiano anche inciso sulla capacita' lavorativa specifica con riduzione del reddito futuro

Ilgrado di invalidita' permanente determinato da una lesione all'integrita'psicofisica non si riflette automaticamente ne' tanto meno nella stessamisura sulla riduzione percentuale della capacita' lavorativa specifica equindi di guadagno della stessaLEGGI LA SENTENZA

21/05/2015 Causa previdenziale Determinazione del valore documento protetto
Nelle controversie in materia di invalidita' il valore della causa si determina in base al criterio previsto dall'art 13 cpc comma 2 up per le cause relative a rendite temporanee e vitalizie e cioe' cumulando fino ad un massimo di dieci le annualita' domandate

anche alle prestazioni assistenziali e previdenziali si finisce per non attribuire nell'esame di dette prestazioni alcun significativo e distintivo rilievo alla natura ben diversa delle rendite temporanee e vitalizie costituenti figure contrattuali proprie del rapporto tra privati aventi tra l'altro naturaaleatoriaLEGGI LA SENTENZA

21/04/2015 Famiglia reversibilita' pensione documento protetto
Sulla ripartizione della quota del trattamento di reversibilita' spettante al coniuge superstite

ilTribunale prende in considerazione anche l'incremento patrimoniale ottenuto mediante l lsquoacquisizione a titolo gratuito della casa coniugale dall' ex coniuge in sede di divorzio non casualmente effettuata a tacitazione di ogni pretesa derivante dal vincolo familiare e l'importo dell'assegno div

02/07/2015 L'autocertificazione fatta alla PA non vale in giudizio documento protetto
Sul requisito della incollocazione al lavoro che rappresenta un elemento costitutivo del diritto all'assegno mensile di invalidita' civile

la Corte di appello di Palermo in riforma della decisione resa dal Tribunale di Marsala riconosceva in favore di NG G l'assegno mensiledi invalidita' con decorrenza dall'1122006 primo giorno del mese successivo alla domanda amministrativa Riteneva la Corte territoriale sussistenti il requisito sanitario e reddituale e quanto a quello dellaincollocazione al lavoro che

30/06/2015 Infortunio sul lavoro
Il lavoratore deceduto mentre si trovava sul tetto di una fonderia ove erano in corso lavori di ammodernamento impegnato nella posa di una passerella aveva perso l'equilibrio ed era precipitato al suolo rompendo il tetto di amianto

sulla omessa effettuazione della valutazione di tutti i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratoriLEGGI LA SENTENZASuprema Corte di Cassazione sez IVsentenza n 27183 d

10/01/2014 Infortunio sul lavoro causa defaillance sessuale documento protetto
Risarcimento del danno non patrimoniale di un uomo che infortunatosi sul lavoro non era piu' in grado di appagare sessualmente la moglie

Premesso che il danno morale e quello sessuale e alla vita di relazione rientrano pur sempre nell'ampia ed omnicomprensiva categoria del danno non patrimoniale che non e' possibile suddividere in ulteriori sottocategorie se non con valenza meramente descrittiva si tenga presente che la loro esistenza puograve presumersi anche in base a mere massime di esperienza cfr Cass

26/03/2015 Cooperative trattamento economico socio lavoratore
In presenza di una pluralita' di contratti collettivi della medesima categoria le societa' cooperative che svolgono attivita' ricomprese nell'ambito di applicazione di quei contratti di categoria applicano ai propri soci lavoratori ai sensi dell'articolo 3 comma 1 della legge 3 aprile 2001 n 142 i trattamenti economici complessivi non inferiori a quelli dettati dai contratti collettivi stipulati dalle organizzazioni datoriali e sindacali comparativamente piu' rappresentative a livello nazionale nella categoria

le societa' cooperative sono tenute a corrispondere al socio lavoratore un trattamento economico complessivo proporzionato alla quantita' e qualita' del lavoro prestato e comunque non inferiore ai minimi previstiper prestazioni analoghe dalla contrattazione collettiva nazionale delsettore o della categoria affineLEGGI LA SENTENZA

16/12/2013 Avvocati comportamenti vietati
Consiglio dell'Ordine degli Avvocati sottopone a procedimento disciplinare un proprio iscritto per essere venuto meno ai doveri di probita' e correttezza

il principio di stretta tipicita' dell'illecito proprio del diritto penale non trova applicazione nella materia disciplinare forense nell'ambito della quale non e' prevista una tassativa elencazione dei comportamenti illeciti non conformi ma solo quella dei doveri fondamentali tra cui segnatamente quelli di probita' dignita' e decoroLEGGI LA SENTENZ

25/03/2015 Lavoro Patto di prova documento protetto
Il patto di prova apposto al contratto di lavoro mira a tutelare l'interesse di entrambe le parti contrattuali a sperimentare la reciproca convenienza al contratto sicche' deve ritenersi illegittimamente apposto un patto in tal senso che non sia funzionale alla suddetta sperimentazione per essere questa gia' avvenuta con esito positivo nelle specifiche mansioni e per avere in precedenza il lavoratore prestato per un congruo tempo la propria opera per il datore di lavoro

la ripetizione del patto di prova in due successivi contratti di lavoro tra le stesse parti e' ammissibile solo se essa in base all'apprezzamento del giudice di merito risponda alla suddetta causa permettendo all'imprenditore di verificare non solo le qualita' professionali ma anche il comportamento e la personalita' del lavoratore in relazione all'adempimento della prestazione

15/06/2015 Impugnazione testamento olografo documento protetto
La parte che intende contestare l'autenticita' di una scrittura privata non riconosciuta non deve proporre querela di falso occorrendo invece impugnare in via di eccezione la sottoscrizione mediante il disconoscimento con la conseguenza che graverebbe sulla controparte l'onere di chiedere la verificazione e di dimostrare l'autenticita' della scheda testamentaria

nell'ipotesi di conflitto tra l'erede legittimo che disconosca l'autenticita' del testamento e colui il quale vanti diritti in forza di esso l'onere della proposizione dell'istanza di verificazione del documento contestato incombe su quest'ultimo cui spetta la dimostrazione della qualita' di erede mentre nessun onere oltre quello del disconoscimento grava sul primo

27/05/2015 Infortuni sul lavoro Interruzione nesso causale
Sebbene il datore e' garante del rischio connesso all'attivita' lavorativa non puo' rispondere per gli eventi causati da comportamenti eccentrici rispetto ai rischio lavorativo che il garante e' tenuto a governare

la caduta fu pacificamente dovuta allariparazione del ponteggio in modo assolutamente maldestro utilizzando del filodi ferro e tale da determinare il cedimento della struttura alla sua primautilizzazione L'evento e' stato dunque determinato da tale riparazione di cuituttavia non e' stato possibile individuare l'auto

16/04/2015 Avvocati degli enti pubblici Rimborso tassa per l'iscrizione elenco speciale
La spesa sostenuta dal dipendente per riscrizione all'Albo professionale e' una spesa che risponde all'esclusivo interesse del datore di lavoro e non anche all'interesse del lavoratore

quando sussista il vincolo di esclusivita' l'iscrizione all'Albo e' funzionale allo svolgimento di un'attivita' professionale svolta nell'ambito di una prestazione di lavoro dipendente pertanto la relativa tassa rientra tra i costi per lo svolgimento di detta attivita'che dovrebbero in via normale al di fuori dei casi in cui e' permesso svolgere altre

08/04/2015 Mandato senza rappresentanza documento protetto
In tema di rappresentanza possono essere invocati i principi dell'apparenza del diritto e dell'affidamento incolpevole allorche' non solo vi sia la buona fede del terzo che ha stipulato con il falso rappresentante ma ricorra anche un comportamento colposo del rappresentato tale da ingenerare nello stesso terzo la ragionevole convinzione che il potere di rappresentanza sia stato effettivamente e validamente conferito al rappresentante apparente

il terzo contraente ha soltanto la facolt e non anche l'obbligo di controllare a mente dell'art 1393 cc se colui che si qualifichi rappresentante sia in realt tale sicch non basta il semplice comportamento omissivo del medesimo terzo per costituirlo in colpa nel caso di abuso della procura o di mancanza della stessa occorrendo per converso ai fini del

04/06/2015 Mobilita' volontaria tra PA documento protetto
Dipendenti di Poste Italiane hanno agito per vedere riconosciuto il loro diritto all'inquadramento alla posizione superiore rispetto a quello assegnata dalla PA di destinazione

in tema di mobilita' del personale compete all'ente di destinazione l'esatto inquadramento e la concreta disciplina del rapporto di lavoro dei dipendenti trasferiti e che il giudice di merito correttamente effettua la verifica sulla correttezza dell'inquadramento spettante al lavoratore sulla base dell'individuazione nel quadro della disciplina legale e contrattuale applica

26/01/2009 Gratuita' lavoro subordinato Convivenza more uxorio documento protetto
Anche la convivenza more uxorio al pari del vincolo coniugale vale a identificare la causa nei vincoli di solidarieta' ed affettivita' esistenti alternativi rispetto ai vincoli tipici di un rapporto a prestazioni corrispettive qual e' il rapporto di lavoro subordinato salvo che non sia fornita la prova del rapporto di lavoro

ogni attivita' oggettivamente configurabile come prestazione di lavorosi presume effettuata a titolo oneroso ma puograve essere ricondotta ad un rapporto diverso istituito affectionis vel benevolentiae causa caratterizzato dalla gratuita' della prestazione ove risulti dimostrata la sussistenza della finalita' di solidarieta' in luogo di quella lucrativa

30/04/2015 Lavoro licenziamento collettivo nozione di stabilimento
Quando un datore di lavoro prevede di licenziare per motivi economici 20 o piu' dipendenti di un unico stabilimento in un periodo pari o inferiore a 90 giorni deve consultare in merito a tali licenziamenti tutte le persone che rappresentano legittimamente i dipendenti eventualmente interessati dai licenziamenti previsti o dai provvedimenti connessi a tali licenziamenti

In base all'articolo 189 paragrafo 1 del TULRCA qualora un datore di lavoro non rispetti in particolare uno degli obblighi relativi a detta consultazione l'Employment Tribunal tribunale del lavoro puograve essere adito su tale fondamento dal sindacato dei lavoratori interessato se l'inadempimento riguarda i rappresentanti sindacali oppure da qualsiasidipendente

29/04/2015 Morte sul lavoro errata manovra di un'autogru' risarcimento
Sul problema dei limiti del concetto di circolazione ai fini dell'applicabilita' delle norme sull'assicurazione obbligatoria che nel caso in esame e' oggetto di contrasto

si chiede a questa Corte ai sensi dell'art 366 bis cpc quotse le attivita' speciali di carico e scarico effettuate da un automezzo quale quello coinvolto nella presente vicenda processuale munito anche in modo permanente di attrezzature eo apparecchiature quale ad es il braccio di una gru siano riconducibili alla circolazione stradale come affermato nella sentenza imp

21/05/2015 Lavoro sanzioni disciplinari e licenziamento socio lavoratore
La normativa all'esame impone che il provvedimento disciplinare sia adottato non prima del decorso di otto giorni dalla contestazione e non oltre il decorso di sedici giorni dalla contestazione stessa in tal modo garantendo all'incolpato un utile lasso temporale per presentare le proprie giustificazioni ovviamente ove intenda farlo e impedendo al contempo che il medesimo sia lasciato in una ingiustificata situazione di incertezza circa le eventuali conseguenze disciplinari della propria condotta

Nel caso di specie la Corte territoriale ha avuto presenti anche i pregressi cambiamenti di mansioni imposti al lavoratore e gli asseriti demansionamenti che ne sarebbero derivati cfr sentenza impugnata pagg 7 e 8 ma ha ritenuto con motivazione lineare e priva di vizi logici che il B non poteva legittimamente rifiutarsi di adempiere l'obbligo di prendere servizio presso il l

20/04/2015 Richiesta di 'indennita' di disoccupazione agricola
Per superare la presunzione di gratuita' delle prestazioni lavorative rese in ambito familiare e' necessario che la parte che faccia valere in giudizio diritti derivanti da tali rapporti offra una prova rigorosa degli elementi costitutivi del rapporto di lavoro subordinato e in particolar modo dei requisiti indefettibili della subordinazione e della onerosita'

con riferimento all'attivita' lavorativa prestata in agricoltura in favore di parenti o affini nel quadro di colture tradizionali e di piccole proprieta' la mera prestazione di attivita' lavorativa non e' sufficiente a far configurare un rapporto di lavoro subordinato essendoinvece necessaria una specifica prova della subordinazione e della onerositagra

21/05/2015 Lavoro licenziamento disciplinare documento protetto
Distaccato dall'azienda si rifiuta di lavorare licenziato

il distacco comportante un mutamento di mansioni deve avvenire con il consenso del lavoratore interessatoLEGGI LA SENTENZACorte di Cassazione sez Lavoro sentenza 26 febbraio 21 maggio 2015 n 10468Presidente Lamorgese Relatore BandiniSvolgimento del processoBD socio lavoratore della Ceramica Catalano srl

13/05/2015 Societa' a capitale misto Contribuzione previdenziale
In tema di contribuzione previdenziale le societa' a capitale misto ed in particolare le societa' per azioni a prevalente capitale pubblico aventi ad oggetto l'esercizio di attivita' industriali sono tenute al pagamento dei contributi previdenziali previsti per la cassa integrazione guadagni e la mobilita' non potendo trovare applicazione l'esenzione stabilita per le imprese industriali degli enti pubblici trattandosi di societa' di natura essenzialmente privata finalizzate all'erogazione di servizi al pubblico in regime di concorrenza nelle quali l'amministrazione pubblica esercita il controllo esclusivamente attraverso gli strumenti di diritto privato restando irrilevante in mancanza di una disciplina derogatoria rispetto a quella propria dello schema societario la mera partecipazione pur maggioritaria ma non totalitaria da parte dell'ente pubblico

la forma societaria di diritto privato e' per l'ente locale la modalita' di gestione degli impianti consentita dalla legge e prescelta dall'ente stesso per la duttilita' dello strumento giuridico in cui il perseguimento dell'obiettivo pubblico e' caratterizzato dall'accettazionedelle regole del diritto privato e che la finalita' perseguita dal legislatore

14/05/2015 Licenziamento disciplinare Diritto di recesso del datore di lavoro
In tema di licenziamento disciplinare l'immediatezza del provvedimento espulsivo si configura quale elemento costitutivo del diritto di recesso del datore di lavoro in quanto la non tempestivita' della contestazione o del recesso induce ragionevolmente a ritenere che il datore di lavoro abbia soprasseduto al licenziamento ritenendo non grave o comunque non meritevole della massima sanzione la condotta del lavoratore

la valutazione relativa alla tempestivita' del licenziamento costituisce giudizio di merito non censurabile in cassazione ove adeguatamente motivatoLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZ LAVOROSentenza n 9903 del 11

23/07/2013 Trasferimento dipendente regionale documento protetto
Sui criteri per la collocazione del personale delle categorie e posizioni economiche della Regione e il trattamento spettante

il comma 2bis dell'art 18 del dl n 112 del 2008 introdotto dall'art 19 del decretolegge 1deg luglio 2009 n 78 Provvedimenti anticrisi nonche' proroga di termini e della partecipazione italiana a missioni internazionali convertito con modificazioni dalla legge 3 agosto 2009 n 102 sancisce che le limitazioni disposte per le pubbliche ammin

17/02/2015 Licenziamento per condotta illecita
Anche una condotta illecita estranea all'esercizio delle mansioni del lavoratore subordinato puo' avere rilievo disciplinare poiche' egli e' assoggettato non solo all'obbligo di rendere la prestazione bensi' anche agli obblighi accessori di comportamento extralavorativo tale da non ledere ne' gli interessi morali o patrimoniali del datore ne' la fiducia

Detta condotta indisciplinata comporta la sanzione espulsiva soltanto sepresenti caratteri di gravita' che debbono essere apprezzati tra l'altro in relazione alla natura dell'attivita' svolta dall'impresa datrice di lavoro attivita' in cui s'inserisce la prestazione resa dal lavoratore subordinato Comportamenti illeciti di questo che possono essere considerati no

11/05/2015 Reversibilita' della pensione della madre Inabilita'
L'impossibilitssoluta e permanente di svolgere qualsiasi attivita' lavorativa prevista dall'art 2 della legge 12 giugno 1984 n 222 ai fini del riconoscimento della pensione d'inabilita' deve essere intesa come impossibilita' di svolgere qualsiasi lavoro proficuo idoneo ad assicurare in relazione al parametro di cui all'art 36 Cost una remunerazione sufficiente a garantire un'esistenza libera e dignitosa

La L n 222 del 1984 art 8 viceversa attribuisce rilevanza ai fini del riconoscimento della prestazione al criterio oggettivo della quotassoluta e permanente impossibilita' di svolgere qualsiasi attivita' lavorativaquot nel senso che questa deve essere determinata esclusivamentedalla infermita' ovvero dal difetto fisico o mentale senza che debba verificarsi in

12/05/2015 Lavoro licenziamenti qualificabili come disciplinari documento protetto
Impiegato amministrativo presso i centri di liquidazione danni di Napoli si impossessa di un centinaio di assegni licenziamento illegittimamente perche' la societa' dimentica di contestargli l'addebito in forma specifica

la previa contestazione dell'addebito necessaria in funzione dei licenziamenti qualificabili come disciplinari ha lo scopo di consentireal lavoratore l'immediata difesa e deve conseguentemente rivestire il carattere della specificita' che risulta integrato quando sono fornite le indicazioni necessarie ed essenziali per individuare nella sua materialita' il fatto o i fatt

30/04/2015 Utilizzava in modo improprio i permessi concessi dalla legge 104 licenziato documento protetto
Impugnativa del licenziamento intimato dalla societa' presso cui lavorava per aver durante la fruizione del permesso per assistere la madre disabile grave partecipato ad una serata danzante

in materia di licenziamento disciplinare il principio di necessaria pubblicita' del codice disciplinare mediante affissione in luogo accessibile a tutti non si applica nei casi in cui il licenziamento sia irrogato per sanzionare condotte del lavoratore che concretizzano violazione di norme penali o che contrastano con il cosiddetto quotminimo eticoquotLEGGI LA SENTENZA

07/05/2015 Infortunio sul lavoro Onere della prova
incombe sul lavoratore che lamenti di aver subito un danno a causa dell'attivitampa' lavorativa svolta un danno l'onere di provare l'esistenza di tale danno come pure la nocivitampa' dell'ambiente di lavoro nonchampa'copy il nesso di causalitampa' tra l'una e l'altra mentre spetta al datore di lavoro dimostrare di aver adottato tutte le cautele necessarie ad impedire il verificarsi del danno

06/05/2015 Demansionamento di un giornalista Richiesta reintegro
Privato delle mansioni di redattore articolista cronista per essere assegnato all'attivita' di redattore adibito al desk cio' aveva comportato con il venir meno del rapporto diretto con le fonti informative ed il pubblico dei lettori un'incidenza sul prestigio e sulla notorieta' della firma

la qualifica di redattore compete ai corrispondenti ed agli inviati i quali compilano articoli d'informazione e commenti di carattere politicooppure servizi riguardanti particolari avvenimenti nonche' ai giornalisti professionisti che prestano la loro attivita' quotidiana conl'osservanza dell'orario di lavoro nelle redazioni anche succursali odistaccate e nella direzio

26/09/2014 Lavoro Assenza periodo di prova documento protetto
Sul licenziamento di un lavoratore che durante il periodo di prova si sarebbe assentato a lungo dal posto di lavoro senza alcuna giustificazione

Ove con il ricorso per cassazione si ascriva al giudice di merito di nonavere tenuto conto di una circostanza di fatto che si assume essere stata lsquopacifica tra le parti il principio di autosufficienza del ricorso impone al ricorrente di indicare in quale atto sia stata allegata la suddetta circostanza ed in quale sede e modo essa sia stataprovata o ritenuta pacificaLE

04/05/2015 Presupposti di configurabilita'
La cd presupposizione assolverebbe al compito di conservare l'equilibrio sinallagmatico del contratto nel caso in cui siano intervenuti eventi imprevedibili che abbiano alterato il rapporto tra le reciproche prestazioni cosi' come stabilito dalle parti

la 'presupposizione' e' configurabilequando da un lato un'obiettiva situazione di fatto o di diritto passata presenteo futura possa ritenersi che sia stata tenuta presente dai contraenti nellaformazione del loro consenso pur in mancanza di un espresso riferimento adessa nelle clausole contrattuali come presuppo

14/04/2015 Immigrazione assegni familiari agli stranieri documento protetto
Il lungosoggiornante puo' usufruire delle prestazioni di assistenza sociale e di previdenza sociale salvo che sia diversamente disposto e sempre che sia dimostrata l'effettiva residenza dello straniero sul territorio nazionale

a differenza di quanto previsto per i cittadini italiani il riconoscimento dell'assegno per il nucleo familiare agli stranieri lungosoggiornanti al requisito della residenza in Italia dei loro familiariLEGGI L'ORDINANZATribunaleBresciadel 1442015PresidenteOSSERVA1 Con ricorso depositato ai sensi degli artt 28 D Lgs 1

30/04/2015 Lavoro permessi per l'assistenza a portatori di handicap
Nel caso in esame il lavoratore aveva usufruito di permessi per l'assistenza a portatori di handicap per soddisfare proprie esigenze personali scaricando il costo di tali esigenze sulla intera collettivita' stante che i permessi sono retribuiti in via anticipata dal datore di lavoro il quale poi viene sollevato dall'ente previdenziale del relativo onere anche ai fini contributivi e costringe il datore di lavoro ad organizzare ad ogni permesso diversamente il lavoro in azienda ed i propri compagni di lavoro che lo devono sostituire ad una maggiore penosita' della prestazione lavorativa

in materia di licenziamento disciplinare il principio di necessaria pubblicita' del codice disciplinare mediante affissione in luogo accessibile a tutti non si applica nei casi in cui il licenziamento sia irrogato per sanzionare condotte del lavoratore che concretizzano violazione di norme penali o che contrastano con il cosiddetto quotminimo eticoquotLEGGI LA SENTENZA

09/01/2015 Direttore Poste prelevava soldi dai conti dei clienti documento protetto
Direttore di un ufficio postale licenziato perche' pur essendo privo di delega e con modalita' illecite quali la falsa sottoscrizione autorizzato verbalmente da due anziani coniugi ricoverati in un casa di riposo prelevava dai loro libretti di risparmio delle somme di denaro

la delicatezza della funzione svolta dal direttore dell'ufficio postale ed il necessario vincolo fiduciario con la datrice di lavoro interrotto dalla condotta di cui sopra giustificano la sanzione espulsivaLEGGI LA SENTENZASuprema Corte di Cassazione sezione Lavoro

29/04/2015 Lavoratrice madre licenziata risarcimento danni documento protetto
Licenziamento illegittimo perche' discriminatorio in quanto intervenuto nell'anno di interdizione del recesso per maternita'

Nella motivazione dell'impugnata sentenza la Corte territoriale mostra chiaramente di ritenere in consonanza con l'orientamento espresso da questa Corte vedi le pronunzie ivi citate Cass n 161892002 Cass n105312004 e Cass n 4262005 il licenziamento intimato alla lavoratrice madre in violazione del divieto posto dall'art 2 1 n 12041971 come sottratto al regime sanzionat

13/04/2015 Corrispondenza tra quanto viene chiesto con la domanda giudiziale e la decisione del giudice documento protetto
Il giudice deve pronunciare su tutta la domanda e non oltre i limiti di essa e non puo' pronunciare d'ufficio su eccezioni che possono essere proposte soltanto dalle parti

la' dove il primo giudice a dire della corte territoriale avrebbe affermato la responsabilita' di Creative srl per un inadempimento contrattuale omissione dei test necessari a verificare la compatibilita'della protesi con la cute del paziente diverso da quello dedotto in giudizio da esso attore difformita' della protesi impiantata rispetto altipo di intervento

23/04/2015 Croce rossa italiana stabilizzazione nell'organico del personale
La stabilizzazione del personale precario dovrebbe comunque essere diretta a fronteggiare esigenze stabili delle pubbliche amministrazioni ossia afferenti alle attivita' essenziali tipiche ed ordinarie dell'ente Potrebbe quindi dubitarsi che tale diritto a partecipare al procedimento di stabilizzazione abbia il personale invece assunto ed impiegato per esigenze straordinarie o contingenti o comunque non stabili

Nel regime precedente la riforma dell'ente Croce rossa italiana di cui al dlgs 28 settembre 2012 n 178 e la conseguente nuova disciplina delpersonale i dipendenti dell'ente con contratto di lavoro a tempo determinato avevano diritto ad accedere a domanda alla procedura di stabilizzazione dei lavoratori precari di cui all'art 1 comma 519 della legge 27 dicembre 2006 n 296 legg

20/04/2015 Trasformazione del rapporto di formazione e lavoro in rapporto a tempo indeterminato documento protetto
In caso di trasformazione del rapporto di formazione e lavoro in rapporto a tempo indeterminato ovvero nel caso di assunzione a tempo indeterminato con chiamata nominativa entro dodici mesi dalla cessazione del rapporto di formazione e lavoro il periodo di formazione e lavoro deve essere computato nell'anzianita' di servizio opera anche quando l'anzianita' e' presa in considerazione da discipline contrattuali ai fini dell'attribuzione di emolumenti che hanno fondamento nella sola contrattazione collettiva come nel caso degli aumenti periodici di anzianita' di cui all'art 7 lett c dell'accordo nazionale 11 aprile 1995 riprodotto senza modifiche nel successivo art 7 lett c dell'accordo nazionale 27 novembre 2000 per i dipendenti di aziende di trasporto in concessione

il periodo di formazione e lavoro e' computato nell'anzianita' di servizioin caso di trasformazione del rapporto in rapporto a tempo indeterminato non e' inderogabile e non riguarda tutti gli istituti neiquali viene in rilievo l'anzianita' sicche' non puograve trovare applicazionecon riguardo agli aumenti periodici di anzianita' i quali non soggi

23/04/2015 Lavoro mansioni incompatibili con lo stato di salute documento protetto
L'assegnazione del lavoratore a mansioni che egli afferma incompatibili col suo stato di salute puo' consentirgli di chiedere al datore di lavoro la riconduzione a mansioni compatibili ma non gli permette di rifiutare di sottoporsi a legittimi controlli medici cosi' esponendo il datore a pericolo di responsabilita' ex art 2087 cod civ Il rifiuto da' facolta' al datore di sospendere la prestazione retributiva ai sensi dell'art 1460 cod civ alla condizione della sottoposizione del lavoratore ad accertamento sanitario onde evitare il licenziamento

Il lavoratore interessato alla cessazione del periodo di sospensione puograve o soddisfare detta condizione cosigrave collaborando ai sensi dell'art 1375 cod civ per la realizzazione della causa del contratto oppure recedere dal rapportoLEGGI LA SENTENZACassazione civile sez lavoro sentenza n 8300 del 23042015

21/04/2015 Pensioni Irreversibilita' per i ciechi
L'integrazione al trattamento minimo seppure correlata alla pensione di natura previdenziale mira a garantire il minimo vitale con cio' evidenziandosi la sua natura e funzione assistenziale al pari delle provvidenze di invalidita' civile che per gravare sul bilancio dello Stato sono sensibili alla esistenza di redditi dell'assistito superiori ai limiti di legge

se la sussistenza di uno stato di bisogno e' un presupposto per l'insorgere del diritto alla pensione non reversibile di cui alla legge 6662 non possibile estendere la deroga prevista dal legislatore per le pensioni invalidita' a carico dell'assicurazione generale obbligatoria al generale divieto di cumulo della pensione di invalido con il reddito essendo chiara la final

17/10/2014 Lavoro Societa' cooperative documento protetto
La nomina in seno ad una societa' di capitali di un consiglio di amministrazione del quale venga chiamato a far parte chi fino ad allora abbia espletato le funzioni di amministratore unico comporta la revoca implicita di questi dalla carica e l'obbligo di risarcirgli il danno ove avvenuta senza giusta causa

il rapporto che intercorre tra societampa' ed amministratore ampe' di immedesimazione organica ed il contratto tipico che lega tali soggetti non ampe' un contratto d'opera ex art 2222 cc in quanto l'opus di amministrazione che egli si impegna a fornire non ampe' a differenza di quello del prestatore d'opera determinato dai contraenti preventivamente na

15/04/2015 Mancato esercizio del potere di rettifica dei contributi versati Cassa Forense documento protetto
Il potere della Cassa Nazione dei Previdenza e Assistenza Forense di rettificare la misura della pensione di un proprio iscritto non puo' riguardare asserite omissioni contributive relative ad anni antecedenti il decennio precedente alla domanda di pensione ma deve limitarsi al controllo relativo ai soli ultimi dieci anni antecedenti la domanda di pensione

Nel caso in esame nel ricorso per cassazione nella parte destinata alla sommaria esposizione dei fatti di causa non contestata ex adversosono riportati tutti gli elementi fattuali della fattispecie con la precisa indicazione della documentazione prodotta in giudizio e della sua attuale collocazione nel presente giudizio con la conseguenza che per un verso i fatti da valutare

16/04/2015 Avvocato radiato documento protetto
La cancellazione del difensore dall'albo professionale per motivi disciplinari determina automaticamente l'interruzione del processo di cui era patrono

le Sezioni Unite di questa Corte hanno stabilito che il ricorso non possa per questa sola ragione essere dichiarato inammissibile quando dal complesso della motivazione adottata dal ricorrente sia chiaramente individuabile l'errore di cui egli si duoleLEGGI LA SENTENZACorte di Cassazione sez III Civile sentenza 3 dicembre 2014 16 aprile 2015 n 7683

13/01/2015 Omesso versamento ritenute previdenzial
L'imputato non si sarebbe attivato per essere rimesso in termini al fine di effettuare il pagamento nonostante la mancanza delle necessarie informazioni sul decreto di citazione pagamento che peraltro risultava avere comunque effettuato

a spedizione mediante raccomandata offre comunque garanzie pi che sufficienti circa il recapito al destinatario in ragione della certificazione della spedizione del plico della consegna esclusiva al destinatario o a un suo delegato e della possibilit di ritiro in caso di assenza presso lufficio postaleLEGGI LA SENTENZA

13/04/2015 Infortunio sul luogo di lavoro documento protetto
Scivolata sul pavimento dell'autorimessa del palazzo della Regione donna delle pulizie chiede risarcimento

la Corte territoriale con motivazione corretta sotto il profilo giuridico e congruamente articolata ha ritenuto che non potesse configurarsi una responsabilita' civile a carico del datore di lavoro giacche' pur dovendosi dare atto che nel quadro della suddetta normativa di cui ai suddetti DM n 23611989 e DPR n 5031996 andava rispettato un piugrave rigoroso live

02/04/2015 Nullita' cessione di ramo d'azienda
La nullita' della cessione di ramo d'azienda produce il diritto al risarcimento del danno a favore del lavoratore che nonostante la dichiarazione giudiziale di nullita' non sia stato ammesso a riprendere il lavoro nell'impresa cedente

Gli intimati chiedono in questa sede il pagamento di retribuzioni dopo la cessazione volontaria del rapporto di lavoro avendo firmato il verbale di conciliazione ed essendo stati immessi in mobilita' percependoil relativo trattamentoLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZ LAVOROSentenza

30/12/2014 Iscrizione a ruolo dei crediti degli enti previdenziali
In caso di gravame amministrativo contro l'accertamento effettuato dall'ufficio l'iscrizione a ruolo e' eseguita dopo la decisione del competente organo amministrativo e comunque entro i termini di decadenza previsti dall'articolo 25 L'INPS potra' iscrivere a ruolo il contributo a percentuale dovuto dal contribuente solo dopo la decisione definitiva emessa dal Giudice Tributario

in materia d'iscrizioni a ruolo dei crediti degli enti previdenziali il Decreto Legislativo n 46 del 1999 articolo 24 comma 3 il quale prevede la non iscrivibilita' a ruolo del credito previdenziale sino a quando non vi sia provvedimento esecutivo del giudice qualora l'accertamento su cui la pretesa creditoria si fonda siaimpugnato davanti allrsqu

26/03/2015 Ferie non godute indennita' documento protetto
Sul decreto ingiuntivo con il quale era stato intimato alla societa' il pagamento di somme dovute a titolo di contributi e somme aggiuntive in relazione a somme corrisposte ai propri dipendenti a titolo di indennita' sostitutiva di ferie non godute e permessi individuali

l'indennita' per ferie non godute e' assoggettabile a contribuzione previdenziale a norma dell'art 12 legge n 15369 poiche' essendo in rapporto di corrispettivita' con le prestazioni lavorative effettuate nelperiodo di tempo che avrebbe dovuto essere dedicato al riposo ha un carattere retributivo e gode della garanzia prestata dall'art 2126 codciv a fav

19/03/2014 Tassazione dei redditi diversi documento protetto
Il cumulo dei redditi del genitore e dei figli minori soggetti all'usufrutto legale dei genitori previsto ai fini della dichiarazione e della determinazione del reddito dal DPR 29 settembre 1973 n 600 art 1 comma 3 e art 4 lett c del tuir non comporta una commistione dei beni in capo al rappresentante

A differenza degli atti compiuti dai genitori nell'esercizio dei poteri edoveri di rappresentanza e di amministrazione del patrimonio del minore che competono loro ai sensi dell'art 320 cc e ss atti che il genitore e' legittimato a porre in essere solo in nome e nell'interesse esclusivo del minore e la cui validita' e' legata al rispetto delle condizioni st

09/03/2015 Pensione di inabilita'' Requisito reddituale documento protetto
In tema di pensione di inabilitA' ai fini del requisito reddituale non va calcolato il reddito della casa di abitazione in quanto l'art 12 della legge n 118 del 1971 rinvia per le condizioni economiche all'art 26 della legge n 153 del 1969 che per la pensione sociale esclude dal computo il reddito della casa di abitazione Ne' rileva in senso contrario la previsione di cui all'art 2 del dm n 553 del 1992 che impone ai fini assistenziali la denuncia dei redditi al lordo degli oneri deducibili in quanto la casa di abitazione non costituisce a tale scopo un onere deducibile ma una voce di reddito

la Corte di merito ha rilevato che il reddito della casa di abitazione non costituisce un onere deducibile o una ritenuta fiscale e conseguentemente il reddito IRPEF al lordo non comprende il reddito della casa di abitazione occorrendo distinguere tra reddito complessivo che comprende ogni reddito della persona e reddito imponibile che esclude i redditi non assoggettati a tassazione

31/03/2015 Chi si trasferisce all'estero per lavoro dipendente non deve pagare le tasse documento protetto
Il centro degli interessi vitali va individuato dando prevalenza al luogo in cui la gestione di detti interessi viene esercitata abitualmente in modo riconoscibile dai terzi

Le relazioni affettive e familiari la cui centrale importanza e' invocata dalla ricorrente Agenzia al fine della residenza fiscale non hanno una rilevanza prioritaria ai fini probatori della residenza fiscale venendo in rilievo solo unitamente ad altri probanti criteri idoneamente presi in considerazione nel caso in esame che univocamente attestino il luogo col quale il sogge

26/03/2015 Nesso causale tra attivita' lavorativa e malattia professionale
In materia di nesso causale tra attivita' lavorativa e malattia professionale trova diretta applicazione la regola contenuta nell'art 41 cp per cui il rapporto causale tra evento e danno e' governato dal principio dell'equivalenza delle condizioni secondo il quale va riconosciuta l'efficienza causale ad ogni antecedente che abbia contribuito alla produzione dell'evento

quotmentre e' certo che fumare trenta sigarette al giorno rende altamente probabile il rischio di contrarre un carcinoma polmonare non altrettanto puograve dirsi quanto alle polveri indicate nell'atto introduttivo anche perche' non e' stato indicato ne' accertato il quantitativo di esse e come visto il periodo di esposizione lavorativanon pare sia stato par

19/03/2015 Domanda di pensione privilegiata per infermita' documento protetto
Se la malattia contratta per causa di servizio insorge dopo i cinque anni dalla cessazione dal servizio il termine quinquennale di decadenza per l'inoltro della domanda di accertamento della dipendenza delle infermita' o delle lesioni contratte ai fini dell'ammissibilita' della domanda di trattamento privilegiato decorre dalla manifestazione della malattia stessa

La Corte dei conti terza sezione giurisdizionale centrale d'appello dubita della legittimita' costituzionale dell'art 14 comma 1 della legge 8 agosto 1991 n 274 nella parte in cui fa decorrere il termine di decadenza per l'inoltro della domanda di pensione privilegiata per malattie contratte per causadi servizio da parte degli ex dipendenti delle Casse am

11/03/2015 Licenziamento illegittimo
Ove in esecuzione della sentenza di primo grado che abbia dichiarato l'illegittimita' del licenziamento e disposto la reintegrazione nel posto di lavoro il lavoratore rinunci all'indennita' sostitutiva dal cit art 18 comma 5 e scelga di riprendere il lavoro tale scelta al pari di quella per l'indennita' sostitutiva e' irreversibile e consuma in via definitiva il diritto di opzione

la revoca del licenziamento preordinata ad impedire la pronuncia dell'ordine di reintegrazione e l'invito a riprendere servizio quantomeno nell'ipotesi in cui non sia ad essa seguita la ricostituzione del rapporto non possono sottrarre al prestatore il diritto all'indennit sostitutiva il cui esercizio verrebbe altrimenti ad essere rimesso di fatto al datore di lavoro

20/03/2015 Avvocato Sgravi contributivi
Avverso le cartelle esattoriali emesse dall'Inps per il recupero di contributi omessi e somme aggiuntive in relazione alla fruizione a detta dell'istituto illegittima da parte del predetto datore di lavoro libero professionista in quanto titolare di studio legale degli sgravi contributivi riconosciuti in relazione alle nuove assunzioni ai datori di lavoro privati ed agli enti pubblici economici dall'art 44 l n 4482001

in tema di sgravi contributivi i benefici previsti dall'art 44 comma 1 della legge 28 dicembre 2001 n 448 con cui e' stato prorogato il regime introdotto con l'art 3 comma 5 della legge 23 dicembre 1998 n 448 si applicano alla luce di una interpretazione letterale non smentita dalla diversa rubrica che connota le due distinte disposizioni la piugrave risalen

16/02/2015 Sanzioni disciplinari a carico degli avvocati documento protetto
Avvocato accusato di aver tentato di favorire partecipanti all'esame di abilitazione

il nuovo codice deontologico configura quale illecito disciplinare non tipizzato il comportamento dell'avvocato che faccia pervenire in qualsiasi modo ad uno o piugrave candidati prima o durante la prova d'esame testi relativi al tema propostoLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE

26/11/2014 Licenziamento per assenze da presunta malattia professionale documento protetto
Il comportamento tenuto da OMISSISrimasto assente dal lavoro per un lungo periodo in forza di un asserito stato morboso rivelatosi di fatto insussistente o comunque non di rilevanza tale da impedire lo svolgimento dell'attivita' lavorativa denotava mala fede e slealta' nei confronti del datore di lavoro ed integrava pertanto gli estremi di una mancanza tanto grave da incidere in maniera diretta sul rapporto fiduciario cosi' da impedire la prosecuzione anche provvisoria del rapporto di lavoro

la Corte d'Appello che peraltro statuisce espressamente sul motivo di appello che censura la prospettata motivazione per relationem della sentenza del Tribunale si pronuncia sulla sussistenza della giusta causa del licenziamento e sulla proporzionalita' della sanzione irrogata 5 Con il quarto motivo di ricorso e' dedotta omessa insufficiente o contra

12/03/2015 Infortuni sul lavoro e malattie professionali
In materia di infortuni sul lavoro e malattie professionali trova applicazione la regola contenuta nell'art 41 cp per cui il rapporto causale tra evento e danno e' governato dal principio dell'equivalenza delle condizioni secondo il quale va riconosciuta l'efficienza causale ad ogni antecedente che abbia contribuito anche in maniera indiretta e remota alla produzione dell'evento

progressiva emarginazione della lavoratrice dal ruolo lavorativo ricoperto la privazione di mansioni e di strumenti di lavoro e la perdita di credibilita' della lavoratrice quali conseguenze dei contrasti con la titolare della azienda e anche della deposizione resa dalla lavoratrice in controversie di altro dipendente licenziato nonche' un uso strumentale e persecutorio del

02/12/2014 esercizio abusivo della professione legale documento protetto
E' abusivo l'esercizio della professione di avvocato da parte di colui che pur avendo conseguito l'abilitazione statale non sia iscritto all'albo professionale considerato che tale iscrizione e' imposta da norma cogente quale condizione inderogabile per l'esercizio della professione

l'esercizio abusivo della professione legale ancorche' riferito allo svolgimento dell'attivita' riservata al professionista iscritto nell'albodegli avvocati non implica necessariamente la spendita al cospetto delgiudice o di altro pubblico ufficiale della qualita' indebitamente assunta sicche' il reato si perfeziona per il solo fatto che l'agente curi pratich

16/03/2015 Assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro documento protetto
Il termine triennale di estinzione dell'azione di regresso nell'ipotesi come nella specie in cui non sia stato iniziato alcun procedimento penale nei confronti del datore di lavoro per non essere mai stato investito il giudice penale della cognizione dell'infortunio decorre dalla data della prescrizione o di altra causa estintiva del reato e non dalla data dell'infortunio

Secondoun piugrave recente orientamento Cass 3 marzo 2011 n 5134 Cass 11 marzo 2011n 5879 invece l'azione di regresso dell'Inail nei confronti del datore dilavoro puograve essere esercitata nel termine triennale previsto dal dPR n 1124del 1965 art 112 che ove non sia stato iniziato alcun procedimento penaledeco

16/12/2014 Responsabilita' notaio false dichiarazioni fiscali
La funzione del notaio non puo' esaurirsi nella mera registrazione delle dichiarazioni delle parti dovendosi ritenere che ai sensi dell'art 1176 cit l'attivita' di consulenza sia estesa anche agli aspetti fiscali accessori alla stipula dell'atto con l'obbligo per il notaio di far conseguire alle parti il regime piu' favorevole

in tema di atto pubblico di trasferimento immobiliare e in riferimento alle visure catastali e' data dalla riconduzione nell'oggetto della prestazione d'opera professionale del notaio delle attivita' preparatoriee successive necessarie ad assicurare la serieta' e la certezza dell'atto rogando e ad assicurare la sua attitudine al conseguimento dello scopo tipico e del

04/02/2015 Licenziamento liquidatore di sinistri documento protetto
Il requisito della specificita' della previa contestazione dell'addebito necessaria in funzione dei licenziamenti qualificabili come disciplinari non e' integrato dalla certezza dei fatti addebitati ma dalla idoneita' della contestazione a realizzare il risultato perseguito dalla legge ossia a consentire al lavoratore una puntuale difesa

'il carattere della specificita' e' integrato quando sono fornite le indicazioni necessarie ed essenziali per individuare nella sua materialita' il fatto o i fatti nei quali il datore di lavoro abbia ravvisato infrazioni disciplinari o comunque comportamenti in violazione dei doveri di cui agli articoli 2104 e 2105 c

18/02/2015 Infortuni sul lavoro imperizia ed inosservanza delle norme
Mancata valutazione del rischio specifico da parte del datore di lavoro attestata dall'omessa indicazione nel DVR Documento di valutazione dei rischi proprio della parte inerente la movimentazione manuale dei carichi

il lavoratore stava adempiendo ai propri compiti ed era sicuramente prevedibile siccome connessa direttamente con la tipologia delle mansioni svolte una distrazione del manovratore del carroponte che dopo aver scaricato una lastra desse inizio all'operazione successiva curarsi di controllare la posizione del proprio collega tanto piu' che deve escludersi l'interruzi

24/11/2014 Indebita percezione di erogazioni a danno dello Stato
L'imputata mediante artifici e raggiri ha tratto in inganno i competenti funzionari dell'istituto previdenziale sull'ammontare delle somme dovute all'ente procurandosi cosi' un ingiusto profitto pari all'importo delle somme indebitamente poste a conguaglio

nel caso di mancata corresponsione ad un dipendente da parte del datoredi lavoro di indennita' di malattia e assegni familiari portati comunque a conguaglio nei confronti dell'INPS non ricorre il delitto di truffa per difetto dell'elemento del danno potendosi ravvisare in astratto la configurabilita del reato di appropriazione indebitaLEGGI LA SENTENZA

19/02/2015 Lavoro licenziamento giustificato preavviso documento protetto
La giusta causa di licenziamento cosi' come il giustificato motivo costituiscono una nozione che la legge configura con disposizioni di limitato contenuto delineanti un modulo generico che richiede di essere specificato in sede interpretativa mediante la valorizzazione sia di fattori esterni relativi alla coscienza generale sia di principi che la stessa disposizione tacitamente richiama

la giusta causa e il giustificato motivo soggettivo di licenziamento costituiscono mere qualificazioni giuridiche di comportamenti ugualmenteidonei a legittimare la cessazione del rapporto di lavoro l'uno con effetto immediato e l'altro con preavviso con il conseguente potere delgiudice e senza violazione del principio generale di cui all'art 112cod proc civ di valutare un lic

20/02/2015 Accertamento fiscale Falsa residenza a Montecarlo documento protetto
I contribuenti hanno dimostrato di risiedere effettivamente a Montecarlo ove hanno prima preso in locazione e poi acquistato un immobile Inoltre la mera proprieta' immobiliare in Italia non e' elemento sufficiente a dimostrare la residenza dei contribuenti

la quotmera proprieta' immobiliare in Italia non e' elemento sufficiente a dimostrare la residenza dei contribuentiquotLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZIONE TRIBUTARIA Sentenza 20 febbraio 2015 n 3447

18/11/2014 Liquidazione del danno patrimoniale da incapacita' di lavoro per il marito 'casalingo' documento protetto
A causa di un sinistro stradale OMISSIS domando' il risarcimento del danno non patrimoniale derivatole indirettamente dalle sofferenze patite dal coniuge e quello del danno patrimoniale derivato dalla forzosa rinuncia allo svolgimento delle attivita' domestiche causata dalla necessita' di assistere il marito infermo

il sig PA fu costretto ad astenersi dal lavoro domestico a causa della malattia causata dall'infortunio e che la siga BC fu costrettaad astenervisi per la necessita' di accudire il marito La Corte d'appello ha negato sia al marito sia alla moglie il risarcimento del danno patrimoniale da perdita del lavoro domestico Al marito l'ha negato sul presupposto che quotnon ri

25/09/2014 Ordinanza Tribunale Reggio Emilia sulla concorrenza sleale
Solo la materia della cosiddetta concorrenza sleale pura spetta alla cognizione della sezione ordinaria mentre in caso di concorrenza sleale cosiddetta interferente la cognizione deve essere radicata presso la sezione specializzata

violazioni che l'attore ha prospettato come riconducibili al segreto industriale in senso stretto cosigrave come comprovato dall'espresso riferimento all'articolo 98 del DLgs n 302005 effettuato a pagina 22della citazione ciograve che fonda la competenza della sezione specializzata Invero solo nel corso delle memorie istruttorie e con lafinalita' di resi

12/02/2015 Lavoro Mobilita' documento protetto
Il trattamento giuridico ed economico del personale degli enti aziende ed istituti sottoposti a vigilanza e tutela dell'Amministrazione regionale e le cui spese di funzionamento sono a carico del bilancio regionale non puO' essere superiore a quello stabilito per i dipendenti regionali secondo le tabelle di equiparazione adottate dai rispettivi organi di amministrazione vistate dai componenti gli organi di revisione ed approvate dal Presidente della Regione su deliberazione della Giunta regionale

Nell'ambito degli enti di cui al comma 1 e' consentito in deroga alle rispettive previsioni statutarie e regolamentari l'attuazione della mobilita' volontaria per un periodo non superiore ad un anno dall'entratain vigore della presente legge La mobilita' e' disciplinata dal regolamento adottato con DPCM 16 settembre 1994 n 716 e successive modificazioni

23/01/2015 Lavoratore violento Licenziamento per punizione
Nel provvedimento di licenziamento senza preavviso incorre il lavoratore che commette infrazioni alla disciplina ed alla diligenza del lavoro che provochi all'Azienda grave nocumento morale o materiale o che compia in connessione con lo svolgimento di lavoro azioni delittuose a termini di legge

La condotta del C e' stata ricondotta dalla Corte d'appello nella fattispecie sia dell'insubordinazione sia del diverbio litigioso seguito da vie di fatto tale e' stato il comportamento oltraggioso intimidatorio e violento del C concretatosi con lo strattonamento e spintonamento del conduttore di linea Ci al cospetto del responsabile dello stabilimentoLEGGI LA

20/11/2014 Assunzioni Abuso d'ufficio
Assunzione da parte degli amministratori di una societa in house senza il rispetto delle procedure ad evidenza pubblica previste per gli enti pubblici

i soggetti inseriti nella struttura organizzativa e lavorativa di una societa' per azioni possono essere considerati pubblici ufficiali o incaricati di pubblico servizio quando l'attivita' della societa' medesima sia disciplinata da una normativa pubblicistica e persegua finalita' pubbliche pur se con gli strumenti privatistici Fattispecie nella quale la Corte

02/10/2014 Compensi professionali patto di quota lit documento protetto
Il divieto del cosiddetto patto di quota lite tra l'avvocato ed il cliente sancito dalla norma di cui all'art 2233 cod civ trova il suo fondamento nell'esigenza di assoggettare a disciplina il contenuto patrimoniale di un peculiare rapporto di opera intellettuale al fine di tutelare l'interesse del cliente e la dignita' e la moralita' della professione forense

detto patto legittimamente ravvisabile anche sotto forma di promessa unilaterale costituendo questa una fattispecie negoziale ove l'astrazione della causa risulta limitata all'ambito processuale va rinvenuto non soltanto nella ipotesi in cui il compenso del legale consista in parte dei beni o crediti litigiosi secondo l'espressa previsione della norma che costituisce in relazione

06/02/2015 Licenziamento collettivo per riduzione di personale documento protetto
Nell'ipotesi di licenziamento collettivo per riduzione di personale a norma dell'art 24 l 2231991 diverso dal licenziamento collettivo preceduto dalla mobilita' previsto dall'art 4 l cit la procedura di consultazione deve considerarsi esaurita ai fini dell'accertamento di inefficacia o meno dei licenziamenti intimati con riferimento esclusivo alle attivita' ed ai termini previsti dall'art 4 da quinto a nono comma l cit e non anche alla fase amministrativa presso le Regioni limitata alle procedure con intervento di integrazione salariale straordinaria nonche' per la dichiarazione di mobilita' del personale in assenza del trattamento di integrazione salariale nel licenziamento collettivo per riduzione di personale

Non puograve essere infatti ignorata la differenza tra licenziamento collettivo per riduzione di personale a norma dell'art 24 l 2231991 elicenziamento collettivo preceduto dalla mobilita' cd licenziamento collettivo quotpostmobilita'quot previsto dall'art 4 l cit Cass 8 febbraio 2010 n 2734ossia da impresa ammessa a trattamento di integrazione salaria

17/02/2015 Tributario responsabilita' processuale documento protetto
Imprecisioni ed errori tali da non consentire al contribuente la verifica dell'iter logico giuridico seguito dall'Agenzia delle entrate o dal concessionario della riscossione per determinare l'ammontare dell'imposta

ampquoti contribuenti devono conservare per il periodo previsto dall'art 43le certificazioni dei sostituti di imposta nonchampe' i documenti probatori dei crediti di imposta dei versamenti eseguiti con riferimento alla dichiarazione dei redditi e degli oneri deducibili o detraibili ed ogni altro documento previsto dal decreto di cui all'art 8ampquotltbr gtLEGGI

04/02/2015 Lavoro obbligo di comunicare al datore di lavoro l'inizio della malattia
Ove il contratto collettivo prevede che il lavoratore che si assenta dal servizio per malattia abbia l'obbligo di comunicare al datore di lavoro l'inizio della malattia la omessa comunicazione vale ad integrare un'infrazione suscettibile di sanzione disciplinare

il ricorrente contesta tale affermazione ribadendo di aver fornito la prova richiesta mediante la detta produzione documentale omettendo di dare seguito alcuno a tale affermazione in particolare egli non illustra quale fosse il contenuto della documentazione prodotta e se essa contenesse effettivamente la richiesta di costituzione del collegio in modo da smentire il contrario avviso del

03/02/2015 Infortunio a causa del comportamento ludico del lavoratore
La decisione della Corte territoriale discende dall'aver questa ritenuto la condotta tenuta dal lavoratore sfornita di ogni movente razionale e probabilmente riconducibile ad un puro istinto ludico dell'interessato e pertanto tale da porsi come fattore causale imprevedibile ed inevitabile da solo sufficiente a cagionare l'evento e ad escludere ogni responsabilita' della Societa' datrice

'inconfigurabilita' dell'inadempimento dell'obbligo di sicurezza anche sub specie della culpa in vigilando per essere desumibile appunto dalle pacifiche modalita' di svolgimento dell'evento l'imprevedibilita' ed inevitabilita' dello stessoLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIO

29/01/2015 Procedure concorsuali Canoni di comportamento
In materia di procedure concorsuali di assunzione e promozione del personale il sindacato giurisdizionale sull'esercizio del potere datoriale puo' essere esercitato nei casi in cui esso non sia rispettoso dei canoni generali di correttezza e buona fede o sia affetto da manifesta inadeguatezza o irragionevolezza oppure arbitrarieta'

e' stato altresigrave precisato proprio in relazione alle procedure concorsuali per l'assunzione o la promozione del personale che rimane sottratta a qualsiasi controllo delgiudice e lasciata al potere discrezionale del datore di lavoro la regolamentazione delle specifiche e concrete modalita' di espletamento del concorso con i limiti costituiti dal rispetto dei canoni di

28/01/2015 Lavoro agevolazioni tributarie documento protetto
In tema di agevolazioni tributarie ai fini dell'attribuzione alle piccole e medie imprese che assumano nuovi dipendenti del credito d'imposta IRPEF ILOR ovvero IVA previsto dalla L 27 dicembre 1997 n 449 art 4 l'inottemperanza all'invito dell'ufficio finanziario di completare nel termine di 15 giorni con gli elementi prescritti la richiesta del contribuente costituisce causa di non riconoscimento del beneficio

La pacifica assenza di regolarizzazione tempestiva mette pertanto in risalto l'originario vizio della domanda del contribuente presentata fuori termine rispetto ai 30 giorni decorrenti dall'assunzione e per leragioni dette apparendo in questo giudizio accertato con puntualita' edin via principale il fatto del mancato compimento dell'iter procedimentale complesso Ne consegue l

23/01/2015 Sospensione dal lavoro e dalla retribuzione reintegrazione con risarcimento del danno
L'impugnazione del licenziamento ai sensi dell'art 6 della legge 15 luglio 1966 n 604 formulata mediante dichiarazione spedita al datore di lavoro con missiva raccomandata a mezzo del servizio postale deve intendersi tempestivamente effettuata allorche' la spedizione avvenga entro sessanta giorni dalla comunicazione del licenziamento o dei relativi motivi

il C licenziato con lettera pervenutagli il 28 luglio 2005 in data 592005 ha formulato richiesta alla Direzione provinciale del Lavoro diconvocazione delle parti per il tentativo di conciliazione con contestuale impugnativa del licenziamento indicando in tale istanza TAPI spa e non API Raffineria Ancona spa spedendo copia delle missiva anche alla sede della societa' API in

26/01/2015 Lavoro Demansionamento
Sulla tutela della professionalita' dei dipendenti attraverso la determinazione di tabelle di equiparazione tra le qualifiche di provenienza e quelle di destinazione

in tema di risarcimento del danno non patrimoniale derivante da demansionamento e dequalificazione il riconoscimento del diritto del lavoratore al risarcimento del danno professionale biologico o esistenziale non ricorre automaticamente in tutti i casi di inadempimento datoriale e non puograve prescindere da una specifica allegazione nel ricorso introduttivo del giudizio dall'esis

22/01/2015 Sul diritto al compenso professionale documento protetto
Le prestazioni di assistenza o consulenza aziendale non sono riservate per legge in via esclusiva ai dottori commercialisti ai ragionieri e ai periti commercialisti non rientrando fra le attivita' che possono essere svolte esclusivamente da soggetti iscritti ad apposito albo professionale o provvisti di specifica abilitazione

gli ostacoli all'esercizio in forma societaria dell'attivita'professionale intellettuale sono stati scorti da un canto nella previsionedell'art 2 della legge 23111939 n 1815 a tenor della quale e' recte era 'vietato costituire esercitare o diligere sotto qualsiasi formadiversa da quella di cui al preceden

11/12/2014 Operatore ecologico licenziato illegittimamente
Illegittimita' del licenziamento ritenendo fondato il rilievo del lavoratore circa la mancata adozione da parte dell'azienda delle garanzie per la sicurezza igienicosanitaria tenendo conto anche della posizione di sindacalista ricoperta dallo stesso operatore ecologico che aveva sollevato le carenze igieniche del cantiere

La Corte ha valutato i contrapposti comportamenti delle parti in causa dopo un attento e ponderato esame delle risultanze testimoniali giungendo alla conclusione che le denunciate carenze igienicosanitarieposte a base della protesta del dipendente assumessero una gravita particolare in relazione alla precipua natura e consistenza della prestazione lavorativa che lo stesso dipendente er

12/01/2015 Trasformazione in unico rapporto di lavoro a tempo indeterminato di piu' contratti a termine
Nel caso di specie riteneva la Corte territoriale che non potessero essere riconosciute le maggiorazioni retributive e contributive derivanti dall'anzianita' lavorativa per tutti i periodi dei contratti a termine effettivamente lavorati al pari di quelli non lavorati

nel caso in cui si accertasse l'illegittimita' del termine il giudice doveva ordinare la riammissione in servizio del lavoratore con conseguente diritto a percepire le retribuzioni anche qualora il datore di lavoro non consentisse la ripresa del lavoro Questa prima fondamentale conseguenza e' rimasta immutata Anche dopo la L n 183 del2010 e la legge di interpretazione au

05/11/2014 Omesso versamento INPS per le somme trattenute sulle retribuzioni corrisposte ai lavoratori dipendenti
E' reato l'omissione contributiva al di sotto dei diecimila euro annui

Pur a seguito dell'introduzione dell'art 2 comma 2 l 672014 che hadelegato il governo a trasformare in illecito amministrativo il reato di cui all'art 2 comma 1 bis dl 4631983 conv con l 6381983 purche' l'omesso versamento non ecceda il limite complessivo didiecimila Euro annui non puograve ritenersi che sia intervenuta la depenalizzazione d

07/01/2015 Alloggio lavoratore documento protetto
Il OMOSSIS si e' reso responsabile di un atto scorretto e sanzionabile dal punto di vista disciplinare posto che occupava in pratica a titolo gratuito un alloggio di proprieta' aziendale in virtu' del rapporto di lavoro benche' possedesse due alloggi di proprieta'

il comportamento posto in essere non appare di tale gravita' da dover essere sanzionato con un provvedimento espulsivo anche perche' il S nonha risposto il falso ma ha reso solo informazioni elusive e la societa' e'stata comunque in grado di fare prontamente delle verifiche sulla situazioneLEGGI LA SENTENZA

11/12/2014 Licenziamento disciplinare intimato per emissione di assegno bancario su un cc chiuso
Nella condotta addebitata al lavoratore non sussiste neppure un'astratta potenzialita' lesiva in termini di danno all'immagine della societa' quest'ultimo puo' sussistere solo allorquando l'atto lesivo che determina la proiezione negativa sulla reputazione dell'ente e' immediatamente percepibile dalla collettivita' o da terzi

Non costituisce illecito disciplinare ne' fattispecie determinativa di danno ingiusto grazie alla scriminante di cui all'art 598 co 1 cpavente valenza generale nell'ordinamento attribuire al proprio datoredi lavoro in uno scritto difensivo atti o fatti pur non rispondenti alvero concernenti in modo diretto ed immediato l'oggetto della controversia ancorcheacut

09/01/2015 Prelievi da un libretto di risparmio intestato a due anziani coniugi
Licenziamento inflitto da Poste italiane al direttore di un ufficio postale di Ancona per avere effettuato numerosi prelievi da un libretto di risparmio intestato a due anziani coniugi ricoverati in una casa di riposo pur essendo privo di delega e con modalita' illecite quali la falsa sottoscrizione

la delicatezza della funzione svolta dal direttore dell'ufficio postale ed il necessario vincolo fiduciario con la datrice di lavoro interrottodalla condotta di cui sopra giustificano la sanzione espulsivaLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZIONE LAVOR

11/03/2014 Magistrati ritardi doveri di diligenza e laboriosita' documento protetto
Nessuna responsabilita' per il magistrato che deposita sentenza in ritardo se cio' si verifica per eccessivo carico di lavoro

e' presuntivamente quotgravequot per volonta' normativa il ritardo nel deposito delle sentenze eccedente il triplo dei termini di legge quotsalvo che non sia diversamente dimostratoquot e questo principio va ribadito affermando che il ritardo puograve considerarsi grave quando supera la presunzione di legge di non gravita' perche' il parametro temporale

22/12/2014 Mobbing atteggiamenti ostili del datore di lavoro documento protetto
Insussistenti nel caso di specie i presupposti per l'applicazione della fattispecie incriminatrice di cui all'art 572 cod pen alle condotte persecutorie del datore di lavoro in danno di un dipendente cd mobbing facendo difetto sia la parafamiliarita' sia la condizione di soggezione della vittima nei confronti del presunto persecutore

la Corte ha ritenuto non provato che gli imputati intendessero cagionarealla persona offesa lesioni o uno stato di malattia di natura psicofisica valorizzando per un verso lo lsquostato di intensa tensione che si era creato fra le parti' per altro verso la possibile convinzione degli imputati circa la legittimita' dei provvedimenti disciplinari adottati nei confronti del

22/12/2014 Sul potere di mutare le mansioni di un dipendente
Effettivo svolgimento di mansioni diverse ma non per questo necessariamente dequalificanti

il giudice dell'appello nella sua autonomia di giudizio ha giudicato nondequalificanti le diverse mansioni a cui era stata adibita la D In sede di legittimita' non e' possibile ripetere il giudizio gia' enunciato dai giudici di merito in questa sede puograve verificarsi la correttezza della motivazione che come detto non presenta la contraddittorieta' denunci

23/10/2014 Infortuni sul lavoro attivita' di formazione documento protetto
I lavoratori incaricati dell'uso delle attrezzature che richiedono conoscenze e responsabilita' particolari in relazione ai loro rischi specifici devono ricevere un addestramento adeguato e specifico che li metta in grado di usare tali attrezzature in modo idoneo e sicuro anche in relazione ai rischi causati ad altre persone

il Collegio distrettuale rammenta che tale operazione non era neppure indicata nel libretto di uso di manutenzione ed implicava la conoscenza approfondita degli impianti elettroidraulici e lo smontaggio di parti meccanicheLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE

18/12/2014 Previdenza sociale lavoratore migrante
Sull'applicazione dei regimi di sicurezza sociale ai lavoratori subordinati ai lavoratori autonomi e ai loro familiari che si spostano all'interno della Comunita' Europea

L'articolo 4 dell'AltTZG prevede il versamento di una sovvenzione pubblica da parte dell'amministrazione nazionale del lavoro al datore dilavoro a titolo degli oneri finanziari sostenuti per il prepensionamento progressivo di un lavoratore L'acquisizione del diritto alla pensione di vecchiaia a seguito di prepensionamento progressivo previsto all'articolo 23

18/12/2014 Discriminazioni sul luogo di lavoro
Principi generali in materia di occupazione e di condizioni di lavoro in merito alla legittimita' di licenziamento fondato sullobesita'

La discriminazione basata su religione o convinzioni personali handicap eta' o tendenze sessuali puograve pregiudicare il conseguimento degli obiettivi del trattato CE in particolare il raggiungimento di un elevato livello di occupazione e di protezione sociale il miglioramentodel tenore e della qualita' della vita la coesione economica e socialela solidarieta' e

17/11/2014 Riconoscimento pensione di reversibilita' a moglie divorziata documento protetto
La determinazione delle rispettive quote di spettanza e' ampiamente derogativa in favore della T rispetto al criterio comunque prevalente della durata del matrimonio

la ripartizione del trattamento di reversibilita' fra ex coniuge e coniuge superstite va fatta quottenendo conto della durata del rapportoquot cioe' sulla base del criterio temporale che tuttavia a seguito della sentenza della Corte costituzionale n 419 del 1999 per quanto necessario e preponderante non e' perograve esclusivo comprendendo la possibilitagra

04/12/2014 Tutela della liberta' e dignita' del lavoratore
Mancata registrazione della vendita di alcuni prodotti ed appropriazione delle somme relative comunque incassate

sono leciti i controlli del datore di lavoro a mezzo di agenzia investigativa in ordine agli illeciti del lavoratore che non riguardino il mero inadempimento della prestazione ma incidano sul patrimonio aziendaleLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE SEZIONE

15/12/2014 Licenziamento per superamento del periodo di comporto documento protetto
La malattia denunciata dalla lavoratrice era da ricollegarsi a causa di lavoro e alle mansioni espletate e in particolare ad uno sforzo compiuto dall'attrice nel sollevamento di pesi

La Corte del merito ha dato adeguato conto del suo giudizio in ordine alla sussistenza della prova di un nesso causale tra le mansioni svolte dalla lavoratrice addetta al sollevamento di pacchi di fascicoletti detti segnature del peso di circa 4050 chili e la lombosciatalgia lamentata dalla stessa nel gennaio 2004 Ha fondato il suo giudizio sulla deposizione del coniuge della la

28/11/2014 Diritto al rimborso dell'IRAP versata per studio associato avvocati documento protetto
In materia di IRAP infatti l'esercizio in forma associata di una professione liberale rientra nell'ipotesi regolata dalla Decreto Legislativo 15 dicembre 1997 n 446 articolo 1 comma 1 lettera c secondo cui sono soggette all'imposta le societa' semplici e quelle ad esse equiparate a norma dell'articolo 5 comma 3 del tuir esercenti arti e professioni di cui all'articolo 49 comma 1 del medesimo tu e costituisce quindi presupposto d'imposta in base alla seconda parte del medesimo Decreto Legislativo n 446 del 1997 articolo 2 comma 1 a tenore del quale l'attivita' esercitata dalle societa' e dagli enti compresi gli organi e le amministrazioni dello Stato costituisce in ogni caso presupposto di imposta dovendosi percio' prescindere completamente dal requisito dell'autonoma organizzazione

L'Agenzia delle entrate propone ricorso per cassazione sulla base di due motivi nei confronti della sentenza della Commissione tributaria regionale dell'Emilia Romagna che accogliendo l'appello dello Studio Legale OMISSIS associazione professionale fra avvocati ne ha riconosciuto il diritto al rimborso dell'IRAP versata per gli anni dal 2001 al 2004 essendo

15/12/2014 Ricorso per vizio di nullita' documento protetto
La sentenza collegiale dei giudice civile priva di una delle due sottoscrizioni del presidente del collegio ovvero dal giudice relatore e' affetta la nullita' sanabile ai sensi dell'ad 161 primo comma cod proc civile trattandosi di sottoscrizione insufficiente e non mancante data la possibilita' di ricondurla all'organo giudicante che l'ha pronunciata

Con atto di citazione del 22 febbraio 2001 la Italiana Confezioni srl proponeva opposizione avverso il decreto ingiuntivo 1081 2000 emesso dal presidente del Tribunale di Taranto con il quale le veniva ingiunto il pagamento della somma di euro 3246654 oltre interessi legali dalla scadenza degli interessi cambiari e gli accessori Eccepival'opponente l'avvenuto p

03/12/2014 Licenziamento per riduzione di personale
L'individuazione dei lavoratori da collocare in mobilita' deve avvenire in relazione alle esigenze tecnicoproduttive ed organizzative del complesso aziendale nel rispetto dei criteri previsti da contratti collettivi stipulati con i sindacati di cui all'articolo 4 comma 2 ovvero in mancanza di questi contratti nel rispetto dei seguenti criteri in concorso tra di loro a carichi di famiglia b anzianita' c esigenze tecnicoproduttive ed organizzative

la S stata legittimamente licenziata da Luxury essendo addetta all'espletamento delle mansioni di sarta posto pacificamente soppressoLa correttezza formale rispetto della procedura prevista dalla L 2231991 e sostanziale osservanza da parte di Luxury dei criteri di scelta cristallizzati nell'accordo sindacale 2262009 per individuare idipendenti da licenziare delle de

00/00/0000 Premio di produttivita' solo per i lavoratori a tempo indeterminato documento protetto
L'Inps chiede di accertare se nella fattispecie sussisteva l'obbligo per la datrice di lavoro di eseguire i versamenti contributivi sulle somme accertate in via incidentale come dovute a titolo di gratifica annua sia particolare che speciale ai lavoratori da essa assunti con contratto a tempo determinato e con contratto di formazione e lavoro

nell'ambito della verifica condotta dall'istituto previdenziale sulla pretesa sussistenza di un obbligo contributivo riconducibile agli emolumenti della gratifica speciale e particolare emolumenti che secondo la tesi dell'ente sarebbero spettati di diritto anche ai lavoratori precari assunti con contratto a termine o di formazione e lavoro e' il presupposto stesso

01/12/2014 Rigettata richiesta di iscrizione all'albo degli avvocati per difetto della condotta documento protetto
Il COA di Pescara non aveva posto in essere un 'bis in idem' in quanto il diniego di iscrizione all'albo degli avvocati per difetto del requisito della condotta specchiatissima ed illibata non costituiva illecito disciplinare

qualora il COA avesse ritenuto che la ricorrente non era piu' in possesso dei requisiti soggettivi avrebbe dovuto procedere nell'ambitodel procedimento disciplinare ad applicare la sanzione della cancellazione dal registro dei praticanti avvocati pertanto essendo gia' stata valutata in sede disciplinare la sussistenza dei requisiti soggettivi in capo alla ricorrente

24/11/2014 Bidello reo di atti di libidine nei confronti di un'alunna documento protetto
E' facolta' del datore di lavoro sospendere il dipendente per poi procedere al provvedimento disciplinare una volta intervenuta sentenza penale definitiva di condanna

Chiunque con violenza o minaccia o mediante abuso di autorita' costringe taluno a compiere o subire atti sessuali e' punito con la reclusione da cinque a dieci anni Alla stessa pena soggiace chi induce taluno a compiere o subire atti sessuali 1 abusando delle condizioni di inferiorita' fisica o psichica della persona offesa al momento dei fatto 2 traendo in inganno

25/11/2014 Parcelle criterio di proporzionalita'
L'articolo 45 del codice deontologico forense consente all'avvocato di pattuire con il cliente compensi parametrati al raggiungimento degli obiettivi perseguiti alla condizione tuttavia che i compensi siano proporzionati all'attivita' svolta

L'aleatorieta' dell'accordo quotalizio non esclude la possibilita' di valutarne l'equita' se cioe' la stima effettuata dalle parti era all'epoca della conclusione dell'accordo che lega compenso e risultato ragionevole o al contrario sproporzionata per eccesso rispetto alla tariffa di mercato tenuto conto di tutti i fattori rilevanti

02/12/2014 Lavoro Licenziamento per giusta causa documento protetto
Rigettata la domanda di annullamento del licenziamento l'appellante non aveva contestato gli addebiti ma aveva sostenuto la sproporzione della sanzione e comunque la sussistenza di elementi idonei a ridimensionare i fatti contestati

Emergeva quindi un complesso di comportamenti inaffidabili del CC reiterati nel tempo tra i quali spiccava l'abuso di password e la simulazione di bonifici tali da minare il rapporto fiduciario tenuto conto delle mansioni svolte e del settore ove il ricorrente operava La motivazione appare pertanto congrua e logicamente coerente ed ancorata aprecisi elementi probatori che la Corte ha

02/12/2014 Esercizio abusivo professione avvocato documento protetto
Integra il delitto di esercizio abusivo della professione di avvocato la condotta di chi conseguita l'abilitazione statale provveda all'autenticazione della sottoscrizione del mandato difensivo prima di aver ottenuto l'iscrizione all'albo professionale

atteso che per escludere il danno a carico della persona offesa non e' sufficiente che questa abbia ricevuto alcune somme di denaro dovendosi altresigrave provare che quanto ricevuto era non inferiore a quello che egli avrebbe potuto recuperare se la G fosse stata effettivamente un avvocato ed avesse proceduto giudizialmente D'altronde la stessa corted'appello con

27/10/2014 Morto folgorato durante i avori in prossimita' di linee elettriche documento protetto
Le norme antinfortunistiche sono destinate a garantire la sicurezza delle condizioni di lavoro anche in considerazione della disattenzione con la quale gli stessi lavoratori effettuano le prestazioni

Nell'infortunio di cui si tratta si sarebbe dovuto considerare inoltreil ruolo avuto da PM il quale dipendente della ditta F Costruzionisrl incaricata della fornitura del calcestruzzo era a conoscenza delle norme antinfortunistiche per aver effettuato un corso apposito edavendo la ditta F predisposto il documento di valutazione dei rischi ove era evidenziato il rischio el

19/09/2014 Condotta persecutoria del datore di lavoro documento protetto
Ai fini della configurabilita' del mobbing lavorativo devono ricorrere molteplici elementi a una serie di comportamenti di carattere persecutorio illeciti o anche leciti se considerati singolarmente che con intento vessatorio siano stati posti in essere contro la vittima in modo miratamente sistematico e prolungato nel tempo direttamente da parte del datore di lavoro o di un suo preposto o anche da parte di altri dipendenti sottoposti al potere direttivo dei primi b l'evento lesivo della salute della personalita' o della dignita' del dipendente c il nesso eziologico tra la descritte condotte e il pregiudizio subito dalla vittima nella propria integrita' psicofisica eo nella propria dignita' d il suindicato elemento soggettivo cioe' l'intento persecutorio unificante di tutti i comportamenti lesivi

Fra le situazioni potenzialmente dannose e non normativamente tipizzate rientra il mobbing che secondo quanto affermato dalla Corte costituzionale e recepito dalla giurisprudenza di questa Corte designaun complesso fenomeno consistente in una serie di atti o comportamentivessatori protratti nel tempo posti in essere nei confronti di un lavoratore da parte dei componenti del gruppo di

25/11/2014 Rivalutazione contributiva per esposizione all'amianto
In tema di benefici previdenziali in favore dei lavoratori esposti all'amianto la L 24 dicembre 2003 n 350 art 3 comma 132 che con riferimento alla nuova disciplina introdotta dal DL 30 settembre 2003 n 269 art 47 comma 1 ha fatto salva l'applicabilita' della precedente disciplina prevista dalla L 27 marzo 1992 n 257 art 13 per i lavoratori che alla data del 2 ottobre 2003 abbiano avanzato domanda di riconoscimento all'INAIL od ottenuto sentenza favorevoli per cause avviate entro al medesima data va interpretato nel senso che a per maturazione del diritto deve intendersi la maturazione del diritto a pensione b tra coloro che non hanno ancora maturato il diritto a pensione la salvezza concerne esclusivamente gli assicurati che alla data indicata abbiano avviato un procedimento amministrativo o giudiziario per l'accertamento del diritto alla rivalutazione contributiva

I lavoratori che alla data del 2 ottobre 2003 sono stati esposti all'amianto per periodi lavorativi non soggetti all'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali gestita dall'INAIL hanno diritto ai benefici previdenziali derivanti da esposizione ad amianto alle condizioni e con le modalit stabilite dal presente decreto 2

07/10/2014 Licenziato per giusta causa il lavoratore in malattia che svolge secondo lavoro
Lo svolgimento di altra attivita' lavorativa da parte del lavoratore assente per malattia documentata con certificato medico costituisce motivo di licenziamento disciplinare solo ove il dipendente abbia agito simulando la malattia

la Corte partenopea ha accertato sulla base delle relazioni del personale di vigilanza incaricato e delle testimonianze escusse in primogrado che il lavoratore si era piu' volte assentato per malattia ed in particolare a seguito del suo trasferimento a OMISSIS avvenuto il12107 si era assentato per malattia certificata non solo come depressione maggiore ma anche come cervi

23/05/2014 Contestazione della relazione investigativa in sede di separazione
Il giudice ha potuto accertare infatti sulla base dei tabulati telefonici e delle fotografie contenute nella relazione che la violazione del dovere di fedelta' era effettivamente anteriore estate 2003 alla domanda di separazione novembre 2003 e che la relazione extra coniugale aveva determinato l'intollerabilita' della prosecuzione della convivenza

la relazione investigativa era stata redatta da un terzo su incarico delmarito dunque senza le garanzie del contraddittorio laddove l'investigatore aveva narrato una serie di fatti giungendo a conclusionidel tutto personali e quindi non poteva costituire una prova piena neanche in ordine alle date dei fatti fotografatiLEGGI LA SENTENZA

02/12/2014 Lavoro contratto collettivo documento protetto
Illegittima risoluzione del contratto di apprendistato con condanna della datrice di lavoro al pagamento delle retribuzioni

ai fini della ricerca della comune intenzione dei contraenti il primo eprincipale strumento e' rappresentato dal senso letterale delle parole edelle espressioni utilizzate nel contratto con la conseguente preclusione del ricorso ad altri criteri interpretativi quando la comune volonta' delle parti emerga in modo certo ed immediato dalle espressioni adoperate e sia talmente c

24/10/2014 Liquidazione di diritti ed onorari di avvocato e procuratore a carico del cliente documento protetto
Quando insorge controversia tra l'avvocato ed il cliente circa il compenso per prestazioni professionali il debitore non puo' essere ritenuto in mora prima della liquidazione del debito che avviene con l'ordinanza che conclude il procedimento L 13 giugno 1942 n 794 ex art 28

Va anzitutto osservato che in ordine agli interessi per ritardato pagamento di una parcella la tariffa professionale di cui al DM n 127 del 2004 nulla prevede in caso di ritardo nel pagamento della parcella all'avvocato Occorre pertanto rifarsi essenzialmente alla normativa del codice civile Ora nonostante non venga richiesta espressamente la liquidita' del credito

27/11/2014 Previdenza Fondi integrativi Contributo di solidarieta'
Il contributo di solidarieta' puo' essere imposto solamente ai titolari di pensione integrativa gia' in fase di erogazione dunque ai soli dipendenti per i quali sia cessato il rapporto di lavoro e non anche al personale ancora in servizio

La legge 17 maggio 1999 n 144 art 64 nel disporre comma 2 a decorrere dal 1 ottobre 1999 la soppressione dei Fondi per la previdenza integrativa dei dipendenti degli enti di cui alla L 20 marzo 1975 n 70 e quindi anche dell'INPS con contestuale cessazione delle corrispondenti aliquote contributive previste per il finanziamento dei fondi medesimi ha riconosciuto co

05/11/2014 Lavoro contratto a chiamata
A fronte del potere unilaterale del datore di lavoro di fissare le modalita' temporali della prestazione pattuita la disponibilita' alla chiamata del datore di lavoro pur non potendosi equiparare a lavoro effettivo deve comunque trovare adeguato compenso tenendo conto di un complesso di circostanze a tal fine significative quali l'incidenza sulla possibilita' di attendere ad altre attivita' il tempo di preavviso previsto o di fatto osservato per la richiesta di lavoro a comando l'eventuale quantita' di lavoro predeterminata in misura fissa la convenienza dello stesso lavoratore a concordare di volta in volta le modalita' della prestazione

Invero la natura giuridica del credito in esame e' quella che si evince dalla relativa domanda compiutamente qualificata dai giudici di merito nell'ambito dei loro poteri interpretativi come richiesta risarcitoria sotto forma di indennita' compensativa della disponibilita' prestata e della conseguente maggiore penosita' della prestazione imposta al dipendente dal

11/11/2014 Contributo di mobilita' Licenziamento collettivo documento protetto
La Corte riteneva che la societa' dovesse essere esonerata dal pagamento del contributo per la mobilita' considerato che non aveva potuto continuare l'attivita' produttiva a causa del sequestro dello stabilimento disposto dall'autorita' giudiziaria nel corso di un procedimento per inquinamento ambientale

Quando non sia possibile la continuazione dell'attivita' anche tramite cessione dell'azienda o di sue parti o quando i livelli occupazionali possono essere salvaguardati solo parzialmente il curatore il liquidatore o il commissario hanno facolta' di collocare in mobilita' aisensi dell'articolo 4 ovvero dell'articolo 24 i lavoratori eccedenti

23/09/2013 Decreto ingiuntivo ottenuto dall'avvocato per prestazioni giudiziali
In tema di liquidazione di onorari di avvocato nei confronti del cliente laddove il professionista opti per il ricorso al procedimento di ingiunzione art 633 ss cod proc civ il debitore deve proporre opposizione mediante atto di citazione Il collegio ritiene anche che l'opposizione se proposta tardivamente e' inammissibile con cio' determinando la formazione del giudicato in ordine al decreto

in tema di onorari e diritti dovuti dal cliente al proprio difensore anche se questi si e' avvalso dell'ordinario procedimento di ingiunzione ex art 630 ss cod proc civ l'opposizione avverso il decreto quando la controversia attenga unicamente alla misura del compenso devesvolgersi secondo il procedimento previsto dagli artt 29 e 30 della legge n 794 del 1942 2 che l

04/11/2014 Reato di omesso versamento all'INPS delle ritenute previdenziali ed assistenziali documento protetto
In tema di omesso versamento di ritenute previdenziali ed assistenziali ai fini del computo del termine di mesi tre dall'accertamento per il pagamento del debito contributivo integrante la causa di non punibilita' di cui alla Legge 11 novembre 1983 n 683 articolo 2 comma 1 bis come modificato dal Decreto Legislativo 24 marzo 1994 n 211 e' sufficiente l'effettiva sicura conoscenza da parte del contravventore dell'accertamento previdenziale svolto nei suoi confronti non essendo necessarie particolari formalita' per la notifica dello stesso

lomessa registrazione o denuncia di dati obbligatori a fini previdenziali posta in essere dal datore di lavoro gia prevista come reato dalla Legge n 689 del 1981 articolo 37 ora punita al raggiungimento di determinate soglie di punibilita dalla Legge n 388 del 2000 articolo 116 comma 19 e materialmente e strutturalmente diversa dal rea

24/10/2014 Spese di lite detrazione degli acconti ricevuti documento protetto
Il ridimensionamento delle pretese dell'attore od anche una parziale adesione della controparte dopo una iniziale contestazione delle pretese stesse non comporta deroga al principio dell'art 91 cod proc civ non potendo la riduzione sia pure sensibile della somma richiesta con la domanda giudiziale integrare per l'attore il presupposto della soccombenza

L'art 92 comma 2 nel suo riferirsi ai giusti motivi solo dopo la L n 692009 la compensazione e' stata limitata alle gravi ed eccezionali ragioni assumeva infatti il connotato di norma elastica tale da potereessere adeguata al contesto storicosociale o a situazioni non specificabili a priori e che doveva essere interpretata dal giudice in sostanza la norma si giustificava

24/10/2014 Diritto ai buoni pasto se i tempi di percorrenza non consentano al lavoratore di raggiungere la propria abitazione documento protetto
Diritto ai buoni pasto tanto nel caso in cui durante la fascia oraria concordata il lavoratore sia impegnato al lavoro quanto nel caso in cui abbia terminato di lavorare ma i tempi di percorrenza non gli consentano di raggiungere la propria abitazione entro l'esaurirsi di tale fascia oraria

il dato centrale indicato dalla previsione contrattuale per fruire del ticket restaurant risiede nell'impossibilita' per il lavoratore di consumare il pasto nella propria abitazione a causa dell'orario di lavoro in cui e' impegnato mentre il riferimento ai tempi di percorrenzavale solo quando ciograve rilevi a tal fine ossia quando il turno di lavoronon sia ancora inizia

23/09/2014 Determinazione del compenso per il difensore civico regionale documento protetto
In tema di riparto della giurisdizione la controversia avente ad oggetto la scelta dei criteri per la determinazione del compenso fisso e aggiuntivo spettante ai componenti delle commissioni tributarie per l'attivit svolta appartiene alla giurisdizione del giudice amministrativo trattandosi di emolumenti di natura indennitaria la cui determinazione non e' automatica ma resta affidata al potere discrezionale dell'autorita' che ha proceduto alla nomina dei componenti medesimi il cui esercizio deve avvenire in base a parametri correlati alla qualita' quantita' e complessita' del lavoro svolto ai sensi dell'art 13 del dlgs 31 dicembre 1992 n 545

ferma la circostanza che il difensore civico regionale ricopre un ufficio onorario che la Corte Costituzionale ha escluso dal novero degliorgani di governo regionale cfr Corte Cost 11204e Corte Cost 16705 e le molte sentenze precedenti della Consulta che hanno tratteggiato l'istituto appare evidente che la determinazione del compenso e' rigidamente predeterminata da un atto n

24/10/2014 Lavoro subordinato licenziamento illegittimo documento protetto
Il fatto che il lavoratore abbia un proprio staff nei confronti del quale proponga assunzioni promozioni aumenti di stipendio e ferie non esprime di per se' subordinazione potendo essere anche attuazione di un rapporto di lavoro autonomo Diventa altresi' segnale di subordinazione solo ove il suo potere si eserciti quale subordinata esecuzione dell'assoggettamento a specifiche direttive che il datore gli abbia impartito

il ricorrente rammenta che in riferimento al fatto controverso costituito dalla subordinazione e quindi dell'assoggettamento del ricorrente alle direttive e ai controlli della societa' dalla sentenza impugnata emerge la totale carenza di indicazione delle fonti del suo convincimento in relazione all'esclusione della subordinazione la totale carenza di esame della manifestazione

10/10/2014 Lavoro violazione delle norme antinfortunistiche documento protetto
Quando nel ricorso si esaminano i temi dello svolgimento dell'attivita' lavorativa e della violazione di norme antinfortunistiche vengono sviluppate argomentazioni in fatto che richiedono una nuova valutazione delle risultanze istruttorie in senso piu' favorevole al ricorrente senza evidenziare il pur dedotto vizio di motivazione

l'utilizzo dellescarpe antinfortunistiche avrebbe evitato l'evento per la maggior aderenza alsuolo dei dispositivi di protezione nonostante sia pacifico che il lavoratoreinfortunato si sia spinto verso l'alto per riversarsi sul bordo esterno delparapetto sia nella parte in cui si e' affermato che l'abnorme numero di ore di

02/10/2014 Falsa attestazione circa l'assenza di pendenze penali a proprio carico documento protetto
Falso ideologico in atto pubblico il bando di concorso imponeva imponeva ai partecipanti al concorso pena l'esclusione di dare al contempo contezza dei procedimenti penali in atto senza distinguere fra le pendenze in ragione dell'addebito ovvero a rappresentare di non averne e qui l'imputato introdusse un distinguo non pertinente mirando a nascondere una verita' per lui scomoda

la falsita' ideologica puograve essere consumata anche mediante un'attestazione incompleta ogniqualvolta il contenuto espositivo dell'atto sia comunque tale da far assumere all'omissione dell'informazione relativa ad un determinato fatto il significato di negazione della sua esistenzaLEGGI LA SENTENZA

21/10/2014 Dipendente provinciale scivola su una matita e chiede 550mila euro di risarcimento documento protetto
Il datore di lavoro e' tenuto ad adottare le misure che secondo le particolarita' del lavoro l'esperienza e la tecnica sono necessarie a tutelare l'integrita' fisica e la personalita' morale dei prestatori di lavoro quella di cui al quinto comma consente agli Stati membri nelle ipotesi eccezionali di escludere la responsabilita' del datore di lavoro

La ricorrente a seguito di tale pronuncia ha convenuto in giudizio lo Stato italiano addossandogli la responsabilita' dell'infortunio per non essersi adeguato entro il 31 dicembre 1992 alla direttiva CEE 89391 del 12 giugno 1989 concernente l'attuazione di mi

24/10/2014 IRAP attivita' nell'impresa familiare documento protetto
Dalle dichiarazioni dei redditi prodotte dal contribuente in allegato al ricorso introduttivo era emerso l'ingente importo corrisposto dal suddetto al collaboratore e che l'omesso esame di tale circostanza sicuramente dimostrativa dell'utilita' e rilevanza economica del collaboratore aveva viziato la decisione impugnata

questa Corte e' ferma nel ritenere che il requisito dell'autonoma organizzazione il cui accertamento spetta al giudice di merito ricorrequando il contribuente a sia sotto qualsiasi forma il responsabile dell'organizzazione e non sia quindi inserito in strutture organizzative riferibili ad altrui responsabilita' ed interesse bimpieghi beni strumentali ecced

22/07/2014 Responsabilita' professionale dell'avvocato violazione del dovere di diligenza documento protetto
La responsabilita' professionale dell'avvocato configura un'obbligazione di mezzi e non di risultato e quindi presuppone la violazione del dovere di diligenza per il quale trova applicazione in luogo del criterio generale della diligenza del buon padre di famiglia quello della diligenza professionale media esigibile ai sensi dell'art 1176 secondo comma cc da commisurare alla natura dell'attiivta' esercitata

la responsabilita' del legale non potrebbe affermarsi per il solo fatto del suo non corretto adempimento dell'attivita' professionale ma e' necessaria la verifica se l'evento produttivo del pregiudizio lamentatodal cliente sia riconducibile alla sua condotta professionale se un danno vi sia stato effettivamente ed infine se ove questi avesse tenuto il compor

20/10/2014 Lavoro infortunio in itinere copertura assicurativa documento protetto
In tema di infortunio in itinere occorre per il verificarsi dell'estensione della copertura assicurativa che il comportamento del lavoratore sia giustificato da un'esigenza funzionale alla prestazione lavorativa tale da legarla indissolubilmente all'attivita' di locomozione posto che il suddetto infortunio merita tutela nei limiti in cui l'assicurato non abbia aggravato per suoi particolari motivi o esigenze personali la condotta extralavorativa connessa alla prestazione per ragioni di tempo e di luogo interrompendo cosi' il collegamento che giustificava la copertura assicurativa

Rispetto a tale motivazione parte istante lungi dall'evidenziare l'elemento decisivo che sarebbe stato trascurato dalla Corte territoriale e la cui valutazione invece avrebbe con certezza condottoad un esito diverso della lite si limita a prospettare una nozione soggettiva di uso quotnecessitatoquot del mezzo proprio conforme alle proprieaspettative personali ma ben lontana dal

15/09/2014 Incarichi professionali Per il compenso del legale pesa l'interesse del cliente documento protetto
Quando si valuta il compenso professionale spettante al legale per l'incarico svolto non si deve tener conto solo del valore complessivo dell'affare convenzionalmente stabilito nel contratto ma e' opportuno considerare anche l'interesse della parte

la Corte territoriale non ha in alcun modo affrontato la questione posta circa la determinazione del valore dell'oggetto dell'incarico essendosi limitata a considerare che la solaindicazione dell'importo di tre miliardi contenuta nell'oggetto della lettera d'incarico riguardasse il valore convenzionale attribuito all'oggetto del contratto prescin

21/10/2014 Infermita' da causa di servizio riconoscimento beneficio pensione privilegiata equo indennizzo
Il riconoscimento della dipendenza da causa di servizio dell'infermita' o lesione costituisce accertamento definitivo anche nell'ipotesi di successiva richiesta di equo indennizzo e di trattamento pensionistico di privilegio

ai fini della pensione privilegiata l'esame viene portato sul nesso tra l'evento e l'infermita' che ne e'

27/08/2014 Lavoro licenziamento indennita' sostitutiva della reintegrazione documento protetto
La revoca dell'atto di licenziamento e l'invito a riprendere il lavoro impediscono la pronuncia dell'ordine giudiziale di reintegrazione e conseguentemente la scelta dell'indennita' sostitutiva solo se accettati dal lavoratore espressamente o tacitamente col ritorno in servizio

la giurisprudenza di legittimita' continuava a ribadire sulla scorta della ricostruzione dell'indennita' sostitutiva della reintegrazione come obbligazione con facolta' alternativa dal lato del creditore che il rapporto di lavoro doveva intendersi risolto solo al momento dell'eff

17/04/2014 Cancellato dall'Albo avvocato che si appropria dei fondi destinati a disabili documento protetto
In tema di procedimento disciplinare a carico degli avvocati il potere di applicare la sanzione adeguata alla gravita' ed alla natura dell'offesa arrecata al prestigio dell'ordine professionale e' riservato agli organi disciplinari

pertanto la determinazione della sanzione inflitta all'incolpato dal Consiglio Nazionale Forense non e' censurabile in sede di l

14/10/2014 Truffa Esercizio abusivo professione avvocato
L'imputato non solo si attribuiva il titolo di avvocato ma trattava con i clienti attribuendosi il ruolo relativo anche se la redazione degli atti la partecipazione alle udienza la definizione della linea difensiva sono state svolte sempre da soggetto abilitato destinatario anche dei relativi compensi professionali

integra il reato di esercizio abusivo di una professione art 348 codpen il compimento senza titolo di atti che pur non attribuiti singolarmente in via esclusiva a una determinata professione siano univocamente individuati come di competenza specifica di essa allorche' lo stesso compimento venga realizzato con modalita' tali per continuativita' onerosita'

03/10/2014 Sanzioni amministrative pecuniarie principio di retroattivita' della legge documento protetto
L'impiego di lavoratori dipendenti non risultanti dalle scritture o altra documentazione obbligatorie e' punito con sanzioni amministrative

in materia di sanzioni amministrative pecuniarie non si applica il principio di retroattivita' della legge piu' favorevole previsto dal Decreto Legislativo n 472 del 1997 articolo 3 soltanto per le infrazioni valutarie e tributarie e cio' tenuto conto della peculiarita' sostanziale che caratterini le rispettive materie Nella specie la SC ha ritenuto

07/10/2014 Condotta scorretta dell'avvocato diritto di critica nei limiti enunciati dalla giurisprudenza di legittimita'
L'esposto al competente Consiglio dell'ordine forense contenente accuse di condotte deontologicamente rilevanti tenute da un professionista nei confronti del cliente denunciarne costituisce esercizio di legittima tutela degli interessi di quest'ultimo attraverso il diritto di critica sub specie di esposto di cui all'art 51 cod pen per il quale valgono i limiti ad esso connaturati occorrendo in primo luogo che le accuse abbiano un fondamento o almeno che l'accusatore sia fermamente e incolpevolmente convinto di quanto afferma

il Tribunale ha anche trascurato di considerare l'eventuale ricorrenza della causa di non punibilita' ex art 598 cod pen pur richiamata comeoggetto di doverosa verifica nella sentenza rescindente di questa Cortein data 4 ottobre 2012 sulla base dell'interpretazione estensiva dellasuddetta esimente nella piugrave recente giurisprudenza di legittimita' cfr

18/09/2014 Incompatibilita' tra la professione di avvocato e lo status di dipendente pubblico documento protetto
L'ammissione fatta dal dipendente in sede stragiudiziale di continuare a svolgere l'attivita' di avvocato anche dopo la diffida rivoltagli non aveva valenza probatoria avendo il medesimo negato tale circostanza in sede di ricorso giurisdizionale e dovendosi interpretare le dichiarazioni stragiudiziali dal contenuto confessorio come riferite al periodo anteriore alla predetta diffida

Occorre infatti considerare che la legge applicata nella fattispecie vale a dire quella del 25 novembre 2003 n 339 contiene norme precise in materia di incompatibilita' dell'esercizio della professione di avvocato e mira a scongiurare il rischio dovuto al verificarsi di una eventuale situazione di incompatibilita' potenzialmente dannosa per l'immagine ed il pr

00/00/0000 Licenziamento illegittimo se per l'assenza causata da mobbing documento protetto
Illegittimita' delle sanzioni disciplinari inflitte a dipendente Le assenze per malattia sono conseguenza dell'ambiente lavorativo e della condotta aziendale posta in essere nei suoi confronti

Il Tribunale ritenne sulla scorta dell'istruttoria espletata che le sanzioni irrogate fossero illegittime alcune perche' sproporzionate altre per essere gli addebiti contestati insussistenti sul piano disciplinare accertando altresigrave alcune condotte discriminatorie operatedalla societa' nei confronti del C ritenne inoltre dopo aver dispostoctu medico lega

20/06/2014 Appello incidentale risarcimento dei danni conseguiti all'inesatto adempimento del contratto documento protetto
La parte rimasta totalmente vittoriosa in primo grado non ha l'onere di proporre appello incidentale per chiedere il riesame delle domande e delle eccezioni respinte ritenute assorbite o comunque non esaminate con la sentenza impugnata dalla parte soccombente essendo sufficiente la riproposizione di tali domande od eccezioni in una delle difese del giudizio di secondo grado

la Corte ha invece affermato che 'lamancata assunzione da parte dell'ente committente delle iniziative necessarieaffinche' le prestazioni dovute dal testimonial risultassero dotate direquisiti minimi di specificita' e determinatezza pone prima ancora che unproblema di valutazione della imputabilita' della

15/09/2014 Lavoro subordinato tra un'azienda farmaceutica ed un informatore scientifico documento protetto
la ricorrente chiede di verificare se e' qualificabile come rapporto di natura autonoma o di natura subordinata quello intercorso tra un'azienda farmaceutica ed un informatore scientifico regolato come rapporto di agenzia con plurimandato caratterizzato dal pagamento di compensi a provvigioni da assenza di rimborso spese dall'insussistenza di orari di lavoro e di obbligo di giustificare le assenze dalla liberta' di scelta di itinerari e medici da visitare e da previsione di relazioni periodiche sull'attivita' svolta

non puo' non rilevarsi che attraverso la stessa formulazione del quesitodi diritto la ricorrente si limita a porre in risalto quelle caratteristiche del rapporto che a suo giudizio dovrebbero far propendere l'interprete verso il convincimento dell'avvenuto svolgimentodi un rapporto di lavoro autonomo anziche' subordinato senza spiegarepero' le ragioni per l

15/09/2014 Assegnazione della pensione di inabilita' agli invalidi civili assoluti documento protetto
Ai fini dell'accertamento della sussistenza del requisito reddituale per l'assegnazione della pensione di inabilita' agli invalidi civili assoluti di cui alla L n 118 del 1971 art 12 assume rilievo non solamente il reddito personale dell'invalido ma anche quello eventuale del coniuge del medesimo

Ed infatti in esito all'entrata in vigore delle citate disposizioni dal 28 giugno 2013 si deve ritenere che il riconoscimento del diritto alla pensione di inabilita' sia condizionato oltre che dalla totale invalidita' anche dal possesso di un reddito personale dell'invalido non superiore per l'anno in corso ad Euro 1612730 la disposizione si appl

09/09/2014 Risarcimento danni dipendente demansionato documento protetto
Demansionamento con trasferimento La ricorrente chiede il risarcimento dei danni per essere stata adibita a mansioni dequalificate rispetto al grado rivestito e ed alla professionalita raggiunta

Tanto rilevato la Corte territoriale ha affermato che le mansioni affidate alla appellata dal settembre 2000 dunque non sono piu state quelle di preposto con altri dipendenti a lei sottoposti ma oltre ad essere di poca rilevanza escludevano anche la posizione di preposto che sebbene non siano le uniche affidate ai quadri sono certo quelle maggiormente qualificanti rappres

28/08/2014 Festivita' soppresse retribuzione aggiuntiva documento protetto
Nel trattamento economico spettante al lavoratore subordinato nei periodi di assenza per permessi sindacali non deve essere incluso un'indennita' contrattuale quale il contributopasto ancorche' configuri un'erogazione del datore di lavoro di natura retribuiva

questa Corte ha affermato e qui ribadisce che non trova applicazioneil principio dell'onnicomprensivita' della retribuzione Cfr Cass sez lav 15 dicembre 1989 n 5647 che ha chiarito che nel trattamento economico spettante al lavoratore subordinato nei periodi diassenza per permessi sindacali nonche' per ferie non deve essere incluso un'i

25/07/2014 Liquidazione del danno non patrimoniale da uccisione d'un familiare documento protetto
Il danno morale deve formare oggetto di allegazione prima e prova poi e non puo' essere considerato esistente in re ipsa l'assenza nel caso di specie di qualsiasi allegazione fattuale al riguardo rende impossibile il ricorso a presunzioni perche' secondo la giurisprudenza di legittimita' tale utilizzabilita' attiene al momento probatorio cui si puo' accedere solo dopo che sia stata effettuata la preliminare ed essenziale allegazione fattuale dell'esistenza del cd danno morale che qui manca

la Corte territoriale ha considerato insussistente l'allegazione del danno morale in oggetto nonostante che dagli atti di causa emerga come gli interessati avessero fatto riferimento ai seguenti elementi stato di parentela con il defunto danno morale rap

08/07/2014 Lavoro nesso causale dell'infortunio con l'attivita' lavorativa svolta documento protetto
E' inammissibile il ricorso per cassazione fondato su motivi che ripropongono le stesse ragioni gia' discusse e ritenute infondate dal giudice del gravame dovendosi gli stessi considerare non specifici La mancanza di specificita' del motivo invero dev'essere apprezzata non solo per la sua genericita' come indeterminatezza ma anche per la mancanza di correlazione tra le ragioni argomentate dalla decisione impugnata e quelle poste a fondamento dell'impugnazione

non vi era alcuna necessita' di sottoporre la lavoratrice a visita medica o a particolare attivita' di formazione cosigrave come lamentato dalla stessa e recepito nel capo di imputazione Quanto all'obbligo di visita medica prescritto nel documento di sicurezza aziendale esso interveniva solo dietro richiesta specifica del lavoratore che nel caso di specie non risult

04/09/2014 Lavoro Licenziamento per scarso rendimento documento protetto
Legittimo il licenziamento per giustificato motivo soggettivo irrogato in ragione delle sistematiche assenze del medesimo a macchia di leopardo da cui derivava una prestazione lavorativa inadeguata sotto il profilo produttivo

il datore di lavoro da un lato non puograve recedere dal rapporto prima delsuperamento del limite di tollerabilita' dell'assenza cosiddetto periodo di comporto il quale e' predeterminato per legge dalla disciplina collettiva o dagli usi oppure in difetto di tali fonti determinato dal giudice in via equitativa e dall'altro che il superamento di quel limite egrav

09/07/2014 Responsabilita' degli organi e dei dipendenti dell'ANAS spa documento protetto
Spetta alla Corte dei conti la giurisdizione sulle azioni di risarcimento del danno cagionato da componenti del consiglio d'amministrazione e da dipendenti perche' nonostante la veste di societa' per azioni essa ha natura sostanziale di ente pubblico

la giurisdizione della Corte dei conti e' stata ravvisata da ultimo anchecon riguardo alle azioni di responsabilita' proposte nei confronti di organi o dipendenti di un piugrave vasto sottoinsieme di societa' a partecipazione pubblica le cosiddette societa' in house per tali dovendosi intendere quelle dal cui quadro statutario vigente all'epoca della condotta

21/07/2014 Infortunio mortale malore improvviso o responsabilita' datoriale documento protetto
L'infortunio era occorso mentre il dipendente manovrava verso l'alto il cestello del ponte sviluppabile di una piattaforma aerea restando schiacciato con la regione toracica

in materia di infortuni sul lavoro il DLgs n 626 del 1994 v ora il DLgs 9 aprile 2008 n 81se da un lato prevede anche un obbligo di diligenza del lavoratore configurando addirittura una previsione sanzionatoria a suo carico nonesime il datore di lavoro e le altre figura ivi istituzionalizzate e in mancanza il soggetto preposto alla responsabilita' ed al controllo

29/07/2014 Violazione delle norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro lesioni personali gravi al dipendente
Il dipendente recatosi in reparto diverso da quello cui era addetto scivola da una scala procurandosi le lesioni riportate Al datore di lavoro si rimproverava la violazione dell'art 35 comma 4 lett a dlgs n 62694 per non aver preso le misure necessarie affinche' l'attrezzatura di lavoro fosse installata in conformita' alle istruzioni del fabbricante e utilizzata correttamente

l'attivitampa' della persona offesa nell'occasione amppur non rientrando nelle mansioni proprie del lavoratore non poteva dirsi costituire una manovra del tutto anomala ed eccezionaleamp versandosi ampin un contesto sicuramente non esorbitante dal complessivo processo lavorativo della ditta tanto piampugrave che giampa' in passato altri ave

30/05/2013 Trattamento dati personali Registro orario di lavoro documento protetto
Con una decisione del 14 marzo 2012 l'ACT ha ritenuto che la Worten fosse responsabile di un'infrazione amministrativa grave al diritto del lavoro avendo violato le norme relative al registro dell'orario di lavoro di cui all'articolo 202 paragrafo 1 del codice del lavoro poiche' detta societa' non aveva fatto si'che l'ACT potesse procedere alla consultazione immediata nello stabilimento interessato del registro dell'orario di lavoro dei lavoratori impiegati in detta sede

l'obbligo per un datore di lavoro in quanto responsabile del trattamento di dati personali di fornire un accesso immediato al registro dell'orario di lavoro all'autorita' nazionale competente in materia di vigilanza sulle condizioni di lavoro non comporta affatto che i dati personali contenuti in detto registro debbano necessariamente a causa solo di tale circos

01/09/2014 Infortunio sul lavoro documento protetto
E' stato accertato che la macchina utilizzata era priva della griglia di protezione e che al fine di permetterne il funzionamento venivano utilizzate delle chiavi supplementari atte ad escludere i dispositivi di sicurezza e che l'assenza di questo basilare presidio di sicurezza era stata determinante nella causazione dell'infortunio

Giova ricordare che se per un verso non e' dato in questa sede di procedere a qualsivoglia ulteriore accertamento di merito per altro verso in tema di sindacato del vizio di motivazione compito del giudice di legittimita' non e' quello di sovrapporre la propria valutazione a quella compiuta dai giudici di merito in ordine alla affidabilita' delle fonti di pro

11/08/2014 Lavoro licenziamento per uso improprio posta elettronica aziendale documento protetto
Il codice disciplinare nonche' il regolamento aziendale vietava l'accesso ad internet o l'utilizzo della posta personale per scopi personali

Come affermato da questa Corte Sez U Sentenza n 24148 del 25102013 la motivazione omessa o insufficiente a configurabile soltanto qualora dal ragionamento del giudice di merito come risultante dalla sentenza impugnata emerga la totale obliterazione di

04/06/2014 Recesso ad nutum nel contratto di prestazione d'opera intellettuale
La previsione della possibilita' di recesso ad nutum del cliente nel contratto di prestazione d'opera intellettuale quale contemplata dall'art2337 cc comma 1 non ha carattere inderogabile

Nelle giurisprudenza di questa Corte difatti dopo un iniziale contrasto degli anni ottanta sie' oramai definitivamente consolidato il principio che in questa sede va ulteriormente ribadito secondo il quale la previsione della possibilita' di recesso ad nutum del cliente nel contratto di prestazio

15/07/2014 Lavoro licenziamento collettivo
L'inefficacia del licenziamento prevista dall'art 5 della legge citata per il caso di inosservanza delle procedure di cui all'art 4 ricorre anche nel caso di violazione della disposizione dell'art 4 comma nono sulla comunicazione ai competenti uffici del lavoro e alle organizzazioni sindacali delle specifiche modalita' di applicazione dei criteri di scelta Cass 20 novembre 2000 n 14968

la procedura di cui agli artt 4 e 5 della legge n 223 del 1991 e' finalizzata alla tutela non solo degli interessi delle organizzazioni sindacali ma anche dell'interesse pubblico correlato alla occupazione in generale ed ai costi della mobilita' e dell'interesse dei lavoratori alla conservazione del posto di lavoro e in particolare alla verifica dei criteri di scelta sotto

14/07/2014 assunzioni a termine dipendenti postali
Nei casi di conversione del contratto a tempo determinato il giudice condanna il datore di lavoro al risarcimento del lavoratore stabilendo un'indennita' onnicomprensiva

In presenza di contratti ovvero accordi collettivi nazionali territoriali o aziendali stipulati con le organizzazioni sindacali comparativamente piugrave rappresentative sul piano nazionale che prevedano l'assunzione anche a tempo indeterminato di lavoratori gia' occupati con contratto a termine nell'ambito di specifiche graduatorie il limitemassimo dell'indennita' fiss

19/06/2014 Inadempimento datoriale Risarcimento
Dall'inadempimento datoriale non deriva automaticamente l'esistenza del danno ossia questo non e' ravvisabile a causa della potenzialita' lesiva dell'atto illegittimo

Per acquisito principio di diritto Cass SS UU n 6572 del 2006l'inadempimento del datore di lavoro per violazione di obblighi derivanti dal contratto e' regolato dagli artt 1218 e 1223 del cod civ valendo anche in questo caso la distinzione tra quotinadempimentoquot e quotdanno risarcibilequot secondo gli ordinari principi civilistici per i quali i danni attengono alla

04/07/2014 Tutela lavoratore in caso d'insolvenza del datore di lavoro documento protetto
Il datore di lavorose assoggettabile a fallimento ma non puo' essere dichiarato fallito per la esiguita' del credito azionato va considerato non soggetto a fallimento e pertanto il lavoratore puo' conseguire le prestazioni del Fondo di garanzia costituito presso l'INPS alle condizioni previste

L'esigenza di tutela effettiva infine ampe' coerente con la finalitampa' del Legislatore del 1982 che mediante l'istituzione di un Fondo di garanzia affidato all'ente previdenziale pubblico ha inteso compensare la peculiaritampa' della disciplina del tfr in cui il sistema degli accantonamenti fa sampigrave che gli importi spettanti al lavoratore vengano tr

16/07/2014 Lavoratore a domicilio diritto alla pensione documento protetto
Il lavoratore non occupato per l'intero anno solare che viene a trovarsi accreditato nel corso dell'anno un numero di settimane inferiore a 52 pur svolgendo la sua attivita' con continuita' puo' anch'egli far valere una minore contribuzione

La posizione dei lavoratori a tempo determinato con rapporti che non coprono l'intero anno solare ha innegabili connotati di peculiare debolezza che non ricorrono identicamente nella situazione di lavoratori che ancorche' in concreto impiegati per periodi inferiori alle cinquantadue settimane dell'anno solare siano perograve comunque assistiti da un ra

27/06/2014 Demansionamento lavoratore
La mansione di tecnico di informatica rientrava nel livello di appartenenza Le nuove mansioni certamente rientravano nella declataroria di appartenenza e non mortificavano il ruolo del ricorrente

La motivazione della sentenza impugnata non e' limitata alla sola circostanza per cui il profilo di Tecnico di informativa rientrava nellacategoria posseduta in quanto sono state esaminate le nuove mansioni e si e' accertato che le stesse offrivano in concreto una chance professionale per il ricorrente e che non erano emersi elementi per ritenerle in se' e per se' dequ

07/07/2014 Congedi parentali
I congedi parentali costituiti dall' astensione facoltativa e dai permessi per le malattie del bambino sono computati nell'anzianita' di servizio esclusi gli effetti relativi alle ferie e alla tredicesima mensilita' o alla gratifica natalizia

All'estensione ai permessi previsti dall'art 33 della disciplina riduttiva dettata per i congedi parentali osta in primo luogo la loro diversa natura ed il diverso regime economico delle due tipologie di astensione dal lavoroIl congedo parentale pu essere richiesto infatti per un periodo di durata tale da determinare una significativa sospensione della prestazione lavorativ

09/07/2014 Lavoro infortunio pausa pranzo
La pericolosa condotta tenuta dal lavoratore configura un rischio elettivo non indennizzabile

Premesso infine che la giurisprudenza citata dal ricorrente circa la riconducibilitampa' all'attivitampa' lavorativa anche del tempo necessario o utile al fine della consumazione dei pasti ampe' inconferente riguardando la diversa ipotesi dell'infortunio ampquotin itinereampquot deve rimarcarsi che nella specie la Corte territoriale ha congruamente ritenuto che l

27/05/2014 Cessione contratti lavoro
Accertamento della illegittimita' della cessione del ramo d'azienda

Puograve dunque affermarsi che esattamente il giudice di merito esclude la ravvisabilita' di un ramo di azienda oggetto di cessione ai sensi dell'art 2112 cc in un complesso di servizi privi di struttura aziendale autonoma e preesistente consistenti nella gestione e manutenzione di strutture informatiche ed in assistenza tecnica che restino disomogenei per funzioni svolte e

20/06/2014 Processo civile riforma giudizio cassazione documento protetto
La riforma del giudizio di cassazione ha sostituito il concetto di punto decisivo della controversia con quello di fatto controverso e decisivo

la riforma del giudizio di cassazione operata con la L n 40 del 2006 ha sostituito all'art 360 cpc comma 1 n 5 il concetto di quotpunto decisivo della controversiaquot con quello di quotfatto controverso e decisivoquot per cui il motivo di ricorso con il quale si denuncia omessainsufficiente o contraddittoria motivazione deve specificamente indicare il quotfattoquot

12/05/2014 Compensi e onorari legittimazione passiva opposizione all'esecuzione forzata documento protetto
Ai fini della liquidazione dei diritti e degli onorari spettanti al difensore in sede di opposizione alla sentenza dichiarativa di fallimento il valore della causa non va desunto dall'entita' del passivo ma deve considerarsi indeterminabile

occorre ribadire che secondo la piugrave volte ricordata pronuncia delle SU cui si aderisce quotai fini della liquidazione dei diritti e degli onorari spettanti al difensore in sede di opposizione alla sentenza dichiarativa di fallimento il valore della causa da determinarsi sullabase della domanda ex art 10 cpc non va desunto dall'entita' del passivo non essendo appl

23/05/2012 Atteggiamento ingiurioso tra colleghi diritto di critica
Dissenso per diverso parere in un contesto tale da far ritenere che fosse stato reso con travalicamento dei compiti istituzionali da parte della stessa persona offesa ed indebita ingerenza nel proprio ambito lavorativo

La vicenda sostanziale in esame la cui puntualizzazione si rende necessaria per apprezzare le doglianze di parte ricorrente si colloca nell'ambito di un rapporto conflittuale tra due dottoresse la G odierna ricorrente assegnata al reparto pediatria dell'Azienda Ospedaliera Universitaria OMISSIS e la UMLG collega anziana collocata nel settore della didattica e della ricerca

02/07/2014 Licenziamento Irregolarita' notifica PEC documento protetto
Ogni avvocato dopo la comunicazione del proprio indirizzo di PEC al Ministero della Giustizia attraverso il Consiglio dell'Ordine di appartenenza diventa responsabile della gestione della propria PEC se non la apre ne risente le conseguenze

Come risulta dalla sentenza impugnata e non viene contestato dal ricorrente la suddetta trasmissione e' risultata effettuata regolarmente in data 4 dicembre 2012 alle ore 122757 al procuratore della parte appellante a mezzo del sistema di posta elettronica certificata PEC secondo le indicazioni fornite dallo stesso procuratore nell'attodi appello e in base all'art 136 sec

17/06/2014 Lavoro infortunio in itinere documento protetto
La mancanza di una generale previsione di tutela dell'infortunio in itinere non ne esclude la indennizzabilita'

In tema di infortunio in itinere il requisito della quotoccasione di lavoroquot implica la rilevanza di ogni esposizione a rischio indipendentemente dal grado maggiore o minore di questo in relazione alquale il lavoro assuma il ruolo di fattore occasionale mentre il limite della copertura assicurativa e' costituito esclusivamente dal quotrischio elettivoquot intendendosi pe

19/06/2014 Violazione principio non colpevolezza lavoratore dipendente documento protetto
Il contratto di lavoro preveda la piu' grave sanzione disciplinare solo qualora intervenga una sentenza definitiva di condanna

il principio di non colpevolezza valido fino alla condanna definitiva sancito dall'art 27 secondo comma della Costituzione concerne le garanzie relative all'attuazione della pretesa punitiva dello Stato e non puograve quindi applicarsi in via analogica o estensiva all'esercizioda parte del datore di lavoro della facolta' di recesso per giusta causain ordine ad un comportam

18/06/2014 Licenziamento superamento periodo comporto documento protetto
il licenziamento per superamento del periodo di comporto e per sopravvenuta inidoneita' fisica hanno natura e disciplina diverse

Questa Corte ha avuto modo di ribadire in piugrave occasioni la differenza ontologica esistente tra licenziamento per superamento del periodo di comporto ex art 2110 cc e licenziamento per sopravvenuta inidoneita' fisica pur configurando entrambe le fattispecie una causa di impossibilita' della prestazione lavorativa esse hanno natura e disciplina diverse per essere la pri

30/06/2014 La pensione di reversibilita' va ripartita tra la ex moglie e la convivente documento protetto
L'art 9 della legge n 8981970 che prevede il criterio temporale della durata formale del rapporto matrimoniale ai fini della ripartizione del trattamento di reversibilita' fra ex coniuge titolare di assegno divorzile e coniuge superstite a' stato interpretato da questa Corte v tra le altre Cass n 16093 e 103912012 n 50602006 n 284782005 n 62722004 in linea con la Corte costituzionale v sent n 4191999 nel senso che il giudice del merito ha la possibilita' di applicare correttivi di tipo equitativo tra i quali la durata della convivenza prematrimoniale e le condizioni economiche delle parti interessate al fine di evitare che il primo coniuge sia privato dei mezzi indispensabili per il mantenimento del tenore di vita cui era preordinato l'assegno di divorzio ed il secondo sia privato dei mezzi necessari per la conservazione del tenore di vita che il de cuius gli aveva assicurato in vita

la B imputa alla corte del merito di non avere dato alcun rilievo alla lunga convivenza prematrimoniale e di non avere considerato che il matrimonio con il V era stato celebrato solo nel 2005 per la necessita' di attendere la conclusione del giudizio di divorzio dalla prima moglieche le condizioni economiche della C erano migliori delle sue e che i suoi redditi societari erano incer

17/06/2014 indennita' dovuta in caso di conversione del contratto a tempo indeterminato
Il giudice di rinvio si atterra' al seguente principio di diritto L'art 32 comma 5 legge n 183 del 2010 commisura l'indennita' dovuta nei casi di conversione del contratto a tempo indeterminato all'ultima retribuzione globale di fatto cosa' riferendosi al danno subito dal lavoratore ossia alla perdita della retribuzione ed accessori per essere stato allontanato dal proprio posto nel periodo compreso fra l'allontanamento e la sentenza di merito

dal semplice decorso del tempo e dall'inerzia dell'interessato non si poteva dedurre la rinuncia all'esercizio del diritto non essendo emersialtri elementi di fatto dai quali trarre il convincimento che l'attesa prima dell'inizio dell'azione giudiziaria avesse altre e piugrave complesse causeLEGGI LA SENTENZA

12/06/2014 Ferie non godute dal lavoratore deceduto documento protetto
si deve ricordare anzitutto che secondo costante giurisprudenza della Corte il diritto di ogni lavoratore alle ferie annuali retribuite deve essere considerato come un principio particolarmente importante del diritto sociale dell'Unione

Egrave alla luce di tale giurisprudenza che occorre valutare se nel caso in cui l'avvenimento che ha posto fine al rapporto di lavoro sia il decessodel lavoratore un tale avvenimento possa costituire un ostacolo a che il diritto alle ferie annuali retribuite si trasformi in un diritto ad un'indennita' finanziariaLEGGI LA SENTENZA

27/06/2014 Lavoratore non idoneo alle mansioni assegnate documento protetto
per pacifica giurisprudenza di questa Corte il principio per cui in sede di giudizio di legittimitampa' non possono essere prospettati temi nuovi di dibattito non tempestivamente affrontati nelle precedenti fasi trova anche applicazione in riferimento alle contestazioni mosse alle conclusioni del consulente tecnico d'ufficio

26/06/2014 Atti di occultamento o di dissimulazione dell'attivo
Concordato atti di frode da parte del debitore

La corte d'appello ha congruamente motivato la natura fraudolenta Sia della distribuzione di utili per oltre Euro 40000000 depauperativa del patrimonio della societa' quando gia' incombeva lo stato di crisi economicofinanziaria sia ancor piugrave dell'accordo transattivo che riconosceva alla committente la somma di Euro 1000886 a titolo di penale per danni somma che t

16/05/2014 Risarcimento dei danni consistente nella perdita di redditi
Indennita' per la risoluzione del rapporto per illegittimo licenziamento

La giurisprudenza consolidata di questa Corte ha tratto il principio cuisi ritiene dare continuita' secondo cui quotnella materia oggetto di odierno esame costituisce ius receptum che tutte le indennita' conseguite dal lavoratore a titolo di risarcimento dei danni consistentenella perdita di redditi ad esclusione di quelli dipendenti da invalidita' permanente o da mort

09/06/2014 Fatture per operazioni inesistenti
Fatture fittizie imposta sul valore aggiunto come tentativo di frode fiscale

Per altro verso la stessa CTR ha specificamente valorizzato la circostanza che la Magiste fosse la proprietaria esclusiva della Immobiliare Il Corso quotcosigrave che il rappresentante legale della controllante ben era al corrente della condotta della controllataquot in tal modo rendendo palese l'unita' di intenti dei soggetti che avevano dato luogo alla fittizia emissi

20/06/2014 Compiti dello spedizioniere vettore
Diritti e oneri del terzo possessore nei confronti del vettore

La giurisprudenza di questa Corte ha anche avuto modo di chiarire che la polizza di carico assume la veste di titolo di credito che da' diritto alla consegna delle merci trasportate sicche' il legittimo portatore di tale polizza ha titolo per promuovere l'azione cartolare contro il vettore per la perdita o per i danni subiti dalla merce trasportata v la sentenza 7 luglio 1999 n 7

13/05/2014 Ricorso immediato per cassazione documento protetto
Validita' o interpretazione delle clausole di un contratto o accordo collettivo nazionale

Orbene nel caso in esame il ricorrente da un lato non ha depositato con il ricorso il testo integrale del ccnl e degli accordi invocati e neppure ha trascritto nell'atto in violazione del principio di autosufficienza il testo integrale delle clausole contrattuali richiamate e dall'altro neppure ha fornito le necessarie specifiche indicazioni per il reperimento all'interno dei fascicoli

13/05/2014 Portalettere carattere oggettivo dell'obbligo di diligenza
Licenziamento per scarso rendimento del lavoratore

La Corte territoriale con motivazione coerente ed immune da vizi logici ha esaminato il complesso delle emergenze processuali acquisiterilevando con specifico riferimento alle difficolta' insite nel carattere quotimpegnativoquot delle zone affidate allo G come nell'intervallo di tempo in cui lo stesso era stato addetto al servizio telegrammi e sostituito da un lavoratore a t

10/06/2014 Assegni per lavori socialmente utili
Restituzione dell'assegno indebitamente erogato dal Fondo nazionale per l'occupazione

L'inottemperanza alla prescrizione del citato decreto legislativo n 81 del 2000 ha escluso nell'attivita' prestata dai lavoratori attuali intimati la connaturata specialita' del rapporto di lavoro di matrice essenzialmente assistenziale nell'ambito di un programma specifico che utilizza contributi pubblici con la conseguenza che l'onere economico per l'attivita' sv

06/06/2014 Avviso di accertamento
Somme indebitamente versate alla societa'

Il debito della societa' puograve anche riversarsi su coloro che hanno amministrato la societa' o ne sono stati soci occorre perograve un atto chegiustifichi questo passaggio e questo atto nell'ambito tributario nonpuograve che essere un avviso di accertamento cioe' un motivato provvedimento impositivo in cui si evidenzino le ragioni di questo quotpas

09/06/2014 Cassiera sanzione espulsiva licenziamento disciplinare all'addebito
Restituzione della merce ove il pagamento non possa aver luogo

Nella specie la Corte d'appello ha ritenuto che non essendoci la prova del dolo alla lavoratrice era addebitabile una condotta negligente e colpevole non aver impedito alla cliente una cliente abituale del supermercato e nota al personale della stessa di asportare la spesa fatta e non potuta pagare dopo aver presentato una carta di credito inidonea allo scopo perche' non funz

15/04/2014 Mancato pagamento delle spese dei diritti e degli onorari di avvocato
Obbligazione non correttamente estinta

In tema di prescrizione presuntiva mentre il debitore eccipiente e' tenuto a provare il decorso del termine previsto dalla legge il creditore ha l'onere di dimostrare la mancata soddisfazione del credito e tale prova puograve essere fornita soltanto con il deferimento del giuramento decisorio ovvero avvalendosi dell'ammissione fatta in giudizio dallo stesso debitore che

25/03/2014 Delitto a condotta frazionata documento protetto
Lunghissima attivita' truffaldina a danno dei professionisti per i quali lavorava

A parere di questo Collegio proprio la presenza di una quantita' di tempo come elemento necessario alla realizzazione di quella specifica ideazione criminosa assimila il delitto in esame alla figura dottrinaria e giurisprudenziale del reato cd a consumazione prolungata o con piugrave felice denominazione perche' piugrave consona all'essenza del fenomeno a condotta frazionata

19/05/2014 Polizia tributaria determinazione della competenza per territorio documento protetto
Luogo di accertamento del reato

Ed e' quanto ha correttamente ritenuto il Collegio cautelare sul rilievo che le fatture furono rinvenute e sequestrate all'esito della perquisizione eseguita dalla Guardia di Finanza presso la sede amministrativa della societa' in Mozzate luogo ricompreso nel circondario del Tribunale di ComoLEGGI LA SENTENZASUPREMA

25/02/2014 Pagamento di alcune differenze retributive
Eccessivo protrarsi dell'inerzia legislativa

Il Presidente del Consiglio assume che la domanda avanzata nel giudizio principale non potrebbe essere accolta in ragione dell'art 2bis comma 3 della legge Pinto secondo cui la misura dell'indennizzo non puograve mai superare il valore della causa o se inferiore quello del diritto accertato dal giudice Ciograve in quanto la ricorrente ha quantificato l'i

09/05/2014 Autonoma organizzazione del libero professionista documento protetto
Beni strumentali eccedenti il minimo indispensabile per l'esercizio dell'attivita'

Il giudice di merito avrebbe dovuto illustrare le concrete ragioni che consentirebbero di ritenere che i mezzi impiegati dal contribuente eccedano il minimo indispensabile per l'esercizio dell'attivita' anche inassenza di organizzazione o che il contribuente si avvalga in modo significativo e non occasionale di lavoro altrui si veda per un caso in cui la sezione Tributari

30/05/2014 Variabilita' dell'assegno di mantenimento documento protetto
Incompatibilita' piena ed ontologica tra reddito minimo di inserimento ed assegno di mantenimento

Ciograve induce a ritenere che sussiste una incompatibilita' piena ed ontologica tra reddito minimo di inserimento ed assegno di mantenimentola cui quantificazione comporta che nell'ottica di tutela dei figli si tenga conto della situazione pure della madre al fine di assicurare al nucleo familiare lo stesso tenore di vita in precedenza goduto allorquando nel medesimo nucleo familia

03/06/2014 Impiegato con funzioni direttive documento protetto
Autonomia e potere decisionale tali da giustificare l'inquadramento superiore

Va rimarcato che con sentenza del Tribunale di Messina n 395104 passata in giudicato richiamata dalla controricorrente nei precedenti gradi del giudizio cfr controricorso foglio 6 non numerato e prodotta nel fascicolo di primo grado lo S e'stato reintegrato nel posto di lavoro con le conseguenti indennita' risarcitorie per violazione da parte della Unicalcestruzzi

24/04/2014 Notifica di un avviso di pagamentoattivita' di recupero esattoriale
Avviso di mora contenuto proprio di un avviso di pagamento

Nella specie la Cassa Nazionale di Previdenza Assistenza Forense ha riportato nel ricorso per cassazione le conclusioni contenute nella comparsa di costituzione in appello in cui tra l'altro si reiterava l'eccezione di quotcarenza di legittimazione passiva della cassa per le domande attinenti eo conseguenti alle modalita' dell'esecuzione poste inessere dalla competente concessio

28/05/2014 'Nuove iniziative produttive' documento protetto
Competenze legislative concorrenti e residuali previste nei rispettivi statuti

Nelle materie di competenza della Regione autonoma ricorrente una legge statale possa legittimamente attribuire funzioni amministrative a livello centrale ed al tempo stesso regolarne l'esercizio e' necessario che essa detti una disciplina logicamente pertinente dunque idonea alla regolazione delle suddette funzioni cherisulti limitata a quanto strettamente indispensabile

09/01/2014 Controlli delle dichiarazioni tributarie
Iscrizione a ruolo dell'IVA non versata

A giudizio di questa Corte il rinvio operato dal contribuente al disposto dell'art 154 cpc trattandosi com'e' del tutto evidente di una disposizione che si applica alla sola proroga dei termini processuali e non anche a quella dei termini sostanziali come quegli per gli accertamenti ed i controllidelle dichiarazioni tributarieLEGGI LA SENTENZABANNE

04/06/2014 Nocivita' dell'ambiente di lavoro documento protetto
Responsabilita' del datore di lavoro per l'infortunio subito dal dipendente

Al di la' di ogni questione attinente all'ammissibilita' della censura formulata dai ricorrenti principali i quali hanno evidenziato che la controparte aveva richiesto ed ottenuto condanna al pagamento di importicomprensivi di rivalutazione ed interessi gia' maturati alla data di deposito del ricorso introduttivo 2596 di un quinquennio successivaa quella del verifica

04/06/2014 Lavoro giornalierolimite delle undici ore ogni ventiquattro
Mancata concessione del riposo settimanale di almeno ventiquattro ore

In materia di riposo settimanale l'art 1 della legge n 370 del 1934 prevedeva l'obbligo di un riposo di 24 ore consecutive per ogni settimana di regola fissato per la domenica art 3 le relative sanzioni erano contenute nel successivo art 27 secondo cui la contravvenzione a tale previsione era punita con la sanzione amministrativa da lire cinquantamila a lire trecento

07/05/2014 Beneficio previdenziale documento protetto
Attivita' soggette alla relativa assicurazione obbligatoria gestita dall'Inail

21/05/2014 Formazione e professionalita' dell'incaricato
Requisiti della persona incaricata della sicurezza

Cosigrave fissato il principio interpretativo che forma oggetto del primoe infondato motivo di ricorso la Corte rileva che la valutazione in ordine alla inadeguatezza dei requisiti della persona incaricata della sicurezza deve essere particolarmente attenta e non spingersi in una materia complessa come quella della formazione e della professionalita' dell'incaricato fino ad adot

20/05/2014 Mancanza di una delle firme di una sentenza collegiale
Mancata sottoscrizione della sentenza

Secondo l'orientamento maggioritario la sentenza collegiale priva dellasottoscrizione del presidente del collegio o dell'estensore e' affettada nullita' assoluta e insanabile parificata all'inesistenza per l'assenza di un requisito essenziale del provvedimento e tale vizio nonsarebbe emendabile ne' con il procedimento di correzione degli errori materiali ne'

22/05/2014 Incidente Danno patrimoniale futuro documento protetto
Menomazioni che incidono sulla carriera di un chirurgo

Si riprende quindi l'argomento della violazione del potere di liquidazione equitativa per avere la Corte di merito asserito che esso non potrebbe supplire alle carenze probatorie la' dove il suo presupposto e' proprio quello della impossibilita' rigorosa di una prova dell'ammontare del danno e quindi si evoca Cass n 1690 del 2008 comerelativa a fattispecie sorprend

14/05/2014 Danno patrimoniale cagionato alla banca datrice di lavoro
Reati di estorsione per mancanza di prova sull'elemento psicologico

Nella specie dalla sentenza impugnata risulta che la Corte territoriale e' giunta ad affermare la legittimita' del licenziamento inconsiderazione del carattere reiterato della condotta della gravita' degli abusi e della illiceita' della condotta stessa del danno anche patrimoniale cagionato alla banca citata in giudizio dai soggetti danneggiati della posizione p

08/05/2014 Progressione verticale dei dipendenti pubblici
Contratti automatico e generalizzato scivolamento in alto del personale dipendente

Per effetto della contrattualizzazione del rapporto di lavoro pubblico iniziata con la Legge delega 23 ottobre 1992 n 421 ed il successivo DLgs 3 febbraio 1993 n 29 si e' determinato un progressivo avvicinamento della legislazione sul pubblico impiego al lavoro subordinato privato con attenuazione del principio formalistico che accentuava l'indifferenziata posizione di subordi

14/05/2014 Amianto infortunio sul lavoro documento protetto
Omessa predisposizione di tutte le misure e cautele atte a preservare l'integrita' psicofisica del lavoratore nel luogo di lavoro

La giurisprudenza di questa Corte ha ripetutamente affermato tra le tante Sez L Sentenza n 15156 del 11072011che la responsabilita' dell'imprenditore ex art 2087 cod civ pur nonessendo di carattere oggettivo deve ritenersi volta a sanzionare l'omessa predisposizione da parte del datore di lavoro di tutte quelle misure e cautele atte a preservare l'integrita' psicofi

30/05/2014 Raccolta dei rifiuti illegale presso il comune
Retribuzione non dovuta al fine di 'velocizzare' la liquidazione delle fatture della societa'

La Corte d'Appello di Palermo ha correttamente confermato la penale responsabilita' del L per il reato a lui ascritto posto che lo stesso imputato impiegato presso il Comune di Carini aveva ammesso in sede di interrogatorio di avere ricevuto dal G il pagamento di un viaggio a Venezia ponendo in correlazione tale dazione con l'esigenza del G di ottenere una piugrave rapida liquidaz

31/03/2014 Medico raggiunti limiti di eta' documento protetto
Esclusione del medico dall'albo dei medici convenzionati

Il riconoscimento dell'utilitas puograve avvenire in maniera esplicita con un atto formale oppure anche in modo implicito e cioe' con una concreta emateriale utilizzazione della cosa dell'opera o della prestazione eseguita dal privato e che il suddetto riconoscimento deve perograve concretizzarsi in una valutazione cosciente e consapevole seppure discrezionale della pubbl

23/04/2014 Infarto eventuale attivita' stressante svolta dal lavoratore documento protetto
DecessoRiconoscimento del danno biologico richiesto sia iure proprio sia iure hereditatis

La Corte territoriale ha ritenuto che dalla prova testimoniale svolta ed in particolare dalle deposizioni dei testi G e S non si potessero ricavare significativi ed inequivoci elementi per poter affermare la violazione da parte del datore di lavoro dell'art 2087 cc La Corte ha sottolineato inoltre che l'eventuale attivita' stressante sarebbe statacircoscritta al periodo compres

14/05/2014 Bagnino di salvataggio minorenne
Tra i requisiti per l'iscrizione al corso di Bagnino di Salvataggio si richiede espressamente tra l'altro il possesso di idonee condizioni psicofisiche

La giurisprudenza ha altresigrave affermato che l'inosservanza della disposizione di cui all'art 8 comma terzo della L n 977 del 1967 nella versione risultante dalla modifica ex art 2 DLgs n 262 del 2000 secondo cui la visita medica dei minorenni da avviare al lavoro il cui obbligo continua ad essere presidiato penalmente e' effettuata presso un medico del Servizio sani

20/02/2014 Pregiudizio per la momentanea assenza del titolare documento protetto
Il giudice puo' autorizzare il curatore dell'imprenditore scomparso a gestire le societa'

Il tempo e le risorse professionali impiegate dal curatore nell'attivita'di amministrazione di societa' non possono essere retribuiti anche come attivita' di curatela generica e quindi gravare sugli eredi proquotacome invece disposto dal Tribunale Si tratta infatti di attivita' chee' stata retribuita direttamente dalla societa' cioegra

11/02/2014 Agenzie indennita' di cessazione del rapporto
Raggiungimento di nuovi clienti e incremento di fatturato con i clienti in precedenza esistenti

Nel caso di specie l'agente ha dedotto che la somma corrisposta a titolo di indennita' spettante secondo l'AEC e' inferiore a quella spettante secondo i parametri dell'art 1751 cc ciograve che di fatto riconosce anche la preponente convenuta non vi e' dubbio alcuno che l'agente abbia diritto ad ottenere una somma pari alla differenza tra quanto gi

21/05/2014 Riscossione delle imposte sul reddito
Nullita' della cartella e conseguente illegittimita' della riscossione del tributo

Nel caso in esame l'iscrizione a ruolo scaturiva per come e' pacigravefico da accertamento con adesione ex L n 656 del 1994 vale a dire da uno speciale procedimento di determinazione della pretesa tributaria su accordo dell'Amministrazione finanziaria e contribuente specificamente indicato in cartella e rispetto al quale il contribuente non ha sollevato alcuna contestazio

03/03/2014 Dimissioni volontarie documento protetto
Necessita' di particolare tutela della lavoratrice madre

Viene sottolineato che la verifica del servizio ispettivo del Ministero non possa essere considerata come uno strumento di rafforzamento della presunzione di non spontaneita' ma piuttosto una dimostrazione del carattere relativo della presunzione che puograve essere superata attraverso la prova della spontaneita' e dell'autenticita' delle stesse con la conseguenza

20/05/2014 Extracomunitario indennita' di accompagnamento documento protetto
Indennita' di accompagnamento per ciechi assoluti e assegno sociale maggiorato

La Corte e' tornata ad occuparsi della legittimita' costituzionale dell'articolo 80 comma 19 della legge 23 dicembre 2000 n 388 quotnellaparte in cui subordina la concessione della indennita' di accompagnamento al possesso della carta di soggiorno e dunque anche al requisito della durata del soggiorno medesimo nel territorio dello Statoquot dichiarandone l'illegi

22/05/2014 Datore di lavoro Obbligo di retribuzione
Scadenza del termine di un accordo o contratto collettivo

Questa SC ha gia' osservato che la scadenza del termine di un accordo o contratto collettivo gli toglie efficacia ma non sottrae il datore di lavoro dall'obbligo di retribuzione ex art 2099 cod civ il cui ammontare ben puograve essere determinato dal giudice di merito ex art 36 Cost comma 1 con riferimento all'importo gia' previsto dal contratto individuale recetti

15/05/2014 Termine dell'impugnazione del provvedimento
Impugnazione della sanzione fissata oltre il biennio dell'irrogazione della sanzione

Parimente infondato e' il terzo motivo Va infatti rilevato che da un lato la ricorrente non indica le circostanze pose a fondamento delle proprie affermazioni riguardanti la comunicazioni dell'addebito disciplinare al dipendente in questione per cui il motivo risulterebbe inammissibile per il difetto dell'autosufficienza ma comunque le modalita' di comunicazione della conte

07/05/2014 Omessa dichiarazione dei redditi
Valutazione dei ricavi risultanti dalle fatture emesse dalla societa'

La Commissione tributaria provinciale ha accolto in parte il ricorso limitatamente al rilievo fondato sugli accertamenti bancari la' dove la Commissione tributaria regionale accogliendo l'appello incidentale del curatore ha annullato completamente l'accertamento sostenendo che l'ufficio avrebbe dovuto procedere all'accertamento complessivo della situazione tributaria della societag

24/04/2014 Lavoro ragioni di carattere tecnico produttivo organizzativo o sostitutivo documento protetto
Apposizione di un termine alla durata del contratto di lavoro subordinato

La gi richiamata giurisprudenza sentenza n 2279 del 2010 ed altre che l'hanno seguita privilegiando la scelta del legislatore Europeo di ampliare la considerazione delle fattispecie legittimanti l'apposizione del termine ha concesso tuttavia un'importante apertura ritenendo possibile che la specificazione delle ragioni giustificatrici risulti dall'atto scritto non solo per indica

24/01/2014 Rapporti tra avvocato e cliente documento protetto
Contratto stipulato tra un professionista e un consumatore

Secondo l'orientamento giurisprudenziale italiano prevalente deve essere considerato consumatore e beneficia della disciplina di cui all'art 1469 bis cc e segg attualmente DLgs n 2006 del 2005 artt 3 e 33 e segg la persona fisica che anche se svolge attivita' imprenditoriale o professionale conclude un qualche contratto per la soddisfazione di esigenze della vita quotidi

09/05/2014 Appellabilita' della sentenza
Dedotta natura discriminatoria dei licenziamento

Con ordinanza dell872013 resa ai sensi dell'art 1 comma 49 legge n 9212 il Tribunale di Civitavecchia rigett il ricorso proposto da DA nei confronti della HC srl in liquidazione e volto al riconoscimento dell'illegittimit del licenziamento intimatogliLEGGI LA SENTENZASUPREMA CORTE DI CASSAZIONE

17/04/2014 Licenziamento come una ingiustificata vendetta o rappresaglia documento protetto
Irrimediabile lesione del rapporto fiduciario che sta alla base del rapporto di lavoro

Ad avviso della Corte doveva escludersi che il licenziamentoavesse carattere ritorsivo Un atto di tal genere ricorre allorquando il datore di lavoro pone in essere una ingiusta ed arbitraria reazione ad un comportamento legittimo del lavoratore utilizzando il licenziamento come una ingiustificata vendetta o rappresaglia mentre nella specie nulla di tutto ciograve era avvenuto essen

23/04/2014 Disciplina del rapporto di lavoro subordinato documento protetto
Tutto cio' che il lavoratore riceve dal datore di lavoro in dipendenza del rapporto di lavoro

La Corte di appello premesso che le somme corrisposte dal datore di lavoro al dipendente in esecuzione di un contratto di transazione non sono dovute in dipendenza del contratto di lavoro ma appunto del contratto di transazione affermava che l'INPS puograve azionare il credito contributivo provando con qualsiasi mezzo ed anche in via presuntiva dallo stesso contratto di transazione e dal co

18/04/2014 Creditore di differenze retributive in relazione all'attivita' lavorativa
Pagamento delle retribuzioni dovute per le prestazione eseguite nei confronti dello stesso datore di lavoroappaltatore

Rileva questa Corte che il Tribunale di Cuneo ha indicato alternativamente il luogo ove sarebbe sorto il rapporto di lavoro da individuare in Aosta secondo il ricorrente o in Torino giusta quanto eccepito e chiesto di provare dalla resistente o il luogo dove si e' interamente svolta l'attivita' lavorativa vale a dire in OMISSIS facente parte della circoscrizione del Tribu

15/05/2014 Danno patrimoniale di rilevante gravita' documento protetto
Scommesse per proprio conto senza versare in cassa i relativi importi

Egli perciograve mantenendosi nei limiti delle sue mansioni e facendo della macchina per le scommesse l'uso cui essa era destinata ha semplicemente effettuato delle giocate per se' omettendo di versare nella cassa l'importo relativo condotta questa assimilabile a quella del dipendente che riceva delle giocate da terzi senza esigere il contestuale pagamento della somma scommessa

22/05/2014 Omesso deposito della procura speciale alle liti documento protetto
Vittima di un infortunio mortale presso lo stabilimento della societa'

La Corte d'Appello ha dichiarato di 'prendere atto' della mancata produzione della procura alle liti 'asseritamente apposta' in calce alla copia notificata della citazione introduttiva del giudizio di primo grado A tale mancato rinvenimento negli atti del giudizio di appello ha fatto conseguire la dichiarazione di contumacia dell'appellante incidentale contenuta in sentenzaL

23/04/2014 Vigilanza sull'attivita' svolta dal lavoratore documento protetto
Stabile inserimento del lavoratore nell'organizzazione aziendale e vincolo di subordinazione

Nel caso di esercizio di funzioni riconducibili a quelle dirigenziali e di svolgimento di attivita' prettamente intellettuale la subordinazione non si manifesta in fatti o atti particolarmente appariscenti ben potendosi concretare in semplici direttive di massima Per aversi subordinazione non e' necessario cioe' che il potere direttivo del datore di lavoro si esplichi mediante

06/05/2014 Schedecarburante equiparate alle fatture
Redditi passivi fittizi avvalendosi di schedecarburante per rifornimenti mai effettuati presso un unico distributore

I giudici di merito hanno dato risalto ai riscontri incrociati eseguiti dalla GdF a seguito dell'esame delle schede carburante relative al rifornimento eseguito presso il distributore di VV delle schede dei mezzi in riparazione ed alle deposizioni del maresciallo RG ed a quelle del titolare del distributore VVNe e' emerso che gran parte dei prelievi indicati nelle schede er

08/05/2014 Risarcimento dei danni patrimoniali e morali derivanti dal decesso del congiunto documento protetto
Infarto correlabile in via concausale con indice di probabilita' di alto grado alle trascorse vicende lavorative

Premesso che il nesso causale e' stato ritenuto sussistente dal giudice di appello sulla base di quotun indice di probabilita' di alto grado marcata o qualificataquot e quindi ben oltre il livello della mera possibilita' teorica il motivo sollecita per il resto una rivisitazione del merito della controversia inammissibile in questa sede Propone infatti una diversa int

06/05/2014 Ricavi inerenti alle polizze create documento protetto
Redditi dell'agente a fronte di costi per compensi a dipendenti e subagenti

I compensi ai dipendenti ed i costi attinenti ai beni strumentali ed ai servizi indubbiamente facevano scattare le presunzioni legali connesse ai parametri indicati nel provvedimento interministeriale di cui sopra senza che il giudice di appello avesse specificato le ragioni per le quali riteneva esaustiva la certificazione della societa' Reale Mutua preponente e ciograve specialme

03/01/2014 Beneficio d'escussione
Cartella di pagamento a carico del socio a condizione di aver infruttuosamente agito sui beni sociali

Alla luce dell'indirizzo interpretativo recepito da questa Corte secondo cui quotIl beneficio d'escussione previsto dall'art 2304 cc ha efficacia limitatamente alla fase esecutiva nel senso che il creditore sociale non puograve procedere coattivamente a carico del socio se non dopo avere agito infruttuosamente sui beni della societa' ma non impedisce allo stesso creditore d

28/02/2014 Violazione dei doveri contrattuali lavorativi
Attivita' lavorativa ed extralavorativa da parte del lavoratore durante lo stato di malattia

Secondo la giurisprudenza costante di questa Corte l'espletamento di altra attivita' lavorativa ed extralavorativa da parte del lavoratore durante lo stato di malattia e' idoneo a violare i doveri contrattuali di correttezza e buona fede nell'adempimento dell'obbligazione e a giustificare il recesso del datore di lavoro laddove si riscontri che l'attivita' espletata costit

06/05/2014 Disparita' di trattamento tra avvocati documento protetto
Pubblica percezione dell'esercizio della professione forense

Egrave la condizione di liberta' dell'interlocutore ad avvantaggiare l'avvocato desideroso di conversazioni del genere e non un trattamento di favore rispetto all'avvocato che difenda un detenuto Nel contempo l'avvocato che difenda un detenuto e' avvantaggiato rispetto ad altri potenziali conversatori nella possibilita' di incontro con la persona ristretta in carcere p

13/05/2014 Danno patrimoniale da incapacita' lavorativa documento protetto
Garanzia per le vittime della strada

La Corte non spiega perche' ha negato il risarcimento del lucro cessante Non spiega in particolare perche' la menomazione fisica e la ridotta capacita' lavorativa del ricorrente non avevano avuto incidenza economica alcuna diretta o indiretta nell'ambito dell'impresa familiare e se in essa lo stesso apportava un contributo economicamente appezzabile ed incidente sul reddi

29/04/2014 Diritto a un beneficio ai fini pensionistici documento protetto
Certificazione di avvenuta esposizione all'amianto

Si e' altresigrave chiarito con specifico riferimento alle domande giudiziarie avanzate da soggetti gia' pensionati che non sono applicabili i principi affermati dalle Sezioni unite di questa Corte nella sentenza n 127202009poiche' ciograve che si fa valere non e' il diritto al ricalcolo della prestazione pensionistica ovvero alla rivalutazione dell'ammontar

01/04/2014 Attivita' di meretricio all'interno del centro benessere documento protetto
Pagamento delle prestazioni direttamente alla massaggiatrice

I giudici del riesame dopo aver ricordato che nei suddetti centri i massaggi praticati si completavano talvolta con la masturbazione del cliente rileva che la l'attivita' di sfruttamento della prostituzione risulterebbe dalle dichiarazioni di due clienti unodei quali CS avrebbe riferito di aver pagato la prestazione direttamente alla cassa e non alla donna che lo aveva mastur

18/04/2014 Nuovo amministratore senza avere preventivamente revocato l'amministratore uscente
Attivita' di gestione dei beni comuni compiuta dall'amministratore di condominio

Va osservato da un canto che sia in giurisprudenza che in dottrina e' pacifico l'inquadramento dell'attivita' di gestione dei beni comuni compiuta dall'amministratore di condominio nella funzione tipica del contratto di mandato che si istaura fra il primo e i condominiLEGGI LA SENTENZASU

22/04/2014 Illegittimita' del licenziamento documento protetto
Licenziamento oggetto dei giudizi pendenti innanzi alla Corte di Cassazione

Il suddetto principio enunciato nel caso esaminato con riferimento all'applicabilita' dello ius superveniens nei giudizi pendenti avanti alla Corte di Cassazione trova peraltro applicazione anche con riferimento ai giudizi pendenti alla data di entrata in vigore della novella nei gradi di merito ovvero come nel caso all'esame in sede di rinvio

09/05/2014 Manifesta sproporzione fra le prestazioni dell'avvocato e l'onorario previsto
Vantaggi non patrimoniali ottenuti dall'assistito

'A norma dell'art 6 tariffa giudiziale civile DM 5851994 ai fini dell'individuazione dello scaglione tariffario per la liquidazione degli onorari dovuti all'avvocato dal cliente una volta determinato il valore della causa secondo le disposiz

07/05/2014 Risoluzione per inadempimento del contratto denominato accordo parasociale documento protetto
Rapporti personali tra soci ed operanti sul piano organizzativo e gestionale

La corte d'appello ha individuato la funzione pratica dell'accordo in quella di risanamento aziendale ravvisando lo scopo economicopratico del medesimo come non limitato alla governance societaria ma esteso ad un progetto piugrave ampio di rilancio dell'attivita' industriale argomentando dall'attento esame degli atti prodromici e collaterali alla stipula del pat

03/04/2014 Ingiurie pronunciate nei locali scolastici documento protetto
Offesa all'onore e al prestigio del pubblico ufficiale

Nel caso di specie al di la' dell'articolo di legge indicato nel capo di imputazione tali elementi sussistevano poiche' le ingiurie furono pronunciate nei locali scolastici in modo tale da essere percepite da piugrave persone

04/02/2014 Operai forestali per i servizi resi come avventizi presso l'Assessorato agricoltura e foreste documento protetto
Assunzione tramite chiamata numerica presso gli uffici di collocamento costituente rapporti di lavoro secondo il diritto privato

Ai fini dell'individuazione dei limiti esterni della giurisdizione amministrativa che segnano il confine entro il quale e' ammesso il ricorso per cassazione avverso le sentenze del Consiglio di Stato si deve tenere conto del canone dell'effettivita' della tutela giurisdizionale rientra nello schema logico del sind

26/03/2014 Condotta illecita del lavoratore
Dissidi tra il personale di inadempienze contrattuali e varie omissioni

Anche relativamente alle sanzioni disciplinari conservative e non per le sole sanzioni espulsive deve ritenersi che in tutti i casi nei quali il comportamento sanzionatorio sia immediatamente percepibile dal lavoratore come illecito perche' contrario al cd minimo etico o a norme di rilevanza penale non sia necessario

17/01/2014 TFR natura previdenziale e non retributiva
Esigenze di vita del lavoratore temporaneamente ed involontariamente disoccupato

Questa Corte con sentenza del 3 aprile 2007 n 8339 in una controversia del tutto analoga alla presente ha affermato che il credito per cui e' controversia per presupposti e finalita' ha natura previdenziale e non retributiva con conseguente applicazione della prescrizione decennale Esso infatti in quanto relativo al periodo di cassa integrazione e non compensativo di pre

17/01/2014 Violazione delle disposizioni del codice deontologico
Procedimento disciplinare a carico degli esercenti le professioni sanitarie

V'e' insomma un sensibile accostamento tra i due diversi tipi di procedimento disciplinare che trova ragione nella natura sanzionatoria delle pene disciplinari che sono destinate ad incidere sullo stato della persona nell'impiego o nella professione sentenza n 71 del 1995 L'esito del procedimento nell'un caso e nell'altro puograve toccare invero la sfera lavorativa e c

07/01/2014 Lodo arbitrale incompetenza per territorio
Istanza di declaratoria di esecutivita' di lodo arbitrale

La srl Brico Calabria ha impugnato il decreto del Tribunale di Locri ela Corte di appello di Reggio Calabria lo ha revocato dichiarando la competenza del Tribunale di Reggio Calabria Ha rilevato la Corte di appello che l'art 875 cpc prevede il deposito del lodo nella cancelleria del tribunale nel cui circondario e' la sede dell'arbitrato eattribuisce al tribunale la competenza

28/04/2014 Richiesta concessione per la gestione di una ricevitoria del Superenalotto documento protetto
Concussione estorsione aggravata posta in essere da un incaricato di pubblico servizio

La tesi dellaconcussione si fonda secondo la ricostruzione operata in sentenzanella condotta dell'imputato che avrebbe abusato dei suoi poteriderivanti dalla sua posizione all'interno del CONI strumentalizzandola posizione di preminenza rispetto al privato che cosigrave venivaindotto al pagamento per ottenere la concessione SISA

15/04/2014 Controlli da parte della Commissione Tributaria Regionale
Cure parentali che riducono il tempo e le energie che la madre puo' dedicare all'attivita' lavorativa

Nella specie tuttavia fatti quali la nascita di un figlio e l'infarto del marito nello stesso anno dell'accertamento a carico della professionista sono elementi sicuramente idonei a vincere la presunzione derivante da tali studi LEGGI L'ORDINANZASUPREMA CORTE DI CASSAZ

25/09/2013 Organizzazione indispensabile per l'applicazione dell'IRAP documento protetto
Nessuna disposizione di legge impone l'applicazione dell'IRAP ai lavoratori autonomi che dispongano di un dipendente

Questa Corte di legittimita' ha affermato che quotnon e' di ostacolo alla sussistenza dei requisiti per l'applicazione dell'Irap il fatto che l'apporto del titolare sia insostituibile o per ragioni giuridiche o perche' la clientela si rivolga alla struttura in considerazione delle particolari capacita' del titolare stessoquot

11/04/2014 Fatture relative ad operazioni oggettivamente o soggettivamente inesistenti documento protetto
Lavori utilizzando manodopera quotin neroquot ricompensata per contanti

15/01/2014 Pagamento di una retribuzione ulteriore del tempo impiegato sia per raggiungere i reparti sia per indossare e togliere gli indumenti di lavoro
Tempi di vestizione e svestizione

Questa statuizione risulta fondata su una compiuta ricognizione della disciplina collettiva richiamata nella quale non si rinviene alcuna specifica regola con il contenuto indicato dalla ricorrente incidentalee sfugge alle censure mosse sotto i profili sia del vizio di motivazione che di violazione delle regole ermeneutiche negoziali in particolare con riguardo al regime delle pause fisio

12/03/2014 Distinzione tra il personale scolastico documento protetto
Regolamentazione di legge del trattamento economico per le assenze per astensione per maternita' e puerperio

Le disposizioni in tema di congedi parentali fatte salve quali condizioni di maggior favore dall'art 1 co 2 del D Lgs n 151 del 2001 sono dirette a tutto il personale dipendente senza distinzione alcuna tra personale a tempo indeterminato e personale a tempo determinato LEGGI LA SENTENZA

08/04/2014 Responsabilita' dell'amministratore neoeletto documento protetto
Mancato versamento IVA

La Corte territoriale ha puntualmente e compiutamente motivato rilevando per ciograve che concerne le attenuanti generiche che la natura dei precedenti penali per i quali era gia' stato concesso detto beneficioescludeva la possibilita' di accogliere la relativa richiesta venendo dunque meno la possibilita' per il giudicante di effettuare un giudizio prognostico favorev

26/02/2014 Ricorso avverso denominazione sito gruppodeagostinicom
Dominio registrato con patronimico del socio accomandatario della societa'

Le ulteriori argomentazioni della Ricorrente in merito all'assenza di un concorrente titolo o interesse legittimo del Resistente sul nome a dominio contestato sono poi basate sul fatto che detta registrazione possa causare confusione e un possibile vantaggio per il Resistente Il Collegio ritiene che queste argomentazioni siano pertinenti per valutarel'eventuale presenza o meno d

25/03/2014 Trattamento di fine rapporto dipendente pubblico
Trattamento di indennita' di anzianita' maturata anche prima del passaggio alle dipendenze della Camera di Commercio

In tema di mobilita' dei dipendentitra enti pubblici la L n 554 del 1988 art 6 nel disporre cheper il computo del trattamento di fine rapporto deve considerarsi lacomplessiva anzianita' utile facendo salvo il maggior trattamentoeventualmente spettante all'atto del trasferimento enunciaimplicitamente la regola dell'applicabilita'

25/03/2014 Pregiudizio derivante dalla mancata promozione e perdita di chance
Mancata possibilita' di conseguire il superiore inquadramento

Si osserva che tale ricostruzione e' stata fatta propria dalla Corte territoriale nella sentenza di cui oggi e' chiesta lacassazione Il giudice del rinvio infatti ha preso atto dell' accertata nullita' della sentenza di primo grado ha verificato che nel giudizio non si era formato alcun giudicato sull'accertamento del diritto alla promozione a decorrere dal 1981 r

21/09/2012 Mobbing al fine di ottenere le dimissioni contro la sua volonta' documento protetto
Prolungamento contro la sua volonta' del periodo di maternita'

Integra il delitto di tentata violenza privata la condotta del datore di lavoro che convochi la dipendente rientrata al lavoro dopo un periodo di astensione obbligatoria per maternita' in un locale fatiscente e le prospetti di farla lavorare in un luogo degradato ed in condizioni invivibili nel caso di mancata accettazione delle condizioni imposte dalla societa' preordina

01/08/2013 Reato di usurpazione di funzioni pubbliche documento protetto
Esercizio di funzioni pubbliche in assenza di una legittima investitura

Per la configurabilita' del reato di usurpazione di funzioni pubbliche e' infatti necessario che la condotta realizzi in concreto un indebito esercizio di funzioni pubbliche in assenza di una legittima investitura Sez VI 17 marzo 2009 dep 23 giugno 2009 n 26178 situazione in concreto esclusa dalla ricostruzione dei fatti operata dal giudice d'appello Mentre ciogr

11/04/2014 Promessa di appalto di escavazione documento protetto
Autorizzazione alla coltivazione di cava di inerti

Ritengono le Sezioni Unite che l'interpretazione estensiva oltre a non essere incompatibile con il dato letterale dell'art 1453 secondo comma cod civ ne coglie le ragioni e l'intima ratio e al tempo stesso assicura la finalita' di concentrazione e pienezza della tutela che la disposizione del codice ha inteso perseguire tale lettura infatti offrendo al contraente non inadempient

02/04/2014 Abuso d'ufficio del pubblico ufficiale
Abuso commesso per far conseguire a terzi un posto di lavoro

Ad ogni modo il caso inquestione concerneva un rapporto lavorativo di pubblico servizioinstauratosi con l'osservanza delle specifiche norme di legge o diregolamento disciplinanti il procedimento di assunzione ancorche'minato nei presupposti giuridici extrapenali di legittimazioneconcernenti l'interessato il quale aveva falsifi

02/04/2014 Professionista senza dipendenti documento protetto
Profitti da libera professione come quella di medico avvocato commercialista ragioniere geometra consulente

I giudici d'appello per quel che in questa sede ancora rileva hanno evidenziato che nella specie non sussistevano i presupposti per l'applicazione dell'imposta in esame in quanto la contribuente negli anni in questione svolgeva la propria attivita' avvalendosi esclusivamente di beni strumentali modesti e di una segretaria parttime laddove il concetto di autonoma or

26/03/2014 Trasferimento del Comandante della Polizia municipale documento protetto
Demansionamento di posizione apicale a quella di semplice impiegato

Afondamento della decisione ed a confutazione degli argomenti addottidal ricorrente il giudice di prime cure verificato che le partiavevano definito con verbale di conciliazione sindacale innanzi alladirezione provinciale del lavoro di Ancona il 2

04/04/2014 Retribuzioni spettanti nel triennio post recesso documento protetto
Danni non patrimoniali patiti in conseguenza dell'illegittimo licenziamento

La Corte del merito omettendo qualsiasi pronuncia sulla richiesta di danni ulteriori rispetto a quelli risarciti ex art 18 della legge n 300 del 1970 incorre nel denunciato vizio posto che per giurisprudenza costante di questa Corte nel regime di tutela reale la predeterminazionelegale del danno risarcibile in favore del lavoratore con riferimento alla retribuzione globale di fatto dal gi

28/03/2014 Competenza statale e rapporto di lavoro con i propri dipendenti
Corresponsione maggiorata per espletamento di incarichi aggiuntivi

Come gia' riconosciuto da questa Corte sentenza n 215 del 2012 detta disposizione nello stabilire un limite massimo al trattamento economico di tutti i dipendenti delle Regioni e degli enti regionali hal'effetto finale di fissare per gli anni 20112013 l'ammontare complessivo degli esborsi a carico delle Regioni e delle Province autonome a titolo di trattamento e

04/03/2014 Connessione tra l'attivita' svolta e le conoscenze tipiche del professionista
Libera professione esercitata con carattere di continuita' ai fini dell'iscrizione alla cassa

Come gia' affermato da questa Corte la lettura del complessivo dato normativo in particolare dell'art 7 della legge e degli artt 51 52 e53 del regolamento induce a ritenere che in realta' le relative previsioni sono intese a ripartire le competenze professionali tra ingegneri e architetti vedi testualmente l'art 53 il quale specifica che quotle disposizioni dei pr

18/03/2014 Attivita' di informatore scientifico farmaceutico documento protetto
Abitazione configurata come una articolazione terminale dell'impresa

Orbene ritiene il Collegio che correttamente il Tribunale di Napoli ha ritenuto che nel caso in esame non vi fosse la prova che la MDS Italia avesse inteso individuare nell'abitazione del L una articolazione aziendale non potendo essere considerati a ciograve sufficienti la dotazioneall'informatore di un quotpersonal computerquot portatile in quanto tale utilizzabile in ogni luog

03/03/2014 Relazione tra contratto di formazione e lavoro e premio di produttivita'
Contributo previdenziale sulle gratifiche erogate ai lavoratori con contratto a tempo determinato

In effetti seguendo un corretto criterio di interpretazione logica e sistematica oltre che letterale la stessa Corte ha chiarito che gli emolumenti in esame erano destinati per loro essenza e funzione a compensare un'attivita' lavorativa connotata dai requisiti della continuita' e della pienezza di partecipazione all'attivita' aziendale caratteristiche queste non

08/04/2014 Istanza di autorizzazione per cure fruite all'estero documento protetto
Valutazione della circostanza su cui si basa la domanda della ricorrente alla ASL relativa alla sussistenza di una ipotesi di urgenza